10 DICOTILEDONI. in alcuno Arabis, o circolarmente come

annuncio pubblicitario
10
DICOTILEDONI.
in alcuno Arabis, o circolarmente come nelBupleurum rotundifoliumL,
e protradum Link, nello Smyrniim rotundifolium Mill-% e perforatimi
Mill., o scorrendo sui rami e sul fusto come in molte specie di Cirsium, di Carduus ec. Più spesso il picciolo è slargato alla base o in
tutta la sua lunghezza quasi in una guaina, massime nelle piante
della famiglia delle Ombrellate. .La degenerazione spinosa dei piccioli si osserva di raro, nell' Astragalus sirinicus Tea., neh" A arisiatus Herit. e in altre poche specie.
Le stipole che si vedono in molte famiglie delle nostre dicotiledoni sono per lo più due ai lati della base del picciolo, libere come
nel Pisum, nella Viola e c , o saldate con questo come nella Rosa, nel
Trifolium ee.; piccole, uguali in ambedue i lati di esso. Non di raro
però quelle che accompagnano le foglie inferiori hanno una forma
diversa dalle altre che spettano alle foglie superiori ovvero la stipola
di un lato è dissimile da quella dell' altro lato, le quali particolarità
si osservano spesso nelle Vida e nei generi affini. Tali stipole sono
talvolta delicate, membranacee, e cadono presto, per cui mancano nello
stato adulto, come è nelle Querci, nei Carpini ec. ; più raramente
sono grandi quanto le foglioline delle foglie come nel Lotus, ovvero si svolgono a guisa di foglie quando queste mancano, come
ho già detto di quelle del Lathyrits Aphaca. Pochi esempi abbiamo
nelle nostre piante di stipole spinose nella Fagonia eretica L., nel
Paliurus vulgaris Lamk., nel Zizyphus Lotus L. e c , non mai però
nelle Leguminose come si vede segnatamente nelle Acacie spinose
dei paesi della zona torrida.
In taluni Astragalus le stipole dei due lati si saldano insieme
per il margine esterno da che risulta una stipola opposta alla foglia
mentre in altre piante con foglie opposte, come è nella Putoria calabrica Pers., della famiglia delle Rubiacce, le stipole spettanti ad
una foglia si saldano con quelle dell' altra e si trova così per ciascun
lato una stipola in mezzo alle due foglie. I Polygonum e i Rumex
hanno una guaina all'ascella delle foglie, che si chiama ocrea, ora
come troncata, ora frangiata o fornita di ciglia, che a quanto pare
dipende da due stipole saldate tanto per il margine esterno quanto
per l ' i n t e r n o .
Rarissimamente anche le foglioline delle foglie composte
hanno delle piccole stipole parziali (stipella}) alla base dei loro piccioli proprii ; se ne ha un beli' esempio nel Thalidrum
aquilegifolìum, Ianni
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

creare flashcard