Antropologia culturale - Università degli Studi di Messina

annuncio pubblicitario
ANTROPOLOGIA VISUALE
Anno accademico 2007-2008
Le lezioni del corso di Antropologia visuale avranno luogo nel secondo semestre,
con inizio mercoledì 12 marzo 2008
Il corso
Un’introduzione all’antropologia visuale
Programma
Il corso si articolerà in due parti distinte.
I. Nella prima parte verranno presentati, con concreti riferimenti alla storia
dell’Etnografia e dell’Antropologia culturale e sociale, gli sviluppi storici della
disciplina, dai suoi esordi all’epoca contemporanea.
II. Nella seconda parte saranno trattate questioni teoriche e metodologiche che
appaiono centrali nella ricerca attuale, con particolare riguardo al carattere culturale
della visione e allo statuto simbolico delle immagini.
Testi d’esame
F. Faeta, Il santo e l’aquilone, Palermo, Sellerio, 2000
F. Faeta, Fotografi e fotografie. Uno sguardo antropologico, Milano, Franco Angeli,
2006
L’esame di Antropologia visuale appare particolarmente arduo se non se ne è
propedeuticamente sostenuto almeno uno tra quelli di Antropologia culturale,
Antropologia sociale, Etnografia, Etnologia. Gli studenti che non hanno sostenuto
nessuno tra i predetti esami sono pertanto tenuti a portare, in aggiunta al programma
specifico, un testo a scelta tra i seguenti:
U. Fabietti, Storia dell’antropologia, seconda edizione, Bologna, Zanichelli, 2001
A. Barnard, Storia del pensiero antropologico, Bologna, il Mulino, 2002
Informazioni utili
Si raccomanda agli studenti di visitare il sito http://ww2.unime.it/antropologia, nel
quale è possibile visionare i programmi, avere informazioni sui corsi e sulle iniziative
collaterali, iscriversi agli esami, comunicare con docenti e ricercatori afferenti agli
insegnamenti dell’area DEA - Discipline demo-etno-antropologiche. E’ obbligatorio
servirsi del modulo d’iscrizione elettronica per gli esami. Per le comunicazioni
personali con il prof. Faeta, oltre alla casella di posta elettronica presente nel sito
stesso, si può indirizzare a [email protected]; [email protected]
ANTROPOLOGIA CULTURALE
Anno accademico 2007-2008
Le lezioni del corso di Antropologia culturale si terranno nel secondo semestre ed
avranno inizio mercoledì 12 marzo 2008
Il corso
Questioni italiane. Antropologia e processi di costruzione dell’identità nazionale
Programma
Il corso si articolerà in due parti distinte, ciascuna della durata di quindici ore.
I. Nella prima parte verranno presentate, attraverso essenziali riferimenti agli sviluppi
storici della disciplina, dalla sua fondazione all’epoca contemporanea, questioni
teoriche e metodologiche che appaiono centrali negli studi contemporanei. Particolare
attenzione sarà posta nell’individuare i concetti chiave della riflessione antropologica
e nel collocare la loro elaborazione nello spazio, nel tempo e nella concreta
prospettiva di vita e di lavoro dei maggiori studiosi. Un approfondimento tematico,
che riguarderà specialmente gli studenti iscritti alla 56s, riguarderà le spedizioni
etnografiche, la loro ideologia, i loro esiti, nel quadro della formazione
dell’antropologia contemporanea.
II. La seconda parte avrà invece orientamento monografico e focalizzerà, in
prospettiva antropologica, il tema dei processi di costruzione dell’identità nazionale,
in rapporto alle concrete tendenze degli studi antropologici e demologici.
Testi d’esame
1. U. Fabietti, Storia dell’antropologia, Bologna, Zanichelli, 2001.
2. F. Faeta, Questioni italiane. Demologia, antropologia, critica culturale, Torino,
Bollati-Boringhieri, 2005.
Gli studenti che dovranno approfondire - 56s - (o volessero volontariamente
approfondire - 18) il tema monografico trattato dovranno portare:
B. Palumbo, L’Unesco e il campanile, Roma, Meltemi, 2003.
Coloro che avessero già sostenuto, in sede di prima semestralità, l’esame con il
manuale di Fabietti (1), devono sostituirlo con:
A. Barnard, Storia del pensiero antropologico,Bologna, il Mulino, 2002.
Informazioni utili
Gli studenti, oltre al sito di Facoltà, possono visitare il sito
http://ww2.unime.it/antropologia, nel quale è possibile visionare i programmi, avere
informazioni sui corsi e sulle iniziative collaterali. E’ obbligatorio servirsi del modulo
d’iscrizione elettronica per gli esami. Per le comunicazioni personali con il prof.
Faeta, oltre alla casella di posta elettronica presente nel sito stesso, si può indirizzare
a [email protected] Eventuali programmi speciali, di seconda semestralità, possono
essere concordati, in base al proprio percorso didattico, con il prof. Faeta. Gli studenti
che intendano chiedere la tesi in Antropologia culturale dovranno aver già sostenuto
l’esame.
ETNOGRAFIA VISIVA
Anno accademico 2007-2008
Le lezioni del corso di Etnografia visiva avranno luogo nel secondo semestre, con
inizio presumibile entro la prima settimana di marzo del 2008.
Il corso
Un’introduzione all’etnografia visiva
Programma
Il corso si articolerà in due parti distinte.
I. Nella prima parte verranno presentati, con concreti riferimenti alla storia
dell’Etnografia e dell’Antropologia culturale e sociale, gli sviluppi storici della
disciplina, dai suoi esordi all’epoca contemporanea.
II. Nella seconda parte saranno trattate questioni teoriche e metodologiche che
appaiono centrali nella ricerca attuale, con particolare riguardo all’impiego dei mezzi
audiovisivi nella ricerca etnografica.
Testi d’esame
1. F. Marano, Camera etnografica, Milano, Angeli, 2007
2. F. Faeta, Fotografi e fotografie. Uno sguardo antropologico, Milano, Angeli,
2006.
L’esame di Etnografia visiva appare particolarmente arduo se non si è
propedeuticamente sostenuto almeno uno tra gli esami di base dell’area
antropologica. Gli studenti che non hanno sostenuto nessuno tra i predetti esami è
opportuno tengano presente, a integrazione del programma specifico, un testo a scelta
tra i seguenti:
U. Fabietti, Storia dell’antropologia, seconda edizione, Bologna, Zanichelli, 2001
A. Barnard, Storia del pensiero antropologico, Bologna, il Mulino, 2002
Testi di approfondimento
Agli studenti interessati all’approfondimento della disciplina, si consiglia la lettura di
uno o più dei seguenti testi, reperibili anche presso la Biblioteca del Dipartimento di
Scienze cognitive e della formazione. Tale lettura sarà valutata positivamente in sede
d’esame.
Numeri monografici della rivista “La Ricerca Folklorica”, 2 (dedicato alla fotografia
etnografica), 3 (dedicato al cinema etnografico), 13 (dedicato alla ricerca
demartiniana)
C. Lévi-Strauss, Saudades do Brasil, Milano, Il Saggiatore 1995
F. Faeta, Nelle Indie di quaggiù. Fotografie 1970-1995, Milano, Jaka Book, 1996
F. Faeta, A. Ricci (a cura di), Lo specchio infedele. Materiali per lo studio della
fotografia etnografica in Italia, Roma, Edizioni del MNATP, 1996
C. Gallini, F. Faeta (a cura di), I viaggi nel Sud di Ernesto de Martino, Torino,
Bollati-Boringhieri, 1999
F. Faeta, Arturo Zavattini fotografo in Lucania, Milano, Federico Motta Editore,
2003
A. Ricci, I suoni e lo sguardo. Etnografia visiva e musica popolare nell’Italia
centrale e meridionale, Milano, Franco Angeli, 2007
C. Balma Tivola (a cura di), visioni del mondo. Rappresentazioni dell’altro.
autodocumentazione di minoranze, produzioni collaborative, Trieste, Edizione
Goliardiche, 2004
Storia delle tradizioni popolari
Anno accademico 2007-2008
Le lezioni del corso di Storia delle tradizioni popolari si terranno nel secondo
semestre ed avranno inizio mercoledì 12 marzo 2008
Il corso
Aspetti e problemi della demologia e dell’etnologia italiana nella seconda metà
dell’Ottocento e nei primi decenni del Novecento
Programma
Il corso si articolerà in due parti distinte.
I. Nella prima parte verranno presentate le linee generali degli studi demologici e
etnologici italiani, in rapporto con la storia sociale, culturale e politica del Paese.
II. Nella seconda parte, che avrà orientamento monografico, si focalizzeranno alcuni
dei momenti emergenti della storia e della critica disciplinare nella seconda metà
dell’Ottocento e nella prima metà del Novecento.
Testi d’esame
U. Fabietti, Storia dell’antropologia, Bologna, Zanichelli, 2001 (limitatamente alle
sole pagine di testo e di lettura che riguardano l’antropologia italiana)
S. Puccini, Andare lontano. Viaggi ed etnografia nel secondo Ottocento, Roma,
Carocci, 1999
A. Ricci, I suoni e lo sguardo. Etnografia visiva e musica popolare nell’Italia
centrale e meridionale, Milano, Franco Angeli, 2007
Testi di approfondimento (consigliati):
S. Puccini, L’itala gente dalle molte vite, Roma, Meltemi, 2005
F. Dei, Beethoven e le mondine, Roma, Meltemi, 2002
C. Gallini, F. Faeta (a cura di), I viaggi nel Sud di Ernesto de Martino, Torino,
Bollati-Boringhieri, 1999
F. Faeta (a cura di), Arturo Zavattini fotografo in Lucania, Milano, Federico Motta
Editore, 2003
Informazioni utili
Gli studenti, oltre al sito di Facoltà, possono visitare il sito
http://ww2.unime.it/antropologia, nel quale è possibile visionare i programmi, avere
informazioni sui corsi e sulle iniziative collaterali. E’ obbligatorio servirsi del modulo
d’iscrizione elettronica per gli esami. Per le comunicazioni personali con il prof.
Faeta, oltre alla casella di posta elettronica presente nel sito stesso, si può indirizzare
a [email protected]
Scarica