Michela Garda - Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali

advertisement
Michela Garda
Curriculum scientifico
Michela Garda è nata a Torino il 15. 11. 1957
1976: Conseguimento della maturità classica. Iscrizione alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università
degli Studi di Torino, corso di laurea in Filosofia.
1982: Conseguimento della laurea in Filosofia con una tesi afferente alla disciplina di estetica musicale dal
titolo "La filosofia della musica di Ernst Bloch", relatore Prof. Enrico Fubini; votazione conseguita 110/110 e
lode, con dignità di stampa.
1982-1984: Attività di consulente redattore presso la casa editrice Marietti (Casale Monferrato ora
Genova).
1984: Conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento di materie letterarie nella scuola media inferiore e
dell'abilitazione all'insegnamento di filosofia e scienze dell'educazione nelle scuole ed istituti di istruzione
secondaria di II grado e artistica.
1984: Immissione in ruolo, in qualità di vincitrice di cattedra tramite concorso ordinario come insegnante di
materie letterarie nella Scuola Media statale.
1985-1987: Frequenta la scuola di perfezionamento in musicologia, facoltà di Magistero dell'Università
degli Studi di Bologna.
1988: Conseguimento del diploma di perfezionamento in musicologia con una tesi dal titolo "teoria della
ricezione e musicologia", relatore, Prof. Mario Baroni. Votazione conseguita: 70/70 e lode.
1987-1988: Soggiorno a Berlino-ovest grazie ad una borsa di studio offerta dalla Repubblica federale di
Germania, attraverso il DAAD (servizio di scambio accademico tedesco), per il tramite del Ministero degli
Affari Esteri.
1989: E' ammessa al Dottorato di ricerca in Musicologia, presso il Dipartimento di musica e spettacolo
dell'Università degli studi di Bologna.
1993: Conclude il ciclo dottorale con una dissertazione sul tema: "Per una ricognizione del sublime musicale
della seconda metà del Settecento". Il 9. 9. Sostiene con esito positivo l'esame finale per il conseguimento
del titolo di dottore di ricerca. Entra a far parte del comitato di redazione della rivista “Musica/Realtà”.
1992-1993: Presenta le dimissioni dall'insegnamento sulla cattedra di materie letterarie presso la Scuola
media "Viotti" di Torino di cui è titolare e accetta un incarico di supplenza annuale presso il Quinquennio
sperimentale annesso al Conservatorio "G: Verdi" di Torino.
1994: Le viene assegnata una borsa di studio post-dottorale dall'Università degli studi di Bologna, settore
disciplinare Scienze dell'antichità filologico-letterarie e storico-artistiche, per ricerche afferenti al progetto
intitolato "Trattatistica e documentazione verbale nella storia dell'opera italiana", in corso presso il
dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna. In seguito al conferimento di un incarico di
supplenza annuale al Conservatorio di Torino, sezione staccata di Cuneo, per l'insegnamento di storia della
musica per didattica rifiuta la borsa di studio.
1995 (nov.) -1997 (dic.): Incarichi di supplenza annuale presso il Conservatorio di Torino, sezione staccata di
Cuneo, per l'insegnamento di Storia della musica per didattica.
1997 (1 feb.): Presa di servizio in qualità di ricercatore per il raggruppamento scientifico disciplinare L 27 B,
presso la Facoltà di lettere e filosofia dell'Università degli studi di Trento e afferisce al Dipartimento di
scienze filologiche e storiche.
1999: Entra a far parte del Collegio docenti del Dottorato di ricerca in Scienze della musica presso il
Dipartimento di scienze filologiche e storiche dell’Università di Trento. 2000: Affidamento del corso di
Estetica musicale presso la Facoltà di lettere e filosofia dell'Università di Trento.
2002: Dal 1 marzo prende servizio in qualità di professore associato per il raggruppamento scientifico
disciplinare L-Art-07 Storia della musica e musicologia presso la Facoltà di Musicologia, Scuola di Paleografia
e Filologia Musicale di Cremona. E’ titolare dei corsi di estetica musicale per la laurea triennale e
specialistica.
2006: Visiting fellow presso il Music Department at Princeton University durante il secondo semester
accademico 2003-04: Membro del gruppo di ricerca di Cremona diretto dal Prof. Gianmario Borio
nell’ambito dei finanziamenti Prin
2005-07: Membro del gruppo di ricerca di Cremona diretto dal Prof. Gianmario Borio nell’ambito dei
finanziamenti Prin
2007: Entra a far parte del Collegio Docenti del Dottorato di ricerca in Musicologia, presso il Dipartimento di
scienze musicologiche e paleografico-filologiche dell’Università degli studi di Pavia con sede in Cremona
2008 maggio: Membro del panel internazione di valutazione della ricerca presso la FCT (Fundação para
ciência e a tecnologia del Ministério da ciência, tecnologia e ensino superior) a Lisbona
Ha tenuto lezioni e conferenze presso università italiane e straniere, fra cui Berna, Princeton e Tel Aviv e
partecipato a convegni nazionali e internazionali.
Dal 1984 ha svolto saltuariamente attività di traduzione. Si ricordano qui i lavori di carattere musicologico:
 J. Budden, Le opere di Verdi, vol. III, capo. V (Falstaff), pp. 453-561, EDT, Torino 1988.
 Scelta di brani tratti da C. Burney, J. Hawkins, J. N. Forkel, J. A. Birnbaum, J. Mattheson, J. J. Quantz,
L. Mozart, F. W. Marpurg, inclusi nel volume di Enrico Fubini, Musica e cultura nel Settecento
Europeo, EDT, Torino 1986, risp. Pp. 165-184; 194-208; 250-271.
 I saggi di R. Ingarden, Z. Lissa, H. Rösing, J. Stenzl contenuti nell'opera curata dalla sottoscritta e da
G. Borio, L'esperienza musicale. Teoria e storia della ricezione, EDT, Torino 1989, risp. pp. 51-68;
69-81; 117-131; 166-184.
 I saggi di R. Strohm e I. Lindgren per il volume II della Storia dell'opera italiana, Edt, Torino.
 H. W. Zimmermann, Igor Strawinsky-Verfasser seiner Musikalischen Poetik? in Stravinskij, a cura di
G. Vinay, Il Mulino, Bologna 1992, pp. 63- 79.
 N. Jers, Bearbeitungen in Strawinskys Spätwerk, in Stravinskij cit., pp. 167- 178.
 H. Schneider, Die Parodieverfahren Igor Strawinskys, in Stravinskij cit., pp. 133-150.
 E. R. Sisman, Haydn's Theater Symphonies, in Haydn, a cura di G. Lanza, Il Mulino, Bologna 1999,
pp. 107-154.
 K. Kropfinger, Schönberg und Kandinsky, in Schönberg, a cura di G. Borio, Il Mulino, Bologna 1999,
pp. 59-90.
 Th. W. Adorno, Strawinsky. Ein dialektisches Bild, in Adorno, Immagini dialettiche. Scritti musicali
1955-65, a cura di G. Borio, Einaudi, Torino 2004, pp. 149-174
 Id., Über einige Relationen zwischen Musik und Malerei, in Immagini dialettiche, cit., pp. 301 -314
 Durante gli anni 1995-2003 ha collaborato alla redazione di numerose voci per le seguenti
enciclopedie musicali:
 Compact Enciclopedia della musica, De Agostini, Novara
Nuova enciclopedia della musica, Garzanti, Milano
Dizionario dell'opera, Baldini e Castoldi.
Piper Enziklopädie des Musiktheaters, Piper Verlag
Enciclopedia della musica, Einaudi
Pubblicazioni:
Monografie
 Musica sublime. Metamorfosi di un'idea nel Settecento musicale, Ricordi-LIM,
Milano 1995
L’estetica musicale nel Novecento. Tendenze e problemi, Carocci, Roma 2007
Saggi
 Tendenze dell'estetica musicale della Rdt negli anni Settanta,


















«Musica/Realtà», IV, 1983, n. 10, pp. 117-142.
Musica e utopia nello 'Spirito dell'Utopia' di Ernst Bloch, «Musica/Realtà», V,
1984, n. 14, pp. 109-134
Sic ars nova nata est. La "Querelle des anciens et des modernes" nella
trattatistica musicale italiana del XVIII secolo, in La musica degli antichi e la
musica dei moderni. Storia della musica e del gusto nei trattati di Martini,
Eximeno, Brown, Manfredini, a cura di Michela Garda, Alberto Jona, Maria
Titli, Franco Angeli editore, Milano 1989, pp. 9-41.
Il microscopio della ragione. Arteaga e Manfredini nella "querelle" tra antichi e
moderni, introduzione a Vincenzo Manfredini, Difesa della musica moderna e
de' suoi celebri esecutori (1787), edizione critica curata e annotata da Michela
Garda, in La musica degli antichi e la musica dei moderni, citato al n. 3 di
questo elenco, pp. 591-615.
Tempo e redenzione in Klaus Huber, «Quaderni di musica nuova», n. 2 a cura
di Giulio Castagnoli, Compositori associati, Torino 1988, pp. 95-110.
Teoria della ricezione e musicologia, introduzione a L'esperienza musicale.
Teoria e storia della ricezione, a cura di Gianmario Borio e Michela Garda,
EDT, Torino 1989, pp. 1-35.
Rilevamenti sulla ricezione della musica maderniana, in Studi su Bruno
Maderna, a cura di Mario Baroni e Rossana Dalmonte, Suvini Zerboni, Milano
1989, pp. 75-94.
Ascoltatore e opera. Per una teoria della ricezione musicale, «Estetica news»,
II, 1989, n. 4
'Delectatio e melancholia' nel trattato 'De musica' di Adamo da Fulda in
Danubio. Una civiltà musicale, a cura di Carlo De Incontrera e Birgit
Schneider, Comune di Monfalcone - Assessorato all'istruzione e cultura, s. d.
(ma 1990), pp. 309-318.
La ricezione del madrigale nel Novecento: problemi teorici e prospettive
storiche, «Musica/Realtà», XIII, 1992, n. 37, pp. 23-36.
Da Alceste a Idomeneo: le scene terribili nell'opera seria, «Il Saggiatore
Musicale», I, 1994, n. 2, pp. 335-360.
La 'verve' musicale di Vladimir Jankélévitch. Nota sul discorso musicale, «autaut», n. 270, novembre-dicembre 1995, pp. 113-124.
Dal sublime naturale al sublime musicale: un itinerario dell'estetica musicale
settecentesca in La Natura tra Oriente e Occidente, Atti del Covegno
Nazionale dell'Associazione Italiana Studi di Estetica (A.I.S.E.), Trento, 11 e
12 Aprile 1994, a cura di Renato Troncon, Luni, Milano 1996, pp. 219-228.
Il tragico e il sublime in Ranieri de' Calzabigi, in Ranieri de' Calzabigi. Atti del
Convegno di Studi, Livorno 23-24 Aprile, a cura di Federico Marri e Francesco
Paolo Russo, LIM, Lucca 1997, pp. 15-26.
Topoi retorici ed ermeneutica musicale: un problema di metodo, in Musical
Signification between Retoric and Pragmatic. Proceedings of the 5th
International Congress on Musical Signification, a cura di Gino Stefani, Eero
Tarasti e Luca Marconi, Clueb, Bologna 1998, pp. 159-169.
Postfazione a Beethoven. Frammenti per una filosofia della musica, Edizioni
della Banca Popolare di Milano, Milano 1998, pp. 73-82.
Musiche del silenzio. Appunti sui rapporti tra musica e silenzio fino alle soglie
del Novecento, in Pause, interruzioni, silenzi. Un percorso interdisciplinare, a
cura di Emanuele Banfi, Dipartimento di Scienze Filologiche e Storiche, Trento
1999, pp. 69-87.
Panorama musicale di Rovereto, in Rovereto. Città barocca. Città dei lumi, a
cura di Enrico Castelnuovo, Temi, Trento 1999, pp. 349-361.
Passioni comuni e passioni entusiastiche nell'estetica musicale del Settecento,
«Nuova civiltà delle macchine. Rivista trimestrale di analisi e critica» XVII,
1999, n. 2, pp. 88-94.
 Musica e sinestesia nel primo Novecento. L'analisi di Ebner



















dell'"Apokalyptische Phantasie" op. 5 per orchestra da camera di Joseph
Matthias Hauer in La filosofia della parola di Ferdinand Ebner. Atti del
Convegno internazionale, Trento 1-3 dicembre 1998, a cura di Silvano Zucal e
Anita bertoldi, Morcelliana, Brescia 1999, pp. 333-350.
Musikalische Paradigmenwechsel im Zeitalter der Aufklärung, «Schweizer
Jahrbuch für Musikwissenschaft», neue Folge, 20, 2000, Musik und
Aufklärung, pp. 5-18
Fedeltà all'opera e conflitto delle interpretazioni in Musica e interpretazione.
Soggettività e conoscenza nell'esecuzione musicale, a cura di Luigi Attademo,
Trauben, Torino 2002
Josef Hauer, op. 13, Über di Klangfarbe e la cultura viennese degli anni dieciventi, "Humanitas"57, 2002, pp.1023-1042
Storia del bello musicale, Enciclopedia della musica, Il sapere musicale II,
Einaudi, Torino 2002, pp. 611-626
La musica delle parole e le parole della musica. Libretto, teatro e musica in
Capriccio, in Richard Strauss. Capriccio, Teatro Regio di Torino, Torino 2002
I volti di Ifigenia, in Christoph Willibald Gluck, Iphigénie en Aulide, Teatro alla
Scala, Milano 2002, pp. 153-169
Lo strutturalismo musicale tra arte e scienza in L’orizzonte filosofico del
comporre nel ventesimo secolo, a cura di Gianmario Borio, Il Mulino, Bologna
2003, pp. 113-122
Adorno parla inglese. Nota sulla ricezione adorniana nel mondo angloamericano, “Civiltà musicale”, XVIII, 2003, nn. 48-49, pp. 189-2005
Di selve, cacciatori, angeli e demoni. Romanticismo del Freischütz, “La fenice
prima dell’opera”, 5, 2004, pp. 93-102
Teorie del tempo nella modernità, in Storia dei concetti musicali. Armonia,
tempo, a cura di Gianmario Borio e carlo Gentili, Carocci, Roma 2007, pp.
321-342
Gesamtkunstwerk, sinestesia e convergenza delle arti, in Storia dei concetti
musicali. Espressione, forma, opera, a cura di Gianmario Borio e Carlo Gentili,
Carocci, Roma 2007, pp. 275-294
Le teorie dell’opera d’arte musicale nel Novecento, in Storia dei concetti
musicali. Espressione, forma, opera, a cura di Gianmario Borio e Carlo Gentili,
Carocci, Roma 2007, pp. 295-316
Musica, immagine e il sublime in Solaris di Tarkovskij, in Il Sublime. Fortuna di
un testo e di un’idea, a cura di Elisabetta Matelli, Vita e Pensiero, Milano 2007,
pp. 221-232
Crisis and Turning Points of Modern Music Aesthetics in Perspectives de
l’esthétique musicale, L’Harmattan, Paris 2007, pp. 19-31
Musique et subjectivité, in E. Lisciani Petrini (a cura di), In dialogo con/En
dialogue avec Vladimir Jankélévitch, vol. coll. bilingue (it./fr.), Mimesis-Vrin,
Milano-Parigi 2009 (in corso di stampa).
Viaggio per le citta sonore. Immaginazione, memoria e visione acustica in
Paolo Cesaretti - Renato Ferlinghetti (a cura di),Gli spazi urbani tra
immaginario e realtà ( = «Dintorni. Rivista di letterature e culture dell'Università
degli Studi di Bergamo»), 6, 2009 (in corso di stampa).
Il valore formativo dell'esperienza estetica
Da Venezia all’Avana: Nono, la politica e le tradizioni musicali, in Presenza
storica di Luigi Nono, a cura di Angela Ida De Benedictis e Laura Zattra, LIM,
Lucca, in corso di stampa
Il valore formativo dell’esperienza estetica in Musica: forme di linguaggio ,
linguaggio delle forme. L’esperienza estetica come bisogno e come risorsa,
Atti del Convegno nazionale Siem, 17-18 ottobre 2008, Università degli studi
di Pisa, EDT, Torino 2009 (in corso di stampa).
Recensioni:
 Die Zeichen: Neue Aspekte der musikalischen Ästhetik, «Musica/Realtà», III,










1982, n. 8, pp. 161-164
Roman Ingarden, The Work of Music and the Problem of its Identity,
«Musica/Realtà», IX, 1988, n. 27, pp. 141-143.
Giovanni Piana, Filosofia della musica, «Musica/Realtà», XIII, 10992, n. 38,
pp. 91-98.
I "Monumenta reliquiarum" di S. Corona di Vicenza, a cura di Francesca
Lomastro Tognato. Introduzione all'Ufficio Ritmico di Giulio Cattin, «Rivista di
storia e letteratura religiosa», 31, 1995, n. 2, pp. 353-355.
Cesare Fertonani, Antonio Vivaldi. La simbologia musicale nei concerti a
programma, «Il Saggiatore Musicale», II, 1995, n. 2, pp. 398-399.
Edward Lippman, A History of Western Musical Aesthetics, «Il Saggiatore
Musicale», III, 1996, n. 2, pp. 411-417;
Michael Talbot, The sacred vocal music of Antonio Vivaldi, «Rivista di Storia e
Letteratura Religiosa», XXXIV, 2 (1998).
Lucy Green, Music, Gender, Education, «Il Saggiatore Musicale», VI, 1999,
nn.1-2, pp. 242-247.
Massimo Mila, Argomenti strettamente familiari. Lettere dal carcere 19351940, «Il Saggiatore Musicale», VII, 2000, n. 1, pp. 220-222.
Roger Scruton, The Aesthetics of Music, «Il Saggiatore Musicale», VII, 2000,
n. 2, pp. 434-441
Susan McClary, Conventional Wisdom, «Il Saggiatore Musicale», XII, 2005, n.
1, pp. 239-247
Interviste
 Intervista con Walter Zimmermann, «Musica/Realtà», 42, 1994, pp. 11-19.
 Conversazione con Adriano Guarnieri, in La Conscience aiguë. Incontri con
compositori italiani, a cura di Giulio Castagnoli, «Quaderni di Musica Nuova»,
1994, nn. 4-5, pp. 139-146.
E-mail [email protected]
Scarica