bio artisti adriana - Teatro Sociale di Como

annuncio pubblicitario
CARLO GOLDSTEIN Direttore
Carlo Goldstein è tra i giovani direttori d’orchestra emergenti del panorama internazionale. Dopo
la vittoria del primo premio all’International Conducting Competition di Graz nel 2009 ha iniziato
un’intensa attività in Italia e all’estero.
Nella prima parte dell’attuale stagione ha diretto una nuova produzione di Così Fan Tutte
all’Opera di Tenerife e una nuova produzione di Carmen nei teatri di Livorno, Lucca e Pisa; ha
debuttato con l’orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano in un concerto interamente dedicato al
Novecento che è stato trasmesso in diretta su Radiorai; è ritornato in Russia per un concerto liricosinfonico con la Samara Philharmonic Orchestra e andrà in Israele per il debutto con la Haifa
Symphony Orchestra; dirigerà un concerto con la Messa dell’Incoronazione di Mozart per il suo
ritorno all’Aquila con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese.
Nelle recenti passate stagioni ha diretto, tra le altre cose, Boris Godunov al Palau de les arts di
Valencia, Carmen alla Fenice di Venezia, il Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn con
l’Orchestra del Maggio Musicale di Firenze, L’Orfeo al Festival di Martinafranca, L’Elisir d’amore al
Teatro Marrucino di Chieti, Il Matrimonio Segreto a Novara e innumerevoli concerti sinfonici con
orchestre quali l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo e
l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.
È uscito da poco un nuovo CD di arie italiane, edito da BMG, con il tenore Massimo Giordano e
l’Ensemble dell’Orchestra del Maggio Musicale di Firenze; accolto da grandi consensi di critica e
pubblico, è tra i dischi di musica classica più venduti degli ultimi mesi in Europa. Nell’aprile 2011
– per la rivista Amadeus – era uscita la registrazione di tre Concerti di Mozart con il pianista
Andrea Bacchetti e l’Orchestra di Padova e del Veneto; registrazione poi ripresa dall’etichetta
Dynamic e recensita entusiasticamente dal BBCMusicMagazine di Londra.
Carlo Goldstein ha inoltre diretto l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Regionale
Toscana, MDI ensemble, Divertimento Ensemble e gli Archi del Cherubino dell’Aquila. In Russia,
dove è da sempre molto attivo, tra le altre, la Tomsk Philharmonic Orchestra, la Omsk
Philharmonic Orchestra, la Arkhangelsk Chamber Orchestra, la St. Petersburg State Symphony
Orchestra, la Hermitage Symphony Orchestra, la Murmansk Philharmonic Orchestra e la Bryansk
Symphony Orchestra. Ha diretto anche i Berlin Chamber Soloists e in Israele la Ra’anana
Symphonette di Tel Aviv.
Carlo Goldstein, oltre agli studi musicali - Conservatorio di Trieste, Accademia Internazionale
della Musica di Milano, Mozarteum di Salisburgo e Royal College di Londra - è laureato in
Filosofia – Estetica – presso l’Università Statale di Milano e ha all’attivo diverse pubblicazioni di
carattere estetologico e storico musicale. Il canale Classica – in onda in Italia su Sky – ha realizzato
una puntata su di lui nella serie Notevoli, dedicata ai giovani talenti italiani.
IVAN STEFANUTTI Regista, scenografo e costumista
La sua attività è molto intensa nell’opera lirica, dove spazia dal grande repertorio
(Rigoletto, La traviata, Il trovatore, Aida, Nabucco, Falstaff di G.Verdi, Norma di V.Bellini, La Bohéme,
Tosca di G.Puccini, Andrea Chenier di U.Giordano, Lohengrin di R.Wagner, Adriana Lecouvreur di
F.Cilea, L’elisir d’amore di G.Donizetti, Cavalleria Rusticana di P.Mascagni)
ai titoli meno frequentati
(La damnation de Faust di H.Berlioz, Manon di J.Massenet, Eugenio Onieghin di P.I.Tciakovski, La
battaglia di Legnano, Simon Boccanegra, Un ballo in maschera di G.Verdi, Les contes d'Hoffmann di
J.Offenbach, La fanciulla del west e Gianni Schicchi di G.Puccini, Orfeo ed Euridice di C.W.Gluck,
L'amico Fritz, I Rantzau, Lodoletta di P.Mascagni, Le convenienze ed inconvenienze teatrali di
G.Donizetti, I quatro rusteghi di E.Wolf-Ferrari), all’opera contemporanea (Bach Haus di
M.Dall’Ongaro, Lontano dagli occhi di L. Ferrero,La favola di Orfeo di A.Casella).
Mette in scena sia spettacoli di matrice tradizionale come Andrea Chenièr, sia personali allestimenti
come Aida in versione intergalattica apprezzata da spettatori giovanissimi ma anche da quelli più
tradizionalisti.
Crea allestimenti per i più diversi palcoscenici: dal gigantesco teatro all’aperto allestito dal Teatro
dell’Opera di Roma a Villa Borghese, al piccolo, ma prezioso Teatro dell’Opera di Montecarlo.
Alcuni suoi spettacoli tornano periodicamente in scena. Uno per tutti La bohème che in pochi anni è
stato visto in oltre 25 teatri e attualmente ancora in programmazione; o Andrea Chenièr andato in
scena la prima volta nel 1996 e ancora in repertorio. Parallelamente si avvicina al teatro leggero, al
musical ed all’operetta, diventando uno dei registi di punta del festival dell’operetta di Trieste.
Nell’estate 2001 debutta l’opera rock Metropolis, ispirato al film di Fritz Lang.
Dalla collaborazione con Silver nasce un nuovo musical In bocca al lupo!…e basta!, spettacolo che si
avvale di tecnologie che consentono ad attori virtuali (Lupo Alberto) di recitare assieme ad attori
reali. Nel suo operare trasversalmente in ogni tipologia di spettacolo, mette in scena anche
commedie per il grande pubblico con attori molto popolari come Gianfranco D’Angelo o Enrico
Beruschi. Nel 2008 mette in scena un inedito Elisir d’amore con artisti non udenti al Teatro
Comunale di Treviso. Sempre nel 2008 continua l’esperienza con la prosa “seria” con La terra senza,
dramma di A.Vinci.
Il rapporto con la danza inizia al Teatro Regio di Torino nel 1993, dove cura due allestimenti con le
coreografie di R. Castello e continua, con regolarità, con C. Ronda e la Compagnia Fabula Saltica.
(Pinocchio- burattino senza fili con le musiche di Edoardo Bennato ed ispirato alle tavole illustrate di
Jacovitti ha superato le 180 repliche).
Alla fine del 2005, le esperienze tra musica, danza e prosa confluiscono in Histoire du soldat di Igor
Stravinsky, al Teatro Sociale di Rovigo. Per il cinema firma le scene ed i costumi del film Maggio
musicale di U.Gregoretti. Nel Maggio 2004 dirige un attore d’eccezione, Placido Domingo ne Le
donne di Puccini al Festival Puccini di Torre del Lago, dove il grande tenore interpreta il ruolo (in
prosa) di Giacomo Puccini. Il primo ottobre 2011 ha inaugurato la stagione del Teatro dell’Opera di
Stato Ungherese a Budapest, con un nuovissimo allestimento del Simon Boccanegra di G.Verdi. Lo
spettacolo è già entrato nel loro repertorio e viene periodicamente riproposto.
PAOLO CODURI DE’ CARTOSIO
ANTONIO GRECO Maestro del coro
A sette anni ha iniziato la propria esperienza nel canto corale sotto la guida di monsignor Dante
Caifa, già maestro di cappella della Cattedrale di Cremona, del quale è in seguito divenuto
assistente. Si è diplomato in pianoforte con Mario Gattoni, presso il Conservatorio di Mantova, in
musica corale e direzione di coro con Domenico Zingaro presso il Conservatorio di Milano, e ha
conseguito con lode il diploma accademico di II livello in polifonia rinascimentale sotto la guida di
Diego Fratelli, presso il Conservatorio di Lecce. Ha studiato prassi esecutiva antica e
ornamentazione con Roberto Gini; clavicembalo e basso continuo con Giovanni Togni;
contrappunto e teoria rinascimentale con Diego Fratelli. Attualmente è docente di Esercitazioni
Corali presso l’Istituto Pareggiato G. Verdi di Ravenna. Nel 1993 ha fondato il Coro Costanzo Porta
alla cui guida ha vinto premi in concorsi nazionali ed internazionali. Dal 2004 al Coro si è
affiancata Cremona Antiqua, gruppo strumentale specializzato nell’esecuzione del repertorio tardorinascimentale e barocco. Nel 2000 ha fondato la Scuola di musica e canto corale Costanzo Porta.
Dal 2006 è Maestro del Coro del Circuito Lirico Lombardo, con cui ha partecipato alla messa in
scena di oltre trenta titoli del grande repertorio operistico italiano ed europeo. Ha tenuto
masterclass sul repertorio barocco presso la Scuola dell’Opera di Bologna e presso l’Accademia
Rodolfo Celletti di Martina Franca. Collabora ormai da alcuni anni con il Festival della Valle
d’Itria, presso il quale ha diretto più volte l’Orchestra Internazionale d’Italia, la OIDI Festival
Baroque Ensemble, l’Orchestra della Magna Grecia e il Coro Slovacco di Bratislava in produzioni
sacre e profane.
DARIA MASIERO Soprano
Considerata una delle voci pucciniane più importanti del panorama lirico, studia violoncello e
didattica della musica, si diploma con il massimo dei voti in canto sotto la giuda del soprano G.
Caputi, presso il Conservatorio di Alessandria. Si perfeziona presso l’Accademia della Scala di
Milano, con L.Serra, L.Gencer, R. O. Malaspina, L. Alva, T. Berganza, M. Freni. Vincitrice di
numerosi concorsi a giovane età, è inoltre una delle 5 finalisti del Cardiff Singing Competition
2005. E’ stata la voce che ha aperto le inaugurazioni Verdiane di Busseto del 2001 diretta dal
M°Gandolfi, ed ha accompagnato grandi artisti come R. Bruson, L Nucci, J. Carreras, P. Domingo
nei più prestigiosi Teatri e Festival.
Ha cantato in alcuni dei maggiori Teatri: Scala di Milano, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova,
Massimo di Palermo, Massimo di Catania, L’Opera di Nizza, Gayethe di Dublino, Liceo di
Barcellona, Arcimboldi di Milano, Regio ed Auditorium Paganini di Parma, Donizetti e Sociale di
Bergamo, Festival di Torre del Lago, Verdi di Busseto,Verdi di Padova, Sociale di Trento,
Filarmonico di Verona, Comunale di Catanzaro, Comunale di Reggio Calabria, Rendano di
Cosenza, Lirico di Rimini, Magnani di Fidenza, Comunale di Bologna, Sociale di Como, Ponchielli
di Cremona, Grande di Brescia, Fraschini di Pavia, Teatro dell’Opera di Melbourne, Concert Hall
di Cardiff, Teatro Nazionale di Nizza, Art Center Seoul, Concert Hall Beijing, National di Tokyo,
Festival di Peralada, Belles Art di Bogotà, Teatro dell’Opera di Macau, Sydney Opera House, Arts
Center di Melbourne, Festival di Wexford, Festival di Savonlinna, Teatro dell'Art di Rouen,
Rudolfinum di Praga. Ha lavorato con i più grandi direttori e registi del panorama lirico: Pappano,
Muti, Luisotti, Conlon, Volmer, Tokarczyk, Giudarini, Hamalainen, Noseda, Kontarsky, Connely,
Bisanti, Bartoletti, Pidò, Mianiti, Web, Palumbo, Veronesi, Fogliani, Campanella, Fournellier,
Auguin, LiuJa, Ceccato, Stein Montaldo, Puggelli, Gieleta, Murphy, Ponnelle, De Ana, Pasqual, P.
Alli, Kaeigi, Maestrini, Placido, Alagna, DeTommasi, Grinda, Stefanutti, Kokkos, De Luca,
Zambello. Il soprano ha interpretato i ruoli principali di numerose opere: Puccini la Boheme,
Gianni Schicchi, Turandot, la Rondine,Tosca; Verdi Otello, Nabucco, Traviata, Oberto Conte di San
Bonifacio, Don Carlo, Jerusalem, Trovatore, Aida, Messa da Requiem; Bizet Carmen; Cherubini
Medea; Boito Mefistofele; Pergolesi La Serva Padrona, Stabat Mater; Rossini Stabat Mater,
Cenerentola; Donizetti Ugo Conte di Parigi; Mozart Don Giovanni, Nozze di Figaro, Requiem;
Gluck Orfeo ed Euridice; Leoncavallo Pagliacci; Cilea Arlesiana; Statkowski Maria; Henze
Boulevard Solitude; Mendelsson Sogno di una notte di mezz'estate, Tchaikovsky Eugene Onegin.
Tra i prossimi impegni:
debutto nei ruoli di Adriana nell’Adriana Lecouvreur di Cilea, Cio Cio San nella Butterfly di
Puccini. Sara’ Aida nell’ Aida di Verdi e Liu’ nella Turandot di Puccini presso la Sydney Opera
House. Prenderà parte ad un tour di concerti come VOCE PUCCINIANA presso i più importanti
teatri italiani accompagnata dall’orchestra Rai di Torino, sarà la voce di Maria Callas nei concerti in
Oman, Arabia Saudita, Russia e Cina.
ANGELO VILLARI Tenore
Nato a Messina, si è diplomato in canto lirico presso il conservatorio A. Boito di Parma, e
successivamente si è specializzato presso la Fondazione Toscanini di Parma con Alain Charles
Billard. Ha debuttato in opere quali Il filosofo di campagna di Galuppi, L’oca del Cairo di Mozart, Le
convenienze e inconvenienze teatrali di Donizetti ed il Mosè in Egittodi Rossini. Nel 2007 prende parte
alla Luisa Miller di Verdi diretto da Donato Renzetti al Festival Verdi di Parma, e successivamente,
sempre al Teatro Regio, si è esibito nelle Szenen aus Goethes Faust di Schumann, nel Corsaro e
nella Lucia di Lammermoor. Per la stagione estiva dell’Emilia Romagna Festival è stato protagonista
del Requiem di Verdi e a Tivoli ha cantato la Petite Messe Solennelle di Rossini.
Vincitore del primo premio al Concorso Internazionale di canto “Simone Alaimo, il Bel Canto” (ed.
2010), è quindi arrivato finalista al concorso Puccini Festival a Torre del Lago e nell’ambito del
concorso “Il Bel Canto nella Valle dei Templi” ad Agrigento ha vinto il ruolo del Duca di Mantova
nel Rigoletto di Verdi. Tra i ruoli interpretati ricordiamo inoltre: Canio nei Pagliacci di Leoncavallo,
Turiddu in Cavalleria Rusticana di Mascagni, Cavaradossi nella Tosca di Puccini e Alfredo
nella Traviata di Verdi. Tra i suoi impegni recenti: Cavalleria Rusticana (Turiddu) al Teatro
Politeama di Lecce, sotto la direzione di Paolo Olmi, Attila (Foresto) a Rovereto,
il Trovatore (Manrico) al Festival Donizetti di Bergamo. Grande successo ha riscosso la sua
interpretazione del ruolo di Torbeno nella nuova produzione de I Shardana di Ennio Porrino al
Teatro Lirico di Cagliari, per la regia di Davide Livermore e la direzione di Anthony Bramall. Lo
spettacolo sarà pubblicato in DVD da Dynamic. Ha appena fatto il suo debutto in Madama
Butterfly (Pinkerton) all’Opera di Lubecca ed ha inaugurato il Festival della Valle d’Itria di Martina
Franca interpretando il ruolo principale de La donna serpente (Altidòr) di Casella sotto la bacchetta
di Fabio Luisi.
Nell’autunno 2014 debutterà nel ruolo di Maurizio nell’Adriana Lecouvreur nei teatri del Circuito
Lirico Lombardo (Como, Pavia e Cremona).
LUCA GALLO Basso
Nato a Bologna, studia canto con il M° Paride Venturi. Vincitore e finalista in diversi concorsi
nazionali e internazionali: Mattia Battistini (RI), As.li.co. (MI), A.Belli (Spoleto), Angelica Catalani a
Ostra (AN), Spontini a Maiolati (AN), Mario del Monaco a Marsala (TP).
Debutta nel novembre del ’93 come Ferrando (Trovatore). Successivamente interpreta i ruoli di Don
Basilio (Barbiere di Siviglia), Angelotti (Tosca), Sparafucile e Monterone (Rigoletto), Zio Bonzo
(Madama Butterlfy) a Rieti, in Francia, Spagna, Tunisia, Emirati Arabi sotto la direzione del M.o
M.Rinaldi.
Dal 1995 interpreta anche i seguenti ruoli: Colline (Bohème), Geronimo (Matrimonio segreto), Figaro
(Nozze di Figaro) al Politeama di Palermo, Alidoro (Cenerentola) e Haly (Italiana in Algeri) a Nîmes Francia e Tel Aviv, Gualtiero (Roberto Devereux) al Regio di Torino, Hermann (Racconti di Hoffmann)
al S.Carlo di Napoli, Colonnello Blinval (I Pazzi per progetto) a Palermo, Pistola (Falstaff) allo
Sferisterio di Macerata con R.Bruson, Messina e Circuito lombardo, Simone (Gianni Schicchi) sempre
nel circuito lombardo, Zareckj (Evgenij Onegin) Con M.Freni e N.Ghiuarov e Don Bartolo (Nozze di
Figaro) rispettivamente all’Opera di Roma al Massimo di Palermo, Pallante (Agrippina) a Lecce,
Barak (Turandot di F.Busoni) e Remigio (Navarraise di Massenet) a Sassari, Montano (Otello) a Bassano
del Grappa, ancora Angelotti e Zio Bonzo al Festival Pucciniano di Torre del Lago insieme ad
Andrea Bocelli. A novembre 2002 è stato il protagonista (Scrooge) dell’opera in prima esecuzione
assoluta Un racconto di Natale di Carlo Galante a Modena, ripresa nel 2003 al Teatro Alighieri di
Ravenna, anno che l’ha visto nuovamente nelle vesti di Ferrando a St.Etienne (F), Zuniga (Carmen) a
Salerno, Zio Bonzo (Butterfly) al Forum Grimaldi a Montecarlo (F). A dicembre è Bailli nel Werther a
Fidenza. Nel 2004 debutta come Conte (Nozze di Figaro) a Milano diretto da Matteo Beltrami. Ad
aprile è ancora Ferrando a Camerino (MC), Don Basilio a Lisbona, Gran Sacerdote (Nabucco) a
Bassano del Grappa. Debutta in concerto Don Alfonso in Danimarca ed è ospite al concerto di Gala
dell’apertura della stagione lirica a Novi Sad in Serbia. Nel 2005 è ancora Basilio al Comunale di
Carpi, Ferrando al Teatro della Fortuna di Fano, Colline, Sparafucile e Basilio al Festival di Gardone
Riviera. E’ al Piccolo Regio di Torino nell’opera contemporanea Alice del M° Seghedoni,
successivamente debutta Dulcamara (Elisir D’amore) in tournée in Giappone con la regia di
F.Esposito. Nel 2006 torna a Lecce per Requiem di Mozart (dir. Massimo Quarta) che interpreta
anche a Fano dove riprende anche Simone (Gianni Schicchi).
E’ Ferrando a Brescia, debutta Don Pasquale a Cagli (dir. S.Seghedoni) e Leporello (Don Giovanni) a
Salon de Provence (F). In ottobre è ancora a Torino per la ripresa di Alice e a Messina per Requiem
di Mozart diretto da Karl Martin. Nel 2007 riprende Pistola in Falstaff a Chieti e a Salerno ancora a
fianco di Renato Bruson mentre in autunno debutta Banco in Macbeth a Como. Il 2008 si apre con il
debutto a Rovigo come Anzoleto in Campiello di E.W.Ferrari. E’ a Oxford in marzo come Leporello,
a maggio è in concerto al Seoul Art Center in Corea poi debutta Tom in Ballo in maschera a Messina e
sarà ancora Pistola in autunno per il circuito lombardo. Nel 2009 è Monterone a Rovigo, Vicenza,
Mombai, Hong Kong, Lucca, Livorno e Shangai. E’ Sparafucile in Rigoletto a Como 2010: Leporello
in Don Giovanni a Solothurn in Svizzera; Masetto in Don Giovanni a Messina. 2011: Cappuccetto Rosso
di Carlo Boccadoro a Modena; Tosca a Berna; Fanciulla del west a Lecce, Falstaff a Cattolica, Urbino e
Cesena, Stabat Mater (Rossini) a Sassari, Concerto a Lucerna, Aida (Re) a Milano (Stadio San Siro)
2012: Il barbiere di Siviglia (Basilio) in Bulgaria, Olanda, Francia e Belgio, Nabucco (Zaccaria) a
Civitavecchia ed Albano 2013: Il barbiere di Siviglia (Basilio) in Israele, Aida (Ramfis) a Civitavecchia
ed Albano, Trovatore (Ferrando) a Bergamo e Giussano 2014: Tosca ed Eugene Onegin a Bologna
In forma concertistica ha interpretato anche i ruoli di Don Giovanni, Oroveso (Norma), Fiesco (Simon
Boccanegra) Raimondo (Lucia di Lammermoor), Bruschino Padre (Signor Bruschino).
Ha cantato con direttori quali D.Renzetti, P.Maag, R.Tolomelli, B.Campanella, J.Neschling,
E.Mazzola, Y.David, K.Martin, S.Ranzani, M.Stefanelli, L.Koenigs, M.Boemi, T.Severini, S.Mercurio,
C.Palleschi e registi come P.L.Pizzi, I.Guerra, A.Fassini, B.de Tomasi, G.Deflo, D.Krief, E.Dara,
P.F.Maestrini, J.Miller, O.Nitzan, U.Santicchi, H.Brockhaus, F.Micheli, M.E.Mexia, P.Trevisi.
Il repertorio di musica sacra comprende la Cantata 147 di J.S.Bach, la Petite Messe di Rossini, il
Messiah di Haendel, lo Stabat Mater di Haydn, il Requiem, la Kronungsmesse, la Missa Brevis KV
258, i Vespere Solemnes de Confessore e le Litanie Lauretane di Mozart, la Messa in Sol di Schubert
e il Requiem di G.Fauré, il Te Deum di M.A.Charpentier.
SANJA ANASTASIA Mezzosoprano
Il mezzosoprano Sanja Anastasia ha studiato musica presso l'Università di Musica e Spettacolo di
Graz e di Vienna. Ha preso parte a varie produzioni, nel "Theater im Palais" a Graz, nel
"Schlosstheater Schönbrunn" e nel "Volksoper " di Vienna.
Nel 2000/2001 ha ricevuto la borsa di studio del Ministero Federale della Cultura e della Scienza in
Austria. Nel 2005 ha conseguito la laurea e la specializzazione acquisendo la qualifica di “artista
libero”. Ha continuato i suoi studi di canto con il Prof. Dr. Theodore Coresi a Vienna.
Sanja Anastasia ha vinto numerosi concorsi di canto come: i Concorsi Internazionali " Jeunesses
Musicales " di Belgrado, "Vincenzo Bellini" e "Enrico Caruso " in Italia e il concorso della Camera
dell'Opera "Schloss Rheinsberg" in Germania.
I suoi primi impegni professionali l’hanno portata sui palcoscenici del Sud Africa come Carmen,
della Slovacchia come Maddalena (Rigoletto), di Skopje come Isabella (L'Italiana in Algeri) e
Maribor come Santuzza (Cavalleria Rusticana sotto la direzione di Karen Kamensek).
Nella stagione 2008/2009 Sanja Anastasia ha debuttato con successo al Teatro di Aachen in
Germania come Amneris (Aida) e come Erodiade (Salomè), sotto la direzione del M ° Markus R.
Bosch . Nello stesso anno ha fatto il suo debutto come Carmen al Teatro Nazionale di Košice
(Slovacchia) e all' Opera Nazionale di Sarajevo (Bosnia - Erzegovina). Da allora, è stata
permanentemente un artista ospite del teatro.
Nella stagione 2011/2012 Anastasia è diventata membro del Teatro di Stato Mainz ed è anche
cantante fissa al Teatro di Stato di Saarbrücken (Larina), Theater Basel (Ulrica) e Sarajevo National
Opera (Carmen).
Sanja Anastasia è in grado di eseguire una vasta gamma di ruoli come mezzosoprano drammatico.
Ha cantato il ruolo del titolo di Tchaikovsky "Giovanna D’arco" nel Teatro di Erfurt, sotto la
direzione del Maestro Walery Rywkin e ha cantato Ulrica in " Un Ballo in Maschera " a Würzburg,
a Sarajevo, a Magonza e a Basilea . Come Judith in "Castello di Barbablù " Sanja Anastasia ha
cantato in Bremerhaven e a Brema . Nel ruolo di Lucrezia in "Il ratto di Lucrezia ", come
Clitennestra in " Elektra ", come Mescalina in "Le Grande Macabre” di G.Ligeti. Ha anche
debuttato Larina in “Onegin” di Tchaikovsky.
La performance live "Il principe di Homburg " di Henze è stata registrata per la Radiobroadcast
tedesca ( direttore d'orchestra maestro Hermann Bäumer).
Come principessa di Eboli, Anastasia debutta nel " Don Carlo " di Verdi al Teatro di Lubecca, in
Germania nel novembre 2013.
Nell’estate 2013 Sanja Anastasia ha fatto il suo debutto in diverse produzioni presso la famosa
Arena di Verona, in Italia . Con successo ha preso parte alla celebrazione del 100° anniversario
dell’Arena come Fenena nel "Nabucco" con Placido Domingo nel ruolo del titolo (sotto la direzione
del maestro Julian Kowatschew ) e come Amneris in "Aida" (con Amarili Nizza come Aida e
Stuart Neil come Radames ) sotto la direzione del Maestro Daniel Oren.
Anastasia ha interpretato con successo il ruolo di Carmen al Festival Aspenfos in Turchia ( presso
l’Istanbul Opera e la direzione del maestro Antonio Pirolli ) e all’ Openair Festival di Steyr, Austria
( maestro Neil Muus). Ha cantato Amneris ai Gars am Kamp Openair Festival e a Salisburgo
(Grosses Festpielhaus con Prag Opera di Stato ) in Austria e presso il La Perla Festival in Svizzera.
Ha preso parte al Festival di Saint Donat a Zara (Carmen) in Croazia e al Summer Festival di Ohrid
(Rigoletto/Maddalena ) in Macedonia .
Attualmente si esibisce con successo sui palcoscenici di Austria, Germania, Spagna, Italia, Svizzera
e Giappone. Nell’estate estate 2014 apparirà di nuovo all'Arena di Verona Festival questa volta
come Amneris in "Aida" e Ulrica in "Un Ballo in Maschera".
Oltre al repertorio operistico, Sanja Anastasia mantiene un forte legame con il repertorio
concertistico, esibendosi in opere di diversi autori: Schubert, Schumann, Rachmaninow, De Falla,
Prokofjew , Pergolesi , Mahler , Mozart , Beethoven , Bruckner , Bernstein e Verdi.
Si è esibita con numerose orchestre, come: la slovena Philharmonich Orchestra, l'Orchestra
Filarmonica di Mosca, l'Orchestra della Fondazione Arena di Verona, la Filarmonica di Belgrado e
la Radio Symphony Orchestra, l’ Orchestra " Stanislav Binicki " e l' Orchestra Filarmonica di
Sarajevo. Con la Belgrade Philharmonic, Sanja Anastasia ha aperto la stagione concertistica
2012/2013. Ha preso parte ad un Gala di Capodanno (trasmissione televisiva ) con il baritono di
fama mondiale Zeljko Lucic e il tenore Zoran Todorovich. Ha cantato in un concerto di Gala a
Verona (S. Zeno Concert/insegnante Varas T. Gallardo) con Bernstein Symphony.
FRANCESCO PAOLO VULTAGGIO Baritono
Nato a Trapani, Francesco Vultaggio, si specializza sotto la guida di Simone Alaimo, affermandosi
presto in diversi concorsi internazionali: vincitore di ruolo al Concorso internazionale Giuseppe Di
Stefano di Trapani (2005); vincitore del 2° premio al “Giuseppe Taddei”(2005); finalista alla 59° e
alla 60° edizione del Concorso AS.LI.CO (2008/2009); vincitore del Giuseppe Di Stefano di Trapani
(2009); vincitore del 2°Concorso Internazionale di Canto Salvatore Cicero di Palermo per il ruolo di
Figaro ne Le Nozze di Figaro (2009); vincitore del 1° premio e del ruolo di Malatesta (Don Pasquale)
1° Concorso Internazionale Simone Alaimo e le sue Opere (2010); selezionato da Alberto Zedda per
far parte, come allievo effettivo, dell’Accademia Rossiniana (2010); vincitore del 2° premio al
Concorso Voci del Mediterraneo di Siracusa (2010); vincitore della Pigna d’Argento come giovane
emergente nel campo della lirica (2011); vincitore del ruolo di Figaro (Barbiere di Siviglia) al 3°
concorso Simone Alaimo (2012); vincitore del 2° premio al concorso premio Santa Chiara 3
edizione di Napoli (2012). Nel mese di novembre 2013 ha vinto il X Concorso Internazionale di
Canto della Fondazione Arena di Verona, per il ruolo di Schaunard ne La Bohème.
Debutta nel 2004 come Uberto nella Serva Padrona di Pergolesi al Belcanto Festival di Dordrecht in
Olanda. Seguono debutti ne La Rondine a Trapani, ne L’osteria di Marechiaro (Conte di Zampano) di
Paisiello e nel Don Pasquale (Malatesta) di Donizetti presso il teatro di Cagli, ne Il barbiere di Siviglia
(Bartolo) di Paisiello a Foggia diretto da Donato Renzetti, ne La scala di seta (Blansac) e in Gianni
Schicchi (Betto di Signa) a Milano.
Nel 2006 viene selezionato dall’AsLiCo per il ruolo di Masetto nel Don Giovanni in scena per il
progetto Opera Domani che ha interessato alcuni teatri del circuito lombardo; sempre per il
circuito AsLiCo e il progetto Opera Domani è stato in seguito Guglielmo nel Così Fan Tutte di
Mozart. Tra gli altri impegni ricordiamo: Ginevra di Morreale (Cesare Borgia) di P. Combi, prima
rappresentazione assoluta in epoca moderna presso l’auditorium di Barzio (LC); L’Italiana in Algeri
(Haly) presso il Teatro Sociale di Como; Il Campanello (Enrico) di Donizetti presso l’Opera Fringe
Festival di Downpatrick (Irlanda); La Figlia del Reggimento (Sulpizio) per la stagione lirica del
Circuito Lombardo; Gianni Schicchi (Betto di Signa) di Puccini presso il teatro Vittorio Emanuele di
Messina; Don Pasquale (Malatesta) di Donizetti e La Traviata presso l’Ente Luglio Musicale
Trapanese.
Nel 2010 debutta a Pesaro nel Viaggio a Reims (Don Profondo) diretto da Battistoni e la regia di
Emilio Sagi. Seguono Le convenienze ed inconvenienze teatrali diretto da W. Humburg al Bellini di
Catania, L’elisir d’amore al Teatro Verdi di Sassari, La Bohème (Schaunard) al Teatro Coccia di
Novara, Le nozze di Figaro (Conte d’Almaviva) al Massimo Bellini di Catania. In quanto vincitore
del Concorso AsLiCo 2013, ha cantato l’Elisir d’amore alternandosi nel ruolo di Belcore e Dulcamara
nei teatri del circuito AsLiCo e a Trento ed è stato quindi Figaro nel Barbiere di Siviglia a Como e in
tournée nei teatri storici della Lombardia. Ha appena interpretato Don Alfonso nel Così fan tutte a
Liverpool, Il Cappello di paglia di Firenze al Teatro Petruzzelli di Bari.
Nei prossimi mesi interpreterà La Bohème (Schaunard) al Teatro Filarmonico di Verona, Adriana
Lecouvreur (Michonnet) a Como, Pavia, Cremona e al Teatro Comunale di Sassari.
MATTEO MACCHIONI Tenore
Matteo Macchioni nasce a Sassuolo e inizia fin da bambino a studiare musica. Nel 2007 consegue,
con il massimo dei voti, il diploma accademico di secondo livello in pianoforte, presso l’Istituto
superiore di studi musicali Achille Peri di Reggio Emilia, coltivando parallelamente lo studio e la
passione per il canto lirico. È stato il più giovane tenore a giungere alle fasi finali del “Pavarotti
International Voice Competition” 2008, competizione canora internazionale in cui si sono
confrontate 50 voci liriche provenienti da 24 paesi del mondo; nell’occasione ha ricevuto gli
appezzamenti e incoraggiamenti del tenore Carlo Bergonzi.
Nel 2010 partecipa al talent show “Amici” di Maria De Filippi, diventando uno dei protagonisti del
programma televisivo di Canale 5. Si mette in luce per le sue straordinarie e versatili doti canore.
Caterina Caselli (Sugar) decide di investire e credere in un nuovo progetto pop-lirico: nella
primavera del 2010 Matteo firma con Sugar e inizia a lavorare al suo primo progetto discografico.
Nel giugno 2010 debutta al teatro Giuseppe Verdi di Salerno nel ruolo di Nemorino nell’ Elisir
d'amore di Donizetti, diretto da Daniel Oren. Il 25 gennaio 2011 esce, su etichetta Sugar, “D'altro
Canto”, il primo lavoro discografico di Matteo. L’album ottiene ottime critiche dalla stampa e
vanta collaborazioni artistiche di primo rilevo: Pacifico, Francesco Tricarico, Francesco Sartori,
Danijel Vuletic, Vince Mendoza, Giuseppe Vessicchio, Marco Sabiu, Fabio Properzi, Paolo
Buonvino, Pierdavide Carone, Ferdinando Arnò.
Nella prima metà del 2012 Matteo inizia ad esibirsi all’estero, partecipando ad importanti eventi
musicali in Brasile, Istanbul, Bratislava, Praga. Nello stesso periodo comincia una importante
collaborazione con il gruppo De Agostini Editore, che gli affida la conduzione di un nuovo format
televisivo in onda su Deakids (canale 601 della piattaforma satellitare Sky). Il nuovo programma,
dal titolo “Mozart a modo mio”, realizzato in collaborazione con l’AsLiCo, ottiene un ottimo
riscontro sia dal punto di vista televisivo che dai critici delle più importanti testate giornalistiche
italiane.
Nel giugno 2012 è finalista al concorso lirico internazionale “Toti Dal Monte”. Nel settembre 2012
debutta con successo al Festival Internazionale di Stresa, interpretando il ruolo del Conte di
Almaviva nel Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini. Nel 2013 è nuovamente conduttore per Dea
Kids (Sky) e continua la sua attività live in Italia e all’estero, esibendosi a Bruxelles, Varna, Vitebsk.
Allievo dell’Accademia del Teatro Carlo Felice di Genova, ha partecipato alle produzioni di
Madama Butterfly (Goro), Le Nozze di Figaro (Don Basilio/Don Curzio), Il Barbiere di Siviglia (Conte
d’Almaviva). Nell’estate del 2014 ha frequentato l’Accademia Rossiniana presso il Rossini Opera
Festival di Pesaro e ha cantato il ruolo del Conte di Libenskof ne Il Viaggio a Reims. È stato
Almaviva nel Barbiere di Siviglia a Padova e Bassano del Grappa e parteciperà poi all’Adriana
Lecouvreur (Abate di Chazeuil) presso i teatri di Como, Cremona, Pavia e Sassari.
UGO TARQUINI Tenore
Dopo aver conseguito il diploma di canto presso il conservatorio Licinio Refice di Frosinone,
compie gli studi di perfezionamento sotto la guida del tenore Nicola Martinucci e del basso
Alfredo Zanazzo. Dal 2013, per volontà della Dott.ssa Nicoletta Mantovani, collabora attivamente
con la “Fondazione Luciano Pavarotti”, il cui intento è quello di promuovere ed incentivare la
carriera artistica di talenti emergenti della lirica nel panorama internazionale. Per conto della
suddetta Fondazione, tra i tanti eventi, calca le scene dell’Arena di Verona nella serata di apertura
della stagione Areniana 2013, del teatro Bolshoj di Mosca in due prestigiosi concerti celebrativi di
Pavarotti e del Teatro Ruben Dario a Managua, Nicaragua, per un concerto sempre a omaggio del
Maestro in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.
A seguito del concorso internazionale As.Li.Co. 2013 viene selezionato per prendere parte alla
produzione de “L’Olandese volante” di R.Wagner nei ruoli di Erik/Steuermann e quindi scritturato
per la stagione operistica presso il Teatro Sociale di Como e per il progetto “Opera Domani”, per la
cui produzione ha l’opportunità di cantare su alcuni dei più importanti palcoscenici italiani, tra i
quali il Teatro Regio di Torino e il Teatro Comunale di Bologna. A seguito del consenso ottenuto,
viene scritturato per la stagione 2013/14 presso l’Opernhaus di Magdeburg, in Germania, per lo
stesso titolo in lingua originale “Der Fliegende Hollander”.
Nell’anno corrente viene selezionato per prender parte all’accademia di alto perfezionamento
“Voci Pucciniane” nel contesto del Festival Pucciniano di Torre del Lago. A conclusione del
percorso didattico, viene scritturato per il Trittico nei panni di Rinuccio in Gianni Schicchi, a fianco
di illustri cantanti quali Amarilli Nizza e Alberto Mastromarino. Ha debuttato inoltre primi ruoli
quali Rodolfo in “Bohéme”, B.F.Pinkerton nella “Madama Butterfly” di G.Puccini e Don Carlo
nell’omonimo capolavoro verdiano.
Ai titoli artistici affianca una laurea in ingegneria delle telecomunicazioni.
RICCARDO FASSI Baritono
Nel maggio 2012 debutta nell’opera L’impresario in angustie presso il Circolo filologico di Milano.
Nel luglio 2013 interpreta il Dottor Grenvil (La traviata) presso Bad Ems (Germania). Debutta nel
febbraio 2014 nell’ambito del progetto Opera domani Aida (Re/Rafmis). Nel prossimo ottobre
debutterà per il Circuito Lirico Lombardo nel ruolo di Quinault (Adriana Lecouvreur), sotto la
direzione di Carlo Goldstein e con la regia di Ivan Stefanutti. Studia musica vocale da camera
presso il Conservatorio di Milano con Stelia Doz e canto lirico con Gianluca Valenti. Nel 2013
risulta vincitore del premio ‘Salvatore Licitra’ al Concorso ‘La Città Sonora’ e nel 2014 vince il
Concorso AsLiCo nella categoria Esordienti, debuttando nel ruolo di Masetto, nella produzione del
Don Giovanni firmata Graham Vick.
LUCREZIA DREI Soprano
Nata a Milano nel 1989, ha studiato Canto e si è diplomata in Flauto Traverso. Laureata in Lingue e
Letterature Straniere all'Università Cattolica, inizia la sua formazione nel Coro di Voci Bianche
della Scala. Interpreta il suo primo ruolo solista a 13 anni nell'opera La Piccola Volpe Astuta di
Janaček diretta da Sir Andrew Davis. In Scala ha partecipato a numerose produzioni: tra le altre, è
Yniold in Pelléas et Mélisande diretta da G. Prêtre, un pastore in Tosca, Dimitri in Fedora, soprano
solista nel Requiem für Mignon di Schumann diretto da R. Abbado e nei Chichestrer Psalms di
Bernstein diretti da G. Dudamel. Per AsLiCo nel 2007 interpreta Flora nell'opera The Turn of the
Screw di Britten e nel 2011/12/14 è interprete principale per il progetto OperaKids; nel 2011 è
soprano solista nel Requiem di Fauré al Théâtre du Capitole di Toulouse. Nel 2012 canta brani tratti
da La Traviata al Teatro Coccia di Novara; è Principessa e Fata Azzurra in La bella dormente nel bosco
di Respighi al Teatro Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo. Nel 2013 vince il Primo Premio al
concorso lirico Assami di Milano e al concorso internazionale di musica sacra Montaldi di
Mantova. Nel 2014 il 65O concorso AsLiCo al Teatro Sociale di Como.
LARA ROTILI Mezzosoprano
Inizia giovanissima lo studio della danza classica e del pianoforte. Nel 2005 si laurea alla Facoltà di
Discipline dell'Arte della Musica e dello Spettacolo (DAMS) di Bologna. Nel 2007 si diploma in
Canto Lirico e nel 2008 si laurea in Pianoforte al Conservatorio "Luigi Canepa" di Sassari. Ha
studiato inoltre con Luciana Serra, Roberto Scandiuzzi e si perfeziona tuttora con la signora
Bernadette Manca di Nissa e Umberto Finazzi. Ha debuttato nei ruoli di Dorabella, Cherubino,
Lola, Fenena (Circuito Opera Domani Aslico 2011), Lucilla (Scala di Seta di Rossini per Ticino
Musica) e preso parte alle produzioni di Rappresentazione di Anima et Corpo di Emilio De Cavalieri,
Festino nella sera del Giovedì Grasso avanti cena di Adriano Banchieri, Maestro di Musica di Pergolesi,
Piccolo Spazzacamino di Britten. Parallelamente si è dedicata al repertorio cameristico. Tra le sue
partecipazioni musicali: Festival dei due Mondi di Spoleto; Chamber-Choir Festival of Miskolc
Hungary; Time in Jazz Berchidda, Gaulitana, Festival of Music Gozo-Malta; Teatro Sociale di
Como; Teatro Comunale di Bologna, Teatro Regio di Torino, Teatro Grande di Brescia, Teatro
Comunale di Bolzano,Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Sociale di
Bergamo, Teatro degli Arcimboldi di Milano, Teatro Olimpico di Roma. Al Teatro Verdi di Sassari
per la stagione lirica 2011 dell'Ente Concerti ha cantato in I due timidi e La notte di un nevrastenico
per la regia di Marco Spada. Per il circuito Aslico, tra il 2011 e 2012, è stata impegnata per il
Nabucco e La Traviata di Verdi; per la stagione 2011 e 2012 dell'Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico
"Giuseppe Verdi" di Milano, ha debuttato in Andrea Chenier di Umberto Giordano con Marcello
Giordani e Alberto Gazale e ha preso parte ne La Traviata di Verdi al Festival Pucciniano di Torre
del Lago sotto la direzione di Fabrizio Maria Carminati. A ottobre è stata Gertrude in Roméo et
Juliette e Fenena in Nabucco al Teatro Comunale di Sassari per la stagione lirica e sinfonica 2012, e
Annina nella Traviata di Verdi a Pisa e Livorno diretta dal Maestro Bruno Aprea, Giovanna in
Rigoletto di Verdi al Teatro Antico di Taormina e la Signorina Bracco dal Piccolo Spazzacamino di
Britten per la Stagione di Macerata Opera Festival 2013 diretta dal Maestro Francesco Lanzillotta e
regia di Henning Brockhaus, Meg in Falstaff di Verdi per la stagione Lirica di Sassari 2013,
Mercedes in Carmen di Bizet diretta dal Maestro Carlo Goldstein, regia di Francesco
Esposito(Livorno, Pisa, Lucca 2013 e Fano 2014 diretta dal maestro Marco Boemi), Giovanna in
Rigoletto di Verdi diretta dal Maestro Francesco Ivan Ciampa e regia di Alesandro Talevi (Ancona
e Fano 2014), Seconda Dama in Flauto Magico di Mozart (Teatro Lirico Di Cagliari maggio-giugno
2014), Mercedes in Carmen di Bizet e Berta nel Barbiere di Siviglia di Rossini (Trapani luglioagosto 2014)
Scarica