La comunità terapeutica è una struttura residenziale

annuncio pubblicitario
Prot.
Data
da citare nella risposta
Allegato A
Oggetto: Relazione tecnica per gara d’appalto per i servizi residenziali,
semiresidenziali e di assistenza domiciliare del Dipartimento Aziendale della
Salute Mentale Adulti.
1) Premessa
L’organizzazione del Dipartimento Salute Mentale Adulti ( di seguito indicato
con DSM) dell’Asl3 assume al centro del suo modello organizzativo il Progetto
Terapeutico Abilitativo Personalizzato, riconoscendo come prioritaria la
necessità di sviluppare e consolidare pratiche per una maggiore personalizzazione
dei progetti, come riconosciuto anche dai piani sanitari e sociali nazionali e
regionali.
“Il progetto personalizzato (art.2 comma 1 del D.P.C.M. 14 Febbraio 2001)
redatto sulla scorta di valutazioni multidimensionali, è lo strumento fondamentale
per affermare la centralità della persona e dei suoi bisogni e per garantire la
continuità della cura. Alla definizione e realizzazione del progetto personalizzato
concorrono infatti diversi apporti professionali in una condivisione di obiettivi,
responsabilità e risorse, secondo un criterio unitario di gestione”.
Il DSM, tramite le Unità Funzionali Zonali, risponde alle diverse domande di
cura attraverso differenti tipologie di processi terapeutici e di presa in carico, che
possiamo così schematicamente delineare:
A) le domande di cura rappresentate dalle patologie psichiatriche “minori”
e/o da forme di disagio psichico e esistenziale (che necessitano di un lavoro
di ridefinizione e sostegno) ricevono risposte che vengono messe in atto di
solito da un singolo operatore (psichiatra o psicologo), sono centrate su di un
setting clinico terapeutico definito e tendenzialmente si esauriscono in un
orizzonte temporale limitato.
B) le richieste di “consulenza” che pervengono da diversi soggetti
istituzionali (medicina di base, servizi sociali, medicina legale, servizi
ospedalieri, etc.) ricevono risposte “puntiformi”, che per lo più si esauriscono
in una valutazione diagnostica e nell’elaborazione di un indirizzo terapeutico
successivamente verificabile;
C) le domande di cura complesse (rappresentate dalle patologie psichiatriche
gravi e fortemente disabilitanti, quasi sempre correlate a significative
problematiche familiari, sociali, economiche, legali) necessitano di una presa
in carico progettuale e personalizzata, che coinvolge diverse figure
1
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]usl3.toscana.it
Prot.
Data
da citare nella risposta
professionali (coordinate da un “case manager”) e richiedono l’attivazione ed
il coinvolgimento, a gradi variabili di intensità, di tutte le risorse della Unità
Funzionale: Centri Diurni, Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, Strutture
Residenziali a diversa intensità assistenziale, servizio di inserimento in
programmi di formazione-lavoro. Ovviamente la temporalità del progetto
rimane di fatto indefinita, tendenzialmente evolvendo e differenziandosi nel
corso degli anni.
Il progetto terapeutico abilitativo – quali che siano gli operatori coinvolti e le
risorse attivate - si propone non solo la “riduzione” della sofferenza
(dell’individuo, della famiglia, del contesto di appartenenza), ma anche e
soprattutto la “crescita” delle autonomie (personali, relazionali e sociali), e la
“ri-acquisizione” della piena cittadinanza.
In questa chiave il progetto costruisce senso e valore nei seguenti ambiti
terapeutico-riabilitativi:
- l’abitare: la perdita della capacità di abitare (la casa, ma anche gli spazi
della vita quotidiana e più complessivamente il quartiere, la città) rappresenta
una delle più frequenti e gravi conseguenze delle patologie psichiatriche. Il
progetto terapeutico deve rispondere a questa evenienza attraverso modalità
operative e risorse estremamente diversificate, che vanno dall’offerta di
strutture residenziali a vari gradi di protezione (dalla Comunità Terapeutica
agli appartamenti protetti) il cui obiettivo è la ricostruzione intensiva (per un
tempo definito) delle abilità abitative, fino al sostegno estensivo all’abitare,
che viene proposto nella stessa casa del paziente supportando il percorso di
riacquisizione e/o di costruzione di tutte le funzioni adattative che gli
consentano di vivere adeguatamente nel suo contesto.
Obiettivo comune a tutti i progetti centrati sull’abitare è la piena autonomia
del paziente in questo ambito.
- la formazione e il lavoro: il progetto deve necessariamente tenere conto del
bisogno, proposto da tutti gli utenti, ma in particolare dai più giovani, di
intraprendere un percorso il cui punto di arrivo è il lavoro (ovvero la capacità
di ritrovare senso, valore ed identità attraverso una attività produttiva, di
acquisire una autonomia economica anche parziale, di sperimentare le
possibilità evolutive insite in qualsiasi percorso lavorativo, di esercitare un
diritto formalmente riconosciuto dalla Costituzione). I progetti di inserimento
o reinserimento lavorativo si articolano in diverse possibilità formali, che
vanno dall’individuazione delle abilità, delle scelte e delle inclinazioni
dell’utente alla attivazione e al sostegno dei processi formativi più idonei;
dalla selezione delle opportunità e dei contesti più adeguati per l’inserimento
al monitoraggio e al tutoraggio degli inserimenti stessi. Naturalmente i
progetti di formazione e lavoro richiedono l’adozione di una forte prospettiva
di attenzione alla “rete” istituzionale e informale di riferimento sul territorio,
prevedendo lo sviluppo costante di interazioni e scambi con tutti i soggetti
concretamente o potenzialmente coinvolti nei percorsi: amministrazione
provinciale (in particolare gli uffici dedicati), comuni, cooperative sociali,
associazioni, commissioni per la legge 68, datori di lavoro, aziende.
- la socialità e l’affettività: le patologie psichiatriche gravi comportano il più
delle volte un processo di deriva ed impoverimento relazionale e sociale:
2
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
c.sfor[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
molti degli utenti in carico al servizio conducono esistenze ritirate,
sperimentano condizioni di solitudine ed isolamento, vivono quotidianamente
la perdita della possibilità e della capacità di condividere affetti, scambi,
emozioni.
Il progetto terapeutico deve affrontare, quali che siano i luoghi, i tempi e le
modalità della presa in carico, questo campo di bisogni, costruendo e
ricostruendo le dimensioni della socialità e dell’affettività attraverso azioni
specifiche (attività mirate alla promozione e allo sviluppo della socialità) e
non specifiche (tutte le articolazioni e i passaggi dei progetti di presa in carico
devono proporsi obiettivi di riproduzione della socialità e della affettività).
Le attività e le azioni mirate al recupero e alla riproduzione della socialità e
della affettività devono accuratamente evitare due possibili rischi:
- di fondarsi e svilupparsi sull’idea (esplicita o implicita) che i luoghi, i tempi
e i modi della socialità e dell’affettività per gli utenti siano “separati” o
comunque diversi da luoghi, tempi e modi della normalità; in questo senso
occorre riaffermare con forza che il contesto (lo scenario, lo sfondo) di ogni
progetto terapeutico non può che essere l’intera comunità, in tutte le sue
articolazioni sociali e civili.
- di configurarsi come forme di “intrattenimento”, ovvero come modalità
operative che si propongono come unico fine quello di facilitare il trascorrere
del tempo; in questa prospettiva appare fondamentale la definizione – in
ciascun progetto – di obiettivi e di tempi.
2) Oggetto dei Servizi in gara
Oggetto del Servizio in gara d’appalto è il progetto complessivo suddiviso in
Aree di intervento con le specifiche attività di assistenza per la
realizzazione dei singoli progetti terapeutico abilitativi personalizzati
finalizzati alla promozione della salute mentale, è richiesta la garanzia da
parte dell’aggiudicatario di consentire la massima flessibilità ed interazione
tra le varie aree del progetto generale.
In particolare, il progetto ha come protagonisti persone (utenti) afferenti ai Centri
di Salute Mentale in situazioni definibili ad alta priorità in relazione alla
presenza di tutte o molte delle seguenti condizioni:









elevato carico familiare;
assenza di rete sociale;
isolamento;
frequente abbandono del programma terapeutico;
reiterati fallimenti dei programmi precedenti;
ripetuti ricoveri;
rischio imminente di grave deriva sociale;
rischio immanente di reato;
uso ed abuso di sostanze che creano dipendenza.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Si tratta, in altri termini di persone per le quali si richiede una presa in carico
complessa, multiprofessionale e ad alta intensità, secondo le linee di
articolazione indicate in premessa al punto C, attraverso la messa a
disposizione di risorse umane e materiali nonché del personale di
supervisione e di coordinamento, articolati in specifici programmi operativi
3
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
che vedranno impegnati tutti gli operatori coinvolti nella individuazione,
modifica e monitoraggio dei progetti abilitativi-riabilitativi e di
socializzazione degli utenti interessati.
3) Caratteristiche generali richieste
I singoli ambiti progettuali (Aree di intervento) successivamente illustrati non
vanno, ovviamente, intesi come “contenitori” separati ed impermeabili, ma come
possibili, differenziate articolazioni del pensare e dell’agire progettuale delle
équipe delle UFSMA Zona Pistoiese e UFSMA Zona Val di Nievole.
Agli operatori che saranno coinvolti , in generale, si richiede di:
 mantenere con i soggetti relazioni di ascolto, di comprensione dell'esperienza
soggettiva, di attenzione ai bisogni espressi; conoscere e/o ricostruire le storie di
vita;
 favorire la partecipazione dei soggetti al loro percorso terapeutico
coinvolgendoli nei diversi momenti della vita quotidiana;
 partecipare alle riunioni di équipe di confronto e verifica dell’attività svolta,
contribuendo alla diffusione di tutte le informazioni significative per
l’implementazione dei programmi in atto.
 sostenere ed accompagnare gli utenti nei contatti con la realtà circostanti, con
specifica attenzione ai rapporti con i medici di medicina generale, in caso di
visite specialistiche, nonché di esami diagnostici necessari, ed avviare tutti i
contatti necessari con i servizi territoriali;
 mettere in atto strategie volte a garantire la cura, il decoro ed il rispetto della
persona, dei suoi effetti personali e dell’ambiente in cui vive;
 supportare i soggetti negli atti comuni della vita quotidiana, garantendo la
gestione del tempo secondo il programma definito dall’équipe di riferimento in
accordo con il coordinatore del progetto complessivo indicato nell’offerta
tecnica a cura di ogni singolo concorrente.
 favorire l’acquisizione di abilità individuali e il potenziamento di quelle
residue, supportando la partecipazione a momenti ricreativi e di socializzazione
nonché ad attività di tipo espressivo, riabilitativo, di formazione, di inserimento
al lavoro, in vacanze e soggiorni, avendo cura di promuovere momenti di
integrazione sociale;

disporre di patente di guida di tipo “b” o superiore.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Al Coordinatore del progetto, indicato nell’offerta tecnica a cura di ogni singolo
concorrente in particolare, si richiede di:
 partecipare e collaborare a progetti di valutazione e di raccolta dati, proposti
dalle UU.FF.S.MA e dal Dipartimento di Salute Mentale, secondo modalità
concordate;
4
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
 coordinare l’attività ed il numero degli operatori nei vari centri e strutture
secondo le necessità di servizio che si possono presentare secondo la quantità e
qualità dei soggetti seguiti. Il tutto secondo i programmi concordati con la
UFSMA zonale di riferimento ed il Dipartimento di Salute Mentale
 segnalare tempestivamente agli operatori sanitari di riferimento o alle
istituzioni competenti, ogni caso di urgenza e ogni avvenimento inerente la salute
e/o l’incolumità psicofisica dei soggetti;
 mantenere, sostenere e sviluppare, secondo le modalità indicate dall’équipe
della UFSMA e secondo quanto previsto dal progetto terapeutico abilitativo
personalizzato, il rapporto con le famiglie dei soggetti, riconoscendo alla famiglia
il valore di “risorsa” e di interlocutore privilegiato;
 interagire con il responsabile aziendale del progetto, ed in particolare con i
referenti di ciascun utente, per definire, ove richiesto, le modalità dell’
amministrazione quotidiana, settimanale o mensile delle disponibilità finanziarie
dell’utente, al fine di poter favorire la riacquisizione delle capacità di gestione
del proprio reddito lungo un percorso di autonomia ed emancipazione.
All’aggiudicatario si richiede inoltre di:
 garantire la continuità assitenziale nei diversi contesti ed in caso di turn over
del personale deve essere garantito un periodo di affiancamento di almeno una
settimana (in caso di personale OSS o ADB), e di almeno 30 giorni nel caso del
Coordinatore del progetto
 garantire, in accordo con i responsabili del Dipartimento di Salute Mentale e
delle UFSMA, l’aggiornamento e la formazione del personale su temi attinenti al
servizio richiesto
EVIDENZE
1. Le sotto riportate strutture, quali sede di svolgimento delle attività,
rispondono alla situazione attuale. Le stesse, fermo restando le attività da
svolgere, potranno eventualmente essere oggetto di cambiamenti
logistici durante la vigenza contrattuale.
2. Le indicazioni e i contenuti della premessa devono essere recepiti in
modo esplicito nella stesura del progetto complessivo.
3. Il Progetto dovrà essere articolato in aree d’intervento sulla base delle
indicazioni fornite nella scheda tecnica
4. Per ciascuna struttura e/o settore di attività la Asl3 garantirà l’apporto
di proprio personale medico e tecnico-sanitario specializzato come
indicato nelle diverse schede tecniche per tutte le attività a valenza
sanitaria previste dai Progetti personalizzati.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
5
Prot.
Data
da citare nella risposta
4) Schede tecniche delle aree di intervento del Progetto
1) Area di intervento:
“Comunità Terapeutica “Case Nuove di Masiano”
La struttura
La comunità terapeutica è una struttura residenziale del DSM ad alta intensità
terapeutica, rivolta a pazienti in età compresa fra i 18 e i 50 anni. La struttura
può ospitare fino a 8 persone, con progetti terapeutico-riabilitativi individuali
che prevedano una permanenza a termine per un periodo di tempo medio
lungo, dai sei mesi ai due anni, ed una assistenza sulle 24 ore.
Gli obiettivi
Il programma operativo della struttura, articolato sulla base dei progetti
abilitativi personalizzati, deve tendere al recupero delle autonomie, delle
funzioni relazionali e sociali, e, soprattutto, delle capacità ad “abitare” il
proprio spazio vitale. Il lavoro terapeutico assume come obbiettivo prioritario
l’acquisizione delle abilità complessive che consentano agli utenti, dopo le
dimissioni, di vivere in un contesto abitativo a minore grado di protezione, o
in assoluta autonomia, o ancora di rientrare nel contesto abitativo e familiare
di origine,
Il percorso comunitario si fonda sull’esperienza di vita comune, che
promuove una dimensione familiare, caratterizzata dalla condivisione delle
responsabilità e degli impegni quotidiani.
Tutti i pazienti partecipano anche ad attività ed impegni “esterni” alla
comunità terapeutica, finalizzati alla ricostruzione della socialità, alla
formazione e al lavoro.
Oggetto di gara:
1. la gestione delle attività di assistenza di base alla persona in grado di
garantire la presenza di operatori sulle 24 ore per tutti i giorni
nell’arco dell’anno solare e l’assistenza per la gestione della
quotidianità compreso le attività esterne alla struttura. Personale con
qualifica di OSS e Animatore.
2. tutte le attività e le compresenze articolate nelle diverse fasce orarie
diurne e notturne, le modalità di effettuazione tenuto, conto che la
presenza degli operatori deve essere correlata al numero degli utenti
presenti in struttura e alle necessità dei progetti abilitativi
personalizzati con la garanzia di utilizzo del personale,
temporaneamente in esubero, in altre aree del progetto complessivo.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
6
Prot.
Data
da citare nella risposta
Equipe sanitaria di riferimento con personale dipendente Asl 3
composta da:
a) uno psichiatra (referente della struttura) per una media di 10 ore
settimanali
b) uno psicologo con una presenza di 2/4 ore settimanali
c) due infermieri professionali che si alternano a fasce orarie nelle ore
diurne e solo nei giorni feriali
d) un educatore professionale e un tecnico della riabilitazione
psichiatrica con una presenza a fasce orarie ( per un totale di 36 ore
settimanali) con una funzione di coordinamento tra i progetti
individuali e le attività di riabilitazione e ri-socializzazione presenti
nel servizio.
Faranno carico all’aggiudicatario


















Servizio di lavanderia e sanificazione, meglio specificato in :
- lavaggio di materassi, cuscini e coperte ;
- lavaggio della biancheria e vestiario degli ospiti con la
collaborazione degli stessi
tutte le utenze compreso quelle telefoniche
smaltimento rifiuti ordinari urbani
acquisto delle derrate alimentari e preparazione dei pasti
pulizia straordinaria (due volte l’anno) limitata a persiane, finestre,
pavimenti, scale e superfici di altezza superiore ai 180 cm., pulizia dei
tendaggi ;
pulizie giornaliere e periodiche con la collaborazione degli ospiti;
fornitura di prodotti per le pulizie e saponi
fornitura di cancelleria e materiali diversi;
fornitura di carta igienica, tovaglioli e materiale monouso e prodotti
igienici per gli ospiti;
manutenzione degli elettrodomestici e apparecchiature elettroniche
manutenzione ordinaria dell’immobile
manutenzione del giardino con realizzazione di un piccolo orto
biologico e fornitura di attrezzi e sementi
sicurezza : disponibilità, nel caso di aggiudicazione, a predisporre il
piano di sicurezza, in base alle linee guida della ASL.
uno o più personal Computer con collegamenti internet per attività
educative e ricreative dei soggetti.
tenuta del registro del movimento giornaliero degli ospiti e successiva
consegna al responsabile aziendale del progetto
per la
rendicontazione economica
tenuta del diario e della documentazione clinica
messa a disposizione N°1 pulmino a 9 posti e relativi oneri
messa a disposizione N°1 autovettura a 5 posti e relativi oneri
L’approvvigionamento degli alimenti e preparazione dei pasti deve avvenire
rispettando le corrette procedure e modalità di conservazione degli alimenti,
7
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
in termini sia di manipolazione che di conservazione e cottura al fine di
scongiurare l’insorgenza di qualsiasi evento sfavorevole negli ospiti.
Per le attrezzature e gli arredi disponibili presso la struttura sarà redatto un
inventario al momento della sottoscrizione del contratto.
Faranno a carico alla ASL








Monitoraggio e verifica del progetto e dei processi assistenziali
Inserimento e dimissione degli utenti
Prestazioni sanitarie
Manutenzioni straordinarie dell’immobile
Manutenzione e controllo del P.C. collegato alla rete aziendale adibito
ad uso del personale ASL
Pianificazione e verifica della giornata alimentare e della qualità degli
alimenti
Ricambio di arredi e attrezzature usurate dichiarate fuori uso
Acquisto di arredi o attrezzature necessari allo svolgimento delle
attività, su iniziativa del referente aziendale
2) Area di intervento:
“ Sostegno all’abitare”
Questa area di intervento comprende le azioni di sostegno ai progetti
terapeutico-riabilitativi messi in atto dalla UFSMA Zona Pistoiese finalizzati
a consentire l’acquisizione e il mantenimento – da parte degli utenti – della
competenze e delle abilità necessarie all’abitare.
I suddetti progetti personalizzati e di gruppo possono svilupparsi – con
modalità differenziate – in contesti abitativi messi a disposizione degli utenti
dalla Asl 3 siti nella città di Pistoia ed in particolare:
a) Casa famiglia il Villino di via Atto Tigri 18;
b) Appartamenti “Il Sole” di Via Bonfanti 16 - 18,;
c) Nuclei Abitativi di Convivenza ed i specifico:
1) Appartamenti ATER di via Gentile 96
2) Appartamenti messi a disposizione utenti:
 N. 7 appartamenti
 Per un numero complessivo di 8 Utenti
d) Domiciliarità
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
8
Prot.
Data
da citare nella risposta
a) Casa Famiglia “Il Villino” via Atto Tigri 18
La struttura
La casa famiglia “Il Villino” è una struttura residenziale della UFSMA, che
ospita fino ad un massimo di 5 pazienti di media gravità, di età superiore ai
45 anni che non necessita nodi protezione e sostegno continuativi, ma solo
diurno, per azioni che si svolgono all’interno della struttura stessa o
all’esterno di essa in base ai progetti individuali. In rapporto alla età e alle
condizioni cliniche i bisogni di questi utenti sono prevalentemente
assistenziali.
Gli obiettivi
Il programma operativo della struttura, articolato sulla base dei progetti
abilitativi personalizzati, deve tendere al recupero delle autonomie, delle
funzioni relazionali e sociali, e, soprattutto, delle capacità ad “abitare” il
proprio spazio vitale.
Il percorso si fonda sull’esperienza di vita comune, che promuove una
dimensione familiare, caratterizzata dalla condivisione delle responsabilità e
degli impegni quotidiani.
Tutti i pazienti partecipano anche ad attività ed impegni “esterni” alla casa
famiglia finalizzati alla ricostruzione della socialità, alla formazione e al
lavoro.
Oggetto di gara:
1. la gestione delle attività di assistenza di base alla persona in
grado di garantire la presenza di operatori sulle 12 ore (dalle ore
8,00 alle ore 20,00) per tutti i giorni nell’arco dell’anno solare e
l’assistenza per la gestione della quotidianità comprese le attività
esterne alla struttura. Personale con qualifica di ADB e
Animatore.
2. l’articolazione delle attività e delle compresenze nelle diverse
fasce orarie diurne e le modalità della loro effettuazione, tenuto
conto che la presenza degli operatori deve essere correlata al
numero degli utenti e alle necessità dei progetti abilitativi
personalizzati.
Azienda USL 3 di Pistoia
Equipe sanitaria di riferimento con personale dipendente Asl3
composta da:
a) uno psichiatra (referente della struttura)
b) un infermiere professionale con presenza modulata su specifici bisogni
d) un educatore professionale o un tecnico della riabilitazione psichiatrica
con una presenza modulata su specifici bisogni
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Faranno carico all’aggiudicatario
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]


Caposala
Sforzi Chiara
Pulizie giornaliere e periodiche con la collaborazione degli ospiti;
Tenuta del registro del movimento giornaliero degli ospiti e successiva
consegna al responsabile aziendale del progetto della struttura per la
rendicontazione economica;
9
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
c.sforzi[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta


Supervisione all’acquisto delle derrate alimentari (con onere economico a
carico degli ospiti);
Preparazione dei pasti e/o assistenza alla preparazione degli stessi da parte
degli ospiti.
L’approvvigionamento degli alimenti e preparazione dei pasti deve avvenire
rispettando le corrette procedure e modalità di conservazione degli alimenti,
in termini sia di manipolazione che di conservazione e cottura al fine di
scongiurare l’insorgenza di qualsiasi evento sfavorevole negli ospiti.
Per le attrezzature e gli arredi disponibili presso la struttura sarà redatto un
inventario al momento della sottoscrizione del contratto.
Faranno carico alla ASL














Inserimento e dimissione utente e andamento delle attività
Prestazioni sanitarie
Controllo sul funzionamento gestionale e sulla qualità delle prestazioni
erogate;
Verifica giornata alimentare e della qualità degli alimenti
Servizio di lavanderia e sanificazione, meglio specificato in:
- lavaggio di materassi, cuscini e coperte
- lavaggio della biancheria e vestiario degli ospiti con la
collaborazione degli stessi
- lavaggio e pulizia tende
Pulizia di persiane, finestre, pavimenti, scale e superfici di altezza
superiore ai 180 cm.
Fornitura di prodotti per le pulizie e saponi
Fornitura di carta igienica, tovaglioli e materiale monouso
Ricambio di arredi e attrezzature usurate
Acquisto di arredi o attrezzature necessari allo svolgimento delle attività
Manutenzioni straordinarie dell’immobile
Manutenzione degli elettrodomestici
Manutenzione ordinaria dell’immobile
Manutenzione del giardino
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
b) Gruppo Appartamenti “Il Sole”, via Bonfanti 16-18
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
La struttura
Il gruppo appartamenti il Sole è una struttura residenziale della UFSMA,
suddivisa in due palazzine contigue per un totale di 6 piccoli appartamenti
autonomi, in grado di ospitare fino a 14 pazienti di media gravità, o
comunque in una fase avanzata del percorso abilitativo, che non necessitano
di assistenza continuativa, ma solo diurna per azioni che si svolgono
all’interno della struttura stessa o all’esterno di essa in base ai progetti
individuali.
10
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
Gli obiettivi
Il programma operativo della struttura, articolato sulla base dei progetti
abilitativi personalizzati, deve tendere al recupero delle autonomie, delle
funzioni relazionali e sociali, e, soprattutto, delle capacità ad “abitare” il
proprio spazio vitale.
Il percorso si fonda sull’esperienza di vita comune, che promuove una
dimensione familiare, caratterizzata dalla condivisione delle responsabilità e
degli impegni quotidiani.
Tutti i pazienti partecipano anche ad attività ed impegni “esterni”
finalizzati alla ricostruzione della socialità, alla formazione e al lavoro.
Oggetto di gara:
1. la gestione delle attività di assistenza di base alla persona in
grado di garantire la presenza di operatori sulle 12 ore (dalle ore
8,00 alle ore 20,00) per 6 giorni alla settimana (escluso festivi) e
l’assistenza per la gestione della quotidianità compreso le
attività esterne alla struttura. Personale con qualifica di ADB.
2. l’articolazione delle attività e delle compresenze nelle diverse
fasce orarie diurne e le modalità di effettuazione tenuto conto
che la presenza degli operatori deve essere correlata al numero
degli utenti e alle necessità dei progetti abilitativi personalizzati.
3. da prevedere l’estensione dell’assistenza su domeniche e festivi
a seguito del verificarsi di particolari condizioni. Tali estensioni
saranno comunque concordate e programmate all’interno dei
monti orari complessivi previsti.
Equipe sanitaria di riferimento con personale dipendente Asl3
composta da:
a) uno psichiatra (referente della struttura)
b) due educatori professionali, con presenza modulata in fasce orarie e su
specifici bisogni
Faranno carico all’aggiudicatario


Azienda USL 3 di Pistoia
Pulizie giornaliere e periodiche con la collaborazione degli ospiti;
Preparazione dei pasti e/o assistenza alla preparazione degli stessi da parte
degli ospiti.
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Faranno a carico alla ASL





C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Inserimento e dimissione utente e andamento delle attività
Prestazioni sanitarie
Controllo sul funzionamento gestionale e sulla qualità delle prestazioni
erogate;
Approvvigionamento derrate alimentari
Servizio di lavanderia e sanificazione, meglio specificato in:
- lavaggio di materassi, cuscini e coperte
11
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta








lavaggio della biancheria e vestiario degli ospiti con la
collaborazione degli stessi
lavaggio e pulizia tende
Pulizia di persiane, finestre, pavimenti, scale e superfici di altezza
superiore ai 180 cm.
Fornitura di prodotti per le pulizie e saponi
Fornitura di carta igienica, tovaglioli e materiale monouso
Ricambio di arredi e attrezzature usurate
Acquisto di arredi o attrezzature necessari allo svolgimento delle attività
Manutenzioni straordinarie dell’immobile
Manutenzione degli elettrodomestici
Manutenzione ordinaria dell’immobile
c) Nuclei Abitativi di Convivenza
Le strutture
La UFSMA di Pistoia dispone di una rete di appartamenti (nuclei abitativi di
convivenza) che ospitano utenti di media gravità o che comunque hanno
raggiunto un grado di autonomia che consente loro di abitare il proprio spazio
con un minimo di supporto e tutoraggio da parte degli operatori.
Fanno parte di questa rete:
a) appartamenti messi a disposizione dalla Azienda ASL:
- 2 appartamenti ATER via Gentile 96, che ospitano fino ad 8 pazienti
b) appartamenti messi a disposizione dagli stessi utenti (o dai loro familiari)
tutti siti nel comune di Pistoia, con il sostegno della UFSMA. Allo stato si
tratta di 7 appartamenti che ospitano 8 utenti;
Gli obiettivi
L’inserimento nei nuclei abitativi rappresenta un momento cruciale del
progetto abilitativo personalizzato, in quanto consente ai pazienti di
sperimentare la propria autonomia, la capacità di sviluppare relazioni
adeguate con le persone ed i contesti, di organizzare la propria quotidianità.
Tutti i pazienti partecipano anche ad attività ed impegni “esterni” ai gruppi
appartamento finalizzati alla ricostruzione della socialità, alla formazione e al
lavoro.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Oggetto di gara:
l. La gestione delle attività di assistenza di base quale strumento di
sostegno agli utenti nel percorso abitativo e abilitativo basato su una
organizzazione dell’attività in modo flessibile. La presenza degli
operatori sarà distribuita in fasce orarie e giornaliere, in accordo con
l’equipe della USMA di riferimento per un minimo di ore 3.432 su
base annua. Personale con qualifica di ADB.
12
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
2. Prevedere l’estensione dell’assistenza su domeniche e festivi a
seguito del verificarsi di particolari condizioni. Tali estensioni
saranno comunque concordate e programmate all’interno del monte
orario complessivamente previsto.
3. Le abitazioni degli utenti dovranno essere raggiunte in autonomia
da parte del personale dipendente dall’aggiudicatario e l’arrivo
presso l’abitazione si considera inizio dell’attività.
Equipe sanitaria di riferimento con personale dipendente Asl3
composta da:
a) uno psichiatra (referente dell’intera attività)
b) sei tecnici specilizzati, con presenza modulata in fasce orarie e su
specifici bisogni secondo il piano che sarà redatto insieme con
coordinatore del progetto.
d) Domiciliarità
I contesti
Numerosi utenti gravi, in carico al DSM risiedono nella propria abitazione, da
soli o con la famiglia. In conseguenza delle patologie psichiche e dei processi
di disabilitazione ad esse correlate, questi pazienti mostrano nel tempo
notevoli difficoltà nella gestione della cura di sé e del proprio spazio vitale,
nell’organizzazione della quotidianità; spesso la casa diventa un luogo di
esclusione (piuttosto che di inclusione) favorendo percorsi di isolamento,
deprivazione, passività, impoverimento.
Gli obiettivi
Il progetto abilitativo personalizzato si pone l’obiettivo di realizzare
interventi di sostegno all’abitare in tutte le sue possibili articolazioni, dalla
cura del sé fino alla riorganizzazione e riprogettazione del proprio tempo
sociale ed è rivolto:
 Nella Zona /Distretto Pistoiese a circa 68 utenti di cui 18 utenti
affetti da handicap psichico in comorbidità con disturbi
psicopatologici.
 Nella Zona/Distretto della Val di Nievole a circa 60 utenti.
Oggetto di gara:
l. La gestione delle attività di assistenza di base che favorisca le
relazioni adeguata tra l’utente ed il contesto di riferimento e
garantisca la continuità dell’adesione del paziente al progetto di
presa in carico proposto dall’equipe UFSMA di riferimento. La
presenza degli operatori sarà organizzata in fasce orarie ed in
articolazioni settimanali, in accordo con la UFSMA di riferimento
per un minimo di ore 19.734 su base annua per la Zona/distretto
13
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
Pistoiese e n. 11.500 ore annue per la Zona/Distretto della Val di
Nievole.
Personale con qualifica di ADB. (B1).
3. Le abitazioni degli utenti dovranno essere raggiunte in autonomia
da parte del personale dipendente dall’aggiudicatario.
Personale dipendente Asl 3 di riferimento
Un medico psichiatra coordinatore della domiciliarità e da tutte le figure
professionali necessarie afferenti all’UFSMA di riferimento, sulla base delle
linee guida dei progetti personalizzati.
3) Area di intervento:
“Centro Diurno e sostegno e promozione della socialità”
La struttura
Il Centro Diurno Villino Desii di Viale Petrocchi è una struttura
semiresidenziale dove si svolge parte dell’attività riabilitativa di pazienti in
carico all’U.F. Salute Mentale Adulti della Zona/Distretto Pistoiese (di
seguito denominata anche UFSMA) secondo i Progetti Abilitativi
Personalizzati definiti dall’équipe multidisciplinare curante.
La struttura del Centro Diurno Desii è aperta per 8 ore giornaliere, in
relazione alle attività riabilitative svolte sia all’interno che all’esterno del
Centro, dal lunedì al venerdì per 52 settimane annue.
Il Centro Diurno accoglie in media 15 utenti al giorno, che trascorrono presso
la struttura dalle 2 ore fino all’intera giornata.
A seconda delle necessità delle attività riabilitative i profili orari possono
essere modificati su decisione del Responsabile del Centro Diurno Desii,
dirigente dell’UFSMA, evitando comunque di superare il monte ore
settimanale per operatore.
Gli obiettivi
L’équipe del Centro diurno si propone:
a) la realizzazione degli obiettivi riabilitativi contenuti nei Progetti
Abilitativi Personalizzati definiti dall’équipe di riferimento della
UFSMA;
b) di favorire l’integrazione di tutte le attività di sostegno alla socialitàaffettività, all’abitare, alla formazione-lavoro, con particolare cura al
raccordo operativo con gli operatori ed i progetti del Centro Diurno
SudEst
c) di implementare i programmi elaborati dalla UFSMA finalizzati al
coinvolgimento della cittadinanza, delle Istituzioni, delle Associazioni,
del Privato Sociale nella prospettiva di mettere in atto strategie
comunitarie di lotta allo stigma e di prevenzione.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
14
Prot.
Data
da citare nella risposta
Le attività correlate
- incremento dell’integrazione individuale nel contesto comunitario
- sviluppo di abilità nell’ambito relazionale
- recupero di competenze lavorative, affettive e sociali
- sviluppo di percorsi riabilitativi nei luoghi di aggregazione sociale
presenti nella comunità
- creazione di una rete di supporto ed integrazione atta a favorire
l’inclusione sociale, l’inserimento lavorativo e la fruizione più ampia
possibile dei diritti di cittadinanza.
L’obiettivo peculiare di questo approccio è il superamento dei luoghi e delle
attività separate per i pazienti psichiatrici rispetto a quelli previsti per la
cittadinanza.
In questa visione della riabilitazione come nodo delle attività dei servizi della
salute mentale, il Centro Diurno non ha più il ruolo e la funzione di
animazione e di mera gestione separata del tempo libero, per cui nacque con
la chiusura degli Ospedali Psichiatrici, ma si configura come luogo:
- di elaborazione di essenziali momenti comunitari (mangiare e pulire,
avere cura dell’ambiente, discutere e progettare insieme) in funzione di
supporto alla realizzazione nel sociale di quanto appreso nel contesto
protetto del Centro Diurno.
- di raccordo e riferimento per i pazienti ed gli operatori impegnati nelle
varie attività riabilitative indirizzate al superamento dello stigma verso il
malato mentale ed alla sua piena integrazione sociale e lavorativa
- dove si fa esperienza delle proprie abilità-capacità per poi utilizzarle nel
contesto sociale più ampio
- in cui si verificano i rapporti individuali e di gruppo in relazione ad eventi
ed iniziative presenti nel territorio.
Oggetto di gara:
1. La gestione delle attività del Centro Diurno derivanti dalla
programmazione annuale che sarà concordata tra UFSMA e
aggiudicatario da svolgersi in stretta collaborazione ed
integrazione con il personale messo a disposizione dall’UFSMA
dipendente ASL. Personale: nr. 3 Animatori a tempo pieno e nr. 2
ADB (C1) a tempo pieno.
2. L’ articolazione delle attività e delle compresenze nelle diverse
fasce orarie diurne e le modalità di effettuazione verranno definite
tra l’aggiudicatario e l‘UFSMA sulla base della programmazione
annuale delle diverse attività del centro.
Si evidenzia che stante la particolarità di questo Centro Diurno
che modifica le attività riabilitative a seconda della tipologia degli
utenti, previsti è necessario garantire un’ampia flessibilità
nell’utilizzo degli operatori nell’arco diurno e settimanale.
3. L’estensione per un massimo di 500 ore annue di attività
straordinaria fuori sede.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
15
Prot.
Data
da citare nella risposta
Equipe sanitaria di riferimento con personale dipendente Asl 3
composta da:
Un dirigente psicologo coordinatore e tutte le figure professionali necessarie
afferenti all’UFSMA stessa sulla base delle linee guida dei progetti
personalizzati e sulle necessità che deriveranno dalla programmazione
annuale di attività all’interno e all’esterno del Centro.
NOTA PARTICOLARE - Integrazione con i l Personale Azienda USL
Alle riunioni di lavoro previste per il personale UFSMA impegnato in attività
riabilitative è tenuto a partecipare anche il personale messo a disposizione
dall’aggiudicatario.
Tali riunioni (verifica e supervisione dei casi in carico, incontri per la
programmazione annuale del Budget dell’UFSMA, incontri con i familiari,
riunioni con l’équipe multidisciplinare per monitoraggio e verifica del Piano
Individualizzato) fanno parte integrante del lavoro.
Il personale è tenuto a partecipare alle iniziative di aggiornamento
obbligatorio e di formazione del Dipartimento Salute Mentale e dell’UFSMA
come previsto per il personale USL.
Il personale UFSMA è tenuto a collaborare con il personale
dell’aggiudicatario all’interno dei progetti individualizzati, ciascuno secondo
le proprie specifiche funzioni.
Faranno carico all’aggiudicatario
-
i rimborsi delle spese sostenute dal Personale nelle attività fuori sede;
le pulizie ordinarie da svolgersi in collaborazione con gli utenti, come
attività del progetto riabilitativo, con il personale della cooperativa sopra
evidenziato ed all’interno del monte orario.
Faranno carico alla Asl
Azienda USL 3 di Pistoia
-
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
-
inserimento e dimissione utenti
condivisione, monitoraggio e verifiche sulla programmazione
prestazioni sanitarie compreso quelle infermieristiche;
realizzazione di attività previste dalla programmazione della riabilitazione
UFSMA
supportare gli utenti nell’amministrazione del loro reddito, fornendo
indicazioni specifiche agli operatori dell’aggiudicatario;
-
controllo sul funzionamento gestionale e sulla qualità delle prestazioni
erogate;
-
acquisto materiali ed attrezzature economali di sussidio per le attività
riabilitative comprese attrezzature da cucina (stoviglie e vasellame)
-
oneri derivanti da utenze
16
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
-
spese derivanti da opere di manutenzione ordinaria e straordinaria
dell’immobile e delle attrezzature (compresi elettrodomestici)
una pulizia annuale infissi esterni
acquisto derrate alimentari per circa n. 15 utenti seguiti dal Centro, per 52
settimane annue, per 5 giorni settimanali.
fornitura di automezzi da parte della UFSMA sulla base della
programmazione delle attività;
la fornitura del materiale di pulizia e di corredo per i servizi igienici e per
la cucina.
4) Area di intervento: laboratori di attività espressive e di sostegno alla
promozione della salute mentale
Premesso che il presente progetto oggetto della gara ha tra le sue
caratteristiche fondamentali una stretta interrelazione tra le varie aree di
attività e l’obiettivo terapeutico del coinvolgimento di tutti i pazienti in carico
all’UFSMA. In questo contesto è importante definire laboratori o altre forme
di attività che indipendentemente dalla residenza dei pazienti possa
coinvolgerli tutti, pertanto si chiede di presentare tre progetti centrati sulle
attività espressive (laboratori teatrali, di espressività corporea, di pittura o
altro) che abbiano le seguenti caratteristiche:
-
siano condotti da professionisti con un curriculum ed una formazione
specifica sia nell’attività proposta e che abbiano esperienza di lavoro con
utenti affetti da disagio psichico;
-
siano finalizzati alla riabilitazione e alla promozione della salute mentale;
-
siano correlati ai progetti di presa in carico personalizzati;
I progetti verranno comunque discussi e concordati con il responsabile
aziendale del progetto che parteciperà– nei modi e nei tempi concordati –
all’attuazione degli stessi, proporrà gli utenti idonei all’inserimento nei
progetti e verificherà l’esito degli interventi
Ciascuno dei tre laboratori disporrà di un budget omnicomprensivo (costo
professionisti, attrezzature, materiali vari e affitto locali) di 10.000 euro e
dovrà svilupparsi per almeno 156 ore annue, che verranno distribuite
nell’arco temporale sulla base dei bisogni rilevati ed in accordo con l’équipe
della UFSMA.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
5) Programmi terapeutico-abilitativi zona VDN
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
PROGETTO : L’OFFICINA DELLE POSSIBILITA’
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Il progetto
Il progetto prevede una intensa relazione terapeutica e di supporto tra gli
operatori e i pazienti in vari luoghi e ed attraverso iniziative differenziate sia
al proprio domicilio sia in vari luoghi della Comunità Locale..
17
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
L’obiettivo peculiare di questo approccio è il superamento dei luoghi e delle
attività separate per i pazienti psichiatrici rispetto a quelli previsti per la
cittadinanza.
La Comunità Locale è “lo spazio” di sviluppo delle abilità delle singole
persone.
In questa visione della riabilitazione come nodo delle attività dei servizi della
salute mentale, le tradizionali strutture della cosiddetta “riabilitazione” vanno
progressivamente superati e trasformati a partire dai centri diurni alle
comunità residenziali. Il circuito istituzionale della psichiatria postmanicomiale ha ( dopo circa trent’anni) progressivamente esaurito la propria
funzione( di periodo transitorio atto a svuotare i manicomi)
In questa fase il compito dei Servizi di Salute Mentale è quello di
accompagnare e sostenere le persone con disturbo mentale in un percorso di
vita reale che non può che realizzarsi dentro la comunità locale.
I tempi e i ritmi che accompagnano ogni singolo atto abilitativi non può che
essere quello della comunità locale d’appartenenza, perciò i servizi devono
“piegare” la propria organizzazione a queste esigenze.
Oggetto di gara
1. La definizione di linee guida per la programmazione, delle attività del
Progetto, che dovranno avvenire all’interno della sede del Centro di
Salute Mentale della Val di Nievole per favorire il coinvolgimento sia dei
Pazienti che degli altri Operatori coinvolti;
2. la gestione e realizzazione di attività di socializzazione, di supporto alla
quotidianità e al lavoro,scuola,ecc sulla base di piani individualizzati e
della programmazione degli stessi. Si evidenzia che e le attività si
svolgono nella comunità locale, con tempi e ritmi e le opportunità della
comunità locale, ogni unità di personale potrà essere impiegata in tutti gli
spazi dei processi abilitativi di norma dalle 8.30 alle 20,30 con possibilità
di estensione fino all 23.30 a seconda delle necessità delle attività
riabilitative e previo accordo con gli Operatori e comunque sempre
all’interno del monte ore settimanale previsto per ciacun operatore;
3. Per la realizzazione del progetto sono necessari n. 2 Educatori/ terapisti
occupazioni/ terapisti della riabilitazione di cui almeno 1 esperto in
processi di de - istituzionalizzazione con incarico di referente del gruppo,
3 OSS e n. 2 ADB. Tutti gli Operatori avranno un impegno settimanale a
tempo pieno. Le attività potranno svolgersi anche nei giorni festivi ed in
questo caso si prevede l’impegno di almeno due operatori sulla base dei
programmi concordati.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Integrazione con il Personale Azienda USL
Alle riunioni di lavoro previste per il personale UFSMA impegnato in attività
riabilitative è tenuto a partecipare anche il personale messo a disposizione
dall’aggiudicatario.
Tali riunioni (verifica e supervisione dei casi in carico, incontri per la
programmazione annuale del Budget dell’UFSMA, incontri con i familiari,
18
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
Prot.
Data
da citare nella risposta
riunioni con l’équipe multidisciplinare per monitoraggio e verifica del Piano
Individualizzato) fanno parte integrante del lavoro.
Il personale è tenuto a partecipare alle iniziative di aggiornamento
obbligatorio e di formazione del Dipartimento Salute Mentale e dell’UFSMA
come previsto per il personale USL
Il personale del ruolo sanitario è fornito dal DSM.
Il personale UFSMA è tenuto a collaborare con il personale
dell’aggiudicatario all’interno dei progetti individualizzati, ciascuno secondo
le proprie specifiche funzioni.
Dei programmi terapeutico-abilitativi e dei relativi percorsi è responsabile un
dirigente dell’UFSMA.
Faranno carico all’ Aggiudicatario
Sono da considerarsi a carico dell’aggiudicatario i rimborsi delle spese
sostenute dal Personale non previste dalla programmazione.
Faranno carico alla Asl
- inserimento e dimissione utenti nei programmi abilitativi
- monitoraggio e verifiche sulla programmazione
- prestazioni sanitarie
- realizzazione di attività previste dalla programmazione della riabilitazione
UFSMA
- controllo sul funzionamento gestionale e sulla qualità delle prestazioni
erogate
- acquisto materiali e piccole attrezzature di sussidio per le attività
riabilitative
- acquisto eventuali derrate alimentari per gli Utenti e rimborso spese per
gli Operatori quando effettuate a seguito di attività programmate
- fornitura di 2 auto da parte della Asl 3 sulla base della programmazione
delle attività.
Azienda USL 3 di Pistoia
Le necessità di spostamento straordinario del personale, in genere
programmate nel Progetto, saranno comunque indicate almeno trenta giorni
prima della loro effettuazione.
L’utilizzazione straordinaria fuori sede del personale non supererà le 300 ore
Annue.
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
19
Prot.
Data
da citare nella risposta
______________________________________________________
Prospetto indicativo del monte ore annuo minimo e dei profili professionali
che dovranno essere impiegati nelle diverse aree di intervento
ADB - B1
31.234
ADB – C1
15.300
OSS – C2
16.425
Animatore – C1
7.488
Coordinatore Progetto– E2
1.248
Totale
71.695
Nota: dal prospetto sono esclusi:

I laboratori di attività espressive e di sostegno alla promozione della
salute mentale;

Progetto Officina delle possibilità

Il Responsabile struttura di Masiano

Le ore per riunioni ed attività diverse,straordinarie, festive.
Per sopralluoghi alle strutture ed informazioni :
Zona /Distretto Pistoiese:
Dr. Luigi De Luca 0573/352373
Sig.ra Chiara Sforzi 0573/352373
Direttore dell’esecuzione del contratto: Dr. Vito Danza Responsabile del DSM.
Azienda USL 3 di Pistoia
C.F. – P. IVA 0124170479
Via Sandro Pertini, 708
51100 Pistoia
www.usl3.toscana.it
Dipartimento Salute Mentale
U.F. Salute Mentale Adulti –
Zona Distretto Pistoiese
Il Responsabile
Dott. Luigi F. De Luca
Viale Trinci 15,
51100 Pistoia
Tel. 0573 352375
Fax 0573 353719
[email protected]
Caposala
Sforzi Chiara
Tel. 0573 353749
Fax 0573 353719
[email protected]
20
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard