Deliberazione della Giunta regionale 26

annuncio pubblicitario
BOLLETTINO UFFICIALE
N. 50
DEL 10 dicembre 2008
Anno XLV n.50 €5,00
spedizione in a.p.70% DCB Trieste
In caso di mancato recapito inviare
al CPO di Trieste per la restituzione
al mittente previo pagamento resi
Il “Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” si pubblica di regola il mercoledì; nel caso di festività la pubblicazione avviene il primo giorno feriale successivo. La suddivisione in parti, l’individuazione degli atti oggetto di pubblicazione,
le modalità ed i termini delle richieste di inserzione e delle successive pubblicazioni sono contenuti nelle norme regolamentari
emanate con DP Reg. n. 0346/ Pres. del 9 novembre 2006, pubblicato sul BUR n. 47 del 22 novembre 2006. Dal 1° gennaio
2007 è disponibile, sul medesimo sito con accesso riservato all’utenza registrata, la versione del Bollettino Ufficiale firmata
digitalmente dal responsabile di Redazione e pertanto con valore giuridico a tutti gli effetti.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
Sommario Parte Prima Leggi, regolamenti e atti della
Regione
Legge regionale 5 dicembre 2008, n. 14
Norme speciali in materia di impianti di distribuzione di carburanti e modifiche alla legge regionale 12
novembre 1996, n. 47 in materia di riduzione del prezzo alla pompa dei carburanti per autotrazione nel
territorio regionale.
pag. 12
Legge regionale 5 dicembre 2008, n. 15
Rendiconto generale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per l’esercizio 2007.
pag. 25
Decreto del Presidente della Regione - Commissario delegato 25 novembre 2008, n. 5
Nomina dei consulenti di cui all’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri
n. 3702 del 5 settembre 2008 “Disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare l’emergenza
determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nell’asse autostradale Corridoio V dell’autostrada
A4 nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale Villesse Gorizia”.
pag. 33
Decreto del Presidente della Regione - Commissario delegato 25 novembre 2008, n. 6
Nomina dei consulenti di cui all’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri
n. 3702 del 5 settembre 2008 “Disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare l’emergenza
determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nell’asse autostradale Corridoio V dell’autostrada
A4 nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale Villesse Gorizia”.
pag. 34
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1105
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale
S/9690 (capp. 2496, 2502, 5608, 7710).
pag. 35
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1106
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale
- f.di vincolati S/9691 (capp.2506 e 2361).
pag. 39
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1107
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
S/9690 (capp. 2501, 3881, 2385, 4399, 2211, 2020, 3712, 7710 e 2542).
10 dicembre 2008
50
pag. 43
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1108
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10, LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti parte capitale S/9691
(cap. 6701).
pag. 49
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1109
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale
S/9690 (capp. 2213 e 3712).
pag. 52
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n.
1110
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte corrente
S/9682 (capp. 9357, 9355, 568, 602, 5125 e 5650).
pag. 55
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 1 dicembre 2008, n.
1134
Articolo 18, commi 5 e 6, LR 21/2007 - Prelevamento dal fondo per le spese obbligatorie a favore
dell’unità di bilancio 11.2.1.1180.
pag. 60
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e cultura 20 novembre 2008, n. 3968/CULT.FP
Fondo sociale europeo Obiettivo 3 - 2000/2006, Asse C, Misura C3, Azione 17: avviso per la presentazione di progetti relativi alle parti professionalizzanti dei percorsi di laurea triennali delle Università
di Trieste e Udine - Anno accademico 2007/2008 approvato con deliberazione della Giunta regionale
n. 550 del 29 febbraio 2008 pubblicata sul BUR n. 12 del 19 marzo 2008. Modifica del termine per la
presentazione del rendiconto.
pag. 63
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e cultura 24 novembre 2008, n. 4046/CULT.FP
Deliberazione della Giunta regionale n. 2249 del 30/10/2008.Modifiche e rettifiche inesattezze.
pag. 63
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e cultura 24 novembre 2008, n. 4047/CULT.FP
Piano regionale di formazione professionale 2008/2009. Formazione prevista da normative specifiche:
altre attività non finanziate.
pag. 64
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e cultura 24 novembre 2008, n. 4057/CULT.FP
Fondo sociale europeo - Programma operativo Obiettivo 2 - Competitività regionale e Occupazione
2007/2013: avviso per la presentazione di operazioni a valere sugli assi prioritari 1 - Adattabilità, 2
- Occupabilità, - 3 - Inclusione sociale, 4 - Capitale umano, annualità 2008, approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 299 dell’8 febbraio 2008 pubblicata sul BUR n. 9 del 27 febbraio 2008 e
successive modificazioni ed integrazioni. Parte II, asse 2 - Occupabilità, Linea di intervento 4: modifica
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
del termine per l’avvio dell’attività formativa in senso stretto.
10 dicembre 2008
50
pag. 66
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e cultura 24 novembre 2008, n. 4066/CULT.FP
Piano regionale di formazione professionale: corsi per responsabili tecnici di operazioni di revisione periodica dei veicoli a motore e loro rimorchi e per responsabili tecnici di operazioni di revisione periodica
dei motoveicoli e dei ciclomotori. Approvazione proposte formative.
pag. 67
Decreto del Direttore centrale risorse agricole, naturali e forestali 21
novembre 2008, n. 3025
DPReg. 27 ottobre 2008, n. 0295/Pres. “Approvazione del Programma d’azione della regione Friuli Venezia Giulia per la tutela ed il risanamento delle acque dall’inquinamento causato da nitrati di origine
agricola per le aziende localizzate in zone vulnerabili, ai sensi del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile
2006 e del decreto ministeriale 7 aprile 2006”, lett. a), p. 2 art. 8, lett. b), p. 2. art. 9 e p. 1 art. 12: deroga
al divieto temporale dell’utilizzazione agronomica dei letami, dei liquami, dei concimi azotati e degli
ammendanti organici.
pag. 69
Decreto del Direttore centrale risorse agricole, naturali e forestali 24
novembre 2008, n. 3031
Regolamento generale di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, articolo 3, comma 3. Nucleo Tecnico di Valutazione. Sostituzione componente.
pag. 70
Decreto del Direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie 1 dicembre 2008, n. 3225.
Ulteriore modifica del termine per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a
valere sulle misure 121, 122, 123, 216, 221, 223, 226, 227, 311 azione 1, 311 azione 2, 311 azione 3,
312 del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
pag. 71
Decreto del Direttore del Servizio energia e telecomunicazioni 20 novembre 2008, n. PMT/754/EN. (Estratto)
DLgs. n. 387/2003, art.12. Autorizzazione unica per la costruzione ed esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili in Comune di Monfalcone (GO) - area industriale Lisert. Proponente: Tersa Srl.
pag. 73
Decreto del Direttore del Servizio geologico 18 novembre 2008, n.
ALP.6/1 - 2242 - Amt/3
Istanza di rinuncia alla concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata “Rio Arvenis”
in Comune di Ovaro (UD) e contemporanea richiesta di concessione per lo sfruttamento di acque di
sorgente da denominarsi “Catarosa” all’interno della medesima area.
pag. 74
Decreto del Direttore del Servizio geologico 18 novembre 2008, n.
ALP.6/1 - 2263 - AdS/1
Istanza di rinuncia alla concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata “Rio Arvenis”
in Comune di Ovaro (UD) e contemporanea richiesta di concessione per lo sfruttamento di acque di
sorgente da denominarsi “Catarosa” all’interno della medesima area.
pag. 74
Decreto del Direttore del Servizio programmazione interventi formativi
e prima formazione 30 ottobre 2008, n. 3544/CULT.FP/DPF
Fondo Sociale Europeo - Programma Operativo Obiettivo 2 - Competitività regionale e Occupazione 2007/2013. Approvazione operazioni a valere sull’asse 2 - Occupabilità - obiettivo specifico D - azione
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
50
10 dicembre 2008
26 - interventi di formazione e assistenza tecnica agli operatori dei Centri per l’impiego.
pag. 75
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre 2008, n. ALP.10-2336INAC/342
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale all’ing. Roberto Pavoni.
pag. 78
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre 2008, n. ALP.10-2340INAC/343
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale al sig. Federico Costadura.
pag. 79
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre 2008, n. ALP.10-2341INAC/344
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale all’ing. Marco Piva.
pag. 79
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n. 2414
LR 4/2008 , art 11: approvazione del programma straordinario per l'anno 2008 adottato dalla Provincia
di Trieste, assegnazione e prenotazione delle risorse. (euro 3.875.975,00).
pag. 80
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n. 2415
Art. 2545 septiesdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Scioglimento per atto dell'autorità della cooperativa
''Organizzazione produttori latte padano Società cooperativa'' con sede in Brugnera, senza nomina di
Commissario liquidatore.
pag. 83
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n. 2462
Docup Obiettivo 2 2000-2006. Asse III ''Valorizzazione e tutela delle risorse ambientali, naturali e culturali'' - misura 3.3 ''Difesa del suolo e protezione dal dissesto idrogeologico in area montana''. Integrazione del Piano degli interventi ed impegno.
pag. 84
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n. 2478.
(Estratto)
Comune di Montenars: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n 18 del 20.06.2008, di
approvazione della variante n. 2 al Piano regolatore generale comunale.
pag. 87
Deliberazione della giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2519
Art. 2545-terdecies cc e LR 27/2007, art. 23 - Liquidazione coatta amministrativa della ''Cooperativa
produttori latte savoia cinque Società cooperativa'' con sede in Brugnera.
pag. 87
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2520
Art 2545 - septiesdecies CC e LR 27/2007, art 23 - Scioglimento per atto dell'autorità della cooperativa ''Eurocoop 2003 - Società cooperativa a responsabilità limitata'' con sede in pravisdomini, con
nomina di Commissario liquidatore.
pag. 88
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2521
Art. 2545-octiesdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Sostituzione del liquidatore della ''Cooperativa servizi
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
Trieste - Società cooperativa'' in liquidazione , con sede in San Dorligo della Valle.
50
pag. 89
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2522
Art 2545-terdecies CC e LR 27/2007, art 23 - Liquidazione coatta amministrativa della ''Cooperativa
Agricola Masaret'' con sede in Polcenigo.
pag. 90
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2523
Art. 2545-terdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Liquidazione coatta amministrativa della cooperativa
''La Formica - Società cooperativa sociale'' con sede in Trieste.
pag. 91
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2550
Dlgs. 152/2006 - LR 43/1990 - Pronuncia di compatibilità ambientale in relazione al progetto riguardante l’ampliamento della cava “Lovera” sita in Comune di Roveredo in Piano. (VIA322) Proponente
Superbeton SpA.
pag. 92
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2551
DLgs. 152/2006 - LR 43/1990 - Pronuncia di compatibilità ambientale in relazione al progetto riguardante l'ampliamento dell'Hotel Riviera in Strada Costiera n. 22 in Comune di Trieste. (VIA287) Proponente: Magesta SpA.
pag. 96
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2563
LR 9/2008, art. 9, comma 36. Approvazione elenco domande ex art. 23, LR 9/1999 ammesse al contributo straordinario.
pag. 104
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2592
(Estratto)
Comune di Forgaria nel Friuli: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n. 25 del
04.07.2008, di approvazione della variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale.
pag. 108
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2594
(Estratto)
Comune di Chiusaforte: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n. 32 del 04.06.2008, di
approvazione della variante n. 29 al Piano regolatore generale comunale.
pag. 108
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2599
LR 18/1996, art 67, comma 2, lett d) - Ente tutela pesca - Approvazione deliberazione n. 18/CD/2008
del 29.10.2008. “Canoni per l'esercizio della pesca sportiva nelle acque pubbliche interne del Friuli Venezia Giulia; costo del rilascio duplicati; addebito della somma forfetaria per l'invio postale delle licenze,
dei libretti annuali ricognitivi 2009 e dei loro duplicati. Anno 2009”.
pag. 108
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2600
LR 28/2002 , art. 17 , comma 1 - Consorzio di Bonifica Cellina Meduna - Nomina presidente revisori
contabili.
pag. 109
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n. 2606
Terzo programma di attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale.
pag. 110
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Campoformido. Avviso di approvazione del Piano Regolatore Particolareggiato Comunale n.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
51 delle zone “A - residenziale di nucleo tipico storico dei centri di Basaldella, Bressa e Campoformido”.
pag. 157
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Majano. Avviso di approvazione della variante n. 12 al Piano regolatore Generale Comunale.
pag. 157
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Reana del Rojale. Avviso di approvazione della variante n. 23 al Piano regolatore generale
comunale.
pag. 157
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di San Vito al Tagliamento. Avviso di approvazione del Piano per gli insediamenti produttivi
della zona Industriale Ponte Rosso e della zona artigianale ex Eridania.
pag. 157
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
LR 5/2007 art. 63 co. 2, LR 52/1991 art. 32 co. 9. Variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale
del Comune di San Vito al Torre: introduzione di modifiche e conferma di esecutività delle deliberazioni
consiliari di approvazione n. 14 del 16 maggio 2008 e n. 24 del 4 agosto 2008.
pag. 158
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
LR 5/2007 art. 63 co. 2, LR 52/1991 art. 32 co. 9. Variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale
del Comune di Staranzano: introduzione di modifiche e conferma di esecutività della deliberazione
consiliare di approvazione n. 23 del 22 luglio 2008.
pag. 158
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare
di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di S. Andrea 4/COMP/2007.
pag. 159
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare
di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Piedimonte del Calvario 9/COMP/2007.
pag. 159
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare
di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Contado 3/COMP/2008.
pag. 159
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare
di Trieste
Art. 76, comma 2, LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Opicina 3/COMP/08.
pag. 160
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
X Legislatura. Delibera dell’Ufficio di Presidenza n. 72 dell’11 novembre 2008. Articolo 10, comma 1,
del Regolamento di organizzazione degli Uffici del Consiglio regionale. Determinazione della dotazione organica - distinta per categorie e per profili professionali - della Segreteria generale del Consiglio
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
regionale. Modifica.
10 dicembre 2008
50
pag. 160
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
Decreto del Segretario generale 13 novembre 2008, n. 22/2008- pers - Soppressione delle strutture stabili di livello inferiore al Servizio “Coordinamento dell’attività delle Commissioni” e “Ufficio atti
consiliari”.
pag. 163
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
X Legislatura. Delibera n. 5 del 25 novembre 2008, approvata a maggioranza dal Consiglio regionale.
Convalida dell’elezione del Consigliere regionale Paolo Pupulin.
pag. 166
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
Sommario Parte Terza Concorsi e avvisi
Comune di Moggio Udinese (UD)
Avviso d’asta pubblica per l’appalto del Servizio di Tesoreria comunale per il periodo: 01.01.2009
- 31.12.2013.
pag. 167
Associazione intercomunale “Alta Val Tagliamento” - (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) Area
tecnico-manutentiva - Settore edilizia privata e urbanistica - Comune
capofila: Forni di Sopra (UD)
Avviso di approvazione della variante n. 6 al PRGC del Comune di Socchieve.
pag. 167
Associazione Intercomunale “Alta Val Tagliamento” - (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) Area
tecnico-manutentiva - Settore edilizia privata e urbanistica - Comune
capofila: Forni di Sopra (UD)
Avviso di approvazione del Piano attuativo comunale (PAC) - zona E7 “allevamenti zootecnici di carattere industriali esistenti” - Insediamento n. 4 del Comune di Socchieve.
pag. 168
Comune di Claut (PN)
Estratto della determinazione n. 101 del 18.11.2008. Realizzazione piste ciclabili - II stralcio - in Comune di Claut (PN). Deposito, presso Cassa Depositi e Prestiti della Direzione provinciale del Tesoro di
Pordenone, dell’indennità definitiva di esproprio.
pag. 168
Comune di Cordenons (PN)
Avviso di deposito relativo all’adozione della variante n. 24 al Piano regolatore generale comunale ZE
“230 Area 01”.
pag. 170
Comune di Corno di Rosazzo (UD)
Avviso di deposito relativo all’adozione del Piano comunale di settore per la localizzazione degli impianti per la telefonia mobile, ai sensi della LR 6.12.2004 n. 28.
pag. 170
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione della variante al PRPC di iniziativa privata, denominato “Giulia” e relativo atto
integrativo di convenzione.
pag. 170
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione del PRPC di iniziativa privata, denominato “Largo Augusto” e relativo schema di
convenzione.
pag. 171
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione del PRPC di iniziativa privata, denominato “Paradiso” e relativo schema di convenzione.
pag. 171
Comune di Forni di Sopra (UD)
Piano attuativo di iniziativa privata - zona omogenea “E4b agricola in ambito agricolo-paesaggistici
per allevamenti zootecnici intensivi” - Avviso di presa d’atto avvenuta presentazione osservazioni e
pronuncia sulle stesse. Approvazione.
pag. 171
Comune di Latisana (UD)
Avviso di deposito del provvedimento di esclusione dalla procedura di VAS delle varianti n. 51 e n. 52 al
PRGC.
pag. 172
Comune di Latisana (UD)
Avviso di adozione e deposito variante n. 53 al PRGC relativa alla modifica dell’art. 20 delle norme di
attuazione per la realizzazione dell’impianto di gassificazione alimentato a biomasse ed ampliamento
della sede municipale.
pag. 172
Comune di Ovaro (UD)
Avviso di approvazione variante n. 53 al Piano regolatore generale comunale.
pag. 173
Comune di Pontebba (UD)
Determinazione dd. 26.11.2008 n. 154 Reg. Resp./n. 809 Reg. Gen. - Legge regionale 2/2002: classificazione strutture ricettive alberghiere - periodo 26.11.2008-26.11.2013.
pag. 173
Comune di Pulfero (UD)
Determinazione del responsabile del Servizio Vigilanza/Commercio n. 6 VIG/2008 (Estratto). - Classificazione struttura ricettiva turistica all’aria aperta loc. Podpolizza.
pag. 174
Comune di Ruda (UD)
Avviso di deposito relativo all’adozione della variante n. 14 al Piano regolatore generale comunale.
pag. 174
Comune di Sedegliano (UD)
Adozione PAC di iniziativa pubblica, variante n. 4 PIP Pannellia.
pag. 174
Comune di Torreano (UD)
Estratto della deliberazione di Consiglio comunale n. 30 del 31.10.2008 avente ad oggetto: approvazione variante n. 3 al PRGC - variante non sostanziale allo strumento urbanistico di pianificazione
comunale, di cui all’art. 63 comma 5 della LR 23.02.2007 n. 5, inerente modeste modifiche delle zone
residenziali e delle norme di attuazione.
pag. 175
Comune di Torreano (UD)
Estratto della deliberazione di Consiglio comunale n. 31 del 31.10.2008 avente ad oggetto: Approvazione variante n. 4 al PRGC di Torreano ai sensi dell’art. 11 comma 2 del DPReg. 20.03.2008 n. 086/Pres.
pag. 175
Comunità montana della Carnia - Tolmezzo (UD) - Servizio espropri associato - Associazione dei Comuni del Parco intercomunale delle Colline Carniche Villa Santina - Enemonzo - Lauco e Raveo
Comune di Raveo. Espropriazione immobili per i lavori di realizzazione di una struttura con finalità
ricreative e sportive nella frazione di Esemon di Sopra. Decreto n. 35/2008 di esproprio sottoposto a
10
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
condizione sospensiva (art. 23 del DPR 8 giugno 2001 n. 327).
50
pag. 176
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione provinciale lavori pubblici - Pordenone
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, della LR 3 luglio 2002, n. 16. Decreto di concessione a
sanatoria di derivazione d’acqua al Comune di Sacile.
pag. 177
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione provinciale lavori pubblici - Pordenone
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, della LR 3 luglio 2002, n. 16. Decreto di concessione
a sanatoria di derivazione d’acqua alla ditta Azienda agricola Rivate di Celotto Antonio & C. Sas
(IPD/1740).
pag. 177
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione provinciale lavori pubblici - Udine
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, LR 3 luglio 2002, n. 16. Provvedimenti di concessione di
derivazione d’acqua a ditte varie.
pag. 178
Provincia di Udine - Area tecnica - Servizio Viabilità - UO Espropri Stime Catasto
Decreto n. 50 del 24.11.2008. Intervento urgente di protezione civile per la messa in sicurezza di
versanti in frana a salvaguardia della viabilità provinciale della SP n. 38 “del Cornappo”. Decreto di
costituzione di servitù per la realizzazione di barriere paramassi.
pag. 179
Provincia di Udine - Servizio Viabilità
Decreto di esproprio n. 51 del 24.11.2008. Lavori di completamento raccordi stradali presso il ponte sul
torrente Corno in frazione Dolegnano.
pag. 180
Azienda Ospedaliero-Universitaria “S. Maria della Misericordia” - Udine
Graduatoria di merito del concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 4 posti di dirigente medico di
ginecologia e ostetricia.
pag. 180
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Bando di concorso pubblico per titoli ed esami a n. 1 posto di cps tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.
pag. 181
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Sorteggio componenti commissione concorso pubblico per titoli ed esami a copertura di posto della
dirigenza del ruolo sanitario.
pag. 192
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Sorteggio componenti commissione concorsi pubblici per titoli ed esami a copertura di posti della
dirigenza del ruolo sanitario.
pag. 192
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Pordenone
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 9 posti di collaboratore professionale sanitario
- infermiere.
pag. 192
Bando di concorso per titoli ed esami, per n. 1 posto di dirigente veterinario di sanità animale.
pag. 203
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
11
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 2 posti di dirigente medico di radiodiagnostica.
pag. 213
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto della qualifica unica di dirigente delle
professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica.
pag. 223
Comune di Duino Aurisina - Občina Devin Nabrežina (TS) - Posizione
Organizzativa Amministrazione del Personale, Prevenzione e Protezione ex DLgs. 626/94
Avviso di concorso pubblico per titoli ed esami, per il conferimento di n. 1 posto con profilo professionale di “istruttore bibliotecario” con conoscenza della lingua slovena cat. C - posizione economica 1 - a
tempo indeterminato e pieno.
pag. 233
Ente regionale per il diritto e le opportunità allo studio universitario Erdisu - Trieste
Graduatorie definitive relative al bando di concorso per borse di studio per l’a.a. 2008/2009.
pag. 233
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
12
Parte Prima Leggi, regolamenti e atti della Regione
08_50_1_LRE_14
Legge regionale 5 dicembre 2008, n. 14
Norme speciali in materia di impianti di distribuzione di carburanti e modifiche alla legge regionale 12 novembre 1996, n. 47
in materia di riduzione del prezzo alla pompa dei carburanti per
autotrazione nel territorio regionale.
Il Consiglio regionale ha approvato
Il Presidente della Regione promulga la seguente legge:
Art. 1 norme speciali in materia di impianti di distribuzione di carburanti
1. Per gli impianti di distribuzione di carburanti, le cui autorizzazioni siano state confermate ai sensi dell’articolo 10, comma 7, della legge regionale 6 marzo 2002, n. 8 (Nuove norme per la programmazione,
razionalizzazione e liberalizzazione della rete regionale di distribuzione dei carburanti e per l’esercizio delle funzioni amministrative), in assenza delle verifiche previste ai sensi del medesimo articolo 10, comma
1, i Comuni verificano la compatibilità territoriale degli impianti sulla base delle fattispecie individuate
dall’articolo 8 del decreto del Presidente della Regione 16 dicembre 2002, n. 0394/Pres. (Approvazione
piano di programmazione e razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti), entro il termine
di centoventi giorni dall’entrata in vigore della presente legge.
2. I Comuni, a seguito della verifica di cui al comma 1, dispongono la sospensione dell’autorizzazione
all’esercizio degli impianti risultati incompatibili fino all’eventuale adeguamento degli impianti stessi
e comunque non oltre il termine di un anno dalla data del provvedimento di sospensione. Decorso tale
termine in assenza di adeguamento, i Comuni dichiarano la decadenza delle relative autorizzazioni e dispongono la chiusura e lo smantellamento degli impianti a cura e spese dei titolari delle autorizzazioni.
3. In armonia con i principi di cui all’articolo 83 bis, comma 17, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112
(Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione
della finanza pubblica e la perequazione tributaria), come inserito dalla legge di conversione 6 agosto
2008, n. 133, l’installazione e l’esercizio di un impianto di distribuzione di carburanti non possono essere
subordinati al rispetto di vincoli, con finalità commerciali, relativi a distanze minime tra impianti e tra impianti ed esercizi o superfici minime commerciali o che pongono restrizioni od obblighi circa la possibilità
di offrire, nel medesimo impianto o nella stessa area, attività e servizi integrativi.
4. Nelle more dell’entrata in vigore di nuove norme regionali di riordino del settore della distribuzione di
carburanti non trovano applicazione le disposizioni in contrasto con l’articolo 83 bis, commi 17 e 19, del
decreto legge 112/2008.
5. Ai fini di promuovere l’ammodernamento della rete distributiva dei carburanti, di integrare l’offerta e
di sviluppare la diffusione di prodotti a limitato impatto ambientale, l’installazione di nuovi impianti di distribuzione di carburanti dovrà prevedere, oltre all’erogazione di benzina e gasolio per autotrazione, anche quella di GPL per autotrazione e di gas metano, o, in alternativa, di almeno di uno dei due prodotti.
6. Nelle more dell’entrata in vigore di nuove disposizioni in materia di orari di apertura, di chiusura e di
turnazione degli impianti di distribuzione di carburanti, in applicazione dell’articolo 83 bis, comma 20, del
decreto legge 112/2008, al comma 1 bis dell’articolo 2 della legge regionale 23 aprile 1990 n. 17 (Criteri
per la fissazione degli orari di apertura e chiusura degli impianti stradali di distribuzione dei carburanti
ai sensi dell’articolo 54, lettera d), del DPR 24 luglio 1977, n. 616), e successive modifiche, le parole <<e
comunque a fronte della chiusura di almeno centocinquanta impianti nel periodo successivo all’entrata
10 dicembre 2008
50
13
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
in vigore della legge regionale 6 marzo 2002, n. 8,>> sono soppresse.
7. Nell’osservanza delle condizioni e dei limiti recati dalla normativa comunitaria, con successivo provvedimento sono individuate idonee modalità e risorse per le seguenti finalità e indirizzi di intervento:
a) sostegno alle imprese di gestione degli impianti di distribuzione di carburanti nella fase di razionalizzazione della rete distributiva, di cui alle previsioni dei commi 1 e 2, e per ammortizzare le casistiche
di uscita dal sistema, anche in abbinamento alle misure già previste per il settore quali il <<Fondo nazionale indennizzi per la razionalizzazione della rete>> di cui al decreto del Ministro delle attività produttive 7 agosto 2003 (Rifinanziamento del fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei
carburanti);
b) valutazione, vista la situazione creatasi soprattutto nell’area in cui era venduto sino al 31 dicembre
2007 il carburante in esenzione di accisa, di un programma di contribuzione agli oneri sostenuti dai
gestori di impianti di distribuzione di carburante per l’espletamento degli adempimenti di gestione del
sistema regionale di contributo all’acquisto, da determinarsi secondo modalità da definire con successivo provvedimento, nell’ambito di quanto consentito dalla normativa europea.
Art. 2 modifiche all’articolo 3 della legge regionale 47/1996
1. All’articolo 3 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47 (Disposizioni per l’attuazione della normativa nazionale in materia di riduzione del prezzo alla pompa dei carburanti per autotrazione nel territorio
regionale e per l’applicazione della Carta del cittadino nei vari settori istituzionali), sono apportate le
seguenti modifiche:
a) al numero 1, lettera a), del comma 1, le parole <<utilizzati per rifornire veicoli, motoveicoli e mezzi nautici>> sono sostituite dalle seguenti: <<destinati all’esclusivo consumo personale, utilizzati per rifornire
i mezzi. Per intestatari o cointestatari di mezzi si intendono, oltre ai proprietari, anche i soggetti indicati
nella carta di circolazione quali locatari dei mezzi in leasing>>;
b) la lettera g) del comma 1 è sostituita dalla seguente:
<<g) con il termine <<gestore>> l’esercente l’impianto di distribuzione di carburanti situato nel territorio
regionale dotato di POS;>>;
c) dopo la lettera g bis) del comma 1 è aggiunta la seguente:
<<g ter) con il termine <<sistema informatico>> l’insieme delle procedure e degli archivi informatici per
la gestione dei carburanti a prezzo ridotto.>>.
Art. 3 modifica all’articolo 5 della legge regionale 47/1996
1. Al comma 1 dell’articolo 5 della legge regionale 47/1996, le parole <<salvo quanto disposto dai commi 2 e 3>> sono sostituite dalle seguenti: <<nel rispetto del disposto di cui all’articolo 1, comma 2>>.
Art. 4 modifica all’articolo 6 della legge regionale 47/1996
1. Il comma 6 quater dell’articolo 6 della legge regionale 47/1996 è abrogato.
Art. 5 modifica all’articolo 8 della legge regionale 47/1996
1. L’articolo 8 della legge regionale 47/1996 è sostituito dal seguente:
<<Art. 8 delega di funzioni alle Camere di Commercio
1. Alle Camere di Commercio sono delegate le funzioni relative:
a) al rilascio degli identificativi e dei contrassegni nautici, nonché delle autorizzazioni e relative variazioni,
sospensioni o revoche;
b) agli adempimenti relativi alle rilevazioni e ai controlli sui consumi di carburante per autotrazione, sia a
prezzo ridotto, sia a prezzo pieno;
c) al rimborso ai gestori delle riduzioni di prezzo praticate ai beneficiari, ivi comprese le funzioni relative
alla sospensione del rimborso o al recupero di somme indebitamente rimborsate, senza alcun onere a
carico dell’Amministrazione regionale;
d) agli adempimenti relativi all’applicazione delle sanzioni amministrative;
e) al recupero nei confronti dei beneficiari delle somme relative alle riduzioni di prezzo indebitamente
usufruite;
f) all’aggiornamento della banca dati nei tempi e con le modalità stabiliti nella convenzione di cui al comma 3.
2. Gli identificativi e i contrassegni nautici sono acquisiti dalle Camere di Commercio in via unitaria.
3. Per le finalità di cui al comma 1, l’Amministrazione regionale stipula apposita convenzione con le Camere di Commercio in cui sono definite, in particolare, le modalità operative per lo svolgimento dell’attività delegata.
4. L’Amministrazione regionale è autorizzata a sostenere le spese relative alla realizzazione e alla gestione della banca dati per l’attuazione della presente legge.
5. L’Amministrazione regionale emana opportune direttive ai fini dell’applicazione della presente legge e
del coordinamento dell’attività delle Camere di Commercio.>>.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
14
Art. 6 modifiche all’articolo 9 della legge regionale 47/1996
1. All’articolo 9 della legge regionale 47/1996 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 2 le parole <<comunicare alla propria Camera di Commercio>> sono sostituite dalle seguenti: <<produrre la stampa riepilogativa di cui all’allegato B), punto 4), e a trasmettere alla banca dati
informatica>>;
b) al comma 3 bis è aggiunto, infine, il seguente periodo: <<Al POS sono inibite nuove operazioni fino
all’avvenuta trasmissione dei dati di cui ai commi 2 e 3, riferiti al giorno precedente.>>;
c) il comma 3 ter è sostituito dal seguente:
<<3 ter. Ove non sia possibile effettuare la trasmissione telematica dei dati, il gestore è tenuto a far
pervenire alla competente Camera di Commercio, entro il terzo giorno successivo alla mancata trasmissione, la stampa riepilogativa unitamente ai dati presenti nel registro dell’UTF, ai fini dell’aggiornamento
degli archivi informatici da parte della Camera di Commercio medesima.>>.
Art. 7 modifica all’articolo 10 della legge regionale 47/1996
1. L’articolo 10 della legge regionale 47/1996 è sostituito dal seguente:
<<Art. 10 rimborsi delle riduzioni di prezzo
1. Le Camere di Commercio rimborsano ai gestori le riduzioni di prezzo praticate ai beneficiari, di norma
con cadenza settimanale.
2. I rimborsi sono effettuati sulla base dei dati memorizzati nella banca dati informatica, fermo restando
il disposto di cui all’articolo 13, comma 5.
3. Per l’applicazione delle disposizioni di cui ai commi 1 e 2 sono autorizzate aperture di credito a favore
del Segretario generale in carica presso ciascuna Camera di Commercio, in qualità di funzionario delegato, anche in deroga ai limiti di importo previsti dall’articolo 9, comma 3, del decreto del Presidente della
Repubblica 20 aprile 1994, n. 367 (Regolamento recante semplificazione e accelerazione delle procedure di spesa e contabili).
4. In deroga alle disposizioni contabili vigenti, le somme relative alle riduzioni di prezzo praticate in corso
d’anno, e non rimborsate entro la chiusura dell’esercizio cui si riferiscono, sono imputate allo stanziamento dell’esercizio successivo, in conto competenza.
5. In deroga all’articolo 59 bis del regio decreto 18 novembre 1923, n. 2440 (Nuove disposizioni sull’amministrazione del patrimonio e sulla contabilità generale dello Stato), i funzionari delegati possono
utilizzare i fondi della successiva apertura di credito anche quando i fondi della precedente apertura di
credito non sono esauriti.
6. Le somme accreditate al funzionario delegato, e non utilizzate entro la chiusura dell’esercizio, costituiscono economia di bilancio.>>.
Art. 8 modifica all’articolo 11 della legge regionale 47/1996
1. L’articolo 11 della legge regionale 47/1996 è abrogato.
Art. 9 modifica all’articolo 12 bis della legge regionale 47/1996
1. Al comma 2 dell’articolo 12 bis della legge regionale 47/1996, le parole <<di cui agli articoli 15 e 15
bis>> sono soppresse.
Art. 10 modifiche all’articolo 13 della legge regionale 47/1996
1. All’articolo 13 della legge regionale 47/1996 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 1 dopo le parole <<e dall’Amministrazione regionale>> sono aggiunte le seguenti: <<nell’ambito delle rispettive competenze>>;
b) il comma 4 è sostituito dal seguente:
<<4. Gli organi dell’Amministrazione regionale, dell’Amministrazione finanziaria, delle Amministrazioni
comunali e dell’Autorità marittima segnalano alle Camere di Commercio competenti per territorio le violazioni alle prescrizioni della presente legge di cui vengono a conoscenza nello svolgimento dell’attività
istituzionale e di controllo.>>;
c) il comma 5 è sostituito dal seguente:
<<5. A seguito delle segnalazioni di cui al comma 4 o di riscontrate anomalie, le Camere di Commercio
sospendono il rimborso di cui all’articolo 10 oppure procedono al recupero delle somme indebitamente
rimborsate o usufruite.>>.
Art. 11 modifiche all’articolo 15 della legge regionale 47/1996
1. All’articolo 15 della legge regionale 47/1996 sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 2 le parole <<indebitamente percepite>> sono sostituite dalle seguenti: <<percepite indebitamente o in eccedenza rispetto a quelle spettanti in base alla presente legge>>;
b) al comma 2 la parola <<beneficiata>> è sostituita dalle seguenti: <<percepita indebitamente o in
10 dicembre 2008
50
15
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
eccedenza rispetto a quella spettante in base alla presente legge>>;
c) al comma 2 bis le parole <<da dieci a venti>> sono sostituite dalle seguenti: <<da quattro a dieci>>;
d) al comma 2 bis la parola <<fruita>> è sostituita dalle seguenti: <<percepita indebitamente o in eccedenza rispetto a quella spettante in base alla presente legge>>;
e) dopo il comma 3 bis è inserito il seguente:
<<3 ter. È soggetto alla restituzione delle riduzioni del prezzo indebitamente fruite, maggiorate degli
interessi legali vigenti al momento del consumo illecito e alla sanzione amministrativa del pagamento
di una somma di denaro da quattro a dieci volte la riduzione di prezzo fruita, il beneficiario che destina al
consumo non personale il carburante acquistato a prezzo ridotto.>>.
Art. 12 modifiche all’articolo 15 bis della legge regionale 47/1996
1. All’articolo 15 bis della legge regionale 47/1996 sono apportate le seguenti modifiche:
a) dopo il comma 4 sono inseriti i seguenti commi:
<<4 bis. È soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da venti a
trenta volte le riduzioni di prezzo non effettivamente praticate il gestore che inserisce tramite POS dati
relativi a consumi non effettivi di carburanti a prezzo ridotto.
4 ter. Le somme relative alle riduzioni di prezzo non effettivamente praticate di cui al comma 4 bis, e
per le quali è stato disposto il rimborso da parte della Camera di Commercio competente per territorio,
sono recuperate, con la maggiorazione degli interessi calcolati al tasso legale vigente al momento delle
erogazioni a titolo di rimborso, anche mediante compensazione sui successivi rimborsi.>>;
b) il comma 5 è abrogato.
Art. 13 modifica all’articolo 16 della legge regionale 47/1996
1. L’articolo 16 della legge regionale 47/1996 è abrogato.
Art. 14 modifica all’articolo 16 ter della legge regionale 47/1996
1. Al comma 1 dell’articolo 16 ter della legge regionale 47/1996, le parole <<e trasmettono alla Regione
copia dei verbali di contestazione, delle ordinanze-ingiunzioni e delle ordinanze di archiviazione emessi,
dando altresì notizia degli eventuali pagamenti in misura ridotta effettuati ai sensi dell’articolo 7 della
legge regionale 1/1984, entro quindici giorni dalla notifica degli atti e dai pagamenti in misura ridotta>>
sono soppresse.
Art. 15 modifica all’articolo 19 della legge regionale 47/1996
1. Al comma 1 dell’articolo 19 della legge regionale 47/1996 le parole <<almeno ogni sei mesi>> sono
sostituite dalla seguente: <<annualmente>>.
Art. 16 modifica all’allegato B della legge regionale 47/1996
1. Alla lettera a) del numero 3 del punto 1) dell’allegato B) alla legge regionale 47/1996, le parole <<la
cittadinanza e>> sono soppresse.
Art. 17 termini per le istanze di rimborso
1. Le Compagnie petrolifere e i titolari di plurime autorizzazioni di cui all’articolo 2, comma 1, della legge
regionale 8/2002, nei casi in cui non sussistano convenzioni di fornitura del prodotto con una Compagnia petrolifera, sono tenuti a inoltrare all’Amministrazione regionale entro il 31 dicembre 2009, a
pena di decadenza, le istanze di rimborso relative alle riduzioni di prezzo praticate negli anni 2008 e
precedenti.
Art. 18 applicazione
1. Gli articoli da 1 a 15, ad eccezione dell’articolo 11, comma 1, lettere da a) a d), si applicano a decorrere
dall’1 giugno 2009, ferma restando l’applicazione della disciplina previgente ai procedimenti di rimborso,
sanzionatori e di recupero riferiti a consumi effettuati anteriormente a tale data.
2. L’articolo 11, comma 1, lettere da a) a d), entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione della
presente legge nel Bollettino Ufficiale della Regione e si applica anche alle violazioni commesse anteriormente a tale data non ancora contestate o per le quali il procedimento sanzionatorio sia ancora
pendente.
La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a
chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.
Data a Trieste, addì 5 dicembre 2008
TONDO
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
16
NOTE
Avvertenza
Il testo delle note qui pubblicate è stato redatto ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale 13 maggio 1991, n.
18, come da ultimo modificato dall’articolo 85, comma 1, della legge regionale 30/1992, al solo fine di facilitare la
lettura delle disposizioni di legge modificate o alle quali è operato il rinvio.
Restano invariati il valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Note all’articolo 1
- Il testo dell’articolo 10 della legge regionale 6 marzo 2002, n. 8, è il seguente:
Art. 10 verifiche comunali degli impianti esistenti
1. Entro quattro mesi dall’entrata in vigore del Piano, i Comuni verificano l’idoneità’ tecnica degli impianti esistenti
ai fini della sicurezza sanitaria e ambientale e la loro compatibilità territoriale sulla base delle fattispecie individuate
dal Piano.
2. Le risultanze concernenti le verifiche di cui al comma 1 sono comunicate all’interessato e trasmesse alle Province, alla Regione, al competente Ufficio tecnico di finanza, al Ministero per le attività produttive e al Ministero
dell’ambiente.
3. Trascorso il termine di cui al comma 1 senza che il Comune abbia sottoposto gli impianti alla verifica di idoneità e
compatibilità, provvedono in via sostitutiva le Province entro il termine di novanta giorni.
4. Entro i termini previsti dai commi 1 e 3 e fatte salve le disposizioni di cui all’articolo 11, i Comuni dichiarano la
decadenza delle autorizzazioni per gli impianti che ricadono nelle fattispecie di inidoneità tecnica ovvero di incompatibilità territoriale previste dal Piano.
5. Sono esclusi dalle verifiche di cui al comma 1 gli impianti già inseriti dal titolare nei programmi di chiusura e smantellamento di cui all’articolo 11, comma 1, fermi restando i poteri di intervento comunale in caso di rischio sanitario
o ambientale.
6. Il controllo, la verifica e la certificazione concernenti la sicurezza sanitaria sono effettuati dall’Azienda sanitaria
locale competente per territorio, ai sensi dell’articolo 7 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive
modifiche e integrazioni.
7. Alla scadenza del termine di cui al comma 3, in assenza delle verifiche, l’autorizzazione all’esercizio dell’impianto
si intende confermata.
- Il testo dell’articolo 8 del decreto del Presidente della Regione 16 dicembre 2002, n. 0394/Pres., è il seguente:
Art. 8 incompatibilità territoriale
1. E’ considerato incompatibile l’impianto che rientra in almeno una delle seguenti fattispecie:
a) è situato in zone pedonali o in zone a traffico limitato in modo permanente, all’interno dei centri abitati;
b) è localizzato in corrispondenza di biforcazioni di strade di uso pubblico con incroci ad Y e ubicato sulla cuspide
degli stessi con accessi su più strade pubbliche, al di fuori dei centri abitati;
c) è localizzato all’interno di curve aventi raggio minore od uguale a 100 metri, salvo si tratti di unico impianto in
comuni montani, al di fuori dei centri abitati;
d) è privo di sede propria o ha larghezza inferiore a metri 3 e il rifornimento al veicolo, nei Comuni classificati montani
ricompresi nelle zone omogenee «B» e «C» di cui all’articolo 3 della legge regionale 13/ 2000, e al veicolo o all’impianto negli altri Comuni, avviene sulla sede stradale;
e) è localizzato a distanza non regolamentare da intersezioni o accessi di rilevante importanza ai sensi delle norme
in materia di sicurezza stradale e tutela del traffico urbano ed extraurbano e non è possibile l’adeguamento ai fini
viari a causa di costruzioni esistenti o impedimenti naturali. Gli indirizzi per l’identificazione delle intersezioni e degli
accessi di rilevante importanza presenti sul territorio comunale sono stabiliti dal Comune.
2. Il Comune, verificata l’esistenza di una delle fattispecie di incompatibilità provvede a comunicare le risultanze delle verifiche e a dichiarare la decadenza dell’autorizzazione con le modalità e nei termini di cui all’articolo 10, commi
2 e 4, della legge regionale 8/2002.
3. Gli impianti che ricadono nelle fattispecie di incompatibilità per effetto delle verifiche di cui all’articolo 10 della
legge regionale 8/2002 possono essere rilocalizzati in altra area idonea, indicata dal Comune o dal titolare dell’autorizzazione, ai sensi del successivo articolo 9, con le modalità e i termini di cui all’articolo 11 della legge regionale
8/2002 e nel rispetto delle superfici di cui all’articolo 5 e delle distanze di cui all’articolo 6. E’ ammessa una variazione
percentuale entro il limite del 30 per cento con riferimento alle distanze di cui all’articolo 6, lettera b), per gli impianti
incompatibili situati entro la delimitazione di centro abitato.
- Il testo dell’articolo 83 bis del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, come inserito dalla legge di conversione 6
agosto 2008, n. 133, è il seguente:
Art. 83-bis tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell’autotrasporto di cose per conto di
terzi
1. L’Osservatorio sulle attività di autotrasporto di cui all’articolo 9 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286,
sulla base di un’adeguata indagine a campione e tenuto conto delle rilevazioni effettuate mensilmente dal Ministero dello sviluppo economico sul prezzo medio del gasolio per autotrazione, determina mensilmente il costo medio
del carburante per chilometro di percorrenza, con riferimento alle diverse tipologie di veicoli, e la relativa incidenza.
2. Lo stesso Osservatorio, con riferimento alle tipologie dei veicoli, determina, il quindicesimo giorno dei mesi di
giugno e dicembre, la quota, espressa in percentuale, dei costi di esercizio dell’impresa di autotrasporto per conto
di terzi rappresentata dai costi del carburante.
10 dicembre 2008
50
17
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
3. Le disposizioni dei commi da 4 a 11 del presente articolo sono volte a disciplinare i meccanismi di adeguamento
dei corrispettivi dovuti dal mittente per i costi del carburante sostenuti dal vettore e sono sottoposte a verifica con
riferimento all’impatto sul mercato, dopo un anno dalla data della loro entrata in vigore.
4. Qualora il contratto di trasporto sia stipulato in forma scritta, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 21
novembre 2005, n. 286, lo stesso contratto, ovvero la fattura emessa dal vettore per le prestazioni ivi previste, evidenzia, ai soli fini civilistici e amministrativi, la parte del corrispettivo dovuto dal mittente, corrispondente al costo
del carburante sostenuto dal vettore per l’esecuzione delle prestazioni contrattuali. Tale importo deve corrispondere
al prodotto dell’ammontare del costo chilometrico determinato ai sensi del comma 1, nel mese precedente a quello
dell’esecuzione del trasporto, moltiplicato per il numero dei chilometri corrispondenti alla prestazione indicata nel
contratto o nella fattura.
5. Nel caso in cui il contratto abbia ad oggetto prestazioni di trasporto da effettuare in un arco temporale eccedente
i trenta giorni, la parte del corrispettivo corrispondente al costo del carburante sostenuto dal vettore per l’esecuzione delle prestazioni contrattuali, così come già individuata nel contratto o nelle fatture emesse con riferimento
alle prestazioni effettuate dal vettore nel primo mese di vigenza dello stesso, è adeguata sulla base delle variazioni
intervenute nel prezzo del gasolio da autotrazione accertato ai sensi del comma 1, laddove dette variazioni superino del 2 per cento il valore preso a riferimento al momento della sottoscrizione del contratto stesso o dell’ultimo
adeguamento effettuato.
6. Qualora il contratto di trasporto di merci su strada non sia stipulato in forma scritta, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, la fattura emessa dal vettore evidenzia, ai soli fini civilistici e amministrativi, la parte del corrispettivo dovuto dal mittente, corrispondente al costo del carburante sostenuto dal vettore per
l’esecuzione delle prestazioni contrattuali. Tale importo deve corrispondere al prodotto dell’ammontare del costo
chilometrico determinato, per la classe cui appartiene il veicolo utilizzato per il trasporto, ai sensi del comma 1, nel
mese precedente a quello dell’esecuzione del trasporto, per il numero di chilometri corrispondenti alla prestazione
indicata nella fattura.
7. La parte del corrispettivo dovuto al vettore, diversa da quella di cui al comma 6, deve corrispondere a una quota
dello stesso corrispettivo che, fermo restando quanto dovuto dal mittente a fronte del costo del carburante, sia
almeno pari a quella identificata come corrispondente a costi diversi dai costi del carburante nel provvedimento di
cui al comma 2.
8. Laddove la parte del corrispettivo dovuto al vettore, diversa da quella di cui al comma 6, risulti indicata in un importo inferiore a quello indicato al comma 7, il vettore può chiedere al mittente il pagamento della differenza. Qualora il contratto di trasporto di merci su strada non sia stato stipulato in forma scritta, l’azione del vettore si prescrive
decorsi cinque anni dal giorno del completamento della prestazione di trasporto. Qualora il contratto di trasporto
sia stipulato in forma scritta, l’azione del vettore si prescrive in un anno ai sensi dell’articolo 2951 del codice civile.
9. Se il committente non provvede al pagamento entro i quindici giorni successivi, il vettore può proporre, entro i
successivi quindici giorni, a pena di decadenza, domanda d’ingiunzione di pagamento mediante ricorso al giudice
competente, ai sensi dell’articolo 638 del codice di procedura civile, producendo la documentazione relativa alla
propria iscrizione all’albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, la carta di circolazione del veicolo utilizzato per l’esecuzione del trasporto, la fattura per i corrispettivi inerenti alla prestazione di trasporto, la documentazione relativa all’avvenuto pagamento dell’importo indicato e i calcoli con cui viene determinato l’ulteriore corrispettivo
dovuto al vettore ai sensi dei commi 7 e 8. ll giudice, verificata la regolarità della documentazione e la correttezza
dei calcoli prodotti, ingiunge al committente, con decreto motivato, ai sensi dell’articolo 641 del codice di procedura
civile, di pagare l’importo dovuto al vettore senza dilazione, autorizzando l’esecuzione provvisoria del decreto ai
sensi dell’articolo 642 del codice di procedura civile e fissando il termine entro cui può essere fatta opposizione, ai
sensi delle disposizioni di cui al libro IV, titolo I, capo I, del medesimo codice.
10. Fino a quando non saranno disponibili le determinazioni di cui ai commi 1 e 2, l’importo dell’adeguamento automatico del corrrispettivo dovuto dal committente per l’incremento dei costi del carburante sostenuto dal vettore
è calcolato sulla base delle rilevazioni mensili effettuate dal Ministero dello sviluppo economico e si applica ai corrispettivi per le prestazioni di trasporto pattuite nei mesi precedenti qualora le variazioni intervenute nel prezzo del
gasolio superino del 2 per cento il valore preso a riferimento al momento della conclusione del contratto. Inoltre, la
quota di cui al comma 2, è pari al 30 per cento per i veicoli di massa complessiva pari o superiore a 20 tonnellate, al
20 per cento per i veicoli di massa complessiva inferiore a 20 tonnellate e pari o superiore a 3,5 tonnellate e al 10 per
cento per i veicoli di massa complessiva inferiore a 3,5 tonnellate.
11. Le disposizioni dei commi da 3 a 10 del presente articolo trovano applicazione con riferimento agli aumenti
intervenuti nel costo del gasolio a decorrere dal 1° luglio 2008 o dall’ultimo adeguamento effettuato.
12. ll termine di pagamento del corrispettivo relativo ai contratti di trasporto di merci su strada, nei quali siano parte
i soggetti che svolgono professionalmente operazioni di trasporto, è fissato in trenta giorni dalla data di emissione
della fattura da parte del creditore, salvo diversa pattuizione scritta fra le parti, in applicazione del decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231.
13. In caso di mancato rispetto del termine di cui al comma 12, il creditore ha diritto alla corresponsione degli interessi moratori di cui all’articolo 5 del decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231.
14. Ferme restando le sanzioni previste dall’articolo 26 della legge 6 giugno 1974, n. 298, e successive modificazioni,
e dall’articolo 7 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, ove applicabili, alla violazione delle norme di cui
ai commi 6, 7, 8 e 9 consegue la sanzione dell’esclusione fino a sei mesi dalla procedura per l’affidamento pubblico
della fornitura di beni e servizi, nonché la sanzione dell’esclusione per un periodo di un anno dai benefici fiscali,
finanziari e previdenziali di ogni tipo previsti dalla legge.
15. Le sanzioni indicate al comma 14 sono applicate dall’autorità competente.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
18
16. Non si dà luogo all’applicazione delle sanzioni introdotte dal comma 14 nel caso in cui le parti abbiano stipulato
un contratto di trasporto conforme a un accordo volontario concluso, tra la maggioranza delle organizzazioni associative dei vettori e degli utenti dei servizi di trasporto rappresentati nella Consulta generale per l’autotrasporto e
per la logistica, per disciplinare lo svolgimento dei servizi di trasporto in uno specifico settore merceologico.
17. Al fine di garantire il pieno rispetto delle disposizioni dell’ordinamento comunitario in materia di tutela della
concorrenza e di assicurare il corretto e uniforme funzionamento del mercato, l’installazione e l’esercizio di un impianto di distribuzione di carburanti non possono essere subordinati alla chiusura di impianti esistenti né al rispetto
di vincoli, con finalità commerciali, relativi a contingentamenti numerici, distanze minime tra impianti e tra impianti
ed esercizi o superfici minime commerciali o che pongono restrizioni od obblighi circa la possibilità di offrire, nel
medesimo impianto o nella stessa area, attività e servizi integrativi.
18. Le disposizioni di cui al comma 17 costituiscono principi generali in materia di tutela della concorrenza e livelli
essenziali delle prestazioni ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione.
19. All’articolo 1, comma 3, primo periodo, del decreto legislativo 11 febbraio 1998, n. 32, le parole: «iscritto al relativo albo professionale» sono sostituite dalle seguenti: «abilitato ai sensi delle specifiche normative vigenti nei Paesi
dell’Unione europea».
20. All’articolo 7, comma 1, del decreto legislativo 11 febbraio 1998, n. 32, le parole: «e a fronte della chiusura di
almeno settemila impianti nel periodo successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo»
sono soppresse.
21. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, nell’ambito dei propri poteri di programmazione del
territorio, promuovono il miglioramento della rete distributiva dei carburanti e la diffusione dei carburanti ecocompatibili, secondo criteri di efficienza, adeguatezza e qualità del servizio per i cittadini, nel rispetto dei principi di non
discriminazione previsti dal comma 17 e della disciplina in materia ambientale, urbanistica e di sicurezza.
22. Il Ministro dello sviluppo economico, sentita l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, determina entro sei mesi
dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto i criteri di vettoriamento del gas per
autotrazione attraverso le reti di trasporto e distribuzione del gas naturale.
23. Le somme disponibili per il proseguimento degli interventi a favore dell’autotrasporto sul fondo di cui all’articolo 1, comma 918, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, al netto delle misure previste dal regolamento di cui al
decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 2007, n. 273, sono destinate, in via prioritaria e per gli importi
indicati nei commi 24, 25, 26 e 28 del presente articolo, a interventi in materia di riduzione dei costi di esercizio
delle imprese di autotrasporto di merci, con particolare riferimento al limite di esenzione contributiva e fiscale delle
indennità di trasferta e all’imponibilità, ai fini del reddito da lavoro dipendente, delle maggiorazioni corrisposte per le
prestazioni di lavoro straordinario, nonché a incentivi per la formazione professionale e per processi di aggregazione
imprenditoriale.
24. Nel limite di spesa di complessivi 30 milioni di euro, sono rideterminati:
a) la quota di indennità percepita nell’anno 2008 dai prestatori di lavoro addetti alla guida dipendenti delle imprese
autorizzate all’autotrasporto di merci per le trasferte o le missioni fuori del territorio comunale effettuate nel medesimo anno, di cui al comma 5 dell’articolo 51 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente
della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, che non concorre a formare il reddito di
lavoro dipendente, ferme restando le ulteriori disposizioni del medesimo comma 5;
b) l’importo della deduzione forfetaria relativa a trasferte effettuate fuori dal territorio comunale nel periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, previsto dall’articolo 95,
comma 4, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre
1986, n. 917, e successive modificazioni, al netto delle spese di viaggio e trasporto.
25. Nel limite di spesa di 30 milioni di euro, è fissata la percentuale delle somme percepite nel 2008 relative alle prestazioni di lavoro straordinario di cui al decreto legislativo 8 aprile 2003, n. 66, e successive modificazioni, effettuate
nel medesimo anno dai prestatori di lavoro addetti alla guida dipendenti delle imprese autorizzate all’autotrasporto
di merci, che non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi. Ai fini dell’applicazione
dell’imposta sostitutiva di cui all’articolo 2 del decreto-legge 27 maggio 2008, n. 93, convertito, con modificazioni,
dalla legge 24 luglio 2008, n. 126, le somme di cui al periodo precedente rilevano nella loro interezza.
26. Per l’anno 2008, nel limite di spesa di 40 milioni di euro, è riconosciuto un credito di imposta corrispondente a
quota parte dell’importo pagato quale tassa automobilistica per l’anno 2008 per ciascun veicolo, di massa massima
complessiva non inferiore a 7,5 tonnellate, posseduto e utilizzato per la predetta attività. La misura del credito di
imposta deve essere determinata in modo tale che, per i veicoli di massa massima complessiva superiore a 11,5
tonnellate, sia pari al doppio della misura del credito spettante per i veicoli di massa massima complessiva compresa tra 7,5 e 11,5 tonnellate. ll credito di imposta è usufruibile in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni, non è rimborsabile, non concorre alla formazione del
valore della produzione netta di cui al decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, e successive modificazioni, né
dell’imponibile agli effetti delle imposte sui redditi e non rileva ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma
5, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.
917, e successive modificazioni (187) .
27. Tenuto conto del numero degli aventi diritto e dei limiti di spesa indicati nei commi 24, 25 e 26, con provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle entrate e, limitatamente a quanto previsto dal comma 25, di concerto con
il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, sono stabiliti la quota di indennità non imponibile, gli
importi della deduzione forfetaria, la percentuale delle somme per lavoro straordinario non imponibile e la misura
del credito di imposta, previsti dai medesimi commi, nonché le eventuali disposizioni applicative necessarie per
assicurare il rispetto dei limiti di spesa di cui al comma 29 (188) .
10 dicembre 2008
50
19
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
28. Agli incentivi per le aggregazioni imprenditoriali e alla formazione professionale sono destinate risorse rispettivamente pari a 9 milioni di euro e a 7 milioni di euro. Con regolamenti governativi, da adottare entro novanta giorni
dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono disciplinate le modalità di erogazione delle risorse di cui al presente comma.
29. Agli oneri derivanti dall’attuazione dei commi 24, 25, 26 e 28, pari a complessivi 116 milioni di euro, di cui 106,5
milioni di euro per l’anno 2008 e 9,5 milioni di euro per l’anno 2009, si fa fronte con le risorse disponibili sul fondo di
cui al comma 918 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
30. Le misure previste dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 2007, n. 273,
sono estese all’anno 2009, nell’ambito degli interventi consentiti in attuazione dell’articolo 9 del presente decreto,
previa autorizzazione della Commissione europea.
31. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti individua, tra le misure del presente articolo, quelle relativamente
alle quali occorre la previa verifica della compatibilità con la disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato, ai
sensi dell’articolo 87 del Trattato che istituisce la Comunità europea.
- Il testo dell’articolo 2 della legge regionale 23 aprile 1990, n. 17, come modificato dall’articolo 15 della legge regionale 8/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 2
1. Gli impianti assicurano servizio per una durata media, calcolata su una base annua, di 52 ore settimanali.
1 bis. A decorrere dalla scadenza dei termini di cui all’articolo 11, comma 1, della legge regionale 6 marzo 2002,
n. 8 previsti per completare i programmi di chiusura e smantellamento degli impianti, l’orario massimo di servizio
può essere aumentato dal gestore fino al 50 per cento dell’orario minimo stabilito. Ciascun gestore può stabilire
autonomamente la modulazione dell’orario di servizio e del periodo di riposo, nei limiti prescritti dal comma 2, previa
comunicazione al Comune.
2. Fermo restando detto limite, gli impianti devono rimanere comunque aperti dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore
15.30 alle ore 19.
3. I Comuni, data l’ esigenza di uniformità del servizio a garanzia dell’ utenza, devono di norma fissare gli orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione di carburante, dal lunedì al sabato mattina, dalle ore 7.30 alle ore 12.30
e dalle ore 14.30 alle ore 19 nel periodo invernale; dalle ore 7.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.30 nel periodo estivo. L’ inizio e la durata dei periodi vengono determinati corrispondentemente alla fissazione dell’ ora legale.
4. I gestori, nel rispetto del limite massimo di ore di apertura sopra determinato, possono discostarsi dagli orari
indicati nel comma 3, anticipando o posticipando per un periodo massimo di trenta minuti ciascuno l’apertura e la
chiusura, previa comunicazione al Comune.
4 bis. Nei casi di cui ai commi 1 bis e 4, l’Amministrazione comunale ha facoltà di negare il proprio assenso qualora
ravvisi nella richiesta di modulazione dell’orario motivi di incompatibilità con le esigenze di servizio pubblico.
Nota all’articolo 2
- Il testo dell’articolo 3 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 5 della
legge regionale 9/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 3 definizioni
1. Ai fini della presente legge vengono definiti:
a) con il termine << beneficiari >>:
1) le persone fisiche residenti nella regione intestatarie, cointestatarie o titolari di diritto di usufrutto dei mezzi
autorizzati a beneficiare della riduzione del prezzo alla pompa dei carburanti per autotrazione, intendendo con tale
termine i carburanti destinati all’esclusivo consumo personale, utilizzati per rifornire i mezzi. Per intestatari o cointestatari di mezzi si intendono, oltre ai proprietari, anche i soggetti indicati nella carta di circolazione quali locatari dei mezzi
in leasing;
2) i soggetti autorizzati in via permanente al rifornimento di mezzi intestati ad organizzazioni senza fini di lucro operanti nei settori espressamente indicati al comma 1 dell’articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460
e successive modificazioni ed integrazioni, la cui attività sia caratterizzata dal perseguimento di esclusive finalità di
solidarietà sociale, di seguito denominate <<Organizzazioni>>;
b) con il termine << mezzi >>:
1) gli autoveicoli ed i motoveicoli soggetti ad iscrizione nei Pubblici Registri Automobilistici della regione;
2) le unità da diporto indicate all’articolo 1, quarto comma, della legge 11 febbraio 1971, n. 50 e successive modificazioni ed integrazioni;
c) con il termine << identificativi >> le tessere uniformate alle caratteristiche tecniche di cui all’allegato A), punto 1);
d) con il termine << autorizzazioni >> le abilitazioni degli identificativi per l’ottenimento dei benefici della presente
legge, effettuate mediante memorizzazione dei dati di cui all’allegato B), punto 1);
d bis) con il termine “variazione di autorizzazione” si intende ogni modifica dei dati memorizzati sull’identificativo
all’atto del rilascio dell’autorizzazione;
e) con il termine << contrassegno nautico >> il documento avente le caratteristiche tecniche di cui all’allegato A),
punto 3);
f) con il termine << POS >> gli apparecchi uniformati alle caratteristiche tecniche di cui all’allegato A), punto 2);
g) con il termine <<gestore>> l’esercente l’impianto di distribuzione di carburanti situato nel territorio regionale dotato
di POS;
g bis) con il termine “Carta del cittadino” si intende l’identificativo sul quale sono memorizzati i dati necessari per
consentire la fruizione di servizi in vari settori di carattere istituzionale.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
20
g ter) con il termine <<sistema informatico>> l’insieme delle procedure e degli archivi informatici per la gestione dei
carburanti a prezzo ridotto.
Nota all’articolo 3
- Il testo dell’articolo 5 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come sostituito dall’ articolo 5, comma 1, della
legge regionale 11/2000, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 5 entità della riduzione di prezzo
1. La riduzione di prezzo e’ determinata in relazione alla fascia di appartenenza del Comune di residenza dei beneficiari, nel rispetto del disposto di cui all’articolo 1, comma 2.
2. L’entità’ della riduzione di prezzo spettante alle Organizzazioni e’ determinata in relazione alla fascia di appartenenza del Comune presso il quale l’Organizzazione stessa ha sede legale o sede secondaria.
3. La riduzione di prezzo spettante per il rifornimento di unità da diporto e’ quella stabilita per la fascia territoriale
nella quale sono inseriti i Comuni con minor distanza dal valico confinario.
4. I beneficiari hanno titolo alla riduzione del prezzo alla pompa per ogni rifornimento effettuato con le modalità
stabilite dalla presente legge in tutti i punti vendita dotati di POS situati nel territorio regionale.
Nota all’articolo 4
- Il testo dell’articolo 6 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 5,
comma 1, della legge regionale 17/2004, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 6 modalità di erogazione
1. Per l’acquisto dei carburanti per autotrazione a prezzo ridotto il beneficiario e’ tenuto a consegnare al gestore del
punto vendita, dotato di un POS, l’identificativo relativo al mezzo per il quale e’ stato rilasciato.
2. Il gestore e’ tenuto a verificare che il mezzo sul quale viene effettuato il rifornimento sia quello risultante dall’identificativo. La verifica può essere effettuata anche mediante l’ausilio di apparati visivi ed elettronici, nonché di dispositivi atti a controllare informaticamente la corrispondenza fra il veicolo rifornito e i dati della tessera utilizzata.
3. Effettuato il rifornimento il gestore e’ tenuto immediatamente a rilevare tramite il POS il quantitativo di litri
erogati e contestualmente memorizzati dall’apparecchio sull’identificativo ed a rilasciare al beneficiario lo scontrino
emesso dal POS, con le modalità ed i contenuti indicati nell’allegato B), punto 3).
4. Il beneficiario e’ tenuto a verificare la corrispondenza del quantitativo di litri erogati con quanto riportato nello
scontrino del POS.
5. Le operazioni descritte nei commi 2 e 3 a cura del gestore possono essere validamente effettuate anche da addetti alla vendita dei carburanti per autotrazione muniti di POS preposti dal gestore del punto vendita.
6. Il gestore e’ tenuto a dare idonea evidenza al pubblico dei prezzi praticati, che devono essere debitamente riportati nei POS.
6 bis. L’Amministrazione regionale procede alla rilevazione dei prezzi praticati alla pompa da ogni impianto nel territorio regionale, dando periodicamente massima diffusione delle relative elaborazioni, anche mediante il sito INTERNET regionale.
6 ter. La mancata evidenza al pubblico dei prezzi praticati o l’applicazione di prezzi diversi rispetto a quelli esposti
comporta in capo al gestore dell’impianto l’applicazione delle sanzioni previste dalla vigente normativa.
6 quater. ABROGATO
Nota all’articolo 6
- Il testo dell’articolo 9 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 9,
comma 3, della legge regionale 9/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 9 autorizzazione alla vendita e relativi adempimenti
1. Ai sensi e per gli effetti della presente legge si intendono autorizzati alla vendita dei carburanti per autotrazione a
prezzo ridotto i gestori di punti vendita dotati dei POS di cui all’articolo 3, comma 1, lettera f).
2. Giornalmente i gestori dei punti vendita sono tenuti a produrre la stampa riepilogativa di cui all’allegato B), punto
4) e a trasmettere alla banca dati informatica i dati memorizzati nei POS, relativi alle quantità di carburanti per autotrazione vendute nella giornata lavorativa. Le comunicazioni devono avvenire, di norma, in via informatica, salvo
causa di forza maggiore. La trasmissione dei dati dai POS avviene tramite rete telefonica con collegamento ad un
programma di gestione delle connessioni su apposite apparecchiature di interfaccia.
3. Ai fini della comunicazione di cui al comma 2 il gestore e’ altresì tenuto a registrare tramite il POS i dati relativi
ai quantitativi di carburante per autotrazione complessivamente venduti, risultanti dalla lettura delle colonnine e
riportati nel registro dell’Ufficio tecnico di finanza (UTF).
3 bis. Il gestore e’ inoltre tenuto, all’inizio di ogni giornata lavorativa, a verificare l’avvenuto corretto invio dei dati dal
POS di cui ai commi 2 e 3, riferiti al giorno precedente. Al POS sono inibite nuove operazioni fino all’avvenuta trasmissione dei dati di cui ai commi 2 e 3, riferiti al giorno precedente.
3 ter. Ove non sia possibile effettuare la trasmissione telematica dei dati, il gestore è tenuto a far pervenire alla competente Camera di Commercio, entro il terzo giorno successivo alla mancata trasmissione, la stampa riepilogativa unitamente ai dati presenti nel registro dell’UTF, ai fini dell’aggiornamento degli archivi informatici da parte della Camera di
Commercio medesima.
4. Il gestore del punto vendita non può consentire il rifornimento a prezzo ridotto qualora l’identificativo a tal fine
consegnato risulti rilasciato per un mezzo diverso rispetto a quello per il quale e’ richiesto il rifornimento o risulti
disabilitato.
4 bis. Le notizie ai gestori relative all’avvenuto corretto invio dei dati all’elaboratore centrale di cui al comma 3 bis ed
10 dicembre 2008
50
21
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
alle disabilitazioni degli identificativi di cui al comma 4 avvengono mediante comunicazione sui POS, con le modalità
indicate al comma 2.
4 ter. La Giunta regionale, con propria deliberazione, e’ autorizzata ad attuare gli strumenti necessari alla progressiva riduzione e parificazione dei costi relativi alla trasmissione dei dati mediante linea telefonica, di cui al presente
articolo, da tutti i punti vendita di carburante del Friuli-Venezia Giulia.
Nota all’articolo 9
- Il testo dell’articolo 12 bis della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 9,
comma 43, della legge regionale 3/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 12 bis rapporti finanziari e contabili con le Camere di Commercio
1. Le Camere di Commercio svolgono l’attività loro delegata nei modi e nei termini stabiliti con la presente legge e
con la convenzione di cui all’articolo 8.
2. Le Camere di Commercio fanno fronte agli oneri per lo svolgimento dell’attività delegata, ivi compresi quelli derivanti dall’acquisto degli identificativi, con gli introiti derivanti dal rilascio degli identificativi e delle autorizzazioni e
dalle loro variazioni e le entrate derivanti dall’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie.
3. Le Camere di Commercio comunicano alla Regione le determinazioni assunte ai sensi del comma 2 bis dell’articolo 4 nei tempi e modi indicati nella convenzione di cui all’articolo 8.
4. Le somme introitate a titolo di recupero delle riduzioni di prezzo indebitamente percepite ai sensi dell’articolo 15
vengono riversate alla Regione alla fine di ogni trimestre.
Nota all’articolo 10
- Il testo dell’articolo 13 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 26,
comma 1, della legge regionale 11/2000, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 13 vigilanza
1. La vigilanza sulla corretta osservanza delle prescrizioni della presente legge e’ effettuata dalle Camere di Commercio e dall’Amministrazione regionale nell’ambito delle rispettive competenze.
2. ( ABROGATO )
3. Le Camere di Commercio esercitano la vigilanza in relazione alle funzioni ad esse delegate, con i poteri sanzionatori di loro competenza.
4. Gli organi dell’Amministrazione regionale, dell’Amministrazione finanziaria, delle Amministrazioni comunali e dell’Autorità marittima segnalano alle Camere di Commercio competenti per territorio le violazioni alle prescrizioni della
presente legge di cui vengono a conoscenza nello svolgimento dell’attività istituzionale e di controllo.
5. A seguito delle segnalazioni di cui al comma 4 o di riscontrate anomalie, le Camere di Commercio sospendono il rimborso di cui all’articolo 10 oppure procedono al recupero delle somme indebitamente rimborsate o usufruite.
Nota all’articolo 11
- Il testo dell’articolo 15 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 7,
comma 39, della legge regionale 30/2007, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 15 sanzioni amministrative a carico dei privati e restituzione delle riduzioni di prezzo indebitamente percepite
1. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da lire 15.000 a lire 45.000 il
beneficiario che non segnali il venir meno dell’intestazione o titolarità del diritto di usufrutto del mezzo, lo smarrimento, il furto o la distruzione dell’identificativo, del contrassegno nautico o del mezzo entro i termini indicati dal
comma 8 dell’articolo 4.
2. E’ soggetto alla restituzione delle riduzioni di prezzo percepite indebitamente o in eccedenza rispetto a quelle spettanti in base alla presente legge, maggiorate degli interessi calcolati al tasso legale vigente al momento del consumo
illecito e alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da due a quattro volte la riduzione di
prezzo percepita indebitamente o in eccedenza rispetto a quella spettante in base alla presente legge, colui che:
a) effettui rifornimento beneficiando di una riduzione di prezzo superiore a quella spettante in attuazione della
presente legge;
b) utilizzi l’identificativo non essendo più intestatario, cointestatario o titolare di diritto di usufrutto del mezzo.
2 bis. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da quattro a dieci volte la
riduzione di prezzo percepita indebitamente o in eccedenza rispetto a quella spettante in base alla presente legge colui
che commette i fatti previsti al comma 2 omettendo di effettuare le segnalazioni di cui all’articolo 4, comma 8, oltre
il termine di quindici giorni dagli eventi ivi indicati o dalla notizia dei medesimi. La sanzione di cui al presente comma
non si applica qualora l’omissione della segnalazione riguardi la sostituzione del mezzo.
3. E’ soggetto alla restituzione delle riduzioni di prezzo indebitamente percepite, maggiorate degli interessi calcolati
al tasso legale vigente al momento del consumo illecito e alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da quattro a sei volte la riduzione di prezzo beneficiata colui che:
a) utilizzi l’identificativo per rifornire un mezzo diverso rispetto a quello per il quale e’ stato rilasciato;
b) utilizzi senza titolo l’identificativo altrui.
3 bis. Non sono applicabili sanzioni ai sensi del presente articolo e non si da’ luogo a recuperi nei casi determinati
da variazioni di residenza o di sede in altro comune e sostituzioni del mezzo avvenute nei tre giorni antecedenti
il rifornimento, qualora il beneficiario abbia provveduto ad aggiornare la propria posizione ai sensi dell’articolo 4,
comma 8.
3 ter. È soggetto alla restituzione delle riduzioni del prezzo indebitamente fruite, maggiorate degli interessi legali vigenti
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
22
al momento del consumo illecito e alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da quattro a
dieci volte la riduzione di prezzo fruita, il beneficiario che destina al consumo non personale il carburante acquistato a
prezzo ridotto.
4. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da lire 100.000 a lire 300.000:
a) colui che, anche a seguito del venir meno del titolo di proprietà, comproprietà o usufrutto del mezzo, ceda ad altri
il proprio identificativo;
b) il legale rappresentante dell’Organizzazione che non segnali alla Camera di Commercio la variazione dei presupposti che hanno consentito il rilascio dell’autorizzazione o dei nominativi dei soggetti autorizzati in via permanente
al rifornimento del mezzo per il quale e’ stato rilasciato l’identificativo entro quindici giorni dalla variazione.
5. La Camera di Commercio che ha rilasciato l’autorizzazione provvede all’applicazione delle sanzioni di cui ai commi da 1 a 4 e, ove previsto, al contestuale recupero delle somme relative alle riduzioni di prezzo indebitamente
usufruite.
5 bis. Ai fini del recupero delle somme le Camere di Commercio, secondo i rispettivi ordinamenti, applicano le disposizioni di cui agli articoli 52, 55 e 56 della legge regionale 7/2000, anche assumendo le determinazioni in dette
norme previste sui relativi crediti dell’Amministrazione regionale.
Nota all’articolo 12
- Il testo dell’articolo 15 bis della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 7,
comma 40, della legge regionale 30/2007, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 15 bis sanzioni amministrative a carico dei gestori degli impianti
1. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da lire 200.000 a lire 400.000
per ogni rifornimento irregolarmente effettuato il gestore dell’impianto che effettua rifornimento su mezzo diverso
rispetto a quello risultante dall’identificativo.
1 bis. La sanzione di cui al comma 1 è ridotta a un quarto qualora al gestore non sia stato notificato identico provvedimento sanzionatorio per la medesima violazione nei novanta giorni antecedenti l’ultima notifica.
2. E’ soggetto all’ulteriore sanzione amministrativa consistente nella sospensione dell’autorizzazione alla vendita di
carburanti per autotrazione a prezzo ridotto fino a tre mesi, mediante disabilitazione dei POS, il gestore che, anche
avvalendosi della facoltà prevista dall’articolo 7 della legge regionale 17 gennaio 1984, n. 1, sia incorso per cinque
volte durante l’anno nella sanzione di cui al comma 1.
2 bis. La sanzione di cui al comma 1 non e’ applicata nei casi determinati da variazioni di residenza o di sede in altro
comune e sostituzioni del mezzo avvenute nei tre giorni antecedenti il rifornimento, qualora il beneficiario abbia
provveduto ad aggiornare la propria posizione ai sensi dell’articolo 4, comma 8.
3. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da lire 80.000 a lire 210.000 per
ogni rilevazione omessa o scontrino non rilasciato il gestore che non rilevi tramite POS il quantitativo di carburanti
per autotrazione erogati a prezzo ridotto all’atto del rifornimento o non rilasci lo scontrino all’atto del rifornimento.
In caso di recidiva, la sanzione amministrativa viene raddoppiata nei suoi limiti minimi e massimi.
4. E’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da lire 80.000 a lire 210.000
il gestore che a fine giornata non memorizzi sul POS i dati relativi ai quantitativi dei carburanti per autotrazione
complessivamente venduti e non provveda al loro invio all’elaboratore centrale del sistema informatico ai sensi
dell’articolo 9. In caso di recidiva, la sanzione amministrativa viene raddoppiata nei suoi limiti minimi e massimi. La
sanzione non viene applicata qualora la mancata memorizzazione o il mancato invio dei dati all’elaboratore derivino
da guasti o malfunzionamenti delle apparecchiature informatiche.
4 bis. È soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da venti a trenta volte le riduzioni di prezzo non effettivamente praticate il gestore che inserisce tramite POS dati relativi a consumi non effettivi di
carburanti a prezzo ridotto.
4 ter. Le somme relative alle riduzioni di prezzo non effettivamente praticate di cui al comma 4 bis, e per le quali è stato
disposto il rimborso da parte della Camera di Commercio competente per territorio, sono recuperate, con la maggiorazione degli interessi calcolati al tasso legale vigente al momento delle erogazioni a titolo di rimborso, anche mediante
compensazione sui successivi rimborsi.
5. ABROGATO
Nota all’articolo 14
- Il testo dell’articolo 16 ter della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come aggiunto dall’articolo 17, comma
1, della legge regionale 11/2000, e modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 16 ter informazioni sulle sanzioni
1. Per le finalità di cui all’articolo 8, le Camere di Commercio aggiornano, con le modalità stabilite nella convenzione
in detto articolo prevista, l’archivio informatico relativo alle sanzioni.
Nota all’articolo 15
- Il testo dell’articolo 19 della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 13,
comma 1, della legge regionale 9/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
Art. 19 verifiche sugli effetti determinati dall’attuazione della legge
1. La Giunta regionale presenta, annualmente, alla competente Commissione consiliare una relazione sullo stato di
attuazione della presente legge.
2. Le competenti strutture regionali forniscono all’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente - ARPA, con
cadenze periodiche definite congiuntamente, i dati relativi ai consumi dei carburanti per autotrazione nel territorio
10 dicembre 2008
50
23
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
regionale e ogni altra informazione necessaria per lo svolgimento delle sue attività istituzionali, con particolare
riferimento agli effetti ambientali derivanti dalla applicazione della presente legge.
Nota all’articolo 16
- Il testo dell’allegato B della legge regionale 12 novembre 1996, n. 47, come da ultimo modificato dall’articolo 14,
della legge regionale 9/2002, e ulteriormente modificato dal presente articolo, è il seguente:
ALLEGATO B)
1) Modalità di presentazione della domanda per l’ottenimento dell’autorizzazione e dati da memorizzare sull’identificativo all’atto del rilascio dell’autorizzazione stessa.
1. La domanda per l’ottenimento dell’autorizzazione deve contenere i seguenti dati:
A) dati anagrafici:
1) tipo beneficiario (privato, soggetto autorizzato da Organizzazione);
2) nome e cognome;
3) data di nascita;
4) luogo di nascita;
5) cittadinanza;
6) comune di residenza;
7) indirizzo di residenza;
8) codice fiscale;
b) dati relativi al mezzo:
1) targa del veicolo o descrizione dell’unità da diporto;
2) cilindrata;
3) tipo di alimentazione del mezzo (benzina/gasolio).
2. Sull’identificativo, all’atto del rilascio dell’autorizzazione, sono memorizzati i seguenti dati:
a) codice dell’autorizzazione;
b) nome e cognome;
c) codice fiscale;
d) codice ISTAT del comune di residenza o sede dell’Organizzazione;
e) targa del veicolo o sigla assegnata all’unità da diporto risultante dal contrassegno nautico.
3. All’atto della presentazione della domanda devono essere esibiti:
a) un documento comprovante la residenza;
b) la carta di circolazione o la licenza di navigazione del mezzo prevista dall’articolo 8 della legge 50/1971. Per i natanti sprovvisti della licenza di navigazione deve essere presentata una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà,
ai sensi dell’articolo 4 della legge 4 gennaio 1968, n. 15, attestante la proprietà o comproprietà degli stessi;
c) l’attestazione della copertura assicurativa del mezzo, qualora obbligatoria in relazione alla vigente legislazione.
4. Per le sole Organizzazioni, devono essere presentati lo statuto o l’atto costitutivo o l’accordo tra gli aderenti
redatti in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o registrata dal quale risultino la sede legale o
secondaria nel territorio regionale e le finalità dell’Organizzazione, e una dichiarazione resa dal suo legale rappresentante che indica i nominativi dei soggetti autorizzati in via permanente al rifornimento del mezzo per il quale è
richiesto l’identificativo.
2) Dati forniti dalle Amministrazioni comunali relativi alle persone fisiche residenti.
a) codice ISTAT Comune;
b) codice individuale;
c) nome e cognome;
d) data di nascita;
e) luogo di nascita;
f) sesso;
g) cittadinanza;
h) codice fiscale;
i) indirizzo di residenza;
j) data iscrizione;
k) codice ISTAT Comune immigrazione;
l) codice ISTAT Comune emigrazione;
m) data cancellazione;
n) codice causale cancellazione.
3) Dati da registrare per ogni rifornimento a prezzo ridotto.
1. Il gestore dell’impianto digita sul POS i seguenti dati:
a) tipo di carburante oggetto del rifornimento (benzina/gasolio);
b) litri erogati (fino a due decimali) o corrispondente importo a prezzo ridotto.
2. Il POS memorizza, oltre ai dati sopra indicati, anche i seguenti:
a) data e ora;
b) codice dell’identificativo;
c) targa del veicolo o sigla assegnata all’unità da diporto risultante dal contrassegno nautico.
3. Nell’identificativo sono trasferiti dal POS i seguenti dati:
a) data e ora;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
24
b) codice del POS;
c) tipo di carburante oggetto del rifornimento (benzina/gasolio);
d) litri del rifornimento.
4. Il POS emette uno scontrino contenente i seguenti dati:
1) data e ora;
2) estremi identificativi del punto vendita;
3) codice del POS;
4) codice dell’autorizzazione;
5) targa del veicolo o sigla assegnata all’unità da diporto risultante dal contrassegno nautico;
6) litri del rifornimento;
7)(2) tipo di carburante oggetto del rifornimento (benzina/gasolio);
8) prezzo al litro praticato;
9) riduzione di prezzo al litro;
10) importo da pagare.
4) Dati da riportare nella stampa riepilogativa delle operazioni effettuate nella giornata ai fini dei rimborsi delle
riduzioni di prezzo praticate.
a) codice del POS che ha effettuato la registrazione;
b) per ogni rifornimento:
1) data e ora;
2) codice dell’autorizzazione;
3) targa del veicolo o sigla assegnata all’unità da diporto risultante dal contrassegno nautico;
4) tipo di carburante oggetto del rifornimento (benzina/gasolio);
5) litri;
6) importo;
c) totalizzazione per fascia delle riduzioni di prezzo operate.
Nota all’articolo 17
- Il testo dell’articolo 2 della legge regionale 6 marzo 2002, n. 8 è il seguente:
Art. 2 disposizioni per liberalizzare la distribuzione dei carburanti sulla rete ordinaria
1. L’installazione e l’esercizio degli impianti di distribuzione dei carburanti, di seguito denominati impianti, sono
attività liberamente esercitate sulla base dell’autorizzazione rilasciata dal Comune secondo le modalità di cui alla
presente legge e del Piano di programmazione e razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti di cui
all’articolo 4.
2. L’autorizzazione di cui al comma 1 e’ subordinata alla verifica della conformità alle prescrizioni urbanistiche e fiscali, a quelle concernenti la sicurezza sanitaria, ambientale, stradale, la tutela dei beni storici e artistici e alle norme
di indirizzo programmatico della Regione.
3. L’autorizzazione e’ altresì subordinata al rispetto delle prescrizioni di prevenzione incendi secondo le procedure di
cui al decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998, n. 37, e successive modifiche e integrazioni.
4. Il richiedente trasmette al Comune, unitamente alla domanda di autorizzazione, un’analitica autocertificazione
corredata della documentazione prescritta dalla normativa richiamata ai commi 2 e 3 e dal Piano di cui all’articolo 4, e
di una perizia giurata, redatta da un ingegnere o altro tecnico competente per la sottoscrizione del progetto presentato, iscritto al relativo albo professionale, attestanti il rispetto delle prescrizioni e delle norme di cui al comma 2.
5. Trascorsi novanta giorni dal ricevimento degli atti da parte del Comune, la domanda si considera accolta se il
diniego non e’ comunicato al richiedente.
6. Il Comune, sussistendo ragioni di pubblico interesse, può annullare l’assenso illegittimamente formatosi, salvo
che l’interessato provveda a sanare i vizi entro il termine fissato dal Comune medesimo.
7. Contemporaneamente all’avvio del procedimento conseguente alla domanda di autorizzazione, il Comune da’
avvio al procedimento per il rilascio delle concessioni edilizie di cui all’articolo 82 della legge regionale 19 novembre
1991, n. 52, fermo restando che, in deroga al comma 5 dello stesso articolo 82, il termine entro cui l’organo competente al rilascio deve notificare l’avviso contenente la data in cui la concessione edilizia può essere ritirata, nonché la
determinazione del contributo da versare, attinente all’incidenza delle spese di urbanizzazione e al costo di costruzione, decorre dall’accoglimento della domanda.
8. In caso di trasferimento della titolarità di un impianto, le parti ne danno comunicazione al Comune, alla Regione
e all’Ufficio tecnico di finanza entro quindici giorni.
9. Le concessioni di cui all’articolo 16, comma 1, del decreto legge 26 ottobre 1970, n. 745, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 1970, n. 1034, sono convertite di diritto in autorizzazioni.
10. I soggetti già titolari di concessione di impianto in esercizio o legittimamente sospesi, senza necessità di alcun
atto amministrativo, possono proseguire l’attività, dandone comunicazione al Comune, alla Regione e al competente Ufficio tecnico di finanza, fino alla verifica di idoneità tecnica di cui all’articolo 10, commi 1 e 3, e successivamente
qualora gli impianti siano risultati compatibili con le norme in vigore, o in caso contrario siano stati presentati i programmi di chiusura obbligata, di cui all’articolo 11, commi 1 e 2, e comunque per il tempo necessario all’esecuzione
dei programmi, fermo restando il disposto di cui all’articolo 11, comma 6.
11. Le verifiche sull’idoneità tecnica dell’impianto ai fini della sicurezza sanitaria e ambientale sono effettuate al
momento del collaudo e sono successivamente ripetute ad ogni scadenza del termine di quindici anni.
12. L’attività dell’impianto può essere sospesa, dandone comunicazione al Comune, dal titolare dell’autorizzazione
per cause di forza maggiore o tali da determinare un’oggettiva impossibilità di funzionamento dello stesso ovvero
10 dicembre 2008
50
25
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
anche dal gestore dell’impianto nei casi di un suo legittimo e comprovato impedimento.
13. Il trasferimento dell’impianto in altra sede dello stesso Comune può essere autorizzato solo nei casi di effettiva
e comprovata necessità quali l’incompatibilità tra impianto e territorio sopravvenuta successivamente alle verifiche
di cui all’articolo 10, ovvero alla scadenza dei termini previsti dal medesimo articolo 10.
14. Salvo che non siano pendenti ricorsi in sede giurisdizionale o amministrativa, l’autorizzazione decade di diritto
se entro due anni dal suo rilascio o dalla maturazione del silenzio assenso il nuovo impianto o il potenziamento non
sono attivati.
15. L’autorizzazione e’ revocata per motivi di pubblico interesse e negli altri casi previsti dalla disciplina regionale e
statale.
LAVORI PREPARATORI
Stralcio n. 10-03
- risultante dallo stralcio dei commi da 14 a 36 e del comma 38 dell’articolo 13 del disegno di legge n. 10 “Assestamento del bilancio 2008 e del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 ai sensi dell’articolo 34 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21”, stralcio deliberato dal Consiglio regionale nella seduta n. 13 del 31 luglio 2008, ai sensi
dell’articolo 108 del regolamento interno;
- assegnato alla I Commissione permanente in data 11 agosto 2008;
- esaminato e approvato a maggioranza, con modifiche, dalla I Commissione permanente nella seduta del 12 novembre 2008 con relazioni, di maggioranza, dei consiglieri Asquini e Cargnelutti e, di minoranza, del consigliere
Brussa;
- esaminato dal Consiglio regionale nelle sedute antimeridiana e pomeridiana del 24 novembre 2008 e, in quest’ultima, approvato a maggioranza, con modifiche;
- legge trasmessa al Presidente della Regione, ai fini della promulgazione, con nota del Presidente del Consiglio
regionale n. 6/9429 dd. 28 novembre 2008.
08_50_1_LRE_15
Legge regionale 5 dicembre 2008, n. 15
Rendiconto generale della Regione Autonoma Friuli Venezia
Giulia per l’esercizio 2007.
Il Consiglio regionale ha approvato
Il Presidente della Regione promulga la seguente legge:
ENTRATE E SPESE DI
COMPETENZA DELL'ESERCIZIO
2007
GESTIONE DEL BILANCIO
DISEGNO DI LEGGE
CONCERNENTE L'APPROVAZIONE
DEL RENDICONTO GENERALE
PER L'ESERCIZIO
FINANZIARIO 2007
3.292.480.600,64
1.660.376.933,35
delle quali furono riscosse e versate
e rimasero da riscuotere e da versare
1.087.605.349,11
398.216.029,00
delle quali furono riscosse e versate
e rimasero da riscuotere e da versare
6.438.678.912,10
4.380.085.949,75
2.058.592.962,35
Entrate
delle quali furono riscosse e versate
e rimasero da riscuotere e da versare
per cui, il totale complessivo risulta essere il seguente:
1.485.821.378,11
in
2. Le entrate per partite di giro, accertate nell'esercizio 2007 per la competenza propria dell'esercizio stesso, sono
stabilite, quali risultano dal conto consuntivo del bilancio,
4.952.857.533,99
in
1. Le entrate derivanti da tributi propri della Regione e da quote di tributi erariali devolute alla Regione, da contributi
ed assegnazioni dello Stato ed in genere da trasferimenti di fondi di bilancio statale anche in rapporto all'esercizio di
funzioni delegate dallo Stato alle Regioni, da rendite patrimoniali e da utili di enti o aziende regionali, da alienazione
di beni patrimoniali, da trasferimenti di capitale e rimborso di crediti, da mutui, prestiti ed altre operazioni creditizie
accertate nell'esercizio finanziario 2007 per la competenza propria dell'esercizio stesso, sono stabilite, quali
risultano dal conto consuntivo del bilancio,
Articolo 1
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
26
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
6.517.943.324,21
5.500.574.452,33
1.017.368.871,88
Spese accertate
delle quali furono pagate
e rimasero da pagare
per cui, il totale complessivo risulta essere il seguente:
118.482.815,30
1.367.957.017,44
delle quali furono pagate
e rimasero da pagare
1.486.439.832,74
in
4. Le spese per partite di giro, accertate nell'esercizio finanziario 2007 per la competenza propria dell'esercizio stesso, sono stabilite, quali risultano dal conto consuntivo del bilancio,
898.886.056,58
4.132.617.434,89
delle quali furono pagate
e rimasero da pagare
5.031.503.491,47
in
3. Le spese correnti, di investimento e per rimborso di mutui e prestiti, accertate nell'esercizio finanziario 2007 per la
competenza propria dell'esercizio stesso, sono stabilite, quali risultano dal conto consuntivo del bilancio,
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
27
5.031.503.491,47
1.486.439.832,74
6.517.943.324,21
Spese per partite di giro
Totale spesa
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Totale spese effettive
207.423.075,63
1.094.755.816,91
Spese d'investimento
Spese per rimborso di mutui e prestiti
3.729.324.598,93
Spese correnti
b) Spese
6.438.678.912,10
Totale entrata
284.974.618,35
Entrate derivanti da mutui, prestiti ed altre operazioni creditizie
1.485.821.378,11
26.624.407,18
Entrate derivanti da alienazioni di beni patrimoniali, da trasferimenti di capitale e da rimborsi d
crediti
Entrate per partite di giro
107.639.386,27
Entrate derivanti da rendite patrimoniali e da utili di enti o aziende regionali
4.952.857.533,99
329.298.214,85
Entrate derivanti da contributi ed assegnazioni dello Stato ed in genere da trasferimenti di fondi
di bilancio statale, anche in rapporto all'esercizio di funzioni delegate dallo Stato alle Regioni
Totale entrate effettive
4.204.320.907,34
Entrate derivanti da tributi propri della Regione e da quote di tributi erariali devolute alla Regione
a) Entrate
5. Il riassunto generale dei risultati delle entrate e delle spese di competenza dell'esercizio finanziario 2007 rimane
così stabilito:
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
28
10 dicembre 2008
50
Differenza (Titoli I, II e III entrate e Titolo I spese)
911.933.909,53
3.729.324.598,93
Spese correnti
107.639.386,27
Entrate derivanti da rendite patrimoniali e da utili di enti o aziende regionali
4.641.258.508,46
329.298.214,85
Entrate derivanti da contributi ed assegnazioni dello Stato ed in genere da
trasferimenti di fondi di bilancio statale, anche in rapporto all'esercizio di
funzioni delegate dallo Stato alle Regioni
Totale titoli I, II, e III
4.204.320.907,34
Entrate derivanti da tributi propri della Regione e da quote di tributi erariali
devolute alla Regione
d) Dimostrazione del risparmio pubblico
818.923.672,47
Avanzo finanziario
1.816.670.205,45
1.895.934.617,56
997.746.532,98
990.569.653,01
Somme trasferite dall'esercizio 2006
Trasferimenti all'anno 2008
905.364.964,55
Avanzo finanziario al 31.12.2006 applicato al bilancio 2007
6.517.943.324,21
Spese
-79.264.412,11
6.438.678.912,10
Entrate
c) Riepilogo generale
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
29
RESIDUI ATTIVI E PASSIVI
ALLA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO
FINANZIARIO 2007
ENTRATE E SPESE RESIDUE
DEGLI ESERCIZI 2006 E
PRECEDENTI
444.872.279,49
1.848.565.441,83
2.244.384.294,80
dei quali furono riscossi nell'esercizio 2007
e rimasero da riscuotere al 31 dicembre 2007
2.295.782.299,08
2.293.437.721,32
4.589.220.020,40
1.356.668.458,92
e rimasero da pagare al 31 dicembre 2007
1.660.376.933,35
2.244.384.294,80
3.904.761.228,15
Somme rimaste da riscuotere sulle entrate
accertate per la competenza propria dell'esercizio 2007 (art. 1, commi 1 e 2)
Somme rimaste da riscuotere sui residui
dell'esercizio 2006 e precedenti (art. 2, comma 1)
Residui attivi al 31 dicembre 2007
Entrate effettive
449.614.033,28
4.354.375.261,43
2.295.782.299,08
2.058.592.962,35
Totale entrate
1.523.973.152,14
1.183.571.407,19
2.707.544.559,33
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
51.398.004,28
398.216.029,00
Partite di giro
1. I residui attivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2007 sono stabiliti, come dal conto consuntivo del bilancio, nelle
seguenti somme:
Articolo 3
272.322.383,21
911.249.023,98
dei quali furono pagati nell'esercizio 2007
167.304.693,22
439.627.076,43
2.267.917.482,90
in
2. I residui passivi dell'esercizio 2006 e precedenti, alla chiusura dell'esercizio 2007 restano determinati, come dal conto consuntivo del bilancio,
Spese effettive
Partite di giro
Totale spese
51.398.004,28
496.270.283,77
4.092.949.736,63
in
1. I residui attivi dell'esercizio 2006 e precedenti, alla chiusura dell'esercizio 2007 restano determinati, come dal conto
consuntivo del bilancio,
Entrate effettive
Partite di giro
Totale entrate
Articolo 2
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
30
10 dicembre 2008
50
2.255.554.515,50
Residui passivi al 31 dicembre 2007
285.787.508,52
167.304.693,22
118.482.815,30
2.832.331.036,41
2.707.544.559,33
4.608.216.408,74
4.589.220.020,40
923.089.813,74
8.671.609.097,35
999.370.480,45
18.996.388,34
6.730.152.414,82
8.459.400.006,74
124.786.477,08
SITUAZIONE FINANZIARIA
10 dicembre 2008
Avanzo finanziario 2007 al 31 dicembre 2007
Trasferimenti all'anno 2008
Variazione dei residui attivi lasciati dall'esercizio 2006 e precedenti :
al 1° gennaio 2007
al 31 dicembre 2007
Spese dell'esercizio finanziario 2007
b) Passività
Variazione dei residui passivi dell'esercizio 2006 e precedenti :
al 1° gennaio 2007
al 31 dicembre 2007
6.438.678.912,10
990.569.653,01
Somme trasferite dall'esercizio precedente
Entrate dell'esercizio finanziario 2007
905.364.964,55
2.541.342.024,02
1.523.973.152,14
1.017.368.871,88
Totale spese
Avanzo finanziario 2006 applicato al bilancio 2007
a) Attività
1. E' accertato nella somma di euro 923.089.813,74 l'avanzo finanziario alla fine dell'esercizio 2007 come risulta
dai seguenti dati:
Articolo 4
1.356.668.458,92
898.886.056,58
Somme rimaste da pagare sui residui dell'esercizio
2006 e precedenti (art. 2, comma 2)
Somme rimaste da pagare sulle spese accertate per la
competenza propria dell'esercizio 2007 (art. 1, commi
3 e 4)
2. I residui passivi alla chiusura dell'esercizio finanziario 2007 sono stabiliti, come dal conto consuntivo del bilancio
nelle seguenti somme:
Spese effettive
Partite di giro
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
50
31
6.253.346.262,26
5.981.704.283,77
248.469.131,44
1.269.432.834,12
4.463.802.318,21
2.358.705.369,52
6.181.606.058,94
Passività diverse
Totale delle passività
5.916.493.865,93
2.375.781.361,46
3.540.712.504,47
-271.641.978,49
-265.112.193,01
-6.529.785,48
Variazioni delle attività
Variazioni delle passività
Variazione patrimoniale
-265.112.193,01
17.075.991,94
-282.188.184,95
Differenza
-271.641.978,49
4.496.241,48
-11.674.884,21
-264.463.335,76
Differenza
GESTIONE DEL PATRIMONIO
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
3. La gestione patrimoniale dell'esercizio finanziario 2007 ha determinato le seguenti risultanze:
3.822.900.689,42
Consistenza
al 31.12.2007
Passività finanziarie
all'1.1.2007
2. Le passività finanziarie e diverse hanno subito nel corso dell'esercizio 2007 una variazione di euro
-265.112.193,01
determinata dalle seguenti variazioni:
Totale delle attività
243.972.889,96
1.281.107.718,33
Attività disponibili
Attività non disponibili
4.728.265.653,97
Consistenza
al 31.12.2007
Attività finanziarie
all'1.1.2007
1. Le attività finanziarie, disponibili e non disponibili, hanno subito nel corso dell'esercizio finanziario 2007 una variazione
complessiva di euro
-271.641.978,49
determinata dalle seguenti variazioni:
Articolo 6
Sono convalidati i seguenti decreti del Presidente della Regione concernenti i prelevamenti dal Fondo di
riserva del fondo spese impreviste (capitoli di spesa 9681 - spese correnti - e 9684 -spese di investimento):
- n. 175 /Pres dd. 07/06/2007 per euro 3.000.000,00;
- n. 216 /Pres dd. 18/07/2007 per euro 1.500.000,00;
- n. 421/Pres. dd. 20/12/2007 per euro 130.000,00.
Articolo 5
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
32
10 dicembre 2008
50
10 dicembre 2008
50
33
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a
chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.
Data a Trieste, addì 5 dicembre 2008
TONDO
08_50_1_DPR_5
Decreto del Presidente della Regione - Commissario delegato 25 novembre 2008, n. 5
Nomina dei consulenti di cui all’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza
del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3702 del 5 settembre 2008 “Disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare l’emergenza determinatasi nel settore del traffico e della
mobilità nell’asse autostradale Corridoio V dell’autostrada A4
nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale
Villesse Gorizia”.
IL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA
COMMISSARIO DELEGATO
VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dd. 11 luglio 2008 recante, ai sensi dell’art.
5 della Legge 24.02.1992 n. 225, la dichiarazione dello stato d’emergenza, fino al 31 dicembre 2009,
determinatosi nel settore del traffico e della mobilita’ nell’asse autostradale denominato “Corridoio V”
dell’autostrada A4 nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale Villesse-Gorizia;
VISTO l’art. 1, comma 1, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3702 del 5 settembre
2008 con il quale il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è stato nominato Commissario delegato per l’emergenza determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nell’area interessata dalla realizzazione della terza corsia del tratto della Autostrada A4 tra Quarto d’Altino e Villesse,
nonché dell’adeguamento a sezione autostradale del raccordo Villesse-Gorizia;
CONSIDERATO che l’art. 1, comma 2, dell’Ordinanza n. 3702/2008, espressamente dispone che il
Commissario delegato provvede al compimento di tutte le iniziative finalizzate alla sollecita realizzazione delle opere necessarie per risolvere il dichiarato stato emergenziale potendo, a tal fine, adottare, in
sostituzione dei soggetti competenti in via ordinaria, gli atti ed i provvedimenti occorrenti alla urgente
realizzazione delle opere;
PRESO ATTO che l’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza n. 3702/2008, prevede che il Commissario delegato
possa avvalersi, per esigenze connesse al superamento dello stato di emergenza, di due consulenti di
elevata e comprovata professionalità, con specifiche competenze tecniche e/o scientifiche nelle materie di interesse dell’Ordinanza medesima;
CONSIDERATA la complessità tecnico - giuridica di particolare portata e grado delle attività da porre in
essere per il superamento dello stato di emergenza di cui all’Ordinanza n. 3702/2008;
RITENUTO di conferire tale incarico all’avvocato Alfredo Biagini con Studi Legali in Roma e Venezia
ed all’arch. Bortolo Mainardi con Studio in Pieve di Cadore (Bl) in considerazione delle elevate e comprovate professionalità, esperienza e competenza nelle specifiche materie interessate dall’Ordinanza
n. 3702/2008;
CONSIDERATO che l’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza n. 3702/2008 prevede espressamente che l’oggetto dell’incarico, la durata ed il compenso spettante, il cui onere è a carico delle risorse finanziarie di cui
all’art. 6 dell’Ordinanza medesima, verrà determinato con provvedimento del Commissario delegato;
DECRETA
1. E’ conferito l’incarico di consulente all’avvocato Alfredo Biagini, affinchè lo stesso fornisca assistenza
e consulenza di natura giuridica, al Commissario delegato, ai due Soggetti Attuatori ed ai soggetti dagli
stessi indicati, in tutte le materie interessate dalle attività connesse al superamento dell’emergenza di
cui all’Ordinanza n. 3702/2008.
Tale assistenza e consulenza potranno essere prestate per mezzo di pareri orali od anche pareri e/o atti
scritti, a seconda delle esigenze dei soggetti richiedenti.
Dall’incarico conferito, di natura stragiudiziale, deve intendersi esclusa la rappresentanza ed assistenza
in eventuali giudizi.
34
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
2. L’importo del compenso spettante, pari ad € 102.816,00 è determinato come segue:
- Euro 102.816,00 per anno solare oltre ad eventuali spese vive delle quali dovrà essere fornita idonea
documentazione giustificativa; per eventuali periodi inferiori all’anno detto compenso deve intendersi
ridotto proporzionalmente. A tale importo dovrà essere aggiunta l’IVA (ove dovuta) e dovranno essere
effettuate le trattenute previste per legge.
- Detto compenso sarà corrisposto dalla Concessionaria Autovie Venete S.p.A. di cui all’art. 6 dell’Ordinanza succitata entro 15 giorni dal ricevimento della fattura che sarà emessa proporzionalmente con
cadenza bimestrale.
3. L’incarico conferito avrà durata sino alla completa realizzazione di tutte le opere necessarie al superamento dell’emergenza di cui all’Ordinanza n. 3702/2008.
Il presente provvedimento sarà pubblicato ai sensi della normativa vigente.
TONDO
08_50_1_DPR_6
Decreto del Presidente della Regione - Commissario delegato 25 novembre 2008, n. 6
Nomina dei consulenti di cui all’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza
del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3702 del 5 settembre 2008 “Disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare l’emergenza determinatasi nel settore del traffico e della
mobilità nell’asse autostradale Corridoio V dell’autostrada A4
nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale
Villesse Gorizia”.
IL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA
COMMISSARIO DELEGATO
VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dd. 11 luglio 2008 recante, ai sensi dell’art.
5 della Legge 24.02.1992 n. 225, la dichiarazione dello stato d’emergenza, fino al 31 dicembre 2009,
determinatosi nel settore del traffico e della mobilita’ nell’asse autostradale denominato “Corridoio V”
dell’autostrada A4 nella tratta Quarto d’Altino-Trieste e nel raccordo autostradale Villesse-Gorizia;
VISTO l’art. 1, comma 1, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3702 del 5 settembre
2008 con il quale il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è stato nominato Commissario delegato per l’emergenza determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nell’area interessata dalla realizzazione della terza corsia del tratto della Autostrada A4 tra Quarto d’Altino e Villesse,
nonché dell’adeguamento a sezione autostradale del raccordo Villesse-Gorizia;
CONSIDERATO che l’art. 1, comma 2, dell’Ordinanza n. 3702/2008, espressamente dispone che il
Commissario delegato provvede al compimento di tutte le iniziative finalizzate alla sollecita realizzazione delle opere necessarie per risolvere il dichiarato stato emergenziale potendo, a tal fine, adottare, in
sostituzione dei soggetti competenti in via ordinaria, gli atti ed i provvedimenti occorrenti alla urgente
realizzazione delle opere;
PRESO ATTO che l’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza n. 3702/2008, prevede che il Commissario delegato
possa avvalersi, per esigenze connesse al superamento dello stato di emergenza, di due consulenti di
elevata e comprovata professionalità, con specifiche competenze tecniche e/o scientifiche nelle materie di interesse dell’Ordinanza medesima;
CONSIDERATA la complessità tecnico - giuridica di particolare portata e grado delle attività da porre in
essere per il superamento dello stato di emergenza di cui all’Ordinanza n. 3702/2008;
RITENUTO di conferire tale incarico all’avvocato Alfredo Biagini con Studi Legali in Roma e Venezia
ed all’arch. Bortolo Mainardi con Studio in Pieve di Cadore (Bl) in considerazione delle elevate e comprovate professionalità, esperienza e competenza nelle specifiche materie interessate dall’Ordinanza
n. 3702/2008;
CONSIDERATO che l’art. 2, comma 3, dell’Ordinanza n. 3702/2008 prevede espressamente che l’oggetto dell’incarico, la durata ed il compenso spettante, il cui onere è a carico delle risorse finanziarie di cui
all’art. 6 dell’Ordinanza medesima, verrà determinato con provvedimento del Commissario delegato;
10 dicembre 2008
50
35
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
DECRETA
1. E’ conferito l’incarico di consulente all’architetto Bortolo Mainardi, affinchè lo stesso fornisca assistenza e consulenza di natura tecnica, al Commissario delegato, ai due Soggetti Attuatori ed ai soggetti
dagli stessi indicati, in tutte le materie interessate dalle attività connesse al superamento dell’emergenza di cui all’Ordinanza n. 3702/2008.
Tale assistenza e consulenza potranno essere prestate per mezzo di pareri orali od anche pareri e/o atti
scritti, a seconda delle esigenze dei soggetti richiedenti.
Dall’incarico conferito, di natura stragiudiziale, deve intendersi esclusa la rappresentanza ed assistenza
in eventuali giudizi.
2. L’importo del compenso spettante, pari ad € 102.816,00 è determinato come segue:
- Euro 102.816,00 per anno solare oltre ad eventuali spese vive delle quali dovrà essere fornita idonea
documentazione giustificativa; per eventuali periodi inferiori all’anno detto compenso deve intendersi
ridotto proporzionalmente. A tale importo dovrà essere aggiunta l’IVA (ove dovuta) e dovranno essere
effettuate le trattenute previste per legge.
- Detto compenso sarà corrisposto dalla Concessionaria Autovie Venete S.p.A. di cui all’art. 6 dell’Ordinanza succitata entro 15 giorni dal ricevimento della fattura che sarà emessa proporzionalmente con
cadenza bimestrale.
3. L’incarico conferito avrà durata sino alla completa realizzazione di tutte le opere necessarie al superamento dell’emergenza di cui all’Ordinanza n. 3702/2008.
Il presente provvedimento sarà pubblicato ai sensi della normativa vigente.
TONDO
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1105_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1105
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale S/9690 (capp. 2496,
2502, 5608, 7710).
L’Assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere nei
pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre dai
pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
decreta
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5).
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
36
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1105_2_ALL
ALLEGATO SUB 1)
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero
181818
Sub.Num.
0
Capitolo
2496
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Cap.
Orig.
2496
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Orig.
2502
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Orig.
2502
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2006
2001
571
804
0
1
5608
0
0
Nome: ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE
Cap.E.
Corr.
0
2004
1999
441
Nome: COMUNE DI BRUGNERA
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
Benef
1146
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
1371
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
1433
0
1
Sub.Num.
Benef
31.478,04
31.478,04
31.478,04
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Capitolo
2502
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2003
1998
441
Nome: COMUNE DI TARCENTO
Residuo Perento
61.924,48
61.924,48
Totale Decreti
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2003
1998
441
Nome: COMUNE DI TORVISCOSA
Residuo Perento
7.746,85
7.746,85
69.671,33
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Esercizio
2008
Capitolo
5608
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Ente
Numero
92.962,24
92.962,24
92.962,24
10 dicembre 2008
50
37
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Capitolo
Esercizio
2008
Capitolo
7710
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2007
2002
501
Nome: BENEFICIARI VARI
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
Numero
Sub.Num.
Benef
220
0
1
Cap.
Orig.
7710
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
1.954,00
1.954,00
1.954,00
196.065,61
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
1.6.2.1039 FORMAZIONE E PROMOZIONE - SPESE D'INVESTIMENTO
Variazioni in
aumento 2008
1.954,00
2.3.2.1050 OPERE IDRAULICHE - SPESE D'INVESTIMENTO
69.671,33
2.4.2.1052 SISTEMAZIONI IDROGEO - SPESE D'INVESTIMENTO
31.478,04
6.6.2.3302 RICERCA E SVILUPPO - SPESE D'INVESTIMENTO
92.962,24
Cap.E.
Corr.
0
38
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE D'INVESTIMENTO
-196.065,61
0,00
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
Variazioni in
aumento 2008
2.4.2.1052 SISTEMAZIONI
IDROGEO - SPESE
D'INVESTIMENTO
2496
31.478,04
2.3.2.1050 OPERE
IDRAULICHE - SPESE
D'INVESTIMENTO
2502
69.671,33
6.6.2.3302 RICERCA E
SVILUPPO - SPESE
D'INVESTIMENTO
5608
92.962,24
1.6.2.1039 FORMAZIONE E
PROMOZIONE - SPESE
D'INVESTIMENTO
7710
1.954,00
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI -
9690
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-196.065,61
0,00
10 dicembre 2008
50
39
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1106_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1106
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale - f.di vincolati S/9691
(capp.2506 e 2361).
l’assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere
nei pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente
decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre
dai pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente
decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
decreta
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5).
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
40
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1106_2_ALL
ALLEGATO SUB 1)
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero
404040
Sub.Num.
0
Capitolo
2361
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2000
441
1019
2
1
2361
95012915 99107664
Nome: CONSORZIO DEPURAZIONE ACQUE BASSA FRIULANA - SAN GIORGIO DI NOGARO
Residuo Perento
Numero
Sub.Num.
Decreto di impegno in perenzione
Anno
Cap.E.
Corr.
379
Benef
Cap.E.
Corr.
379
Benef
Cap.E.
Corr.
379
102.270,10
102.270,10
Totale Decreti
Esg.Per.
Benef
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2000
441
1020
2
1
2361
95012915 99107664
Nome: CONSORZIO DEPURAZIONE ACQUE BASSA FRIULANA - SAN GIORGIO DI NOGARO
Residuo Perento
Numero
Sub.Num.
166.185,28
166.185,28
Totale Decreti
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2000
441
1067
2
1
2361
95012915 99107664
Nome: CONSORZIO DEPURAZIONE ACQUE BASSA FRIULANA - SAN GIORGIO DI NOGARO
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
194.155,69
194.155,69
462.611,07
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Capitolo
2506
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Numero
Sub.Num.
2002
1997
441
1488
7
Nome: CONSORZIO DI BONIFICA LEDRA - TAGLIAMENTO
Residuo Perento
Totale Decreti
102.155,17
102.155,17
Benef
1
Cap.
Orig.
2506
Att.Amm. Assegna.
Statali
96102505 91032252
Cap.E.
Corr.
0
10 dicembre 2008
50
41
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2004
1999
441
Nome: COMUNE DI AQUILEIA
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
Numero
Sub.Num.
Benef
1007
1
1
Cap.
Orig.
2506
Att.Amm. Assegna.
Statali
98113245 91032252
713.640,14
713.640,14
815.795,31
1.278.406,38
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
2.3.2.1050 OPERE IDRAULICHE - SPESE D'INVESTIMENTO
Variazioni in
aumento 2008
1.278.406,38
Cap.E.
Corr.
0
42
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE D'INVESTIMENTO
-1.278.406,38
0,00
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
Variazioni in
aumento 2008
2.3.2.1050 OPERE
IDRAULICHE - SPESE
D'INVESTIMENTO
2361
SPESE PER IL COMPLETAMENTO DI OPERE
IDRAULICHE IN AREE DEPRESSE - FONDI
STATALI ART. 1, D.L. 25.3.1997 N. 67
CONVERTITO CON MODIFICAZIONI NELLA L.
23.5.1997 N. 135, ART. 1, L. 30.6.1998 N. 208 AUT. FIN.: ART. 4, COMMA 109, L.R. 22.2.2000 N.
2, ART. 9, COMMA 66, L.R. 25.1.2002 N. 3, DAFP
6.11.2008 N. 404040
462.611,07
2.3.2.1050 OPERE
IDRAULICHE - SPESE
D'INVESTIMENTO
2506
815.795,31
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI SPESE D'INVESTIMENTO
9691
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-1.278.406,38
0,00
10 dicembre 2008
50
43
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1107_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1107
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale S/9690 (capp. 2501,
3881, 2385, 4399, 2211, 2020, 3712, 7710 e 2542).
l’assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere
nei pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente
decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre
dai pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente
decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
decreta
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5).
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
44
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1107_2_all
ALLEGATO SUB 1)
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero
303030
Sub.Num.
0
Capitolo
2020
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2002
1997
221
Nome: COMUNE DI CASSACCO
Residuo Perento
Numero
Sub.Num.
Benef
43
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
233
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
1308
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
1310
0
1
Decreto di impegno in perenzione
Anno
Ente
2002
1997
221
Nome: COMUNE DI SUTRIO
Residuo Perento
Esercizio
2008
Anno
Ente
2007
2002
441
Nome: COMUNE DI LUSEVERA
Residuo Perento
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Orig.
2211
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Orig.
2211
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
Cap.E.
Corr.
0
17.564,39
17.564,39
Totale Decreti
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.
Orig.
2020
Capitolo
2211
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.E.
Corr.
0
31.518,85
31.518,85
36.473,04
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
4.954,19
4.954,19
Totale Decreti
Esg.Per.
Cap.
Orig.
2020
Anno
Ente
2007
2002
441
Nome: COMUNE DI TAIPANA
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
18.635,40
18.635,40
36.199,79
10 dicembre 2008
50
45
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Capitolo
Esercizio
2008
Capitolo
2385
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
1993
1988
441
Nome: COMUNE DI PORDENONE
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
Benef
80
0
1
Sub.Num.
Benef
0
1
Anno
Ente
Sub.Num.
Benef
Numero
1998
1993
441
1926
Nome: COMUNE DI VILLA VICENTINA
Residuo Perento
Decreto di impegno in perenzione
Anno
Ente
Numero
2007
2002
441
556
0
Nome: COMUNITA' MONTANA MEDUNA - CELLINA - BARCIS
Residuo Perento
Cap.
Orig.
2501
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Cap.
Orig.
2501
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
Cap.E.
Corr.
0
Capitolo
Esercizio
2008
1
Cap.
Orig.
2542
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
14.460,80
14.460,80
22.312,94
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
2542
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.E.
Corr.
0
7.852,14
7.852,14
Totale Decreti
Esg.Per.
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Capitolo
2501
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.
Orig.
2324
1.549,37
1.549,37
1.549,37
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Anno
Ente
2006
2001
441
Nome: COMUNE DI CHIUSAFORTE
Residuo Perento
Totale Decreti
Numero
Sub.Num.
Benef
953
0
1
154.937,07
154.937,07
46
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Totale Capitolo
Capitolo
Esercizio
2008
154.937,07
Capitolo
3712
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
Cap.E.
Corr.
0
Benef
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2002
381
417
0
1
3881
99104732 99106362
Nome: STAZIONI DOGANALI E AUTOPORTUALI DI GORIZIA S.P.A. (S.D.A.G.)
Cap.E.
Corr.
1650
Benef
Cap.E.
Corr.
0
1994
1989
381
Nome: INTERVENTO DIRETTO
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
Benef
798
0
1
Sub.Num.
Capitolo
3881
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Residuo Perento
Capitolo
Esercizio
2008
Numero
163.290,18
163.290,18
163.290,18
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
4399
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.
Orig.
3712
773,14
773,14
773,14
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2006
2001
661
917
0
1
4399
99104732 99106362
Nome: AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 6 "FRIULI OCCIDENTALE" - PORDENONE
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
19.108,91
19.108,91
19.108,91
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Capitolo
7710
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Numero
Sub.Num.
Benef
2007
2002
501
895
0
1
Cap.
Orig.
7710
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
Cap.E.
Corr.
0
10 dicembre 2008
50
47
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Nome: BENEFICIARI VARI
Residuo Perento
5.621,00
5.621,00
Totale Decreti
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2007
2002
501
Nome: BENEFICIARI VARI
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
Numero
Sub.Num.
Benef
1016
0
1
Cap.
Orig.
7710
Att.Amm. Assegna.
Statali
1017
87700981
7.099,00
7.099,00
12.720,00
447.364,44
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
aumento 2008
1.6.2.1039 FORMAZIONE E PROMOZIONE - SPESE D'INVESTIMENTO
12.720,00
2.3.2.1050 OPERE IDRAULICHE - SPESE D'INVESTIMENTO
22.312,94
2.4.2.1052 SISTEMAZIONI IDROGEO - SPESE D'INVESTIMENTO
154.937,07
2.5.2.1055 RICERCA E SVILUPPO - SPESE D'INVESTIMENTO
36.199,79
3.1.2.1056 PIANI E PROGETTI - SPESE D'INVESTIMENTO
36.473,04
3.2.2.1058 APPROVIGIONAMENTO E DEPURAZIONE - SPESE
D'INVESTIMENTO
4.1.2.1074 VIABILITA' REGIONALE - SPESE D'INVESTIMENTO
4.5.2.1081 SERVIZI E INFRASTRUTTURE DI SUPPORTO AI TRAFFICI SPESE D'INVESTIMENTO
7.1.2.1135 STRUTTURE SANITARIE E OSPEDALIERE - SPESE
D'INVESTIMENTO
1.549,37
773,14
163.290,18
19.108,91
Cap.E.
Corr.
0
48
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
Variazioni in
aumento 2008
3.1.2.1056 PIANI E PROGETTI
- SPESE D'INVESTIMENTO
2020
36.473,04
2.5.2.1055 RICERCA E
SVILUPPO - SPESE
D'INVESTIMENTO
2211
36.199,79
3.2.2.1058
APPROVIGIONAMENTO E
DEPURAZIONE - SPESE
D'INVESTIMENTO
2385
1.549,37
2.3.2.1050 OPERE
IDRAULICHE - SPESE
D'INVESTIMENTO
2501
22.312,94
2.4.2.1052 SISTEMAZIONI
IDROGEO - SPESE
D'INVESTIMENTO
2542
154.937,07
4.1.2.1074 VIABILITA'
REGIONALE - SPESE
D'INVESTIMENTO
3712
SPESE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE
RELATIVE A STRADE STATALI ED AUTOSTRADE
IN CONCESSIONE DALL' A.N.A.S. - RICORSO AL
MERCATO FINANZIARIO ART. 7, L.R. 2.7.1986 N.
27 - AUT. FIN.: ART. 4, COMMA 109, L.R.
22.2.2000 N. 2, ART. 4, COMMA 41, L.R.
12.9.2001 N. 23, DAFP 6.11.2008 N. 303030
4.5.2.1081 SERVIZI E
INFRASTRUTTURE DI
SUPPORTO AI TRAFFICI SPESE D'INVESTIMENTO
3881
CONTRIBUTI AI SOGGETTI GESTORI DI CENTRI
MERCI POLIFUNZIONALI PER IL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI DI COMPLETAMENTO
FUNZIONALE E DI MESSA IN SICUREZZA DELLE
OPERE, IMPIANTI E ATTREZZATURE - RICORSO
AL MERCATO FINANZIARIO ART. 2, COMMA 1,
L.R. 26.6.2001 N. 16 - AUT. FIN.: ART. 19, COMMA
2, L.R. 26.6.2001 N. 16, ART. 9, COMMA 66, L.R.
25.1.2002 N. 3, ART. 5, COMMA 113, L.R.
29.1.2003 N. 1, DAFP 6.11.2008 N. 303030
7.1.2.1135 STRUTTURE
SANITARIE E OSPEDALIERE SPESE D'INVESTIMENTO
4399
19.108,91
1.6.2.1039 FORMAZIONE E
PROMOZIONE - SPESE
D'INVESTIMENTO
7710
12.720,00
773,14
163.290,18
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI SPESE D'INVESTIMENTO
9690
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-447.364,44
0,00
10 dicembre 2008
50
49
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1108_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1108
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10, LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti parte capitale S/9691 (cap. 6701).
L’Assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare, per l’anno 2008, riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare, per l’anno 2008, riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere
nei pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente
decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre
dai pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente
decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
DECRETA
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5)
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
50
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1108_2_all
ALLEGATO SUB 1
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero Sub.Num.
20081119
0
Capitolo
6701
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Numero
Sub.Num.
Benef
1992
1987
103
5375
0
1
Nome: CONSORZIO DI BONIFICA DELLA BASSA PIANURA ISONTINA
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
Cap.
Orig.
6279
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
81.275,96
81.275,96
81.275,96
81.275,96
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
1.1.2.1003 INFRASTRUTTURE A SERVIZIO DEL SISTEMA DELLE IMPRESE - SPESE
D'INVESTIMENTO
Variazioni in
aumento 2008
81.275,96
Cap.E.
Corr.
0
10 dicembre 2008
50
51
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE D'INVESTIMENTO
-81.275,96
0,00
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
1.1.2.1003 INFRASTRUTTURE A
SERVIZIO DEL SISTEMA DELLE
IMPRESE - SPESE D'INVESTIMENTO
6701
Variazioni in
aumento 2008
81.275,96
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE
D'INVESTIMENTO
9691
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-81.275,96
0,00
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
52
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1109_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1109
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte capitale S/9690 (capp. 2213 e
3712).
l’assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere
nei pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente
decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre
dai pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente
decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
decreta
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5).
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
10 dicembre 2008
50
53
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1109_2_ALL
ALLEGATO SUB 1)
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero
707070
Sub.Num.
0
Capitolo
2213
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2002
441
1313
0
1
2213
1017
87700981
Nome: CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DEL COMUNE DI MONFALCONE
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
Cap.E.
Corr.
0
Capitolo
3712
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Benef
50.500,00
50.500,00
50.500,00
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Anno
Ente
1994
1989
381
Nome: INTERVENTO DIRETTO
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
Numero
Sub.Num.
Benef
798
0
1
Cap.
Orig.
3712
Att.Amm. Assegna.
Statali
0
0
151,00
151,00
151,00
50.651,00
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
2.5.2.1055 RICERCA E SVILUPPO - SPESE D'INVESTIMENTO
4.1.2.1074 VIABILITA' REGIONALE - SPESE D'INVESTIMENTO
Variazioni in
aumento 2008
50.500,00
151,00
Cap.E.
Corr.
0
54
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE D'INVESTIMENTO
-50.651,00
0,00
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
Variazioni in
aumento 2008
2.5.2.1055 RICERCA E
SVILUPPO - SPESE
D'INVESTIMENTO
2213
50.500,00
4.1.2.1074 VIABILITA'
REGIONALE - SPESE
D'INVESTIMENTO
3712
151,00
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.2.1173 FONDO RESIDUI PERENTI SPESE D'INVESTIMENTO
9690
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-50.651,00
0,00
10 dicembre 2008
50
55
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1110_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 26 novembre 2008, n. 1110
Art. 18, comma 8 e art. 28, comma 10 della LR 21/2007 - Reiscrizione residui perenti di parte corrente S/9682 (capp. 9357,
9355, 568, 602, 5125 e 5650).
l’assessore
Considerato che le somme corrispondenti agli impegni riportati nell’allegato sub 1) facente parte
integrante del presente decreto e conservate nel conto patrimoniale in seguito a perenzione amministrativa sono state reclamate dai creditori;
Ravvisata la necessità di reiscrivere dette somme nelle pertinenti unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 2) facente parte integrante del presente decreto;
Ritenuto di provvedere al suddetto onere complessivo mediante prelevamento di pari importo dall’unità di bilancio dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e
del bilancio per l’anno 2008 per l’ammontare per l’anno 2008 riportato nell’allegato sub 3) facente parte
integrante del presente decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di iscrivere
nei pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 4) facente parte integrante del presente
decreto;
Ritenuto di procedere all’aggiornamento del programma operativo di gestione al fine di ridurre
dai pertinenti capitoli le somme riportate nell’allegato sub 5) facente parte integrante del presente
decreto;
Visti gli articoli 18, comma 8, e 28, comma 10 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
Visto il programma operativo di gestione di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 3301 dd.
28/12/2007, e successive modifiche e integrazioni;
Visto il bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e il bilancio per l’anno 2008;
decreta
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per gli anni 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008,
sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 2) e sub 3).
2. Nel programma operativo di gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 4) e sub 5).
Il presente decreto verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
56
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1110_2_ALL
ALLEGATO SUB 1)
Atto
Leg.
0
Anno
2008
Capitolo
Esercizio
2008
Tipo
DAFP
Numero
202020
Sub.Num.
0
Capitolo
568
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2004
280
2693
0
1
568
1017
87700981
Nome: UNIVERSITA' COMMERCIALE BOCCONI MILANO, CAPOFILA ATI CON CONSORZIO MIB TRIE
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
Cap.E.
Corr.
0
Benef
Cap.E.
Corr.
0
Capitolo
602
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Benef
11.828,33
11.828,33
11.828,33
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2004
280
2693
0
1
602
1017
87700981
Nome: UNIVERSITA' COMMERCIALE BOCCONI MILANO, CAPOFILA ATI CON CONSORZIO MIB TRIE
Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
3.899,77
3.899,77
3.899,77
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Capitolo
5125
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
2007
2004
290
Nome: BENEFICIARI VARI
Residuo Perento
Numero
Sub.Num.
Benef
4080
0
1
Numero
Sub.Num.
Benef
4098
0
1
Decreto di impegno in perenzione
Anno
Att.Amm. Assegna.
Statali
99108558 99108440
Cap.E.
Corr.
765
Cap.
Orig.
5125
Att.Amm. Assegna.
Statali
99108558 99108440
Cap.E.
Corr.
765
56.753,51
56.753,51
Totale Decreti
Esg.Per.
Cap.
Orig.
5125
Ente
2007
2004
290
Nome: BENEFICIARI VARI
10 dicembre 2008
50
57
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Residuo Perento
8.250,12
8.250,12
65.003,63
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Esercizio
2008
Capitolo
5650
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Numero
Sub.Num.
Benef
Att.Amm. Assegna.
Statali
99108537 99108440
Cap.E.
Corr.
758
Benef
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2006
2003
951
1106
0
1
9355
99108537 99108440
Nome: AGENZIA DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA - A.I.A.T. - DELLA CARNIA -
Cap.E.
Corr.
758
Benef
Cap.E.
Corr.
758
2006
2003
571
584
0
1
Nome: COMPRENSORIO MONTANO DELLA CARNIA - TOLMEZZO
Residuo Perento
137.940,00
137.940,00
137.940,00
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Esercizio
2008
Capitolo
9355
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Residuo Perento
Numero
Sub.Num.
41.191,92
41.191,92
Totale Decreti
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Cap.
Orig.
5650
Anno
Ente
Cap.
Att.Amm. Assegna.
Orig.
Statali
2007
2003
951
1107
0
1
9355
99108537 99108440
Nome: AGENZIA DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA - A.I.A.T. - DELLA CARNIA Residuo Perento
Esercizio
2008
Sub.Num.
58.039,19
58.039,19
99.231,11
Totale Decreti
Totale Capitolo
Capitolo
Numero
Capitolo
9357
Decreto di impegno in perenzione
Esg.Per.
Anno
Ente
Numero
Sub.Num.
Benef
2007
2004
360
3782
0
1
Cap.
Orig.
9357
Att.Amm. Assegna.
Statali
99108558 99108440
Cap.E.
Corr.
765
58
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Nome: FONDO PER IL RECUPERO DEL COMPRENSORIO MINERARIO DI CAVE DEL PREDIL
Residuo Perento
Totale Decreti
Totale Capitolo
Totale Atto
261.050,98
261.050,98
261.050,98
578.953,82
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
Variazioni in
aumento 2008
1.5.1.1032 PROGRAMMI COMUNITARI - SPESE CORRENTI
360.282,09
11.3.1.1180 ACQUISTI DI BENI E SERVIZI - SPESE CORRENTI
15.728,10
5.3.1.1110 PROGRAMMI COMUNITARI - SPESE CORRENTI
137.940,00
6.5.1.3301 PROGRAMMI COMUNITARI - SPESE CORRENTI
65.003,63
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
Unità di bilancio
10.5.1.1173 FONDO RESIDUI PERENTI - SPESE CORRENTI
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-578.953,82
0,00
10 dicembre 2008
50
59
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
Variazioni in
aumento 2008
11.3.1.1180 ACQUISTI DI BENI
E SERVIZI - SPESE
568
11.828,33
11.3.1.1180 ACQUISTI DI BENI
E SERVIZI - SPESE
602
3.899,77
6.5.1.3301 PROGRAMMI
COMUNITARI - SPESE
CORRENTI
5125
65.003,63
5.3.1.1110 PROGRAMMI
COMUNITARI - SPESE
CORRENTI
5650
137.940,00
1.5.1.1032 PROGRAMMI
COMUNITARI - SPESE
CORRENTI
9355
99.231,11
1.5.1.1032 PROGRAMMI
COMUNITARI - SPESE
CORRENTI
9357
261.050,98
ALLEGATO SUB 5) – VARIAZIONI ALLO STANZIAMENTO DEI CAPITOLI
Unità di bilancio
Capitolo
10.5.1.1173 FONDO RESIDUI PERENTI SPESE CORRENTI
9682
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008
-578.953,82
0,00
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
60
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1134_1_TESTO
Decreto dell’Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali 1 dicembre 2008, n. 1134
Articolo 18, commi 5 e 6, LR 21/2007 - Prelevamento dal
fondo per le spese obbligatorie a favore dell’unità di bilancio
11.2.1.1180.
L’ASSESSORE
CONSIDERATO che lo stanziamento iscritto per l’anno 2008 sul capitolo di spesa 1459 del bilancio
regionale “spese pulizia, illuminazione e riscaldamento” si è dimostrato insufficiente per la copertura di
tali spese per l’intero esercizio finanziario è ritenuto doveroso provvedere al conguaglio delle spese di
prestazioni conseguenti a variazioni metriche delle superfici oggetto del servizio già in essere per euro
330.000,00 - Nota prot. N. 15891/Patr./V/H/1 della Direzione centrale Patrimonio e Servizi generali del
24 novembre 2008;
VISTO l’articolo 18, comma 5, e 6 e articolo 28, comma 10, della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21;
VISTO l’allegato al Programma Operativo di Gestione (POG) esercizi 2008-2009-2010 approvato dalla
Giunta regionale con la deliberazione del 28 dicembre 2007, n. 3301 relativo all’elenco dei capitoli con
stanziamento per spese obbligatorie e la deliberazione del 21 luglio 2008, n. 1425;
VERIFICATO che il pertinente capitolo del POG non presenta la sufficiente disponibilità;
VISTA la legge regionale 28 dicembre 2007, n. 32;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale del 28 dicembre 2007, n. 3301 concernente l’approvazione del Programma Operativo di Gestione 2008 e le successive integrazioni e modificazioni;
DECRETA
1. Nello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 e del bilancio per
l’anno 2008 sono apportate le variazioni alle unità di bilancio di cui agli allegati sub 1) e sub 2) .
2. Nel Programma Operativo di Gestione sono apportate le modifiche di cui agli allegati sub 3) e sub 4).
Il presente decreto verrà pubblicato sul bollettino Ufficiale della Regione.
SAVINO
10.5.1.1176 FONDO SPESE OBBLIGATORIE E D'ORDINE - SPESE CORRENTI
Unità di bilancio
ALLEGATO SUB 2) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
11.3.1.1180 ACQUISTI DI BENI E SERVIZI - SPESE CORRENTI
Unità di bilancio
ALLEGATO SUB 1) – VARIAZIONI ALLE UNITA’ DI BILANCIO
330.000,00
0,00
0,00
0,00
-330.000,00
0,00
0,00
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008 diminuzione 2009 diminuzione 2010
0,00
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
aumento 2007 aumento 2008 aumento 2009 aumento 2010
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_DAS_PROGR RIS_1134_2_ALL
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
61
1459
11.3.1.1180 ACQUISTI DI BENI E
SERVIZI - SPESE CORRENTI
Capitolo
9680
Unità di bilancio
10.5.1.1176 FONDO SPESE OBBLIGATORIE E
D'ORDINE - SPESE CORRENTI
ALLEGATO SUB 4) – VARIAZIONI AL POG
Capitolo
Unità di bilancio
ALLEGATO SUB 3) – VARIAZIONI AL POG
330.000,00
0,00
0,00
-330.000,00
0,00
0,00
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
0,00
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
diminuzione 2007 diminuzione 2008 diminuzione 2009 diminuzione 2010
0,00
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
Variazioni in
aumento 2007 aumento 2008 aumento 2009 aumento 2010
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
62
10 dicembre 2008
50
10 dicembre 2008
50
63
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DDC_ISTR FORM 3968
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e
cultura 20 novembre 2008, n. 3968/CULT.FP
Fondo sociale europeo Obiettivo 3 - 2000/2006, Asse C, Misura C3, Azione 17: avviso per la presentazione di progetti relativi
alle parti professionalizzanti dei percorsi di laurea triennali delle Università di Trieste e Udine - Anno accademico 2007/2008
approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 550 del
29 febbraio 2008 pubblicata sul BUR n. 12 del 19 marzo 2008.
Modifica del termine per la presentazione del rendiconto.
Il Direttore centrale
Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 550 del 29 febbraio 2008, pubblicata sul BUR n. 12 del
19 marzo 2008, così come modificata con successiva deliberazione n. 2029 del 9 ottobre 2008 con la
quale, nell’ambito del Programma Operativo Obiettivo 3 2000/2006 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia approvato con decisione C(2000)2076 del 24 settembre 2000 e successive modificazioni ed
integrazioni, è stato approvato l’Avviso avente ad oggetto la presentazione di progetti relativi alle parti
professionalizzanti dei percorsi di laurea triennali delle Università di Trieste e Udine - Anno accademico
2007/2008 nell’ambito dell’ Asse c; Misura C3, Azione 17 “Moduli professionalizzanti nell’ambito dei
corsi professionalizzanti”;
Considerato che il paragrafo 15 della Sezione II del citato Avviso fissa al 30 novembre 2008 il termine di presentazione del rendiconto dei progetti formativi realizzati a valere sul bando medesimo;
Viste le note dell’Università degli Studi di Udine e di Trieste pervenute, rispettivamente, in data 7 e 10
novembre 2008 con cui viene chiesto di modificare suddetta data fissando al 19 dicembre 2008 il nuovo
termine per la presentazione del rendiconto sul presupposto che la comunicazione ufficiale di approvazione dei singoli progetti è stata notificata agli Atenei interessati a fine ottobre;
Accertato che la graduatoria delle operazioni approvate ed ammesse al finanziamento è stata predisposta con decreto del Direttore del Servizio competente n. 3039/CULT.FP del 13 ottobre 2008 e che
lo stesso è stato notificato alle Università degli Studi di Trieste e di Udine in data 27 ottobre 2008 e
pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 45 del 5 novembre 2008;
Ritenuto, pertanto, di accogliere le menzionate richieste e, conseguentemente, di modificare parzialmente il paragrafo 15 del citato Avviso di riferimento fissando al 19 dicembre 2008 il nuovo termine per la presentazione del rendiconto dei progetti formativi realizzati dai due Atenei destinatari dell’Avviso medesimo;
Decreta
1. E’ modificato il termine di presentazione del rendiconto originariamente fissato al 30 novembre 2008
dal paragrafo 15, Sezione II dell’Avviso avente ad oggetto, nell’ambito del Programma Operativo Obiettivo 3 2000/2006 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia approvato con decisione C(2000)2076
del 24 settembre 2000 e successive modificazioni ed integrazioni, la presentazione di progetti relativi
alle parti professionalizzanti dei percorsi di laurea triennali delle Università di Trieste e Udine - Anno
accademico 2007/2008 nell’ambito dell’ Asse c; Misura C3, Azione 17 “Moduli professionalizzanti nell’ambito dei corsi professionalizzanti”.
2. Il nuovo termine per la presentazione del rendiconto è fissato al 19 dicembre 2008.
3. Il presente decreto viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito www.formazione.
regione.fvg.it, Sezione “Per gli operatori”, Voce “Avvisi e bandi”.
Trieste, 20 novembre 2008
ABATE
08_50_1_DDC_ISTR FORM 4046
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e
cultura 24 novembre 2008, n. 4046/CULT.FP
Deliberazione della Giunta regionale n. 2249 del 30/10/2008.
Modifiche e rettifiche inesattezze.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
64
Il Direttore Centrale
Richiamato il comma 34 dell’articolo 7 della legge regionale 26 gennaio 2004, n. 1, che autorizza il
direttore regionale competente (ora direttore centrale) a provvedere con proprio decreto alla correzione
di errori materiali e di inesattezze rilevate nel testo di deliberazioni della Giunta regionale;
Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2249 del 30 ottobre 2008 con la quale è stato approvato l’avviso per la presentazione di candidature per la gestione delle attività di formazione professionale
rivolte a giovani di età inferiore ai 18 anni - Programma 2009-2011;
Preso ATTO che, relativamente al paragrafo 11 denominato “Finanziamento delle attività”, punto 1, la
somma complessiva delle risorse riporta, per mero errore materiale, un ammontare non corrispondente
a quanto specificato nel dettaglio delle risorse assegnate per le diverse annualità formative;
Ritenuto pertanto di provvedere alla necessaria correzione, all’interno del menzionato paragrafo 11,
punto 1, del primo capoverso come di seguito indicato:
“Per le attività di cui al paragrafo 1, punto 1, lettera a) vengono rese disponibili complessivamente per
l’intera durata dell’incarico risorse pari a 82.365.600,00 Euro così suddivise: “
Decreta
1 Viene corretto l’errore materiale di cui al primo capoverso del paragrafo 11 denominato “Finanziamento delle attività”, punto 1, con la sostituzione del medesimo punto:
“Per le attività di cui al paragrafo 1, punto 1, lettera a) vengono rese disponibili complessivamente per
l’intera durata dell’incarico risorse pari a 82.365.600,00 Euro così suddivise: “ .
2. Il presente decreto viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 24 novembre 2008
ABATE
08_50_1_DDC_ISTR FORM 4047
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e
cultura 24 novembre 2008, n. 4047/CULT.FP
Piano regionale di formazione professionale 2008/2009. Formazione prevista da normative specifiche: altre attività non finanziate.
Il Direttore Centrale
Richiamato il Regolamento di organizzazione dell’Amministrazione regionale e degli Enti regionali,
approvato con DPReg n. 0277/Pres. del 27 agosto 2004 e successive modificazioni, ed in particolare
l’art. 19 che stabilisce le competenze del Direttore Centrale;
Vista la Legge regionale 16 novembre 1982, n. 76, e successive modificazioni, concernente l’ordinamento della formazione professionale nel Friuli Venezia Giulia;
Visto il Programma operativo di gestione 2008, approvato con deliberazione giuntale n. 3301 dd. 28
dicembre 2007 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l’Avviso approvato con decreto n. 3237/CULT.FP dd. 20 ottobre 2008, pubblicato sul BUR n. 45
del 5 novembre 2008, concernente in particolare le attività formative previste dall’Accordo Stato, Regioni e Province autonome, sottoscritto in data 26 gennaio 2006 in materia di prevenzione e protezione
dei lavoratori sui luoghi di lavoro ed in attuazione del D.Lgs. 626/1994 (articoli 36 quater, comma 8, e 36
quinques, comma 4);
Visto il progetto presentato nel mese di ottobre 2008 in relazione al citato avviso, analiticamente
individuato nell’elaborato allegato sub A);
Precisato che il progetto è stato valutato positivamente dal punto di vista didattico;
Confermato che la realizzazione dello stesso non comporta oneri per il bilancio regionale;
Decreta
1. E’ approvato ed inserito nel Piano regionale di formazione professionale 2008/2009 sub piano “Formazione prevista da normative specifiche: altre attività non finanziate”, il progetto analiticamente individuato nell’elaborato allegato sub A), presentato in relazione all’Avviso approvato con decreto n. 3237/
CULT.FP dd. 20 ottobre 2008, pubblicato sul BUR n. 45 del 5 novembre 2008.
2. Il presente decreto viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 24 novembre 2008
ABATE
TITOLO
AZIENDA SPECIALE RICERCA &
FORMAZIONE
FORMAZIONE SPECIALISTICA PER ASPP E RSPP MODULO
B4
0.6.3 FORMAZIONE PREVISTA DA NORMATIVE SPECIFICHE: ALTRE
ATTIVITA’ NON FINANZIATE
OPERATORE
6
51
GRADUATORIA
ORE
PUNTEGGIO
OTTENUTO
UDINE
50
PROGETTI PRESENTATI NEL MESE DI
OTTOBRE 2008
COMUNE DI
SVOLGIMENTO
10 dicembre 2008
50
file:///C|/Documents and Settings/028968/Impostazioni locali/Temporary Internet Files/OLK7F3/ALLEGATO dec ottobre2008 rspp.htm27/11/2008 8.52.44
1. 200828409001
SUB PIANO
CODICE
Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Direzione centrale Lavoro, Formazione, Università e Ricerca
Piano regionale di Formazione Professionale 2008/2009
ALLEGATO A
ALL
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_DDC_ISTR
FORM 4047_ALL
ALLEGATO A
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
65
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
66
08_50_1_DDC_ISTR FORM 4057
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e
cultura 24 novembre 2008, n. 4057/CULT.FP
Fondo sociale europeo - Programma operativo Obiettivo 2 Competitività regionale e Occupazione 2007/2013: avviso per
la presentazione di operazioni a valere sugli assi prioritari 1 Adattabilità, 2 - Occupabilità, - 3 - Inclusione sociale, 4 - Capitale umano, annualità 2008, approvato con deliberazione della
Giunta regionale n. 299 dell’8 febbraio 2008 pubblicata sul BUR
n. 9 del 27 febbraio 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. Parte II, asse 2 - Occupabilità, Linea di intervento 4:
modifica del termine per l’avvio dell’attività formativa in senso
stretto.
Il Direttore centrale
Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 299 dell’8 febbraio 2008, pubblicata sul Bollettino Ufficiale delle Regione n. 9 del 27 febbraio 2008 e successive modificazioni ed integrazioni con la quale,
nell’ambito del Programma Operativo Obiettivo 2 - Competitività regionale e occupazione - 2007/2013
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia approvato con decisione C(2007)5480 del 7 novembre
2007 è stato approvato l’Avviso per la presentazione di operazioni a valere sugli assi prioritari 1 - Adattabilità, 2 - Occupabilità, - 3 - Inclusione sociale, 4 - Capitale umano con riferimento, Annualità 2008;
Considerato che, ai sensi di quanto disposto nel documento tecnico contenuto nella Parte II dell’Avviso di riferimento e relativo all’Asse 2 - Occupabilità, Linea di intervento 4, paragrafo 12, capoverso
1, l’attività formativa in senso stretto deve trovare avvio entro i sessanta giorni successivi al ricevimento
della raccomandata con cui la Direzione competente comunica ai soggetti interessati l’approvazione e
l’ammissione del progetto al finanziamento;
Considerato che la graduatoria delle operazioni approvate ed ammesse al finanziamento è stata
predisposta con decreto del Direttore del Servizio competente n. 1362/LAVFOR del 31 luglio 2008 notificato ai soggetti interessati con raccomandata spedita in data 14 agosto 2008;
Considerato che nel mese di agosto tutti gli enti di formazione sono chiusi per ferie;
Ritenuto, pertanto, di ampliare il termine entro il quale deve trovare avvio l’attività formativa in
senso stretto portandolo a novanta giorni successivi al ricevimento della raccomandata con cui la Direzione competente comunica ai soggetti interessati l’approvazione e l’ammissione del progetto al
finanziamento;
Decreta
1. E’ modificato il termine per l’avvio dell’attività formativa in senso stretto originariamente stabilito in
sessanta giorni successivi al ricevimento della raccomandata con cui la Direzione competente comunica ai soggetti interessati l’approvazione e l’ammissione del progetto al finanziamento (Avviso per la
presentazione di operazioni a valere sugli assi prioritari 1 - Adattabilità, 2 - Occupabilità, - 3 - Inclusione
sociale, 4 - Capitale umano con riferimento, Annualità 2008: Parte II Documento tecnico, Asse 2 - Occupabilità, Linea di intervento 4, paragrafo 12, capoverso 1).
2. Il nuovo termine per l’avvio dell’attività formativa in senso stretto è stabilito in novanta giorni successivi al ricevimento della raccomandata con cui la Direzione competente comunica ai soggetti interessati
l’approvazione e l’ammissione del progetto al finanziamento.
3. Il presente decreto viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito www.formazione.
regione.fvg.it, Sezione “Per gli operatori”, Voce “Avvisi e bandi”.
Trieste, 24 novembre 2008
ABATE
10 dicembre 2008
50
67
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DDC_ISTR FORM 4066
Decreto del Direttore centrale istruzione, formazione e
cultura 24 novembre 2008, n. 4066/CULT.FP
Piano regionale di formazione professionale: corsi per responsabili tecnici di operazioni di revisione periodica dei veicoli a
motore e loro rimorchi e per responsabili tecnici di operazioni di
revisione periodica dei motoveicoli e dei ciclomotori. Approvazione proposte formative.
Il Direttore Centrale
Richiamato il Regolamento di organizzazione dell’Amministrazione regionale e degli Enti regionali,
approvato con DPReg n. 0277/Pres. del 27 agosto 2004 e successive modificazioni, ed in particolare
l’art. 19 che stabilisce le competenze del Direttore Centrale;
Vista la Legge regionale 16 novembre 1982, n. 76, e successive modificazioni, concernente l’ordinamento della formazione professionale nel Friuli Venezia Giulia;
Evidenziato che nell’ambito del Piano regionale di formazione professionale previsto dalla citata L.r.
n. 76/1982 vengono realizzate anche attività formative previste da specifiche norme di legge o regolamento (c.d. patenti di mestiere);
Vista la l.r. 20 agosto 2007, n. 23 regolante l’attuazione del decreto legislativo n. 111/2004 in
materia di trasporto pubblico regionale e locale, trasporto merci, motorizzazione, circolazione
su strada e viabilità ed in particolare gli artt. 49 e 50;
Visto il decreto del Direttore centrale n. 717/LAVFOR del 14 maggio 2008 con il quale sono state approvate nei termini esposti nell’elaborato allegato sub 1), quale parte integrante del medesimo decreto,
le direttive per la realizzazione delle attività formative previste dallo Schema di Accordo concernente le
modalità di organizzazione dei corsi di formazione per i responsabili tecnici di operazioni di revisione periodica dei veicoli a motore, da adottarsi ai sensi dell’art. 240, comma 1, lettera h), del D.P.R. 16 dicembre 1992,
n. 495, e successive modificazioni, di cui alla Deliberazione del 12 giugno 2003 emanata dalla Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano;
Visto il decreto del Direttore centrale n. 1523/LAVFOR del 25 agosto 2008 con il quale si è provveduto
a confermare l’applicazione delle direttive contenute nel documento Schema di Accordo di cui al precedente capoverso, al fine di garantire la continuità dei percorsi in argomento;
Visto il decreto del Direttore centrale n. 3235/CULT.FP del 20 ottobre 2008 con il quale sono stati
approvati i progetti presentati nel mese di settembre 2008, a fronte dell’ Avviso di cui al decreto n. 1523/
LAVFOR, individuati dettagliatamente nell’elaborato parte integrante del suddetto decreto;
Visti i progetti presentati nel mese di ottobre 2008 in relazione al menzionato Avviso, analiticamente
individuati nell’elaborato allegato sub A);
Precisato che i progetti sono stati valutati positivamente dal punto di vista didattico;
Confermato che la realizzazione degli stessi non comporta oneri per il bilancio regionale;
Decreta
1. Sono approvati ed inseriti nel Piano regionale di formazione professionale 2008/2009 sub piano “Formazione prevista da normative specifiche: altre attività non finanziate”, i progetti analiticamente individuati nell’elaborato allegato sub A), presentati in relazione all’Avviso approvato con decreto n. 1523/LAVFOR dd. 25 agosto 2008, pubblicato sul BUR n. 37 del 10 settembre 2008.
2. Il presente decreto viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 24 novembre 2008
ABATE
TITOLO
OPERA SACRA FAMIGLIA
2. 200828852001
24
20
RESPONSABILI TECNICI DI OPERAZIONI DI REVISIONE
PERIODICA DEI VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI
RESPONSABILI TECNICI DI OPERAZIONI DI REVISIONE
PERIODICA DEI VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI
32
32
GRADUATORIA
ORE
PUNTEGGIO
OTTENUTO
PORDENONE
PORDENONE
50
50
PROGETTI PRESENTATI NEL MESE DI
OTTOBRE 2008
COMUNE DI
SVOLGIMENTO
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
file:///C|/Documents and Settings/028968/Impostazioni locali/Temporary Internet Files/OLK7F3/ALLEGATO dec4066ottobre_08 REVISORI.htm27/11/2008 8.54.12
I.T.I.S. “J. F. KENNEDY”
0.6.3 CORSI PER RESPONSABILI TECNICI DI OPERAZIONI DI
REVISIONE PERIODICA DEI VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI E
PER RESPONSABILI TECNICI DI OPERAZIONI DI REVISIONE
PERIODICA DEI MOTOVEICOLI E DEI CICLOMOTORI
OPERATORE
1. 200826213001
SUB PIANO
CODICE
Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Direzione centrale Istruzione, Formazione e Cultura
Piano regionale di Formazione Professionale 2008/2009
ALLEGATO A
ALL
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_DDC_ISTR
FORM 4066_ALL
ALLEGATO A
68
50
10 dicembre 2008
50
69
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DDC_RIS AGR 3025
Decreto del Direttore centrale risorse agricole, naturali e
forestali 21 novembre 2008, n. 3025
DPReg. 27 ottobre 2008, n. 0295/Pres. “Approvazione del Programma d’azione della regione Friuli Venezia Giulia per la tutela
ed il risanamento delle acque dall’inquinamento causato da nitrati di origine agricola per le aziende localizzate in zone vulnerabili, ai sensi del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e
del decreto ministeriale 7 aprile 2006”, lett. a), p. 2 art. 8, lett. b),
p. 2. art. 9 e p. 1 art. 12: deroga al divieto temporale dell’utilizzazione agronomica dei letami, dei liquami, dei concimi azotati e
degli ammendanti organici.
Il Direttore centrale
Vista la direttiva 91/676/CEE del Consiglio, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle acque
dall’inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole (direttiva nitrati);
Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99 recante ”Attuazione della direttiva 86/278/CEE concernente la protezione dell’ambiente, in particolare del suolo, nell’utilizzazione dei fanghi di depurazione
in agricoltura”;
Visto il decreto 12 giugno 2003, n. 185 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio recante
“Norme tecniche per il riutilizzo delle acque reflue in attuazione dell’articolo 26, comma 2, del decreto
legislativo 11 maggio 1999, n. 152”;
Visto il decreto legislativo 29 aprile 2006, n. 217 recante “Revisione della disciplina in materia di
fertilizzanti”;
Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 recante “Norme in materia ambientale”;
Visto il decreto 7 aprile 2006 del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali recante “Criteri e norme
tecniche generali per la disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento,
di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152”;
Vista la deliberazione della Giunta regionale 23 maggio 2003, n. 1516 avente per oggetto “Prima individuazione delle zone vulnerabili da nitrati di origine agricola” con la quale si designa come zona vulnerabile da nitrati di origine agricola l’intero territorio del Comune di Montereale Valcellina;
Vista la deliberazione della Giunta regionale 25 settembre 2008, n. 1920 recante “d.lgs.152/2006, art.
92. Individuazione zone vulnerabili da nitrati di origine agricola. Approvazione definitiva”;
Visto il Decreto del Presidente della Regione 27 ottobre 2008, n. 0295/Pres. recante “Approvazione
del Programma d’azione della regione Friuli Venezia Giulia per la tutela ed il risanamento delle acque
dall’inquinamento causato da nitrati di origine agricola per le aziende localizzate in zone vulnerabili, ai
sensi del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e del decreto ministeriale 7 aprile 2006”, di seguito
denominato PdA;
Considerato che il Decreto del Presidente della Regione 27 ottobre 2008, n. 0295/Pres. è stato
pubblicato sul BUR il 5 novembre 2008 e che pertanto entra in vigore il 20 novembre 2008;
Visto, in particolare, l’art. 8, p. 2 lett. a) del PdA, che prevede il divieto dell’utilizzo agronomico del
letame e dei materiali ad esso assimilati dal 15 novembre al 15 febbraio, ad eccezione delle deiezioni
degli avicunicoli essiccate con processo rapido a tenori di sostanza secca superiori al 65% per le quali il
periodo di divieto va dal 1° novembre al 28 febbraio; sono escluse dal divieto le colture in serra, le colture
vivaistiche protette anche da tunnel e le colture primaticce, per le quali è possibile impiegare fino a 50
kg/ha di azoto;
Visto in particolare l’art. 9, p. 2 del PdA, che prevede il divieto dell’utilizzo agronomico dei liquami e dei
materiali ad essi assimilati, delle acque reflue e dei fanghi derivanti da trattamenti di depurazione di cui
al d.lgs. 99/1992 dal 1° novembre al 28 febbraio nei terreni non destinati a prato, cereali autunno-vernini, colture ortive e legnose agrarie con inerbimento permanente, ad eccezione delle colture in serra, delle
colture vivaistiche protette anche da tunnel e delle colture primaticce, per le quali è possibile impiegare
fino a 50 kg/ha di azoto e dal 15 novembre al 15 febbraio nei terreni destinati a prato, cereali autunnovernini, colture ortive e legnose agrarie con inerbimento permanente;
Visto in particolare l’art. 12, p. 1 del PdA, che prevede l’applicazione delle prescrizioni di cui all’art. 8
anche all’utilizzo dei concimi azotati e degli ammendanti organici;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
70
Considerato che, ai sensi dell’art. 8, p. 2, lett. a), dell’art. 9, p. 2, lett. b) e dell’art. 12, p. 1 del PdA, il
Direttore centrale delle risorse agricole, naturali e forestali con proprio decreto può sospendere temporaneamente e/o a determinate condizioni il divieto dell’utilizzo agronomico dei letami, dei liquami, dei
concimi azotati e degli ammendanti organici in conseguenza di particolari condizioni meteorologiche
e/o colturali;
Considerato che la primavera 2008 è stata caratterizzata da una piovosità sensibilmente superiore
alla media, sia in termini di quantità delle precipitazioni che di numero di giorni di pioggia;
Considerato che la situazione sopra esposta ha ostacolato la regolare esecuzione delle operazioni
di lavorazione e preparazione dei terreni e della successiva semina delle colture a ciclo primaverile-estivo
che di fatto si sono realizzate con notevole ritardo rispetto alla media degli anni precedenti;
Atteso che quanto sopra esposto ha causato un posticipo generalizzato del ciclo vegetativo delle colture primaverili-estive con conseguente ritardo, rispetto alla norma, delle operazioni di raccolta, iniziate
non prima del mese di ottobre dell’anno in corso;
Considerato che, a partire dagli ultimi giorni di ottobre dell’anno in corso si sono verificate abbondanti precipitazioni, sia come quantità che come numero di giorni di pioggia, e che ciò, sommato
al ritardo nell’esecuzione dei lavori di raccolta dei prodotti agricoli, ha di fatto impedito l’effettuazione
delle operazioni di spandimento in campo degli effluenti zootecnici, nonché le successive lavorazioni del
terreno e semina sino a metà novembre dell’anno in corso;
Considerato pertanto ragionevole ritenere che le giacenze di effluenti zootecnici negli allevamenti
sia tale da non permettere l’assorbimento delle ulteriori produzioni sino alla fine del periodo di divieto e
che pertanto è opportuno concedere una deroga allo spandimento;
Considerato che, dovendosi ancora svolgere in buona parte le operazioni di semina dei cereali autunno-vernini, sia opportuno estendere la deroga anche all’impiego dei concimi azotati e degli ammendanti organici da impiegarsi in concomitanza alle operazioni di semina al fine di permettere un’appropriata gestione agronomica;
Decreta
1. Di sospendere, per i motivi citati in premessa, il divieto dell’utilizzo agronomico dei letami, dei liquami,
dei concimi azotati e degli ammendanti organici a partire dalla data di pubblicazione sul BUR del presente decreto e per i successivi 30 giorni.
2. Il presente decreto verrà pubblicato sul BUR.
Udine, 21 novembre 2008
BULFONE
08_50_1_DDC_RIS AGR 3031
Decreto del Direttore centrale risorse agricole, naturali e
forestali 24 novembre 2008, n. 3031
Regolamento generale di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia
Giulia, articolo 3, comma 3. Nucleo Tecnico di Valutazione. Sostituzione componente.
IL DIRETTORE CENTRALE
Visto il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia approvato dalla Commissione Europea con decisione C(2007) 5715 del 20 novembre 2007;
Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2985 del 30 novembre 2007, con la quale si prende atto
dell’approvazione da parte della Commissione europea del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia;
Visto il “Regolamento generale di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” approvato con Decreto del Presidente della Regione del 12 febbraio 2008, n. 054/Pres. e modificato con Decreto del Presidente della Regione del 18 marzo 2008, n.
084/Pres.;
Visto l’art3, comma 3 del citato Regolamento ai sensi del quale il Nucleo Tecnico di Valutazione, di
seguito denominato Nucleo, è organismo nominato con decreto del Direttore centrale risorse agricole,
naturali, forestali e montagna, composto da personale dell’Amministrazione regionale in possesso dei
necessari requisiti professionali;
10 dicembre 2008
50
71
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Visto l’art. 45 del medesimo regolamento che disciplina le competenze del Nucleo;
Visto il decreto del Direttore della Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n.
1379 del 26 giugno 2008 con cui viene costituito il Nucleo Tecnico di Valutazione di cui dagli artt. 3 e 45
del “Regolamento generale di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia” approvato con Decreto del Presidente della Regione del 12 febbraio
2008, n. 054/Pres. e modificato con Decreto del Presidente della Regione del 18 marzo 2008, n. 084/
Pres. con la seguente composizione:
• Francesco Miniussi - Direttore del Servizio investimenti aziendali e sviluppo agricolo - coordinatore,
• Romeo Cuzzit - Servizio investimenti aziendali e sviluppo agricolo - Responsabile di posizione organizzativa referente per il Friuli Venezia Giulia della rete interregionale per la ricerca agraria, forestale,
acquicoltura e pesca e gestione fondo di rotazione,
• Maria Cristina D’Orlando - Servizio gestione forestale e antincendio boschivo - Responsabile di posizione organizzativa attività tecnico-organizzativa in selvicoltura e pianificazione delle risorse forestali,
• Susanna Rocchi - Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie,
• Simonetta Siben - Servizio tutela ambienti naturali e fauna,
• Elena Vinello - Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie,
• Alessandro Zanella - Ispettorato provinciale agricoltura di Gorizia e Trieste - Responsabile di posizione
organizzativa svolgimento delle procedure di competenza dell’Ispettorato provinciale agricoltura e ausilio all’attività di coordinamento delle strutture di Gorizia e Trieste,
• Gino Mozzon - ERSA - Agenzia regionale per lo sviluppo rurale;
• Mauro Pascoli - Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità e infrastrutture di
trasporto;
• Laura Topatigh - Direzione centrale attività produttive,
• Federica Bega - Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie - con funzioni di segreteria tecnica
• Alessandra Del Mestre - Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie - con funzioni
di segreteria tecnica.
Vista la nota prot. 27874/PROD dd. 17 novembre 2008 della Direzione centrale attività produttive con
cui viene designato, quale componente del Nucleo tecnico di valutazione, l’arch. Piero Pinosa al posto
della dott.ssa Laura Topatigh;
Visto il “Regolamento di organizzazione dell’Amministrazione regionale e degli Enti regionali”, approvato con DPReg. 0277/Pres. di data del 27 agosto 2004 e successive modifiche ed integrazioni;
Decreta
1. E’ nominato, quale componente del Nucleo Tecnico di Valutazione di cui dagli artt. 3 e 45 del “Regolamento generale di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia” approvato con Decreto del Presidente della Regione del 12 febbraio 2008, n. 054/
Pres. e modificato con Decreto del Presidente della Regione del 18 marzo 2008, n. 084/Pres., l’arch. Piero
Pinosa della Direzione centrale attività produttive al posto della dott.ssa Laura Topatigh;
2. Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Udine, 24 novembre 2008
BULFONE
08_50_1_DDS_AFF GEN 3225
Decreto del Direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie 1 dicembre 2008, n. 3225.
Ulteriore modifica del termine per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulle misure 121,
122, 123, 216, 221, 223, 226, 227, 311 azione 1, 311 azione 2,
311 azione 3, 312 del Programma di sviluppo rurale 2007-2013
della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
Il Direttore del Servizio/Autorità di gestione
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 917 del 19 maggio 2008, che adotta
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
72
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 121
- Ammodernamento delle aziende agricole” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2191 del 2 settembre 2008 e n. 2534 del 14 ottobre 2008, di modificazione dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 918 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 122
- Migliore valorizzazione economica delle foreste” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia”, e i successivi decreti n. 2178 del 2 settembre 2008 e n. 2536
del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 919 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 123
- Accrescimento del valore aggiunto dei prodotto agricoli e forestali/azione 1 - Accrescimento del valore
aggiunto dei prodotti agricoli” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2179 del 2 settembre 2008 e n. 2537 del 14 ottobre 2008 di
modificazione dei termini per la presentazione delle domande ;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 920 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 123
- Accrescimento del valore aggiunto dei prodotto agricoli e forestali/azione 2 - Accrescimento del valore
aggiunto dei prodotti forestali” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia”, e i successivi decreti n. 2180 del 2 settembre 2008 e n. 2538 del 14 ottobre 2008 di
modificazione dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 921 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 216
- Sostegno agli investimenti non produttivi” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2181 del 2 settembre 2008 e n. 2539 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande ;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 922 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 221
- Imboschimento di terreni agricoli” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2182 del 2 settembre 2008 e n. 2540 del 14 ottobre
2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande ;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 923 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 223
- Imboschimento di superfici non agricole” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2183 del 2 settembre 2008 e n. 2541 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande ;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 924 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 226
- Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi” del Programma di sviluppo rurale 20072013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2184 del 2 settembre 2008 e
n. 2542 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 925 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 227
- Sostegno agli investimenti non produttivi” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2185 del 2 settembre 2008 e n. 2543 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 926 del 19 maggio 2008, che adotta il
“Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso attraverso un “pacchetto” relativo a più
misure/azioni a valere sulla “misura 311 - Diversificazione in attività non agricole/azione 1 - Ospitalità
agrituristica” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia”
e i successivi decreti n. 2186 del 2 settembre 2008 e n. 2544 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei
termini per la presentazione delle domande;
10 dicembre 2008
50
73
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 927 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso attraverso un “pacchetto” relativo a
più misure/azioni a valere sulla “misura 311 - Diversificazione in attività non agricole/azione 2 - Fattorie
didattiche e sociali” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia
Giulia” e i successivi decreti n. 2187 del 2 settembre 2008 e n. 2545 del 14 ottobre 2008 di modificazione
dei termini per la presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 928 del 19 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura 312
- Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi decreti n. 2188 del 2 settembre 2008 e n.
2546 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la presentazione delle domande ;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 975 del 23 maggio 2008, che adotta
il “Bando per la presentazione delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulla “misura
311 - Diversificazione in attività non agricole / azione 3 - Impianti per energie da fonti alternative” del
Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” e i successivi
decreti n. 2189 del 2 settembre 2008 e n. 2547 del 14 ottobre 2008 di modificazione dei termini per la
presentazione delle domande;
Visto il decreto del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della
Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna n. 3084 del 25 novembre 2008 con il
quale è stato posticipato al 4 dicembre 2008 il termine per la presentazione cartacea, alle Autorità competenti indicate nei singoli bandi, delle “ domande di aiuto” di accesso individuale a valere sulle misure
121, 122, 123, 216, 221, 223, 226, 227, 311 azione 1, 311 azione 2, 311 azione 3, 312 di cui ai decreti del
Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della Direzione centrale risorse agricole,
naturali, forestali e montagna 917, 918, 919, 920, 921, 922, 923, 924, 925, 926, 927, 928 del 19 maggio
2008 e 975 del 23 maggio 2008, e successive modifiche e integrazioni.
Considerato che appare opportuno uniformare i termini previsti per la presentazione sia delle domande ad accesso individuale sopra indicate che di quelle relative ai progetti integrati, di cui al decreto
del direttore del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della Direzione centrale
risorse agricole, naturali e forestali n. 2913 del 13 novembre 2008, posticipando al 12 dicembre 2008 la
presentazione cartacea delle domande di aiuto di accesso individuale agli Uffici attuatori entro gli orari
previsti dai medesimi per il protocollo;
Visto il "Regolamento di organizzazione dell’amministrazione regionale", approvato con Decreto del
Presidente della Regione 27 agosto 2007, n. 0277/Pres., e successive modificazioni e integrazioni;
Decreta
Per quanto indicato in premessa:
1. E’ ulteriormente posticipato al 12 dicembre 2008 il termine per la presentazione cartacea, agli Uffici
attuatori competenti indicati nei singoli bandi, delle “domande di aiuto” di accesso individuale a valere
sulle misure 121, 122, 123, 216, 221, 223, 226, 227, 311 azione 1, 311 azione 2, 311 azione 3, 312 di cui ai
decreti del Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie della Direzione centrale risorse
agricole, naturali, forestali e montagna 917, 918, 919, 920, 921, 922, 923, 924, 925, 926, 927, 928 del 19
maggio 2008 e 975 del 23 maggio 2008, e successive modifiche e integrazioni.
2. Le domande sono presentate agli Uffici attuatori entro gli orari stabiliti dai medesimi per il
protocollo.
3. Il presente decreto entra in vigore il giorno della sua emanazione ed è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione.
Udine, 1 dicembre 2008
BORTOTTO
08_50_1_DDS_ENER TEL 754
Decreto del Direttore del Servizio energia e telecomunicazioni 20 novembre 2008, n. PMT/754/EN. (Estratto)
DLgs. n. 387/2003, art.12. Autorizzazione unica per la costruzione ed esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica alimentato a fonti rinnovabili in Comune di Monfalcone
74
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
(GO) - area industriale Lisert. Proponente: Tersa Srl.
Il Direttore del Servizio
(omissis)
Decreta
1. La Società Tersa Srl, P.I. 01073070318 , con sede a Monfalcone (GO) Piazzale Salvo D'Acquisto 11/17,
ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 387/2003, conformemente alla decisione finale favorevole assunta dalla
Conferenza dei servizi svoltasi in data 12/09/2008, è autorizzata alla costruzione e all’esercizio dell’impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e delle opere connesse e previste nel
progetto di cui in premesse, da realizzarsi nell'area industriale Lisert nel Comune di Monfalcone, subordinatamente al rispetto delle prescrizioni e raccomandazioni, dettagliatamente riportate in premessa.
(omissis)
Trieste, 20 novembre 2008
GIUST
08_50_1_DDS_GEOL 2242
Decreto del Direttore del Servizio geologico 18 novembre
2008, n. ALP.6/1 - 2242 - Amt/3
Istanza di rinuncia alla concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata “Rio Arvenis” in Comune di Ovaro (UD)
e contemporanea richiesta di concessione per lo sfruttamento
di acque di sorgente da denominarsi “Catarosa” all’interno della
medesima area.
Il Direttore del Servizio
Vista l’istanza in oggetto, di data 01 settembre 2008, prodotta dalla società “Fonti di Ovaro spa”, con
sede nel Comune di Udine (UD) in via Duchi d’Aosta, n. 2;
(omissis)
Verificata la regolarità del pagamento dell’annualità 26 marzo 2008 / 25 marzo 2009, nonché dei
pagamenti in generale finora effettuati per la concessione in oggetto;
(omissis)
Ritenuto infine di poter accogliere l’istanza di rinuncia relativa alla concessione di cui in oggetto;
(omissis)
Decreta
Art. 1
Art. 4
E’ accolta la rinuncia, prodotta dalla società “Fonti di Ovaro spa” avente sede in Udine, via Duchi d’Aosta,
2, nella sua qualità di Titolare, alla Concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata “Rio
Arvenis” in Comune di Ovaro (UD).
(omissis)
E’ disposta l’archiviazione del fascicolo.
Trieste, 18 novembre 2008
(omissis)
TIRELLI
08_50_1_DDS_GEOL 2263
Decreto del Direttore del Servizio geologico 18 novembre
2008, n. ALP.6/1 - 2263 - AdS/1
Istanza di rinuncia alla concessione per lo sfruttamento di ac-
10 dicembre 2008
50
75
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
que minerali denominata “Rio Arvenis” in Comune di Ovaro (UD)
e contemporanea richiesta di concessione per lo sfruttamento
di acque di sorgente da denominarsi “Catarosa” all’interno della
medesima area.
Il Direttore del Servizio
Vista l’istanza in oggetto, di data 01 settembre 2008, prodotta dalla società “Fonti di Ovaro spa”, con
sede nel Comune di Udine (UD) in via Duchi d’Aosta, n. 2;
Visto il decreto legislativo 04 agosto 1999, n. 339 di istituzione e “Disciplina delle acque di sorgente e
modificazioni al decreto legislativo 25 gennaio 1992, n. 105, concernente le acque minerali naturali, in
attuazione della direttiva 96/70/CE”, con il quale si dettano le norme di distinzione tra la nuova risorsa
“acqua di sorgente” e quella normalmente definita “acqua minerale naturale” lasciando invariati, ed in
comune ad entrambe le risorse idriche, i metodi di valutazione delle caratteristiche microbiologiche, le
modalità dei prelievi annuali e stagionali, i restanti criteri di individuazione e captazione della risorsa,
nonché i richiami alle medesime norme;
(omissis)
Visti il progetto e relativi allegati comprensivi delle integrazioni all’istanza in oggetto prodotte dalla
società “Fonti di Ovaro spa”, da cui risulta che:
(omissis)
Vista la richiesta formulata dalla società “Fonti di Ovaro spa” con nota di data 27 ottobre 2008, facendo riferimento all’istanza oggetto del presente provvedimento, di compensazione, ai sensi dell’articolo
42, secondo comma del regio decreto 1443/1927 e dell’articolo 1246 CC, della prima annualità del canone previsto per la nuova Concessione con il canone già pagato fino al 25 marzo 2009 incluso per la
concessione cui si rinuncia;
Ritenuto di poter accogliere la suddetta richiesta in base alle norme citate a sostegno della stessa,
ma anche in considerazione dell’effettivo e particolare contesto oggettivo;
(omissis)
Decreta
Art. 1
E’ conferita alla società “Fonti di Ovaro spa”, con sede nel Comune di Udine (UD) in via Duchi d’Aosta, n.
2, la concessione per lo sfruttamento di acque di sorgente denominata “Catarosa” in Comune di Ovaro
(UD), per un periodo di anni 30 (trenta) a decorrere dalla data del presente provvedimento.
(omissis)
Trieste, 18 novembre 2008
TIRELLI
08_50_1_DDS_PROGR INT 3544
Decreto del Direttore del Servizio programmazione interventi formativi e prima formazione 30 ottobre 2008, n.
3544/CULT.FP/DPF
Fondo Sociale Europeo - Programma Operativo Obiettivo 2 Competitività regionale e Occupazione - 2007/2013. Approvazione operazioni a valere sull’asse 2 - Occupabilità - obiettivo
specifico D - azione 26 - interventi di formazione e assistenza
tecnica agli operatori dei Centri per l’impiego.
Il Direttore del Servizio
Constatato che è vacante il posto di Direttore del Servizio gestione interventi per il sistema
formativo;
Visto il decreto n. 3181/CULT.FP del 15 ottobre 2008 con il quale è stato conferito l’incarico di sostituto del direttore del Servizio gestione interventi per il sistema formativo;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
76
Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 2031 del 9 ottobre 2008, integralmente pubblicata
sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 44 del 29 ottobre 2008, con la quale è stata approvata la prosecuzione del funzionamento degli sportelli territoriali funzionanti presso i Centri per l’impiego ed è stato
approvato il finanziamento per il funzionamento degli sportelli in questione;
Considerato che tale deliberazione prevede il funzionamento di sportelli territoriali funzionanti
presso i Centri per l’impiego a valere sull’asse prioritario 2 - Occupabilità - obiettivo specifico D) “Aumentare l’efficienza, l’efficacia, la qualità e l’inclusività delle istituzioni del mercato del lavoro” - obiettivo
operativo “Promuovere e potenziare la capacità di intervento e di governance dei servizi per il lavoro”
- azione 26 “Interventi di formazione e assistenza tecnica agli operatori dei Centri per l’impiego a supporto dello sviluppo, innovazione e del miglioramento dei servizi per l’impiego e delle strutture centrali a
supporto dei servizi (Province e Regione) - categoria di spesa 65;
Considerato che la citata deliberazione prevede la prosecuzione del funzionamento degli sportelli
territoriali funzionanti presso i Centri per l’impiego e finalizzati a garantire l’attività di incrocio fra la domanda e l’offerta, la ricerca e la selezione del personale da impiegare nell’assistenza familiare nonché il
supporto alla ricollocazione dello stesso per ulteriori ventiquattro mesi a partire dal 1° novembre 2008
per le Amministrazioni provinciali di Udine e Gorizia ed a partire dal 1° dicembre 2008 per le Amministrazioni provinciali di Trieste e Pordenone;
Considerato che la citata deliberazione prevede una disponibilità finanziaria pari ad euro 712.800,00
suddivisi in euro 158.400,00 a favore della Provincia di Trieste per le attività di 3 operatori a tempo pieno,
euro 79.200,00 a favore della Provincia di Gorizia per le attività di 1 operatore a tempo pieno e un operatore a tempo parziale, euro 264.000,00 a favore della Provincia di Udine per le attività di 5 operatori
a tempo pieno ed euro 211.200,00 a favore della Provincia di Pordenone per le attività di 4 operatori a
tempo pieno;
Attesa la necessità di provvedere in ordine alla copertura finanziaria per il funzionamento dei summenzionati sportelli;
Precisato che le suddette risorse sono elencate nell’elaborato allegato quale parte integrante di
questo decreto, nel quale sono specificati, per ciascuna Amministrazione provinciale, il codice identificativo e l’importo del finanziamento previsto;
Precisato inoltre che la spesa prevista fa carico al capitolo s/5961 del bilancio pluriennale della Regione, e segnatamente:
Capitolo S/5961
- competenza 2008 -
euro 712.800,00
Considerato che il presente provvedimento, comprensivo dell’allegato 1 parte integrante, viene
pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione;
Visto il Regolamento di organizzazione dell’Amministrazione regionale e degli Enti regionali approvato
con D.P.Reg. n. 0277/Pres. del 27 agosto 2004 e successive modificazioni;
Ricordato che la gestione delle operazioni di cui si tratta rientra nella competenza del Direttore del
Servizio gestione interventi per il sistema formativo;
Visto il Programma Operativo di Gestione 2008, approvato con deliberazione della Giunta regionale n.
3301 del 28 dicembre 2007, e successive modifiche ed integrazioni;
Decreta
1. In relazione alla deliberazione indicata in premessa è approvato il finanziamento complessivo di euro
712.800,00 a valere sull’asse prioritario 2 - Occupabilità, per il funzionamento degli sportelli territoriali
funzionanti presso i Centri per l’impiego e finalizzati a garantire l’attività di incrocio fra la domanda e
l’offerta, la ricerca e la selezione del personale da impiegare nell’assistenza familiare nonché il supporto
alla ricollocazione dello stesso per ulteriori ventiquattro mesi a partire dal 1° novembre 2008 per le
Amministrazioni provinciali di Udine e Gorizia ed a partire dal 1° dicembre 2008 per le Amministrazioni
provinciali di Trieste e Pordenone.
2. Per il finanziamento a favore delle Amministrazioni provinciali elencate nell’elaborato allegato quale
parte integrante di questo decreto, è autorizzata la spesa complessiva di euro 712.800,00 a carico del
capitolo S/5961 del bilancio pluriennale della Regione e, segnatamente:
Capitolo S/5961
- competenza 2008 -
euro 712.800,00
3. Il presente provvedimento, comprensivo dell’allegato 1 parte integrante, viene pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
4. La gestione dei progetti di cui si tratta rientra nella competenza del Direttore del Servizio gestione
interventi per il sistema formativo.
Trieste, 6 novembre 2008
FRANDOLIG
SPORTELLO ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI)
SPORTELLO ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI)
SPORTELLO ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI)
2
3
4
Denominazione Operazione
SPORTELLO ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI)
1
N°
OB. 2 ASSE 2DA PER TIP. F, AZ. 26 - Int. Formaz./Ass. tecnica a operatori CPI
22DAPF26
200820310004
200820310003
200820310002
200820310001
Codice Operazione
712.800,00
712.800,00
712.800,00
Totale
Totale con finanziamento
Totale
211.200,00
264.000,00
79.200,00
158.400,00
Costo ammesso
712.800,00
2008
2008
2008
2008
Anno rif.
Totale con finanziamento
AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PORDENONE
PROVINCIA DI UDINE
PROVINCIA DI GORIZIA
PROVINCIA DI TRIESTE
Operatore
(Sono ammesse a finanziamento le operazioni con numero d'ordine in grassetto sottolineato)
ALLEGATO 1 - GRADUATORIA OPERAZIONI APPROVATE - OTTOBRE
Decreto di approvazione
n.ro 3544
di data 06/11/2008
712.800,00
712.800,00
712.800,00
712.800,00
211.200,00
264.000,00
79.200,00
158.400,00
Contributo
50
50
50
50
Punti
10 dicembre 2008
50
Pagina 1 di 1
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_DDS_PROGR INT 3544_ALL
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
77
78
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DDS_TUT INQ 2336
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento
atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre
2008, n. ALP.10-2336-INAC/342
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale all’ing. Roberto Pavoni.
Il Direttore del Servizio
Vista la Legge 26 Ottobre 1995, n. 447 - Legge quadro sull’inquinamento acustico, che stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento
acustico;
Considerato che l’art. 2, commi 6 e 7 della citata L. 447/95, definisce tecnico competente la figura
professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti
norme, redigere piani di risanamento acustico e svolgere attività di controllo;
Vista la deliberazione n. 1690 del 06 Giugno 1997 con cui la Giunta regionale ha stabilito le modalità
di presentazione e di valutazione delle domande per lo svolgimento dell’attività di tecnico competente
in acustica ambientale, che recepisce tra l’altro la risoluzione, assunta in data 25 Gennaio 1996 dalla
Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, finalizzata a dare
attuazione omogenea della norma in tutte le Regioni;
Preso atto del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per
l’esercizio dell’attività di tecnico competente in acustica, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera b) e dell’art.
2, commi 6, 7 e 8 della Legge 26 Ottobre 1995 n. 447;
Ritenuto che per la richiesta di riconoscimento, a svolgere la suddetta attività, nell’ambito del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, debba essere presentata all’Assessorato regionale competente in
materia ambientale apposita domanda corredata da documentazione comprovante:
• il possesso di titolo di studio adeguato al riconoscimento,
• la residenza nella Regione Friuli Venezia Giulia,
• lo svolgimento di attività in modo non occasionale nel campo dell’acustica ambientale, da almeno
quattro anni per i diplomati e da almeno due anni per i laureati o per i titolari di diploma universitario;
Vista la domanda presentata dall’ing. Roberto PAVONI, nato a Belluno il 14 Aprile 1974 e residente a
Forni di Sopra (UD), in via Plan dal Moru n. 10;
Considerato quanto sopra esposto si ritiene di procedere al riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale, ai fini dell’esercizio dell’attività stessa sul territorio regionale;
DECRETA
Art. 1
Art. 2
E’ riconosciuta, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, comma 1 del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, la qualifica di
tecnico competente in acustica ambientale, all’ing. Roberto PAVONI, nato a Belluno il 14 Aprile 1974 e
residente a Forni di Sopra (UD), in via Plan dal Moru n. 10.
L’ing. Roberto PAVONI, nato a Belluno il 14 Aprile 1974 e residente a Forni di Sopra (UD), in via Plan dal
Moru n. 10 può esercitare, a seguito del riconoscimento di cui all’art.1, nell’ambito del territorio della
Regione Friuli Venezia Giulia, l’attività di tecnico competente in acustica ambientale.
Il presente atto, redatto e sottoscritto in doppio originale, di cui uno rilasciato al soggetto autorizzato e
l’altro trattenuto agl’atti d’ufficio, verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 25 novembre 2008
GUBERTINI
08_50_1_DDS_TUT INQ 2340
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento
atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre
10 dicembre 2008
50
79
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
2008, n. ALP.10-2340-INAC/343
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale al sig. Federico Costadura.
Il Direttore del Servizio
Vista la Legge 26 Ottobre 1995, n. 447 - Legge quadro sull’inquinamento acustico, che stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento
acustico;
Considerato che l’art. 2, commi 6 e 7 della citata L. 447/95, definisce tecnico competente la figura
professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti
norme, redigere piani di risanamento acustico e svolgere attività di controllo;
Vista la deliberazione n. 1690 del 06 Giugno 1997 con cui la Giunta regionale ha stabilito le modalità
di presentazione e di valutazione delle domande per lo svolgimento dell’attività di tecnico competente
in acustica ambientale, che recepisce tra l’altro la risoluzione, assunta in data 25 Gennaio 1996 dalla
Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, finalizzata a dare
attuazione omogenea della norma in tutte le Regioni;
Preso atto del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per
l’esercizio dell’attività di tecnico competente in acustica, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera b) e dell’art.
2, commi 6, 7 e 8 della Legge 26 Ottobre 1995 n. 447;
Ritenuto che per la richiesta di riconoscimento, a svolgere la suddetta attività, nell’ambito del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, debba essere presentata all’Assessorato regionale competente in
materia ambientale apposita domanda corredata da documentazione comprovante:
• il possesso di titolo di studio adeguato al riconoscimento,
• la residenza nella Regione Friuli Venezia Giulia,
• lo svolgimento di attività in modo non occasionale nel campo dell’acustica ambientale, da almeno
quattro anni per i diplomati e da almeno due anni per i laureati o per i titolari di diploma universitario;
Vista la domanda presentata dal Sig. Federico COSTADURA, nato a Genova il 13 Agosto 1974 e residente a Fossalon di Grado (GO), in via Muggia n. 14;
Considerato quanto sopra esposto si ritiene di procedere al riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale, ai fini dell’esercizio dell’attività stessa sul territorio regionale;
DECRETA
Art. 1
Art. 2
E’ riconosciuta, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, comma 1 del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, la qualifica di
tecnico competente in acustica ambientale, al Sig. Federico COSTADURA, nato a Genova il 13 Agosto
1974 e residente a Fossalon di Grado (GO), in via Muggia n. 14.
Il Sig. Federico COSTADURA, nato a Genova il 13 Agosto 1974 e residente a Fossalon di Grado (GO), in
via Muggia n. 14 può esercitare, a seguito del riconoscimento di cui all’art.1, nell’ambito del territorio
della Regione Friuli Venezia Giulia, l’attività di tecnico competente in acustica ambientale.
Il presente atto, redatto e sottoscritto in doppio originale, di cui uno rilasciato al soggetto autorizzato e
l’altro trattenuto agl’atti d’ufficio, verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 25 novembre 2008
GUBERTINI
08_50_1_DDS_TUT INQ 2341
Decreto del Direttore del Servizio tutela da inquinamento
atmosferico, acustico ed elettromagnetico 25 novembre
2008, n. ALP.10-2341-INAC/344
Legge 26 ottobre 1995 n. 447 - DPCM 31 marzo 1998 . Riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale all’ing. Marco Piva.
80
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Il Direttore Servizio
Vista la Legge 26 Ottobre 1995, n. 447 - Legge quadro sull’inquinamento acustico, che stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento
acustico;
Considerato che l’art. 2, commi 6 e 7 della citata L. 447/95, definisce tecnico competente la figura
professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti
norme, redigere piani di risanamento acustico e svolgere attività di controllo;
Vista la deliberazione n. 1690 del 06 Giugno 1997 con cui la Giunta regionale ha stabilito le modalità
di presentazione e di valutazione delle domande per lo svolgimento dell’attività di tecnico competente
in acustica ambientale, che recepisce tra l’altro la risoluzione, assunta in data 25 Gennaio 1996 dalla
Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, finalizzata a dare
attuazione omogenea della norma in tutte le Regioni;
Preso atto del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per
l’esercizio dell’attività di tecnico competente in acustica, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera b) e dell’art.
2, commi 6, 7 e 8 della Legge 26 Ottobre 1995 n. 447;
Ritenuto che per la richiesta di riconoscimento, a svolgere la suddetta attività, nell’ambito del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, debba essere presentata all’Assessorato regionale competente in
materia ambientale apposita domanda corredata da documentazione comprovante:
• il possesso di titolo di studio adeguato al riconoscimento,
• la residenza nella Regione Friuli Venezia Giulia,
• lo svolgimento di attività in modo non occasionale nel campo dell’acustica ambientale, da almeno
quattro anni per i diplomati e da almeno due anni per i laureati o per i titolari di diploma universitario;
Vista la domanda presentata dall’ing. Marco PIVA, nato a Pordenone il 12 novembre 1969 e residente
a Porcia (PN), in via Vallada n. 35;
Considerato quanto sopra esposto si ritiene di procedere al riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale, ai fini dell’esercizio dell’attività stessa sul territorio regionale;
DECRETA
Art. 1
Art. 2
E’ riconosciuta, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, comma 1 del D.P.C.M. 31 Marzo 1998, la qualifica di
tecnico competente in acustica ambientale, all’ing. Marco PIVA, nato a Pordenone il 12 novembre 1969
e residente a Porcia (PN), in via Vallada n. 35.
L’ing. Marco PIVA, nato a Pordenone il 12 novembre 1969 e residente a Porcia (PN), in via Vallada n. 35
può esercitare, a seguito del riconoscimento di cui all’art.1, nell’ambito del territorio della Regione Friuli
Venezia Giulia, l’attività di tecnico competente in acustica ambientale.
Il presente atto, redatto e sottoscritto in doppio originale, di cui uno rilasciato al soggetto autorizzato e
l’altro trattenuto agl’atti d’ufficio, verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 25 novembre 2008
GUBERTINI
08_50_1_DGR_2414_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n.
2414
LR 4/2008 , art 11: approvazione del programma straordinario
per l'anno 2008 adottato dalla Provincia di Trieste, assegnazione e prenotazione delle risorse. (euro 3.875.975,00).
la giunta regionale
Visto l’art. 1, commi da 85 a 89, della legge regionale 28 dicembre 2007, n. 30 (Legge strumentale
2008), che prevede la concessione di un finanziamento alle Comunità montane e alle Province di Gorizia
e Trieste per opere pubbliche nei settori di cui all’art. 10, comma 3, della legge regionale 9 gennaio 2006,
n. 1, interventi di sistemazione della viabilità comunale collegante i valichi minori del Friuli Venezia Giulia
con la Repubblica di Slovenia e di riqualificazione delle aree confinarie e, infine, interventi non finanziati
di cui all’art. 6, comma 129, della legge regionale 1/2005 secondo la graduatoria delle domande ammis-
10 dicembre 2008
50
81
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
sibili stabilita dall'Allegato B della deliberazione della Giunta regionale n. 3039 del 21 novembre 2005;
Visto l’art 6 della legge regionale 20 dicembre 2002 n. 33 che attribuisce alla Provincia di Trieste per la
zona omogenea del Carso di competenza, le funzioni conferite alle Comunità montane;
Considerato che il finanziamento di cui sopra è concesso a riduzione, fino al 100% della spesa, degli
oneri di ammortamento, in linea capitale e interessi, dei mutui contratti dalle Comunità montane e dalle
Province di Gorizia e di Trieste;
Vista la legge regionale 20 febbraio 2008, n. 4 (Norme per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio
montano);
Considerato che l’art. 11 della legge regionale 4/2008 prevede l’adozione, da parte delle Comunità
montane e delle Province di Gorizia e Trieste, di un programma straordinario per l’anno 2008 comprendente interventi riferibili alle aree e finalità indicate al comma 1 del medesimo articolo, finanziati con le
risorse di cui all’art. 13, commi 5 e 7, della legge regionale 4/2008, nonché le opere e gli interventi finanziati ai sensi dell'articolo 1, commi da 85 a 89, della legge regionale 30/2007;
Considerato che il programma straordinario viene approvato, ai sensi dell’art. 11, comma 3, della
legge regionale 4/2008 dalla Giunta regionale, la quale dispone contestualmente, a favore delle Comunità montane o delle Province di Gorizia e Trieste, sia l'assegnazione delle risorse di cui al citato art. 13,
commi 5 e 7, della medesima legge, sia l'assegnazione delle risorse di cui all'art. 1, comma 89, della legge
regionale 30/2007, nella stessa misura percentuale di cui all'allegato B della deliberazione della Giunta
regionale n. 2232 del 21 settembre 2007 (Approvazione del piano regionale di sviluppo montano per gli
anni 2007-2009 e assegnazione delle risorse dell'anno 2007 alle Comunità montane e alle Province di
Gorizia e di Trieste);
Visto l’art. 10, commi 55 e 56, della legge regionale 14 agosto 2008, n. 9 (Assestamento del bilancio
2008 e del bilancio pluriennale per gli anni 2008-2010 ai sensi dell’art. 34 della legge regionale 8 agosto
2007, n. 21) che autorizza l’Amministrazione regionale a finanziare le opere di cui all’art. 1, commi da 85
a 88, della legge regionale 30/2007, inserite nel programma straordinario ai sensi dell’art. 11, comma 2,
della legge regionale 4/2008, a decorrere dall’anno 2009 e annualmente fino a tutto il 2028, confermando gli importi già previsti dall’art. 1, comma 89, della legge regionale 30/2007;
Considerato che le risorse stanziate per l’attuazione dei programmi straordinari delle Comunità
montane e delle Province di Gorizia e Trieste sono:
• interventi di cui all’art. 11, comma 1, della legge regionale 4/2008: euro 500.000,00 a carico dell’U.B.
9.2.1.1158 (spese correnti) ed euro 5.750.000,00 a carico dell’U.B. 9.2.2.1158 (spese in conto capitale);
• opere ed interventi di cui all’art. 1, commi 85-88, della legge regionale 30/2007 e art. 11, comma 2,
della legge regionale 4/2008: euro 43.000.000,00 in ragione di euro 2.150.000,00 per ogni anno, a decorrere dal 2009 e fino al 2028 compreso (limite di impegno ventennale), a carico dell’U.B. 9.2.2.1158 e
corrispondenti, per gli esercizi successivi al 2010;
Considerato che la Provincia di Trieste, con nota del 14 luglio 2008, prot. n. 0025221 - 10.09, ha presentato il Programma straordinario per l’anno 2008 adottato dal Consiglio provinciale con deliberazione
n. 37 del 19 giugno 2008 ai sensi delle sopra citate disposizioni normative;
Visto il Verbale istruttorio di data 11 novembre 2008, del Servizio coordinamento politiche per la montagna, il quale dà atto del perfezionamento dell’istruttoria;
Considerato di dover approvare, ai sensi dell’art. 11, comma 3, della legge regionale 4/2008, il Programma straordinario per l’anno 2008 secondo il quadro finanziario di cui all’Allegato A) e con le seguenti prescrizioni, finalizzate a garantire uniformità di comportamento rispetto alle disposizioni normative
regionali e agli indirizzi programmatici:
a) la Provincia di Trieste si attiene, nell’utilizzo dei fondi ad essa assegnati per l’attuazione del programma straordinario, alle disposizioni della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7, e successive modificazioni e
integrazioni, richiamate dall’art. 2, comma 2 bis, della legge medesima, così come modificato dall’art. 2,
comma 1, della legge regionale 24 maggio 2004, n. 14;
b) gli interventi di natura contributiva a favore di imprese e cittadini devono essere attuati nel rispetto
della normativa regionale di settore che ne preveda espressamente la possibilità, oltre che nel rispetto
della normativa comunitaria in materia di aiuti;
c) gli interventi contributivi effettuati ai sensi degli articoli 22, 23 e 24 della legge regionale 33/2002
sono attuati nel rispetto degli indirizzi dettati dalla Giunta regionale con la deliberazione n. 3070 del 10
ottobre 2003 (“LR 33/2002, art 39: indirizzi ai Comprensori montani e alle Province di Gorizia e Trieste ed
ai Comuni per la concessione degli incentivi di cui agli artt. 22, 23 e 24 della L.R. 33/2002”).
Considerato, altresì, di dover assegnare alla Provincia di Trieste le risorse economiche di cui al quadro finanziario dell’ Allegato A), ai sensi dell’art. 11, comma 3, della legge regionale 4/2008, pari all’ 7,87
per cento delle risorse disponibili e, quindi, nella stessa misura percentuale dell’importo assegnato alla
Provincia con la deliberazione della Giunta regionale n. 2232 del 2007;
Considerato che, secondo quanto previsto dall’art. 11, comma 6, della legge regionale 4/2008, il
programma straordinario è concluso entro tre anni dalla data del presente provvedimento, a esclusio-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
82
ne delle opere e dei lavori finanziati con contrazione di mutuo, e che per le sue variazioni ed in caso di
realizzazione parziale si applicano le disposizioni di cui all'art. 10, commi 3, 4 e 5, della legge regionale
4/2008;
Considerato opportuno prevedere un termine anche per la conclusione delle opere e dei lavori finanziati con contrazione di mutuo, fissandolo in cinque anni dalla data della stipula del contratto di mutuo;
Visto il Programma operativo di gestione 2008 (POG), approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 3301 del 28 dicembre 2007 e successive modifiche ed integrazioni.
Considerato di dover prenotare le risorse assegnate ai sensi dell’art. 40 della legge regionale
21/2007, e successive modifiche e integrazioni, secondo quanto indicato dal POG;
Visto il Regolamento di organizzazione dell’amministrazione regionale e degli enti regionali approvato
con decreto del Presidente della Regione n. 0277/Pres. del 27 agosto 2004, e successive modificazioni
e integrazioni;
Su proposta del Presidente della Regione;
all’unanimità,
Delibera
1. Ai sensi dell’art. 11, comma 3, della legge regionale 4/2008, è approvato il Programma straordinario
per l’anno 2008 della Provincia di Trieste adottato dal Consiglio provinciale con deliberazione n. 37 del
19 giugno 2008, secondo il quadro finanziario di cui all’Allegato A), che costituisce parte integrante e
sostanziale del presente provvedimento, e con le seguenti prescrizioni:
a) la Provincia di Trieste si attiene, nell’utilizzo dei fondi ad essa assegnati per l’attuazione del programma straordinario, alle disposizioni della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7, e successive modificazioni e
integrazioni, richiamate dall’art. 2, comma 2 bis, della legge medesima, così come modificato dall’art. 2,
comma 1, della legge regionale 24 maggio 2004, n. 14;
b) gli interventi di natura contributiva a favore di imprese e cittadini devono essere attuati nel rispetto
della normativa regionale di settore che ne preveda espressamente la possibilità, oltre che nel rispetto
della normativa comunitaria in materia di aiuti.
c) gli interventi contributivi effettuati ai sensi degli articoli 22, 23 e 24 della legge regionale 33/2002
sono attuati nel rispetto degli indirizzi dettati dalla Giunta regionale con la deliberazione n. 3070 del 10
ottobre 2003 (“LR 33/2002, art 39: indirizzi ai Comprensori montani e alle Province di Gorizia e Trieste ed
ai Comuni per la concessione degli incentivi di cui agli artt. 22, 23 e 24 della L.R. 33/2002”).
2. Sono assegnate alla Provincia di Trieste le risorse del quadro finanziario dell’Allegato A), per un importo complessivo di euro 3.875.975,00.
3. Sono prenotate le risorse di cui al punto 2 con le seguenti imputazioni a carico dello stato di previsione
della spesa del bilancio triennale 2008-2010 e del bilancio per l’anno 2008:
• euro 39.350,00 a carico dell’U.B. 9.2.1.1158, capitolo 1059, competenza dell’anno 2008;
• euro 452.525,00 a carico dell’U.B. 9.2.2.1158, capitolo 1053, competenza dell’anno 2008;
• euro 169.205,00 annui, per venti annualità e complessivi euro 3.384.100,00 a decorrere dall’anno
2009, a carico dell’U.B. 9.2.2.1158, capitolo 1055. L’onere relativo alle annualità autorizzate per gli anni
dal 2011 al 2028 fa carico alla corrispondente unità di bilancio e al corrispondente capitolo per gli anni
medesimi.
4. Il programma straordinario è concluso entro tre anni dalla data del presente provvedimento, ad esclusione delle opere e dei lavori finanziati con contrazione di mutuo, e per le sue variazioni e in caso di
realizzazione parziale si applicano le disposizioni di cui all'art. 10, commi 3, 4 e 5, della legge regionale
4/2008.
5. La conclusione delle opere e dei lavori finanziati con contrazione del mutuo è fissata nel termine di
cinque anni dalla data della stipula del contratto di mutuo.
6. Si dispone la pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino ufficiale della Regione.
IL PRESIDENTE: TONDO
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2414_2_ALL1
Allegato A)
Provincia di Trieste
Programma straordinario per l'anno 2008 (art. 11 della legge
regionale 20 febbraio 2008, n. 4)
10 dicembre 2008
50
83
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Interventi
Risorse assegnate (Euro)
Artt. 11, comma Artt. 11, comma Art. 1, comma 85-88, L.R.
1, e 13, comma 1, e 13, comma
30/2007 e
5, L.R. 4/2008
7, L.R. 4/2008
art. 10, comma 56 , L.R.
(Interventi di
(Interventi di
9/2008
parte corrente) parte capitale) (Finanziamento pluriennale
Cap. 1059
Cap. 1053
2009-2028)
Cap. 1055
capitale
interesse
Totale
CONTRIBUTI ALLE AZIENDE
AGRITURISTICHE
-
200.000,00
-
-
200.000,00
PROGETTO PILOTA FINALIZZATO AL RIPRISTINO E CONSERVAZIONE DELLA LANDA
CARSICA
PROGETTAZIONE E RIPRISTINO DELLE STRADE VICINALI
E RURALI NEL TERRITORIO
MONTANO
VALORIZZAZIONE DELLE
RISORSE FORESTALI-REDAZIONE DI PIANI ECONOMICI E
RIPRISTINO PISTE FORESTALI
RIPRISTINO DELLE AREE
DEGRADATE
AIUTI PER LA RIDUZIONE DEI
COSTI DI RISCALDAMENTO
DOMESTICO: ART. 22 DELLA
L.R. 33/2002
AIUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI : ART. 23 DELLA L.R.
33/2002
AIUTI PER LO SVILUPPO DEL
TURISMO ALPINO: ART. 24
DELLA L.R. 33/2002
RIQUALIFICAZIONE DI AREE A
RIDOSSO DEL CONFINE CON
LA REPUBBLICA DI SLOVENIA
TOTALI
-
70.000,00
-
-
70.000,00
-
42.525,00
-
-
42.525,00
-
70.000,00
-
-
70.000,00
-
70.000,00
-
-
70.000,00
8.000,00
-
-
-
8.000,00
10.000,00
-
-
-
10.000,00
21.350,00
-
-
-
21.350,00
-
-
39.350,00
2.150.000,00 1.234.100,00 3.384.100,00
452.525,00 2.150.000,00 1.234.100,00 3.875.975,00
Interesse stimato al tasso annuo costante del 4,815 % , per 20 annualità.
VISTO: IL PRESIDENTE: TONDO
VISTO: IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2415_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n.
2415
Art. 2545 septiesdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Scioglimento per atto dell'autorità della cooperativa ''Organizzazione produttori latte padano Società cooperativa'' con sede in Brugnera,
senza nomina di Commissario liquidatore.
la giunta regionale
VISTO l’articolo 2545-septiesdecies c.c. concernente lo scioglimento per atto dell’autorità di società
cooperative;
VISTO altresì il verbale di revisione ordinaria ultimato il giorno 12.09.2008 alla cooperativa “Organiz-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
84
zazione Produttori Latte Padano Società Cooperativa” con sede in Brugnera, dal quale si rileva che la
società, inattiva, non persegue lo scopo mutualistico né è in grado di raggiungere gli scopi per cui è stata
costituita;
RAVVISATA conseguentemente la necessità, fatta presente anche dal revisore, di procedere allo scioglimento per atto dell’autorità ai sensi dell’articolo 2545-septiesdecies c.c. della predetta cooperativa,
ricorrendo i presupposti di legge;
RILEVATA inoltre l’inesistenza di rapporti patrimoniali da definire;
PRESO ATTO del parere favorevole espresso in merito, ai sensi del comma 2, lettera a) dell’articolo 10
della legge regionale 20.11.1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della legge regionale 4.7.1997, n.
23, dalla Commissione regionale per la cooperazione nella seduta del 31 ottobre 2008;
VISTO l’articolo 23 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO vieppiù l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTA la legge 17.7.1975, n. 400;
VISTO infine il decreto del Ministro dello sviluppo economico dd.17.1.2007;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità,
Delibera
- di sciogliere per atto dell’autorità, ai sensi dell’articolo 2545-septiesdecies c.c., la cooperativa “Organizzazione Produttori Latte Padano Società Cooperativa” con sede in Brugnera, costituita addì 24.02.2005
per rogito notaio dott. Massimo Martinelli di Fossano (CN), senza far luogo alla nomina di commissario
liquidatore non essendovi rapporti patrimoniali da definire, ai sensi di quanto previsto dal 1° comma
dell’articolo 2 della legge 17.7.1975, n. 400.
- E’ fatta salva la possibilità per i creditori o altri interessati di chiedere la nomina motivata del commissario liquidatore ai sensi dell’articolo 2 della legge 17.7.1975, n. 400, entro il termine perentorio di trenta
giorni dalla data di pubblicazione della deliberazione.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il provvedimento di cui trattasi sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino Ufficiale della Regione
IL PRESIDENTE: TONDO
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2462_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n.
2462
Docup Obiettivo 2 2000-2006. Asse III ''Valorizzazione e tutela
delle risorse ambientali, naturali e culturali'' - misura 3.3 ''Difesa
del suolo e protezione dal dissesto idrogeologico in area montana''. Integrazione del Piano degli interventi ed impegno.
la giunta regionale
VISTO il Regolamento (CE) n. 1260 del Consiglio del 21.06.1999 recante disposizioni generali sui fondi
strutturali;
VISTA la Legge regionale 27 novembre 2001, n. 26 recante “Norme specifiche per l’attuazione del DOCUP Obiettivo 2 per il periodo 2000-2006, disposizioni per l’attuazione dei programmi comunitari per il
periodo medesimo, nonché modifiche alla Legge regionale n. 9/1998 recante disposizioni per l’adempimento di obblighi comunitari in materia di aiuti di Stato”;
VISTA la Legge regionale 7 agosto 2007, n. 21 recante “Norme in materia di programmazione finanziaria
e contabilità regionale”, e in particolare l’art. 19 (Fondi per interventi a finanziamento comunitario);
VISTO il Documento Unico di programmazione 2000-2006 - Obiettivo 2, modificato a seguito della revisione di metà periodo, approvato dalla Commissione Europea con decisione C(04)4591 del 19.11.2004;
ATTESO che nel Documento Unico di programmazione 2000-2006 - Obiettivo 2 di cui sopra è stata
10 dicembre 2008
50
85
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
inserita nell’Asse 3 “Valorizzazione e tutela delle risorse ambientali, naturali e culturali” la Misura 3.3
“Difesa del suolo e protezione dal dissesto idrogeologico in area montana” per la messa in sicurezza e
prevenzione delle aree a rischio idrogeologico elevato;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 3611 di data 30.12.2004 con la quale si prende atto
della decisione della Commissione Europea C(04)4591 del 19.11.2004 che approva il citato Documento
Unico di programmazione 2000-2006 - Obiettivo 2;
VISTO il Piano finanziario analitico per misura/azione/sottoazione del DOCUP Obiettivo 2 2000-2006,
approvato con DGR n. 1444 di data 17.06.2005, che prevede una dotazione finanziaria per la Misura 3.3
per l’importo di Euro 11.961.748,00.-;
ATTESO che con la D.G.R. n. 197 di data 04.02.2005 è stata anche approvata la ripartizione delle risorse
derivanti dal Piano aggiuntivo regionale del DOCUP Obiettivo 2 2000-2006 e che, in particolare, è stato
assegnato alla Misura 3.3 l’importo di Euro 574.608,00.-;
VISTO il Complemento di Programmazione (di seguito C.d.P.) relativo al DOCUP Obiettivo 2 2000/2006
come da ultimo modificato e integrato con DGR 1166 del 16.06.2008;
ATTESO che la Protezione Civile della Regione è stata indicata nel succitato C.d.P. quale struttura responsabile dell’attuazione della Misura 3.3 “Difesa del suolo e protezione dal dissesto idrogeologico
in area montana” e che nel medesimo C.d.P. il Commissario Delegato, individuato con Ordinanza del
Presidente del Consiglio dei Ministri 11.09.2003, n. 3309, è stato indicato quale soggetto responsabile
della citata Misura 3.3;
RILEVATO che il C.d.P. stabilisce le procedure amministrative, tecniche e finanziarie per la realizzazione
della misura e prevede, alla Fase 1, l’approvazione, da parte della Giunta regionale, della deliberazione
che approva il Piano di interventi da realizzare nell’ambito della Misura 3.3;
ATTESO che il C.d.P. stabilisce che gli interventi finanziati dal Docup saranno individuati nell’ambito del
Piano degli interventi della Protezione Civile per la messa in sicurezza, in particolare, dei luoghi interessati dall’alluvione del 29.08.2003, quale condizione necessaria e presupposto essenziale anche per la
ripresa produttiva ed economica e per l’incremento insediativo delle stesse aree;
ATTESO che tale Piano della Protezione Civile è individuato tramite i decreti del Commissario Delegato
n. 23/CD/2004 di data 06.02.2004 e n. 14/CD/2005 di data 18.01.2005, e successivamente rimodulati,
che hanno approvato il cronoprogramma delle attività da porre in essere ai fini dell’attuazione degli interventi previsti rispettivamente con l’Ordinanza n. 3309 di data 11.09.2003 del Presidente del Consiglio
dei Ministri e con l’Ordinanza n. 3339 di data 20.02.2004 del Presidente del Consiglio dei Ministri;
VISTA la D.G.R. 23 maggio 2005, n. 1149, con la quale, in ottemperanza della procedura stabilita con
il C.d.P., è stato approvato il Piano degli interventi da realizzare nell’ambito della Misura 3.3 del Docup Obiettivo 2 2000-2006, e sono state ammesse a finanziamento le iniziative dal n. 1 al n. 16 di cui
alla citata deliberazione per un importo complessivo pari ad Euro 11.884.955,04.-, impegnato sul Fondo
speciale Obiettivo 2 2000-2006, a valere sulle risorse Docup della Misura 3.3, e l’iniziativa n. 17 per un
importo di Euro 568.404,00.- impegnato a valere sul Piano aggiuntivo regionale (P.A.R.);
ATTESO che con la medesima deliberazione n. 1149 è stato disposto che il finanziamento a carico del
Docup dell’iniziativa n. 18 è subordinato al reperimento delle disponibilità finanziarie derivanti da eventuali economie, dal Piano aggiuntivo regionale o da una riprogrammazione finanziaria del Docup;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1445 di data 17.06.2005 con la quale è stata disposta
l’assegnazione di ulteriori risorse aggiuntive regionali (P.A.R.) ed è stato attribuito alla Misura 3.3 l’importo di Euro 4.544.315,00.-;
VISTA la D.G.R. 05 dicembre 2005, n. 3147, con la quale, a seguito dell’assegnazione di ulteriori risorse
e di economie realizzatesi, è stato approvato il Piano aggiuntivo degli interventi da realizzare nell’ambito
della Misura 3.3 del Docup Obiettivo 2 2000-2006 e sono state ammesse a finanziamento l’iniziativa n.
18 per un importo pari ad Euro 498.181,82.-, impegnato sul Fondo speciale Obiettivo 2 2000-2006, a
valere sulle risorse Docup della Misura 3.3, e le iniziative dal 19 al 23 per un importo complessivo di Euro
4.512.377,04.- impegnato a valere sul Piano aggiuntivo regionale (P.A.R.);
ATTESO che con la medesima deliberazione n. 3147 è stato disposto che il finanziamento a carico del
Docup dell’iniziativa n. 24 è subordinato al reperimento delle disponibilità finanziarie derivanti da eventuali economie, dal Piano aggiuntivo regionale o da una riprogrammazione finanziaria del Docup;
VISTA la DGR 15 dicembre 2006, n. 3082, con la quale sono state operate variazioni al Piano finanziario
del Docup Obiettivo 2 ed è stato disposto per l’iniziativa n. 19, cod. 2928, il disimpegno parziale del progetto su risorse PAR per Euro 1.353.010,00.- e l’impegno del medesimo importo su risorse Docup;
ACCERTATO, alla luce di quanto sopra riportato ed a seguito di riprogrammazioni delle risorse PAR, che
la dotazione finanziaria per la Misura 3.3 ammonta ad Euro 13.314.758,00.- a valere sul Piano finanziario
del Docup Obiettivo 2 2000-2006 e Euro 3.727.771,04.- a valere sul Piano aggiuntivo regionale (P.A.R.)
per complessivi Euro 17.042.529,04.-;
RILEVATO, inoltre, che a seguito della conclusione degli interventi risultano ancora disponibili a valere sulla Misura 3.3 Euro 724.061,11.- di cui Euro 573.148,67.- a valere sulle risorse Docup ed Euro
150.912,44.- a valere sulle risorse PAR;
50
10 dicembre 2008
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
86
ATTESO che non è possibile ammettere a finanziamento l’iniziativa n. 24 di cui al Piano aggiuntivo
approvato con D.G.R. n. 3147/2005, in quanto, a seguito di problematiche connesse all’attuazione, le
tempistiche di realizzazione e conclusione dell’intervento non sono più compatibili con le tempistiche di
implementazione del Docup e si rende, pertanto, necessaria la sostituzione;
RITENUTO, al fine di garantire il pieno ed efficiente utilizzo delle dotazioni finanziarie, di provvedere all’impegno su risorse Docup di iniziative finanziate a valere sul Piano Aggiuntivo Regionale (P.A.R.), anche
al fine di rendere disponibili risorse PAR riprogrammabili in favore di ulteriori progetti ammissibili a valere
sulla stessa Misura 3.3;
RITENUTO opportuno a tal fine disimpegnare il seguente progetto PAR e contestualmente provvedere
all’impegno per il medesimo importo a valere su risorse Docup:
ID
CODICE
FRIULIA PROGETTO
1940
2308
TITOLO
Intervento sistemazione
versante a monte della borgata di Cucco (Malborghetto
Valbruna)
DISIMPEGNO PAR
IMPEGNO DOCUP
(QUOTE
(QUOTE UE, STATO
UE, STATO E REGIONE)
E REGIONE)
(-) Euro 505.974,00
Euro 505.974,00
SALDO
(EURO)
0,00
VISTA la Delibera di Giunta regionale n. 1149 del 23.05.2005 con cui è stato assunto l’impegno di spesa
per il progetto suddetto a valere sulle risorse messe a disposizione dal Piano Aggiuntivo regionale;
CONSIDERATO che a seguito di tali modifiche, che comportano unicamente una sostituzione della
fonte di copertura, le disponibilità complessive del Piano Aggiuntivo Regionale sulla Misura 3.3 ammontano a Euro 656.886,44.-;
RITENUTO, pertanto, di estrapolare ulteriori interventi dai citati Piani della Protezione Civile da finanziare con le disponibilità del PAR realizzatesi in ottemperanza della procedura stabilita con il C.d.P. e
rispondenti agli obiettivi e ai criteri del DOCUP Obiettivo 2, di seguito indicati:
CLASSIFICA
TITOLO
CD/OPERA/011 Intervento urgente a
salvaguardia della pubblica
incolumità e dell’abitato del
“Villaggio Crivaia” in comune
di Dogna
CD/3339/037 Intervento urgente di protezione civile per la sistemazione della frana in località
Chiout Zucuin in comune di
Dogna
COMUNE
ENTE ATTUATORE
IMPORTO AMMESSO A
FINANZIAMENTO
EURO
394.828,26
Dogna
Protezione civile della
Regione
Dogna
Protezione civile della
Regione tramite la collaborazione della Direzione
centrale risorse agricole,
naturali, forestali e per la
montagna
197.201,32
ATTESO che al finanziamento degli ulteriori interventi ammessi al contributo del DOCUP Obiettivo 2
2000-2006 si provvede attraverso il Piano Aggiuntivo Regionale al Docup Obiettivo 2 2000-2006;
ATTESO, inoltre, che la presente deliberazione costituisce l’impegno finanziario sulle risorse del Piano
sopraccitato;
Su proposta dell’Assessore alla Protezione Civile della Regione;
all’unanimità,
DELIBERA
1. Di disporre il disimpegno del progetto PAR di seguito indicato:
ID FRIULIA
1940
CODICE
PROGETTO
2308
TITOLO
Intervento sistemazione versante a
monte della borgata di Cucco (Malborghetto Valbruna)
DISIMPEGNO PAR (QUOTE
UE, STATO E REGIONE)
(-) Euro 505.974,00
2. Di disporre l’impegno a valere su risorse DOCUP del seguente progetto:
ID FRIULIA
CODICE
PROGETTO
TITOLO
IMPEGNO DOCUP (QUOTE
UE, STATO E REGIONE)
1940
2308
Intervento sistemazione versante a
monte della borgata di Cucco (Malborghetto Valbruna)
Euro 505.974,00
10 dicembre 2008
50
87
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
3. Di approvare, per le motivazioni indicate in premessa, il Piano aggiuntivo degli interventi da realizzare
nell’ambito della Misura 3.3 del DOCUP Obiettivo 2 2000-2006, di seguito riportato:
CLASSIFICA
TITOLO
COMUNE
CD/OPERA/011 Intervento urgente a
salvaguardia della pubblica
incolumità e dell’abitato del
“Villaggio Crivaia” in comune
di Dogna
CD/3339/037 Intervento urgente di protezione civile per la sistemazione della frana in località
Chiout Zucuin in comune di
Dogna
ENTE ATTUATORE
Dogna
Protezione civile della
Regione
Dogna
Protezione civile della
Regione tramite la collaborazione della Direzione
centrale risorse agricole,
naturali, forestali e per la
montagna
IMPORTO AMMESSO A
FINANZIAMENTO
EURO
394.828,26
197.201,32
4. Di ammettere a finanziamento le due iniziative sopra richiamate, per un importo complessivo pari ad
Euro 592.029,58.-, a valere sulle risorse del Piano aggiuntivo regionale (P.A.R.) disponibili per la Misura
3.3.
5. Di impegnare, ai sensi dell’art. 3, terzo comma, della LR n. 26/2001 l’importo di Euro 394.828,26 per
l’intervento CD/OPERA/011 ed Euro 197.201,32 per l’intervento CD/3339/037 a valere sulle risorse
P.A.R. per la Misura 3.3.
6. Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione.
IL PRESIDENTE: TONDO
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2478_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 20 novembre 2008, n.
2478. (Estratto)
Comune di Montenars: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n 18 del 20.06.2008, di approvazione della variante n. 2 al Piano regolatore generale comunale.
la giunta regionale
all'unanimità,
(omissis)
delibera
1. di ritenere la riserva vincolante, espressa con propria deliberazione n. 915 del 21.5.2008 in merito alla
variante n. 2 al Piano regolatore generale comunale del comune di MONTENARS, superata dall'introduzione di modifiche e dalla proposizione di verifiche e motivazioni a sostegno di specifiche previsioni di
variante, disposte con la deliberazione comunale consiliare n. 18 del 20.6.2008;
2. di confermare l'esecutività della suddetta deliberazione consiliare n. 18 del 20.6.2008, di approvazione
della variante n. 2 al Piano regolatore generale comunale del comune di Montenars;
3. omissis.
IL PRESIDENTE: TONDO
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2519_1_TESTO
Deliberazione della giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2519
Art. 2545-terdecies cc e LR 27/2007, art. 23 - Liquidazione
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
88
coatta amministrativa della ''Cooperativa produttori latte savoia cinque Società cooperativa'' con sede in Brugnera.
la giunta regionale
VISTO il verbale relativo alla revisione ordinaria ultimato il giorno 12.09.2008 alla “Cooperativa Produttori Latte Savoia Cinque Società Cooperativa” con sede in Brugnera, dal quale emerge che la società
stessa si trova in stato d’insolvenza, stante il patrimonio netto negativo risultante dal bilancio di esercizio al 31.12.2007;
RAVVISATA quindi la necessità, fatta presente dal revisore, di porre la predetta cooperativa in liquidazione coatta amministrativa ai sensi dell’articolo 2545-terdecies c.c.;
VISTA inoltre la sentenza del Tribunale di Pordenone n. 4/08 dd.22.10.2008, depositata in cancelleria in
data 27.10.2008, che ha accertato lo stato d’insolvenza della citata società;
CONSIDERATO, alla luce dell’intervenuto giudicato della Magistratura, di assumere vieppiù, ai sensi
dell’articolo 195 del regio decreto 16.3.1942, n. 267, il provvedimento di liquidazione coatta amministrativa nei confronti dell’ente in parola;
PRESO ATTO del parere unanimemente favorevole espresso in merito, nella seduta del 31 ottobre
2008 dalla Commissione regionale per la cooperazione, ai sensi del comma 2, lett. a), dell’articolo 10 della legge regionale 20.11.1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della legge regionale 4.7.1997, n. 23;
RITENUTO pertanto di nominare quale commissario liquidatore della menzionata cooperativa il dott.
Paolo Fabris, con studio in Spilimbergo, Via Vittorio Emanuele lI n. 1, iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pordenone;
VISTI gli articoli 2545-terdecies c.c., 194 e seguenti del regio decreto 16.3.1942, n. 267, e 23 della legge
regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO altresì l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTA la legge 17.7.1975, n. 400;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità
Delibera
- La “Cooperativa Produttori Latte Savoia Cinque Società Cooperativa” con sede in Brugnera, costituita
addì 19.10.1999 per rogito notaio dott. Massimo Martinelli di Fossano (CN), è posta in liquidazione coatta amministrativa ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 2545-terdecies c.c., agli articoli 194 e seguenti
del regio decreto 16.3.1942, n. 267, ed alla legge 17.7.1975, n. 400.
- Il dott. Paolo Fabris, con studio in Spilimbergo, Via Vittorio Emanuele II n. 1, è nominato commissario
liquidatore.
- Al commissario liquidatore spetta il trattamento economico previsto dal D.P.Reg. n. 0155/Pres.
dd.30.06.2008.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il provvedimento di cui trattasi sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino Ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2520_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2520
Art 2545 - septiesdecies CC e LR 27/2007, art 23 - Scioglimento per atto dell'autorità della cooperativa ''Eurocoop 2003 - Società cooperativa a responsabilità limitata'' con sede in pravisdomini, con nomina di Commissario liquidatore.
10 dicembre 2008
50
89
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
La GIUNTA REGIONALE
VISTO il verbale relativo alla revisione ordinaria alla cooperativa “Eurocoop 2003 - Società cooperativa
a responsabilità limitata” con sede in Pravisdomini, pervenuto in data 16.09.2008;
RILEVATO dalla stessa revisione che ricorrono per la predetta società, allo stato inattiva, le fattispecie
previste dall’articolo 2545-septiesdecies c.c., atteso l’omesso deposito dei bilanci relativi agli esercizi
2006/2007;
RAVVISATA quindi la necessità, fatta presente anche dal revisore, di sciogliere la società per atto
dell’autorità, ai sensi dell’articolo 2545-septiesdecies c.c., e di nominare un commissario liquidatore in
quanto sussistono rapporti patrimoniali da definire;
PRESO ATTO del parere unanimemente favorevole espresso, in merito, nella seduta del 29 settembre
2008 dalla Commissione regionale per la cooperazione, ai sensi del comma 2, lett. a), dell’articolo 10 della legge regionale 20.11.1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della legge regionale 4.7.1997, n. 23;
RITENUTO quindi di nominare quale commissario liquidatore della menzionata cooperativa il dott. Luigino Emilio Battiston, con studio in Pordenone, Via Udine n. 49, iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pordenone;
VISTI gli articoli 2545-septiesdecies c.c. e 23 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO altresì l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTA la legge 17.7.1975, n. 400;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità,
Delibera
- La cooperativa “Eurocoop 2003 - Società cooperativa a responsabilità limitata” con sede in Pravisdomin, costituita addì 18.09.2003, per rogito notaio dott. Maurizio Corsi di Pordenone, è sciolta per atto
dell’autorità ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 2545-septiesdecies c.c. ed alla legge 17.7.1975, n.
400.
- Il dott. Lugino Emilio Battiston, con studio in Pordenone, Via Udine n. 49, è nominato commissario
liquidatore.
- Al commissario liquidatore spetta il trattamento economico previsto dal D.P.Reg. n. 0155/Pres.
dd.30.06.2008.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il provvedimento di cui trattasi sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino Ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2521_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2521
Art. 2545-octiesdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Sostituzione
del liquidatore della ''Cooperativa servizi Trieste - Società cooperativa'' in liquidazione , con sede in San Dorligo della Valle.
La GIUNTA REGIONALE
VISTO il verbale relativo alla revisione ordinaria ultimato il giorno 19.01.2008 alla “Cooperativa Servizi
Trieste - Società Cooperativa” in liquidazione, con sede in San Dorligo della Valle, dal quale emergono
gravi irregolarità, quali l’omesso aggiornamento dei libri sociali e la mancata presentazione delle dovute
dichiarazioni fiscali;
VISTA altresì la successiva nota dell’Ufficio sub prot. n. 12918/PROD/COOP dd.14.05.2008, ricevuta
addì 24.05.2008, con cui si è diffidato il legale rappresentante della società a produrre la documentazione comprovante l’intervenuto superamento delle irregolarità riscontrate entro il termine perentorio
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
90
di trenta giorni dal ricevimento della stessa, a pena dell’assunzione del provvedimento di sostituzione
dello stesso;
ATTESO che il liquidatore non ha ottemperato a quanto intimato;
RAVVISATA, pertanto, la necessità di provvedere alla sostituzione del liquidatore ai sensi dell’articolo
2545-octiesdecies c.c.;
PRESO ATTO del parere unanimemente favorevole espresso in merito, nella seduta del 29 settembre
2008 dalla Commissione regionale per la cooperazione, ai sensi del comma 2, lett. a), dell’articolo 10
della L.R. 20 novembre 1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della L.R. 4 luglio 1997, n. 23;
RITENUTO quindi di nominare liquidatore della cooperativa in parola il dott. Emilio Ressani, con studio
in Trieste, Via Pierluigi da Palestrina n. 3;
VISTI gli articoli 2484 e 2545-octiesdecies c.c.;
VISTO inoltre l’articolo 23 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO altresì l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità,
Delibera
- di nominare, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 2545-octiesdecies c.c., il dott. Emilio Ressani, con
studio in Trieste, Via Pierluigi da Palestrina n. 3, liquidatore della “Cooperativa Servizi Trieste - Società
Cooperativa” in liquidazione, con sede in San Dorligo della Valle, in sostituzione del sig. Publio Serpo.
- Al liquidatore spetta il trattamento economico previsto dal D.P.Reg. n. 0155/Pres. dd.30.06.2008.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il presente provvedimento sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2522_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2522
Art 2545-terdecies CC e LR 27/2007, art 23 - Liquidazione
coatta amministrativa della ''Cooperativa Agricola Masaret''
con sede in Polcenigo.
La GIUNTA REGIONALE
VISTO il verbale relativo alla revisione ordinaria ultimato il giorno 21.02.2008 alla “Cooperativa Agricola
Masaret” con sede in Polcenigo, dal quale emerge che la società stessa si trova in stato d’insolvenza,
stante il patrimonio netto negativo risultante dal bilancio di esercizio al 31.12.2006;
VISTA la successiva nota dell’Ufficio, sub prot. n. 12925/PROD/COOP dd.14.05.2008, ricevuta addì
06.06.2008, con cui si è diffidato il legale rappresentante dell’ente a procedere alla effettiva ricapitalizzazione della cooperativa entro il termine perentorio di sessanta giorni dal ricevimento della stessa, a
pena dell’adozione del provvedimento di liquidazione coatta amministrativa, ai sensi dell’articolo 2545terdecies c.c.;
ATTESO che il presidente del consiglio di amministrazione della società non ha ottemperato a quanto
intimato;
RAVVISATA pertanto la necessità di porre la predetta cooperativa in liquidazione coatta amministrativa ai sensi dell’articolo 2545-terdecies c.c.;
PRESO ATTO del parere unanimemente favorevole espresso in merito, nella seduta del 29 settembre
2008 dalla Commissione regionale per la cooperazione, ai sensi del comma 2, lett. a), dell’articolo 10 della legge regionale 20.11.1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della legge regionale 4.7.1997, n. 23;
RITENUTO quindi di nominare quale commissario liquidatore della menzionata cooperativa il dott. Luigino Emilio Battiston, con studio in Pordenone, Via Udine n. 49, iscritto all’Ordine dei Dottori Commer-
10 dicembre 2008
50
91
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
cialisti e degli Esperti Contabili di Pordenone;
VISTI gli articoli 2545-terdecies c.c., 194 e seguenti del regio decreto 16.3.1942, n. 267, e 23 della legge
regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO altresì l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTA la legge 17.7.1975, n. 400;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità,
Delibera
- La “Cooperativa Agricola Masaret” con sede in Polcenigo, costituita addì 29.06.1983 per rogito notaio
dott. Francesco Giamporcaro di Azzano Decimo, è posta in liquidazione coatta amministrativa ai sensi e
per gli effetti di cui all’articolo 2545-terdecies c.c., agli articoli 194 e seguenti del regio decreto 16.3.1942,
n. 267, ed alla legge 17.7.1975, n. 400.
- Il dott. Luigino Emilio Battiston, con studio in Pordenone, Via Udine n. 49, è nominato commissario
liquidatore.
- Al commissario liquidatore spetta il trattamento economico previsto dal D.P.Reg. n. 0155/Pres.
dd.30.06.2008.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il provvedimento di cui trattasi sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino Ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2523_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2523
Art. 2545-terdecies CC e LR 27/2007, art. 23 - Liquidazione
coatta amministrativa della cooperativa ''La Formica - Società
cooperativa sociale'' con sede in Trieste.
La GIUNTA REGIONALE
VISTO il verbale relativo alla revisione ordinaria ultimato il giorno 18.08.2008 alla cooperativa “La Formica - Società Cooperativa Sociale” con sede in Trieste, dal quale risulta che la società stessa si trova in
stato d’insolvenza;
RAVVISATA la necessità, fatta presente dal revisore, di porre la predetta cooperativa in liquidazione
coatta amministrativa ai sensi dell’articolo 2545-terdecies c.c.;
PRESO ATTO del parere unanimemente favorevole espresso in merito, nella seduta del 29 settembre
2008 dalla Commissione regionale per la cooperazione, ai sensi del comma 2, lett. a), dell’articolo 10 della legge regionale 20.11.1982, n. 79, come sostituito dall’articolo 3 della legge regionale 4.7.1997, n. 23;
RITENUTO pertanto di nominare quale commissario liquidatore della menzionata cooperativa la rag.
Caterina Cavalcante, con studio in Trieste, Via Fabio Severo n. 13, iscritta all’Albo dei Consulenti del
Lavoro della Provincia di Trieste;
VISTI gli articoli 2545-terdecies c.c., 194 e seguenti del regio decreto 16.3.1942, n. 267, e 23 della legge
regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTO altresì l’articolo 34 della legge regionale 3.12.2007, n. 27;
VISTA la legge 17.7.1975, n. 400;
SU PROPOSTA dell’Assessore regionale alle attività produttive;
all’unanimità,
Delibera
- La cooperativa “La Formica - Società Cooperativa Sociale” con sede in Trieste, costituita addì 20.07.2006,
per rogito notaio dott. Furio Gelletti di Trieste, è posta in liquidazione coatta amministrativa ai sensi e
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
92
per gli effetti di cui all’articolo 2545-terdecies c.c., agli articoli 194 e seguenti del regio decreto 16.3.1942,
n. 267, ed alla legge 17.7.1975, n. 400.
- La rag. Caterina Cavalcante, con studio in Trieste, Via Fabio Severo n. 13, è nominata commissario
liquidatore.
- Al commissario liquidatore spetta il trattamento economico previsto dal D.P.Reg. n. 0155/Pres.
dd.30.06.2008.
- Contro il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale competente entro sessanta giorni dalla piena conoscenza dell’atto medesimo ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventi giorni dalla piena conoscenza dello
stesso atto qualora sussistano i presupposti di legge.
Il provvedimento di cui trattasi sarà trascritto a cura del Conservatore nel Registro regionale delle cooperative e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino Ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2550
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2550
Dlgs. 152/2006 - LR 43/1990 - Pronuncia di compatibilità ambientale in relazione al progetto riguardante l’ampliamento della cava “Lovera” sita in Comune di Roveredo in Piano. (VIA322)
Proponente Superbeton SpA.
LA GIUNTA REGIONALE
Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, concernente in
particolare il recepimento delle direttive comunitarie 85/337/CEE, 97/11/CE e 2003/35/CE, la cui parte
seconda che disciplina in particolare la VIA è entrata in vigore il 31 luglio 2007;
Visto il D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, recante ulteriori disposizioni correttive ed integrative del precitato
D.Lgs. 152/2006;
Vista la legge regionale 7 settembre 1990, n. 43, e successive modifiche ed integrazioni, in materia di
valutazione di impatto ambientale;
Visto il decreto del Presidente della Giunta regionale 8 luglio 1996, n. 0245/Pres., con il quale è stato
approvato il regolamento di esecuzione della precitata legge regionale 43/1990;
Vista la documentazione agli atti dalla quale risulta in particolare che:
• in data 21 dicembre 2007 è pervenuta alla Direzione centrale ambiente e lavori pubblici l’istanza (da
parte della Superbeton S.p.A.) per l’esame, ai sensi della L.R. 43/1990 e del D.P.G.R. n. 0245/Pres. dd. 8
luglio 1996 del progetto riguardante l’ampliamento della Cava "Lovera" sita in Comune di Roveredo in
Piano;
• in data 5 febbraio 2008 è stata depositata copia dell’annuncio sul quotidiano “Il Gazzettino” di data
24 gennaio 2008 della presentazione dello Studio di impatto ambientale del progetto;
• il progetto prevede l’ampliamento della cava “Lovera”, in Comune di Roveredo in Piano, mediante la
continuazione dell’attività estrattiva per 6 anni, suddivisi in due lotti di 3 anni ciascuno, con una movimentazione totale di circa 748.600 m3, e contestuale ripristino ambientale;
• con nota ALP.11-4766-VIA/322 del 13 febbraio 2008 è stata data comunicazione al proponente dell’avvio del procedimento amministrativo;
• con Decreto del Direttore del Servizio valutazione impatto ambientale n. 216 di data 22 febbraio 2008
sono state individuate ai sensi dell’art. 13 della L.R. 43/1990, quali autorità il Comune di Roveredo in
Piano, la Provincia di Pordenone e l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”;
• con nota ALP.11-7369-VIA/322 del 7 marzo 2008 sono stati chiesti i pareri alle predette autorità
interessate;
• con ulteriori note sono stati chiesti i pareri collaborativi al Comune di Fontanafredda, al Servizio infrastrutture e vie di comunicazione della Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità
e infrastrutture di trasporto, all’ARPA del Friuli Venezia Giulia e al Servizio geologico della Direzione centrale ambiente e lavori pubblici;
10 dicembre 2008
50
93
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Atteso che non è stato individuato pubblico interessato in quanto non sono state formulate istanze
nei termini previsti dall’art. 13, comma 3, della legge regionale 43/1990;
Visti in particolare i seguenti pareri espressi dalle autorità sulla documentazione originariamente
presentata:
• Comune di Roveredo in Piano con nota prot. 006321/P del 23 aprile 2008: parere favorevole con
prescrizioni e richiesta integrazioni;
• Provincia di Pordenone con nota prot. n. 2008.0032336 del 24 aprile 2008: richieste integrazioni;
• Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 con Determinazione del Dirigente Delegato del Centro Risorsa del
Dipartimento di Prevenzione n. 609 dell’11 aprile 2008: parere favorevole;
Visti altresì i seguenti pareri collaborativi sulla documentazione originariamente presentata:
• Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità e infrastrutture di trasporto Servizio
infrastrutture e vie di comunicazione con nota prot. n. PMT/6322/VS.1.13 del 12 maggio 2008: parere
con osservazioni;
• Servizio geologico con nota prot. n. ALP.6/3-8904-PN/CAV/29 del 21 marzo 2008: parere favorevole
con prescrizione;
• Comune di Fontanafredda con nota Prot. 8540 del 14 aprile 2008: parere sfavorevole in relazione alla
viabilità (ma poi rettificato, alla luce delle integrazioni ricevute, con nota del 29 ottobre 2008 in cui si
precisa che si concorda in merito alla segnaletica da adottare);
Constatato che il parere collaborativo dell’ARPA non è pervenuto;
Rilevato che, a seguito dei pareri suddetti, con Ordinanza n. 637 del 9 maggio 2008 sono state chieste integrazioni documentali ai sensi dell’art. 15 della L.R. 43/1990;
Constatato che in data 8 agosto 2008, nel termine fissato dalla predetta Ordinanza, il proponente
ha presentato la inerente documentazione integrativa, la quale è stata trasmessa dal precitato Servizio
alle autorità ed ai soggetti che hanno collaborato nell’istruttoria al fine di acquisire i rispettivi pareri;
Visti in particolare i seguenti pareri espressi dalle autorità sulla documentazione integrativa
presentata:
• Comune di Roveredo in Piano con nota prot. 0013544/P dell’8 settembre 2008: parere favorevole;
• Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 con Determinazione del Dirigente Delegato del Centro Risorsa del
Dipartimento di Prevenzione n. 1327 del 15 settembre 2008: parere favorevole;
Constatato che il parere di data 1 ottobre 2008 sulla documentazione integrativa della Provincia di
Pordenone è pervenuto successivamente alla riunione della Commissione VIA e precisamente in data 10
novembre 2008 e che il parere contiene osservazioni in relazione al traffico ed alla destinazione d’uso del
materiale in uscita dagli impianti di lavorazione;
Visti altresì i seguenti pareri collaborativi sulla documentazione integrativa presentata:
• Servizio geologico con nota prot. n. ALP.6/3-25237-PN/CAV/29 del 5 settembre 2008: parere favorevole con osservazioni e conferma prescrizione parere precedente;
• Comune di Fontanafredda con nota prot. n. 19864 del 18 settembre 2008: parere negativo (poi rettificato con nota Prot. n. 22586 del 29 ottobre 2008 in cui si esprime parere positivo);
Constatato che i pareri collaborativi dell’ARPA e della Direzione centrale pianificazione territoriale,
energia, mobilità e infrastrutture di trasporto - Servizio infrastrutture e vie di comunicazione non sono
pervenuti;
Vista la Relazione Istruttoria del Servizio valutazione impatto ambientale di data 29 ottobre 2008;
Visto il parere n. VIA/39/2008 relativo alla riunione del 5 novembre 2008, nella quale la Commissione
tecnico-consultiva VIA ha espresso sul progetto in argomento parere favorevole, in relazione alla L.R.
43/1990 in materia di impatto ambientale, con prescrizioni finalizzate a limitare l’impatto ambientale
del progetto in argomento, che di seguito si riportano:
1. il proponente dovrà predisporre un piano di monitoraggio sistematico dei fattori inquinanti (rumore,
inquinamento atmosferico, vibrazioni) allo scopo di poter controllare i parametri prescelti nella fase di
esercizio dell’attività estrattiva e dell’utilizzo dei relativi mezzi di trasporto. Tale piano, che dovrà essere
verificato dall’ARPA, dovrà in particolare prevedere i punti di misura, gli standard prestazionali degli strumenti, le modalità e le frequenze di campionamento, la durata delle osservazioni, la gestione dei sistemi
di rilevamento e la gestione dei dati;
2. dovranno essere presenti in cantiere idonei presidi per consentire, in tempi rapidi, di impedire che
eventuali perdite di fluidi da parte dei mezzi impiegati nelle connesse attività vadano ad inquinare il
terreno e le sottostanti falde idriche;
3. dovranno essere adottati accorgimenti tecnici atti ad abbattere l’emissione di gas di scarico dalle macchine operatrici e per controllare e limitare la dispersione delle polveri all'intorno delle zone di cantiere;
4. in sede di progettazione esecutiva preordinata all’ottenimento dell’autorizzazione all’attività estrattiva dovrà essere verificata ai sensi del DLgs 117/2008 e del DLgs 152/2006 la fattibilità dell’utilizzo di
limo e di terreno vegetale precedentemente selezionati nell’area di cava;
5. l’eventuale materiale terroso necessario al completamento del recupero ambientale e proveniente
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
94
dall’area esterna a quella interessata dai lavori dovrà possedere caratteristiche pedologiche simili a
quello presente in loco e dovrà soddisfare quanto riportato dalla normativa vigente in materia;
6. nel recupero ambientale la piantumazione di essenze arboree ed arbustive autoctone dovrà essere
attuata con una densità di 2450 piante per ettaro non solo sulle aree individuate dalla tavola 6 ma sull’intera area di cava, con macchie di vegetazione ad alto fusto alternate ad aree a prato;
7. il proponente dovrà eseguire i ripristini contestualmente alle attività di cava, dove tecnicamente possibile, e dovrà seguire il completamento del ripristino vegetazionale per almeno due stagioni vegetative
successive all’ultimazione del ripristino stesso, intervenendo per fronteggiare eventuali fallanze;
8. per mitigare la propagazione delle polveri il proponente dovrà provvedere alla bagnatura della viabilità
sterrata nei periodi siccitosi ed a limitare la velocità dei mezzi;
9. il proponente, durante tutto il periodo dei lavori, dovrà garantire condizioni di sicurezza anche con il
posizionamento di apposita recinzione perimetrale dell’area di cava;
10. il proponente dovrà prendere specifici accordi con l’Amministrazione comunale di Fontanafredda ai
fini di garantire il ripristino di eventuali danneggiamenti della sede stradale di via Marconi derivanti dal
traffico indotto dall’attività estrattiva;
11. al termine di ogni anno solare il proponente dovrà inviare al Servizio valutazione impatto ambientale
della Direzione centrale ambiente e lavori pubblici una Relazione documentata sul recepimento delle
prescrizioni su riportate, in funzione dello stato di attuazione del progetto;
Rilevato che, come risulta dal menzionato parere della Commissione tecnico-consultiva VIA, le prescrizioni ivi previste tengono conto anche dei pareri formulati dalle autorità e dagli Uffici che hanno
collaborato all'istruttoria;
Rilevato in particolare che,come risulta dal predetto parere:
• nella documentazione presentata sono rinvenibili, di fatto, gli elementi informativi di cui al DPCM
27.12.1988 in materia di impatto ambientale;
• la documentazione medesima consente di pervenire alla valutazione dell’iniziativa in argomento relativamente a quanto stabilito dalla normativa vigente sotto il profilo dell’impatto ambientale di cui alla
LR 43/1990;
Considerato, in merito alle osservazioni contenute nel parere della Provincia di Pordenone di data 1
ottobre 2008 sul traffico ed sulla destinazione d’uso del materiale in uscita dagli impianti di lavorazione,
che, per quanto riguarda il traffico sono previste specifiche prescrizioni - in particolare la 1), la 2) e la 10)
- finalizzate a limitare i connessi impatti ambientali, mentre per quanto riguarda la destinazione d’uso
dei materiali prelevati e lavorati non si può non sottolineare che trattasi di autonome scelte rientranti
nelle facoltà imprenditoriali (legate al mercato) della Società proponente, ferme restando le previsioni
di legge;
Rilevato che, in definitiva, si tratta di una cava già esistente, la cui attività estrattiva continuerà con
modalità analoghe a quelle fino ad ora adottate, peraltro con diminuzione della produzione rispetto ai livelli dell’attuale coltivazione, per cui gli impatti complessivamente derivanti dall’attuazione del progetto
sono di tenore inferiore a quelli rapportati alla situazione attuale;
Ritenuto comunque che, per completezza di informazione, il presente provvedimento sia trasmesso
anche alla Regione Veneto, affinché abbia contezza del progetto in argomento specie con riferimento
alle Amministrazioni comunali eventualmente interessate;
Considerato, in sintesi, che sotto il profilo localizzativo e strutturale il progetto non produce impatti
significativi, in quanto:
• la cava, già esistente e di cui si prevede l’ampliamento si inserisce in un contesto essenzialmente agricolo. Dal un punto di vista delle condizioni generali di impatto, non si prevede un peggioramento rispetto
alla situazione attuale, in quanto l’attività estrattiva continuerà con modalità analoghe a quelle fino ad
ora adottate e la produzione diminuirà rispetto ai livelli dell’attuale coltivazione;
• gli impatti a livello atmosferico ed acustico sono limitati in considerazione delle mitigazioni previste
dal proponente (bagnatura delle strade interne e dei piazzali di lavoro), del fatto che la cava è di tipo a
fossa e che nelle immediate vicinanze non sono presenti centri abitati. Anche il contributo degli impianti
alla diffusione di polvere è limitato in quanto la lavorazione del materiale estratto avviene ad umido
e l’impianto di betonaggio sarà provvisto di adeguato sistema di captazione ed abbattimento polveri.
Inoltre poiché l’attività estrattiva continuerà con modalità analoghe a quella attuale non si prevede un
incremento dei livelli di emissione sonora che risultano già adesso entro i limiti normativi;
• Il rischio di inquinamento della falda connesso all’intervento in progetto è molto limitato in quanto tra
il livello freatico superiore e il fondo cava è previsto un franco di oltre 15 m che permette di ottenere un
rilevante tempo di infiltrazione, soprattutto in seguito alla deposizione del limo e del terreno vegetale.
Inoltre il progetto prevede l’adozione di azioni preventive e misure di comportamento adeguate che
minimizzano il suddetto rischio di inquinamento;
• Il consumo di risorse idriche per l’impianto di selezione risulterà contenuto in quanto l’acqua viene
immessa in un ciclo chiuso e dunque riutilizzata all’interno del ciclo di lavorazione;
10 dicembre 2008
50
95
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
gli interventi di recupero ambientale avranno un effetto migliorativo sulla componente vegetazionale
in quanto si prevede la creazione di macchie boscate all’interno del fondo cava e sulle scarpate, al posto
dell’attuale situazione che vede nell’area di ampliamento la presenza di campi coltivati. Il sito di progetto
non è collocato in vicinanza di alture naturali o artificiali che lo rendano facilmente individuabile, ed inoltre sono previste opere di mascheramento (argine e siepe). La risistemazione ambientale è finalizzata
al miglioramento delle condizioni anche dal punto di vista paesaggistico, in quanto le diverse macchie
boscate proposte creeranno un paesaggio maggiormente articolato rispetto alla situazione attuale e al
contesto agricolo circostante con la possibilità di favorire la presenza, il transito e potenzialmente anche
la riproduzione di alcuni animali che potranno sfruttare le diverse nicchie ecologiche che si verranno a
creare;
• il traffico indotto dall’attività estrattiva diminuirà rispetto a quello attuale. Inoltre, al fine di superare
alcune problematiche relative al tratto di strada denominato via Marconi, tra l’uscita della cava e l’intersezione della SP 64 di Roveredo, il Comune di Fontanafredda provvederà a richiedere un impegno formale da parte del proponente a garanzia del ripristino di eventuali danni sulla strada suddetta derivanti
dal traffico indotto dall’attività estrattiva;
Ritenuto pertanto che gli impatti derivanti dagli aspetti sopra menzionati non siano significativi anche in relazione alle prescrizioni finalizzate a limitare l’impatto ambientale del progetto in argomento
tramite una serie di azioni mirate e coordinate aventi per obiettivo il controllo sistematico dei principali
fattori di impatto potenziale;
Ritenuto di poter concordare con quanto osservato e proposto dalla suddetta Commissione con il
precitato parere, e di recepire integralmente nel presente provvedimento il parere medesimo, ivi comprese le inerenti prescrizioni;
Ritenuto, per l’insieme delle motivazioni sopra esposte, di poter valutare in maniera favorevole - relativamente alla valutazione di impatto ambientale di cui alla LR 43/1990- il progetto riguardante l’ampliamento della Cava "Lovera" sita in Comune di Roveredo in Piano, presentato dalla Superbeton S.p.A.,
con le suddette prescrizioni, finalizzate a limitare l’impatto ambientale del progetto medesimo;
Ricordato che il presente provvedimento in ordine alla compatibilità ambientale alla LR 43/1990
non precostituisce diritti in capo al proponente, né implica condizioni preordinate all’ottenimento di autorizzazioni, concessioni, nulla osta o altri atti occorrenti per l’attuazione del progetto, lasciando impregiudicate tutte le necessarie attività tecnico-amministrative occorrenti per la realizzazione del progetto
stesso;
Visto l’art. 19 della L.R. 43/1990 e successive modifiche ed integrazioni;
Su proposta dell’Assessore regionale all’ambiente ed ai lavori pubblici;
all’unanimità,
•
Delibera
A) Ai sensi della legge regionale 43/1990 in materia di impatto ambientale, per le motivazioni sopra
esposte, viene giudicato compatibile con l’ambiente il progetto - presentato dalla Superbeton S.p.A.
- riguardante l’ampliamento della Cava "Lovera" sita in Comune di Roveredo in Piano.
Al fine di limitare l’impatto ambientale vengono previste le prescrizioni di seguito riportate:
1. il proponente dovrà predisporre un piano di monitoraggio sistematico dei fattori inquinanti (rumore,
inquinamento atmosferico, vibrazioni) allo scopo di poter controllare i parametri prescelti nella fase di
esercizio dell’attività estrattiva e dell’utilizzo dei relativi mezzi di trasporto. Tale piano, che dovrà essere
verificato dall’ARPA, dovrà in particolare prevedere i punti di misura, gli standard prestazionali degli strumenti, le modalità e le frequenze di campionamento, la durata delle osservazioni, la gestione dei sistemi
di rilevamento e la gestione dei dati;
2. dovranno essere presenti in cantiere idonei presidi per consentire, in tempi rapidi, di impedire che
eventuali perdite di fluidi da parte dei mezzi impiegati nelle connesse attività vadano ad inquinare il
terreno e le sottostanti falde idriche;
3. dovranno essere adottati accorgimenti tecnici atti ad abbattere l’emissione di gas di scarico dalle macchine operatrici e per controllare e limitare la dispersione delle polveri all'intorno delle zone di cantiere;
4. in sede di progettazione esecutiva preordinata all’ottenimento dell’autorizzazione all’attività estrattiva dovrà essere verificata ai sensi del DLgs 117/2008 e del DLgs 152/2006 la fattibilità dell’utilizzo di
limo e di terreno vegetale precedentemente selezionati nell’area di cava;
5. l’eventuale materiale terroso necessario al completamento del recupero ambientale e proveniente
dall’area esterna a quella interessata dai lavori dovrà possedere caratteristiche pedologiche simili a
quello presente in loco e dovrà soddisfare quanto riportato dalla normativa vigente in materia;
6. nel recupero ambientale la piantumazione di essenze arboree ed arbustive autoctone dovrà essere
attuata con una densità di 2450 piante per ettaro non solo sulle aree individuate dalla tavola 6 ma sull’intera area di cava, con macchie di vegetazione ad alto fusto alternate ad aree a prato;
7. il proponente dovrà eseguire i ripristini contestualmente alle attività di cava, dove tecnicamente pos-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
96
sibile, e dovrà seguire il completamento del ripristino vegetazionale per almeno due stagioni vegetative
successive all’ultimazione del ripristino stesso, intervenendo per fronteggiare eventuali fallanze;
8. per mitigare la propagazione delle polveri il proponente dovrà provvedere alla bagnatura della viabilità
sterrata nei periodi siccitosi ed a limitare la velocità dei mezzi;
9. il proponente, durante tutto il periodo dei lavori, dovrà garantire condizioni di sicurezza anche con il
posizionamento di apposita recinzione perimetrale dell’area di cava;
10. il proponente dovrà prendere specifici accordi con l’Amministrazione comunale di Fontanafredda ai
fini di garantire il ripristino di eventuali danneggiamenti della sede stradale di via Marconi derivanti dal
traffico indotto dall’attività estrattiva;
11 al termine di ogni anno solare il proponente dovrà inviare al Servizio valutazione impatto ambientale
della Direzione centrale ambiente e lavori pubblici una Relazione documentata sul recepimento delle
prescrizioni su riportate, in funzione dello stato di attuazione del progetto.
B) Il presente provvedimento in ordine alla compatibilità ambientale alla LR 43/1990 non precostituisce
diritti in capo al proponente, né implica condizioni preordinate all’ottenimento di autorizzazioni, concessioni, nulla osta o altri atti occorrenti per l’attuazione del progetto, lasciando impregiudicate tutte le
necessarie attività tecnico-amministrative occorrenti per la realizzazione del progetto stesso.
C) Ai sensi dell’art. 19, comma 2 della legge regionale 43/1990 e successive modifiche e integrazioni, il
presente provvedimento verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e, a cura della Direzione
centrale ambiente e lavori pubblici, verrà inviato al proponente, trasmesso alle autorità individuate ai
sensi dell’art. 13 della legge regionale 43/1990, agli organi e uffici competenti all’effettuazione dei controlli e delle verifiche prescritti nel presente provvedimento, nonché alla Regione Veneto ed agli uffici che
hanno collaborato nell’istruttoria.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2551_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2551
DLgs. 152/2006 - LR 43/1990 - Pronuncia di compatibilità
ambientale in relazione al progetto riguardante l'ampliamento
dell'Hotel Riviera in Strada Costiera n. 22 in Comune di Trieste.
(VIA287) Proponente: Magesta SpA.
LA GIUNTA REGIONALE
Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, concernente in
particolare il recepimento delle direttive comunitarie 85/337/CEE, 97/11/CE e 2003/35/CE, la cui parte
seconda che disciplina in particolare la VIA è entrata in vigore il 31 luglio 2007;
Visto il D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, recante ulteriori disposizioni correttive ed integrative del precitato
D.Lgs. 152/2006;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 1996, atto di indirizzo e coordinamento per
l’attuazione dell’art. 40, comma 1, della legge 22 febbraio 1994, n. 146, modificato ed integrato con
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 settembre 1999, concernente il recepimento delle
direttive comunitarie 85/337/CEE e 97/11/CE;
Vista la legge regionale 7 settembre 1990, n. 43, e successive modifiche ed integrazioni, in materia di
valutazione di impatto ambientale;
Visto il decreto del Presidente della Giunta regionale 8 luglio 1996, n. 0245/Pres., con il quale è stato
approvato il regolamento di esecuzione della precitata legge regionale 43/1990;
Visto il DPR 8 settembre 1997, n. 357, recante il regolamento di attuazione della Direttiva 92/43/
CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna
selvatiche;
Vista la documentazione agli atti dalla quale risulta in particolare che:
• in data 6 aprile 2007 è pervenuta alla Direzione centrale ambiente e lavori pubblici l’istanza (da parte
della Magesta S.p.A.) per l’esame, ai sensi della L.R. 43/1990 e del D.P.G.R. n. 0245/Pres. dd. 8 luglio
1996, del progetto riguardante l’ampliamento dell’Hotel Riviera in Strada Costiera n. 22 in Comune di
Trieste;
• in data 4 maggio 2007 è stata depositata copia dell’annuncio sul quotidiano “Il Piccolo” di data 4
maggio 2007 della presentazione dello Studio di impatto ambientale del progetto;
10 dicembre 2008
50
97
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
il progetto prevede l’ampliamento dell’Hotel Riviera (60 nuove camere) situato in località Grignano a
Trieste, la realizzazione dei relativi parcheggi e delle aree ad uso ricreativo previsti dagli strumenti urbanistici ed il ripristino ambientale dell'area interessata dall'intervento;
• con istanza di data 7 maggio 2007 il WWF Italia, Sezione Locale Provinciale di Trieste, ha chiesto di
essere riconosciuto, ai sensi dell’Art. 13, comma 3, lettera a) della citata LR 13/1990, quale pubblico
interessato all’opera in oggetto;
• con nota ALP.11-15118-VIA/287 del 9 maggio 2007 è stata data comunicazione al proponente dell’avvio del procedimento amministrativo;
• con Decreto del Direttore del Servizio valutazione impatto ambientale n. 914 di data 25 maggio
2007 sono state individuate ai sensi dell’art. 13 della L.R. 43/1990, quali autorità il Comune di Trieste, la
Provincia di Trieste, l'Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 “Triestina”, la Sovrintendenza beni architettonici,
per il paesaggio, e per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico del Friuli Venezia Giulia ed il
Servizio tutela beni paesaggistici della Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità e
infrastrutture di trasporto e quale pubblico interessato all’opera proposta il WWF Italia, Sezione Locale
Provinciale di Trieste;
• con nota ALP.11-17531-VIA/287 del 30 maggio 2007 sono stati chiesti i pareri alle predette autorità
interessate;
• con ulteriori note sono stati chiesti i pareri collaborativi all’Ispettorato ripartimentale foreste di Trieste
e Gorizia, all’ARPA del Friuli Venezia Giulia ed al Servizio geologico della Direzione centrale ambiente e
lavori pubblici;
Visti in particolare i seguenti pareri espressi dalle autorità sulla documentazione originariamente
presentata:
• A.S.S. n. 1 “Triestina” con nota prot. n. 29643/07 GEN.IV.1.D-5 dd. 30 giugno 2007: parere favorevole;
• Comune di Trieste con Delibera del Consiglio Comunale n. 81 del 25 luglio 2007: parere favorevole
con prescrizioni;
• Servizio tutela beni paesaggistici della Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità
e infrastrutture di trasporto con nota Prot.n. PMT/10141/1.402 del 13 luglio 2007: parere con considerazioni e richiesta integrazioni;
• WWF Italia sezione locale provinciale di Trieste con nota n. 100/B.4.1.7 del 23 giugno 2007: parere
negativo con richiesta integrazioni;
Constatato che i pareri della Provincia di Trieste e della Sovrintendenza beni architettonici, per il
paesaggio e per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico del Friuli Venia Giulia non sono
pervenuti;
Visti altresì i seguenti pareri collaborativi sulla documentazione originariamente presentata:
• Ispettorato ripartimentale foreste di Trieste e Gorizia con nota prot. RAF/17/77246/07 del 26 giugno
2007: richiesta integrazioni;
• Servizio geologico della Direzione centrale ambiente e lavori pubblici con nota ALP 21400 E/54 dd. 3
luglio 2007: non formula alcuna osservazione in merito agli aspetti ambientali del progetto;
• ARPA con nota prot. 7976/2007/TS/TS/307 del 10 luglio 2007: richiesta integrazioni;
Visto il decreto n. 2148 di data 11 ottobre 2007, con il quale è stata individuata come ulteriore Autorità
l’Ispettorato ripartimentale delle foreste di Trieste e Gorizia, a seguito della previsione progettuale di
riduzione di superficie boscata, emersa in corso di istruttoria;
Rilevato che, a seguito dei pareri suddetti, con Ordinanza n. 2149 di data 11 ottobre 2007 sono state
chieste integrazioni documentali ai sensi dell’art. 15 della L.R. 43/1990;
Constatato che in data 24 dicembre 2007, nel termine fissato dalla predetta Ordinanza, il proponente ha presentato la inerente documentazione integrativa, la quale è stata trasmessa dal precitato
Servizio alle autorità ed ai soggetti che hanno collaborato nell’istruttoria al fine di acquisire i rispettivi
pareri;
Visti in particolare i seguenti pareri espressi dalle autorità sulla documentazione integrativa
presentata:
• A.S.S. n. 1 “Triestina” con nota prot. n. 5013/08 GEN.IV.1.D-5 di data 1febbraio 2008: parere
favorevole;
• Comune di Trieste con nota prot.08-3539/68/07/3 prot.gen. 16928 del 28 gennaio 2008: parere favorevole con prescrizioni;
• Servizio tutela beni paesaggistici della Direzione centrale pianificazione territoriale, energia, mobilità
e infrastrutture di trasporto con nota prot. n. PMT/1538/1.402 dell’1 febbraio 2008: parere favorevole al
rilascio della compatibilità ambientale con prescrizione;
• WWF Italia sezione locale provinciale di Trieste con nota n. 13/B.4.1.7 del 6 febbraio 2008: parere
negativo soprattutto in considerazione dell’inconsistenza delle motivazioni addotte, del pesante impatto sulla componente vegetazionale e faunistica, non compensata dalle misure proposte e dell’elevato
impatto paesaggistico non sufficientemente mitigabile;
•
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
98
Ispettorato ripartimentale foreste di Trieste e Gorizia con nota prot. RAF/17/9.7/n.9199 2007 dell’1
febbraio 2008: parere favorevole;
Constatato che i pareri della Provincia di Trieste e della Sovrintendenza beni architettonici, per il
paesaggio e per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico del Friuli Venezia Giulia non sono
pervenuti;
Visti altresì i seguenti pareri collaborativi sulla documentazione originariamente presentata:
• ARPA con nota prot. 1889/2008/TS/TS307 del 12 febbraio 2008: viene rilevato l’aumento dei materiali di scavo con utilizzo in situ della rimanente parte di scavo per la quale si raccomanda la gestione ai
sensi della vigente normativa;
Constatato che il parere collaborativo del Servizio geologico della Direzione centrale ambiente e
lavori pubblici non è pervenuto;
•
Rilevato che in data 7 febbraio 2008 è stato chiesto al Servizio tutela ambienti naturali e
fauna della Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna un parere in merito al
progetto in argomento, collocandosi l’opera nelle vicinanze della ZPS IT3341002 “Aree carsiche della
Venezia Giulia”;
Visto il parere del sopra citato Servizio prot. RAF.13/8.6/43584 di data 22 maggio 2008 nel quale si
formulano le seguenti osservazioni:
• l’area d’intervento è separata dalla Z.P.S IT 3341002 ”Aree carsiche della Venezia Giulia” per alcune
centinaia di metri e in questi spazi vi sono numerosi elementi antropici (SS. 14, la stazione di Grignano,
la linea ferroviaria e numerosi edifici residenziali) che non rappresentano una barriera invalicabile per
l’avifauna presente;
• nella relazione di incidenza non viene menzionato l’IBA 066 ”Carso” area prioritaria per la conservazione degli habitat dell’avifauna. Le IBA pur non essendo sottoposte al regime vincolistico di SIC e ZPS
costituiscono aree più sensibili in caso di impatti;
• le opere di mascheramento vegetazionale delle strutture edilizie non possono sopperire alla perdita
di un habitat naturale a scapito della componente vegetazionale e faunistica;
• il mantenimento dell’ascensore verticale costituisce un elemento estraneo al versante e all’ambiente;
• viene espressa perplessità sulle opere in cantiere per la mancanza di indagini geognostiche preventive anche in ragione dei fenomeni di instabilità in atto sul versante oggetto dell’intervento. In particolare
futuri dissesti potrebbero portare ad una ulteriore perdita di habitat;
Rilevato che in data 8 luglio 2008 il proponente ha inviato un supplemento di documentazione relativa agli aspetti paesaggistici ed alla ipotesi progettuale di sostituzione dell’attuale ascensore esterno;
Constatato che nella riunione del 6 agosto 2008 la Commissione VIA ha ritenuto necessario che
per pervenire ad una completa valutazione di tutti gli aspetti, comunque connessi con il progetto sopra
citato, il proponente dovesse produrre una specifica documentazione relativamente a:
• analisi comparata delle due alternative (ascensore esistente ed ascensore inclinato), specificando in
particolare vantaggi e svantaggi, opportunità e criticità in fase di cantiere ed in fase di esercizio, con particolare riferimento alla demolizione dell’ascensore esistente e della realizzazione dell’ascensore inclinato;
• maggiori dettagli sulla soluzione riguardante l’ascensore inclinato, al fine di individuarne le principali
caratteristiche tecniche e le modalità costruttive;
• proposta di mitigazione paesaggistico/visiva dell’ascensore esistente;
• chiarimenti sulla viabilità di cantiere ed in particolare sul percorso fra Grignano e l’Hotel Riviera a
livello della linea di costa;
Vista la nota del proponente del 23 settembre 2008, nella quale si ribadisce la non fattibilità della
soluzione che prevede l’abbattimento e sostituzione dell’attuale ascensore in quanto:
• l’ascensore è opera non connessa all’albergo, ma allo stabilimento balneare;
• la Regione aveva già espresso parere paesaggistico positivo con prescrizioni in merito al PRPC;
• la soluzione di un ascensore inclinato comporterebbe un impatto complessivo maggiore;
• nonché, a mitigazione dell’impatto paesaggistico determinato dalla nuova struttura alberghiera, si
propongono le seguenti misure:
• sostituzione dei due piloni in cemento (già indicate nel SIA);
• tinteggiatura della torre ascensore e della passerella in color verde scuro;
• creazione di pareti verdi sulla torre ascensore e posa di vegetazione in vaso lungo la passerella;
Viste le Relazioni Istruttorie del Servizio valutazione impatto ambientale di data 31 luglio 2008 e di
data 20 ottobre 2008;
Visto il parere n. VIA/37/2008 relativo alla riunione del 5 novembre 2008, nella quale la Commissione
tecnico-consultiva VIA ha espresso sul progetto in argomento parere favorevole, in relazione alla L.R.
43/1990 in materia di impatto ambientale, e al DPR 357/1997 in materia di valutazione di incidenza,
con le prescrizioni, finalizzate a limitare l’impatto ambientale del progetto in argomento, che di seguito
si riportano:
1. Il progetto esecutivo dovrà contenere, oltre a quanto già previsto dalla normativa vigente, anche:
10 dicembre 2008
50
99
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
indagini geognostiche e geomeccaniche per approfondire la dinamica idrogeologica locale, in modo
da accertare l’eventuale presenza di acque sotterranee ed individuare i correlati provvedimenti finalizzati
a fronteggiare potenziali problematiche in proposito;
• verifiche delle condizioni di stabilità per determinare l’interazione terreno-struttura, in relazione sia
al dimensionamento dell’intervento, sia all’eventuale presenza di un’area di transizione fra terreni con
caratteristiche geologiche e meccaniche diverse (flysch e calcare), con conseguente individuazione dei
correlati provvedimenti finalizzati a fronteggiare potenziali problematiche in proposito;
• un elaborato con indicazione del sistema di gestione delle acque meteoriche in fase di cantiere;
• un elaborato relativo agli eventuali interventi di sistemazione permanente degli impluvi rilevati nella
area di progetto, prevedendo l’impiego di tecniche di ingegneria naturalistica;
• un piano per la gestione del traffico generato dal cantiere con indicazioni operative specifiche ai fini
della sicurezza della viabilità pubblica e della manutenzione del manto stradale;
2. al fine di contenere più possibile la perdita o il danno ad aree naturali non interessate dalla futura
edificazione dovranno essere ridotte al minimo le aree da destinare a cantiere e deposito materiale
e manovra automezzi. Questa prescrizione dovrà essere seguita con particolare riferimento alla zona
posta tra gli edifici fronte S.S. n°14 ed i nuovi manufatti, al fine di non interrompere la continuità del
bosco posto ai lati dell'intervento, e di evitare l'abbattimento di alberature secolari in zone comunque
destinate al ripristino del verde.
3. le attività suscettibili di produrre un disturbo rilevante sull’avifauna nidificante - quali perforazioni,
sbancamenti e disboscamenti - dovranno essere sospese nel periodo compreso tra il 30 marzo ed il 30
giugno;
4. i mezzi di trasporto del materiale estratto dovranno essere di ultima generazione in relazione alla normativa di settore vigente per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, e dovranno avere caratteristiche
tecnologiche tali da impedire, durante il trasporto, la dispersione di polveri o di materiale litoide. Per
quanto riguarda l’impatto acustico generato dai mezzi stessi dovrà essere fatto riferimento al D.P.R. 142
del 30/03/04 (“Disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell’inquinamento acustico derivante
dal traffico veicolare, a norma dell’articolo 11 della L. 26 ottobre 1995, n. 447”);
5. dovranno essere presenti in cantiere idonei presidi per consentire, in tempi rapidi, di impedire che
eventuali perdite di fluidi da parte dei mezzi impiegati nelle connesse attività vadano ad inquinare i suoli
sottostanti e le acque marine;
6. per limitare la produzione di polveri in fase di cantiere, nei periodi maggior siccità, dovranno essere
bagnate le superfici interessate dai lavori e le gomme degli automezzi, dovranno essere bagnati i cumuli
di inerti ed eventuali depositi di materiale sciolto con scarsa movimentazione dovranno essere protetti
dall’esposizione al vento mediante copertura. Le operazioni di cantiere che causano la produzione di
polveri dovranno essere sospese in caso di forte vento proveniente dai quadranti occidentali;
7. il conferimento del materiale scavato alle bettoline dovrà avvenire tramite scivolo coperto con idonea
protezione. Dovrà essere posta particolare attenzione alle operazioni di carico al fine di evitare dispersione di materiale in acqua;
8. al fine di mitigare l’impatto paesaggistico e la dispersione di polvere per tutta la fase di esecuzione dei lavori dovrà essere previsto un sistema di mascheramento del cantiere con adeguati teli opachi
decorati;
9. al fine di limitare l’impatto acustico le attività di cantiere dovranno essere programmate al fine di
ridurre la tempistica di intervento e di evitare la sovrapposizione con altre fonti. L’utilizzo di macchinari
ad elevata emissione sonora, in deroga ai livelli di zonizzazione acustica, dovrà essere preventivamente
autorizzato dal Comune di Trieste;
10. salvo diverse e dimostrate esigenze, gli automezzi pesanti per il trasporto di materiali ed attrezzature
di cantiere dovranno preferibilmente raggiungere il sito evitando l’impegno di Viale Miramare;
11. in fase di disboscamento per la preparazione delle aree di cantiere si dovrà procedere alla conservazione del terreno forestale e degli esemplari arborei ed arbustivi più adatti da riutilizzare nelle successive
operazioni di ripristino di cui alla prescrizione 13; durante il periodo di stoccaggio il terreno dovrà essere
protetto da dilavamento e dispersione ad opera degli agenti atmosferici;
12. dovrà essere realizzato a copertura e mascheramento dei nuovi edifici il verde pensile previsto in
progetto, prevedendo l’impiego di specie autoctone e legate alla cenosi della Costiera triestina; esso
dovrà essere mantenuto nel tempo con adeguate cure colturali;
13. quali misure di mitigazione e compensazione a fronte degli impatti sulle componenti flora, vegetazione ed ecosistemi (perdita di habitat naturale Ostrio querceto) e paesaggistica (Alterazione delle
componenti paesaggistiche (aspetti vegetazionali, morfologici e culturali, ecc. in maniera permanente) il
proponente dovrà realizzare interventi di ripristino, rinaturalizzazione, e miglioramento di habitat naturale secondo quanto indicato nel SIA, nella Relazione forestale naturalistica allegata (dicembre 2007) e
nella Relazione integrativa di data 29 settembre 2008. Il progetto esecutivo dovrà essere verificato con
il Comune di Trieste, l’Ispettorato ripartimentale delle foreste di Trieste e Gorizia e il Servizio tutela am•
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
100
bienti naturali e fauna della Direzione centrale risorse agricole, naturali e forestali, dovrà in particolare
prevedere:
• realizzazione degli interventi di mitigazione paesaggistico-visiva dell’esistente ascensore di servizio
allo stabilimento balneare come illustrati nell’Allegato alla nota ricevuta in data 29 settembre 2008,
prot. 27327/VIA 287, senza obbligo di pitturazione con colori particolari;
• interventi di consolidamento del versante e di rimboschimento nell’area di proprietà posta a nord ovest
verso Sistiana (superficie di 1130 mq), prevedendo l’utilizzo di tecniche di ingegneria naturalistica;
• interventi di miglioramento e di recupero degli elementi vegetali propri delle cenosi della Costiera
Triestina, nell’area orientale della proprietà adiacente alle nuove strutture, con sistemazione puntuale
del versante ove necessario mediante tecniche di ingegneria naturalistica del bosco esistente;
• raccordo della copertura dell’ultimo piano delle nuove strutture con il pendio soprastante fino agli
edifici superiori esistenti. Tale area di collegamento dovrà essere sistemata a verde e alberata utilizzando per quanto possibile, gli alberi recuperati all’atto del disboscamento. Tale area di collegamento
non dovrà essere accessibile al pubblico al fine di ricostituire in parte un "corridoio ecologico" fra i due
versanti boschivi riconfermati;
• interventi di ripristino e recupero di habitat naturale boschivo o prativo, a seconda della zona individuata come idonea, in altra area attualmente antropizzata o degradata, da reperire all’interno del Comune di Trieste, per una superficie almeno pari alla superficie a verde occupata dalle nuove strutture (
residenza e parcheggi);
Gli interventi di ripristino e recupero sopra indicati dovranno essere effettuati con specie autoctone
proprie delle cenosi naturali di riferimento; gli stessi dovranno essere realizzati, compatibilmente con
la programmazione delle opere e con le esigenze di cantiere, in maniera coordinata alle diverse fasi di
realizzazione della nuova infrastrutture, al fine di assicurare la loro funzionalità entro l’ultimazione dell’intervento edilizio;
14. salvo diverse dimostrate esigenze, il proponente, al fine del completamento del ripristino ambientale, dovrà evitare l’utilizzo di materiale terroso proveniente da area esterna a quella interessata dai
lavori. Qualora il terreno accumulato in cantiere non fosse sufficiente per gli interventi di ripristino, e
risulti necessario integrarlo con terreno alloctono, l’intero volume di materiale proveniente dall’esterno
dovrà possedere caratteristiche tali da soddisfare quanto riportato dalla normativa vigente in materia
ed il materiale alloctono dovrà essere collocato negli strati inferiori del ripristino e il terreno forestale
autoctono negli strati superiori;
15. al fine di limitare l’inquinamento floristico nella zona d’intervento, il miscuglio di semi utilizzato per i
rinverdimenti dovrà essere costituito il più possibile da specie autoctone;
16. il proponente, nel periodo di 5 anni successivi all’ultimazione dei lavori di ripristino, dovrà prevedere
un piano di monitoraggio basato su adeguati indicatori dello stato ecosistemico del bosco e degli habitat ricostruiti e prevedere interventi di manutenzione colturali, ripristino delle fallanze, ulteriore apporto
di terreno vegetale, sistemazione di erosioni successive alla chiusura dei lavori, secondo quanto indicato
nel progetto di ripristino;
17. nelle prime fasi di cantiere (disboscamento) così come al termine dei lavori (rimboschimento) dovrà
essere messo in atto un programma di lotta contro la specie infestante Pueraria lobata, concordando
con il Comune di Trieste interventi anche nell’area limitrofa, prendendo le opportune precauzioni per
evitarne l’ulteriore diffusione anche all’esterno del sito per mezzo del terreno movimentato;
18. prima dell’inizio delle attività previste in progetto, il proponente dovrà informare, con congrua tempistica, la Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna, al fine di consentire alla
Direzione medesima, attraverso il Corpo Forestale Regionale, di poter esercitare le azioni di sorveglianza
di cui all’art. 15 del DPR 357/1997;
19. in relazione alle prescrizioni sopra indicate ed in rapporto alle fasi di redazione del progetto ed allo
stato di attuazione del medesimo, il proponente dovrà inviare al Servizio VIA della Direzione centrale
ambiente e lavori pubblici apposite comunicazioni documentate attestanti il rispetto delle prescrizioni
medesime;
20. al fine della predisposizione del Progetto esecutivo e della scelta delle tecniche di costruzione e di
gestione degli edifici dovranno essere recepite le indicazioni in materia di impiego di tecniche di bioedilizia e di materiali biocompatibili come previsto dalla L.R. 23 del 18 Agosto 2005 “Disposizioni in materia
di edilizia sostenibile”;
21. dovrà essere adottata una gestione dell’attività alberghiera secondo criteri di sostenibilità ambientale, attivando adeguate modalità di gestione finalizzate alla certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001.04 ed acquisizione del marchio Ecolabel per il servizio di
ricettività turistica fornito (secondo la Dec. della CCE del 14 aprile 2003 che stabilisce i criteri per l’assegnazione di un marchio comunitario di qualità ecologica al servizio di ricettività turistica);
Rilevato che, come risulta dal menzionato parere della Commissione tecnico-consultiva VIA, le prescrizioni ivi previste tengono conto anche dei pareri formulati dalle autorità e dagli Uffici che hanno
10 dicembre 2008
50
101
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
collaborato all'istruttoria;
Rilevato in particolare che,come risulta dal predetto parere:
• nella documentazione presentata sono rinvenibili, di fatto, gli elementi informativi di cui al DPCM
27.12.1988 in materia di impatto ambientale;
• la documentazione medesima consente di esprimersi sull’iniziativa in argomento relativamente all’impatto ambientale ed alla valutazione di incidenza;
Constatato altresì che come emerge dal suddetto parere risulta che, in ordine al parere negativo
espresso dal WWF, le considerazioni di seguito esplicitate consentono di superare tale parere negativo:
• in merito al quadro dell’offerta turistica, a livello pianificatorio sono già state prese decisioni in merito
alla destinazione della zona in esame;
• le osservazioni relative alle integrazioni in merito alla mancanza di rilievi geognostici, all’ aumento del
volume di materiale da scavare, all’incidenza del traffico, all’esiguità delle informazioni forestali-naturalistiche ed alla mancanza di quantificazione economica che hanno indotto a scartare l’ipotizzata eliminazione dell’ascensore esterno, tali osservazioni sono superabili con adeguate prescrizioni e modalità di
progettazione proposte in sede di progettazione esecutiva;
• relativamente alla osservazione sulla presenza di Piani e Progetti in prossimità dell’area con effetti
cumulativi, sul fatto che il proponente non ha preso in considerazione che l’area di progetto è inserita
nell’IBA 066 Carso, si ritiene che nella documentazione presentata siano comunque state prese in considerazione eventuali interferenze con le specie avifaunistiche presenti nelle aree limitrofe, e nel sito
di progetto. Sono state formulate specifiche prescrizioni in fase esecutiva per evitare la possibilità di
disturbo e danno all’avifauna;
• per quanto riguarda eventuali impatti cumulativi sulle componenti naturalistiche ed ecologiche, si
ribadisce che tali considerazioni complessive avrebbero dovuto essere oggetto di valutazione nella precedente fase di pianificazione del territoriale comunale. In questa fase relativa al singolo progetto in
esame si è valutato l’impatto sugli habitat, sulla componente faunistica e sul paesaggio, tenendo conto
anche della situazione già notevolmente antropizzata dell’area vasta della costiera triestina, e proposto
adeguate mitigazioni;
Considerato, in merito al parere del Servizio tutela ambienti naturali e fauna della Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna, che l’impatto sulla componente avifaunistica più
rilevante e non reversibile è risultato essere la perdita di habitat naturali in una zona esterna alla ZPS, ma
che svolge funzioni di area buffer e di sosta, in un contesto di corridoio ecologico, quale la fascia costiera
triestina. Tuttavia la previsione di interventi di rimboschimento di aree degradate e quindi la restituzione
di habitat simile a quello sottratto permette di escludere possibili interferenze negative permanenti
sulle specie segnalate per la ZPS. Pertanto per quanto riguarda gli aspetti legati alla Valutazione di incidenza non vi sono elementi ostativi;
Considerato, in sintesi, che sotto il profilo localizzativo e strutturale il progetto non produce impatti
significativi, e che l’insieme delle prescrizioni proposte sono finalizzate a limitare l’impatto ambientale e
l’incidenza del progetto in argomento tramite una serie di azioni mirate e coordinate aventi per obiettivo
il controllo sistematico dei principali fattori di impatto potenziale;
Ritenuto di poter concordare con quanto osservato e proposto dalla suddetta Commissione con il
precitato parere, e di recepire integralmente nel presente provvedimento il parere medesimo, ivi comprese le inerenti prescrizioni;
Ritenuto, per l’insieme delle motivazioni sopra esposte, di poter valutare in maniera favorevole - relativamente alla valutazione di impatto ambientale di cui alla LR 43/1990 ed alla valutazione di incidenza
di cui al DPR 357/1997 - il progetto riguardante l’ampliamento dell’Hotel Riviera in Strada Costiera n. 22
in Comune di Trieste, presentato dalla Magesta S.p.A., con le suddette prescrizioni, finalizzate a limitare
l’impatto ambientale del progetto medesimo;
Ricordato che il presente provvedimento in ordine alla compatibilità ambientale alla LR 43/1990
ed al DPR 357/1997 non precostituisce diritti in capo al proponente, né implica condizioni preordinate
all’ottenimento di autorizzazioni, concessioni, nulla osta o altri atti occorrenti per l’attuazione del progetto, lasciando impregiudicate tutte le necessarie attività tecnico-amministrative occorrenti per la realizzazione del progetto stesso;
Visto l’art. 19 della L.R. 43/1990 e successive modifiche ed integrazioni;
Su proposta dell’Assessore regionale all’ambiente ed ai lavori pubblici;
all’unanimità,
Delibera
A) Ai sensi della legge regionale 43/1990 in materia di impatto ambientale e del DPR 357/1997 in
materia di valutazione di incidenza, per le motivazioni sopra esposte, viene giudicato compatibile con
l’ambiente il progetto - presentato dalla Magesta S.p.A. - riguardante l’ampliamento dell’Hotel Riviera in
Strada Costiera n. 22 in Comune di Trieste.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
102
Al fine di limitare l’impatto ambientale vengono previste le prescrizioni di seguito riportate:
1. Il progetto esecutivo dovrà contenere, oltre a quanto già previsto dalla normativa vigente, anche:
• indagini geognostiche e geomeccaniche per approfondire la dinamica idrogeologica locale, in modo
da accertare l’eventuale presenza di acque sotterranee ed individuare i correlati provvedimenti finalizzati
a fronteggiare potenziali problematiche in proposito;
• verifiche delle condizioni di stabilità per determinare l’interazione terreno-struttura, in relazione sia
al dimensionamento dell’intervento, sia all’eventuale presenza di un’area di transizione fra terreni con
caratteristiche geologiche e meccaniche diverse (flysch e calcare), con conseguente individuazione dei
correlati provvedimenti finalizzati a fronteggiare potenziali problematiche in proposito;
• un elaborato con indicazione del sistema di gestione delle acque meteoriche in fase di cantiere;
• un elaborato relativo agli eventuali interventi di sistemazione permanente degli impluvi rilevati nella
area di progetto, prevedendo l’impiego di tecniche di ingegneria naturalistica;
• un piano per la gestione del traffico generato dal cantiere con indicazioni operative specifiche ai fini
della sicurezza della viabilità pubblica e della manutenzione del manto stradale;
2. al fine di contenere più possibile la perdita o il danno ad aree naturali non interessate dalla futura
edificazione dovranno essere ridotte al minimo le aree da destinare a cantiere e deposito materiale
e manovra automezzi. Questa prescrizione dovrà essere seguita con particolare riferimento alla zona
posta tra gli edifici fronte S.S. n°14 ed i nuovi manufatti, al fine di non interrompere la continuità del
bosco posto ai lati dell'intervento, e di evitare l'abbattimento di alberature secolari in zone comunque
destinate al ripristino del verde.
3. le attività suscettibili di produrre un disturbo rilevante sull’avifauna nidificante - quali perforazioni,
sbancamenti e disboscamenti - dovranno essere sospese nel periodo compreso tra il 30 marzo ed il 30
giugno;
4. i mezzi di trasporto del materiale estratto dovranno essere di ultima generazione in relazione alla normativa di settore vigente per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, e dovranno avere caratteristiche
tecnologiche tali da impedire, durante il trasporto, la dispersione di polveri o di materiale litoide. Per
quanto riguarda l’impatto acustico generato dai mezzi stessi dovrà essere fatto riferimento al D.P.R. 142
del 30/03/04 (“Disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell’inquinamento acustico derivante
dal traffico veicolare, a norma dell’articolo 11 della L. 26 ottobre 1995, n. 447”);
5. dovranno essere presenti in cantiere idonei presidi per consentire, in tempi rapidi, di impedire che
eventuali perdite di fluidi da parte dei mezzi impiegati nelle connesse attività vadano ad inquinare i suoli
sottostanti e le acque marine;
6. per limitare la produzione di polveri in fase di cantiere, nei periodi maggior siccità, dovranno essere
bagnate le superfici interessate dai lavori e le gomme degli automezzi, dovranno essere bagnati i cumuli
di inerti ed eventuali depositi di materiale sciolto con scarsa movimentazione dovranno essere protetti
dall’esposizione al vento mediante copertura. Le operazioni di cantiere che causano la produzione di
polveri dovranno essere sospese in caso di forte vento proveniente dai quadranti occidentali;
7. il conferimento del materiale scavato alle bettoline dovrà avvenire tramite scivolo coperto con idonea
protezione. Dovrà essere posta particolare attenzione alle operazioni di carico al fine di evitare dispersione di materiale in acqua;
8. al fine di mitigare l’impatto paesaggistico e la dispersione di polvere per tutta la fase di esecuzione dei lavori dovrà essere previsto un sistema di mascheramento del cantiere con adeguati teli opachi
decorati;
9. al fine di limitare l’impatto acustico le attività di cantiere dovranno essere programmate al fine di
ridurre la tempistica di intervento e di evitare la sovrapposizione con altre fonti. L’utilizzo di macchinari
ad elevata emissione sonora, in deroga ai livelli di zonizzazione acustica, dovrà essere preventivamente
autorizzato dal Comune di Trieste;
10. salvo diverse e dimostrate esigenze, gli automezzi pesanti per il trasporto di materiali ed attrezzature
di cantiere dovranno preferibilmente raggiungere il sito evitando l’impegno di Viale Miramare;
11. in fase di disboscamento per la preparazione delle aree di cantiere si dovrà procedere alla conservazione del terreno forestale e degli esemplari arborei ed arbustivi più adatti da riutilizzare nelle successive
operazioni di ripristino di cui alla prescrizione 13; durante il periodo di stoccaggio il terreno dovrà essere
protetto da dilavamento e dispersione ad opera degli agenti atmosferici;
12. dovrà essere realizzato a copertura e mascheramento dei nuovi edifici il verde pensile previsto in
progetto, prevedendo l’impiego di specie autoctone e legate alla cenosi della Costiera triestina; esso
dovrà essere mantenuto nel tempo con adeguate cure colturali;
13. quali misure di mitigazione e compensazione a fronte degli impatti sulle componenti flora, vegetazione ed ecosistemi (perdita di habitat naturale Ostrio querceto) e paesaggistica (Alterazione delle
componenti paesaggistiche (aspetti vegetazionali, morfologici e culturali, ecc. in maniera permanente) il
proponente dovrà realizzare interventi di ripristino, rinaturalizzazione, e miglioramento di habitat naturale secondo quanto indicato nel SIA, nella Relazione forestale naturalistica allegata (dicembre 2007) e
10 dicembre 2008
50
103
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
nella Relazione integrativa di data 29 settembre 2008. Il progetto esecutivo dovrà essere verificato con
il Comune di Trieste, l’Ispettorato ripartimentale delle foreste di Trieste e Gorizia e il Servizio tutela ambienti naturali e fauna della Direzione centrale risorse agricole, naturali e forestali, dovrà in particolare
prevedere:
• realizzazione degli interventi di mitigazione paesaggistico-visiva dell’esistente ascensore di servizio
allo stabilimento balneare come illustrati nell’Allegato alla nota ricevuta in data 29 settembre 2008,
prot. 27327/VIA 287, senza obbligo di pitturazione con colori particolari;
• interventi di consolidamento del versante e di rimboschimento nell’area di proprietà posta a nord ovest
verso Sistiana (superficie di 1130 mq), prevedendo l’utilizzo di tecniche di ingegneria naturalistica;
• interventi di miglioramento e di recupero degli elementi vegetali propri delle cenosi della Costiera
Triestina, nell’area orientale della proprietà adiacente alle nuove strutture, con sistemazione puntuale
del versante ove necessario mediante tecniche di ingegneria naturalistica del bosco esistente;
• raccordo della copertura dell’ultimo piano delle nuove strutture con il pendio soprastante fino agli
edifici superiori esistenti. Tale area di collegamento dovrà essere sistemata a verde e alberata utilizzando per quanto possibile, gli alberi recuperati all’atto del disboscamento. Tale area di collegamento
non dovrà essere accessibile al pubblico al fine di ricostituire in parte un "corridoio ecologico" fra i due
versanti boschivi riconfermati;
• interventi di ripristino e recupero di habitat naturale boschivo o prativo, a seconda della zona individuata come idonea, in altra area attualmente antropizzata o degradata, da reperire all’interno del Comune di Trieste, per una superficie almeno pari alla superficie a verde occupata dalle nuove strutture
(residenza e parcheggi);
Gli interventi di ripristino e recupero sopra indicati dovranno essere effettuati con specie autoctone
proprie delle cenosi naturali di riferimento; gli stessi dovranno essere realizzati, compatibilmente con
la programmazione delle opere e con le esigenze di cantiere, in maniera coordinata alle diverse fasi di
realizzazione della nuova infrastrutture, al fine di assicurare la loro funzionalità entro l’ultimazione dell’intervento edilizio;
14. salvo diverse dimostrate esigenze, il proponente, al fine del completamento del ripristino ambientale, dovrà evitare l’utilizzo di materiale terroso proveniente da area esterna a quella interessata dai
lavori. Qualora il terreno accumulato in cantiere non fosse sufficiente per gli interventi di ripristino, e
risulti necessario integrarlo con terreno alloctono, l’intero volume di materiale proveniente dall’esterno
dovrà possedere caratteristiche tali da soddisfare quanto riportato dalla normativa vigente in materia
ed il materiale alloctono dovrà essere collocato negli strati inferiori del ripristino e il terreno forestale
autoctono negli strati superiori;
15. al fine di limitare l’inquinamento floristico nella zona d’intervento, il miscuglio di semi utilizzato per i
rinverdimenti dovrà essere costituito il più possibile da specie autoctone;
16. il proponente, nel periodo di 5 anni successivi all’ultimazione dei lavori di ripristino, dovrà prevedere
un piano di monitoraggio basato su adeguati indicatori dello stato ecosistemico del bosco e degli habitat ricostruiti e prevedere interventi di manutenzione colturali, ripristino delle fallanze, ulteriore apporto
di terreno vegetale, sistemazione di erosioni successive alla chiusura dei lavori, secondo quanto indicato
nel progetto di ripristino;
17. nelle prime fasi di cantiere (disboscamento) così come al termine dei lavori (rimboschimento) dovrà
essere messo in atto un programma di lotta contro la specie infestante Pueraria lobata, concordando
con il Comune di Trieste interventi anche nell’area limitrofa, prendendo le opportune precauzioni per
evitarne l’ulteriore diffusione anche all’esterno del sito per mezzo del terreno movimentato;
18. prima dell’inizio delle attività previste in progetto, il proponente dovrà informare, con congrua tempistica, la Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna, al fine di consentire alla
Direzione medesima, attraverso il Corpo Forestale Regionale, di poter esercitare le azioni di sorveglianza
di cui all’art. 15 del DPR 357/1997;
19. in relazione alle prescrizioni sopra indicate ed in rapporto alle fasi di redazione del progetto ed allo
stato di attuazione del medesimo, il proponente dovrà inviare al Servizio VIA della Direzione centrale
ambiente e lavori pubblici apposite comunicazioni documentate attestanti il rispetto delle prescrizioni
medesime;
20. al fine della predisposizione del Progetto esecutivo e della scelta delle tecniche di costruzione e di
gestione degli edifici dovranno essere recepite le indicazioni in materia di impiego di tecniche di bioedilizia e di materiali biocompatibili come previsto dalla L.R. 23 del 18 Agosto 2005 “Disposizioni in materia
di edilizia sostenibile”;
21. dovrà essere adottata una gestione dell’attività alberghiera secondo criteri di sostenibilità ambientale, attivando adeguate modalità di gestione finalizzate alla certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001.04 ed acquisizione del marchio Ecolabel per il servizio di
ricettività turistica fornito (secondo la Dec. della CCE del 14 aprile 2003 che stabilisce i criteri per l’assegnazione di un marchio comunitario di qualità ecologica al servizio di ricettività turistica).
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
104
B) Il presente provvedimento in ordine alla compatibilità ambientale alla LR 43/1990 ed al DPR 357/1997
non precostituisce diritti in capo al proponente, né implica condizioni preordinate all’ottenimento di autorizzazioni, concessioni, nulla osta o altri atti occorrenti per l’attuazione del progetto, lasciando impregiudicate tutte le necessarie attività tecnico-amministrative occorrenti per la realizzazione del progetto
stesso.
C) Ai sensi dell’art. 19, comma 2 della legge regionale 43/1990 e successive modifiche e integrazioni, il
presente provvedimento verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e, a cura della Direzione
centrale ambiente e lavori pubblici, verrà inviato al proponente, trasmesso alle autorità e al pubblico
interessato individuati ai sensi dell’art. 13 della legge regionale 43/1990, agli organi e uffici competenti
all’effettuazione dei controlli e delle verifiche prescritti nel presente provvedimento, nonché agli uffici
che hanno collaborato nell’istruttoria.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2563_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2563
LR 9/2008, art. 9, comma 36. Approvazione elenco domande ex
art. 23, LR 9/1999 ammesse al contributo straordinario.
LA GIUNTA REGIONALE
Visto l’art. 23 della legge regionale 22 aprile 1999, n. 9 che autorizza l’Amministrazione regionale a costituire presso il Mediocredito del Friuli Venezia Giulia Spa un Fondo, dotato di autonomia patrimoniale
e finanziaria nella forma della gestione fuori bilancio, per l’attivazione di agevolazioni da concedersi a
privati in possesso dei requisiti prevista dalla legge regionale 1 settembre 1982, . 75 per l’acquisto, la
costruzione o suo completamento, ovvero il recupero o suo completamento di alloggi aventi le caratteristiche di edilizia residenziale pubblica;
VISTA la legge regionale 14.08.2008, n. 9 (Assestamento del bilancio 2008 e del bilancio pluriennale per
gli anni 2008-2010 ai sensi dell'articolo 34 della legge regionale 8 agosto 2007, n. 21), ed in particolare
l'articolo 9, commi dal 36 al 38, che autorizzano, tra l'altro, per il settore dell'edilizia agevolata di cui all'articolo 23 della legge regionale 9/1999, la concessione di un contributo straordinario per l'acquisizione
in proprietà della prima casa a favore dei soggetti che rientrano nelle fattispecie indicate ai commi 30,
33 e 34 dell'articolo 9 medesimo, relativamente a domande già archiviate o revocate, da erogarsi su
istanze da presentarsi entro il 15.9.2008, la cui copertura finanziaria è a carico del Fondo ex art. 23 della
L.R. 9/1999;
Viste le note del 3.10.2008, del 28.10.2008 e del 13.11.2008 con le quali il Mediocredito del Friuli Venezia Giulia spa ha comunicato l'elenco delle complessive 210 domande presentate entro il 15.9.2008 ai
sensi del comma 37 delI'art. 9 della L.R. 9/2008 unitamente agli importi di contributo richiesto;
Atteso che a fronte delle complessive 210 suddette domande n. 60 sono le domande presentate da
titolari di domande di agevolazione già presentate ai sensi dell'art. 23 della L.R. 9/99 e successivamente
oggetto di provvedimento di archiviazione o revoca del contributo originario;
Atteso che in applicazione dell’art. 23 della L.R. 9/99 sono stati emanati due bandi di concorso, il
primo il 20 settembre 1999 e il secondo il 7 ottobre 2002 relativamente ai quali le domande presentate
sono ad oggi tutte istruite e con procedimento contributivo definito.
Atteso, altresì, che la Regione ha erogato al suddetto Fondo di gestione fuori bilancio tutti gli stanziamenti necessari al soddisfacimento di tutte le domande presentate relativamente ai bandi di cui al
precedente capoverso;
Atteso, dal Rendiconto finanziario per l’anno 2007 della gestione del canale contributivo, che sul Fondo ex art. 23 della L.R. 9/99 - a seguito della gestione delle suddette domande - sussiste la disponibilità
sufficiente alla copertura finanziaria delle 60 domande di contributo straordinario ex articolo 9 della L.R.
9/2008 presentate a fronte di precedenti domande ex art. 23 della L.R. 9/1999;
Ritenuto:
• di approvare il "Prospetto A — Elenco delle domande ex L.R.. 9/1999, n. 9 art. 23 ammesse a finanziamento con la L.R. 9/2008 art. 9, comma 36" contenente l'elenco delle domande presentate per l'ottenimento del contributo straordinario ex art. 9, commi da 36 a 39, della L.R. 9/2008 ammesse a finanziamento - ordinate per numero di domanda e data di presentazione - per gli importi a fianco di ciascuna
indicati;
10 dicembre 2008
50
105
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
di autorizzare, il Mediocredito del Friuli Venezia Giulia spa in qualità di gestore del “Fondo ex art. 23
della L.R. 9/99“ alla concessione, determinazione ed erogazione del contributo straordinario ex art 9
suddetto per le domande inserite nel "Prospetto A — Elenco delle domande ex L.R. 9/1999 art. 23 ammesse a finanziamento con la L.R. 9/2008 art. 9, comma 36" con le modalità previste dalle disposizioni
vigenti per il canale contributivo ex art. 23 della L.R. 9/1999 a gravare sulle disponibilità giacenti sul
Fondo istituito con la disposizione medesima;
Su proposta dell'Assessore all'Ambiente ed ai Lavori Pubblici,
all'unanimità,
•
DELIBERA
1. E' approvato ai sensi e per gli effetti deIl'art. 9, comma 36, della legge regionale 1.4.08.2008, n. 9 il
"Prospetto A — Elenco delle domande ex art. 23 L.R. 22.4.1999, n. 9, ammesse al contributo straordinario di cui all’art. 9, comma 36, L.R. 14.8.2008, n. 9”, allegato e facente parte integrante della presente
deliberazione, per gli importi a fianco di ciascuna indicati.
2 Alla concessione, determinazione ed erogazione del contributo straordinario di complessivi euro
676.683,96 ex art. 9 della L.R. 9/2008 per le domande di cui al "Prospetto "A" approvato con l'articolo
1 provvederà con propri provvedimenti il Mediocredito del Friuli Venezia Giulia spa in qualità di gestore
del “Fondo ex art. 23 della L.R. 9/1999” con le modalità previste dalla legge regionale 22 aprile 1999, n.
9, art. 23.
3. Alla spesa complessiva di euro 676.683,96 di cui all’articolo 2 si farà fronte con le disponibilità finanziarie giacenti sulla Sezione “C” del “Fondo ex art. 23 della L.R. 9/1999”.
4. La presente deliberazione giuntale sarà pubblicata sul BUR ai fini del Capo II della L.R. 7/2000.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
1
2
6
7
11
12
24
25
28
29
30
33
34
37
38
39
49
50
51
53
54
55
57
61
72
73
74
75
85
86
88
94
98
N. Progr. N. Dom.
25/08/2008
26/08/2008
26/08/2008
27/08/2008
28/08/2008
28/08/2008
01/09/2008
02/09/2008
02/09/2008
02/09/2008
02/09/2008
02/09/2008
03/09/2008
03/09/2008
03/09/2008
03/09/2008
04/09/2008
04/09/2008
05/09/2008
05/09/2008
05/09/2008
05/09/2008
05/09/2008
08/09/2008
08/09/2008
08/09/2008
08/09/2008
08/09/2008
09/09/2008
09/09/2008
09/09/2008
09/09/2008
10/09/2008
data
ZORGNO FRANCESCO
GERONI MILENA
ATZORI SARA REBECCA
ELLERO PAOLO AUGUSTO
SORCI CHIARA
REVELANT LUCA / ZOSSI STEFANIA
STULLE FRANCESCO / LUGLIO CRISTINA
CANDIDO GABRIELE
CAVICCHI LORENZO
CAMPO DALL' ORTO MANUELA
PRESCHERN CRISTINA / GALLIZIA GIOBATTA
SARACINO GIUSEPPE
MORO MORENO
OVAN VALTER
CUBERLI VITTORIO / MESSORE RAFFAELLA
PANAREO STEFANO
PASTROVICCHIO CLAUDIO ENRIQUE
ZERIALI MAURO
FRATTASIO CHIARA MARIA
FRATTASIO LAURA
BRAIDA GIOVANNI
MICHELI FRANCESCO
VENUDO ANDREA
SCIANNELLI VINCENZO CRISTIAN
ALLEGRO FABIO / DIANA ANNA MARIA
PICCO EFREM / GOI NATASCIA
GALEPPI FRANCESCO / DITILLO CARMELA
TERMINI GABRIELLA
BELTRAMINI DAVIDE
CARLETTI VANNY / SIONE LAURA
BARBIERI MICHELE / FURLANO NATASCIA
GERUNDA OLIVO ALESSIA
DE PRATO ERMIDA
Nominativi
7.560
9.074
480
5.917
9.230
1.896
6.148
8.527
8.586
9.757
1.803
4.529
7.559
9.749
1.596
1.247
8.469
8.503
6.131
6.335
9.058
6.613
5.889
6.318
3.304
4.684
5.001
2.994
9.815
9.290
2.605
4.636
2.786
N.Dom.
Vecchia
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 11.715,91
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 11.935,73
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 4.915,32
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 11.976,17
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
Contributo
assegnato
PROSPETTO "A"
ELENCO DELLE DOMANDE EX ART. 23 DELLA L.R. 9/1999 AMMESSE AL CONTRIBUTO STRAORDINARIO EX ART. 9 COMMA 36 L.R. 9/2008
1
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_DGR_2563_2_ALL1
106
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
99
102
108
109
116
120
122
124
125
126
129
131
132
138
141
147
149
154
155
179
181
183
184
187
198
205
210
N. Progr. N. Dom.
10/09/2008
10/09/2008
10/09/2008
10/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
11/09/2008
12/09/2008
12/09/2008
12/09/2008
12/09/2008
12/09/2008
12/09/2008
15/09/2008
15/09/2008
15/09/2008
15/09/2008
15/09/2008
15/09/2008
16/09/2008
17/09/2008
data
GERMANOFF ALEJANDRO R. C. / FERNANDEZ ALEJANDRA I.
GERVASIO ANTONELLA
CAVAZZANA MICHELE
LANFRIT FABIO
RACCHELLO WALTER
D' ANGELICO ANTONIETTA
CARNIELLO ILENIA / CORAZZA STEFANO
BALDUCCI RICCARDO / CUSINA DEBORA
MILESSA CHRISTIAN / MERSI NATASCIA
BOZZA MASSIMO
CARGNELUTTI DANIA
DELLA MEA ROSELLA
SANTAROSSA CRISTINA
ZIDARICH MASSIMO
CRAGNOLINI MARCO
FUCCARO ROBERTO
PIGANI LEDA
PELLIZZON EMANUELA
CECCHETTO ALESSAMDRO / MARCOCCIO STEFANIA
D' AGNOLO DANIELA
CIANI FRANCESCA / DUGO ROBERTO
MAURO MASSIMILIANO
MARTINI STEFANO
PUGNETTI MAURO
BANCHERI SERGIO / BALDINI SONIA
CASCONE CATELLO
SALICE ENZO
TOTALE
Nominativi
N.Dom.
Vecchia
4.539
7.760
3.049
1.120
5.278
8.754
6.032
9.025
5.964
8.159
1.889
7.398
5.164
8.746
7.366
6.029
3.818
3.880
6.291
8.553
3.935
184
8.895
3.561
5.159
9.496
4.615
2
10 dicembre 2008
50
IL VICE PRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
Contributo
assegnato
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 5.220,67
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 7.474,28
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 9.215,44
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 9.800,63
€ 4.749,60
€ 12.000,00
€ 3.807,00
€ 12.000,00
€ 8.388,99
€ 11.484,22
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 12.000,00
€ 676.683,96
PROSPETTO "A"
ELENCO DELLE DOMANDE EX ART. 23 DELLA L.R. 9/1999 AMMESSE AL CONTRIBUTO STRAORDINARIO EX ART. 9 COMMA 36 L.R. 9/2008
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
107
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
108
08_50_1_DGR_2592_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2592 (Estratto)
Comune di Forgaria nel Friuli: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n. 25 del 04.07.2008, di approvazione della
variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale.
LA GIUNTA REGIONALE
all'unanimità,
(omissis)
delibera
1. di ritenere le riserve vincolanti, espresse con propria deliberazione n. 1049 del 5.6.2008 in merito alla
variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale del comune di FORGARIA NEL FRIULI, superate
dall'introduzione di modifiche e dalla proposizione di verifiche e motivazioni a sostegno di specifiche
previsioni di variante, disposte con la deliberazione comunale consiliare n. 25 del 4.7.2008;
2. di confermare l'esecutività della suddetta deliberazione consiliare n. 25 del 4.7.2008, di approvazione
della variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale del comune di Forgaria nel Friuli;
3. omissis
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2594_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2594 (Estratto)
Comune di Chiusaforte: conferma di esecutività della deliberazione consiliare n. 32 del 04.06.2008, di approvazione della variante n. 29 al Piano regolatore generale comunale.
LA GIUNTA REGIONALE
all'unanimità
(omissis)
delibera
1. di ritenere la riserva vincolante, espressa con propria deliberazione n. 866 del 15.5.2008 in merito alla
variante n. 29 al Piano regolatore generale comunale del comune di CHIUSAFORTE, superata dalle modifiche in essa introdotte con la deliberazione comunale consiliare n. 32 del 4.6.2008;
2. di confermare l'esecutività della suddetta deliberazione consiliare n. 32 del 4.6.2008, di approvazione
della variante n. 29 al Piano regolatore generale comunale del comune di Chiusaforte;
3. omissis
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2599_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2599
LR 18/1996, art 67, comma 2, lett d) - Ente tutela pesca - Approvazione deliberazione n. 18/CD/2008 del 29.10.2008. “Canoni
per l'esercizio della pesca sportiva nelle acque pubbliche inter-
10 dicembre 2008
50
109
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ne del Friuli Venezia Giulia; costo del rilascio duplicati; addebito
della somma forfetaria per l'invio postale delle licenze, dei libretti annuali ricognitivi 2009 e dei loro duplicati. Anno 2009”.
la giunta regionale
Vista la Legge regionale 12 maggio 1971 n. 19 istitutiva dell'Ente Tutela Pesca e successive integrazioni e modificazioni;
Visto il secondo comma lett. d) dell'art. 67 della legge regionale 27 marzo 1996, n. 18, il quale dispone
che sono sottoposti all’approvazione della Giunta regionale “i regolamenti e gli atti di carattere generale
concernenti l’ordinamento e l’attività dell’Ente”;
Visto il DPGR 18 dicembre 1990, n. 712 recante il regolamento di esecuzione della legge regionale 9
giugno 1988, n. 43 come modificata dalla legge regionale 7 settembre 1990, n. 45 concernente nuove
disposizioni in materia di pesca nelle acque interne, ed in particolare l’art. 4 che dispone, tra l’altro, la
pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione della delibera di determinazione dei canoni;
Vista la delibera del Consiglio Direttivo dell’Ente Tutela Pesca n. 18 del 29 ottobre 2008 con la quale il
Consiglio Direttivo dell'Ente determina per l’anno 2009 i canoni per i diversi tipi di licenze ed autorizzazioni per l’esercizio della pesca sportiva nelle acque pubbliche interne del Friuli Venezia Giulia, il costo del
rilascio di duplicati e l’addebito della somma forfetaria per l’invio postale delle licenze, dei libretti annuali
ricognitivi 2009 e dei loro duplicati”;
Ravvisata opportuna l'approvazione dell'atto in esame;
Visto lo Statuto regionale;
Visto l’art. 12 della L.R. 20.03.2000, n. 7;
Su proposta dell’Assessore regionale alle risorse agricole, naturali e forestali
all’unanimità,
Delibera
1) di approvare la deliberazione del Consiglio Direttivo dell'Ente Tutela Pesca n. 18 di data 29 ottobre
2008 concernente : ”Canoni per l’esercizio della pesca sportiva nelle acque pubbliche interne del Friuli
Venezia Giulia; costo del rilascio duplicati; addebito della somma forfetaria per l’invio postale delle licenze, dei libretti annuali ricognitivi 2009 e dei loro duplicati. Anno 2009”.
2) La presente deliberazione sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2600_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2600
LR 28/2002 , art. 17 , comma 1 - Consorzio di Bonifica Cellina
Meduna - Nomina presidente revisori contabili.
la giunta regionale
Vista la Legge regionale 29 ottobre 2002, n. 28 recante norme in materia di bonifica e di ordinamento
dei Consorzi di bonifica,
Visto in particolare l’art. 17 della predetta l.r. 28/2002, che stabilisce che “il Collegio dei revisori contabili è composto dal Presidente, da due membri effettivi e da due membri supplenti. Il Presidente, un
membro effettivo e uno supplente sono nominati dalla Giunta regionale, su proposta dell’Assessore
regionale all’agricoltura; un membro effettivo e uno supplente sono nominati dal Consiglio dei delegati”
del Consorzio;
Visto l'art. 16 dello Statuto del Consorzio di bonifica Cellina Meduna che dispone altresì come non
possano essere eletti Revisori i componenti del Consiglio dei Delegati, anche se cessati dalla carica, ed
analogamente i dipendenti del Consorzio, anche se cessati dal servizio, nonché i loro parenti ed affini
entro il quarto grado;
Atteso che il dottor Renato Della Ragione ha rassegnato le dimissioni da Presidente del Collegio dei
revisori contabili, come nominato con deliberazione della Giunta di data 12 giugno 2008 n. 1110;
Atteso che la durata del mandato del Collegio dei Revisori dei conti coincide con quella della Deputa-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
110
zione amministrativa;
Viste la proposta dell’ Assessore regionale alle risorse agricole, naturali e forestali che indica Piccin
Patrizia quale Presidente del Collegio dei revisori contabili del Consorzio di bonifica Cellina Meduna;
Visto il curriculum professionale presentato da Piccin Patrizia comprovante l’adeguatezza dei titoli professionali posseduti e l’esperienza maturata all’incarico di Presidente del Collegio dei revisori contabili;
Considerato che la sunnominata Piccin Patrizia è iscritta all’Albo dei Revisori contabili come risultante dalla dichiarazione resa;
Vista la dichiarazione resa dalla medesima ai sensi dall’art. 7 bis ante della legge regionale 23 giugno
1978, n. 75, come introdotto dall’art. 55 della l.r. 1/2000 e successive modifiche, relativamente al divieto
di nomina negli organi collegiali costituiti con provvedimento regionale;
Ravvisata opportuna l'approvazione dell'atto in esame;
Visto lo Statuto regionale;
Visto l’art. 12 della L.R. 20.03.2000, n. 7;
Su proposta dell’Assessore regionale alle risorse agricole, naturali e forestali
all’unanimità,
Delibera
1) Di nominare, per le motivazioni indicate in premessa la dottoressa Patrizia Piccin, nata il 12 agosto
1967 quale Presidente del Collegio dei revisori contabili del Consorzio di bonifica Cellina Meduna.
2) La durata del mandato coincide con quella della Deputazione amministrativa.
3) La presente delibera verrà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
08_50_1_DGR_2606_1_TESTO
Deliberazione della Giunta regionale 26 novembre 2008, n.
2606
Terzo programma di attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale.
LA GIUNTA REGIONALE
Vista la Legge 17 maggio 1999, n. 144 “Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il
riordino degli incentivi all’occupazione e della normativa che disciplina l’INAIL, nonché disposizioni per il
riordino degli enti previdenziali”;
Considerato che l’art. 32 della citata legge n. 144/1999 dispone che, al fine di ridurre il numero e
gli effetti degli incidenti stradali ed in relazione al “Piano di sicurezza stradale 1997-2001” della Commissione delle Comunità europee, il Ministero dei lavori pubblici, sentito il Ministero dei trasporti e della
navigazione, definisce il Piano nazionale della sicurezza stradale che viene approvato dal CIPE;
Atteso che:
con deliberazione CIPE n. 100 del 29 novembre 2002 è stato approvato il “Piano Nazionale della Sicurezza
Stradale,” in relazione al quale sono già stati realizzati il primo e secondo programma di attuazione;
la Legge finanziaria 2007 all’art. 1, comma 1035, autorizza la spesa di € 53.000.000,00 per ciascuno degli
anni 2007, 2008 e 2009 per il finanziamento delle attività connesse all'attuazione, alla valutazione di
efficacia ed all'aggiornamento del Piano nazionale della sicurezza stradale;
con deliberazione CIPE n. 143 del 21 dicembre 2007 è stato approvato il “3° Programma di attuazione”
del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale con riferimento all’annualità 2007, destinando la somma
di € 53.000.000 per il finanziamento di interventi delle Province e dei Comuni finalizzati a migliorare la
sicurezza stradale;
con Decreto del Ministro dei Trasporti n. 20712 del 27 dicembre 2007, è stato, tra l’altro, assegnato
alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia l’importo di € 1.831.482,00 per l’attuazione del programma
suddetto;
con decreto dirigenziale prot. 4657 del 28 dicembre 2007, registrato dall’Ufficio Centrale del Bilancio in
data 18 gennaio 2008, è stato disposto l’impegno di € 1.831.482,00 a favore della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia;
Considerato che il citato 3° Programma di attuazione del PNSS:
• prevede che le Regioni possano definire autonomamente alcuni dei parametri di attuazione, in coe-
10 dicembre 2008
50
111
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
renza con eventuali piani regionali e al fine di rispondere a specifiche realtà locali;
• consente inoltre di definire, per una migliore allocazione delle risorse, una procedura di concertazione
con gli enti locali;
Rilevato quanto emerge dall’analisi dei dati statistici relativi alla Regione Autonoma Friuli Venezia
Giulia sulla scorta dello studio analitico dettagliato effettuato dal Servizio Statistica sui dati ISTAT nel
biennio 2005-2006 della Regione, che conferma alcune criticità già evidenziate nel decennio precedente, in particolare quella che riguarda la pericolosità degli attraversamenti urbani delle strade provinciali,
regionali e statali;
Visto il Piano Regionale della Sicurezza Stradale, approvato con delibera di Giunta regionale n. 922 dd.
20 aprile 2007;
Ritenuto, in considerazione dell’entità del finanziamento concesso dallo Stato, di rendere più efficiente l’azione del programma circoscrivendo i campi d’intervento e convogliando le risorse su due specifici campi di intervento individuati nel terzo Programma di attuazione:
• la realizzazione di interventi su tratte stradali extraurbane che presentano le maggiori concentrazioni
di vittime per incidenti stradali e definizione di un programma d’interventi mirati a ridurre i fattori di
rischio, di concerto con le Province;
• la definizione e la realizzazione di progetti pilota nel campo della formazione della mobilità sicura e
sostenibile della popolazione in età scolare, attraverso un bando rivolto ai Comuni;
Sentiti i rappresentanti delle Province e dell’ANCI del Friuli Venezia Giulia;
Visto il programma d’interventi, concordato con le Province, finalizzato alla riduzione delle criticità
individuate sulle strade di loro competenza, allegato sub A quale parte integrante e sostanziale della
presente deliberazione;
Ritenuto di disporre, sin d’ora, la pubblicazione di un bando rivolto ai Comuni per la realizzazione di
interventi di messa in sicurezza dei percorsi casa scuola attraverso l’istituzione di Piedibus, Bicibus e
servizi affini di mobilità alternativa;
Considerato che sono in fase di predisposizione gli atti amministrativi che formalizzano l’accertamento dell’entrata dei fondi assegnati dall’allora denominato Ministero dei Trasporti con i già citati
decreti di ripartizione, n. 20712 del 27 dicembre 2007, e di impegno, n. 4657 del 28 dicembre 2007, per
complessivi € 1.831.482,00;
Ritenuto di individuare sin d’ora l’articolazione del finanziamento concesso dal Ministero dei Trasporti, assegnando l’importo di € 1.000.000,00 ai programmi concordati con le Province e l’importo di €
831.482,00 per il bando rivolto ai Comuni;
Considerato che, nel caso di rinuncia al cofinanziamento da parte di una o più Province, la relativa
quota viene ripartita tra le Province aderenti all’iniziativa concordata, secondo i criteri stabiliti nel documento di sintesi di cui all’allegato sub A;
Ritenuto di disporre, ai soli fini della determinazione dei massimali di cofinanziamento ai Comuni
e tenuto conto delle diverse peculiarità territoriali di questi, la suddivisione degli enti beneficiari in tre
diverse strutture amministrative, come di seguito specificato:
• i Comuni di Trieste e Udine;
• i Comuni di Gorizia e Pordenone;
• tutti gli altri Comuni;
Visto lo schema di bando per l’assegnazione, a favore dei Comuni, dei finanziamenti per la realizzazione degli interventi di “Messa in sicurezza dei percorsi casa scuola attraverso l’organizzazione di servizi di
Piedibus, Bicibus e servizi affini di mobilità alternativa”, allegato sub B quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
all’unanimità,
Delibera
1. Per le motivazioni citate nelle premesse, di articolare il finanziamento di € 1.831.482,00 concesso dal
Ministero dei Trasporti per l’attuazione del 3° Programma del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale,
assegnando l’importo di € 1.000.000,00 ai programmi concordati con le Province secondo le procedure
concordate di cui all’allegato sub A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, nonché
l’importo di € 831.482,00 agli interventi realizzati dai Comuni per la messa in sicurezza dei percorsi casa
scuola attraverso l’istituzione di Piedibus, Bicibus e servizi affini di mobilità alternativa.
2. Di dare atto che, nel caso di rinuncia al cofinanziamento da parte di una o più Province, la relativa
quota viene ripartita tra le Province aderenti all’iniziativa concordata, secondo i criteri stabiliti nel documento di sintesi di cui all’allegato sub A.
3. Di approvare il bando per l’assegnazione dei finanziamenti relativi alla realizzazione degli interventi per
la “Messa in sicurezza dei percorsi casa scuola attraverso l’organizzazione di servizi di Piedibus, Bicibus
e servizi affini di mobilità alternativa”, di cui allo schema allegato sub B, parte integrante e sostanziale
della presente deliberazione.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
112
4. Di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
IL VICEPRESIDENTE: CIRIANI
IL SEGRETARIO GENERALE: BERTUZZI
10 dicembre 2008
50
113
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_DGR_2606_2_ALL1
ALLEGATO A
Procedura concordata tra Regione e Province per l’attuazione
del 3° Programma di attuazione del
Piano Nazionale della Sicurezza Stradale
ALL. A: PROCEDURA CONCORDATA - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 1 / 5
114
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
1. CAMPO D’INTERVENTO
Il campo di intervento cui la procedura concordata Regione FVG – Province si riconduce è quello
individuato in generale dal 3° Programma di attuazione del PNSS nel settore C (interventi su
componenti di incidentalità prioritarie ai fini del miglioramento complessivo della sicurezza
stradale nel Paese) alla voce C2 “Piani, programmi e interventi per migliorare la sicurezza stradale
nelle aree urbane ad elevata incidentalità stradale attraverso misure di regolamentazione del
traffico, riqualificazione del sistema viario, interventi urbanistici”.
La scelta del campo di intervento tiene conto dell’analisi decennale 1994-2003 del Piano Regionale
della Sicurezza Stradale e dell’analisi dei dati ISTAT sull’ultimo triennio di dati disponibili 2004-2006,
le quali evidenziano, tra le altre, una particolare criticità nel territorio regionale e precisamente
l’incidentalità in corrispondenza delle traverse urbane (incidenti che avvengono su tratti di
strade statali, regionali, provinciali all’interno dei centri abitati, ossia in ambito urbano). Un dato di
particolare rilievo, infatti, è la percentuale dei morti sulle traverse urbane, pari complessivamente a
quasi il 20% del totale dei decessi; poiché l’estensione di tali tratti è circa del 4,4% dell’intera rete, si
deduce che la densità di mortalità sulle traverse è oltre 8 volte superiore a quella delle altre strade
urbane e oltre 5 volte superiore rispetto la restante rete stradale regionale.
Nelle seguenti figure sono indicate le ripartizioni degli incidenti e dei morti, registrati nel triennio
2004-2006, per tipologia di strada e per ambito territoriale.
localizzazione incidenti stradali FVG (2004-2006)
14%
localizzazione decessi stradali FVG (2004-2006)
Strade urbane
24%
19%
Traverse urbane
23%
59%
4%
Extraurbane
Strade urbane
Traverse urbane
Extraurbane
11%
Autostrade
Autostrade
46%
I dati complessivi relativi a detta criticità suddivisi per aree provinciali sono i seguenti.
TRAVERSE URBANE
(S.S./S.R./S.P.)
2004-2006
UD
GO
TS
PN
Incidenti
898
436
206
595
Morti
46
4
8
26
Feriti
1239
638
268
819
Costo Sociale su
traverse urbane
€ 155.332.800,00
€ 52.534.400,00
€ 30.880.000,00
€ 96.532.800,00
Per quanto riguarda l’entità del fenomeno relativamente alle sole traverse urbane di strade
provinciali si riporta la seguente tabella.
ALL. A: PROCEDURA CONCORDATA - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 2 / 5
50
10 dicembre 2008
115
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
TRAVERSE URBANE DI
STRADE PROVINCIALI
2004-2006
UD
GO
TS
PN
Incidenti
326
90
89
257
Morti
20
0
2
14
Feriti
422
136
115
356
Costo Sociale su
traverse S.P.
€ 58.947.200,00
€ 10.009.600,00
€ 11.252.800,00
€ 45.723.200,00
In considerazione della limitatezza dei fondi a disposizione, che corrispondono alla metà di quanto
assegnato sia con il 1° che con il 2° Programma di attuazione, la Regione orienta l’azione verso una
delle priorità regionali, investendo quota parte delle risorse assegnate dal 3° Programma con
sistematicità in detta direzione, attraverso una procedura concordata con le quattro province
regionali (Province di Gorizia, Pordenone, Udine e Trieste).
Ci si attende una riduzione del numero di incidenti in corrispondenza delle traverse urbane di strade
provinciali, in particolare modo della loro pericolosità.
2. OBIETTIVI
Il cofinanziamento è destinato alla messa in sicurezza delle traverse urbane attraverso la
ricognizione, lo studio d'insieme e l’analisi di incidentalità specifica del fenomeno (con riferimento
alla criticità complessiva e quindi sugli attraversamenti di S.S., S.R. e S.P. nei centri abitati) e la
realizzazione di interventi di messa in sicurezza delle traverse urbane di strade provinciali.
L’obiettivo pertanto assume una duplice valenza: perfezionare la conoscenza del fenomeno e delle
criticità riscontrabili in relazione ai sinistri sulle traverse urbane dei quattro territori provinciali,
fornendo un quadro di analisi omogeneo e completo, e realizzare una serie di interventi di messa in
sicurezza sulle traverse di strade provinciali secondo le priorità così individuate.
3. MODALITA’ DI RIPARTO DEI FINANZIAMENTI
I fondi a disposizione della RAFVG con il 3° programma di attuazione sono pari a € 1.831.482,00. La
Regione intende riservare alla procedura concordata con le Province un cofinanziamento di €
1.000.000,00.
In analogia con i principi alla base del riparto nazionale si assume il seguente riparto tra le Province.
contributo PNSS
UD
GO
TS
PN
€ 500.000,00
€ 125.000,00
€ 125.000,00
€ 125.000,00
€ 125.000,00
€ 500.000,00
€ 234.042,28
€ 39.741,83
€ 44.677,80
€ 181.538,09
€ 1.000.000,00
€ 359.042,28
€ 164.741,83
€ 169.677,80
€ 306.538,09
ALL. A: PROCEDURA CONCORDATA - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 3 / 5
10 dicembre 2008
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
116
La metà delle risorse riservate è uguale per tutte le Province in modo da garantire l’operabilità, l’altra
metà viene suddivisa sulla base del costo sociale relativo alla tipologia d’incidente in questione
(assumendo i valori di costo sociale proposti nel PNSS e nel 3° Programma di attuazione e con
riferimento all’ultimo triennio di dati ISTAT disponibili 2004-2006).
4. ENTITA’ DEL COFINANZIAMENTO A CARICO DELLE PROVINCE
La quota di cofinanziamento riservata dalla Regione è pari al 50% dell’importo complessivo
dell’intervento. La rimanente quota del 50% è a carico delle Province. Pertanto l’importo
complessivo della proposta concordata ammonta a M€ 2,0.
La tabella seguente evidenzia le quote di finanziamento assegnate dalla Regione e quelle a carico
delle singole Province.
UD
GO
TS
PN
quota 50% Regione
da PNSS/3° P.A.
€ 359.042,28
€ 164.741,83
€ 169.677,80
€ 306.538,09
quota 50%
Province
€ 359.042,28
€ 164.741,83
€ 169.677,80
€ 306.538,09
Totale intervento
per Provincia
€ 718.084,57
€ 329.483,66
€ 339.355,59
€ 613.076,18
5. PROCEDURE AMMINISTRATIVE
La Regione mediante comunicazione a mezzo lettera richiederà alle Province l’assenso formale a
quanto stabilito nel corso dell’incontro del 2 ottobre 2008 e riportato nel presente documento di
sintesi. A seguito dell’assenso formale da parte delle Province, la Regione delibererà gli importi e le
quote di cofinanziamento, nonché le modalità concordate, cioè i contenuti delle proposte delle
Province e i tempi di presentazione di tali proposte.
6. CONTENUTO DELLA PROPOSTA DELLE PROVINCE
La proposta delle Province deve comprendere:
1. Ricognizione e lista delle traverse urbane oggetto dello studio (localizzazione, estensione,
ecc.).
2. Analisi delle criticità: per ogni zona di traversa urbana, di cui al punto 1, devono essere
indicati il numero d’incidenti, la pericolosità (morti, feriti) e ogni altro elemento utile alla
comprensione del fenomeno dell’incidentalità regionale sulle traverse urbane (possibili
cause rilevanti dei sinistri, particolari utenze deboli coinvolte, ecc.). Le analisi vanno riferite al
complesso delle traverse di strade statali, regionali e provinciali e almeno all’ultimo triennio
2004-2006 (ultimo triennio di dati ISTAT disponibili) con la possibilità di estendere
omogeneamente a tutto lo studio il periodo di analisi.
ALL. A: PROCEDURA CONCORDATA - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 4 / 5
10 dicembre 2008
50
117
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
3. Con riferimento alle traverse urbane che coinvolgono strade provinciali e alle analisi di cui ai
punti precedenti, classificazione delle criticità emerse, predisposizione di studi di fattibilità
per gli interventi di messa in sicurezza di tali criticità, comprensivi delle relative stime
preventive di spesa, e individuazione di un elenco di priorità di interventi.
4. Individuazione di un insieme di interventi, tra quelli compresi nell’elenco di priorità citato al
punto 3, di cui l’Amministrazione provinciale, nell’ambito della proposta in oggetto, redige i
progetti preliminari e, compatibilmente con le disponibilità economiche del 3° Programma,
attuerà la realizzazione. La scelta del “parco” interventi è proposta da ciascuna Provincia in
modo da ottimizzare l’utilizzo delle risorse e secondo criteri di priorità, tempestività ed
efficienza di azione.
7. TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE
La Regione determina che le proposte sopra specificate, complete dei progetti preliminari di cui al
paragrafo 6 punto 4, debbano essere presentate entro 210 gg. dall’approvazione della delibera
regionale, di cui al paragrafo 5, che riserva i fondi per detti programmi.
8. MODALITA’ DI EROGAZIONE DEI COFINANZIAMENTI
I cofinanziamenti saranno erogati sulla base dello stato di avanzamento dei lavori e dei relativi
trasferimenti di quote di risorse da parte del Ministero alla Regione. In particolare, secondo quanto
definito nella convenzione già firmata tra Regione FVG e Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti per il trasferimento dei fondi relativi 3° Programma del PNSS, si osserveranno le seguenti
modalità:
a) trasferimento di una quota pari al 20% delle risorse complessive quando saranno attivate le
procedure degli interventi destinatari per un valore complessivo pari almeno a 1/3 del totale
della spesa prevista (cofinanziamenti più quote a carico delle Amministrazioni proponenti);
b) un ulteriore 40% degli importi dei soli interventi avviati, sulla base di certificazione contabile
prodotta dalla Regione attestante l’avvenuto utilizzo delle risorse di cui al punto a);
c) un ulteriore 30% con modalità identiche a quelle descritte nella precedente lettera b);
d) il rimanente 10% relativo agli interventi avviati verrà trasferito alla Regione, e da questa alle
Amministrazioni beneficiarie, alla certificazione da parte della stessa Regione dell’avvenuto
completamento dei singoli interventi.
Si rileva che quanto sopra esposto sulle procedure di erogazione delle quote di cofinanziamento
riguarda l’insieme degli interventi attuativi del 3° Programma nel suo complesso e, quindi, sia quelli
previsti dalla procedura concordata in oggetto che quelli della procedura concorsuale.
Naturalmente dette modalità saranno evidenziate nella delibera di approvazione della procedura
concordata di cui al paragrafo 5 del presente documento.
ALL. A: PROCEDURA CONCORDATA - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 5 / 5
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
118
08_50_1_DGR_2606_3_ALL2
ALLEGATO B
PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
3° PROGRAMMA DI ATTUAZIONE
BANDO REGIONALE
PER LA REALIZZAZIONE
DI INTERVENTI PER LA MESSA IN
SICUREZZA DEI PERCORSI
CASA-SCUOLA ATTRAVERSO
L’ORGANIZZAZIONE DI
SERVIZI PIEDIBUS, BICIBUS E SERVIZI
AFFINI DI MOBILITÀ ALTERNATIVA
N O V E M B R E
2 0 0 8
10 dicembre 2008
50
119
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Art. 1 – Riferimenti normativi
1) Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in relazione a quanto previsto dal “Piano Nazionale della
Sicurezza Stradale” approvato con deliberazione CIPE n. 100 del 29 novembre 2002, dalla Legge
finanziaria 2007, comma 1035 e dal “3° Programma di attuazione”, destina la somma di € 53.000.000
per il finanziamento di interventi delle Province e dei Comuni finalizzati a migliorare la sicurezza
stradale, secondo quanto indicato nel suddetto “3° Programma di attuazione”.
2) Con decreto dirigenziale prot. 4657 del 28 dicembre 2007, registrato dall’Ufficio Centrale del Bilancio
in data 18 gennaio 2008, è stato disposto l’impegno di € 1.831.482 a favore della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia, secondo gli importi indicati nella tabella di ripartizione di cui al D.M. n. 20712 del
27 dicembre 2007 .
3) La Regione riserva alle iniziative di cui al presente bando € 831.482.
Art. 2 - Obiettivi
1)
2)
Il presente bando, in coerenza con l’”Atto di indirizzo per il governo della sicurezza stradale” e in
conformità con quanto previsto dal 3° Programma di attuazione, è finalizzato a:
favorire la formazione di una nuova cultura della sicurezza stradale presso i cittadini in età scolare,
presso gli adulti e presso i decisori e i tecnici che possono contribuire al miglioramento della
sicurezza stradale;
promuovere lo sviluppo di interventi ad alta efficacia riferiti al campo di azione B1 di cui al 3°
Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sciurezza Stradale e favorirne la diffusione in
modo da determinare, a parità di risorse disponibili, i migliori risultati in termini di prevenzione del
fenomeno degli incidenti stradali, sensibilizzazione ed educazione della popolazione in età scolare
con particolare riferimento alle scuole materne ed elementari;
educare e sensibilizzare la popolazione in età scolare ad una mobilità sicura e sostenibile
producnedo delle modifiche strutturali nei comportamenti e nell’organizzazione degli spostamenti
nelle aree urbane;
rafforzare l’azione strategica nei campi di azione diretta 3 e 4 del Piano Regionale della Sicurezza
Stradale che prevedono progetti pilota in collaborazione con gli Enti Locali e interventi in materia
di educazione stradale.
Tali obiettivi dovranno essere perseguiti in coerenza con i principi di premialità, proporzionalità,
specificità/aggiuntività, priorità, intersettorialità e completezza indicati nel 3° Programma di
attuazione.
Art. 3 - Contenuti
1)
Sono finanziabili, in applicazione del campo di intervento B “Formazione di una nuova cultura della
sicurezza stradale” del 3° Programma di attuazione, con riferimento in particolare al campo di
azione B1, interventi di organizzazione di servizi “Piedibus, Bicibus e servizi affini di mobilità
alternativa”.
2) La presenza di azioni formative costituisce fattore premiale, come indicato nel successivo art. 7,
comma 1), lettera C.
3) Le Amministrazioni assegnatarie di finanziamento hanno l’obbligo di monitorare l’attuazione
dell’intervento e i risultati conseguiti attraverso l’intervento posto in essere per non meno di tre anni
dalla conclusione dell’intervento stesso.
4) Le Amministrazioni assegnatarie di finanziamento dovranno assicurare un’ampia e chiara
informazione di natura generale (prevalentemente riferita ai cittadini) e di natura tecnicoamministrativa (prevalentemente riferita agli altri soggetti che operano nel campo della sicurezza
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 2 / 39
120
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
stradale) sulle azioni poste in essere (obiettivi, aspetti tecnici, aspetti economici, aspetti procedurali) e
sui risultati conseguiti.
5) Le suddette Amministrazioni assicureranno altresì il più ampio supporto e la più completa
documentazione al monitoraggio regionale e nazionale e forniranno tutte elementi utili per consentire
un agevole accesso agli strumenti informatici, ai prodotti tecnologici, alle metodologie e la loro
utilizzazione non onerosa da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle Regioni, delle
Province e dei Comuni, secondo quanto indicato nel successivo art. 9, comma 3.
Art. 4 – Destinatari
1) Possono presentare proposte per accedere ai cofinanziamenti i Comuni della Regione Autonoma Friuli
Venezia Giulia, in forma singola o associata.
2) Ogni amministrazione potrà candidare una sola proposta.
3) Non potranno essere ammesse proposte che risultino in contrasto con eventuali strumenti di
pianificazione e programmazione regionale di sicurezza stradale adottati dalla Regione. A tale
proposito le proposte dei Comuni dovranno comprendere una dichiarazione del Sindaco che attesti la
mancanza di contrasto tra la proposta stessa e gli strumenti di pianificazione e programmazione
regionale per la sicurezza stradale.
4) Alle singole Amministrazioni, o ai raggruppamenti di queste, possono essere associati in partenariato
altri organismi, pubblici o privati, interessati al miglioramento della sicurezza stradale, che partecipano
direttamente alla definizione e attuazione della proposta di intervento e contribuiscono ad attuarla e a
sostenerne gli oneri.
5) L’impegno a partecipare attivamente alla definizione e alla attuazione della proposta e a sostenerne
gli oneri, da parte di più settori di una stessa Amministrazione locale o di più Amministrazioni locali (di
identico o diverso livello) in un rapporto di concertazione interistituzionale o di altri organismi e
strutture pubbliche o private, in un rapporto di partenariato, costituisce fattore premiale, come
indicato in dettaglio nel successivo art. 7 – Valutazione delle proposte, comma 1), lettera D].
Art. 5 - Presentazione delle domande e assegnazione dei finanziamenti
1) I finanziamenti saranno assegnati alle proposte che risulteranno più coerenti con gli obiettivi e con i
contenuti del presente bando sulla base della graduatoria di cui al successivo articolo 8.
2) Per concorrere all’assegnazione del cofinanziamento, l’Amministrazione, o il raggruppamento di
Amministrazioni, proponente presenta domanda alla Direzione Centrale Mobilità, Energia e
Infrastrutture di trasporto - Servizio Infrastrutture e vie di comunicazione della Regione, sulla base
dello schema riportato nell’Allegato 1 della Documentazione Tecnica allegata al presente bando,
corredata, a pena di esclusione, dai seguenti elaborati:
a) il “Modulo di proposta” dell’intervento, il cui schema è riportato nell’Allegato 2 della
Documentazione Tecnica allegata al presente bando;
b) la “Scheda dei parametri qualificanti”, il cui schema è riportato nell’Allegato 3 della
Documentazione Tecnica allegata al presente bando;
c)
nel caso in cui la proposta venga presentata da più di una Amministrazione, dovrà essere allegato
l’atto (accordo di programma, intesa, convenzione, altro) attraverso il quale le diverse
Amministrazioni esprimono la proposta di intervento, adottano il progetto e assumono gli
impegni di cui ai punti successivi ed indicano l’Amministrazione capofila;
d) il progetto relativo alle azioni da realizzare, indicando gli obiettivi, gli oneri da sostenere, le risorse
professionali, le strutture tecniche e la strumentazione che sarà impegnata per la realizzazione di
ciascun intervento. Nel caso in cui una parte dell’azione prevista sia costituita da opere
infrastrutturali, il progetto dovrà assumere i caratteri di progetto preliminare ai sensi della legge
regionale 31 maggio 2002, n. 14 e successive modifiche ed integrazioni;
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 3 / 39
10 dicembre 2008
50
121
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
e) una nota che indichi come la proposta abbia caratteri di specificità e aggiuntività rispetto
all’azione corrente dell’Amministrazione o del raggruppamento di Amministrazioni, ai sensi di
quanto indicato nel 3° Programma di attuazione.
f)
la delibera con cui il proponente, a pena di esclusione, si impegna a:
g1)
sostenere la quota di costi non coperta dal finanziamento reso disponibile dal 3°
Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, (in coerenza con
quanto indicato nel “Modulo di proposta” indicato alla lettera a soprariportata);
g2)
rispettare i tempi indicati e ad assicurare il monitoraggio dei risultati determinati
dall’intervento o dagli interventi realizzati per una durata non inferiore a tre anni a partire
dalla data di collaudo dell’avvenuto completamento dei lavori;
g3)
nominare il responsabile tecnico e amministrativo dell’attuazione dell’intervento e del
successivo monitoraggio dei risultati in relazione agli obiettivi e agli indirizzi del 3°
Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale con funzione di
Responsabile Unico di Procedimento che terrà anche i contatti con la Regione e con il
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dando comunicazione dei suoi riferimenti alla
Regine o Provincia autonoma e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
g4)
comunicare tempestivamente il cambiamento del responsabile tecnico e amministrativo
dell’intervento ed ogni eventuale esigenza di modificazione dei contenuti della proposta e
le relative cause;
g5)
predisporre e rendere disponibile un’esauriente documentazione sugli interventi intrapresi
e sugli effetti da questi determinati, al fine di consentire una valutazione della loro efficacia
ai fini della sicurezza stradale e la loro eventuale diffusione e a consentire alla Regione e al
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti lo svolgimento di sopralluoghi.
3) Le domande, corredate dai suddetti allegati e firmate dal Sindaco o da un suo delegato che abbia i
poteri per impegnare l’Amministrazione, dovranno pervenire presso l’Ufficio Protocollo della Direzione
centrale Mobilità, Energia e Infrastrutture di Trasporto della Regione Friuli Venezia Giulia in busta
chiusa, con la dicitura “3° PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA
STRADALE: BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI PERCORSI CASA
SCUOLA ATTRAVERSO L’ORGANIZZAZIONE DI SERVIZI PIEDIBUS, BICIBUS E SERVIZI AFFINI DI MOBILITÀ
ALTERNATIVA”, entro 120 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale del presente bando, a
pena di esclusione.
4) La Commissione di Valutazione, di cui al successivo art. 8, entro i successivi 60 giorni, valuta la
proposta sulla base dei criteri, parametri e procedure di valutazione, secondo quanto descritto nel
successivo art. 7, definisce la graduatoria e la trasmette alla Direzione Centrale Mobilità, Energia e
Infrastrutture di trasporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. In caso di partecipazione al
bando molto numerosa o per motivi particolari la Regione può decidere di allungare i tempi della
valutazione dandone motivata comunicazione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
5) La Direzione Centrale Mobilità, Energia e Infrastrutture di trasporto della Regione Autonoma Friuli
Venezia Giulia in relazione agli obiettivi di miglioramento della sicurezza stradale di cui alla legge
144/99, specificati nel Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, opera la scelta definitiva delle
proposte da ammettere a cofinanziamento e trasmette tutti i moduli di proposta, la graduatoria e
l’elenco degli assegnatari di finanziamento al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti,
Dipartimento per i Trasporti Terrestri e il Trasporto Intermodale - Direzione Generale per la Sicurezza
Stradale.
6) Il Servizio Infrastrutture e vie di comunicazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia comunica
alle Amministrazioni interessate l’ammissione al cofinanziamento e procede alla stipula della relativa
convenzione, sulla base dello schema riportato nell’Allegato 4 della Documentazione tecnica allegata
al presente bando.
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 4 / 39
122
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
7) A seguito dell’invio, da parte dell’Amministrazione assegnataria, del programma operativo delle azioni
da realizzare, debitamente approvato, e nel caso di eventuali opere pubbliche, della comunicazione di
inizio dei lavori, la Regione prende atto della documentazione pervenuta ed eroga la prima quota di
cofinanziamento, pari al 20% dell’importo complessivo del cofinanziamento riconosciuto dalla
Commissione di Valutazione di cui al successivo art. 8, nel rispetto degli accordi presi con il Ministero
delle Infrastrutture e dei Trasporti sul programma attuativo per il trasferimento dei fondi relativi al 3°
programma del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale.
8) Le ulteriori quote di finanziamento saranno erogate dalla Regione nel rispetto degli accordi presi con il
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul programma attuativo per il trasferimento dei fondi
relativi al 3° programma del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, secondo le seguenti modalità:
a) una quota pari al 40% dell’importo complessivo del cofinanziamento sulla base di una
certificazione contabile prodotta dalla Amministrazione assegnataria attestante l’avvenuto
utilizzo delle risorse di cui al precedente comma 7;
b) un ulteriore 30% con modalità identiche a quelle descritte nella precedente lettera a);
c)
il rimanente 10% alla certificazione da parte dell’Amministrazione assegnataria dell’avvenuto
completamento dell’intervento.
Art. 6 - Entità dei finanziamenti
1)
L’entità massima del cofinanziamento sarà determinata in relazione al costo complessivo
dell’intervento - o del sistema di interventi - proposto, compresa la progettazione, e secondo i criteri
indicati ai successivi commi.
2)
Gli importi e le quote massime di cofinanziamento sono definiti come indicato nella tabella A
riportata di seguito.
Tabella A
COFINANZIAMENTO
Massimale di
Quota massima di
cofinanziamento
cofinanziamento
Comuni di Trieste e Udine
200
60%
Comuni di Gorizia e Pordenone
150
70%
Altri Comuni
100
80%
Comuni:
3)
Nel caso di raggruppamento di più Comuni, comprendente un Comune capoluogo di Provincia,
valgono gli importi e le quote massime di cofinanziamento previste per i Comuni capoluogo.
4)
Gli importi derivanti da eventuali economie potranno essere impiegati dall’Amministrazione
assegnataria del cofinanziamento per ampliare gli interventi previsti, previa acquisizione di parare
favorevole da parte del Servizio Infrastrutture e vie di comunicazione della Regione Autonoma Friuli
Venezia Giulia e fermi restando gli obiettivi e i contenuti generali della proposta stessa. A tale fine
l’Amministrazione formula domanda al Servizio Infrastrutture e vie di comunicazione della Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia e allega alla domanda l’opportuna documentazione tecnica e
amministrativa.
5)
Le disponibilità finanziarie derivanti da minori spese o da rinunce ai finanziamenti assegnati o da altri
analoghi fattori, nonché eventuali risorse finanziarie aggiuntive che l’Ente assegnatario intendesse
utilizzare per le finalità proprie del 3° Programma di attuazione che si venissero a determinare
successivamente, alla chiusura del bando e alla assegnazione dei finanziamenti, confluiranno in un
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 5 / 39
10 dicembre 2008
50
123
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
fondo di rifinanziamento dello stesso 3° Programma di attuazione e saranno assegnati alle proposte
di intervento non finanziate in relazione alla posizione nella graduatoria di cui al successivo articolo 7,
fino ad esaurimento del fondo.
6)
Termini e modalità della rendicontazione delle spese da parte dell’Amministrazione assegnataria alla
Amministrazione erogante saranno definite nella convenzione di cui all’articolo 5, comma 6.
Art. 7 – Valutazione delle proposte
1)
Ai fini dell’individuazione delle proposte di intervento da ammettere al cofinanziamento, nel rispetto
degli indirizzi forniti dal 3° Programma di attuazione, viene elaborata una graduatoria unica in base ai
criteri e ai parametri indicati di seguito.
A]
B]
Rilevanza dei fattori di rischio sui quali si applica la proposta (da 0 a 20 punti). Tale criterio
viene articolato in due componenti, con riferimento al triennio 2004-2006:
i
numero di vittime ed entità del danno sociale da incidenti stradali nella circoscrizione
amministrativa di competenza della Amministrazione (o del raggruppamento di
Amministrazioni) proponente;
ii
rischio sociale, cioè rapporto tra l’entità del danno sociale da incidenti stradali e la
popolazione residente, nella circoscrizione amministrativa di competenza della
Amministrazione (o del raggruppamento di Amministrazioni) proponente
Coerenza delle azioni del proponente rispetto all’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale,
con particolare riferimento agli indirizzi del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (dallo 0% al
100%). A tale fine si tiene conto dei seguenti profili, relativo allo stesso soggetto proponente:
i.
utilizzazione dei proventi contravvenzionali per migliorare la sicurezza stradale;
ii.
realizzazione e concreta applicazione di intese e accordi con altre istituzioni per condividere,
coordinare e rafforzare le misure per il miglioramento della sicurezza stradale;
iii.
elaborazione e attuazione di un Piano o Programma specifico per la sicurezza stradale;
iv.
realizzazione di iniziative di educazione alla sicurezza stradale.
v.
interventi specifici per la messa in sicurezza del sistema stradale;
vi.
interventi a favore della messa in sicurezza degli utenti deboli (pedoni, ciclisti e conduttori di
ciclomotori e motocicli);
vii.
interventi sulla regolamentazione del traffico mirati in modo specifico a migliorare la sicurezza
stradale e incentivare la mobilità sostenibile;
viii. partecipazione a programmi e progetti comunitari dedicati alla sicurezza stradale;
ix.
partecipazione al 1° programma del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale;
x.
partecipazione al 2° programma del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale;
xi.
eventuali altre iniziative nel campo della sicurezza stradale.
C]
Educazione stradale (da 0 a 30 punti). Integrazione dell’intervento con attività di educazione
stradale nelle scuole coinvolte al fine di garantire organicità e strategicità all’iniziativa.
Formazione del personale coinvolto nella gestione del servizio.
D]
Intersettorialità, interistituzionalità, partenariato pubblico-privato (da 0 a 10 punti).
Presenza o meno di azioni multisettoriali, partecipazione di più amministrazioni, partecipazione
di organismi privati alla definizione e attuazione della progetto. Completezza della proposta in
quanto capace di affrontare tutti gli aspetti del rischio e far partecipare attivamente tutti gli
attori che possono contribuire a rimuovere o a ridimensionare i fattori di rischio oggetto di
intervento.
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 6 / 39
124
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
2)
E]
Tempestività (da 0 a 10 punti). Rapidità con la quale l’intervento può essere operativo;
F]
Durata e rilevanza(da 0 a 30 punti). Estensione temporale dell’intervento, entità della
popolazione studentesca coinvolta e stabilizzazione del servizio tra le attività annualmente
programmate dall’Amministrazione comunale proponente.
Per determinare il punteggio complessivo della proposta ai fini della sua collocazione nella
graduatoria unica, sui parametri sopra indicati viene applicato il seguente algoritmo:
Punteggio = (A(0-20)+C(0-30)+D(0-10)+E(0-10)+F(0-30))xB(0%-100%)
3)
Per consentire una più agevole e certa determinazione dei punti, l’Amministrazione proponente è
invitata a compilare la “Scheda dei parametri qualificanti”, riportata nell’Allegato 3 della
Documentazione Tecnica allegata al presente bando.
Art. 8 – Graduatorie e selezione delle proposte da ammettere al finanziamento
1) Le graduatorie di cui al precedente articolo restano valide anche per l’assegnazione di ulteriori risorse
finanziarie che si venissero a rendere disponibili e fossero utilizzabili per le finalità proprie del 3°
Programma di attuazione, fino all’entrata in vigore del “4° Programma di Attuazione”.
2) Ai fini della individuazione delle proposte da ammettere al finanziamento e in relazione a quanto
indicato nel 3° Programma di attuazione, viene costituita, con decreto del Direttore centrale della
Mobilità, Energia e Infrastrutture di trasporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, una
Commissione di Valutazione formata da esperti della materia:
un Dirigente della Direzione centrale competente, con funzioni di Presidente;
un funzionario competente del Servizio Infrastrutture e vie comunicazione;
due rappresentanti nominati dall’ANCI Friuli Venezia Giulia;
un rappresentante nominato dalla Direzione Salute e Protezione sociale;
3) La Commissione di Valutazione esamina le proposte di intervento, attribuisce i punteggi sulla base dei
criteri indicati nel precedente art. 7, definisce la relativa graduatoria di merito e, entro 60 giorni dal suo
insediamento, trasmette gli atti al Direttore centrale della Mobilità, Energia e Infrastrutture di
trasporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
4) Il Direttore centrale della Mobilità, Energia e Infrastrutture di trasporto della Regione, con proprio
decreto, approva la graduatoria e i corrispondenti cofinanziamenti, definisce l’elenco delle proposte di
intervento ammesse al cofinanziamento, stabilisce la assegnazione dei fondi.
Art. 9 – Ulteriori aspetti
1) La Regione non assume rapporti diretti con le imprese, i gruppi di lavoro e i professionisti, i fornitori di
beni e servizi ai quali il proponente affida la realizzazione di tutte o parte delle azioni comprese nella
proposta di intervento.
2) Le eventuali convenzioni tra l’Amministrazione ammessa a cofinanziamento ed imprese, gruppi di
lavoro e professionisti, fornitori di beni o servizi, dovranno prevedere nei confronti dei medesimi
l’obbligo a conformarsi alle direttive della Regione e ad accettare le forme di controllo che la stessa
riterrà opportuno effettuare ai fini del miglior esito degli interventi.
3) I diritti d’uso di eventuali strumenti informatici, prodotti tecnologici, metodologie, etc. sono conferiti, a
richiesta e a titolo non oneroso, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alle Regioni, alle
Province e ai Comuni che ne potranno disporre liberamente.
4) Relativamente agli eventuali interventi che presuppongano la realizzazione di opere edilizie e
infrastrutturali, la normativa di riferimento è quella contenuta nella legge regionale 31 maggio 2002, n.
14 e successive modifiche ed integrazioni.
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 7 / 39
10 dicembre 2008
50
125
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
5) La Regione valuta, a mezzo di esame istruttorio, l’ammissibilità delle eventuali variazioni sostanziali
comunicate dall’Amministrazione assegnataria con le modalità di cui all’art. 5. In caso di accettazione
delle variazioni, questo dovranno essere inserite nel “Modulo di proposta” di cui all’art. 5, comma 2,
lettera a, unitamente ad una breve relazione tecnica. Il “Modulo di proposta” così aggiornato dovrà
essere trasmesso alla Regione. Qualora le variazioni ammesse comportino maggiori oneri questi
saranno ad esclusivo carico del Proponente.
6) Qualora l’attuazione degli interventi ammessi a cofinanziamento dovesse procedere in difformità dalle
modalità, dai tempi, dai contenuti e dalle finalità indicati nella proposta ammessa al finanziamento, la
Regione, in accordo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, fissa un termine entro il quale
l’assegnatario del contributo deve eliminare le cause di tali difformità. Trascorso inutilmente tale
termine, la Regione si riserva la facoltà di revocare il cofinanziamento, previa diffida ad adempiere
entro un ulteriore termine. La revoca del contributo comporta l’obbligo per l’Amministrazione
assegnataria di restituire alla Regione gli eventuali importi da questa corrisposti e per i quali non
esistano giustificazione di spesa, con la maggiorazione degli interessi legali.
7) La Documentazione tecnica allegata al presente bando è disponibile presso la Direzione centrale
Mobilità, Energia e Infrastrutture di trasporto - Servizio Infrastrutture e vie di comunicazione della
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ed è consultabile ed acquisibile sul sito Internet
www.regione.fvg.it.
ALL. B: BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 8 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
126
PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
3° PROGRAMMA DI ATTUAZIONE
ALLEGATI TECNICI
AL BANDO REGIONALE PER LA REALIZZAZIONE
DI INTERVENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI
PERCORSI CASA SCUOLA ATTRAVERSO
L’ORGANIZZAZIONE DI SERVIZI PIEDIBUS, BICIBUS E
SERVIZI AFFINI DI MOBILITÀ ALTERNATIVA
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 9 / 39
10 dicembre 2008
50
127
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Allegato 1
SCHEMA DI DOMANDA
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 10 / 39
128
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
A) NEL CASO DI SINGOLA AMMINISTRAZIONE
Il Comune di
[ed eventualmente:]
in partenariato con:
[indicare l’organismo o gli organismi che hanno stabilito una forma di partenariato con il
proponente]
in relazione a quanto indicato dal “3° Programma di attuazione” del “Piano Nazionale della
Sicurezza Stradale”, dichiara di aver preso visione del “Bando per la realizzazione di
interventi per la messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola attraverso l’organizzazione di
servizi «Piedibus»”, ivi compreso lo schema di convenzione di cui alla sezione 2, allegato D
della suddetta “Documentazione Tecnica”] e avanza la proposta di intervento denominata
“……..…” il cui ambito di applicazione è …. ….. …. [INDICARE LA CIRCOSCRIZIONE TERRITORIALE
O LA ZONA O LA STRADA, ETC INTERESSATA DALL’INTERVENTO]
Il proponente dichiara che il costo complessivo dell’intervento [o del sistema di
interventi], ivi comprese le fasi di studio e progettuali, è pari a € ……… e richiede un
finanziamento di € ………….
A tale fine si allegano i seguenti elaborati, compilati secondo le indicazioni contenute nel
bando e nella “Documentazione tecnica” e approvati da ……….. [INDICARE IL SOGGETTO, AD
ESEMPIO: SINDACO, PRESIDENTE DI PROVINCIA, ASSESSORE, GIUNTA, ETC.]:
x
il “Modulo di proposta” dell’intervento, il cui schema è riportato nell’Allegato 2;
x
la “Scheda dei parametri qualificanti”, il cui schema è riportato nell’Allegato 3;
x
il progetto relativo alle azioni da realizzare, indicando gli obiettivi, gli oneri da
sostenere, le risorse professionali, le strutture tecniche e la strumentazione che sarà
impegnata per la realizzazione di ciascun intervento. Nel caso in cui una parte
dell’azione prevista sia costituita da opere infrastrutturali, il progetto dovrà assumere i
caratteri di progetto preliminare ai sensi della legge regionale 31 maggio 2002, n. 14 e
successive modifiche ed integrazioni;
x
una nota che indichi come la proposta abbia caratteri di specificità e aggiuntività
rispetto all’azione corrente dell’Amministrazione, ai sensi di quanto indicato nel 3°
Programma di attuazione.
x la delibera con cui il proponente, a pena di esclusione, si impegna a:
-
sostenere la quota di costi non coperta dal finanziamento reso disponibile dal
3° Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, (in
coerenza con quanto indicato nel “Modulo di proposta”);
-
rispettare i tempi indicati e ad assicurare il monitoraggio dei risultati
determinati dall’intervento o dagli interventi realizzati per una durata non
inferiore a tre anni a partire dalla data di collaudo dell’avvenuto
completamento dei lavori;
-
nominare il responsabile tecnico e amministrativo dell’attuazione
dell’intervento e del successivo monitoraggio dei risultati in relazione agli
obiettivi e agli indirizzi del 3° Programma di attuazione del Piano Nazionale
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 11 / 39
10 dicembre 2008
50
129
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
della Sicurezza Stradale con funzione di Responsabile Unico di Procedimento
che terrà anche i contatti con la Regione e con il Ministero delle Infrastrutture
e dei Trasporti, dando comunicazione dei suoi riferimenti alla Regine o
Provincia autonoma e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
-
comunicare tempestivamente il cambiamento del responsabile tecnico e
amministrativo dell’intervento ed ogni eventuale esigenza di modificazione dei
contenuti della proposta e le relative cause;
-
predisporre e rendere disponibile un’esauriente documentazione sugli
interventi intrapresi e sugli effetti da questi determinati, al fine di consentire
una valutazione della loro efficacia ai fini della sicurezza stradale e la loro
eventuale diffusione e a consentire alla Regione e al Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti lo svolgimento di sopralluoghi.
Il proponente indica come responsabile di procedimento e coordinatore dell’intervento
[del sistema di interventi] indicato nella presente proposta ……[ NOME E FUNZIONI E
RECAPITO DELLA PERSONA INCARICATA] e si impegna a comunicare tempestivamente al
……[UFFICIO CHE GESTISCE IL BANDO]……...della Regione ………., eventuali variazioni della
persona che svolge tale funzione.
Data e firma
[DELL’ASSESSORE COMPETENTE O DEL SINDACO O DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE/PROVINCIA; IN
CASO DI PARTENARIATO SARANNO APPOSTE ANCHE LE FIRME DEI SOGGETTI DI PARTENARIATO].
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 12 / 39
130
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
B) NEL CASO DI PIÙ AMMINISTRAZIONI
Il raggruppamento costituito da
………………………..
………………………..
………………………..
………………………..
[ed eventualmente:]
in partenariato con:
[indicare l’organismo o gli organismi che hanno stabilito una forma di partenariato con il
proponente]
in relazione a quanto indicato dal “3° Programma di attuazione” del “Piano Nazionale della
Sicurezza Stradale”, dichiara di aver preso visione della “Documentazione tecnica” che
costituisce allegato del “Bando per le misure e gli interventi di rilievo nazionale a favore
della sicurezza stradale” [SOLO NEL CASO IN CUI LA PROCEDURA PREVEDA LA SOTTOSCRIZIONE DI
UNA CONVENZIONE TRA ENTE EROGANTE E ENTE PROPONENTE: ivi compreso lo schema di
convenzione di cui alla sezione 2, allegato D della suddetta “Documentazione Tecnica”] e
avanza la proposta di intervento denominata “……..…” il cui ambito di applicazione è ….
….. …. [INDICARE LA CIRCOSCRIZIONE TERRITORIALE O LA ZONA O LA STRADA, ETC INTERESSATA
DALL’INTERVENTO]
Il proponente dichiara che il costo complessivo dell’intervento [o del sistema di
interventi], ivi comprese le fasi di studio e progettuali, è pari a € ……… e richiede un
finanziamento di € ………….
A tale fine si allegano i seguenti elaborati, compilati secondo le indicazioni contenute nel
bando e nella “Documentazione tecnica” e approvati da ……….. [INDICARE IL SOGGETTO, AD
ESEMPIO: SINDACO, PRESIDENTE DI PROVINCIA, ASSESSORE, GIUNTA, ETC.]:
x
il “Modulo di proposta” dell’intervento, il cui schema è riportato nell’Allegato 2;
x
la “Scheda dei parametri qualificanti”, il cui schema è riportato nell’Allegato 3;
x
l’atto (accordo di programma, intesa, convenzione, altro) attraverso il quale le diverse
Amministrazioni esprimono la proposta di intervento, adottano il progetto e
assumono gli impegni di cui ai punti successivi ed indicano l’Amministrazione capofila;
x
il progetto relativo alle azioni da realizzare, indicando gli obiettivi, gli oneri da
sostenere, le risorse professionali, le strutture tecniche e la strumentazione che sarà
impegnata per la realizzazione di ciascun intervento. Nel caso in cui una parte
dell’azione prevista sia costituita da opere infrastrutturali, il progetto dovrà assumere i
caratteri di progetto preliminare ai sensi della legge regionale 31 maggio 2002, n. 14 e
successive modifiche ed integrazioni;
x
una nota che indichi come la proposta abbia caratteri di specificità e aggiuntività
rispetto all’azione corrente del raggruppamento di Amministrazioni, ai sensi di quanto
indicato nel 3° Programma di attuazione.
x la delibera con cui il proponente, a pena di esclusione, si impegna a:
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 13 / 39
10 dicembre 2008
50
131
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
-
sostenere la quota di costi non coperta dal finanziamento reso disponibile dal
3° Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, (in
coerenza con quanto indicato nel “Modulo di proposta”);
-
rispettare i tempi indicati e ad assicurare il monitoraggio dei risultati
determinati dall’intervento o dagli interventi realizzati per una durata non
inferiore a tre anni a partire dalla data di collaudo dell’avvenuto
completamento dei lavori;
-
nominare il responsabile tecnico e amministrativo dell’attuazione
dell’intervento e del successivo monitoraggio dei risultati in relazione agli
obiettivi e agli indirizzi del 3° Programma di attuazione del Piano Nazionale
della Sicurezza Stradale con funzione di Responsabile Unico di Procedimento
che terrà anche i contatti con la Regione e con il Ministero delle Infrastrutture
e dei Trasporti, dando comunicazione dei suoi riferimenti alla Regine o
Provincia autonoma e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
-
comunicare tempestivamente il cambiamento del responsabile tecnico e
amministrativo dell’intervento ed ogni eventuale esigenza di modificazione dei
contenuti della proposta e le relative cause;
-
predisporre e rendere disponibile un’esauriente documentazione sugli
interventi intrapresi e sugli effetti da questi determinati, al fine di consentire
una valutazione della loro efficacia ai fini della sicurezza stradale e la loro
eventuale diffusione e a consentire alla Regione e al Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti lo svolgimento di sopralluoghi.
I proponenti indicano quale Amministrazione capofila alla quale fare riferimento per ogni
comunicazione su argomenti inerenti la proposta e la sua attuazione, il …………………. e
indica come responsabile di procedimento e coordinatore dell’intervento [del sistema di
interventi] indicato nella presente proposta ……[ NOME E FUNZIONI E RECAPITO DELLA
PERSONA INCARICATA] e si impegna a comunicare tempestivamente al ……[UFFICIO CHE
GESTISCE IL BANDO]……...della Regione ………., eventuali variazioni della persona che svolge
tale funzione.
Data e firma
[DELL’ASSESSORE COMPETENTE O DEL SINDACO O DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE/PROVINCIA CHE
COSTITUISCE IL SOGGETTO CAPOFILA; IN CASO DI PARTENARIATO SARANNO APPOSTE ANCHE LE FIRME
DEI SOGGETTI DI PARTENARIATO].
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 14 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
132
Allegato 2
MODULO DI PROPOSTA
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 15 / 39
10 dicembre 2008
50
133
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione A.
Identificativo della proposta
A1)
Denominazione della proposta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
.............................................
(1)
A2)
Codice territoriale _____________/_____/____
A3)
Località . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . (2)
A4)
Responsabile di procedimento (3)
A41) Amministrazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A42) Ufficio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A43) Nome e cognome . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A44) Tel .. . . . . . . . . .. . . Fax . . . . . . . . . . . . . e-.mail . . . . . . . . . . . . . .
A5)
Attori
A51)
Soggetto proponente (4)
.......................................................
.......................................................
.......................................................
A52)
Soggetti di partenariato (eventuali) (5)
.......................................................
.......................................................
A53)
Soggetti di accordi non onerosi (eventuali) (6)
......................................................
.......................................................
1
Codice territoriale dell’intervento relativo al soggetto capofila [denominazione della Regione,
codice Istat della Provincia (numero a tre cifre) e codice Istat del Comune (numero di due o
tre cifre). Se il soggetto proponente (in caso di più soggetti, il soggetto capofila) è una
Regione segnare un doppio zero nei codici provinciale e comunale. Se il soggetto
proponente (in caso di più soggetti, il soggetto capofila) è una Provincia segnare un doppio
zero nel codice comunale.
2
Per gli interventi localizzati puntualmente, indicare la località oggetto di intervento o sulla
quale si applicano gli effetti dell’intervento. Indicare la regione, la provincia (o le province), il
comune (o i comuni) e, se il caso, altri riferimenti puntuali come la strada o la zona urbana,
etc.
3
Se il proponente è un raggruppamento il responsabile del procedimento deve appartenere
all’amministrazione capofila.
4
Se il proponente è un raggruppamento indicare in prima posizione il soggetto capofila e
riportare di seguito l’elenco degli altri soggetti. Il soggetto proponente è formato da un
raggruppamento quando più di una amministrazione locale o un’amministrazione locale e
una regione presentano congiuntamente la proposta e condividono la sua attuazione e gli
oneri che tale attuazione comporta, definendo i reciproci impegni in un atto formale (accordo
di programma, intesa, convenzione, etc.).
5
Sono considerato soggetti di partenariato gli organismi pubblici che non hanno competenze
istituzionali in materia di sicurezza stradale e gli organismi privati, quando gli o gli altri
collaborano con il soggetto proponente alla definizione e alla attuazione della proposta di
intervento e concorrono a sostenerne gli oneri.
6
Soggetti pubblici e privati che a qualunque titolo partecipano alla realizzazione della
proposta senza tuttavia assumere alcun onere apprezzabile.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 16 / 39
134
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione B
Strutture e strumenti per il governo della sicurezza stradale
NEL CASO IN CUI LA PROPOSTA SIA PRESENTATA DA UN RAGGRUPPAMENTO, I
QUADRI SOTTOSTANTI DOVRANNO ESSERE COMPILATI, DISTINTAMENTE,
DALL’AMMINISTRAZIONE CAPOFILA E DA TUTTE LE ALTRE
B1)
Ufficio Sicurezza Stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso indicare: anno di
costituzione, funzioni attribuite, organico, attività realizzate.
B2)
Piano o programma per la sicurezza stradale
NO |__| SI |__|, in questo caso indicare:
anno di adozione, gli obiettivi specifici, i contenuti, le eventuali dotazioni finanziarie, gli
interventi attuativi realizzati. Allegare copia del Piano.
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
B3)
Altri Piani o programmi NO |__| SI |__|, in questo caso indicare: la natura dello
strumento, l’anno di adozione, gli obiettivi specifici, i contenuti e quanto altro possa
concorrere ad una sintetica descrizione. Allegare una del Piano.
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 17 / 39
10 dicembre 2008
50
135
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione C
2004-2006
Azioni a favore della sicurezza stradale realizzate e concluse nel triennio
NEL CASO IN CUI LA PROPOSTA SIA PRESENTATA DA UN RAGGRUPPAMENTO, I
QUADRI SOTTOSTANTI DOVRANNO ESSERE COMPILATI, DISTINTAMENTE,
DALL’AMMINISTRAZIONE CAPOFILA E DA TUTTE LE ALTRE
C1)
Misure a favore della sicurezza stradale finanziate con i proventi contravvenzionali di cui
all’art 208 del Codice della Strada.
C11) Proventi contravvenzionali nel complesso negli anni
anno 2004
___________
anno 2005
___________
anno 2006
___________
C12)
Quota dei proventi contravvenzionali destinati a investimenti nel campo della
sicurezza stradale
anno 2004
___________
anno 2005
___________
anno 2006
___________
C13)
Descrizione sintetica degli interventi realizzati con i proventi contravvenzionali di
cui al soprastante punto C12)
anno 2004
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
anno 2005
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
anno 2006
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
C2)
Iniziative di educazione alla sicurezza stradale realizzate nel triennio 2004-2006. .
C21) Numero di classi oggetto di intervento
anno 2004
___________
anno 2005
___________
anno 2006
___________
C22)
Numero di alunni che hanno partecipato alle iniziative di educazione stradale
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 18 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
136
anno 2004
anno 2005
anno 2006
C23)
___________
___________
___________
Numero di ore di educazione alla sicurezza stradale complessivamente erogate.
anno 2004
___________
anno 2005
___________
anno 2006
___________
Descrizione sintetica delle iniziative (obiettivi, tipo di soggetti formatori, contenuti, etc.).
C24)
anno 2004
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
Gli esiti delle iniziative sono stati monitorati? NO |__|
SI |__|, in questo caso
indicare:
C241) il/i soggetto/i che ha/hanno monitorato:
_________________________________________________
C242) i modi di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C243) i risultati di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C244) Indicare brevemente se e come i risultati del monitoraggio hanno
contribuito a modificare le iniziative di educazione alla sicurezza
stradale.
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C25)
anno 2005
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
Gli esiti delle iniziative sono stati monitorati? NO |__|
SI |__|, in questo caso
indicare:
C251) il/i soggetto/i che ha/hanno monitorato:
_________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 19 / 39
10 dicembre 2008
50
137
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
C252) i modi di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C253) i risultati di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C254) Indicare brevemente se e come i risultati del monitoraggio hanno
contribuito a modificare le iniziative di educazione alla sicurezza
stradale.
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C26)
anno 2006
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
_______________________________________________________
Gli esiti delle iniziative sono stati monitorati? NO |__|
SI |__|, in questo caso
indicare:
C261) il/i soggetto/i che ha/hanno monitorato:
_________________________________________________
C262) i modi di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C263) i risultati di monitoraggio:
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C264) Indicare brevemente se e come i risultati del monitoraggio hanno
contribuito a modificare le iniziative di educazione alla sicurezza
stradale.
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
C3)
Partecipazione a programmi europei, NO |__|
SI |__|, in questo caso indicare:
C31) Denominazione del programma
_______________________________________________________
C311) Obiettivi
__________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 20 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
138
__________________________________________________
__________________________________________________
C312) Contenuti
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C313) Risultati conseguiti
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C314) Impegno finanziario sostenuto dall’amministrazione
__________________________________________________
__________________________________________________
C315) Personale dell’amministrazione coinvolto
__________________________________________________
__________________________________________________
C316) Indicare se e in che modo i risultati hanno modificato l’approccio
dell’amministrazione al problema della sicurezza stradale
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C32)
Denominazione del programma
_______________________________________________________
C321) Obiettivi
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C322) Contenuti
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C323) Risultati conseguiti
__________________________________________________
__________________________________________________
C324) Impegno finanziario sostenuto dall’amministrazione
__________________________________________________
__________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 21 / 39
10 dicembre 2008
50
139
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
C325) Personale dell’amministrazione coinvolto
__________________________________________________
__________________________________________________
C326) Indicare se e in che modo i risultati hanno modificato l’approccio
dell’amministrazione al problema della sicurezza stradale
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
__________________________________________________
C4)
Partecipazione al 1° Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza
Stradale, NO |__|
SI |__|, in questo caso indicare sinteticamente obiettivi, azioni e
risultati:
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
C5)
Partecipazione al 2° Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza
Stradale, NO |__|
SI |__|, in questo caso indicare sinteticamente obiettivi, azioni e
risultati:
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
C6)
Realizzazione di altre iniziative finalizzate in modo specifico a migliorare i livelli di
sicurezza stradale, NO |__|
SI |__|, in questo caso indicare sinteticamente obiettivi,
azioni e risultati:
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 22 / 39
140
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione D)
contenuti e risultati attesi della proposta
D1)
Descrizione sintetica delle azioni
D2)
Durata complessiva dell’intervento (in mesi) _____
D3)
Collegamento a Piani e Programmi (elencare eventuali strumenti di pianificazione e
programmazione che costituiscono riferimento diretto per gli interventi proposti)
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
D4)
Coordinamento/integrazione con altre iniziative (indicare gli eventuali altri interventi con
i quali si coordinano gli interventi proposti)
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
D5)
Risultati attesi (sia in termini generali, sia in termini di miglioramento delle capacità di
governo della sicurezza stradale, sia in termini di riduzione delle vittime)
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 23 / 39
10 dicembre 2008
50
141
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione E)
Profili tecnico-amministrativi
E1)
Disponibilità di tutti gli atti preliminari e propedeutici (elencare tutti gli eventuali atti
necessari/propedeutici e indicare quali sono già stati realizzati o acquisiti) (7)
______________________________________ acquisito: SI___/ NO___
______________________________________ acquisito: SI___/ NO___
______________________________________ acquisito: SI___/ NO___
______________________________________ acquisito: SI___/ NO___
E2)
Atti di impegno (barrare la casella relativa e, in caso affermativo indicare con quale
numero è stata allegata copia dell’impegno) (8)
Impegno a inserire l’opera nel programma e a finanziare la quota a carico No Si All.:
dell’Amministrazione, all’approvazione del progetto(9)
Impegno della spesa per il progetto coerente con il PNSS e impegno a No Si All.:
modificare il bilancio in caso di assegnazione di cofinanziamento(10)
E3)
Impegno di bilancio per la quota di costi non finanziati dal PNSS
No Si All.:
Approvazione della proposta (e di tutti gli interventi che la costituiscono)
No Si All.:
Sottoscrizione dell’accordo tra i soggetti proponenti
No Si All.:
Sottoscrizione dell’accordo di partenariato tra tutte le parti interessate
No Si All.:
Sottoscrizione degli accordi non onerosi tra tutte le parti interessate
No Si All.:
Descrizione degli accordi (11)
E31) Soggetto/i _____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
E311)
Accordo: non oneroso___/ oneroso___, in questo caso indicare l’onere
€ __________
7
Ad esempio, nel caso di realizzazione di opere edilizie, potrebbe essere necessario l’atto
per l’esproprio del suolo, nel caso di educazione alla sicurezza stradale nelle scuole è
necessario un accordo con il responsabile dell’istituto scolastico, etc. Si dovranno dunque
elencare tutti gli atti, gli accordi, i nulla–osta indispensabili per realizzare gli interventi e
indicare quali sono già stati acquisiti dal proponente. Si noti che la compilazione di questo
quadro comporta lo svolgimento di una accurata ricognizione sul complesso degli atti che il
proponente dovrà realizzare per poter avviare concretamente gli interventi proposti.
8
Gli atti amministrativi indicati di seguito sono del tutto esemplificativi. Sarà la Regione a
definire questo aspetto, anche in relazione al tipo di procedura (competitiva o concertativa)
adottata.
9
Per investimenti che riguardano un unico intervento.
10
Per investimenti che riguardano un programma di interventi (o, comunque, interventi
multipli) che può essere attuato per fasi, anche in relazione alla disponibilità delle risorse
finanziarie.
11
Elencare gli eventuali accordi con la Regione, con Province e Comuni o con altri soggetti
pubblici o privati che non siano già compresi negli accordi che hanno dato luogo al
raggruppamento dei soggetti proponenti. Per ciascun accordo indicare il soggetto (o i
soggetti), il fine e il contenuto.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 24 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
142
E312)
Finalità
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
E313)
Contenuti
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
E32) Soggetto/i _____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
E321)
Accordo: non oneroso___/ oneroso___, in questo caso indicare l’onere
€ __________
E322)
Finalità
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
E323)
Contenuti
_________________________________________________
_________________________________________________
_________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 25 / 39
10 dicembre 2008
50
143
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Sezione F)
F1)
Risorse impegnate per la realizzazione degli interventi
Costi dell’intervento (in Euro)
VOCE
VALORE IN €
% SU TOT
Costi complessivi
100%
Quota richiesta di cofinanziamento a carico del PNSS
Quota complessiva a carico del proponente
Indicare se la quota a carico del proponente è finanziata anche attraverso accordi di NO ___
partenariato e in caso affermativo indicare la quota di finanziamento da partenariato e
SI ___
quella a carico del proponente sul costo totale dell’intervento.
VALORE IN €
% SU TOT
Finanziamento assicurato dagli accordi di partenariato
Finanziamento a carico del soggetto proponente
F2)
Personale dedicato alla proposta di intervento (suddiviso per livelli e profili)
Settore
Laureati
Livello
Diplomati
Altri
Totale
Tecnici
Amministrativi
Totale
F3)
Collaborazioni esterne
No |__| / Si |__|,
F31)
in caso di risposta affermativa indicare, per ciascuna
collaborazione, la denominazione del soggetto e il tipo di
contributo fornito
Denominazione
_______________________________________________________
Tipo di prestazione
_______________________________________________________
_______________________________________________________
F32)
Denominazione
_______________________________________________________
Tipo di prestazione
_______________________________________________________
_______________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 26 / 39
10 dicembre 2008
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
144
Sezione G)
Fasi e tempi previsti dal programma di attività (12)
Indicazione dei tempi previsti per le fasi attuative dell’intervento
Durata dall’inizio (in giorni)
Data
Per quanto riguarda le opere
Approvazione Progetto Preliminare
Redazione Progetto Definitivo
Approvazione Progetto Definitivo
Redazione Progetto Esecutivo
Inizio lavori
Fase 1
Quota %_______
Fase 2
Quota %_______
Fase 3
Quota %_______
Fase ……
Quota %_______
Fine lavori
Per quanto riguarda altre misure
Redazione Progetto Operativo
Inizio lavori
Fase 1
Quota %_______
Fase 2
Quota %_______
Fase 3
Quota %_______
Fase ……
Quota %_______
Fine lavori
Data ___ / ___ / ___
Firma del Responsabile del Procedimento
________________________________
12
Questo quadro dovrà essere compilato sulla base delle previsioni di avanzamento dello
stato dei lavori.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 27 / 39
10 dicembre 2008
50
145
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
MONITORAGGIO DELL’INTERVENTO (13)
Sezione H)
Calendario 14
H1)
Inizio lavori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Data ____/____/____
H2)
Fase 1
Quota ____%
Data ____/____/____
H3)
Fase 2
Quota ____%
Data ____/____/____
H4)
Fase 3
Quota ____%
Data ____/____/____
H5)
Fine lavori
............. ...
Data ____/____/____
Sezione I)
Eventuali variazioni apportate al progetto originario
I1)
Motivi che hanno determinato l’esigenza di variazione del progetto originario:
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
I2)
Tipo di variazione:
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
I3)
La variazione ha determinato una variazione dei costi:
N31)
no
___
N32)
si, in diminuzione
___ , specificare di quanto: € ________ ;
N33)
si, in aumento ___ , specificare di quanto: € ________ .
Sezione L)
Valutazioni
L1)
Eventuali problematiche rilevate durante l’attuazione
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
L2)
Eventuali provvedimenti adottati per superare le problematiche
13
Questa parte della scheda deve essere compilata ed inviata solo dopo la realizzazione
dell’intervento, perché è relativa al monitoraggio delle fasi attuative.
14
Questo quadro dovrà essere compilato sulla base dell’effettivo avanzamento dello stato dei
lavori.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 28 / 39
146
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________
L3)
Presentazione dei risultati nell’ambito delle attività di informazione/promozione
promosse e coordinate dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale:
no ___ /
si ___: data ___/___/___; rapporto allegato.
L31)
Valutazione sui risultati a 1 anno: redigere un breve rapporto.
L32)
Valutazione sui risultati a 2 anni: redigere un breve rapporto.
L33)
Valutazione sui risultati a 3 anni: redigere un breve rapporto.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 29 / 39
10 dicembre 2008
50
147
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Allegato 3
SCHEDA DEI
PARAMETRI QUALIFICANTI
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 30 / 39
148
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
SCHEDA DEI PARAMETRI QUALIFICANTI
COMPILARE TUTTI I CAMPI SOTTOSTANTI, EVITANDO DI SCRIVERE NEI RIQUADRI
CIRCOLATI IN BLU E CAMPITI IN GRIGIO CHE SONO RISERVATI ALLA
COMMISSIONE DI VALUTAZIONE.
B
COERENZA DI AZIONI
B1
Utilizzazione dei proventi contravvenzionali
Da 0% a 100%
Proventi contravvenzionali impegnati per interventi a favore della sicurezza stradale
Anno
quota su totale
valore
2004
|__ __|%
|__ __ __ __| 000 di Euro
2005
|__ __|%
|__ __ __ __| 000 di Euro
2006
|__ __|%
|__ __ __ __| 000 di Euro
Interventi realizzati con la quota di proventi contravvenzionali sopra indicata, nel:
2004 ____________________________________________________
_________________________________________________________
_________________________________________________________
2005 ____________________________________________________
_________________________________________________________
_________________________________________________________
2006 ____________________________________________________
_________________________________________________________
_________________________________________________________
B2
Realizzazione e concreta applicazione di intese e accordi con altre istituzioni per
condividere, coordinare e rafforzare le misure per migliorare la siucrezza stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B3
Elaborazione e attuazione o avvio di un piano provinciale/comunale per la sicurezza
stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B4
Realizzazione di iniziative di educazione alla sicurezza stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 31 / 39
10 dicembre 2008
50
149
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
____________________________________________________________
B5
Realizzazione di interventi specifici per la messa in sicurezza di componenti del sistema
stradale e della sosta:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B6
Realizzazione di interventi specifici per la messa in sicurezza di utenti deboli:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B7
Realizzazione di interventi specifici sulla regolamentazione del traffico per aumentare il
livello di sicurezza stradale e incentivare la mobilità sostenibile:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B8
Partecipazione a progetti e programmi comunitari nel campo della sicurezza stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B9
Partecipazione al 1° e 2° Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza
Stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
B10
Realizzazione di altre iniziative nel campo della sicurezza stradale:
NO |__| SI |__|, in questo caso descrivere sinteticamente.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 32 / 39
150
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
C
EDUCAZIONE STRADALE
Da 0 a 30 punti
C1
Integrazione dell’intervento con attività di educazione stradale nelle scuole coinvolte
alfine di garantire organicità e strategicità all’iniziativa la mobilità sostenibile:
NO |__| SI |__|
C2
formazione del personale coinvolto nella gestione del servizio
NO |__| SI |__|
D
INTERSETTORIALITÀ, INTERISTITUZIONALITÀ,
PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO
Da 0 a 10 punti
D1
Multisettorialità
Indicare i settori della Pubblica amministrazione che collaborano alla attuazione
dell’intervento e le azioni che ciascun settore è chiamato a svolgere nell’ambito
dell’intervento (ad esempio: settore opere pubbliche, analisi dei fattori di rischio presenti
nella rete stradale e interventi per la messa in sicurezza della rete).
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
D2
Interistituzionalità
Indicare le Amministrazioni (Comuni, Province, Regione, Strutture sanitarie, strutture
scolastiche, etc.) che collaborano alla attuazione dell’intervento e le azioni che ciascuna
istituzione è chiamata a svolgere nell’ambito dell’intervento.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
____________________________________________________________
D3
Partenariato pubblico-privato
Indicare le strutture private che collaborano alla attuazione dell’intervento e le azioni che
ciascuna istituzione è chiamata a svolgere nell’ambito dell’intervento.
____________________________________________________________
____________________________________________________________
E
TEMPESTIVITÀ
E1
Tempi previsti per l’operatività del servizio
Da 0 a 10 punti
Immediatamente
Un semestre
Un anno
Oltre
F
DURATA
F1
Estensione temporale dell’intervento
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
Da 0 a 30 punti
PAG. 33 / 39
10 dicembre 2008
50
151
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
F2
Entità della popolazione studentesca coinvolta
F2
Stabilizzazione del servizio tra le
dall’amministrazione comunale proponente
NO |__| SI |__|
attività
annualmente
programmate
Data
Firma del responsabile del procedimento
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 34 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
152
Allegato 4
CONVENZIONE TIPO
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 35 / 39
10 dicembre 2008
50
153
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
TRA LA REGIONE ……………
E
L’AMMINISTRAZIONE (O RAGGRUPPAMENTO DI AMMINISTRAZIONI) PROPONENTE
L’anno duemilatre, il giorno … del mese di …..…, in ……….….. nella sede della Regione …………
TRA
La Regione ………….. (C.F. …………….) da qui in avanti denominata “Amministrazione erogante”, in persona
del ……….…, come da D. del … n° …, registrato alla ….. il ….. registro …. foglio ….. nonché degli articoli 3, 6,
16 e 17 del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29;
E
la Provincia di / il Comune di ………… (C.F. ……..…), d’ora in poi denominato “Amministrazione proponente”,
in persona del …….… il quale interviene al presente atto in forza della delibera di Giunta del ………… in
data ……… n° ….… (all. …),
[NEL CASO DI PIÙ AMMINISTRAZIONI CHE PRESENTANO CONGIUNTAMENTE UNA STESSA PROPOSTA, ELENCARE TUTTE LE
AMMINISTRAZIONI E COMPLETARE CON:]
… che hanno congiuntamente predisposto la proposta di intervento denominata ……………, sulla base di
……[ACCORDO DI PROGRAMMA, CONVENZIONE, INTESA, ETC.] sottoscritto in data ………… (all. …)
[IN CASO DI PARTENARIATO CON ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI LO STRUMENTO DI ACCORDO INDICHERÀ ESPLICITAMENTE
ANCHE TALI SOGGETTI E IL RUOLO DA QUESTI SVOLTO]
-
-
-
-
PREMESSO
che la legge 144/99 istituisce il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale;
che il CIPE, con delibera n. 100 del 29 novembre 2002 ha approvato il “Piano Nazionale della Sicurezza
Stradale. Azioni Prioritarie” e con delibera n. …. del 7 novembre 2003 il “3° Programma Annuale di
Attuazione 2003”;
che il Ministero dei Trasporti, con D.D. ………………. ha impegnato i fondi necessari per l’attivazione
dei suddetti interventi;
[EVENTUALMENTE .. e che la Regione ………..(NEL CASO IN CUI CI SIA UN TRASFERIMENTO DELLE
RISORSE FINANZIARIE SU UN CAPITOLO DI BILANCIO REGIONALE]
che il Presidente della Provincia di / il Sindaco del Comune di …, con nota del … prot. n°…, ha
presentato la proposta denominata …………….
[ DENOMINAZIONE INDICATA AL PRIMO PARAGRAFO DELLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO];
[OPPURE]
- che con convenzione [O ACCORDO DI PROGRAMMA] del …… …… , [IN CASO DI PARTECIPAZIONE DEI
PRIVATI: registrato in data ……..] tra … [ELENCARE TUTTE LE AMMINISTRAZIONI COMPONENTI E GLI ENTI
PUBBLICI E PRIVATI] si sono riunite in ……………… ed hanno presentato, con nota del … prot. n°…, la
proposta di intervento denominata [ DENOMINAZIONE INDICATA AL PRIMO PARAGRAFO DELLA DOMANDA
DI FINANZIAMENTO];
-
-
-
che la Commissione di Valutazione di cui all’art. 8 del “Bando per interventi di rilevanza nazionale a
favore della sicurezza stradale”, secondo quanto indicato nel “3° Programma di attuazione” del Piano
Nazionale della Sicurezza Stradale, istituita con decreto del ………… della Regione ………….., ha
valutato le proposte pervenute, formulando la graduatoria delle proposte, nella quale la proposta di
cui alla presente convenzione risulta collocata al …. Posto, con … punti;
che la Regione, con decreto numero …., del …. ha approvato la graduatoria e definito l’elenco delle
proposte di intervento ammesse al cofinanziamento;
che tra le proposte di intervento ammesse al cofinanziamento figura al ….… posto quella denominata
[DENOMINAZIONE INDICATA AL PRIMO PARAGRAFO DELLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO], presentata da la
Regione / la Provincia / il Comune di ………… // il raggruppamento costituito da………….…..…, che
prevede un cofinanziamento di Euro ………… a valere sui fondi del capitolo …. …. destinati al
finanziamento delle sopradette proposte di intervento.;
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 36 / 39
154
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
TUTTO CIÒ PREMESSO
Le parti come sopra costituite, mentre confermano e ratificano la precedente narrativa, convengono e
stipulano quanto segue.
Articolo 1. Normativa di riferimento
1. Per quanto non espressamente previsto dalla presente convenzione le parti, relativamente agli
interventi che presuppongono la realizzazione di opere, fanno riferimento alle disposizioni della legge
11 febbraio 1994, n. 109 e successive modifiche ed integrazioni, del Regolamento approvato con
D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554, nonché alle norme del Capitolato generale d’appalto dei lavori
pubblici, approvato con D.M. 19 aprile 2000 n. 145 che, sebbene non allegate, formano parte
integrante e sostanziale del presento atto, ed in genere a tutta la vigente normativa in materia di lavori
pubblici.
2. Le premesse, il “Modulo di proposta”, la “Scheda dei parametri qualificanti”, il progetto preliminare [O
ALTRO ELABORATO PROGETTUALE], la nomina del responsabile di procedimento, gli atti deliberativi che
impegnano il proponente a coprire la quota di costi non coperta dal cofinanziamento statale, [SOLO
PER I SOGGETTI PROPONENTI COSTITUITI DA RAGGRUPPAMENTI DI AMMINISTRAZIONI] la delibera l’accordo
di programma o la convenzione, fanno parte integrante e sostanziale della presente convenzione.
Articolo 2. Denominazione e contenuti della proposta di intervento
L’Amministrazione erogante affida all’Amministrazione proponente, l’attuazione della proposta
denominata ………….
[ DENOMINAZIONE INDICATA AL PUNTO A DEL QUADRO DESCRITTIVO ].
Articolo 3. Onere complessivo e cofinanziamento
1. L’onere complessivo per la realizzazione della proposta di intervento è stato, dal l’Amministrazione
proponente, determinato in Euro ….
2. L’importo complessivo del cofinanziamento a carico dell’Amministrazione erogante è determinato,
sulla base di quanto indicato dal contraente e in relazione ai massimali stabiliti all’articolo 6, comma 3,
del Bando in Euro ….
3.
[IN CASO DI PARTENARIATO CON ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI INDICARE ANCHE I TERMINI DELLA
PARTECIPAZIONE AGLI ONERI DEI SOGGETTI DI PARTENARIATO].
L’importo a carico dei soggetti di partenariato è pari a Euro …. [in caso di più soggetti indicare anche la
ripartizione degli oneri] e risulta così ripartito
a.
Euro ….... a carico di ………;
b.
Euro ….... a carico di …….
Articolo 4. Verifiche e monitoraggio
1. Nell’attuazione della presente convenzione l’Amministrazione erogante provvede:
A) alla verifica della conformità amministrativa rispetto agli elaborati tecnici che corredano la
domanda di partecipazione al bando;
B) all’approvazione del programma operativo delle attività da realizzare nell’ambito della proposta di
intervento (comma 7, art. 5, del Bando).
2. L’Amministrazione erogante provvede altresì a svolgere un’azione di assistenza e di monitoraggio
all’attuazione della proposta e a tale fine, entro trenta giorni dall’esecutività della presente
convenzione, nomina il responsabile del procedimento e definisce un’apposita struttura di assistenza e
monitoraggio.
3. In relazione all’azione d’assistenza e monitoraggio di cui al comma precedente, l’Amministrazione
proponente provvederà a rendere disponibile tutta la documentazione utile per il monitoraggio, a
consentire sopralluoghi nelle sedi ove si svolgono attività inerenti alla proposta di intervento, a
rendere disponibile il personale necessario per consentire le verifiche e le analisi di cui sopra.
Articolo 5. Erogazioni del cofinanziamento
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 37 / 39
10 dicembre 2008
50
155
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Il cofinanziamento relativo alla proposta di intervento di cui al precedente art. 2 viene erogato con le
seguenti modalità:
- 20% dell’importo complessivo del cofinanziamento pari a Euro … dopo l’avvenuta approvazione del
programma operativo delle attività da realizzare nell’ambito della proposta di intervento, secondo
quanto indicato dal comma 7° dell’articolo 5 del Bando;
- fino alla concorrenza dell’ulteriore 70% dell’importo complessivo del cofinanziamento, pari a Euro …
con rate di acconto d’importo non inferiori a 1/4 del cofinanziamento concesso), sulla base degli stati
di avanzamento dei lavori, tranne l’ultima, certificati dal Direttore dei lavori per quanto riguarda le
attività costituite da realizzazione di opere e dal responsabile di procedimento per tutte le altre
attività e confermati dall’Amministrazione proponente;
- 10% a saldo, pari a Euro … all’approvazione degli atti di collaudo.
Articolo 6. Diffusione dei risultati
1. I diritti di paternità intellettuale e di esclusiva, salvo casi particolari e specifici, sono posti
congiuntamente in capo all’Amministrazione erogante e all’Amministrazione proponente e il loro
sfruttamento dovrà svolgersi in modo concordato.
2. I diritti d’uso di eventuali strumenti informatici, prodotti tecnologici, metodologie, etc. sono conferiti, a
richiesta e a titolo non oneroso, al Ministero dei Trasporti, alle Regioni, alle Province e ai Comuni che
ne potranno disporre liberamente.
3. In ogni caso le soprastanti clausole non potranno costituire impedimento alla diffusione e all’impiego
a titolo non onerose di strumenti, metodologie e prodotti utili ai fini del miglioramento dell’efficacia
dell’azione di governo della sicurezza stradale presso altre amministrazioni pubbliche, posto che tale
diffusione costituisce obiettivo primario dello stesso ”3° Programma di attuazione” del Piano Nazionale
della Sicurezza Stradale e del “Bando per interventi di rilevanza nazionale a favore della sicurezza
stradale”.
4. Al fine di favorire la diffusione dei risultati della sperimentazione realizzata attraverso le proposte di
intervento, l’Amministrazione erogante provvede:
a) alla pubblicazione dei risultati più significativi conseguiti tramite gli interventi posti in essere;
b) all’organizzazione di conferenze, seminari e analoghe iniziative alla cui realizzazione partecipa
l’Amministrazione proponente mettendo a disposizione materiali e risultati della proposta di
intervento.
5. L’Amministrazione proponente collaborerà alla pubblicizzazione e diffusione dei risultati mettendo a
disposizione materiali e documenti riguardanti i risultati conseguiti tramite gli interventi e gli effetti
diretti e indiretti da questi determinati sul versante della sicurezza stradale.
Articolo 7. Variazioni
1. Fatti e circostanze noti all’Amministrazione proponente, atti a determinare condizioni per variazioni
della proposta dovranno essere comunicate, a mezzo di lettera raccomandata, dall’Amministrazione
proponente all’Amministrazione erogante.
2. L’Amministrazione erogante, valutata l’ammissibilità delle variazioni a mezzo di esame istruttorio,
adotterà il provvedimento di variante comunicandolo a mezzo di raccomandata all’Amministrazione
proponente.
3. Qualora tali variazioni comportino maggiori oneri, questi saranno sostenuti ad esclusivo carico e cura
dell’Amministrazione proponente.
4. Relativamente agli interventi costituiti da realizzazione di opere edilizie, eventuali varianti in corso
d’opera relative alla realizzazione delle opere di cui al comma 2 dell’art. 3 della presente convenzione
saranno regolate ai sensi dell’art. 25 della Legge 109/94.
Articolo 8. Collaudo delle eventuali opere
1. Per le attività della proposta di intervento che comportano la realizzazione di opere, sarà nominata
dall’Amministrazione proponente, entro un mese dall’inizio dei lavori, da uno a tre collaudatori in corso
d’opera, in relazione alle dimensioni ed alla natura dell’intervento. In caso di nomina di una
Commissione di collaudo questa è coadiuvata da un segretario.
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 38 / 39
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
156
2. Il collaudo finale delle opere verrà effettuato entro sei mesi dalla data del certificato di ultimazione
lavori.
3. Tutti gli oneri relativi alle operazione di collaudo, sia in corso d’opera che finale, sono a totale carico
dell’Amministrazione proponente.
Articolo 9. Termini per la risoluzione della convenzione
1. Qualora l’attuazione dell’intervento dovesse procedere in difformità dalle modalità, dai tempi, dai
contenuti e dalle finalità, di cui alla presente convenzione e relativi allegati, l’Amministrazione
proponente ha l’obbligo di eliminare le cause di tale difformità entro il termine che, a mezzo di lettera
raccomandata, sarà fissato dall’Amministrazione erogante.
2. Trascorso inutilmente tale termine, l’Amministrazione erogante si riserva la facoltà di sospendere
l’erogazione del cofinanziamento, previa diffida ad adempiere entro un ulteriore termine, anch’esso
comunicato a mezzo di lettera raccomandata.
3. Trascorso inutilmente l’ulteriore termine concesso all’Amministrazione proponente, la presente
convenzione è risolta di diritto.
4. La risoluzione della convenzione comporta l’obbligo per l’Amministrazione proponente di restituire
all’Amministrazione erogante gli eventuali importi da questa corrisposti e per i quali non esistano
giustificazioni di spesa, con la maggiorazione degli interessi legali.
Articolo 10. Rapporto tra il contraente e terzi
1. Qualora nell’esecuzione delle azioni comprese nella proposta di intervento l’Amministrazione
proponente si avvalga di imprese, gruppi di lavoro e professionisti, fornitori di beni o servizi, questi
opereranno sotto la sua direzione e responsabilità e con essi l’Amministrazione non assume rapporti
diretti.
2. Le eventuali, particolari convenzioni tra l’Amministrazione proponente e imprese, gruppi di lavoro e
professionisti, fornitori di beni o servizi, dovranno prevedere nei confronti dei medesimi, l’obbligo di
conformarsi alle direttive generali e specifiche dell’Amministrazione erogante e di accettare forme di
controllo che l’Amministrazione erogante riterrà opportuno effettuare ai fini del migliore esito degli
interventi.
3. L’Amministrazione proponente esonera e tiene indenne l’Amministrazione erogante da qualsiasi
impegno e responsabilità che a qualsiasi titolo possa derivare nei confronti dei terzi dalla presente
convenzione.
Articolo 11. Controversie
1. Tutte le controversie nascenti dall’esecuzione della presente convenzione, potranno essere
demandate alla decisione di un collegio arbitrale costituito in conformità del disposto dell’art. 10 della
legge 18 novembre 1998, n. 415.
Articolo 12. Registrazione ed esecutività della convenzione
1. La presente convenzione è redatta in … esemplari dei quali … in bollo.
2. Le spese di registrazione, ai fini fiscali, di tutti gli atti contrattuali sono a completo carico e cura
dell’Amministrazione proponente.
3. La presente convenzione diviene esecutiva dalla data della comunicazione dell’avvenuta registrazione
da parte degli organi di controllo del relativo decreto di approvazione da parte ….
Località, li … …
L’AMMINISTRAZIONE EROGANTE
L’AMMINISTRAZIONE PROPONENTE
DOCUMENTAZIONE TECNICA ALLEGATA AL BANDO REGIONALE - 3° PRG ATTUAZIONE PNSS
PAG. 39 / 39
10 dicembre 2008
50
157
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_ADC_PIAN TERR Campoformido 51 PRPC_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Campoformido. Avviso di approvazione del Piano
Regolatore Particolareggiato Comunale n. 51 delle zone “A - residenziale di nucleo tipico storico dei centri di Basaldella, Bressa e Campoformido”.
Con deliberazione consiliare n. 49 del 29 agosto 2008 il comune di Campoformido ha preso in atto, in
ordine al Piano Regolatore Particolareggiato Comunale n. 51 delle zone “A - residenziale di nucleo tipico
storico dei centri di Basaldella, Bressa e Campoformido”, che non sono interessati beni vincolati ai sensi
del D.Lgs. 42/2004, che non vi è la necessità di raggiungere le intese di cui all’art. 32 bis, co. 3 della L.R.
52/1991, ed ha approvato il piano stesso, ai sensi del combinato disposto dell’art. 45, comma 5, della
L.R. 52/1991 e dell’art. 63, comma 1, della L.R. 5/2007 con l’introduzione delle modifiche conseguenti al
parziale accoglimento delle osservazioni ed opposizioni ad esso presentate.
08_50_1_ADC_PIAN TERR Majano 12 PRGC_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Majano. Avviso di approvazione della variante n. 12
al Piano regolatore Generale Comunale.
Con deliberazione consiliare n. 59 del 26 settembre 2008 il comune di Majano ha accolto parzialmente
un’osservazione presentata alla variante n. 12 al Piano regolatore generale comunale, ed ha approvato
la variante stessa ai sensi del combinato disposto dell’art. 32 bis, comma 4, della L.R. 52/1991 e dell’art.
63, comma 1 della L.R. 5/2007.
08_50_1_ADC_PIAN TERR Reana del Rojale 23 PRGC_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di Reana del Rojale. Avviso di approvazione della variante n. 23 al Piano regolatore generale comunale.
Con deliberazione consiliare n. 27 del 10 settembre 2008 il comune di Reana del Rojale ha preso atto, in
ordine alla variante n. 23 al Piano regolatore generale comunale, che non sono state presentate osservazioni od opposizioni, che non vi è la necessità di raggiungere le intese di cui all’art. 32 bis, co. 3 della L.R.
52/1991, ed ha approvato la variante stessa, ai sensi del combinato disposto dell’art. 32 bis, comma 4,
della L.R. 52/1991 e dell’art. 63, comma 1, della L.R. 5/2007.
08_50_1_ADC_PIAN TERR San Vito al Tagliamento PIP ex Eridania_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
Comune di San Vito al Tagliamento. Avviso di approvazione del
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
158
Piano per gli insediamenti produttivi della zona Industriale Ponte Rosso e della zona artigianale ex Eridania.
Con deliberazione consiliare n. 51 del 25 settembre 2008 il Comune di San Vito al Tagliamento, in ordine
al Piano per gli insediamenti produttivi della zona Industriale Ponte Rosso e della zona artigianale ex
Eridania, ha preso atto del parere favorevole della Direzione centrale pianificazione territoriale, energia,
mobilità e infrastrutture di trasporto, ed ha approvato il piano stesso, ai sensi del combinato disposto
dell’art. 45, comma 4, della L.R. 52/1991 e dell’art. 63, comma 1 della L.R. 5/2007, con le modifiche conseguenti al parziale accoglimento dell’osservazione ad esso presentata.
08_50_1_ADC_PIAN TERR San Vito al Torre 9 PRGC_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
LR 5/2007 art. 63 co. 2, LR 52/1991 art. 32 co. 9. Variante n. 9 al
Piano regolatore generale comunale del Comune di San Vito al
Torre: introduzione di modifiche e conferma di esecutività delle deliberazioni consiliari di approvazione n. 14 del 16 maggio
2008 e n. 24 del 4 agosto 2008.
Ai sensi del combinato disposto dell’art. 63, co. 2 della L.R. 5/2007 e dell'art. 32, co. 9 della L.R. 52/1991
si rende noto che il Presidente della Regione, con decreto n. 0319/Pres. del 24 novembre 2008, ha confermato l'esecutività delle deliberazioni consiliari n. 14 del 16 maggio 2008 e n. 24 del 4 agosto 2008, con
cui il comune di San Vito al Torre ha approvato la variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale,
disponendo l'introduzione, nella variante stessa, delle modifiche indispensabili al totale superamento
delle riserve espresse in ordine alla variante medesima con deliberazione della Giunta regionale n. 1254
del 26 giugno 2008.
La variante in argomento entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul
Bollettino ufficiale della Regione.
08_50_1_ADC_PIAN TERR Staranzano 9 PRGC_1_TESTO
Direzione centrale pianificazione territoriale, autonomie
locali e sicurezza - Servizio pianificazione territoriale regionale
LR 5/2007 art. 63 co. 2, LR 52/1991 art. 32 co. 9. Variante n. 9
al Piano regolatore generale comunale del Comune di Staranzano: introduzione di modifiche e conferma di esecutività della deliberazione consiliare di approvazione n. 23 del 22 luglio
2008.
Ai sensi del combinato disposto dell’art. 63, co. 2 della L.R. 5/2007 e dell'art. 32, co. 9 della L.R. 52/1991 si
rende noto che il Presidente della Regione, con decreto n. 0318/Pres. del 24 novembre 2008, ha confermato l'esecutività della deliberazione consiliare n. 23 del 22 luglio 2008, con cui il comune di Staranzano
ha approvato la variante n. 9 al Piano regolatore generale comunale, disponendo l'introduzione, nella
variante stessa, delle modifiche indispensabili al totale superamento della riserva espressa in ordine alla
variante medesima con deliberazione della Giunta regionale n. 752 dell’11 aprile 2008.
La variante in argomento entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul
Bollettino ufficiale della Regione.
10 dicembre 2008
50
159
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_ADC_SEGR GEN UTGO 07-4 San Andrea
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di S. Andrea 4/COMP/2007.
Il Commissario per il completamento del Libro Fondiario dell’Ufficio Tavolare di Gorizia, ha provveduto a predisporre il progetto di partita tavolare relativo alle pp.cc. 481/3, 481/4, 481/5, 481/6 e 481/7 del C.C. di S.
Andrea. Il progetto e gli atti relativi vengono messi a disposizione di chiunque abbia interesse a prenderne visione, per 30 giorni naturali consecutivi, presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia, in Gorizia, via Roma 12, da lunedì a
giovedì con orario 9.10 - 12.20 e venerdì con orario 9.10 - 11.40 a partire dalla data del 10 dicembre 2008.
Contro le risultanze degli atti possono essere proposte, per iscritto, osservazioni al Commissario.
Le osservazioni possono essere proposte negli stessi termini di pubblicazione del progetto.
Si fa riserva di convocare le parti in momento successivo, per l’esame delle eventuali osservazioni.
IL COMMISSARIO DEL COMPLETAMENTO
presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia:
dott. Giulia Brumat
08_50_1_ADC_SEGR GEN UTGO 07-9 Piedimonte
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Piedimonte del Calvario 9/COMP/2007.
Il Commissario per il completamento del Libro Fondiario dell’Ufficio Tavolare di Gorizia, ha provveduto a
predisporre il progetto di partita tavolare relativo alla p.c. 1919/2 del C.C. di Piedimonte del Calvario. Il progetto e gli atti relativi vengono messi a disposizione di chiunque abbia interesse a prenderne visione, per
30 giorni naturali consecutivi, presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia, in Gorizia, via Roma 12, da lunedì a giovedì con orario 9.10 - 12.20 e venerdì con orario 9.10 - 11.40 a partire dalla data del 10 dicembre 2008.
Contro le risultanze degli atti possono essere proposte, per iscritto, osservazioni al Commissario.
Le osservazioni possono essere proposte negli stessi termini di pubblicazione del progetto.
Si fa riserva di convocare le parti in momento successivo, per l’esame delle eventuali osservazioni.
IL COMMISSARIO DEL COMPLETAMENTO
presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia:
dott. Giulia Brumat
08_50_1_ADC_SEGR GEN UTGO 08-3 Contado
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare di Gorizia
LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Contado 3/COMP/2008.
Il Commissario per il completamento del Libro Fondiario dell’Ufficio Tavolare di Gorizia, ha provveduto
a predisporre il progetto di partita tavolare relativo alla p.c. 833 del C.C. di Contado. Il progetto e gli atti
relativi vengono messi a disposizione di chiunque abbia interesse a prenderne visione, per 30 giorni
naturali consecutivi, presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia, in Gorizia, via Roma 12, da lunedì a giovedì con
orario 9.10 - 12.20 e venerdì con orario 9.10 - 11.40 a partire dalla data del 10 dicembre 2008.
Contro le risultanze degli atti possono essere proposte, per iscritto, osservazioni al Commissario.
Le osservazioni possono essere proposte negli stessi termini di pubblicazione del progetto.
Si fa riserva di convocare le parti in momento successivo, per l’esame delle eventuali osservazioni.
IL COMMISSARIO DEL COMPLETAMENTO
presso l’Ufficio Tavolare di Gorizia:
dott. Giulia Brumat
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
160
08_50_1_ADC_SEGR GEN UTTS Opicina
Segretariato generale - Servizio del Libro fondiario - Ufficio Tavolare di Trieste
Art. 76, comma 2, LR 8/1990. Completamento del Libro fondiario del CC di Opicina 3/COMP/08.
Il Commissario del Completamento del Libro Fondiario dell’Ufficio Tavolare di Trieste ha provveduto a
predisporre il progetto di Partita Tavolare relativo alle pp.cc.nn. 3310/57 improduttivo, 3310/59 improduttivo, 3310/62 improduttivo e 3310/66 improduttivo, del Comune Censuario di OPICINA.
Il progetto e gli atti relativi vengono messi a disposizione di chiunque abbia interesse a prenderne visione, per 30 giorni naturali e consecutivi presso l’Ufficio Tavolare di Trieste in via Carpison 20, con orario
9.10 - 12.20 dal lunedì al giovedì e 9.10 - 11.40 al venerdì a partire dalla data 10 dicembre 2008
Contro le risultanze degli atti possono essere proposte, per iscritto, osservazioni al Commissario.
Le osservazioni possono essere proposte negli stessi termini di pubblicazione del progetto.
Si fa riserva di convocare le parti, in momento successivo, per l’esame di eventuali osservazioni.
IL COMMISSARIO DEL COMPLETAMENTO
presso l’Ufficio Tavolare di Trieste:
dott. Enrico Gottardis
08_50_1_ACR_1_del 72
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
X Legislatura. Delibera dell’Ufficio di Presidenza n. 72 dell’11
novembre 2008. Articolo 10, comma 1, del Regolamento di organizzazione degli Uffici del Consiglio regionale. Determinazione della dotazione organica - distinta per categorie e per profili
professionali - della Segreteria generale del Consiglio regionale. Modifica.
- omissis -
L’UFFICIO DI PRESIDENZA,
VISTO l’articolo 10, comma 1, del Regolamento di organizzazione degli uffici del Consiglio regionale, il
quale prevede che il contingente del personale spettante alla Segreteria generale, distinto per categoria
e profili professionali, è determinato, nell’ambito della dotazione organica complessiva del personale regionale, con deliberazione dell’Ufficio di Presidenza, su proposta del Segretario generale, tenendo conto
delle esigenze correlate all’evoluzione istituzionale e funzionale e dell’analisi qualitativa e quantitativa
dell’attività svolta;
RICHIAMATA la propria deliberazione n. 144 del 16 giugno 2005, con cui è stata determinata la dotazione organica - distinta per categorie e profili professionali - della Segreteria generale del Consiglio
regionale;
DATO ATTO che il successivo comma 2 del citato articolo 10 del Regolamento di organizzazione prevede che l’Ufficio di Presidenza proceda con cadenza almeno triennale alla verifica della dotazione organica, tendendo conto dei succitati elementi;
DATO ATTO che gli uffici della Segreteria generale hanno avviato le procedure per il monitoraggio complessivo delle attività e per la verifica delle risorse e delle competenze presenti, finalizzata alla revisione
della dotazione organica;
RILEVATA, nelle more delle svolgimento delle suddette procedure, la necessità di apportare alcune
modifiche all’attuale dotazione organica, per meglio corrispondere alle effettive esigenze funzionali e
organizzative di alcuni uffici della Segreteria generale, e in particolare di
- sostituire un’unità di personale di categoria D, profilo professionale specialista amministrativo - economico con un’unità di categoria D, profilo professionale specialista tecnico;
- sostituire un’unità di personale di categoria C, profilo professionale assistente amministrativo - economico con un’unità di personale di categoria C, profilo professionale assistente tecnico;
PRESO altresì ATTO che, con decreto del Direttore centrale organizzazione, personale e sistemi infor-
10 dicembre 2008
50
161
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
mativi 14 aprile 2008, n. 920/DR, è stato approvato il bando di progressione verticale per titoli ed esami
a n. 10 posti di categoria B, profilo professionale collaboratore amministrativo, posizione economica 1,
per le esigenze della Segreteria generale del Consiglio regionale, con sede di servizio a Trieste;
DATO ATTO che si sono tenute le prove orali relative alle suddette progressioni verticali;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 2224 del 30 ottobre 2008 “Progressione verticale per
titoli ed esami a n. 10 posti nella categoria B, profilo professionale collaboratore amministrativo, posizione economica 1, per le esigenze della Segreteria generale del Consiglio regionale, con sede di servizio a
Trieste. Approvazione della graduatoria definitiva e dichiarazione dei vincitori della procedura”;
DATO ATTO che l’allegato A al “Contratto integrativo di ente 1998-2001. Area non dirigenziale. Documento stralcio”, recante l’elenco articolato delle declaratorie per categorie e profili professionali, prevede che il personale di categoria B, profilo professionale Collaboratore amministrativo, presso il Consiglio
regionale svolga anche le seguenti mansioni:
“1) svolge servizio di anticamera e aula nel cui ambito fornisce il necessario supporto e assistenza ai
consiglieri nonché agli utenti esterni ed esterni;
2) assicura le gestione, anche attraverso procedure informatiche, delle sale ai fini delle riunioni
istituzionali;
3) regola l’accesso del pubblico agli uffici, fornendo informazioni e assicurando la necessaria sorveglianza, con particolare riferimento ai lavori d’aula”;
DATO altresì ATTO che tali funzioni presso il Consiglio regionale erano sinora svolte da personale di
categoria A;
RILEVATA pertanto la necessità - al fine di provvedere all’assegnazione del personale che ha superato
le suddette progressioni verticali alla Segreteria generale del Consiglio regionale - di aumentare di 10
unità il contingente di personale di categoria B, profilo professionale collaboratore amministrativo;
DATO ATTO che, al fine di garantire un adeguato servizio ai piani nonché un adeguato servizio di posta
interna tra gli uffici del Consiglio regionale e degli Organi di garanzia, dislocati in tre diverse sedi, si ritiene opportuno diminuire contestualmente il contingente di personale di categoria A, profilo professionale operatore, di 9 unità anziché 10;
RITENUTO pertanto di rideterminare il contingente del personale spettante alla Segreteria generale
del Consiglio regionale, secondo quanto di seguito riportato:
CATEGORIE
Dirigente
D
c
B
A
Totale
PROFILI PROFESSIONALI
Specialista amministrativo-economico
Specialista turistico
Specialista tecnico
Assistente amministrativo-economico
Assistente tecnico
Collaboratore amministrativo
Operatore
ORGANICO
9
48
3
6
24
2
14
5
111
INFORMATE, ai sensi dell’art. 3, comma 5 della L.R. n. 18/1996, le Organizzazioni sindacali in data 31
ottobre 2008;
VISTO l’articolo 9 del Regolamento interno;
SU PROPOSTA del Segretario generale;
delibera
per le motivazioni esposte in premessa
Il contingente del personale, distinto per categorie e per profili professionali, spettante alla Segreteria
generale del Consiglio regionale, è rideterminato secondo quanto risulta dall’allegato A, che costituisce
parte integrante del presente provvedimento
Il presente atto è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione.
- omissis IL PRESIDENTE: BALLAMAN
IL SEGRETARIO GENERALE: VIGINI
162
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_ACR_1_del 72_ALL
ALLEGATO A alla deliberazione UP n. 72 dell’11/11/2008
DOTAZIONE ORGANICA DELLA SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO
REGIONALE, DISTINTA PER CATEGORIE E PER
PROFILI PROFESSIONALI
CATEGORIA
PROFILO PROFESSIONALE
DIRIGENTI
*
D
ORGANICO
9
SPECIALISTA AMMINISTRATIVO-ECONOMICO
48
SPECIALISTA TURISTICO
3
SPECIALISTA TECNICO
6
TOTALE
57
ASSISTENTE AMMINISTRATIVO ECONOMICO
24
ASSISTENTE TECNICO
2
TOTALE
26
B
COLLABORATORE AMMINISTRATIVO
14
A
OPERATORE
5
C
TOTALE GENERALE
111
*COMPRESI IL SEGRETARIO GENERALE E DUE VICESEGRETARI GENERALI
COORDINATORI D’AREA
10 dicembre 2008
50
163
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_1_ACR_2_decr SG 22
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
Decreto del Segretario generale 13 novembre 2008, n. 22/2008pers - Soppressione delle strutture stabili di livello inferiore al
Servizio “Coordinamento dell’attività delle Commissioni” e “Ufficio atti consiliari”.
Il Segretario generale
VISTO l’articolo 29 della legge regionale 1° marzo 1988, n. 7 il quale, fra l’altro, disciplina le Strutture
stabili di livello inferiore al Servizio;
VISTO il “Regolamento di organizzazione degli Uffici del Consiglio regionale”, approvato dall’Ufficio di Presidenza con delibera n. 142 del 16 giugno 2005, ed in particolare l’articolo 9, in base al quale spetta al Segretario generale l’istituzione delle Strutture stabili inferiori al Servizio, determinandone
la denominazione, le attribuzioni, la collocazione organizzativa e la categoria richiesta per l’incarico di
coordinamento;
VISTO il proprio decreto n. 9/2005-PERS del 28 luglio 2005 “Strutture stabili di livello inferiore al Servizio istituite presso la Segreteria generale del Consiglio regionale” con cui, fra l’altro, veniva mantenuta la
Struttura stabile di livello inferiore al Servizio denominata “Ufficio protocollo e archivio”;
VISTO altresì il proprio decreto n. 27/2005- pers del 28 dicembre 2005 con cui veniva tra l’altro istituita
la Struttura stabile di livello inferiore al Servizio “Coordinamento dell’attività delle Commissioni” presso
l’Area giuridico - legislativa, così come da ultimo modificato dal decreto n. 36/2007 - pers del 21 dicembre 2007;
DATO ATTO che, da una ricognizione delle attività svolte, le Strutture stabili di livello inferiore al Servizio
“Coordinamento dell’attività delle Commissioni” e “Ufficio atti consiliari” non sembrano più corrispondere ad esigenze funzionali e organizzative della struttura, in quanto tali attività possono essere più efficacemente ricondotte, nel primo caso, direttamente in capo all’Area giuridico - legislativa e, nel secondo
caso, nell’ambito della Posizione organizzativa Verbalizzazioni e resoconti, operante presso il Servizio
supporto organi consiliari;
RITENUTO pertanto - al fine di meglio corrispondere alle esigenze di articolare la struttura organizzativa per ambiti funzionali omogenei e di evitare duplicazioni, sovrapposizioni e frammentazioni, previste
dall’articolo 3 del citato Regolamento di organizzazione - di procedere alla soppressione delle Strutture stabili di livello inferiore al Servizio “Coordinamento dell’attività delle Commissioni” e “Ufficio atti
consiliari”;
INFORMATE, ai sensi dell’art. 3, comma 5 della L.R. n. 18/1996, il confronto con le Organizzazioni sindacali in data 31 ottobre 2008;
decreta
per le motivazioni esposte in premessa
1. Sono soppresse le strutture stabili di livello inferiore al Servizio “Coordinamento dell’attività delle
Commissioni” e “Ufficio atti consiliari”.
2. A far data dal presente atto le Strutture stabili di livello inferiore al Servizio istituite presso la Segreteria generale del Consiglio regionale sono quelle riportate nell’allegato A), parte integrante e sostanziale
del presente atto.
Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione.
Trieste, 13 novembre 2008
VIGINI
SERVIZIO
CONSILIARE
Affari generali
SEGRETERIA
GENERALE
o
AREA
Area generale
Gestione
amministrativa del
personale
Ufficio Protocollo e
archivio
STRUTTURA
STABILE
D
C
C
1
2
3
ORGANICO
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
1
D
C
Svolge operazioni di registrazione al protocollo, classificazione,
conservazione e scarto di tutti i documenti formati o ricevuti dal
Consiglio regionale
Gestisce l’acquisizione dei dati e trasposizione degli stessi nella
procedura informatica di gestione delle presenze del personale
assegnato alla Segreteria generale, agli Ufficio posti alle dipendenze
della Presidenza, ai Gruppi consiliari e agli Organi di garanzia; svolge
le attività istruttorie dei diversi procedimenti di assegnazione di
dette tipologie di personale in coordinamento con i competenti
Servizi della Direzione centrale organizzazione, personale e sistemi
informativi; effettua l’attività istruttoria delle pratiche di missione in
Italia e all’estero; tiene il registro dei decreti del Segretario generale
relativi alla gestione del personale; gestisce le procedure di spesa e
controllo previste per il lavoro straordinario e missioni riferite alla
generalità delle strutture consiliari, anche mediante l’utilizzo di
strumenti informatici; cura la notifica individuale a tutto il personale
delle circolari emanate dalla Direzione centrale organizzazione,
personale e sistemi informativi e dal Segretario generale.
CAT.
COORD.
ATTRIBUZIONI
STRUTTURE STABILI DI LIVELLO INFERIORE AL SERVIZIO ISTITUITE PRESSO LA SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO REGIONALE
ALLEGATO A
DECRETO SG N. /2008
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
08_50_1_ACR_2_decr SG 22_ALL
164
50
Area giuridico legislativa
SEGRETERIA
GENERALE
o
AREA
SERVIZIO
CONSILIARE
Ufficio
elaborazione testi
STRUTTURA
STABILE
C
Svolge attività di videoscrittura a favore degli uffici consiliari
curando, in particolare, la più complessa funzione di elaborazione
dei testi legislativi. avvalendosi di specifici programmi informatici.
Svolge altresì attività di coordinamento tecnico-operativo con i
competenti uffici consiliari e dell’Amministrazione regionale
coinvolti nel completamento dell’iter procedurale legislativo.
B
C
2
1
ORGANICO
10 dicembre 2008
50
2
CAT.
COORD.
ATTRIBUZIONI
STRUTTURE STABILI DI LIVELLO INFERIORE AL SERVIZIO ISTITUITE PRESSO LA SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO REGIONALE
ALLEGATO A
DECRETO SG N. /2008
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
165
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
166
08_50_1_ACR_del 5 convalida Pupulin
Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia
X Legislatura. Delibera n. 5 del 25 novembre 2008, approvata
a maggioranza dal Consiglio regionale. Convalida dell’elezione
del Consigliere regionale Paolo Pupulin.
IL CONSIGLIO REGIONALE
CONSIDERATO che il Tribunale Amministrativo regionale con sentenza n. 523 del 29 settembre 2008,
a seguito di ricorso, ha proclamato eletto Consigliere regionale il sig. Paolo Pupulin in sostituzione del
Consigliere Nevio Alzetta;
CONSIDERATO altresì che il Consigliere Paolo Pupulin è stato conseguentemente ammesso all’esercizio delle funzioni in data 30 settembre 2008, nella seduta n. 15 del Consiglio;
VISTO l’art. 8 della legge regionale 21/2004 che riserva al Consiglio regionale la convalida della elezione
dei propri componenti, secondo le norme previste dal proprio regolamento interno;
VISTO l’articolo 20 del Regolamento interno che definisce le norme procedurali per la convalida dell’elezione dei Consiglieri;
VISTA la relazione della Giunta delle elezioni presentata in data 25 novembre 2008, dalla quale si evince
l’inesistenza di cause di ineleggibilità a carico del Consigliere summenzionato;
DELIBERA
di convalidare l’elezione del Consigliere regionale Paolo Pupulin.
IL PRESIDENTE: BALLAMAN
IL SEGRETARIO GENERALE: VIGINI
IL CONSIGLIERE SEGRETARIO: PEDICINI
10 dicembre 2008
50
167
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Parte Terza Concorsi e avvisi
08_50_3_GAR_COM MOGGIO UDINESE ASTA SERVIZIO TESORERIA 2009-2013_020
Comune di Moggio Udinese (UD)
Avviso d’asta pubblica per l’appalto del Servizio di Tesoreria comunale per il periodo: 01.01.2009 - 31.12.2013.
Ente appaltante: Comune di Moggio Udinese - 33015 Moggio udinese (UD) - tel. 0433/51177 - fax
0433/51371.
Oggetto dell’appalto: Servizio di Tesoreria comunale.
Durata: anni 5 - dal 01.01.2009 al 31.12.2013.
Documentazione: copia del bando di gara integrale comprensivo di tutti gli allegati è disponibile presso
la sede comunale - Ufficio Ragioneria.
Termine per la presentazione delle offerte: le offerte dovranno pervenire al protocollo dell’Ente - p.zza
Uffici n. 1 - 33015 MOGGIO UDINESE (UD) entro e non oltre le ore 12.00 del 17 dicembre 2008.
Criterio di aggiudicazione: asta pubblica ai sensi artt. 54 e 55 del Decreto Legislativo n. 163/2006, secondo i criteri previsti dal bando.
Moggio Udinese, 25 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
ECONOMICO-FINANZIARIO:
dott.ssa Raffaella Gortan
08_50_3_AVV_ASS INTERCOM AVT Com Socchieve 6 PRGC_017
Associazione intercomunale “Alta Val Tagliamento” - (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone,
Sauris, Socchieve) Area tecnico-manutentiva - Settore
edilizia privata e urbanistica - Comune capofila: Forni di
Sopra (UD)
Avviso di approvazione della variante n. 6 al PRGC del Comune
di Socchieve.
Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 56 di data 10.10.2008, il Comune di SOCCHIEVE ha preso
atto della mancata presentazione di osservazioni ed opposizioni alla Variante n. 6 al Piano Regolatore
Generale Comunale ed approvato la variante medesima, ai sensi del combinato disposto dall’articolo 63
della Legge Regionale 23.02.2007, n. 5, e dall’articolo 17 del D.P.Reg. 20.03.2008, n. 086/Pres.
Socchieve, 24 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SETTORE:
dott. ing. Nazzareno Candotti
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
168
08_50_3_AVV_ASS INTERCOM AVT Com Socchieve PAC zona E7-4_018
Associazione Intercomunale “Alta Val Tagliamento” - (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris,
Socchieve) Area tecnico-manutentiva - Settore edilizia privata e urbanistica - Comune capofila: Forni di Sopra (UD)
Avviso di approvazione del Piano attuativo comunale (PAC) zona E7 “allevamenti zootecnici di carattere industriali esistenti” - Insediamento n. 4 del Comune di Socchieve.
Con deliberazione della Giunta Comunale n. 81 di data 10.10.2008, il Comune di SOCCHIEVE ha preso
atto della mancata presentazione di osservazioni ed opposizioni al progetto del Piano Attuativo Comunale (P.A.C.) - zona E7 “allevamenti zootecnici di carattere industriali esistenti” - Insediamento n. 4 del
Comune di SOCCHIEVE, ed approvato il progetto medesimo, ai sensi del combinato disposto dall’articolo
25 della Legge Regionale 23.02.2007, n. 5, e degli articoli 7, 8 e 9 del D.P.Reg. 20.03.2008, n. 086/Pres.
Socchieve, 24 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SETTORE:
dott. ing. Nazzareno Candotti
08_50_3_AVV_COM Claut det 101 espr pista ciclabile_001
Comune di Claut (PN)
Estratto della determinazione n. 101 del 18.11.2008. Realizzazione piste ciclabili - II stralcio - in Comune di Claut (PN). Deposito, presso Cassa Depositi e Prestiti della Direzione provinciale
del Tesoro di Pordenone, dell’indennità definitiva di esproprio.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 30 del 08/04/2006, immediatamente eseguibile, con
la quale è stato approvato il progetto definitivo-esecutivo relativo all’intervento di realizzazione delle
piste ciclabili - II° stralcio -che comporta la dichiarazione di pubblica utilità;
omissis
DETERMINA
1) di depositare, ai sensi e per gli effetti dell’art. 21, commi 12 e 16 e dell’art. 27, comma 2, del D.P.R. n.
327/01, presso la Cassa Depositi e Prestiti della Direzione Provinciale del Tesoro di Pordenone, l’importo
complessivo di € 2.277,89 (Euroduemiladuecentosettantasette/89), corrispondente alle somme dovute
ai proprietari non concordatari, di cui all’allegato elenco che forma parte integrante e sostanziale del
presente atto, quali indennità definitive di esproprio determinate per l’espropriazione degli immobili di
proprietà interessati dai lavori di realizzazione delle piste ciclabili - II stralcio - in Comune di Claut;
omissis
ELENCO DITTE:
1) Ditta:
CARGNELUTTI Tiziana n. Gemona del Friuli il 19/12/63 c.f. CRG TZN 63T59 D962D prop. 1/16;
GRAVA Angelo n. Gemona del Friuli il 24/4/91 c.f. GRV NGL 91D24 D962A prop. 3/16;
GRAVA Luigi n. Claut il 01/3/51 c.f. GRV LGU 51C01 C790G prop. 4/16;
GRAVA Mario n. Claut il 16/9/54 c.f. GRV MRA 54P16 C790X prop. 4/16;
GRAVA Valentina n. Gemona del Friuli il 23/10/63 c.f. GRV VNT 63R63 D962U prop. 1/8;
Per € 300,00
2) Ditta:
BERTAGNO Gianluigi nato a Claut (PN) il 03/10/1956 c.f. BRT GLG 56R03 C790G prop. 1/3,
BERTAGNO Gianluigi nato a Claut (PN) il 03/10/1956 c.f. BRT GLG 56R03 C790G prop. 333/1000
in comunione legale,
PAOLINI Carla nata a Campotosto il 13/04/1960 c.f. PLN CRL 60D53 B569A prop. 333/1000 in
10 dicembre 2008
50
169
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
comunione legale.
Per € 130,00
3) Ditta:
DELLA VALENTINA Giacomo n. Claut il 08/1/48 c.f. DLL GCM 48A08 C790H prop. 1/9;
DELLA VALENTINA Germana n. Claut il 05/10/42 c.f. DLL GMN 42R45 C790U prop. 1/9;
DELLA VALENTINA Lucia n. Claut il 26/10/39 c.f. DLL LCU 39R66 C790C prop. 1/9;
DELLA VALENTINA Lorenza n. Claut il 05/11/46 c.f. DLL LNZ 46S45 C790V prop. 1/9;
DELLA VALENTINA Mariolina n. Claut il 24/10/42 c.f. DLL MLN 52R64 C790O prop. 1/9;
Per € 38,90
4) Ditta:
GIORDANI Claudia n. Pordenone il 02/8/59 c.f. GRD CLD 59M42 G888T prop. 1/10;
GIORDANI Giacomo n. Pordenone il 20/5/54 c.f. GRD GCM 54E20 G888N prop. 1/10;
GIORDANI Giordano n. Udine il 08/4/52 c.f. GRD GDN 52D08 L483L prop. 1/10;
GIORDANI Giuseppe n. Pordenone il 29/9/66 c.f. GRD GPP 66P29 G888G prop. 1/10;
GIORDANI Umberto n. Claut il 22/4/25 c.f. GRD MRT 25D22 C790B prop. 5/10;
GIORDANI Antonella n. Pordenone il 04/5/61 c.f. GRD NNL 61E44 G888R prop. 1/10.
Per € 100,00
5) Ditta:
GIORDANI Caterina n. Claut il 24/5/38 c.f. GRD CRN 38E64 C790A prop. 1/2;
GIORDANI Sergio n. Claut il 14/12/41 c.f. GRD SRG 41T14 C790E prop. 1/2.
Per € 50,00
6) Ditta:
DI DANIEL Antonia n. Claut il 01/5/15 c.f. DDN NTN 15E41 C790N prop. 3/9;
Per € 23,34
7) Ditta:
MARTINI Emilia n. Claut il 09/12/34 c.f. MRT MLE 34T49 C790S prop. 54/432;
MARTINI Rosa n. Claut il 05/5/20 c.f. MRT RSO 20E45 C790W prop. 54/432;
PARUTTO Luciano n. Claut il 15/9/52 c.f. PRT LCN 52P15 C790U prop. 19/432;
PARUTTO Mirella n. Maniago il 13/5/62 c.f. PRT MLL 62E53 E889V prop. 19/432;
BRESSA Angela n. Cimolais il 20/8/38 c.f. BRS NGL 38M60 C699Z prop. 18/432;
MARTINI Carla n. Claut il 17/8/60 c.f. MRT CRL 60M57 C790Y prop. 27/432;
MARTINI Caterina n. Claut il 27/1/51 c.f. MRT CRN 51A67 C790J prop. 27/432;
MARTINI Luciana n. Claut il 23/7/52 c.f. MRT LCN 52L63 C790J prop. 54/432;
MARTINI Maria Rosa n. Maniago il 27/1/56 c.f. MRT MRS 56A67 E889A prop. 27/432;
MARTINI Ersilio n. Claut il 15/10/29 c.f. MRT RSL 29R15 C790Y prop. 54/432;
PARUTTO Adelino n. Claut il 22/5/23 c.f. PRT DLN 23E22 C790D prop. 16/432;
MARTINI Tersilla n. Claut il 17/5/54 c.f. MRT TSL 54E57 C790M prop. 27/432;
MARTINI Stefano n. Maniago il 26/12/60 c.f. MRT SFN 60T26 E889J prop. 9/432;
MARTINI Franco n. Claut il 09/8/59 c.f. MRT FNC 59M09 C790K prop. 9/432;
MARTINI Mario n. Maniago il 24/7/66 c.f. MRT MRA 66L24 E889B prop. 9/432;
MARTINI Luisa n. Pordenone il 17/6/69 c.f. MRT LSU 69H57 G888Z prop. 9/432.
Per € 330,00
8) Ditta:
DI DANIEL Antonio n. Claut il 24/6/1908 c.f. DDN NTN 08H24 C790G prop. 45/225;
DI DANIEL Pierina n. Claut il 09/11/1896 c.f. DDN PRN 96S49 C790D prop. 45/225;
FABBRO Antonia n. Claut il 07/7/1903 c.f. FBB NTN 03L47 C790I prop. 15/225;
Per € 200,65
9) Ditta:
TOFFOLI Luigi n. Claut il 05/12/40 c.f. TFF LGU 40T05 C790N prop. 1/4;
TOFFOLI Valentino n. Claut il 21/12/41 c.f. TFF VNT 41T21 C790R prop. 1/4;
TOFFOLI Paolina n. Claut il 15/7/36 c.f. TFF PLN 36L55 C790Y prop. 1/4;
TOFFOLI Antonietta n. Claut il 10/1/44 c.f. TFF NNT 44A50 C790D prop. 1/4.
Per € 1.105,00
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP.:
Sonia Martini
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
170
08_50_3_AVV_COM Cordenons 24 PRGC_006
Comune di Cordenons (PN)
Avviso di deposito relativo all’adozione della variante n. 24 al
Piano regolatore generale comunale ZE “230 Area 01”.
IL RESPONSABILE DELL’AREA SERVIZI AL TERRITORIO
Visto l’art. 63 della L.R. 5/07 e D.P.G.R. 086/Pres del 20/03/2008 ,
RENDE NOTO
che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 81 del 16.10.2008, esecutiva nei termini di legge, è
stata adottata la variante n. 24 al Piano regolatore generale comunale Z.E. 230 Area 01.
Ai sensi dell’art. 17 del D.P.G.R. 086/Pres del 20/03/2008, la deliberazione di adozione con i relativi elaborati, divenuta esecutiva, viene depositata presso la Segreteria Comunale per la durata di trenta giorni
effettivi, dal 10.12.2008 al 26.01.2009 compreso, affinché chiunque possa prenderne visione in tutti i
suoi elementi, durante le ore di apertura al pubblico degli uffici comunali.
Entro il periodo di deposito, chiunque può presentare al Comune osservazioni. Nel medesimo termine i
proprietari degli immobili vincolati dalla variante al Piano, possono far pervenire opposizioni.
Cordenons, 10 dicembre 2008
IL RESPONSABILE DELL’AREA:
geom. Roberto Piccin
08_50_3_AVV_COM Corno di Rosazzo telefonia mobile_021
Comune di Corno di Rosazzo (UD)
Avviso di deposito relativo all’adozione del Piano comunale di
settore per la localizzazione degli impianti per la telefonia mobile, ai sensi della LR 6.12.2004 n. 28.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Visto l’art. 4 della L.R. 28/2004;
RENDE NOTO
che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del 14.11.2008, esecutiva, è stata integrata la delibera di C.C. n. 2 del 18.02.2008 con la quale è stato adottato il Piano Comunale di Settore per la localizzazione degli impianti per la telefonia mobile, predisposto ai sensi della L.R. 28/2004 e del relativo
regolamento di attuazione approvato con DPGR 19 aprile 2005 n. 094/Pres.
Ai sensi dell’art. 4, comma 3 della LR. 28/2004, le delibere di adozione ed integrazione con i relativi
elaborati vengono depositate presso la Segreteria comunale per la durata di trenta giorni consecutivi,
decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BUR, affinché chiunque possa prenderne
visione in tutti i suoi elementi.
Entro il periodo di deposito, chiunque può presentare al Comune osservazioni e opposizioni al Piano.
Corno di Rosazzo, 24 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO:
geom. Andrea Tomadoni
08_50_3_AVV_COM FONTANAFREDDA PRPC GIULIA_024
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione della variante al PRPC di iniziativa privata,
denominato “Giulia” e relativo atto integrativo di convenzione.
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI
Vista la LR. n. 5 del 23.02.2007 e la LR. n. 12 del 21.10.2008
10 dicembre 2008
50
171
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
RENDE NOTO
che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 83 del 26.11.2008, immediatamente esecutiva, è stata
approvata la variante al P.R.P.C. di iniziativa privata, denominato “GIULIA” e il relativo atto integrativo di
convenzione.
Fontanafredda, 1 dicembre 2008
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI:
geom. Roberto Fratter
08_50_3_AVV_COM FONTANAFREDDA PRPC LARGO AUGUSTO_026
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione del PRPC di iniziativa privata, denominato “Largo Augusto” e relativo schema di convenzione.
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI
Vista la L.R. n. 5 del 23.02.2007 e la L.R. n. 12 del 21.10.2008
RENDE NOTO
che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 84 del 26.11.2008, immediatamente esecutiva, è stato approvato il P.R.P.C. di iniziativa privata, denominato “Largo Augusto” e il relativo schema di convenzione.
Fontanafredda, 1 dicembre 2008
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI:
geom. Roberto Fratter
08_50_3_AVV_COM FONTANAFREDDA PRPC PARADISO_025
Comune di Fontanafredda (PN)
Avviso di approvazione del PRPC di iniziativa privata, denominato “Paradiso” e relativo schema di convenzione.
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI
Vista la LR n. 5 del 23.02.2007 e la LR n. 12 del 21.10.2008
RENDE NOTO
che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 85 del 26.11.2008, immediatamente esecutiva, è stato
approvato il P.R.P.C. di iniziativa privata, denominato “Paradiso” e il relativo schema di convenzione.
Fontanafredda, 1 dicembre 2008
IL COORDINATORE DELL’AREA SERVIZI URBANISTICI:
geom. Roberto FRATTER
08_50_3_AVV_COM FORNI DI SOPRA PIANO ATTUATIVO ZONA AGRICOLA_019
Comune di Forni di Sopra (UD)
Piano attuativo di iniziativa privata - zona omogenea “E4b agricola in ambito agricolo-paesaggistici per allevamenti zootecnici intensivi” - Avviso di presa d’atto avvenuta presentazione
osservazioni e pronuncia sulle stesse. Approvazione.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Visto l’art. 25 della L.R. 5/07 e art. 7 D.P.Reg. dd.20.03.2008,
RENDE NOTO
che con deliberazione della Giunta Comunale n. 161 del 24.11.2008, esecutiva a termini di legge, è stato
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
172
preso atto dell’avvenuta presentazione osservazioni e pronuncia sulle stesse ed approvazione il Piano
Attuativo di iniziativa privata - zona omogenea “E4b agricola in ambito agricolo-paesaggistici per allevamenti zootecnici intensivi”.
Prot. 7815.
Forni di Sopra, 28 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO:
ing. Nazzareno Candotti
08_50_3_AVV_COM Latisana esclusione VAS 51-52 PRGC_002
Comune di Latisana (UD)
Avviso di deposito del provvedimento di esclusione dalla procedura di VAS delle varianti n. 51 e n. 52 al PRGC.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Visto la L.R. 11/2005 ed il D.Lgs. 152/06 come modificato dal D.Lgs. 04/08;
RENDE NOTO
che con deliberazioni C.C. n.129 e n.128 del 15.11.2007, immediatamente esecutive, sono state adottate le varianti n.51 e n.52 al P.R.G.C.;
• che tali Varianti sono state successivamente integrate con l’elaborato “Relazione di verifica preventiva degli effetti significativi sull’ambiente” finalizzato a verificare la non assoggettabilità alla procedura di
valutazione ambientale strategica delle Varianti succitate;
• che i relativi elaborati saranno depositati, a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso
presso la Segreteria Comunale, per trenta giorni effettivi affinché chiunque possa prenderne visione in
tutti i loro elementi. Entro tale periodo chiunque può presentare al Comune osservazioni anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi.
Latisana, 25 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SETTORE URBANISTICO:
p.i. Graziano Travaini
•
08_50_3_AVV_COM Latisana 53 PRGC_003
Comune di Latisana (UD)
Avviso di adozione e deposito variante n. 53 al PRGC relativa
alla modifica dell’art. 20 delle norme di attuazione per la realizzazione dell’impianto di gassificazione alimentato a biomasse
ed ampliamento della sede municipale.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Visto la L.R. 05/2007 ed il relativo D.P.Reg. 20.05.2008, n. 086/Pres;
Visto la L.R. 11/2005 ed il D.Lgs. 152/06 come modificato dal D.Lgs. n. 04/08;
RENDE NOTO
che con deliberazione C.C. n. 68 del 15.10.2008, immediatamente esecutiva, è stata adottata la variante n. 53 al P.R.G.C. contestualmente alla verifica di non assoggettabilità alla procedura di Valutazione
Ambientale Strategica (VAS);
• che i relativi elaborati saranno depositati presso la Segreteria Comunale per trenta giorni effettivi
affinché chiunque possa prenderne visione in tutti i loro elementi;
• che entro il periodo di deposito chiunque può presentare al Comune osservazioni, nel medesimo termine i proprietari degli immobili vincolati dalla variante al P.R.G.C. possono far pervenire opposizioni
sulle quali il Comune è tenuto a pronunciarsi specificatamente.
Latisana, 15 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SETTORE URBANISTICO:
p.i. Graziano Travaini
•
10 dicembre 2008
50
173
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_AVV_COM Ovaro 53 PRGC_016
Comune di Ovaro (UD)
Avviso di approvazione variante n. 53 al Piano regolatore generale comunale.
IL SINDACO
VISTO l’art. 17, VIII comma, del DPR. 20-03-2008, n. 086/Pres.;
RENDE NOTO
Che con delibera consiliare n. 27 del 17.11.2008, esecutiva ai sensi di legge, è stata approvata la variante n. 53 al PRG. del Comune, prendendo atto che non sono state presentate né osservazioni né
opposizioni;
Che la variante entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul BUR.
Ovaro, 27 novembre 2008
IL SINDACO:
Lino Not
08_50_3_AVV_COM PONTEBBA CLASSIFICAZIONE ALBERGHI_028
Comune di Pontebba (UD)
Determinazione dd. 26.11.2008 n. 154 Reg. Resp./n. 809 Reg.
Gen. - Legge regionale 2/2002: classificazione strutture ricettive alberghiere - periodo 26.11.2008-26.11.2013.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO E DEGLI AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI
(omissis)
DETERMINA
Di attribuire alla struttura ricettiva alberghiera denominata “Albergo Ristorante Caffè Vecchio” sita in
via Roma n. 13/15, il livello di classificazione ad albergo di “due stelle” con validità, a norma dell’art. 57
della legge regionale 16.01.2002 n. 2 e successive modificazioni ed integrazioni, per il quinquennio dal
26.11.2008 al 26.11.2013;
Di attribuire alla struttura ricettiva alberghiera denominata “Albergo Ristorante Al Commercio” sita in
via Roma n. 65/67/69, il livello di classificazione ad albergo di “una stella” con validità, a norma dell’art.
57 della legge regionale 16.01.2002 n. 2 e successive modificazioni ed integrazioni, per il quinquennio
dal 26.11.2008 al 26.11.2013;
Di attribuire alla struttura ricettiva alberghiera denominata “Albergo Ristorante Al Cacciatore” sita in
Frazione Laglesie San Leopoldo n. 88, il livello di classificazione ad albergo di “una stella” con validità, a
norma dell’art. 57 della legge regionale 16.01.2002 n. 2 e successive modificazioni ed integrazioni, per il
quinquennio dal 26.11.2008 al 26.11.2013;
Di attribuire alla struttura ricettiva alberghiera denominata “Albergo Ristorante Al Paesello” sita in Frazione Laglesie San Leopoldo n. 57, il livello di classificazione ad albergo di “una stella” con validità, a
norma dell’art. 57 della legge regionale 16.01.2002 n. 2 e successive modificazioni ed integrazioni, per il
quinquennio dal 26.11.2008 al 26.11.2013;
Di procedere alla pubblicazione del provvedimento di classificazione sul Bollettino Ufficiale della
Regione;
Avverso il presente provvedimento di classificazione è ammesso ricorso al direttore Centrale delle Attività Produttive della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia da parte del titolare o del gestore entro
trenta giorni dalla data di notificazione. I soggetti diversi dal titolare o dal gestore della struttura alberghiera possono invece presentare ricorso entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente
provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO
E DEGLI AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI:
dott. Annamaria Marcon
10 dicembre 2008
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
174
08_50_3_AVV_COM Pulfero det 6 class La tana del Tasso_015
Comune di Pulfero (UD)
Determinazione del responsabile del Servizio Vigilanza/Commercio n. 6 VIG/2008 (Estratto). - Classificazione struttura ricettiva turistica all’aria aperta loc. Podpolizza.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VIGILANZA/COMMERCIO
(omissis)
DETERMINA
1) di classificare la struttura ricettiva all’aria aperta denominata CAMPEGGIO “LA TANA DEL TASSO” della ditta LANDO ANNA PIA, con sede in Pulfero loc. Podpolizza 1/b (omissis) alla classe “DUE STELLE“.
2) Di dare atto che la classificazione attribuita ha validità per il periodo 25.11.2008-25.11.2013 a norma
dell’art. 57, comma 2, della Legge Regionale 16 gennaio 2002, n. 2 e succ. modificazioni ed integrazioni.
3) Di dare atto che avverso il provvedimento di classificazione può essere proposto ricorso al Direttore
Regionale del Commercio, del turismo e del terziario da parte del titolare o del gestore entro 30 (trenta)
giorni dalla notificazione, ovvero da terzi comunque interessati, entro 30 (trenta) giorni dalla data di
pubblicazione del provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione (omissis).
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
VIGILANZA/COMMERCIO:
s.ten. P.L. Franca Specogna
08_50_3_AVV_COM RUDA 14 PRGC_012
Comune di Ruda (UD)
Avviso di deposito relativo all’adozione della variante n. 14 al
Piano regolatore generale comunale.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA
RENDE NOTO
CHE con deliberazione del Consiglio Comunale n. 43 del 30.09.2008 è stata adottata la variante n. 14 al
Piano Regolatore Generale Comunale.
CHE la stessa viene depositata presso l’Ufficio Tecnico Comunale per la durata di trenta giorni effettivi
a decorrere dalla data di pubblicazione del relativo avviso sul B.U.R., affinché chiunque possa prenderne
visione in tutti i suoi elementi, durante le ore di apertura al pubblico dell’ufficio.
ENTRO il periodo di deposito, chiunque può presentare al Comune osservazioni. Nel medesimo termine
i proprietari degli immobili vincolati dalla variante al Piano possono far pervenire opposizioni sulle quali
il Comune è tenuto a pronunciarsi specificatamente.
Ruda, 28 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO:
dott. pian. Luca Marcatti
08_50_3_AVV_COM SEDEGLIANO PAC 4 PIP PANNELLIA_023
Comune di Sedegliano (UD)
Adozione PAC di iniziativa pubblica, variante n. 4 PIP Pannellia.
IL RESPONSABILE DEI SERVIZI TECNICI
del comune di Sedegliano ai sensi e per gli effetti di cui alla L.R. 5/2007 e L.R. 12/2007;
RENDE NOTO
che con deliberazione di Giunta Comunale in seduta pubblica n. 257 del 24.11.2008, immediatamente
esecutiva, è stato adottato il PAC di iniziativa pubblica variante n. 4 P.I.P. Pannellia;
10 dicembre 2008
50
175
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ai sensi dell’art. 25 c.2 della L.R. 5/2007e art. 63 quater della L.R. 12.2008, la delibera ed i relativi elaborati progettuali saranno depositati presso la segreteria comunale (Ufficio Tecnico) per trenta (30) giorni effettivi decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso, durante le ore di apertura al pubblico.
Entro il periodo di deposito chiunque potrà presentare presso l’ufficio protocollo del Comune osservazioni ed opposizioni in carta legale.
Sedegliano, 26 novembre 2008
IL RESPONSABILE DEI SERVIZI TECNICI:
p.i.e Aldo Di Stefano
08_50_3_AVV_COM TORREANO 3 PRGC_030
Comune di Torreano (UD)
Estratto della deliberazione di Consiglio comunale n. 30 del
31.10.2008 avente ad oggetto: approvazione variante n. 3 al
PRGC - variante non sostanziale allo strumento urbanistico
di pianificazione comunale, di cui all’art. 63 comma 5 della LR
23.02.2007 n. 5, inerente modeste modifiche delle zone residenziali e delle norme di attuazione.
IL CONSIGLIO COMUNALE
omissis
UDITA la relazione tecnica dell’architetto Muston Andrea, il quale, richiamati i contenuti generali della
Variante, espone le osservazioni pervenute e procede all’illustrazione delle proposte di pronuncia sulle singole osservazioni e, qualora le stesse lo richiedano, sui singoli argomenti trattati nel contesto di
ciascuna osservazione; su richiesta del Sindaco, il consiglio Comunale, con votazione palese, si esprime
conformemente al tabulato di seguito riportato, approvando le proposte di pronuncia:
omissis
delibera
1. di approvare la proposta in premessa richiamata ed in conseguenza di adottare il presente atto con
la narrativa, la motivazione ed il dispositivo di cui alla proposta stessa, che qui si intende integralmente
trascritta;
(5. di approvare pertanto, ai sensi dell’art. 17 comma 7 del Decreto del Presidente della Regione
20.03.2008 n. 086/Pres, la Variante n. 3 al Piano regolatore generale comunale precedentemente adottata con deliberazione consiliare n. 17 del 30.06.2008, costituita dagli elaborati dei quali si componeva
in fase di adozione con l’integrazione del fascicolo unico denominato “Pronuncia motivata” contenente
la pronuncia motivata sulle singole osservazioni pervenute durante il periodo di deposito e le modifiche
conseguenti alla zonizzazione e alle norme tecniche d’attuazione;)
omissis
IL SINDACO:
dott. Paolo Marseu
08_50_3_AVV_COM TORREANO 4 PRGC_029
Comune di Torreano (UD)
Estratto della deliberazione di Consiglio comunale n. 31 del
31.10.2008 avente ad oggetto: Approvazione variante n. 4
al PRGC di Torreano ai sensi dell’art. 11 comma 2 del DPReg.
20.03.2008 n. 086/Pres.
IL CONSIGLIO COMUNALE
UDITA la relazione tecnica dell’architetto Muston Andrea, il quale, richiamati i contenuti generali della
Variante, espone le ragioni per cui l’unica osservazione pervenuta deve considerarsi non pertinente (in
quanto relativa ad un elemento - strada di collegamento tra i borghi di Montina e Prestento -, che non
176
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
viene contemplato dalla variante in esame), pertanto non costituisce oggetto di pronuncia motivata;
omissis
delibera
1. di approvare la proposta in premessa richiamata ed in conseguenza di adottare il presente atto con
la narrativa, la motivazione ed il dispositivo di cui alla proposta stessa, che qui si intende integralmente
trascritta;
(5. di approvare pertanto, ai sensi dell’art. 17 comma 7 del Decreto del Presidente della Regione
20.03.2008 n. 086/Pres, la Variante n. 4 al Piano regolatore generale comunale precedentemente adottata con deliberazione consiliare n. 11 del 29/04/2008, costituita dai medesimi elaborati dei quali si
componeva in fase di adozione e senza l’apporto di alcuna modifica o integrazione;)
omissis
IL SINDACO:
dott. Paolo Marseu
08_50_3_AVV_COMUNITA’ MC decr 35 espropri_007
Comunità montana della Carnia - Tolmezzo (UD) - Servizio espropri associato - Associazione dei Comuni del Parco
intercomunale delle Colline Carniche Villa Santina - Enemonzo - Lauco e Raveo
Comune di Raveo. Espropriazione immobili per i lavori di realizzazione di una struttura con finalità ricreative e sportive nella
frazione di Esemon di Sopra. Decreto n. 35/2008 di esproprio
sottoposto a condizione sospensiva (art. 23 del DPR 8 giugno
2001 n. 327).
IL RESPONSABILE
omissis
Visto il D.P.R. 8 giugno 2001 . n. 327 e successive modificazioni;
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione dell’opera in oggetto, ai sensi dell’art.23 del D.P.R. n. 327/2001, è pronunciata a
favore del Comune di Raveo con sede in Raveo - codice fiscale 84003030305 - l’espropriazione degli
immobili di seguito indicati - sotto la condizione sospensiva che il presente decreto sia notificato ed
eseguito nei modi e termini previsti dall’art. 24 del citato D.P.R. 327/2001:
COMUNE DI RAVEO N.C.T. (Nuovo Catasto Terreni):
1) Foglio 16 Mappale 437 (ex 101) di mq 28 - quota da espropriare 1/1
Indennità corrisposta: € 677,60
Ditta:
DARIO LUIGI n. a Tolmezzo il 21/10/1956 (C.F. DRALGU56R21L195D) - proprietà 1/1
2) Foglio 16 Mappale 110 di mq 1500 - quota da espropriare 1/1
Indennità corrisposta: € 36.300,00
Ditta:
BONI ADELE n. a Zara il 27/02/1932 (C.F. BNODLA32B6M149W) - proprietà 1/1
3) Foglio 16 Mappale 375 di mq 60 - quota da espropriare 1/1
Indennità corrisposta: € 1.509,00
Ditta:
DEL DEGAN LUCIANA n. a Raveo il 30/12/1941 (C.F. DLDLCN41T70H200V) - propr. 1/1
4) Foglio 16 Mappale 377 di mq 5 - quota da espropriare 1/1
Indennità corrisposta: € 121,00
10 dicembre 2008
50
177
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ditta:
DEL DEGAN SARA n. a Svizzera il 11/06/1972 (C.F. DLDSRA72H51Z133X) - proprietà 1/1
5) N.C.E.U. (Nuovo Catasto Edilizio urbano)
Foglio 16 Mappale 387 - cat. C/2 cl. 1ª - cons. mq 15 (corrispondente al N.C.T. al fg.16 mn.387 ente
urbano di are mq 120) - quota da espropriare 1/1
Indennità corrisposta: € 5.477,00
Ditta:
DEL DEGAN UMBERTO n. a Raveo il 18/04/1935 (C.F. DLDMRT35D18H200M) - proprietà 1/2 in
regime di comunione legale dei beni con Toffolon Luigia
TOFFOLON LUIGIA n. a Pravisdomini il 10/10/1934 (C.F. TFFLGU34R50H010J) - proprietà 1/2 in
regime di comunione legale dei beni con Del Degan Umberto
Art. 2
Art. 3
A cura della Comunità Montana della Carnia, il presente decreto, dovrà essere notificato alle ditte espropriate, nelle forme degli atti processuali civili, registrato e trascritto presso i competenti uffici nei termini
di legge, nonché inserito per estratto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica o nel Bollettino Ufficiale
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Il presente provvedimento è impugnabile ai sensi dell’art. 21 della legge 6 dicembre 1971 n. 1034 avanti
al T.A.R. del Friuli Venezia Giulia entro 60 (sessanta) giorni da quello in cui l’interessato ne abbia ricevuto
notifica o ne abbia comunque avuta piena conoscenza ovvero, in via alternativa, entro 120 (centoventi)
giorni con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 24 novembre
1971 n. 1199. L’opposizione di terzi è proponibile entro i 30 (trenta giorni) successivi alla pubblicazione
dell’estratto di cui al precedente art. 2 del presente decreto; decoroso tale termine in assenza di impugnazioni anche per i terzi l’indennità rimane fissata nelle somme relative agli importi depositati.
Raveo, 24 novembre 2008
IL RESPONSABILE DELL’UFFICIO ESPROPRI:
p.i. Pier Luigi De Campo
08_50_3_AVV_DIR LLPP PN 20-11 Com Sacile
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione
provinciale lavori pubblici - Pordenone
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, della LR 3 luglio
2002, n. 16. Decreto di concessione a sanatoria di derivazione
d’acqua al Comune di Sacile.
Con decreto del Responsabile delegato di posizione organizzativa n. ALPPN/2/812/IPD/1245 emesso
in data 06.10.2008, è stato concesso al Comune di Sacile il diritto di continuare a derivare, per un periodo di 10 anni decorrenti dalla data del decreto, moduli max 0,050 (pari a litri/secondo 5) d’acqua, medi
0,0015 mediante un pozzo realizzato sul terreno distinto in catasto al foglio 8 mappale 103 del Comune
di Sacile, per l’irrigazione del campo sportivo “Ermanno Sfriso”.
Pordenone, 20 novembre 2008
IL RESPONSABILE DELEGATO DI P.O.:
dott.ssa Elena Marchi
08_50_3_AVV_DIR LLPP PN 20-11 Rivate
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione
provinciale lavori pubblici - Pordenone
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, della LR 3 luglio
2002, n. 16. Decreto di concessione a sanatoria di derivazione
d’acqua alla ditta Azienda agricola Rivate di Celotto Antonio &
C. Sas (IPD/1740).
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
178
Con decreto del Responsabile delegato di posizione organizzativa n. ALPPN/2/889/IPD/1740, emesso
in data 03.11.2008, è stato concesso alla Ditta Azienda Agricola Rivate di Celotto Antonio & C. sas il diritto di continuare a derivare, per periodo di 10 anni decorrenti dalla data del decreto, moduli complessivi
max 0,005 (pari a litri/secondo 0,5) d’acqua, mediante un pozzo realizzato sul terreno distinto in catasto
al foglio 23 mappale 34 del Comune di Fiume Veneto, per il locale dei servizi igienici del capannone.
Pordenone, 20 novembre 2008
IL RESPONSABILE DELEGATO DI P.O.:
dott.ssa Elena Marchi
08_50_3_AVV_DIR LLPP UD 28-11 COM Forni
Direzione centrale ambiente e lavori pubblici - Direzione
provinciale lavori pubblici - Udine
Pubblicazione ai sensi dell’art. 21, comma 5, LR 3 luglio 2002, n.
16. Provvedimenti di concessione di derivazione d’acqua a ditte
varie.
Con decreto del Responsabile Delegato di Posizione Organizzativa della Direzione Provinciale dei Lavori
Pubblici n.:
ALPUD/B/784/LPU IPD/3799 emesso il 26.09.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, al Comune di Forni si Sopra, il rinnovo al diritto di derivare moduli 0,85 d’acqua dal fiume Tagliamento in
Comune di Forni di Sopra, ad uso antincendio e pesca sportiva.
ALPUD/B/785/LPU IPD/3897 emesso il 26.09.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2023, al CAFC
Spa, il diritto di derivare moduli 0,0023 di acqua dalle sorgenti Zaguna 1 e Zaguna 2 in località Ieronizza
in Comune di Savogna al fg.13 mapp.4, ad uso potabile.
ALPUD/B/930/LPU IPD/5858 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, alla
Azienda Agricola di Torviscosa Spa, il diritto di derivare moduli 0,12 di acqua mediante un pozzo in Comune di Torviscosa al fg.34 mapp.4 e 6, ad uso zootecnico ed igienico sanitario.
ALPUD/B/931/LPU IPD/5930 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, al Comune di Terzo di Aquileia, il diritto di derivare moduli 0,025 di acqua mediante un pozzo in Comune di
Terzo di Aquileia al fg.17 mapp.1380/2, ad uso potabile.
ALPUD/B/932/LPU IPD/5558 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, alla
Ditta Enrico Ravanelli Spa, il rinnovo al diritto di derivare moduli 0,30 di acqua mediante un pozzo in
Comune di Venzone al fg.1 mapp.130, ad uso industriale.
ALPUD/B/933/LPU IPD/5928 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, alla Ditta Valerio Cristina, il diritto di derivare moduli 0,26 di acqua mediante due pozzi in Comune di Bagnaria
Arsa rispettivamente al fg.10 mapp.42 e fg.1 mapp.92, ad uso irriguo.
ALPUD/B/934/LPU IPD/5694 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2017, alla
Ditta LO.GI.CA.Spa, il diritto di derivare moduli 0,01 di acqua mediante un pozzo in Comune di Buia al
fg.1 mapp.457/459, ad uso potabile.
ALPUD/B/936/LPU IPD/5842 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, alla Ditta Kuwait Petroleum Italia Spa, il diritto di derivare moduli 0,015 di acqua mediante un pozzo in Comune
di Basiliano al fg.43 mapp.34, ad uso potabile ed autolavaggio.
ALPUD/B/937/LPU IPD/5868 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 16.11.2028, al Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento, il diritto di derivare moduli 1,00 di acqua mediante un pozzo in
Comune di Remanzacco al fg.10 mapp.260, ad uso irriguo.
ALPUD/B/938/LPU IPD/3168 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 21.02.2018, al Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento, il diritto di derivare moduli 3,20 di acqua mediante un pozzo in
Comune di Lestizza al fg.35 mapp.124, ad uso irriguo.
ALPUD/B/939/LPU IPD/2351 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 29.05.2028, al Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento, il rinnovo al diritto di derivare moduli 1,92 di acqua mediante un
pozzo in Comune di Bertiolo al fg.3 mapp.696, ad uso irriguo.
ALPUD/B/940/LPU IPD/3052 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2017, alla Dit-
10 dicembre 2008
50
179
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ta Unicalcestruzzi Spa, il rinnovo al diritto di derivare moduli 0,46 di acqua mediante un pozzo in Comune
di San Daniele del Friuli al fg.3 mapp.243, ad uso industriale.
ALPUD/B/941/LPU IPD/3082 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2015, alla Ditta Unicalcestruzzi Spa, il rinnovo al diritto di derivare moduli 0,30 di acqua mediante un pozzo in Comune
di Venzone al fg.1 mapp.127, ad uso industriale.
ALPUD/B/942/LPU IPD/3457 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2017, alla
Ditta Novelli Francesco, Della Maestra Giovanni, Roiatti Sandro e Zuliani Giuseppe, il rinnovo al diritto
di derivare moduli 0,58 di acqua mediante un pozzo in Comune di Basiliano al fg.23 mapp.213, ad uso
irriguo.
ALPUD/B/943/LPU IPD/3123 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 31.12.2017, alla
Ditta Scarsini Giulio Eredi s.n.c., il rinnovo al diritto di derivare moduli 0,30 di acqua mediante un pozzo in
Comune di Verzegnis al fg.4 mapp.179, ad uso industriale.
ALPUD/B/944/LPU IPD/2357 emesso il 17.11.2008 è stato concesso fino a tutto il 23.06.2028, al Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento, il rinnovo al diritto di derivare moduli 2,49 di acqua mediante un
pozzo in Comune di Mortegliano al fg.17 mapp.283, ad uso irriguo.
Udine, 28 novembre 2008
IL RESPONSABILE DELEGATO DI P.O.:
dott. ing.Giovanni Ceschia
08_50_3_AVV_PROV Udine decr 50 espropri_004
Provincia di Udine - Area tecnica - Servizio Viabilità - UO
Espropri Stime Catasto
Decreto n. 50 del 24.11.2008. Intervento urgente di protezione
civile per la messa in sicurezza di versanti in frana a salvaguardia della viabilità provinciale della SP n. 38 “del Cornappo”. Decreto di costituzione di servitù per la realizzazione di barriere
paramassi.
IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO ESPROPRIAZIONI
Richiamato il D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327;
(omissis)
DECRETA
Art. 1
E’ costituita, a favore della S.P. n. 38 “del Cornappo” di proprietà della Provincia di Udine con sede in P.zza
Patriarcato, 3 (P.IVA 00400130308) una servitù per l’apposizione di barriere paramassi e pali di sostegno
per la messa in sicurezza di versanti in frana a salvaguardia della viabilità provinciale gravante sugli immobili di seguito indicati omissis:
1) Ditta Proprietaria:
MANZOCCO Ilia nata a Nimis il 07.06.1938 prop. per 3/27 (omissis);
MANZOCCO Riccardo nato a Nimis il 11.11.1929 prop. per 3/27 (omissis);
VIZZUTTI Edgarda nata a Nimis il 13.04.1958 prop. per 15/27 (omissis);
VIZZUTTI Lina nata a Nimis il 06.07.1910 prop. per 6/27 (omissis);
Comune Censuario di Nimis Fo. 6 mapp. 22 di mq. 11.290 zona interessata mq. 50, Natura Bosco
omissis
2) Ditta Proprietaria: ORLANDO Carlo nato a Udine il 28.01.1961 prop. per intero omissis
Comune Censuario di Nimis Fo. n. 6 mapp. 298 (ex 24) di mq. 22.500 zona interessata mq. 1.400,
Natura Bosco omissis
(omissis)
IL DIRIGENTE:
ing. Daniele Fabbro
180
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_AVV_PROV Udine decr 51 espropri_005
Provincia di Udine - Servizio Viabilità
Decreto di esproprio n. 51 del 24.11.2008. Lavori di completamento raccordi stradali presso il ponte sul torrente Corno in
frazione Dolegnano.
IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO ESPROPRIAZIONI
omissis
Visto il D.P.R. n. 327/2001;
DECRETA
Art. 1
Sono espropriati -omissis- a favore dell’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI UDINE con sede a Udine
in p.zza Patriarcato n. 3 (P. IVA 00400130308) gli immobili occorrenti per i lavori di completamento raccordi stradali presso il ponte sul torrente Corno in frazione Dolegnano, ed identificati come di seguito:
1)
Ditta Proprietaria DI ERRE LEGNO srl con sede a 33048 San Giovanni al Natisone in via Dolegnano
di Sopra n.9, prop. 1/1, c.f. 01121680308; Comune Censuario San Giovanni al Natisone, Fgl 2, Map.
le 282, Sup. mq 129, Natura ente urbano praticata € 2696,10;
2)
Ditta Proprietaria
Mainardis Nadia nata a Udine il 12/08/1963; prop 1/1, c.f. MNRNDA63M52L483K propr. per 1/1;
Comune Censuario San Giovanni al Natisone Fgl 2, Map.le 284 Sup. mq 18 Natura ente urbano
Indennità € 89,10;
3)
Ditta Proprietaria
Mainardis Nadia nata a Udine il 12/08/1963; prop. 1/1, c.f. MNRNDA63M52L483K propr. per 1/1;
Comune Censuario San Giovanni al Natisone Fgl 2 Map.le 283 Sup. mq 57 Natura ente urbano
Indennità € 2508,00.
omissis
IL DIRIGENTE:
ing. Daniele Fabbro (o suo delegato)
08_50_3_CNC_AZ OSP SM MISERICORDIA GRADUATORIA MEDICO GINECOLOGOC_027
Azienda Ospedaliero-Universitaria “S. Maria della Misericordia” - Udine
Graduatoria di merito del concorso pubblico, per titoli ed esami,
a n. 4 posti di dirigente medico di ginecologia e ostetricia.
Con Decreto del Direttore Generale 14.11.2008 n. 820-57409, è stata approvata la seguente graduatoria di merito del concorso pubblico in epigrafe:
n.
posiz. in
graduat.
1
2
3
4
5
cognome e nome
luogo e data di nascita
totale (su punti 100)
ANGELINI dott.ssa Marta
CALCAGNO dott. Angelo
DELLA MARTINA dott.ssa Monica
TUROLDO dott.ssa Daniela
FRUSCALZO dott. Arrigo
San Vito al Tagliamento(PN) 28/09/1972
Comiso (RG) 20/02/1978
Udine 21/01/1975
San Vito al Tagliamento(PN) 28/04/1973
Montebelluna (TV) 24/11/1972
punti 92,200
punti 88,000
punti 86,651
punti 86,523
punti 76,923
e sono stati dichiarati vincitori i sigg.:
•
•
•
ANGELINI dott.ssa Marta
CALCAGNO dott. Angelo
DELLA MARTINA dott.ssa Monica
10 dicembre 2008
50
181
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
•
TUROLDO dott.ssa Daniela
IL RESPONSABILE S.O.C. POLITICHE
E GESTIONE RISORSE UMANE:
dott.ssa Maria Sandra Telesca
08_50_3_CNC_AZ SS4 concorso tecnico prevenzione_010
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Bando di concorso pubblico per titoli ed esami a n. 1 posto di cps
tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.
In attuazione della deliberazione n. 764 del 13.11.2008, esecutiva ai sensi di legge, è bandito concorso
pubblico, per titoli ed esami, per la copertura dei sotto indicati posti, vacanti nella vigente dotazione
organica:
Ruolo sanitario: personale di vigilanza ed ispezione
Profilo professionale: collaboratore professionale sanitario
n. 1 posto tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro categoria D - fascia
base
L’indizione del bando si è resa possibile in quanto il Centro per l’impiego di Udine non ha segnalato la
presenza a livello regionale di figure professionali in disponibilità corrispondenti a quelle per cui s’intende
dar corso alla procedura concorsuale, in conformità a quanto previsto dall’art. 7 della legge n. 3/2003.
All’assunzione nel posto si provvederà in conformità alle norme ed alle disposizioni in vigore in materia.
Per l’ammissione al concorso e le modalità di espletamento dello stesso si applicano le vigenti disposizioni in materia e, in particolare quelle stabilite dal DPR 27.03.2001 n. 220, pubblicato sul supplemento
n. 144/L alla G.U. n. 134 del 12.06.2001 nonché quanto previsto dall’allegato n. 1 del CCNL comparto
sanità datato 20.09.2001.
Si applicano, inoltre, le disposizioni in materia di cui alla legge 15.05.1997 n. 127 e successive modifiche
ed integrazioni, nonché quelle contenute sull’argomento nelle circolari ministeriali applicative.
L’amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed al trattamento sul lavoro (art. 7 del D.L.vo 30.03.2001 n. 165 e D.L.vo 11.4.2006 n. 198).
Si applica, inoltre, in materia di trattamento dei dati personali, il D.L.vo 30 giugno 2003 n. 196.
Sono di seguito riportati:
• nella prima parte: i requisiti specifici di ammissione e le prove di esame per il posto a concorso
• nella successiva normativa generale: i requisiti generali di ammissione e le modalità di espletamento
del concorso
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE E PROVE D’ESAME
Requisiti specifici di ammissione
• Diploma universitario (*) di tecnico della prevenzione nell’ambiente e luoghi di lavoro, conseguito ai
sensi dell’art. 6, comma 3, del Decreto legislativo n. 502/1992 (D.M. sanità n. 58 del 17.01.1997)
A tale titolo sono equiparati, ai sensi della L. n. 42 del 26.2.99, i diplomi ed attestati conseguiti in base al
precedente ordinamento ed indicati nel D.M. Sanità del 27.07.2000
ovvero
• Tecnico con funzione ispettiva per la tutela della salute nei luoghi di lavoro - DPR 10.3.1982 n. 162 - L.
11.11.1990 n. 341
• Tecnico per la protezione ambientale e per la sicurezza - DPR 10.3.1982 n. 162 - Legge 11.11.1990 n.
341
• Tecnico di igiene ambientale e del lavoro - DPR 10.3.1982 n. 162 - L. 11.11.90 n. 341
• Operatore vigilanza e ispezione - DPR 20.12.79 n. 761 - decreto 30.1.82 art. 81 del Ministro della
sanità
(*) Laurea di tecnico della prevenzione dell’ambiente e luoghi di lavoro ai sensi del D.M. 22.10.2004 n. 270 del Ministro dell’istruzione dell’Università e della ricerca.
Prove di esame
prova scritta: Svolgimento di un tema o soluzione di quesiti a risposta sintetica attinenti: L’organizzazione dipartimentale - Diritto Penale ‑ Diritto processuale penale ‑ Nozioni di diritto amministrativo ‑ Igiene
e sicurezza negli ambienti di lavoro ‑ Igiene degli alimenti - Legislazione in materie di alimenti e di Polizia
veterinaria ‑ Nozioni di microbiologia applicata agli alimenti ‑ Nozioni di chimica generale ed organica.
prova pratica: Modalità di prelevamento di campioni di alimenti ‑ Sistema di campionamento ambientale
(camp. Fisici e camp. Chimici) ‑ II verbale di contestazione ‑ La notizia di reato ‑ II sequestro ‑ Valutazione
di un lay‑out di una industria alimentare con particolare riguardo all’igiene e sicurezza sia dei lavoratori
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
182
che degli alimenti.
prova orale: Materie previste per la prova scritta nonché elementi d’informatica e verifica della conoscenza, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera scelta fra le seguenti: Francese-Inglese-Tedesco
NORMATIVA GENERALE DEI CONCORSI
1. Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione europea;
b) idoneità fisica all’impiego:
1) l’accertamento della idoneità fisica all’impiego - con l’osservanza delle norme in tema di categorie
protette - è effettuato da una struttura pubblica del SSN, prima dell’immissione in servizio;
2) il personale dipendente dalle amministrazioni ed enti di cui al n. 1 della presente lettera è dispensato
dalla visita medica;
c) titolo di studio per l’accesso al posto messo a concorso.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano
stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere
dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
2. Domanda di ammissione
La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice secondo l’allegato schema, deve
essere rivolta al Direttore generale dell’Azienda Sanitaria n. 4 Medio Friuli di Udine e presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5.
Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:
a) il cognome e nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza, codice fiscale
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente. I cittadini degli Stati membri dell’Unione europea devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di
provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana
(DPCM 7.2.94 n. 174)
c) il Comune d’iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione
dalle liste medesime
d) le eventuali condanne penali riportate
e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione richiesti per il concorso
f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione
di precedenti rapporti di pubblico impiego
h) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze
i) il proprio espresso impegno a raggiungere in caso di assunzione qualsiasi destinazione nell’ambito
della Azienda per i servizi sanitari
l) il domicilio presso il quale deve esser loro data ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione. In caso
di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla lettera a)
m) il consenso al trattamento dei dati personali (D.L.vo n. 196/2003) per uso amministrativo con l’indicazione di dati che non ritenga doversi pubblicizzare.
Ai fini del D.Lgs. 196/03 si informa che questa Azienda si impegna a rispettare il carattere riservato
delle informazioni fornite dal candidato; tutti i dati forniti saranno trattati solo per le finalità connesse
e strumentali al concorso ed alla eventuale stipula e gestione del contratto di lavoro, nel rispetto delle
disposizioni vigenti.
Si rende nel contempo noto che, nell’eventualità di non espresso consenso all’uso dei dati nel testo della
domanda, l’Amministrazione ritiene l’istanza quale silenzioso assenso ai fini di cui al precedente alinea
ed a quanto contenuto al punto 16 del presente bando;
n) l’indicazione della lingua straniera nella quale intendono effettuare la verifica.
I candidati portatori di handicap dovranno specificare nella domanda l’ausilio necessario in relazione al
proprio handicap, nonché a segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle
prove.
A tal fine gli stessi dovranno produrre apposita certificazione medica che specifichi:
• i sussidi necessari relativi alla condizione dell’handicappato
• i tempi aggiuntivi necessari all’avente diritto.
Le mancate dichiarazioni relativamente alle lettere d) e g) verranno considerate come il non aver riportato condanne penali e il non aver precedenti penali in corso ed il non aver prestato servizio presso
pubbliche amministrazioni.
La omessa indicazione nella domanda anche di un solo requisito richiesto per l’ammissione determina
10 dicembre 2008
50
183
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
l’esclusione dal concorso.
La domanda dovrà essere con firma autografa e non autenticata. Non verranno prese in considerazione
le domande non firmate dal candidato.
Ai fini dell’autocertificazione, coloro i quali presentano la domanda avvalendosi del servizio postale sono
tenuti a presentare in fotocopia, non autenticata, un documento di identità in corso di validità dal quale
si evinca l’Amministrazione emittente, la data ed il numero dello stesso.
Chi ha titolo a riserva di posti deve dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni
utili di cui sia in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.
Tutte le agevolazioni relative all’autocertificazione verranno applicate purché correttamente espresse.
3. Documentazione da allegare alla domanda
I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda:
• originale della quietanza o ricevuta di versamento della tassa di concorso di € 10,33.= in nessun caso
rimborsabile, (riferimento punto 4);
• fotocopia non autenticata ed in carte semplice di un documento d’identità valido;
• curriculum formativo e professionale datato e firmato
• elenco in triplice copia, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati, datato e firmato.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono allegare tutte le certificazioni relative
ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione
della graduatoria secondo le modalità di cui al DPR 28.12.00 n. 445.
Nel curriculum formativo e professionale vanno indicate le attività professionali e di studio (che devono
essere formalmente documentate), non riferibili a titoli già valutati nelle altre categorie, idonee ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire, nonchè gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici.
Vanno indicate, altresì, le attività di partecipazione a congressi, convegni o seminari che abbiano finalità
di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca scientifica. La partecipazione è valutata tenendo conto dei criteri stabiliti in materia dal regolamento sull’accesso al secondo livello
dirigenziale per il personale del ruolo sanitario del S.S.N. Sono valutate, altresì, la idoneità nazionale nella
disciplina prevista dal pregresso ordinamento e l’attestato di formazione manageriale disciplinato dal
predetto regolamento. Non sono valutate le idoneità conseguite in precedenti concorsi.
Il curriculum formativo e professionale qualora non formalmente documentato, ha unicamente uno scopo informativo e, pertanto, non attribuisce alcun punteggio, nè costituisce autocertificazione.
Nella certificazione o sulla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, relativa ai servizi presso le Aziende per i servizi sanitari o presso le Aziende ospedaliere deve essere attestato se ricorrano o meno le
condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del DPR 20.12.79 n.761, in presenza delle quali il punteggio
di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione
del punteggio. Devono, inoltre, essere indicati l’Azienda presso cui si è prestato o si presta servizio, le
qualifiche ricoperte, le discipline, le date iniziali e finali dei relativi periodi di attività e la tipologia del
rapporto di lavoro (tempo determinato/indeterminato - tempo pieno/parziale). Non saranno valutate
le dichiarazioni non complete o imprecise. In caso di produzione di certificati originali saranno valutati
esclusivamente i servizi le cui attestazioni siano rilasciate dal legale rappresentante dell’Ente presso cui
gli stessi sono prestati, o dal funzionario delegato.
Per la valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dal DPR n. 220/2001 agli artt. 8-11-20-21 e 22:
1. La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti:
a) 30 punti per i titoli
b) 70 punti per le prove d’esame
2. I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:
a) 30 punti per la prova scritta
b) 20 punti per la prova pratica
c) 20 punti per la prova orale
3. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
1) titoli di carriera punti 15
2) titoli accademici di studio punti 5
3) pubblicazioni e titoli scientifici punti 3
4) curriculum formativo e professionale punti 7
4. Titoli di carriera:
1) servizio nella figura professionale a concorso ante 01.09.2001 - ex C punti 1,20 per anno
2) servizio nella stessa categoria e figura professionale a concorso post 1.9.2001 punti 1,20 per anno
3) servizio nella categoria D) o Ds) nella medesima figura professionale ante 1.9.01 punti 1,32 per
anno
4) servizio nella categoria D) con funzioni di coordinamento o Ds nella medesima figura professionale
post 1.9.01 punti 1,32 per anno
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
184
5. I titoli accademici, di studio, le pubblicazioni ed i titoli scientifici ed il curriculum formativo e professionale si valutano con gli stessi criteri previsti dall’art. 11 del DPR 27.3.01 n. 220.
Il servizio prestato presso le Case di cura convenzionate o accreditate (art. 21 DPR 27.3.01 n. 220), con
rapporto continuativo, è valutato per il 25% della sua durata, come servizio prestato presso gli ospedali
pubblici nella categoria di appartenenza.
Ai sensi dell’art. 20 del DPR n. 220/01 i periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi,
di ferma volontaria e di rafferma prestati presso le Forze armate sono valutati con i corrispondenti punteggi previsti per i concorsi disciplinati dal DPR, n. 220/2001 per i servizi presso pubbliche amministrazioni, ove durante il servizio abbia svolto mansioni riconducibili al profilo a concorso, ovvero con il minor
punteggio previsto dal decreto suddetto per il profilo o mansioni diverse, ridotto del 50%. (Ai fini della
valutazione il candidato deve allegare copia autenticata del foglio matricolare e dello stato di servizio ai
sensi dell’art. 22 della L. 24.12.86 n. 958).
Il risultato della valutazione dei titoli deve essere reso noto agli interessati prima dell’effettuazione della
prova orale.
Ai sensi di legge non sono soggetti all’imposta di bollo la domanda ed i relativi documenti di
partecipazione.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge.
Il candidato può comprovare il possesso dei titoli facoltativi e obbligatori richiesti per l’ammissione al
concorso con dichiarazioni sostitutive da produrre contestualmente alla domanda di partecipazione. Tali
dichiarazioni per le quali non è richiesta autentica di firma, possono essere rese per stati, qualità personali e fatti (allegato n. 2), ai sensi dell’art.46 del DPR n. 445/00.
Le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà, possono essere rese per stati, qualità personali o fatti
che siano a diretta conoscenza dell’interessato (allegato n. 3), e ciò ai sensi dell’art. 47 del citato DPR.
Ove il candidato alleghi documenti e titoli alla domanda essi devono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge, ovvero in copia accompagnata da dichiarazione sostitutiva dell’atto di
notorietà con la quale l’interessato ne attesti la conformità all’originale. Tale dichiarazione di conformità
può essere estesa anche alle pubblicazioni. La sottoscrizione delle dichiarazioni sostitutive presentate
contestualmente alla domanda o richiamate dalla stessa non deve essere autenticata se tali dichiarazioni sono presentate o inviate unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento.
Dette autocertificazioni per poter essere prese in considerazione devono essere redatte in forma esaustiva in tutte le componenti.
Ambedue le dichiarazioni sostitutive devono contenere la clausola specifica che il candidato è consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere,di formazione o uso di atti falsi,richiamate
dall’art. 76 del DPR n. 445/00.
Per coloro che effettuano autocertificazioni viene sottolineato che:
• chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso, è punito ai sensi del codice penale
e delle leggi speciali in materia (art. 76 del DPR n. 445/00);
• l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive
rese (art. 71) con le modalità di cui all’art. 43 (accertamento d’ufficio);
• qualora dal controllo effettuato dall’Amministrazione emerga la non veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato
dall’Amministrazione stessa sulla base delle dichiarazioni non veritiere (art. 75).
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.
Per l’applicazione del diritto alle preferenze, nell’eventualità di parità di punteggio, previste dalle vigenti
disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
4. Modalità di versamento della tassa di concorso di € 10,33 (nello spazio riservato alla causale deve
essere sempre citato nel dettaglio il concorso a cui il versamento si riferisce).
• versamento su conto corrente postale n. 10003333, intestato all’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4
Medio Friuli-Servizio di tesoreria -Via Pozzuolo n. 330-33100 Udine
ovvero
• versamento su conto corrente bancario n. 2845347 ABI 02008 CAB 12310, (IBAN: IT 61 O 02008
12310 000002845347) intestato all’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 Medio Friuli presso Unicredit Banca
SpA - Servizio di tesoreria
5. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda e la documentazione ad essa allegata: - devono essere inoltrate a mezzo del servizio pubblico postale al seguente indirizzo: Direttore generale dell’Azienda Sanitaria n. 4 “Medio Friuli” - Via Pozzuolo n. 330 - 33100 Udine;
ovvero
• devono essere presentate (sempre intestate al Direttore generale dell’Azienda Sanitaria n. 4 Medio
Friuli direttamente all’Ufficio protocollo generale - Via Pozzuolo n. 330-Udine, nelle ore di ufficio (da
lunedì a venerdì - 9.00-13.00).
10 dicembre 2008
50
185
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
All’atto della presentazione della domanda, sarà rilasciata apposita ricevuta.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Le domande devono pervenire a pena di esclusione dal concorso, entro il 30° giorno dalla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La data di scadenza è quella riportata sul frontespizio del presente bando.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile purché spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento (la busta deve portare stampigliata tale dicitura) entro il termine indicato. A tal fine fa fede
il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento o ritardo nelle comunicazioni qualora essi dipendano da inesatta o illeggibile indicazione del recapito da parte dell’aspirante,
ovvero per la mancata o tardiva informazione circa eventuali mutamenti di recapito. Non saranno del
pari imputabili all’Amministrazione eventuali disguidi postali o telegrafici.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di
invio successivo di documenti è priva di effetto.
6. Esclusione dal concorso
L’esclusione dal concorso è disposta, con provvedimento motivato, dall’Azienda sanitaria, da notificarsi
entro trenta giorni dalla data di esecutività della relativa decisione.
7. Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice è nominata dall’Azienda sanitaria nei modi e nei termini stabiliti dall’art.
6 del DPR 27.3.01 n. 220.
8. Convocazione dei candidati
Il diario delle prove scritte sarà comunicato ai candidati, con raccomandata con avviso di ricevimento
non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove medesime.
Le prove del concorso, sia scritte che pratiche e orali, non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei
giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
Ai candidati che conseguono l’ammissione alle prove pratica e orale sarà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella prova scritta. L’avviso per la presentazione alla prova pratica e orale sarà
dato ai singoli candidati, almeno venti giorni prima, di quello in cui essi debbono sostenerla.
In relazione al numero dei candidati la Commissione può stabilire l’effettuazione della prova orale nello
stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso la comunicazione della avvenuta ammissione alla prova stessa sarà dato al termine della effettuazione della prova pratica.
La prova orale deve svolgersi in un’aula aperta al pubblico.
Al termine di ogni seduta dedicata alla prova orale, la Commissione giudicatrice forma l’elenco dei candidati esaminati, con l’indicazione dei voti da ciascuno riportati che sarà affisso nella sede degli esami.
Per essere ammessi a sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di documento personale di identità valido,
9. Formazione della graduatoria approvazione e dichiarazione del vincitore
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei candidati, tenendo presente le precedenze e le preferenze ai sensi della vigente normativa in materia.
La graduatoria sarà poi trasmessa al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria il quale, riconosciuta la
regolarità degli atti del concorso, la approva e procede, con proprio atto deliberativo alla dichiarazione
del vincitore.
10. Conferimento di posti ed utilizzazione della graduatoria
La graduatoria di merito dei candidati è formata secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva
riportata da ciascun candidato, con l’osservanza a parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del
DPR 9.5.94 n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.
Il Direttore generale, riconosciuta la regolarità degli atti del concorso, li approva.
Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui all’articolo 16 del DPR 9.5.94 n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.
La graduatoria di merito, unitamente a quella dei vincitori del concorso, è approvata con provvedimento
del direttore generale, ed è immediatamente efficace.
La graduatoria dei vincitori del concorso è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione.
La stessa rimane efficace, salvo modifiche, per un termine di trentasei mesi dalla data di approvazione
per eventuali coperture di posti per i quali il concorso è stato bandito e che successivamente ed entro
tale data dovessero rendersi disponibili.
11. Adempimenti del vincitore
I candidati dichiarati vincitori saranno invitati dall’Azienda sanitaria, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare, nel termine di giorni 30 dalla data di comunicazione, a pena di decadenza
nei diritti conseguenti alla partecipazione allo stesso:
a) i documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione al concorso;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
186
b) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza e preferenza a parità di valutazione.
I candidati possono avvalersi dell’istituto dell’autocertificazione, ai sensi della vigente normativa in
materia.
Inoltre, ai sensi del vigente contratto collettivo nazionale di lavoro e successive integrazioni, la stipulazione del contratto di lavoro individuale per l’immissione in servizio, sarà subordinata alla presentazione,
nei termini prescritti, di tutta la certificazione richiesta anche dal contratto in parola, oltre che alla verifica degli accertamenti sanitari.
I concorrenti vincitori del concorso e comunque coloro che sono chiamati in servizio a qualsiasi titolo
sono tenuti a regolarizzare le dichiarazioni ed i documenti esibiti e ciò con l’applicazione corretta delle
norme di legge in vigore.
Si preavvisa che nessun documento di cui al precedente alinea verrà restituito ai concorrenti (anche non
vincitori) inserito in graduatoria, per tutto il periodo di vigenza della graduatoria stessa.
12. Costituzione del rapporto di lavoro
Il rapporto di lavoro è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le disposizioni di legge, le
normative comunitarie e il C.C.N.L. per il comparto sanità.
Nel contratto individuale, per il quale è richiesta la forma scritta, sono comunque indicati:
a) tipologia del rapporto
b) data di inizio del rapporto di lavoro
c) qualifica di inquadramento professionale e livello retributivo iniziale
d) durata del periodo di prova
e) sede di prima destinazione.
Il contratto individuale specifica che il rapporto di lavoro è regolato dai contratti collettivi nel tempo
vigenti anche per le cause di risoluzione del contratto di lavoro e per i termini di preavviso. E’, in ogni
modo, condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’annullamento della procedura
concorsuale che ne costituisce il presupposto. Sono fatti salvi gli effetti economici derivanti dal rapporto
di lavoro prestato fino al momento della risoluzione.
L’Azienda prima di procedere all’assunzione, mediante il contratto individuale, invita l’interessato a presentare la documentazione prescritta dalla normativa vigente e dal bando di concorso, assegnandogli
un termine non inferiore a trenta giorni. Nello stesso termine l’interessato, sotto la sua responsabilità,
deve dichiarare, salvo quanto previsto dall’art.15, comma 9, di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità di cui alla vigente normativa in
materia. In caso contrario, unitamente ai documenti, deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova Azienda, fatto salvo quanto previsto dall’art.15, comma 11 ed articolo 17,
comma 9 del CCNL comparto sanità 1.9.95.
Scaduto inutilmente il termine di cui al comma precedente, l’Azienda comunica di non dar luogo alla
stipulazione del contratto.
13. Decadenza dalla nomina
Decade dall’impiego chi abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o viziati
da invalidità non sanabile. Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del competente
organo.
14. Periodo di prova
Il vincitore sarà assunto in prova per un periodo di 6 mesi, ai sensi e con le modalità di cui all’art. 15 del
CCNL 1.9.95.
15. Proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, modificazione, sospensione o revoca del medesimo
L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la presentazione
delle domande di ammissione al concorso, di modificare il numero dei posti messi a concorso, di sospendere o revocare il concorso stesso qualora, a suo giudizio, ne rilevasse la necessità o l’opportunità per
ragioni di pubblico interesse.
16. Trattamento dei dati personali
Ai sensi del D.L.vo n. 196/2003, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’U.O. concorsi ed assunzioni, per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti
alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle unità interessate allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridico-economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti previsti dal citato D.L.vo tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo
riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare
o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di
opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
10 dicembre 2008
50
187
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dei Responsabili delle Aree afferenti la S.O.C. Gestione risorse umane in relazione alle specifiche competenze.
17. Norme di salvaguardia
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, valgono, sempreché applicabili, le disposizioni contenute nel DPR 10.1.57 n. 3, nel DPR 3.5.57 n. 686, e successive modificazioni ed integrazioni e
nel DPR 9.5.94 n. 487, e successive modificazioni.
INFORMAZIONI
Per ulteriori informazioni e per ricevere, copia del bando, indispensabile alla corretta presentazione della
domanda, gli interessati potranno rivolgersi dalle ore 9.00 alle ore 13.00 - di tutti i giorni feriali (sabato
escluso) all’Area selezione e reclutamento -Via Pozzuolo n. 330 - Udine - Tel. 0432 806029/30/65 - oppure consultare il sito internet aziendale: www.ass4.sanita.fvg.it.
IL DIRETTORE GENERALE:
dott. Giorgio Ros
188
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS4 concorso tecnico prevenzione_010_DOMANDA
Schema della domanda di ammissione da redigersi in carta libera
All n. 1
AL DIRETTORE GENERALE
DELL'AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI
N. 4 MEDIO FRIULI
Via Pozzuolo n. 330 - 33100 UDINE (UD)
..l.. sottoscritt.. (a) …………………
CHIEDE
di essere ammess... al concorso pubblico per titoli ed esami a n.1 posto di c.p.s. TECNICO DELLA PREVENZIONE
NELL’AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO cat.D bandito il _____ con prot. n._____ /M.1.
A tal fine, sotto la propria responsabilità, dichiara:
- di essere nat.. a ............. il ............ codice fiscale ............;
- di risiedere in ..................,via ……........................n.......;
- di essere in possesso della cittadinanza italiana (ovvero: di essere in possesso del seguente requisito sostitutivo della
cittadinanza italiana ............;
- di essere iscritt.. nelle liste elettorali del Comune di .................. (ovvero: di non essere iscritt nelle liste elettorali per il
seguente motivo..……...);
- di non aver riportato condanne penali (ovvero precisare quali – vanno indicate anche quelle per le quali non è prevista la
menzione)………..
- di non aver procedimenti penali in corso.............
- diploma/laurea universitaria di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL’AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO conseguito il
......... presso ..….......(b);
- di aver prestato servizio militare quale ............ presso…… dal ......... al ........ (ovvero di non aver prestato servizio
militare per …...);
- di aver prestato servizio presso .............. dal ........... al ........... quale ............(indicare tutti servizi prestati presso
pubbliche amministrazioni precisando le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di impiego)
- di prestare attualmente servizio presso ..............………dal ................ quale……........... (ovvero di non prestare
attualmente alcun servizio)
- di manifestare il proprio consenso, ai sensi del D.L.vo n.196/03 al trattamento ed alla comunicazione dei dati personali
spontaneamente forniti nei limiti di cui all'avviso e subordinatamente al puntuale rispetto della presente normativa;
- di avere diritto alla riserva di posti, ovvero di aver diritto alla precedenza o preferenza in caso di parità di punteggio
per il seguente motivo: - allegare documentazione probatoria ….............… (c );
- di indicare, ai fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera, ………… (d);
- di essere disposto ad assumere servizio presso qualsiasi presidio/reparto dell'Azienda;
- di avere adeguata conoscenza della lingua italiana (tale dichiarazione deve essere sottoscritta unicamente dai cittadini di
uno degli Stati membri dell'Unione europea);
- di richiedere i seguenti benefici previsti dalla Legge n. 104/92 ……...... ed a tal fine allega certificazione relativa
all'handicap (tale dichiarazione deve essere sottoscritta unicamente dai portatori di handicap che intendono usufruire dei
benefici di cui all'art. 20 della Legge n.104/92).
- che l'indirizzo - con l'impegno di comunicare ogni eventuale variazione - al quale deve essere fatta necessaria
comunicazione relativa al presente avviso è il seguente:
- sig. ...................
Via.......….......n....
Tel. n. .......………
CAP. n.....CITTA'.....
DICHIARA INOLTRE
Che i documenti allegati sono conformi agli originali ai sensi dell'art. 19 del DPR 28.12.00 n. 445
Di essere consapevole della veridicità della presente domanda e di essere a conoscenza delle sanzioni penali di cui all'art. 76 del DPR
28.12.00 n. 445 in caso di false dichiarazioni.
Tutti i documenti e titoli presentati sono indicati nell'allegato elenco, firmato e redatto in triplice copia, in carta semplice.
Data,......
(firma autografa e non autenticata)
...........................
a) cognome e nome: le coniugate devono indicare il cognome da nubile;
b) indicare - per tutti i titoli di studio ed i diplomi professionali richiesti come requisito specifico - il tipo, gli istituti o enti che li hanno
rilasciato e le date di conseguimento;
c) tale precisazione è richiesta solo ai concorrenti che possono vantare detti diritti;
d) indicare obbligatoriamente la lingua straniera tra quelle proposte dal bando di concorso.
10 dicembre 2008
50
189
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
All.2
DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI
(ART. 46 DPR 44/00)
(da rilasciarsi solo in caso di dichiarazioni non inserite nel testo della domanda di concorso)
__l__ sottoscritt ________nat__ a __________ il _______ residente a _________________indirizzo ________________
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate
dall’art.76 del DPR 445 del 28.12.2000.
DICHIARA
di aver conseguito:
- i seguenti titoli di studio:
________________in data _______ presso
_____
________________in data ________ presso
_____
- i seguenti diplomi professionali:
- __________________________in data ________ presso ______________
-___________________________in data _________presso ______________
- _______________________________________________________________
- di essere iscritto/a all’albo professionale _________________________
della Provincia di _____________ dal _______________ posizione n.______
Dichiara di essere informato, secondo quanto previsto dal D. Lgs n.196/03, che i dati personali raccolti
saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale
la presente dichiarazione viene resa.
________________
(luogo,data)
Il/La dichiarante
_________________________
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
190
All.3
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(ART. 47 DPR 445/00)
(da rilasciarsi solo in caso di dichiarazioni non inserite nel testo della domanda di concorso)
__l__ sottoscritt __________________nat__ a ______________ il _______ residente a ________________________
ndirizzo _______________________________________________
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate
dall’art.76 del DPR 445 del 28.12.2000.
DICHIARA
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
Dichiara di essere informato, secondo quanto previsto dal D.L.vo n. 196/03 che i dati personali raccolti
saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale
la presente dichiarazione viene resa.
__________________
(luogo, data)
Il/La dichiarante
_____________________
10 dicembre 2008
50
191
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
A titolo puramente esemplificativo si riportano alcune formule che possono essere trascritte nel facsimile di dichiarazione
sostitutiva dell’atto di notorietà:
ƒ
ƒ
la copia del seguente attestato di partecipazione a corso/congresso/etc.:
_____________________________ __________________________________________________________________________
(titolo)
composta di n. _________ fogli è conforme all’originale.
ƒ
la copia del seguente titolo o documento: _______________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________________________________
composta di n. ____________ fogli è conforme all’originale.
ƒ
di aver prestato e/o di prestare servizio quale ____________________________________________________________________
(qualifica))
presso _________________________________________________________________________________________________
(Azienda o Ente)
dal ___________________________________ al __________________________________________________________
in qualità di dipendente dell__ stess _____________
ovvero
in qualità di dipendente della Cooperativa ________________________________________________________________________
Articolo 46 (ex DPR N.445/00)
Dichiarazioni sostitutive di certificazioni
1. Sono comprovati con dichiarazioni, anche contestuali all'istanza, sottoscritte dall'interessato e prodotte in sostituzione delle normali
certificazioni i seguenti stati, qualità personali e fatti:
a) data e il luogo di nascita;
b) residenza;
c) cittadinanza;
d) godimento dei diritti civili e politici;
e) stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
f) stato di famiglia;
g) esistenza in vita;
h) nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente;
i) iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
l) appartenenza a ordini professionali;
m) titolo di studio, esami sostenuti;
n) qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
o) situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefìci di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
p) assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto;
q) possesso e numero del codice fiscale, della partita I.V.A. e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria;
r) stato di disoccupazione;
s) qualità di pensionato e categoria di pensione;
t) qualità di studente;
u) qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
v) iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
z) tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di
servizio;
aa) di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di sicurezza
e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente
normativa
bb) di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
bb-bis) di non essere l'ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al D.L.vo 8.6.01 n.231
cc) qualità di vivenza a carico;
dd) tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile;
ee) di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato
Articolo 47 (ex DPR N. 445/00)
Dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà
1. L’atto di notorietà concernente stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato è sostituito da dichiarazione
resa e sottoscritta dal medesimo con la osservanza delle modalità di cui all’art.38.
2. La dichiarazione resa nell’interesse proprio del dichiarante può riguardare anche stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di
cui egli abbia diretta conoscenza.
3. Fatte salve le eccezioni espressamente previste per legge, nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i concessionari di pubblici
servizi, tutti gli stati, le qualità personali e i fatti non espressamente indicati nell’articolo 46 sono comprovati dall’interessato mediante la
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
4. Salvo il caso in cui la legge preveda espressamente che la denuncia all’Autorità di Polizia Giudiziaria è presupposto necessario per
attivare il procedimento amministrativo di rilascio del duplicato di documenti di riconoscimento o comunque attestanti stati e qualità
personali dell’interessato, lo smarrimento dei documenti medesimi è comprovato da chi ne richiede il duplicato mediante dichiarazione
sostitutiva.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
192
08_50_3_CNC_AZ SS4 SORTEGGIO COMMISSIONE VETERINARIO_022
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Sorteggio componenti commissione concorso pubblico per titoli ed esami a copertura di posto della dirigenza del ruolo sanitario.
A norma dell’art. 6 del DPR n. 483/97,alle ore 9.30 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul BUR regione Friuli Venezia Giulia, presso l’Area selezione e reclutamento
- SOC Gestione risorse umane dell’Azienda per i Servizi Sanitari n .4 Medio Friuli -Via Pozzuolo n. 330
Udine - la commissione appositamente nominata provvederà al sorteggio, con la procedura dei numeri
casuali, dei componenti le commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici per titoli ed esami a
n.1 posto di Dirigente veterinario - igiene della produzione, trasformazione, commercializzazione, conservazione e trasporto degli alimenti di origine animale e loro derivati
Si precisa che, se in detta seduta l’esito del sorteggio risulterà infruttuoso, lo stesso sarà ripetuto nella
medesima giornata delle settimane successive sino al completamento dei nominativi dei componenti
la Commissione.
Udine, 21 novembre 2008
IL DIRETTORE GENERALE:
dott. Giorgio Ros
08_50_3_CNC_AZ SS4 sorteggio commissioni_008
Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli” - Udine
Sorteggio componenti commissione concorsi pubblici per titoli ed esami a copertura di posti della dirigenza del ruolo
sanitario.
A norma sensi dell’art.6 del DPR n.483/97,alle ore 9.30 del trentesimo giorno successivo alla data di
pubblicazione del presente avviso sul BUR regione Friuli Venezia Giulia, presso l’Area selezione e reclutamento-SOC Gestione risorse umane dell’Azienda per i Servizi Sanitari n.4 Medio Friuli-Via Pozzuolo
n.330 Udine-la commissione appositamente nominata provvederà al sorteggio, con la procedura dei
numeri casuali, dei componenti le commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici per titoli ed esami a:
• n. 1 posto di Dirigente medico di neuropsichiatria infantile
• n. 1 posto di Dirigente medico di medicina fisica e riabilitazione
Si precisa che, se in detta seduta l’esito del sorteggio risulterà infruttuoso, lo stesso sarà ripetuto nella
medesima giornata delle settimane successive sino al completamento dei nominativi dei componenti
la Commissione.
Udine, 12 novembre 2008
IL DIRETTORE GENERALE:
dott. Giorgio Ros
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_1
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Pordenone
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 9 posti di
collaboratore professionale sanitario - infermiere.
In esecuzione della determinazione n. 1401 del 04.09.2008, si rende noto che è bandito pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di:
n. 9 Posti di collaboratore professionale sanitario - infermiere
Profilo professionale: collaboratore professionale sanitario - personale: infermieristico
Categoria “D” - Fascia iniziale.
Il concorso è disciplinato dal D.P.R. 20.12.1979, n. 761 e successive integrazioni e modificazioni, dal
10 dicembre 2008
50
193
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
D.P.R. 220 del 27.3.2001, dalla Legge 20.5.1985, n. 207, dalla Legge n. 127/1997 e successive modifiche
ed integrazioni, dal D.M. 739/94, dal D.Lgs.vo n. 165/2001, dal D.P.R. 487/94 e dal D.P.R. 445/2000.
L’Amministrazione garantisce la parità e la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro
ed il trattamento sul lavoro, così come stabilito dall’art. 7, 1° comma del D.Lgs.vo 30.3.2001, n. 165. Si
applica, inoltre, in materia di trattamento dei dati personali, il D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196.
Sono di seguito riportati:
nella prima parte: i requisiti specifici di ammissione e le prove d’esame per la posizione funzionale a
concorso;
nella successiva normativa generale: i requisiti generali di ammissione e le modalità di espletamento del
concorso.
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE
1. Diploma universitario di infermiere conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3 del D.Lgs.vo 30.12.1992
n. 502 e successive modificazioni e integrazioni ovvero i diplomi conseguiti in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario ai fini
dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici uffici;
2. Iscrizione all’albo professionale degli infermieri attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi
rispetto a quella di scadenza del bando; tale certificazione deve essere allegata alla domanda di partecipazione al concorso pena l’esclusione dallo stesso. Per quanto attiene a tale certificazione il candidato
può avvalersi di quanto previsto dal D.P.R. 445/2000 (autocertificazione).
PROVE D’ESAME
Prova scritta: tema o questionario a risposte sintetiche; potrà consistere anche nella soluzione di quesiti
a risposta sintetica vertenti su argomenti scelti dalla Commissione attinenti alle seguenti materie:
Igiene, epidemiologia e statistica medica.
Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica applicata.
Infermieristica generale e clinica.
Prova pratica: consistente nell’esecuzione di tecniche specifiche relative alle materie:
Igiene, epidemiologia e statistica medica.
Infermieristica generale e clinica
Prova orale: vertente sulle materie oggetto delle prove scritta e pratica.
La prova orale comprenderà, oltre che elementi di informatica, anche la verifica della conoscenza almeno a livello iniziale di una delle seguenti lingue straniere a scelta del candidato: inglese, francese o
tedesco.
NORMATIVA GENERALE DEI CONCORSI
1. Posti conferibili e utilizzazione della graduatoria
La graduatoria, approvata al termine delle operazioni concorsuali dall’Azienda, rimane valida, nei limiti
delle vigenti disposizioni di legge, per la copertura, secondo l’ordine della stessa, di posti vacanti o per
assunzioni a tempo determinato ai sensi delle vigenti disposizioni contrattuali, presso l’Azienda stessa.
2. Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei requisiti generali:
a. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea;
b. idoneità fisica all’impiego. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego - con l’osservanza delle norme in tema di categoria protette - è effettuato da una struttura pubblica del S.S.N. prima dell’immissione in servizio. E’ dispensato dalla visita medica il personale dipendente dalle Amministrazioni ed Enti del
S.S.N.;
c. titolo di studio previsto per l’accesso alle rispettive carriere.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data
di entrata in vigore del primo contratto collettivo.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
3. Domande di ammissione (Allegato 2)
Le domande di partecipazione al concorso, redatte in carta semplice, secondo l’allegato schema, devono
essere rivolte al Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria e precisamente:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170
Pordenone.
Le domande devono essere presentate o spedite nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5.
Nella domanda gli aspiranti devono obbligatoriamente dichiarare:
a) il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea
devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e politici anche nello stato di appartenenza o di pro-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
194
venienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana
(D.P.C. 7.2.1994, n. 174);
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione
dalle liste medesime;
d) eventuali condanne penali riportate;
e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione richiesti per i singoli concorsi;
f) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e la causa di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
h) la lingua straniera prescelta per la verifica della conoscenza della stessa;
i) di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003 n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata;
j) il domicilio presso il quale deve essere data, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione compreso
il numero di telefono se esistente. In caso di mancata indicazione vale la residenza di cui alla lettera a).
Chi ha titolo a riserva di posti deve dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni
utili di cui sia in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.
La omessa indicazione nella domanda anche di un solo requisito richiesto per l’ammissione, determina
l’esclusione dal concorso.
Non verranno prese in considerazione le domande non firmate dal candidato.
Ai sensi del D.P.R. 445/2000 le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda hanno valore di
autocertificazione.
4. Documentazione da allegare alla domanda
I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda:
originale della quietanza o ricevuta di versamento della tassa di concorso di € 10,33 in nessun caso
rimborsabile e ciò ai sensi del D.L. 30.12.1982, n. 952, intestata all’Azienda. Il versamento della tassa di
concorso deve essere effettuato con vaglia postale o con versamento diretto, ovvero mediante conto
corrente postale, intestato al servizio di Tesoreria dell’Azienda Sanitaria, come di seguito specificato:
Servizio di Tesoreria dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” presso “Unicredit Banca
S.p.a.” - Via Mazzini, 3 - Pordenone (conto corrente postale n. 10058592).
Nello spazio riservato alla causale deve essere sempre citato nel dettaglio il concorso a cui il versamento
si riferisce.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono allegare tutte le certificazioni relative ai
titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della
graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice, datato e
firmato.
In tale curriculum vanno indicate le attività professionali e di studio (che devono essere formalmente
documentate), idonee ad evidenziare ulteriormente, il livello di qualificazione professionale acquisito
nell’arco dell’intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire. Vanno indicate,
altresì, le attività di partecipazione a congressi, convegni, seminari anche come docente o relatore, nonché gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici. Non sono valutabili le idoneità conseguite in
precedenti concorsi.
Nella certificazione o dichiarazione sostitutiva di atto notorio (a cui va allegata fotocopia del documento di identità) relativa ai servizi prestati presso le Unità Sanitarie Locali - Aziende per i Servizi Sanitari
- Aziende Ospedaliere, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma
dell’articolo 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve
essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.
In caso di produzione di certificati, saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni (con l’indicazione se trattasi di rapporto di dipendenza o di attività libero-professionale) siano rilasciate dall’Autorità competente dell’Ente presso cui i servizi stessi sono stati prestati.
Per la valutazione di attività prestate in base a rapporti convenzionali i relativi certificati di servizio devono riportare, oltre che l’indicazione dell’attività svolta e della durata, l’orario di attività settimanale.
Per la valutazione dei servizi resi con rapporto continuativo presso le Case di cura convenzionate o accreditate (art. 21 del D.P.R. 220/2001) anche quest’ultima caratteristica deve risultare contenuta nella
certificazione.
I servizi prestati all’estero dovranno essere documentati secondo i criteri di cui all’art. 22 del D.P.R.
220/2001.
I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria, di rafferma, prestati
presso le Forze armate ai sensi dell’art. 22 della L. 24.12.1986, n. 958, saranno valutati secondo i criteri e
le modalità di cui all’art. 20, comma 2, del D.P.R. n. 220/2001.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ed esente da bollo o
autocertificati secondo quanto indicato al successivo punto 4/bis.
10 dicembre 2008
50
195
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa ed elencate, previa numerazione, dettagliatamente in
apposito elenco.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco firmato dei documenti e dei titoli presentati, numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo.
Per l’applicazione del diritto delle preferenze, delle precedenze e delle riserve dei posti, previste dalle
vigenti disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
4 bis. Dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e/o dichiarazioni sostitutive di certificazioni:
modalità di presentazione (Allegato 3)
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, il candidato ha facoltà, in sostituzione della documentazione richiesta a
corredo della domanda, di presentare dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dell’atto di notorietà.
Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni possono essere rese anche contestualmente all’istanza.
Le dichiarazioni sostitutive, che devono essere sottoscritte dal candidato e prodotte unitamente a copia
fotostatica di un documento di identità, valido, del sottoscrittore, possono essere rese come segue:
a) negli appositi moduli predisposti dall’Ente o su un foglio, in carta semplice, contenente il richiamo
alle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci o di false
attestazioni spedita o consegnata unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento valido
del sottoscrittore;
b) davanti al dipendente addetto a ricevere la documentazione, previa esibizione di un documento valido
del sottoscrittore;
c) dinanzi al notaio, cancelliere, segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco.
La compilazione delle dichiarazioni sostitutive senza il rispetto delle modalità sopra indicate comporta
l’invalidità dell’atto stesso.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese con dettagliata specificazione, avuto riguardo ai vari elementi che
potrebbero comportare eventuale attribuzione di punteggio da parte dell’apposita Commissione, pena
la non valutazione.
In particolare il candidato è tenuto a specificare espressamente ed in modo chiaro ed univoco:
1) per i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e per il servizio militare di leva: l’esatta indicazione, denominazione e sede dell’amministrazione - datore di lavoro, la posizione funzionale ed il profilo
professionale dell’inquadramento, se trattasi di servizio a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato, con rapporto di lavoro a tempo pieno o parziale (in tal caso deve essere dichiarato anche l’impegno orario settimanale); il periodo di lavoro deve essere esattamente precisato dalla data di inizio a
quello di termine, con indicazione di eventuali interruzioni del rapporto e, per il personale dipendente del
S.S.N., la posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 761/1979. In caso di interruzione
del rapporto di lavoro indicarne esattamente le cause. Non va riportato il servizio riconosciuto ai soli fini
economici;
2) per i titoli di studio: data, sede e denominazione completa dell’Istituto nel quale il titolo è stato
conseguito;
3) per l’Iscrizione all’Albo: indicazione del numero e della data di iscrizione nonché la sede dell’Albo. Indicare eventuali periodi di sospensione e relative cause;
4) per la documentazione prodotta in fotocopia non autenticata il candidato, ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. 445/2000, può presentare la copia semplice unitamente a dichiarazione sostitutiva di atto di
notorietà in cui ne attesti la conformità agli originali.
Il candidato qualora si sia avvalso della facoltà di cui al precedente alinea, è tenuto a produrre la documentazione relativa a quanto autocertificato, su richiesta dell’Azienda. Il candidato sarà eliminato dalla
graduatoria finale qualora l’Amministrazione non riscontri l’esatta corrispondenza della documentazione presentata rispetto a quanto autocertificato.
5. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice e corredata dalla documentazione
richiesta dal bando deve essere intestata al Direttore Generale dell’A.S.S. n. 6 “Friuli Occidentale” e presentata con le seguenti modalità:
• in busta chiusa direttamente presso l’Ufficio protocollo - 3° piano - stanza 55 - Via della Vecchia Ceramica n. 1 - Pordenone, da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00;
oppure
• a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda per i
Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica 1 - 33170 Pordenone.
Sulla busta contenente la domanda di partecipazione dovrà essere riportata l’indicazione del concorso
cui il candidato intende partecipare, e deve essere altresì indicato il mittente con il relativo indirizzo.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Le domande devono pervenire, a pena di esclusione dal concorso, entro il 30° giorno successivo alla data
di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
196
La data di scadenza è quella riportata sul frontespizio del presente bando.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile purché spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento (la busta deve portare stampigliata tale dicitura) entro il termine indicato.
A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Azienda sanitaria non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento o ritardo nelle comunicazioni qualora essi dipendano da inesatta o illeggibile indicazione del recapito da parte dell’aspirante,
ovvero per la mancata o tardiva informazione circa eventuali mutamenti di recapito.
Non saranno del pari imputabili all’Azienda stessa eventuali disguidi postali o telegrafici.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di
invio successivo di documenti è priva di effetto.
Per quanto concerne le procedure concorsuali fino alla nomina nel posto del vincitore si fa rinvio alla
vigente normativa in materia.
6. Esclusione dal concorso
L’esclusione dal concorso è adottata dal competente Organo dell’Azienda ed è disposta con provvedimento motivato, da notificarsi entro trenta giorni dalla data di esecutività del provvedimento stesso.
7. Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice è nominata dal competente Organo nei modi e nei termini stabiliti dalla
normativa vigente.
8. Convocazione dei candidati
Il diario e la sede della prova scritta saranno pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 4ª serie speciale “Concorsi ed Esami”, non meno di quindici giorni prima dell’inizio della prova medesima,
ovvero, in caso di numero esiguo di candidati, sarà comunicato agli stessi con lettera raccomandata con
avviso di ricevimento non meno di quindici giorni prima dell’inizio della prova.
L’avviso per la presentazione alla prova pratica ed orale sarà dato ai singoli candidati almeno venti giorni
prima di quello in cui essi debbono sostenerla. In relazione al numero dei candidati, la prova orale può
essere effettuata nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. La prova orale si svolgerà in
aula aperta al pubblico.
Le prove del concorso non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
Per essere ammessi a sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di documento personale di identità, valido.
9. Punteggio
Per la valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dal DPR 220/2001 agli artt. 8, 20, 21 e 22.
La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti:
a) 30 punti per i titoli;
b) 70 punti per le prove d’esame.
I punti per le prove d’esame sono così suddivisi:
a) 30 punti per la prova scritta
b) 20 punti per la prova pratica
c) 20 punti per la prova orale
La ripartizione dei punti per la valutazione dei titoli viene così stabilita:
a) titoli di carriera: 15 punti
b) titoli accademici e di studio: 5 punti
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 punti
d) curriculum formativo e professionale: 7 punti
10. Valutazione delle prove d’esame
Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza,
espressa in termini numerici di almeno 21/30.
Il superamento della prova pratica e della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.
11. Formazione della graduatoria, approvazione e dichiarazione del vincitore
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei
candidati.
Nel caso in cui alcuni candidati ottenessero il medesimo punteggio a conclusione delle operazioni di
valutazione dei titoli e delle prove di esame, essendo contestualmente privi di altri titoli preferenziali, ai
sensi della L. 191/1998, sarà preferito il candidato più giovane di età.
La graduatoria sarà poi trasmessa al competente Organo, il quale, riconosciuta la regolarità degli atti del
concorso, la approva e procede, con proprio provvedimento, alla dichiarazione del vincitore.
La graduatoria del concorso sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
12. Adempimenti dei vincitori
Il concorrente dichiarato vincitore sarà invitato dall’Amministrazione a produrre, nel termine di trenta
10 dicembre 2008
50
197
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
giorni dalla data di comunicazione e sotto pena di decadenza, tutti i titoli ed i documenti necessari per
dimostrare il possesso dei requisiti specifici e generali prescritti per l’ammissione al concorso.
L’Azienda verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata
la data di presa di servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio. Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di
non dar luogo alla stipulazione del contratto.
Si preavvisa che nessun documento di cui al precedente alinea verrà restituito ai concorrenti, (anche non
vincitori) inseriti in graduatoria per tutto il periodo di vigenza della graduatoria stessa.
13. Costituzione del rapporto di lavoro
Il rapporto di lavoro a tempo indeterminato è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le
disposizioni di legge, della normativa comunitaria e del C.C.N.L. vigente.
Nel contratto di lavoro individuale, per il quale è richiesta la forma scritta, sono comunque indicati:
a) tipologia del rapporto di lavoro;
b) data di inizio del rapporto di lavoro;
c) profilo professionale e relativo trattamento economico;
d) attribuzioni corrispondenti alla posizione funzionale di assunzione previste dalle vigenti disposizioni
legislative e regolamentari;
e) durata del periodo di prova,
f) sede di prima destinazione dell’attività lavorativa.
Il contratto individuale specifica che il rapporto di lavoro è regolato dai contratti collettivi nel tempo vigenti anche per le cause di risoluzione del contratto di lavoro e per i termini di preavviso. E’, in ogni modo,
condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’intervenuto annullamento e revoca della
procedura di reclutamento che ne costituisce il presupposto.
L’Azienda, prima di procedere alla stipulazione del contratto di lavoro individuale ai fini dell’assunzione,
invita il destinatario a presentare la documentazione prescritta dalle disposizioni regolanti l’accesso al
rapporto di lavoro, indicata nel bando di concorso, assegnandogli un termine
non inferiore a trenta giorni. Nello stesso termine il destinatario, sotto la sua responsabilità, deve dichiarare di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni
di incompatibilità richiamate dall’articolo 53 del decreto legislativo n. 165/2001. In caso contrario, unitamente ai documenti, deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova
azienda.
14. Decadenza dall’impiego
Decade dall’impiego chi abbia conseguito l’assunzione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del Direttore Generale.
15. Periodo di prova
Il vincitore sarà assunto in prova per un periodo di sei mesi ai sensi e con le modalità previste dal vigente
contratto collettivo nazionale di lavoro del personale del comparto del Servizio Sanitario Nazionale. Allo
stesso verrà attribuito dalla data di effettivo inizio del servizio, il trattamento economico ivi previsto.
16. Proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, modificazione, sospensione o revoca del medesimo
L’Azienda sanitaria si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la presentazione
delle domande di ammissione al concorso, di modificare il numero dei posti messi a concorso, di sospendere o revocare il concorso stesso, qualora a suo giudizio, ne rilevasse la necessità o l’opportunità per
ragioni di pubblico interesse.
Il presente bando è emanato tenendo conto di quanto previsto dalla legge 12.3.1999, n. 68, dall’ art. 18
del D.Lgs.vo 215/2001 successive modifiche e integrazioni, o da altre disposizioni di legge in vigore che
prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini.
17. Trattamento dei dati personali (Allegato 1)
Il candidato nel testo della domanda di partecipazione al concorso dovrà manifestare di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al D.Lgs.vo 30.6.2003 n.
196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata.
Si precisa che ai sensi del D.Lgs.vo 196/2003 i dati richiesti saranno trattati esclusivamente per l’espletamento delle procedure selettive e per gli adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
INFORMAZIONI:
Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio del Personale dell’Azienda per i
Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone (tel. 0434/369868
- 369877) nei giorni feriali, sabato escluso.
L’estratto del presente bando viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, quarta serie
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
198
speciale concorsi ed esami.
Sito web: http://www.ass6.sanita.fvg.it
IL DIRIGENTE RESPONSABILE:
dr. Cesarino Zago
Allegato 1
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ad oggetto “Codice in materia di Protezione dei Dati Personali”,
si comunicano le seguenti informazioni al fine del trattamento dei dati richiesti:
Finalità del trattamento
Il trattamento dei dati verrà effettuato per permettere l’espletamento delle procedure selettive e per gli
adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
Modalità di trattamento
I dati verranno trattati con strumenti elettronici e informatici e memorizzati sia su supporti informatici
che su supporti cartacei che su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto delle misure minime di
sicurezza ai sensi del Codice privacy.
Natura obbligatoria
Tutti i dati richiesti sono obbligatori.
Conseguenza del rifiuto dei dati
In caso di mancato inserimento di uno o più dati obbligatori l’interessato non potrà partecipare alla
selezione.
Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali
I dati personali relativi al trattamento in questione possono essere comunicati:
Istituti Previdenziali e Assistenziali
Diritti dell’interessato
In relazione al trattamento di dati personali l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 7 (Diritto di accesso
ai dati personali ed altri diritti) del Codice Privacy:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità di trattamento;
c) della logica applicata n caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art.
5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che
possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati
raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per
quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il
caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente
sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo
della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita
diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Il titolare del trattamento dei dati è la:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica, 1
33170 Pordenone
Il Responsabile del trattamento dei dati è
Dirigente Responsabile del Servizio Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane
10 dicembre 2008
50
199
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Tel. 0434/369877 - 0434/369868 Fax 0434/369911
Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del Codice della Privacy, sopra elencati, l’interessato dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a:
Ufficio Relazione con il Pubblico (URP)
dell’ Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Tel. 0434 /369988 - Fax. 0434/523011 - e-mail: [email protected]
200
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_1_DOMANDA
ALLEGATO 2)
AL DIRETTORE GENERALE
AZIENDA SERVIZI SANITARI N. 6
“Friuli Occidentale”
PORDENONE
Il/La sottoscritto/a __________________________________________________________________________
nato/a a _______________________________________________ (Prov. _____) il _________________
residente a ____________________________________________________________ (Prov. _____________)
Via __________________________________________________________________ n. ____________
CHIEDE
di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, di n. ____ post__ di
________________________________________________________________________________
presso
codesta Azienda con scadenza il ________________________.
A tal fine, sotto la propria responsabilità e con finalità di autocertificazione, dichiara:
(barrare la voce che interessa)
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza italiana;
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza del seguente Stato membro dell’Unione Europea:
_______________________________ e di godere dei diritti politici e civili nello Stato di appartenenza e
provenienza;
Ƒ
di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di __________________________________________;
Ƒ
di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo: ________________________________;
Ƒ
di non avere mai riportato condanne penali;
Ƒ
di avere riportato le seguenti condanne penali (da indicarsi anche se sia stata concessa amnistia, indulto,
condono o perdono giudiziale) ________________________________________________________;
Ƒ
di essere in possesso del seguente titolo di studio e dei seguenti requisiti specifici richiesti dal bando:
ƒ Diploma/Diploma universitario/Laurea in _____________________________________________
conseguito il __________________ presso ___________________________________________;
ƒ Iscrizione all’Albo degli Infermieri professionali della Provincia di ___________________________;
Ƒ
(solo per i candidati di sesso maschile) di essere, nei confronti degli obblighi militari, nella seguente
posizione: ___________________________________________________;
Ƒ
di avere prestato o di prestare servizio con rapporto d'impiego presso le seguenti pubbliche
amministrazioni: ______________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________;
10 dicembre 2008
50
201
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ƒ
di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata
al bando;
Ƒ
di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (dichiarazione riservata ai cittadini stranieri);
Ƒ
di avere diritto alla riserva dei posti, ovvero, di avere diritto alla precedenza o preferenza in caso di parità
di punteggio per il seguente motivo: ___________________________________________________;
Ƒ
di necessitare, per l’espletamento delle prove, dei seguenti ausili o tempi aggiuntivi, in relazione al
proprio handicap ai sensi della L. 104/1992 e s.m.i.: _______________________________________
e a tal fine allega certificazione medica rilasciata dalla competente Azienda sanitaria;
Ƒ
che l'indirizzo - con l’impegno di comunicare ogni eventuale variazione - al quale deve essere fatta ogni
necessaria comunicazione relativa al presente bando è il seguente:
Sig. _________________________________________________________________
Via/Piazza ______________________________________________, n. ________
C.A.P. ___________ Città _________________________________ Prov. ______
Tel. ___________________________________
Ƒ
lingua straniera prescelta:
Ƒ inglese
Ƒ francese
Ƒ tedesco.
Dichiara inoltre
ƒ
che tutti i documenti e titoli presentati in fotocopia sono conformi agli originali ai sensi dell’art. 18 e 19
del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e sono indicati nell'allegato elenco firmato e redatto in carta semplice;
ƒ
di essere consapevole della veridicità delle dichiarazioni contenute nella presente domanda e di essere a
conoscenza delle sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 in caso di false
dichiarazioni.
Luogo e data ________________________________
Firma _____________________________________
(per esteso e leggibile)
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
202
ALLEGATO 3)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(Art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________
(cognome)
(nome)
nato/a a ______________________________________ (_______) il ________________________
(luogo)
(prov.)
(data)
residente a ___________________________ (_____) in Via _______________________________
(luogo)
(prov.)
(indirizzo)
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000
DICHIARA
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
Dichiaro di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali di cui al
Decreto Legislativo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nell’informativa
allegata al bando.
…….………………………………………
(luogo e data)
IL/LA DICHIARANTE
………………………………………
10 dicembre 2008
50
203
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_2
Bando di concorso per titoli ed esami, per n. 1 posto di dirigente
veterinario di sanità animale.
In esecuzione della determinazione n. 886 in data 6.6.2008 si rende noto che è bandito concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di:
n. 1 posto di veterinario dirigente
Ruolo: sanitario
Profilo professionale: veterinari
Area della sanità animale
Disciplina: sanità animale
Le disposizioni per l’ammissione al concorso e le modalità di espletamento dello stesso sono stabilite
dal D.P.R. 20.12.1979, n. 761 e successive modificazioni, e dal D.Lgs.vo 30.12.1992 n. 502 e successive modifiche e integrazioni, dal D.Lgs.vo n. 165/2001, dal D.P.R. 9.5.1994, n. 487 nonché dalla Legge
15.5.1997, n. 127 e successive modifiche ed integrazioni e dal D.P.R. n. 445/2000 ed inoltre dal D.P.R.
10.12.1997, n. 483 pubblicato sul supplemento ordinario della G. U. n. 13 del 17.1.1998.
Si precisa che è avvenuta l’ottemperanza alle disposizioni di cui ai commi 1 e 4 dell’art. 34-bis del D. Lgs.
vo n. 165/2001 relative alla comunicazione alla Provincia competente per territorio dei dati relativi alla
procedura di assunzione.
Sono di seguito riportati:
• nella prima parte i requisiti specifici di ammissione e le prove d’esame per la posizione funzionale a
concorso;
• nella successiva normativa generale i requisiti generali di ammissione e le modalità di espletamento
del concorso.
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE
a) laurea in medicina veterinaria;
b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o disciplina equipollente o affine;
c) iscrizione all’albo dell’Ordine dei Veterinari attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi
rispetto a quella di scadenza del bando; tale certificazione deve essere allegata alla domanda di partecipazione al concorso pena l’esclusione dallo stesso. Per quanto attiene a tale certificazione il candidato
può avvalersi di quanto previsto dal D.P.R. 28.12.2000, n. 445 (autocertificazione).
Ai sensi dell’art. 56 - comma 2 - del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 il personale del ruolo sanitario in servizio di
ruolo alla data di entrata in vigore del decreto sopra richiamato è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione a
concorsi presso le UU.SS.LL. e le Aziende Ospedaliere diverse da quelle di appartenenza.
Le discipline equipollenti sono quelle di cui alla normativa regolamentare concernente i requisiti di accesso al 2° livello dirigenziale del personale del S.S.N. e sono individuate con D.M. 30.1.1998 pubblicato
nel supplemento ordinario alla G.U. n. 37 del 14.2.1998, successive modifiche e integrazioni.
Le discipline affini sono individuate con D.M. 31.1.1998 pubblicato nella G.U. di cui sopra, successive
modifiche e integrazioni.
L’incarico di Dirigente Veterinario implica il rapporto di lavoro esclusivo, ai sensi dell’art. 15-quater del D.
Lgs.vo n. 502/92 e successive modifiche e integrazioni.
PROVE D’ESAME
a) Prova scritta: relazione su argomenti inerenti alla materia oggetto del concorso o soluzione di una
serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla materia stessa;
b) Prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della materia oggetto del concorso. La prova pratica
deve comunque essere illustrata schematicamente per iscritto;
c) Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione
da conferire.
NORMATIVA GENERALE DEI CONCORSI
1. Posti conferibili e utilizzazione della graduatoria
Per quanto riguarda l’approvazione della graduatoria e il conferimento dei posti, si fa esplicito riferimento a quanto disposto dagli artt. 17 e 18 del D.P.R. 483/97.
2. Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea;
b) idoneità fisica all’impiego: l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego - con osservanza delle norme
in tema di categorie protette - è effettuato a cura dell’Azienda per i Servizi Sanitari prima dell’immissio-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
204
ne in servizio; il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli
istituti, ospedali ed enti di cui agli artt. 25 e 26 - comma 1 - del D.P.R. 20.12.1979, n. 761, è dispensato
dalla visita medica;
c) titolo di studio per l’accesso al posto messo a concorso;
d) iscrizione all’albo professionale per l’esercizio professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando
l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che
siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego
stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
3. Domande di ammissione (Allegato2)
La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice secondo l’allegato schema, deve
essere rivolta al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” e presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5.
Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare:
a) il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti sostitutivi di cui all’art. 11 del D.P.R. 761/1979;
i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e
politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di
avere adeguata conoscenza della lingua italiana (D.P.C. 7.2.1994, n. 174);
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione
dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione richiesti per il concorso;
f) per i maschi, la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione
di precedenti rapporti di pubblico impiego;
h) il domicilio presso il quale deve essere loro data, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione compreso il numero di telefono. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla
lettera a);
i) di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003 n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata;
I candidati portatori di handicap dovranno specificare nella domanda l’ausilio necessario in relazione al
proprio handicap, nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle
prove.
La omessa indicazione nella domanda anche di uno solo dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dal concorso.
Non verranno prese in considerazione le domande non firmate dal candidato.
Chi ha titolo a riserva di posti deve dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni
utili di cui sia in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda hanno valore di
autocertificazione.
4. Documentazione da allegare alla domanda
I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda, pena l’esclusione:
originale della quietanza o ricevuta di versamento della tassa di concorso di Euro 10,33, in nessun caso
rimborsabile, intestata al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 - “Unicredit Banca S.p.a.” - Pordenone, e ciò ai sensi del D.L. 30.12.1982, n. 952.
Tale versamento potrà essere effettuato con vaglia postale o con versamento diretto, intestato al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari - “Unicredit Banca S.p.a. - Tesoreria - Via Mazzini, 3 - Pordenone,
o con versamento su conto corrente postale n. 10058592 intestato al Tesoriere dell’A.S.S. n. 6 specificando la causale.
I candidati di cui al 2° comma dell’art. 56 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 dovranno inoltre allegare alla domanda formale documentazione attestante l’appartenenza di ruolo nella disciplina del posto messo a
concorso. I candidati di cui all’art. 74 del D.P.R. sopraccitato dovranno documentare formalmente i diritti
ivi previsti.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono allegare tutte le certificazioni relative
ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione
della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice, datato e firmato. In tale curriculum vanno indicate le attività professionali e di studio (che devono essere
10 dicembre 2008
50
205
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
formalmente documentate), idonee ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire, nonché gli incarichi
di insegnamento conferiti da enti pubblici. Vanno indicate, altresì, le attività di partecipazione a congressi, convegni, seminari che abbiano finalità di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca scientifica. La partecipazione è valutata tenendo conto dei criteri stabiliti in materia dal
regolamento sull’accesso al secondo livello dirigenziale per il personale del ruolo sanitario del Servizio
Sanitario Nazionale. Sono valutate, altresì, la idoneità nazionale nella disciplina prevista dal pregresso
ordinamento e l’attestato di formazione manageriale disciplinato dal predetto regolamento. Non sono
valutate le idoneità conseguite in precedenti concorsi.
Nella certificazione o dichiarazione sostitutiva relativa ai servizi prestati presso le Aziende per i Servizi
Sanitari o le Aziende Ospedaliere, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’articolo 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di
anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del
punteggio.
Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni (con l’indicazione se trattasi di rapporto di
dipendenza o di attività libero-professionale) siano rilasciate dall’Autorità competente dell’Ente presso
cui i servizi stessi sono stati prestati.
Per la valutazione di attività prestate in base a rapporti convenzionali (art. 21 D.P.R. 10.12.1997, n. 483)
i relativi certificati di servizio devono riportare oltre che l’indicazione dell’attività svolta e della durata,
l’indicazione dell’orario di attività settimanale.
Per la valutazione dei servizi resi con rapporto continuativo presso le Case di cura convenzionate (art. 22
D.P.R. 483/97) anche quest’ultima caratteristica deve risultare contenuta nella certificazione.
I servizi prestati all’estero dovranno essere documentati secondo i criteri di cui all’art. 23 del D.P.R.
483/97.
I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria, di rafferma, prestati
presso le Forze Armate e nell’Arma dei Carabinieri dovranno essere documentati secondo i criteri e le
modalità di cui all’art. 20 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 e all’art. 22 della L. 24.12.1986, n. 958.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ed esente da bollo o
autocertificati secondo quanto indicato al successivo punto 4/bis.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa ed elencate dettagliatamente in apposito elenco; non
saranno valutate le pubblicazioni delle quali non risulti l’apporto del candidato.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco firmato dei documenti e dei titoli
presentati.
Per l’applicazione del diritto alle preferenze, delle precedenze e delle riserve dei posti, previste dalle vigenti disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
4 bis. Dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e/o dichiarazioni sostitutive di certificazioni:
modalità di presentazione (Allegato 3)
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, il candidato ha facoltà, in sostituzione della documentazione richiesta a
corredo della domanda, di presentare dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dell’atto di notorietà.
Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni possono essere rese anche contestualmente all’istanza.
Le dichiarazioni sostitutive, che devono essere sottoscritte dal candidato e prodotte unitamente a copia
fotostatica di un documento di identità, valido, del sottoscrittore, possono essere rese come segue:
a) negli appositi moduli predisposti dall’Ente o su un foglio, in carta semplice, contenente il richiamo
alle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci o di false
attestazioni spedita o consegnata unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento valido
del sottoscrittore;
b) davanti al dipendente addetto a ricevere la documentazione, previa esibizione di un documento valido
del sottoscrittore;
c) dinanzi al notaio, cancelliere, segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco.
La compilazione delle dichiarazioni sostitutive senza il rispetto delle modalità sopra indicate comporta
l’invalidità dell’atto stesso.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese con dettagliata specificazione, avuto riguardo ai vari elementi che
potrebbero comportare eventuale attribuzione di punteggio da parte dell’apposita Commissione, pena
la non valutazione.
In particolare il candidato è tenuto a specificare espressamente ed in modo chiaro ed univoco:
1) per i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e per il servizio militare di leva: l’esatta indicazione, denominazione e sede dell’amministrazione - datore di lavoro, la posizione funzionale ed il profilo
professionale dell’inquadramento, se trattasi di servizio a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato, con rapporto di lavoro a tempo pieno o parziale (in tal caso deve essere dichiarato anche l’impegno orario settimanale); il periodo di lavoro deve essere esattamente precisato dalla data di inizio a
quello di termine, con indicazione di eventuali interruzioni del rapporto e, per il personale dipendente del
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
206
S.S.N., la posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 761/1979. In caso di interruzione
del rapporto di lavoro indicarne esattamente le cause. Non va riportato il servizio riconosciuto ai soli fini
economici;
2) per i titoli di studio: data, sede e denominazione completa dell’Istituto nel quale il titolo è stato
conseguito;
3) per l’Iscrizione all’Albo: indicazione del numero e della data di iscrizione nonché la sede dell’Albo. Indicare eventuali periodi di sospensione e relative cause;
4) per la documentazione prodotta in fotocopia non autenticata il candidato, ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. 445/2000, può presentare la copia semplice unitamente a dichiarazione sostitutiva di atto di
notorietà in cui ne attesti la conformità agli originali.
Il candidato qualora si sia avvalso della facoltà di cui al precedente alinea, è tenuto a produrre la documentazione relativa a quanto autocertificato, su richiesta dell’Azienda. Il candidato sarà eliminato dalla
graduatoria finale qualora l’Amministrazione non riscontri l’esatta corrispondenza della documentazione presentata rispetto a quanto autocertificato.
5. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice e corredata dalla documentazione
richiesta dal bando, deve essere intestata al Direttore Generale dell’A.S.S. n. 6 “Friuli Occidentale” e
presentata con le seguenti modalità:
• in busta chiusa direttamente presso l’Ufficio protocollo - 3° piano - stanza 55 - Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone, da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
oppure
• a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda per i
Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 Pordenone.
Sulla busta contenente la domanda di partecipazione dovrà essere riportata l’indicazione del concorso
cui il candidato intende partecipare, e deve essere altresì indicato il mittente con il relativo indirizzo.
All’atto della presentazione della domanda, sarà rilasciata apposita ricevuta.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Le domande devono pervenire, a pena di esclusione dal concorso, entro il 30° giorno successivo alla data
di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La data di scadenza è quella riportata sul frontespizio del presente bando.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile purché spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento (la busta deve portare stampigliata tale dicitura) entro il termine indicato.
A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Azienda per i Servizi Sanitari non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento o ritardo nelle
comunicazioni qualora essi dipendano da inesatta o illeggibile indicazione del recapito da parte dell’aspirante, ovvero per la mancata o tardiva informazione circa eventuali mutamenti di recapito. Non
saranno del pari imputabili all’Azienda stessa eventuali disguidi postali o telegrafici.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di
invio successivo di documenti è priva di effetto.
6. Esclusione dal concorso
L’esclusione dal concorso è adottata dal competente Organo dell’Azienda per i Servizi Sanitari ed è disposta con provvedimento motivato, da notificarsi entro trenta giorni dalla data di esecutività della relativa deliberazione.
7. Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice è nominata dal competente Organo dell’Azienda per i Servizi Sanitari nei
modi e nei termini stabiliti dall’art. 5 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483. La Commissione incaricata di effettuare il sorteggio dei Componenti delle Commissioni esaminatrici procederà all’estrazione dei nominativi il
15° giorno successivo alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande nel
seguente orario e sede:
ore 9.00 - Sede della Direzione Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via
della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone - presso la Sala riunioni - 5° piano.
8. Convocazione dei candidati
Il diario e la sede della prova scritta saranno comunicati ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove.
Ai candidati che conseguono l’ammissione alle prove pratica ed orale sarà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella prova scritta.
L’avviso per la presentazione alla prova orale sarà dato ai singoli candidati almeno venti giorni prima di
quello in cui essi debbono sostenerla e si svolgerà in aula aperta al pubblico.
Le prove del concorso, sia scritte che pratiche e orali, non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei
giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
10 dicembre 2008
50
207
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Per essere ammessi a sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di valido documento
personale di identità.
9. Punteggio
Per la valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dal D.P.R. n. 483/1997 agli artt. 11, 20, 21, 22, 23
e, in particolare, all’art. 39.
La Commissione dispone complessivamente di 100 punti così ripartiti:
a) 20 punti per i titoli;
b) 80 punti per le prove d’esame.
I punti per le prove d’esame sono così suddivisi:
a) 30 punti per la prova scritta;
b) 30 punti per la prova pratica;
c) 20 punti per la prova orale.
I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:
a) titoli di carriera: 10 punti;
b) titoli accademici e di studio: 3 punti;
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 punti;
d) curriculum formativo e professionale: 4 punti.
10. Formazione della graduatoria, approvazione e dichiarazione del vincitore
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei
candidati.
In ottemperanza all’art. 2 - comma 9 - della Legge 16.6.1998, n. 191, nel caso in cui due o più candidati
ottengano, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli e delle prove di esame, pari punteggio,
è preferito il candidato più giovane di età.
La graduatoria sarà poi trasmessa al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari, il quale, riconosciuta la regolarità degli atti del concorso, la approva e procede, con proprio atto deliberativo, alla
dichiarazione del vincitore.
La graduatoria dei vincitori del concorso sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia.
11. Adempimenti dei vincitori
Il concorrente dichiarato vincitore e comunque coloro che sono chiamati in servizio a qualsiasi titolo sarà
invitato dall’Azienda per i Servizi Sanitari a produrre, nel termine di 30 giorni dalla data di comunicazione
e sotto pena di decadenza, tutti i titoli ed i documenti necessari per dimostrare il possesso dei requisiti
specifici e generali prescritti per l’ammissione al concorso.
L’Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata
la data di inizio del servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettivo inizio del servizio.
Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del contratto.
Si preavvisa che nessun documento di cui sopra verrà restituito ai concorrenti (anche non vincitori) inseriti in graduatoria per tutto il periodo di vigenza della graduatoria stessa.
12. Costituzione del rapporto di lavoro
Il rapporto di lavoro è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le disposizioni di legge, le
normative comunitarie e il vigente C.C.N.L. per l’area della dirigenza medica e veterinaria.
E’ in ogni modo condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto. Sono fatti salvi gli effetti economici derivanti dal
rapporto di lavoro prestato fino al momento della risoluzione.
L’Azienda, prima di procedere all’assunzione mediante il contratto individuale, invita l’interessato a presentare la documentazione prescritta dalla normativa vigente e dal bando di concorso, assegnandogli
un termine non inferiore a trenta giorni.
Nello stesso termine l’interessato, sotto la sua responsabilità, deve dichiarare di non avere altri rapporti
di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate
dall’art. 53 del D.Lgs.vo n. 165/2001. In caso contrario, unitamente ai documenti, deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova Azienda.
13. Decadenza dall’impiego
Decade dall’impiego colui che abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o
viziati da invalidità non sanabile.
Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del Direttore Generale.
14. Periodo di prova
Il vincitore sarà assunto in prova per un periodo di sei mesi ai sensi e con le modalità di cui al vigente
contratto collettivo nazionale di lavoro del per l’area della dirigenza medica e veterinaria.
Allo stesso verrà attribuito dalla data di effettivo inizio del servizio, il trattamento economico previsto
dal C.C.N.L. predetto.
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
208
15. Proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso,
modificazione, sospensione o revoca del medesimo
L’Azienda per i Servizi Sanitari si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la
presentazione delle domande di ammissione al concorso, di modificare il numero dei posti messi a concorso, di sospendere o revocare il concorso stesso, qualora a suo giudizio, ne rilevasse la necessità o
l’opportunità per ragioni di pubblico interesse.
Il presente bando è emanato tenendo conto di quanto previsto dalla legge 12.3.1999, n. 68, dall’ art. 18
del D.Leg.svo 215/2001 successive modifiche e integrazioni, o da altre disposizioni di legge in vigore che
prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini.
16. Trattamento dei dati personali (Allegato 1)
Il candidato nel testo della domanda di partecipazione al concorso dovrà manifestare di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al D.Lgs.vo 30.6.2003 n.
196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata.
Si precisa che ai sensi del D.Lgs.vo 196/2003 i dati richiesti saranno trattati esclusivamente per l’espletamento delle procedure selettive e per gli adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
17. Norme di salvaguardia
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, valgono, sempreché applicabili, le disposizioni contenute nel D.P.R. 10.1.1957, n. 3, nel D.P.R. 3.5.1957, n. 686 e successive modificazioni ed
integrazioni e nel D.P.R. 9.5.1994, n. 487 e successive modificazioni.
INFORMAZIONI:
Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi nei giorni feriali (escluso il sabato) all’Ufficio
del Personale - Ufficio Concorsi ed Assunzioni - 4° piano della Sede Centrale dell’Azienda per i Servizi
Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 - Pordenone (tel. 0434/369877
- 369868).
sito web: http://www.ass6.sanita.fvg.it
IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA:
dr. Cesarino Zago
Allegato 1
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ad oggetto “Codice in materia di Protezione dei Dati Personali”,
si comunicano le seguenti informazioni al fine del trattamento dei dati richiesti:
Finalità del trattamento
Il trattamento dei dati verrà effettuato per permettere l’espletamento delle procedure selettive e per gli
adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
Modalità di trattamento
I dati verranno trattati con strumenti elettronici e informatici e memorizzati sia su supporti informatici
che su supporti cartacei che su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto delle misure minime di
sicurezza ai sensi del Codice privacy.
Natura obbligatoria
Tutti i dati richiesti sono obbligatori.
Conseguenza del rifiuto dei dati
In caso di mancato inserimento di uno o più dati obbligatori l’interessato non potrà partecipare alla
selezione.
Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali
I dati personali relativi al trattamento in questione possono essere comunicati:
Istituti Previdenziali e Assistenziali
Diritti dell’interessato
In relazione al trattamento di dati personali l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 7 (Diritto di accesso
ai dati personali ed altri diritti) del Codice Privacy:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità di trattamento;
c) della logica applicata n caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
10 dicembre 2008
50
209
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art.
5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che
possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati
raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per
quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il
caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente
sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo
della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita
diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Il titolare del trattamento dei dati è la:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Il Responsabile del trattamento dei dati è
Dirigente Responsabile del Servizio Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane
Tel. 0434/369877 - 0434/369868 Fax 0434/369911
Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del Codice della Privacy, sopra elencati, l’interessato dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a:
Ufficio Relazione con il Pubblico (URP)
dell’ Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Tel. 0434 /369988 - Fax. 0434/523011 - e-mail: [email protected]
210
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_2_DOMANDA
ALLEGATO 2)
AL DIRETTORE GENERALE
AZIENDA SERVIZI SANITARI N. 6
“Friuli Occidentale”
PORDENONE
Il/La sottoscritto/a __________________________________________________________________________
nato/a a _______________________________________________ (Prov. _____) il ______________________
residente a _____________________________________________________________ (Prov. _____________)
Via _______________________________________________________________________ n. ____________
CHIEDE
di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, di n. ______ post____ di
________________________________________________________________________________
presso
codesta Azienda con scadenza il ________________________.
A tal fine, sotto la propria responsabilità e con finalità di autocertificazione, dichiara:
(barrare la voce che interessa)
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza italiana;
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza del seguente Stato membro dell’Unione Europea:
_______________________________ e di godere dei diritti politici e civili nello Stato di appartenenza e
provenienza;
Ƒ
di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di __________________________________________;
Ƒ
di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo: ________________________________;
Ƒ
di non avere mai riportato condanne penali;
Ƒ
di avere riportato le seguenti condanne penali (da indicarsi anche se sia stata concessa amnistia, indulto,
condono o perdono giudiziale) _____________________________________________________________;
Ƒ
di essere in possesso del seguente titolo di studio e dei seguenti requisiti specifici richiesti dal bando:
ƒ Laurea in Medicina Veterinaria conseguita in data ___________________________ presso
_________________________________________________________________________________;
ƒ Abilitazione all’esercizio della professione conseguita in data ____________________ presso
_________________________________________________________________________________;
ƒ Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Veterinari della Provincia di _____________________________;
ƒ Specializzazione in ______________________________________ conseguita il ________________
presso ________________________________________________________________________________
10 dicembre 2008
50
211
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ƒ
(solo per i candidati di sesso maschile) di essere, nei confronti degli obblighi militari, nella seguente
posizione: ___________________________________________________;
Ƒ
di avere prestato o di prestare servizio con rapporto d'impiego presso le seguenti pubbliche
amministrazioni: ______________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________;
Ƒ
di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata
al bando;
Ƒ
di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (dichiarazione riservata ai cittadini stranieri);
Ƒ
di avere diritto alla riserva dei posti, ovvero, di avere diritto alla precedenza o preferenza in caso di parità
di punteggio per il seguente motivo: ______________________________________________________;
Ƒ
di necessitare, per l’espletamento delle prove, dei seguenti ausili o tempi aggiuntivi, in relazione al
proprio handicap ai sensi della L. 104/1992 e s.m.i.: __________________________________________
e a tal fine allega certificazione medica rilasciata dalla competente Azienda sanitaria;
Ƒ
che l'indirizzo - con l’impegno di comunicare ogni eventuale variazione - al quale deve essere
fatta ogni necessaria comunicazione relativa al presente bando è il seguente:
Sig. ____________________________________________________________
Via/Piazza ______________________________________________, n. _____
C.A.P. ___________ Città _________________________________ Prov. ___
Tel. ___________________________________
Dichiara inoltre
ƒ
che tutti i documenti e titoli presentati in fotocopia sono conformi agli originali ai sensi dell’art. 18 e 19
del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e sono indicati nell'allegato elenco firmato e redatto in carta semplice;
ƒ
di essere consapevole della veridicità delle dichiarazioni contenute nella presente domanda e di essere a
conoscenza delle sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 in caso di false
dichiarazioni.
Luogo e data ________________________________
Firma _____________________________________
(per esteso e leggibile)
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
212
ALLEGATO 3)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(Art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________
(cognome)
(nome)
nato/a a ______________________________________ (_______) il ________________________
(luogo)
(prov.)
(data)
residente a ___________________________ (_____) in Via _______________________________
(luogo)
(prov.)
(indirizzo)
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000
DICHIARA
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
Dichiaro di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali di cui al
Decreto Legislativo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nell’informativa
allegata al bando.
…….………………………………………
(luogo e data)
IL/LA DICHIARANTE
………………………………………
10 dicembre 2008
50
213
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_3
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 2 posti di
dirigente medico di radiodiagnostica.
In esecuzione della determinazione n. 1540 del 20.10.2008 si rende noto che è stato bandito concorso
pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di:
n. 1 posto di medico dirigente di radiodiagnostica
Ruolo: sanitario
Profilo professionale: medici
Area della medicina diagnostica e dei servizi
Disciplina: radiodiagnostica
Le disposizioni per l’ammissione al concorso e le modalità di espletamento dello stesso sono stabilite
dal D.P.R. 20.12.1979, n. 761 e successive modificazioni, e dal D.Lgs.vo 30.12.1992 n. 502 e successive modifiche e integrazioni, dal D.Lgs.vo n. 165/2001, dal D.P.R. 9.5.1994, n. 487 nonché dalla Legge
15.5.1997, n. 127 e successive modifiche ed integrazioni e dal D.P.R. n. 445/2000 ed inoltre dal D.P.R.
10.12.1997, n. 483 pubblicato sul supplemento ordinario della G. U. n. 13 del 17.1.1998.
Si precisa che è avvenuta l’ottemperanza alle disposizioni di cui ai commi 1 e 4 dell’art. 34-bis del D. Lgs.
vo n. 165/2001 relative alla comunicazione alla Provincia competente per territorio dei dati relativi alla
procedura di assunzione.
Sono di seguito riportati:
• nella prima parte i requisiti specifici di ammissione e le prove d’esame per la posizione funzionale a
concorso;
• nella successiva normativa generale i requisiti generali di ammissione e le modalità di espletamento
del concorso.
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE
a) laurea in medicina e chirurgia;
b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o disciplina equipollente o affine;
c) iscrizione all’albo dell’Ordine dei Medici e Chirurghi attestata da certificato in data non anteriore a
sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando; tale certificazione deve essere allegata alla domanda
di partecipazione al concorso pena l’esclusione dallo stesso. Per quanto attiene a tale certificazione il
candidato può avvalersi di quanto previsto dal D.P.R. 28.12.2000, n. 445 (autocertificazione).
Ai sensi dell’art. 56 - comma 2 - del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 il personale del ruolo sanitario in servizio di
ruolo alla data di entrata in vigore del decreto sopra richiamato è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione a
concorsi presso le UU.SS.LL. e le Aziende Ospedaliere diverse da quelle di appartenenza.
Le discipline equipollenti sono quelle di cui alla normativa regolamentare concernente i requisiti di accesso al 2° livello dirigenziale del personale del S.S.N. e sono individuate con D.M. 30.1.1998 pubblicato
nel supplemento ordinario alla G.U. n. 37 del 14.2.1998, successive modifiche e integrazioni.
Le discipline affini sono individuate con D.M. 31.1.1998 pubblicato nella G.U. di cui sopra, successive
modifiche e integrazioni.
L’incarico di Dirigente Medico implica il rapporto di lavoro esclusivo, ai sensi dell’art. 15-quater del D. Lgs.
vo n. 502/92 e successive modifiche e integrazioni.
PROVE D’ESAME
a) Prova scritta: relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti la disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;
b) Prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso; per le discipline di
area chirurgica la prova, anche in relazione al numero di candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica ovvero con altra modalità a giudizio insindacabile della commissione. La prova
pratica deve comunque essere illustrata schematicamente per iscritto;
c) Prova orale: sulle materie inerenti la disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione
da conferire.
NORMATIVA GENERALE DEI CONCORSI
1. Posti conferibili e utilizzazione della graduatoria
Per quanto riguarda l’approvazione della graduatoria e il conferimento dei posti, si fa esplicito riferimento a quanto disposto dagli artt. 17 e 18 del D.P.R. 483/97.
2. Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
214
b) idoneità fisica all’impiego: l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego - con osservanza delle norme
in tema di categorie protette - è effettuato a cura dell’Azienda per i Servizi Sanitari prima dell’immissione in servizio; il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli
istituti, ospedali ed enti di cui agli artt. 25 e 26 - comma 1 - del D.P.R. 20.12.1979, n. 761, è dispensato
dalla visita medica;
c) titolo di studio per l’accesso al posto messo a concorso;
d)iscrizione all’albo professionale per l’esercizio professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando
l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che
siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego
stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
3. Domande di ammissione (Allegato2)
La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice secondo l’allegato schema, deve
essere rivolta al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” e presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5.
Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare:
a) il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti sostitutivi di cui all’art. 11 del D.P.R. 761/1979;
i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e
politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di
avere adeguata conoscenza della lingua italiana (D.P.C. 7.2.1994, n. 174);
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione
dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione richiesti per il concorso;
f) per i maschi, la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione
di precedenti rapporti di pubblico impiego;
h) il domicilio presso il quale deve essere loro data, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione compreso il numero di telefono. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla
lettera a);
i) di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata;
I candidati portatori di handicap dovranno specificare nella domanda l’ausilio necessario in relazione al
proprio handicap, nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle
prove.
La omessa indicazione nella domanda anche di uno solo dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dal concorso.
Non verranno prese in considerazione le domande non firmate dal candidato.
Chi ha titolo a riserva di posti deve dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni
utili di cui sia in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda hanno valore di
autocertificazione.
4. Documentazione da allegare alla domanda
I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda, pena l’esclusione:
originale della quietanza o ricevuta di versamento della tassa di concorso di Euro 10,33, in nessun caso
rimborsabile, intestata al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 - “Unicredit Banca S.p.a.” - Pordenone, e ciò ai sensi del D.L. 30.12.1982, n. 952.
Tale versamento potrà essere effettuato con vaglia postale o con versamento diretto, intestato al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari - “Unicredit Banca S.p.a. - Tesoreria - Via Mazzini, 3 - Pordenone,
o con versamento su conto corrente postale n. 10058592 intestato al Tesoriere dell’A.S.S. n. 6 specificando la causale.
I candidati di cui al 2° comma dell’art. 56 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 dovranno inoltre allegare alla
domanda formale documentazione attestante l’appartenenza di ruolo nella disciplina del posto messo
a concorso.
I candidati di cui all’art. 74 del D.P.R. sopraccitato dovranno documentare formalmente i diritti ivi
previsti.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono allegare tutte le certificazioni relative
10 dicembre 2008
50
215
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione
della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice, datato e firmato.
In tale curriculum vanno indicate le attività professionali e di studio (che devono essere formalmente documentate), idonee ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera
carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire, nonché gli incarichi di insegnamento
conferiti da enti pubblici. Vanno indicate, altresì, le attività di partecipazione a congressi, convegni, seminari che abbiano finalità di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca
scientifica. La partecipazione è valutata tenendo conto dei criteri stabiliti in materia dal regolamento
sull’accesso al secondo livello dirigenziale per il personale del ruolo sanitario del Servizio Sanitario Nazionale. Sono valutate, altresì, la idoneità nazionale nella disciplina prevista dal pregresso ordinamento
e l’attestato di formazione manageriale disciplinato dal predetto regolamento. Non sono valutate le
idoneità conseguite in precedenti concorsi.
Nella certificazione o dichiarazione sostitutiva relativa ai servizi prestati presso le Aziende per i Servizi
Sanitari o le Aziende Ospedaliere, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’articolo 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di
anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del
punteggio.
Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni (con l’indicazione se trattasi di rapporto di
dipendenza o di attività libero-professionale) siano rilasciate dall’Autorità competente dell’Ente presso
cui i servizi stessi sono stati prestati.
Per la valutazione di attività prestate in base a rapporti convenzionali (art. 21 D.P.R. 10.12.1997, n. 483)
i relativi certificati di servizio devono riportare oltre che l’indicazione dell’attività svolta e della durata,
l’indicazione dell’orario di attività settimanale.
Per la valutazione dei servizi resi con rapporto continuativo presso le Case di cura convenzionate (art. 22
D.P.R. 483/97) anche quest’ultima caratteristica deve risultare contenuta nella certificazione.
I servizi prestati all’estero dovranno essere documentati secondo i criteri di cui all’art. 23 del D.P.R.
483/97.
I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria, di rafferma, prestati
presso le Forze Armate e nell’Arma dei Carabinieri dovranno essere documentati secondo i criteri e le
modalità di cui all’art. 20 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 e all’art. 22 della L. 24.12.1986, n. 958.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ed esente da bollo o
autocertificati secondo quanto indicato al successivo punto 4/bis.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa ed elencate dettagliatamente in apposito elenco; non
saranno valutate le pubblicazioni delle quali non risulti l’apporto del candidato.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco firmato dei documenti e dei titoli
presentati.
Per l’applicazione del diritto alle preferenze, delle precedenze e delle riserve dei posti, previste dalle vigenti disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
4 bis. Dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e/o dichiarazioni sostitutive di certificazioni:
modalità di presentazione (Allegato 3)
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, il candidato ha facoltà, in sostituzione della documentazione richiesta a
corredo della domanda, di presentare dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dell’atto di notorietà.
Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni possono essere rese anche contestualmente all’istanza.
Le dichiarazioni sostitutive, che devono essere sottoscritte dal candidato e prodotte unitamente a copia
fotostatica di un documento di identità, valido, del sottoscrittore, possono essere rese come segue:
a) negli appositi moduli predisposti dall’Ente o su un foglio, in carta semplice, contenente il richiamo
alle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci o di false
attestazioni spedita o consegnata unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento valido
del sottoscrittore;
b) davanti al dipendente addetto a ricevere la documentazione, previa esibizione di un documento valido
del sottoscrittore;
c) dinanzi al notaio, cancelliere, segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco. La compilazione delle dichiarazioni sostitutive senza il rispetto delle modalità sopra indicate comporta l’invalidità
dell’atto stesso.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese con dettagliata specificazione, avuto riguardo ai vari elementi che
potrebbero comportare eventuale attribuzione di punteggio da parte dell’apposita Commissione, pena
la non valutazione.
In particolare il candidato è tenuto a specificare espressamente ed in modo chiaro ed univoco:
1) per i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e per il servizio militare di leva: l’esatta indicazione, denominazione e sede dell’amministrazione - datore di lavoro, la posizione funzionale ed il profilo
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
216
professionale dell’inquadramento, se trattasi di servizio a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato, con rapporto di lavoro a tempo pieno o parziale (in tal caso deve essere dichiarato anche l’impegno orario settimanale); il periodo di lavoro deve essere esattamente precisato dalla data di inizio a
quello di termine, con indicazione di eventuali interruzioni del rapporto e, per il personale dipendente del
S.S.N., la posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 761/1979. In caso di interruzione
del rapporto di lavoro indicarne esattamente le cause. Non va riportato il servizio riconosciuto ai soli fini
economici;
2) per i titoli di studio: data, sede e denominazione completa dell’Istituto nel quale il titolo è stato
conseguito;
3) per l’Iscrizione all’Albo: indicazione del numero e della data di iscrizione nonché la sede dell’Albo. Indicare eventuali periodi di sospensione e relative cause;
4) per la documentazione prodotta in fotocopia non autenticata il candidato, ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. 445/2000, può presentare la copia semplice unitamente a dichiarazione sostitutiva di atto di
notorietà in cui ne attesti la conformità agli originali.
Il candidato qualora si sia avvalso della facoltà di cui al precedente alinea, è tenuto a produrre la documentazione relativa a quanto autocertificato, su richiesta dell’Azienda. Il candidato sarà eliminato dalla
graduatoria finale qualora l’Amministrazione non riscontri l’esatta corrispondenza della documentazione presentata rispetto a quanto autocertificato.
5. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice e corredata dalla documentazione
richiesta dal bando, deve essere intestata al Direttore Generale dell’A.S.S. n. 6 “Friuli Occidentale” e
presentata con le seguenti modalità:
• in busta chiusa direttamente presso l’Ufficio protocollo - 3° piano - stanza 55 - Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone, da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
oppure
• a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda per i
Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 Pordenone.
Sulla busta contenente la domanda di partecipazione dovrà essere riportata l’indicazione del concorso
cui il candidato intende partecipare, e deve essere altresì indicato il mittente con il relativo indirizzo.
All’atto della presentazione della domanda, sarà rilasciata apposita ricevuta.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Le domande devono pervenire, a pena di esclusione dal concorso, entro il 30° giorno successivo alla data
di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La data di scadenza è quella riportata sul frontespizio del presente bando.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile purché spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento (la busta deve portare stampigliata tale dicitura) entro il termine indicato.
A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Azienda per i Servizi Sanitari non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento o ritardo nelle
comunicazioni qualora essi dipendano da inesatta o illeggibile indicazione del recapito da parte dell’aspirante, ovvero per la mancata o tardiva informazione circa eventuali mutamenti di recapito. Non
saranno del pari imputabili all’Azienda stessa eventuali disguidi postali o telegrafici.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di
invio successivo di documenti è priva di effetto.
6. Esclusione dal concorso
L’esclusione dal concorso è adottata dal competente Organo dell’Azienda per i Servizi Sanitari ed è disposta con provvedimento motivato, da notificarsi entro trenta giorni dalla data di esecutività della relativa deliberazione.
7. Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice è nominata dal competente Organo dell’Azienda per i Servizi Sanitari nei
modi e nei termini stabiliti dall’art. 5 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483. La Commissione incaricata di effettuare il sorteggio dei Componenti delle Commissioni esaminatrici procederà all’estrazione dei nominativi il
15° giorno successivo alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande nel
seguente orario e sede: ore 9.00 - Sede della Direzione Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6
“Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone - presso la Sala riunioni - 5° piano.
8. Convocazione dei candidati
Il diario e la sede della prova scritta saranno comunicati ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove.
Ai candidati che conseguono l’ammissione alle prove pratica ed orale sarà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella prova scritta.
L’avviso per la presentazione alla prova orale sarà dato ai singoli candidati almeno venti giorni prima di
10 dicembre 2008
50
217
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
quello in cui essi debbono sostenerla e si svolgerà in aula aperta al pubblico.
Le prove del concorso, sia scritte che pratiche e orali, non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei
giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
Per essere ammessi a sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di valido documento
personale di identità.
9. Punteggio
Per la valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dal D.P.R. n. 483/1997 agli artt. 11, 20, 21, 22, 23
e, in particolare, all’art. 27.
La Commissione dispone complessivamente di 100 punti così ripartiti:
a) 20 punti per i titoli;
b) 80 punti per le prove d’esame.
I punti per le prove d’esame sono così suddivisi:
a) 30 punti per la prova scritta;
b) 30 punti per la prova pratica;
c) 20 punti per la prova orale.
I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:
a) titoli di carriera: 10 punti;
b) titoli accademici e di studio: 3 punti;
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 punti;
d) curriculum formativo e professionale: 4 punti.
10. Formazione della graduatoria, approvazione e dichiarazione del vincitore
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei
candidati.
In ottemperanza all’art. 2 - comma 9 - della Legge 16.6.1998, n. 191, nel caso in cui due o più candidati
ottengano, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli e delle prove di esame, pari punteggio,
è preferito il candidato più giovane di età.
La graduatoria sarà poi trasmessa al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari, il quale, riconosciuta la regolarità degli atti del concorso, la approva e procede, con proprio atto deliberativo, alla
dichiarazione del vincitore.
La graduatoria dei vincitori del concorso sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia.
11. Adempimenti dei vincitori
Il concorrente dichiarato vincitore e comunque coloro che sono chiamati in servizio a qualsiasi titolo sarà
invitato dall’Azienda per i Servizi Sanitari a produrre, nel termine di 30 giorni dalla data di comunicazione
e sotto pena di decadenza, tutti i titoli ed i documenti necessari per dimostrare il possesso dei requisiti
specifici e generali prescritti per l’ammissione al concorso.
L’Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata
la data di inizio del servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettivo inizio del servizio.
Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del contratto.
Si preavvisa che nessun documento di cui sopra verrà restituito ai concorrenti (anche non vincitori) inseriti in graduatoria per tutto il periodo di vigenza della graduatoria stessa.
12. Costituzione del rapporto di lavoro
Il rapporto di lavoro è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le disposizioni di legge, le
normative comunitarie e il vigente C.C.N.L. per l’area della dirigenza medica e veterinaria.
E’ in ogni modo condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto. Sono fatti salvi gli effetti economici derivanti dal
rapporto di lavoro prestato fino al momento della risoluzione.
L’Azienda, prima di procedere all’assunzione mediante il contratto individuale, invita l’interessato a presentare la documentazione prescritta dalla normativa vigente e dal bando di concorso, assegnandogli
un termine non inferiore a trenta giorni.
Nello stesso termine l’interessato, sotto la sua responsabilità, deve dichiarare di non avere altri rapporti
di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate
dall’art. 53 del D.Lgs.vo n. 165/2001. In caso contrario, unitamente ai documenti, deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova Azienda.
13. Decadenza dall’impiego
Decade dall’impiego colui che abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o
viziati da invalidità non sanabile.
Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del Direttore Generale.
14. Periodo di prova
Il vincitore sarà assunto in prova per un periodo di sei mesi ai sensi e con le modalità di cui al vigente
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
218
contratto collettivo nazionale di lavoro del per l’area della dirigenza medica e veterinaria.
Allo stesso verrà attribuito dalla data di effettivo inizio del servizio, il trattamento economico previsto
dal C.C.N.L. predetto.
15. Proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, modificazione, sospensione o revoca del medesimo
L’Azienda per i Servizi Sanitari si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la
presentazione delle domande di ammissione al concorso, di modificare il numero dei posti messi a concorso, di sospendere o revocare il concorso stesso, qualora a suo giudizio, ne rilevasse la necessità o
l’opportunità per ragioni di pubblico interesse.
Il presente bando è emanato tenendo conto di quanto previsto dalla legge 12.3.1999, n. 68, dall’ art. 18
del D.Lgs. 215/2001 successive modifiche e integrazioni, o da altre disposizioni di legge in vigore che
prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini.
16. Trattamento dei dati personali (Allegato 1)
Il candidato nel testo della domanda di partecipazione al concorso dovrà manifestare di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al D.Lgs.vo 30.6.2003 n.
196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata.
Si precisa che ai sensi del D.Lgs.vo 196/2003 i dati richiesti saranno trattati esclusivamente per l’espletamento delle procedure selettive e per gli adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
17. Norme di salvaguardia
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, valgono, sempreché applicabili, le disposizioni contenute nel D.P.R. 10.1.1957, n. 3, nel D.P.R. 3.5.1957, n. 686 e successive modificazioni ed
integrazioni e nel D.P.R. 9.5.1994, n. 487 e successive modificazioni.
INFORMAZIONI:
Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi nei giorni feriali (escluso il sabato) all’Ufficio
del Personale - Ufficio Concorsi ed Assunzioni - 4° piano della Sede Centrale dell’Azienda per i Servizi
Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 - Pordenone (tel. 0434/369877
- 369868) - sito web: http://www.ass6.sanita.fvg.it
IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA:
dr. Cesarino Zago
Allegato 1
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ad oggetto “Codice in materia di Protezione dei Dati Personali”,
si comunicano le seguenti informazioni al fine del trattamento dei dati richiesti:
Finalità del trattamento
Il trattamento dei dati verrà effettuato per permettere l’espletamento delle procedure selettive e per gli
adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
Modalità di trattamento
I dati verranno trattati con strumenti elettronici e informatici e memorizzati sia su supporti informatici
che su supporti cartacei che su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto delle misure minime di
sicurezza ai sensi del Codice privacy.
Natura obbligatoria
Tutti i dati richiesti sono obbligatori.
Conseguenza del rifiuto dei dati
In caso di mancato inserimento di uno o più dati obbligatori l’interessato non potrà partecipare alla
selezione.
Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali
I dati personali relativi al trattamento in questione possono essere comunicati:
Istituti Previdenziali e Assistenziali
Diritti dell’interessato
In relazione al trattamento di dati personali l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 7 (Diritto di accesso
ai dati personali ed altri diritti) del Codice Privacy:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
10 dicembre 2008
50
219
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
b) delle finalità e modalità di trattamento;
c) della logica applicata n caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art.
5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che
possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati
raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per
quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il
caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente
sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo
della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita
diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Il titolare del trattamento dei dati è la:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica, 1
33170 Pordenone
Il Responsabile del trattamento dei dati è
Dirigente Responsabile del Servizio Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane
Tel. 0434/369877 - 0434/369868 Fax 0434/369911
Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del Codice della Privacy, sopra elencati, l’interessato dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a:
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
dell’ Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Tel. 0434 /369988 - Fax. 0434/523011 - e-mail: [email protected]
220
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_3_DOMANDA
ALLEGATO 2)
AL DIRETTORE GENERALE
AZIENDA SERVIZI SANITARI N. 6
“Friuli Occidentale”
PORDENONE
Il/La sottoscritto/a __________________________________________________________________________
nato/a a _______________________________________________ (Prov. _____) il ______________________
residente a _____________________________________________________________ (Prov. _____________)
Via _______________________________________________________________________ n. _____________
CHIEDE
di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, di n. ______ post____ di
________________________________________________________________________________
presso
codesta Azienda con scadenza il ________________________.
A tal fine, sotto la propria responsabilità e con finalità di autocertificazione, dichiara:
(barrare la voce che interessa)
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza italiana;
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza del seguente Stato membro dell’Unione Europea:
_______________________________ e di godere dei diritti politici e civili nello Stato di appartenenza e
provenienza;
Ƒ
di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di __________________________________________;
Ƒ
di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo: ________________________________;
Ƒ
di non avere mai riportato condanne penali;
Ƒ
di avere riportato le seguenti condanne penali (da indicarsi anche se sia stata concessa amnistia, indulto,
condono o perdono giudiziale) _____________________________________________________________;
Ƒ
di essere in possesso del seguente titolo di studio e dei seguenti requisiti specifici richiesti dal bando:
ƒ Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita in data ___________________________ presso
_________________________________________________________________________________;
ƒ Abilitazione all’esercizio della professione conseguita in data ____________________ presso
_________________________________________________________________________________;
ƒ Iscrizione all’Ordine dei Medici della Provincia di ________________________________________;
ƒ Specializzazione in ______________________________________ conseguita il ________________
presso ___________________________________ (specificare se conseguita ai sensi del D.L. 257/1991 e
relativa durata del corso): ____________________________________________________________________
10 dicembre 2008
50
221
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ƒ
(solo per i candidati di sesso maschile) di essere, nei confronti degli obblighi militari, nella seguente
posizione: ___________________________________________________;
Ƒ
di avere prestato o di prestare servizio con rapporto d'impiego presso le seguenti pubbliche
amministrazioni: ______________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________;
Ƒ
di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata
al bando;
Ƒ
di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (dichiarazione riservata ai cittadini stranieri);
Ƒ
di avere diritto alla riserva dei posti, ovvero, di avere diritto alla precedenza o preferenza in caso di parità
di punteggio per il seguente motivo: ______________________________________________________;
Ƒ
di necessitare, per l’espletamento delle prove, dei seguenti ausili o tempi aggiuntivi, in relazione al
proprio handicap ai sensi della L. 104/1992 e s.m.i.: __________________________________________
e a tal fine allega certificazione medica rilasciata dalla competente Azienda sanitaria;
Ƒ
che l'indirizzo - con l’impegno di comunicare ogni eventuale variazione - al quale deve essere fatta ogni
necessaria comunicazione relativa al presente bando è il seguente:
Sig. _________________________________________________________________
Via/Piazza ______________________________________________, n. ________
C.A.P. ___________ Città _________________________________ Prov. ______
Tel. ___________________________________
Dichiara inoltre
ƒ
che tutti i documenti e titoli presentati in fotocopia sono conformi agli originali ai sensi dell’art. 18 e 19
del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e sono indicati nell'allegato elenco firmato e redatto in carta semplice;
ƒ
di essere consapevole della veridicità delle dichiarazioni contenute nella presente domanda e di essere a
conoscenza delle sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 in caso di false
dichiarazioni.
Luogo e data ________________________________
Firma _____________________________________
(per esteso e leggibile)
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
222
ALLEGATO 3)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(Art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________
(cognome)
(nome)
nato/a a ______________________________________ (_______) il ________________________
(luogo)
(prov.)
(data)
residente a ___________________________ (_____) in Via _______________________________
(luogo)
(prov.)
(indirizzo)
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000
DICHIARA
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
Dichiaro di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali di cui al
Decreto Legislativo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nell’informativa
allegata al bando.
…….………………………………………
(luogo e data)
IL/LA DICHIARANTE
………………………………………
10 dicembre 2008
50
223
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_4
Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto
della qualifica unica di dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e
della professione di ostetrica.
In esecuzione della determinazione n. 1499 in data 13.10.2008 si rende noto che è bandito concorso
pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di:
n. 1 posto della qualifica unica di dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche,
della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica - area delle scienze infermieristiche e della professione sanitaria ostetrica
Le disposizioni per l’ammissione al concorso e le modalità di espletamento dello stesso sono stabilite
dal D.P.R. 20.12.1979, n. 761 e successive modificazioni, e dal D.Lgs.vo 30.12.1992 n. 502 e successive modifiche e integrazioni, dal D.Lgs.vo n. 165/2001, dal D.P.R. 9.5.1994, n. 487 nonché dalla Legge
15.5.1997, n. 127 e successive modifiche ed integrazioni e dal D.P.R. n. 445/2000 ed inoltre dal D.P.R.
10.12.1997, n. 483 pubblicato sul supplemento ordinario della G. U. n. 13 del 17.1.1998. Si applica infine
il D.P.C.M. 25 gennaio 2008.
L’Amministrazione garantisce la parità e la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed
il trattamento sul lavoro, così come stabilito dall’art. 7, 1° comma del D.Lgs.vo 30.3.2001, n. 165.
Il presente bando è emanato tenendo conto di quanto previsto dalla legge 12.3.1999, n. 68, dall’ art. 18
del D.Lgs.vo 215/2001 successive modifiche e integrazioni, o da altre disposizioni di legge in vigore che
prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini.
Si precisa che è avvenuta l’ottemperanza alle disposizioni di cui ai commi 1 e 4 dell’art. 34-bis del D.Lgs.
vo n. 165/2001 relative alla comunicazione alla Provincia competente per territorio dei dati relativi alla
procedura di assunzione.
Sono di seguito riportati:
• nella prima parte i requisiti specifici di ammissione e le prove d’esame per la posizione funzionale a
concorso;
• nella successiva normativa generale i requisiti generali di ammissione e le modalità di espletamento
del concorso.
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE
a) laurea specialistica o magistrale della classe relativa alla specifica area;
b) cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità,relativa al concorso
specifico, prestato in enti del Servizio Sanitario Nazionale nella categoria D o Ds, ovvero in qualifiche
corrispondenti di altre pubbliche amministrazioni;
c) iscrizione al relativo albo professionale attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quello di scadenza del bando; tale certificazione deve essere allegata alla domanda di partecipazione al concorso pena l’esclusione dallo stesso. Per quanto attiene a tale certificazione il candidato può
avvalersi di quanto previsto dal D.P.R. 28.12.2000, n. 445 (autocertificazione).
L’incarico nella qualifica unica di dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica, implica il rapporto di lavoro esclusivo, ai
sensi dell’art. 15-quater del D.Lgs.vo n. 502/92 e successive modifiche e integrazioni.
PROVE D’ESAME
a) Prova scritta: relazione su argomenti inerenti la funzione da conferire e impostazione di un piano di
lavoro o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica nelle materie inerenti al profilo a concorso;
b) Prova pratica: utilizzo di tecniche professionali orientate alla soluzione di casi concreti;
c) Prova orale: colloquio nelle materie delle prove scritte, con particolare riferimento alla organizzazione
dei servizi sanitari, nonché su altre materie indicate nel bando di concorso.
NORMATIVA GENERALE DEI CONCORSI
1. Posti conferibili e utilizzazione della graduatoria
Per quanto riguarda l’approvazione della graduatoria e il conferimento dei posti, si fa esplicito riferimento a quanto disposto dagli artt. 17 e 18 del D.P.R. 483/97.
2. Requisiti generali di ammissione
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei Paesi
dell’Unione Europea;
b) idoneità fisica all’impiego.
c) titolo di studio per l’accesso al posto messo a concorso;
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
224
d) iscrizione all’albo professionale per l’esercizio professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando
l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che
siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego
stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.
3. Domande di ammissione (Allegato2)
La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice secondo l’allegato schema, deve
essere rivolta al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” e presentata o spedita nei modi e nei termini previsti al successivo punto 5.
Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare:
a) il cognome e il nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti sostitutivi di cui all’art. 11 del D.P.R. 761/1979;
i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono dichiarare, altresì, di godere dei diritti civili e
politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento e di
avere adeguata conoscenza della lingua italiana (D.P.C. 7.2.1994, n. 174);
c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione
dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) il titolo di studio posseduto e i requisiti specifici di ammissione richiesti per il concorso;
f) per i maschi, la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione
di precedenti rapporti di pubblico impiego;
h) il domicilio presso il quale deve essere loro data, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione compreso il numero di telefono. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla
lettera a);
i) di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003 n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata;
La omessa indicazione nella domanda anche di uno solo dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dal concorso.
Non verranno prese in considerazione le domande non firmate dal candidato.
Chi ha titolo a riserva di posti deve dichiarare dettagliatamente nella domanda i requisiti e le condizioni
utili di cui sia in possesso, allegando alla domanda stessa i relativi documenti probatori.
I candidati portatori di handicap dovranno specificare nella domanda l’ausilio necessario in relazione al
proprio handicap, nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle
prove.
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda hanno valore di
autocertificazione.
4. Documentazione da allegare alla domanda
I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda, pena l’esclusione:
originale della quietanza o ricevuta di versamento della tassa di concorso di Euro 10,33, in nessun caso
rimborsabile, intestata al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 - “Unicredit Banca S.p.a.” - Pordenone, e ciò ai sensi del D.L. 30.12.1982, n. 952.
Tale versamento potrà essere effettuato con vaglia postale o con versamento diretto, intestato al Tesoriere dell’Azienda per i Servizi Sanitari - “Unicredit Banca S.p.a. - Tesoreria - Via Mazzini, 3 - Pordenone,
o con versamento su conto corrente postale n. 10058592 intestato al Tesoriere dell’A.S.S. n. 6 specificando la causale.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono allegare tutte le certificazioni relative
ai titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione
della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice, datato e firmato.
In tale curriculum vanno indicate le attività professionali e di studio (che devono essere formalmente documentate), idonee ad evidenziare il livello di qualificazione professionale acquisito nell’arco dell’intera
carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire, nonché gli incarichi di insegnamento
conferiti da enti pubblici. Vanno indicate, altresì, le attività di partecipazione a congressi, convegni, seminari che abbiano finalità di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca
scientifica. La partecipazione è valutata tenendo conto dei criteri stabiliti in materia dal regolamento
sull’accesso al secondo livello dirigenziale per il personale del ruolo sanitario del Servizio Sanitario Nazionale. Sono valutate, altresì, la idoneità nazionale nella disciplina prevista dal pregresso ordinamento
10 dicembre 2008
50
225
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
e l’attestato di formazione manageriale disciplinato dal predetto regolamento. Non sono valutate le
idoneità conseguite in precedenti concorsi.
Il curriculum formativo e professionale, qualora non formalmente documentato o redatto in forma di
autocertificazione, ha unicamente uno scopo informativo e, pertanto, non produce attribuzione di alcun
punteggio.
Nella certificazione o dichiarazione sostitutiva relativa ai servizi prestati presso le Aziende per i Servizi
Sanitari o le Aziende Ospedaliere, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’articolo 46 del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di
anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del
punteggio.
Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni (con l’indicazione se trattasi di rapporto di
dipendenza o di attività libero-professionale) siano rilasciate dall’Autorità competente dell’Ente presso
cui i servizi stessi sono stati prestati.
Per la valutazione di attività prestate in base a rapporti convenzionali (art. 21 D.P.R. 10.12.1997, n. 483)
i relativi certificati di servizio devono riportare oltre che l’indicazione dell’attività svolta e della durata,
l’indicazione dell’orario di attività settimanale.
Per la valutazione dei servizi resi con rapporto continuativo presso le Case di cura convenzionate (art. 22
D.P.R. 483/97) anche quest’ultima caratteristica deve risultare contenuta nella certificazione.
I servizi prestati all’estero dovranno essere documentati secondo i criteri di cui all’art. 23 del D.P.R.
483/97.
I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria, di rafferma, prestati
presso le Forze Armate e nell’Arma dei Carabinieri dovranno essere documentati secondo i criteri e le
modalità di cui all’art. 20 del D.P.R. 10.12.1997, n. 483 e all’art. 22 della L. 24.12.1986, n. 958.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ed esente da bollo o
autocertificati secondo quanto indicato al successivo punto 4/bis.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa ed elencate dettagliatamente in apposito elenco; non
saranno valutate le pubblicazioni delle quali non risulti l’apporto del candidato.
Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco firmato dei documenti e dei titoli
presentati.
Per l’applicazione del diritto alle preferenze, delle precedenze e delle riserve dei posti, previste dalle vigenti disposizioni, devono essere allegati alla domanda i relativi documenti probatori.
4 bis. Dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e/o dichiarazioni sostitutive di certificazioni:
modalità di presentazione (Allegato 3)
Ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, il candidato ha facoltà, in sostituzione della documentazione richiesta a
corredo della domanda, di presentare dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dell’atto di notorietà.
Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni possono essere rese anche contestualmente all’istanza.
Le dichiarazioni sostitutive, che devono essere sottoscritte dal candidato e prodotte unitamente a copia
fotostatica di un documento di identità, valido, del sottoscrittore, possono essere rese come segue:
a) negli appositi moduli predisposti dall’Ente o su un foglio, in carta semplice, contenente il richiamo
alle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci o di false
attestazioni spedita o consegnata unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento valido
del sottoscrittore;
b) davanti al dipendente addetto a ricevere la documentazione, previa esibizione di un documento valido
del sottoscrittore;
c) dinanzi al notaio, cancelliere, segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco.
La compilazione delle dichiarazioni sostitutive senza il rispetto delle modalità sopra indicate comporta
l’invalidità dell’atto stesso.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese con dettagliata specificazione, avuto riguardo ai vari elementi che
potrebbero comportare eventuale attribuzione di punteggio da parte dell’apposita Commissione, pena
la non valutazione.
In particolare il candidato è tenuto a specificare espressamente ed in modo chiaro ed univoco:
1) per i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e per il servizio militare di leva: l’esatta indicazione, denominazione e sede dell’amministrazione - datore di lavoro, la posizione funzionale ed il profilo
professionale dell’inquadramento, se trattasi di servizio a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato, con rapporto di lavoro a tempo pieno o parziale (in tal caso deve essere dichiarato anche l’impegno orario settimanale); il periodo di lavoro deve essere esattamente precisato dalla data di inizio a
quello di termine, con indicazione di eventuali interruzioni del rapporto e, per il personale dipendente del
S.S.N., la posizione in ordine al disposto di cui all’art. 46 del D.P.R. n. 761/1979. In caso di interruzione
del rapporto di lavoro indicarne esattamente le cause. Non va riportato il servizio riconosciuto ai soli fini
economici;
2) per i titoli di studio: data, sede e denominazione completa dell’Istituto nel quale il titolo è stato
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
226
conseguito;
3) per l’Iscrizione all’Albo: indicazione del numero e della data di iscrizione nonché la sede dell’Albo. Indicare eventuali periodi di sospensione e relative cause;
4) per la documentazione prodotta in fotocopia non autenticata il candidato, ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. 445/2000, può presentare la copia semplice unitamente a dichiarazione sostitutiva di atto di
notorietà in cui ne attesti la conformità agli originali.
Il candidato qualora si sia avvalso della facoltà di cui al precedente alinea, è tenuto a produrre la documentazione relativa a quanto autocertificato, su richiesta dell’Azienda. Il candidato sarà eliminato dalla
graduatoria finale qualora l’Amministrazione non riscontri l’esatta corrispondenza della documentazione presentata rispetto a quanto autocertificato.
5. Modalità e termini per la presentazione delle domande
La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice e corredata dalla documentazione
richiesta dal bando, deve essere intestata al Direttore Generale dell’A.S.S. n. 6 “Friuli Occidentale” e
presentata con le seguenti modalità:
• in busta chiusa direttamente presso l’Ufficio protocollo - 3° piano - stanza 55 - Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone, da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00;
oppure
• a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda per i
Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 Pordenone.
Sulla busta contenente la domanda di partecipazione dovrà essere riportata l’indicazione del concorso
cui il candidato intende partecipare, e deve essere altresì indicato il mittente con il relativo indirizzo.
All’atto della presentazione della domanda, sarà rilasciata apposita ricevuta.
E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Le domande devono pervenire, a pena di esclusione dal concorso, entro il 30° giorno successivo alla data
di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La data di scadenza è quella riportata sul frontespizio del presente bando.
Le domande si considerano prodotte in tempo utile purché spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento (la busta deve portare stampigliata tale dicitura) entro il termine indicato.
A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.
L’Azienda per i Servizi Sanitari non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento o ritardo nelle
comunicazioni qualora essi dipendano da inesatta o illeggibile indicazione del recapito da parte dell’aspirante, ovvero per la mancata o tardiva informazione circa eventuali mutamenti di recapito. Non
saranno del pari imputabili all’Azienda stessa eventuali disguidi postali o telegrafici.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di
invio successivo di documenti è priva di effetto.
6. Esclusione dal concorso
L’esclusione dal concorso è adottata dal competente Organo dell’Azienda per i Servizi Sanitari ed è disposta con provvedimento motivato, da notificarsi entro trenta giorni dalla data di esecutività della relativa deliberazione.
7. Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale della Azienda U.S.L. o dell’Azienda
Ospedaliera, ai sensi del D.P.C.M. 28 gennaio 2008 ed è composta da:
a) Presidente : il Direttore sanitario o un Dirigente sanitario di Struttura complessa individuato dal Direttore Generale;
b) Componenti: due Dirigenti dell’area delle professioni sanitarie di riferimento, di cui uno sorteggiato
nell’ambito del personale in servizio presso le Aziende UU.SS.LL. o le Aziende Ospedaliere situate nel
territorio ed uno designato dalla Regione. (La Commissione incaricata di effettuare il sorteggio dei Componenti delle Commissioni esaminatrici procederà all’estrazione dei nominativi il 15° giorno successivo
alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande nel seguente orario e
sede: ore 9.00 - Sede della Direzione Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
- Via della Vecchia Ceramica, 1 - Pordenone - presso la Sala riunioni - 5° piano.
c) Segretario: un funzionario amministrativo della Azienda U.S.L. o dell’Azienda ospedaliera, almeno di
categoria D.
8. Convocazione dei candidati
Il diario e la sede della prova scritta saranno comunicati ai candidati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove.
Ai candidati che conseguono l’ammissione alle prove pratica ed orale sarà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella prova scritta.
L’avviso per la presentazione alla prova orale sarà dato ai singoli candidati almeno venti giorni prima di
quello in cui essi debbono sostenerla e si svolgerà in aula aperta al pubblico.
10 dicembre 2008
50
227
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Le prove del concorso, sia scritte che pratiche e orali, non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei
giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
Per essere ammessi a sostenere le prove i candidati dovranno presentarsi muniti di valido documento
personale di identità.
9. Punteggio
Per la valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dal D.P.R. n. 483/1997 agli artt. 11, 20, 21, 22, 23
e, in particolare, dal D.P.C.M. 25 gennaio 2008.
La Commissione dispone complessivamente di 100 punti così ripartiti:
a) 20 punti per i titoli;
b) 80 punti per le prove d’esame.
I punti per le prove d’esame sono così suddivisi:
a) 30 punti per la prova scritta;
b) 30 punti per la prova pratica;
c) 20 punti per la prova orale.
I punti per la valutazione dei titoli sono così suddivisi:
a) titoli di carriera: 10 punti;
b) titoli accademici e di studio: 3 punti;
c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 punti;
d) curriculum formativo e professionale: 4 punti.
Titoli di carriera:
a) Servizio di ruolo prestato quale professionista dell’area infermieristica, tecnico-diagnostica e tecnicoassistenziale, riabilitazione, prevenzione ed ostetrica presso le Aziende UU.SS.LL. o le Aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22 e 23 del D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 483:
1) nel livello dirigenziale a concorso, punti 1,00 per anno;
2) nella posizione organizzativa, punti 0,75;
3) nella funzione di coordinamento, punti 0,50;
4) nella posizione funzionale inferiore rispetto a quella oggetto di concorso, punti 0,25 per anno;
b) Servizio di ruolo prestato quale professionista dell’area infermieristica, tecnico-diagnostica e tecnicoassistenziale, riabilitazione, prevenzione ed ostetrica presso Pubbliche amministrazioni:
1) come Dirigente o qualifiche corrispondenti, punti 1,00 per anno;
2) nell’ ottavo e nono livello o qualifiche corrispondenti, punti 0,50 per anno;
3) nel settimo livello o qualifiche corrispondenti, punti 0,30 per anno;
Titoli accademici di studio e professionali:
a) specializzazioni o titoli universitari attinenti alla posizione funzionale da conferire punti 1,00 per
ognuna;
b) master annuale punti 0,50 per ognuno.
Per la valutazione delle pubblicazioni e dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si
applicano i criteri previsti dall’art. 11 del citato decreto del Presidente della Repubblica n. 483/1997.
Per le norme generali dello svolgimento dei concorsi nonché per le norme generali relative alla valutazione dei titoli si fa riferimento, per quanto applicabili, agli articoli da 1 a 23 del D.P.R. n. 483/1997.
10. Formazione della graduatoria, approvazione e dichiarazione del vincitore
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei
candidati.
In ottemperanza all’art. 2 - comma 9 - della Legge 16.6.1998, n. 191, nel caso in cui due o più candidati
ottengano, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli e delle prove di esame, pari punteggio,
è preferito il candidato più giovane di età.
La graduatoria sarà poi trasmessa al Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari, il quale, riconosciuta la regolarità degli atti del concorso, la approva e procede, con proprio atto deliberativo, alla
dichiarazione del vincitore.
La graduatoria dei vincitori del concorso sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia.
11. Adempimenti dei vincitori
Il concorrente dichiarato vincitore e comunque coloro che sono chiamati in servizio a qualsiasi titolo sarà
invitato dall’Azienda per i Servizi Sanitari a produrre, nel termine di 30 giorni dalla data di comunicazione
e sotto pena di decadenza, tutti i titoli ed i documenti necessari per dimostrare il possesso dei requisiti
specifici e generali prescritti per l’ammissione al concorso.
L’Azienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sarà indicata
la data di inizio del servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettivo inizio del servizio.
Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del contratto.
Si preavvisa che nessun documento di cui sopra verrà restituito ai concorrenti (anche non vincitori) inse-
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
228
riti in graduatoria per tutto il periodo di vigenza della graduatoria stessa.
12. Costituzione del rapporto di lavoro
Il rapporto di lavoro è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le disposizioni di legge, le
normative comunitarie e il vigente C.C.N.L. per l’area della dirigenza sanitaria.
E’ in ogni modo condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto. Sono fatti salvi gli effetti economici derivanti dal
rapporto di lavoro prestato fino al momento della risoluzione.
L’Azienda, prima di procedere all’assunzione mediante il contratto individuale, invita l’interessato a presentare la documentazione prescritta dalla normativa vigente e dal bando di concorso, assegnandogli
un termine non inferiore a trenta giorni.
Nello stesso termine l’interessato, sotto la sua responsabilità, deve dichiarare di non avere altri rapporti
di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate
dall’art. 53 del D. Lgs.vo n. 165/2001. In caso contrario, unitamente ai documenti, deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova Azienda.
13. Decadenza dall’impiego
Decade dall’impiego colui che abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o
viziati da invalidità non sanabile.
Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del Direttore Generale.
14. Periodo di prova
Il vincitore sarà assunto in prova per un periodo di sei mesi ai sensi e con le modalità di cui al vigente
contratto collettivo nazionale di lavoro del per l’area della dirigenza sanitaria.
Allo stesso verrà attribuito dalla data di effettivo inizio del servizio, il trattamento economico previsto
dal C.C.N.L. predetto.
15. Proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, modificazione, sospensione o revoca del medesimo
L’Azienda per i Servizi Sanitari si riserva la facoltà di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la
presentazione delle domande di ammissione al concorso, di modificare il numero dei posti messi a concorso, di sospendere o revocare il concorso stesso, qualora a suo giudizio, ne rilevasse la necessità o
l’opportunità per ragioni di pubblico interesse.
16. Trattamento dei dati personali (Allegato 1)
Il candidato nel testo della domanda di partecipazione al concorso dovrà manifestare di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al D.Lgs.vo 30.6.2003 n.
196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata.
Si precisa che ai sensi del D.Lgs.vo 196/2003 i dati richiesti saranno trattati esclusivamente per l’espletamento delle procedure selettive e per gli adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
17. Norme di salvaguardia
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, valgono, sempreché applicabili, le disposizioni contenute nel D.P.R. 10.1.1957, n. 3, nel D.P.R. 3.5.1957, n. 686 e successive modificazioni ed
integrazioni e nel D.P.R. 9.5.1994, n. 487 e successive modificazioni.
INFORMAZIONI:
Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi nei giorni feriali (escluso il sabato) all’Ufficio
del Personale - Ufficio Concorsi ed Assunzioni - 4° piano della Sede Centrale dell’Azienda per i Servizi
Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” - Via della Vecchia Ceramica, 1 - 33170 - Pordenone (tel. 0434/369877
- 369868).
sito web: http://www.ass6.sanita.fvg.it
IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA:
dr. Cesarino Zago
Allegato 1
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ad oggetto “Codice in materia di Protezione dei Dati Personali”,
si comunicano le seguenti informazioni al fine del trattamento dei dati richiesti:
Finalità del trattamento
Il trattamento dei dati verrà effettuato per permettere l’espletamento delle procedure selettive e per gli
adempimenti conseguenti all’eventuale costituzione del rapporto di lavoro.
Modalità di trattamento
10 dicembre 2008
50
229
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
I dati verranno trattati con strumenti elettronici e informatici e memorizzati sia su supporti informatici
che su supporti cartacei che su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto delle misure minime di
sicurezza ai sensi del Codice privacy.
Natura obbligatoria
Tutti i dati richiesti sono obbligatori.
Conseguenza del rifiuto dei dati
In caso di mancato inserimento di uno o più dati obbligatori l’interessato non potrà partecipare alla
selezione.
Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali
I dati personali relativi al trattamento in questione possono essere comunicati:
Istituti Previdenziali e Assistenziali
Diritti dell’interessato
In relazione al trattamento di dati personali l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 7 (Diritto di accesso
ai dati personali ed altri diritti) del Codice Privacy:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità di trattamento;
c) della logica applicata n caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art.
5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che
possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati
raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per
quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il
caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente
sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo
della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita
diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Il titolare del trattamento dei dati è la:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Il Responsabile del trattamento dei dati è
Dirigente Responsabile del Servizio Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane
Tel. 0434/369877 - 0434/369868 Fax 0434/369911
Per esercitare i diritti previsti all’art. 7 del Codice della Privacy, sopra elencati, l’interessato dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a:
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 “Friuli Occidentale”
Via Vecchia Ceramica , 1
33170 Pordenone
Tel. 0434 /369988 - Fax. 0434/523011 - e-mail: [email protected]
230
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_AZ SS6 concorsi vari_011_4_DOMANDA
ALLEGATO 2)
AL DIRETTORE GENERALE
AZIENDA SERVIZI SANITARI N. 6
“Friuli Occidentale”
PORDENONE
Il/La sottoscritto/a __________________________________________________________________________
nato/a a _______________________________________________ (Prov. _____) il ______________________
residente a _____________________________________________________________ (Prov. _____________)
Via _______________________________________________________________________ n. _____________
CHIEDE
di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, di n. ______ post____ di
________________________________________________________________________________
presso
codesta Azienda con scadenza il ________________________.
A tal fine, sotto la propria responsabilità e con finalità di autocertificazione, dichiara:
(barrare la voce che interessa)
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza italiana;
Ƒ
di essere in possesso della cittadinanza del seguente Stato membro dell’Unione Europea:
_______________________________ e di godere dei diritti politici e civili nello Stato di appartenenza e
provenienza;
Ƒ
di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di __________________________________________;
Ƒ
di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo: ________________________________;
Ƒ
di non avere mai riportato condanne penali;
Ƒ
di avere riportato le seguenti condanne penali (da indicarsi anche se sia stata concessa amnistia, indulto,
condono o perdono giudiziale) _____________________________________________________________;
Ƒ
di essere in possesso del seguente titolo di studio e dei seguenti requisiti specifici richiesti dal bando:
ƒ Laurea
specialistica
o
magistrale
in
______________________________________________
conseguita in data _____________ presso ___________________________________________;
ƒ Iscrizione all’Albo Professionale della Provincia di _______________________________________;
ƒ Cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità, relativa al concorso
specifico, prestato in Enti del Servizio Sanitario Nazionale nella categoria D o Ds, ovvero in qualifiche
corrispondenti di altre Pubbliche amministrazioni.
___________________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________________
10 dicembre 2008
50
231
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
Ƒ
(solo per i candidati di sesso maschile) di essere, nei confronti degli obblighi militari, nella seguente
posizione: ___________________________________________________;
Ƒ
di avere prestato o di prestare servizio con rapporto d'impiego presso le seguenti pubbliche
amministrazioni: ______________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________;
Ƒ
di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali, di cui al
D.Lgs.vo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nella informativa allegata
al bando;
Ƒ
di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (dichiarazione riservata ai cittadini stranieri);
Ƒ
di avere diritto alla riserva dei posti, ovvero, di avere diritto alla precedenza o preferenza in caso di parità
di punteggio per il seguente motivo: ______________________________________________________;
Ƒ
di necessitare, per l’espletamento delle prove, dei seguenti ausili o tempi aggiuntivi, in relazione al
proprio handicap ai sensi della L. 104/1992 e s.m.i.: __________________________________________
e a tal fine allega certificazione medica rilasciata dalla competente Azienda sanitaria;
Ƒ
che l'indirizzo - con l’impegno di comunicare ogni eventuale variazione - al quale deve essere
fatta ogni necessaria comunicazione relativa al presente bando è il seguente:
Sig. ____________________________________________________________
Via/Piazza ______________________________________________, n. _______
C.A.P. ___________ Città _________________________________ Prov. _____
Tel. ___________________________________
Dichiara inoltre
ƒ
che tutti i documenti e titoli presentati in fotocopia sono conformi agli originali ai sensi dell’art. 18 e 19
del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e sono indicati nell'allegato elenco firmato e redatto in carta semplice;
ƒ
di essere consapevole della veridicità delle dichiarazioni contenute nella presente domanda e di essere a
conoscenza delle sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 in caso di false
dichiarazioni.
Luogo e data ________________________________
Firma _____________________________________
(per esteso e leggibile)
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
232
ALLEGATO 3)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(Art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445)
Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________
(cognome)
(nome)
nato/a a ______________________________________ (_______) il ________________________
(luogo)
(prov.)
(data)
residente a ___________________________ (_____) in Via _______________________________
(luogo)
(prov.)
(indirizzo)
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi,
richiamate dall’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000
DICHIARA
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
………………………………..………………………………………………………………………..
Dichiaro di aver preso cognizione della disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali di cui al
Decreto Legislativo 30.6.2003, n. 196 e dei propri diritti nello specifico ambito, riportati nell’informativa
allegata al bando.
…….………………………………………
(luogo e data)
IL/LA DICHIARANTE
………………………………………
10 dicembre 2008
50
233
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_COM Duino Aurisina concorso bibliotecario_031
Comune di Duino Aurisina - Občina Devin Nabrežina (TS)
- Posizione Organizzativa Amministrazione del Personale,
Prevenzione e Protezione ex DLgs. 626/94
Avviso di concorso pubblico per titoli ed esami, per il conferimento di n. 1 posto con profilo professionale di “istruttore bibliotecario” con conoscenza della lingua slovena cat. C - posizione economica 1 - a tempo indeterminato e pieno.
E’ indetto un concorso pubblico per titoli ed esami aperto ai candidati dell’uno e dell’altro sesso per il
reclutamento di un istruttore bibliotecario con conoscenza della lingua slovena cat. C posizione economica 1, da assumere a tempo indeterminato e pieno, per la Posizione Organizzativa Pubblica Istruzione,
Cultura, Sport, Giovani e Turismo, U.R.P. e Progetti Europei.
Titoli di studio richiesti: diploma di scuola media superiore di durata quinquennale. Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equipollenza ai sensi della vigente normativa in
materia.
Le domande dovranno essere inviate al Comune di Duino Aurisina, alla Posizione Organizzativa Amministrazione del Personale, Prevenzione e Protezione ex D.Lgs. 626/94, Aurisina Cave 25 - 34011 Duino Aurisina (TS) entro il trentesimo giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Informazioni e ritiro del bando presso la P.O. Amministrazione del Personale, Prevenzione e Protezione
ex D.Lgs. 626/94 del Comune di Duino Aurisina tel. 040 - 2017407/419.
Il testo ufficiale del bando di concorso è disponibile sul sito internet: comune.duino-aurisina.ts.it.
Duino Aurisina, 20 novembre 2008
IL TITOLARE P.O. AMMINISTRAZIONE del PERSONALE,
PREVENZIONE E PROTEZIONE EX D.LGS. 626/94:
Maria Cristina Pesce
08_50_3_CNC_ENTE ERDISU TS graduatoria borse studio_009
Ente regionale per il diritto e le opportunità allo studio
universitario - Erdisu - Trieste
Graduatorie definitive relative al bando di concorso per borse di
studio per l’a.a. 2008/2009.
(approvate con decreto n. 1371/SDSU/PO/CC del 21 novembre 2008)
234
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_ENTE ERDISUTS graduatoria borse di studio_ALL1_009
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DI TRIESTE
Parametri di Stampa:
Anno Accademico
2008
Beneficio
BORSA DI STUDIO
Progr. Graduatoria
28
Descrizione
MATRICOLE COMUNITARIE
Stato
Definitiva
Approvata con Decreto 1371/SDSU/PO/CC di data 21/11/2008
Data Stampa
Fascia
Tipo Studente
Handicap
Cittadinanza
Esito
Ordinamento
25/11/2008
Tutti
Posizione Graduatoria
10 dicembre 2008
50
235
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
VISCOVI JUAN
VENTIMIGLIA
COSSOVEL
CACACE
PERAZZO
CARDETTA
MESSINA
DI BENEDETTO
PERSIANI
BARNABA'
BATTISTUTA
ARBANASSI
SCHIAVON
BRAJKO
PAPARONI
LIMONCIN
DETELA
OSBORNE
CAPPON
GALLO
LECARDI
ZANONCELLO
VALENTA
FIORE
ANNESE
JUGRIN VERA
PAULI
PAULI
WILEY
VITULLI
FIORENTINO
SFREGOLA
CAMARDA
FIORI
CZEKANSKA
RISPOLI
OGRIZEK
VIVIANI
BRADASCHIA
PERICH
ZAROTTI
POLESE
VIRGILIO
FOSCHI
PUTANU
PIRO
CIPRIANO
PUTZU
ROSSA
FIORANTI
PERICH
MARKOVIC
LA MURA
CORONICA
RANA
STELLINI
SPARTA'
MATARRESE
IACONFCIC
Nome
ELENA SOFIA
ROSARIA
CHRISTOPHER
MARIA
ANTONIO ANDRES
EMANUELA
LUCA
MARIO
ALESSANDRO
LINDA
GABRIELE
GIORGIA
SARA
MELITA
AURELIA
NICOLE - CATERINA
GIULIA
ANDRE' MAXIMILIAN
DAVIDE
ERMINDA
STEFANO
CAROLINA
BEATRICE ANNA
GIACOMO
MARCO
ANAMARIA
MICHEL
STEVEN
SOPHIA LAVERNE
MARIO
SIMONA MARIA
ARWEN EMY
ALICE
MARIA ASSUNTA
WIRGINIA MARIA
MICHELE
CRISTINA
GABRIELA KARINA
SARA
DAVIDE
NICOLO'
MARTINA
ALESSANDRO
STEFANJ
RALUCA ELENA
ALEXANDER
MARIA LUCIA
MARIA ANTONIETTA
ANGELA
LIA
MIRIAM
ANA
SILVIA
MARGHERITA
GIUSEPPE GIOVANNI
ROMINA
ELISABETTA
MARTINA
ILARIA
Matricola
000000000
GI0100826
36200304
88300512
88300511
000000000
Punti Mer. Posiz.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
Importo Esito
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
236
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
PALECEK
CIANCI
BOTTARI
SBRUGNERA
POTUROVIC
SCEBBA
TERCELJ
SPRINGER
BRESA
RENDINA
KNAPIC
DINOVA
MRAU
MRAU
PANETTA
RAVALICO
CIANI
PETRIS
BULEGHELLO
SORSI
LEORATO
JANDRIC
CAPUANO
D'ALIASI
AMADIO
MATAJA-MAFRICI
RAMANI
FETTARAPPA
ELIA
PINAT
PIAZZA
ZARBO
AMADIO
SRNOVRSNIK
CRAVERA
NONNIS
REGACHE
RIZZI
TAURIAN
MACEDONI
DORONZO
MICHELATO
CIANI
MISON
MORO
BOSCUTTI
PLESNIZER
BAROOTY
NEFAT
FELLA
ROMANO
PERHAT
BABIC
BABIC
DE STEFANI
ZANNIER
FUSETTO
PATATTI
PANUSCA
Nome
MONICA
MARTINA
FRANCESCO
KRISTINA
MAJA
MARINA ROSA
ALESSIA
SEBASTIAN
DEBORAH
RACHELE
LORENA
YANA YULIYANOVA
ERIKA
ELENA
ALESSANDRO
MARTINA
SARA
ALESSANDRO
FABIO
STEFANIA
ENRICO
DIVNA
LISA
NICOLA
LEONARDO
STEFAN
NICOLA
MARIA FLORENCIA
FEDERICO
ELISA
CAMILLA
DANIELA
GENNY
KATARINA
PIERGIOVANNI
ENRICO
ANNA
ALICE
NICOLETTA
ANNA
OFELIA ILENIA
GABRIELE
STEFANO
NICOLE
GIULIA
ALESSANDRA
FRANCESCA
BEHRUZ FEDERICO
CORRADO
NINA
ALESSANDRA
LARA
MAURO
DAVID
LORENZO
BEATRICE
ALAN
IGOR
GIORGIO
Matricola
81700102
Punti Mer. Posiz.
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
10 dicembre 2008
50
237
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
172
173
174
175
176
177
BENEDETTI
BELLANOVA
MANCA
SAU
CIARROCCHI
CHIARIELLO
BRIZIC
SERAFIN
MURTAJ
PENCO
CRAVIN
JANCARIKOVA
MODULA
MARTINAZZI
CHIUSSO
RUSSI
RUSSI
CERES
CAPPELLINA
BELFIORE
SPREMO
FABIJAN
BALOTTI
COSSETTO
GOSGNACH
WARBINEK
GARDENAL
SCARAZZATO
STEFANCIC
CHIANDONI
PALISKA
MANCA
KUSCE
BIANCIOTTO
GRISAN
FLOREAN
STOCOVAZ
CVETKOVIC
DUJC
VELEA
BONELLO
IACONO
SEBILLO
LAMA
VIGNERI
TAMI
SERBAN
MORATO
DUMEA
VENIER
LAGANA'
FERENAC
PAPPALARDO
MANDUCA
PELLEGRINO
MILIA
MATTIELLO
TOSSUT
MARCHESI
Nome
GIOVANNI
GIUSEPPE
CLAUDIO
LINDA
CRISTIANA
MARIA ALTOMARE
NIKA
SARA
VALENTINA
NICOLINA
CHIARA
VERONIKA
GIULIA
CRISTINA
SARA
CATERINA
MICHELA
TIZIANA
BARTOLOMEO
NICOLE
NINA
ROWENA
GIACOMO
FRANCESCO
ILENIA
LIVIO
EMANUELA
CHIARA
GASPER
VERONICA
MARKO
ITALO
DIANA
VALENTINA
GIOVANNI
LUCA
VIRGINIA
VEDRAN
ERIKA
RAMONA
ROSARIO
LUCIA
MICHELE
MANJOLA
MAURIZIA ELISA
ALESSANDRO
SARA
IVANA PETRA
IULIA
ELISA
ANTONELLA
RUDI
VERONICA
LORENA RAFFAELLA
MARIALETIZIA
ANDREA
ANTONIO
DAVIDE
VALNEA
Matricola
SL0100068
TR1012E47
36200213
Punti Mer. Posiz.
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
172
173
174
175
176
177
Importo Esito
1.706,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
238
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
229
230
231
232
233
234
235
236
DELLA SIEGA
PICCOLO
CARLETTI
SASSET
BERARDI
SCOLPITO
PACI
DELLA LIBERA
BON
CAMPAGNOLO
QUARTULLI
BASILE
MIOR
SCALARI
KJUDER
GIRAU
CANTARUTTI
CRNAC
LEONE
SAMARI
RAGO
GARGIUOLO ROMANCHUK
RUSSO
TORINO
PUGLIESE
POLIDORI
HAREJ
TESTONI
DE FRANCESCHI
ANGIUS
VECCHIET
GASANOVA
ALOISIO
TREVISAN
MINIUSSI
SEGINA
BISIANI
BUFFOLO
CAMMARATA
CONCINA
FUMICH
SALVEMINI
DE MITRI
BABICH
FURLAN
COLLE
TIBURZIO
DI NATALE
CLEMENTE
VIOL
FRAGALE
AMATO
SEIDITA
GOBBO
PERESSINI
MANNA
CATANIA
IGNAT
REISMAN
Nome
LISA
MICHAELA
FRANCESCA
ILARIA
FRANCESCA
UGO
MARIA CRISTINA
ELENA
MARTA
MARIANA
ROSSELLA
SARA
ANDREA
ANTONIO
JULIJA
SARA
NICOLA
TINA
SUSANNA
SARA
MARCO
IRINA
ELIDE ANTONIA
ANGELA
PAOLA
MARTA
ANJA
FRANCESCA
MATTEO
RICCARDO
SARA
EMMA
MICHELANGELO
DAVIDE
ELISA
PETRA
KATRIN
NICOLETTA
ALESSIA
STEFANIA
CHIARA
HANNELY
ARMANDO
MARIELLA
LUISA
GIOVANNI
ALEX
ENRICO
BRIAN
ALESSANDRO
SALVATORE
BARBARA
DANIELA
ANNA
CRISTIANO
MARIA
SABRINA
IOANA
LAURA
Matricola
SM1000037
45100918
06000108
SM4000004
62300147
SM2000013
34300187
Punti Mer. Posiz.
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
229
230
231
232
233
234
235
236
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
10 dicembre 2008
50
239
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
237
238
239
240
241
242
243
244
245
246
247
248
249
250
251
252
253
254
255
256
257
258
259
260
261
262
263
264
265
266
267
268
269
270
271
272
273
274
275
276
277
278
279
280
281
282
283
284
285
286
287
288
289
290
291
292
293
294
295
PATERINO
DI GIORGIO
DI GLERIA
GIACOMELLI
SALVADOR
ZANOTTO
BIONDO
CARDIA
GIUDICE
PROFILO
BALLIS
BAIC
BETTIN
ZAFFALON
CESARATTO
QUARANTA
PANTALENA
SANGION
ZIMOLO
BUDICIN
LOSSO
SCARAMUZZO
GARDOS
TOFFOLO
RAFFAELLI
TONTI
LUCA' TROMBETTA
PIOVESANA
PAVAN
MELE
LONGO
TIMPANO
COSMAI
SLOSAR
VOINICH
ACETO
SEGAFREDDO
NGATCHOU
CAMMARINO
ORLANDO
CAPALDO
KORENIKA
FAORO
RUDAN
BELLIZZI
POROPAT
CECCHELIN
DIONISI
CUZZOLIN
PORRO
FRANCESCHET
BELLACICCO
LECCI
RADIN
ATTRUIA
MIKOSCH CUKA
FEDRIGO
CRUSIZ
MOZZO
Nome
ANNA
DANIELE
CRISTINA
ERICA
DIEGO
DENISE
DIEGO
VALERIA
CHIARA
FEDERICA
DANIEL
LUKA
AGNESE
ALESSANDRA
MARTA
FRANCESCO
ANDREA
CRISTIAN
ENRICO
LEO
ADRIANO
DAVIDE
NICOL
FRANCESCO
TIZIANO
ELISA
GIOVANNI
DANUSIA
ELISA
MAXIMILIANO CRISTIAN
SARA
CECILIA CARLOTTA
GABRIELE
AMBRA
ALESSIA
VALENTINA
LISA
MAIWENN MARION
BARTOLOMEO
CHIARA
PIETRO
GIULIA
ALICE
ANDREA
GABRIELA GISELE
SABRINA
GIULIO
VIOLA
MARTA
MATTIA
GIULIO
ALBA
LAURA
ERIK
GIADA
ANDI
FRANCESCO
PAOLA
ALESSIO
Matricola
1011E.4780
36200685
40500252
SL0100072
Punti Mer. Posiz.
237
238
239
240
241
242
243
244
245
246
247
248
249
250
251
252
253
254
255
256
257
258
259
260
261
262
263
264
265
266
267
268
269
270
271
272
273
274
275
276
277
278
279
280
281
282
283
284
285
286
287
288
289
290
291
292
293
294
295
Importo Esito
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
240
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
296
297
298
299
300
301
302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
315
316
317
318
319
320
321
322
323
324
325
326
327
328
329
330
331
332
333
334
335
336
337
338
339
340
341
342
343
344
345
346
347
348
349
350
351
352
353
354
TEMPO
STANCICH
LENARDUZZI
POPPI
COLLA
VILLANI
TIEPOLO
DAL MORO
LAURENTI
CORSO
ROSSET
PUIA
PUIA
D'ANTONI
POSITANO
RINALDI
CANTELE
CANDERAN
CALIANDRO
VIDAL
BIANCOTTO
BERNETIC
STERNIERI
STOCCA
GASPERINI
FAVRO
TACCHELLI
BOZIC
ARNONE
FIUMEFREDDO
MOMESSO
IANNELLO
IANNELLO
CHENET
VETTOR
ROSINA
DORIGO
TATTI
TOMMASINI
VELLISCIG
BARATELLI
SGANGA
PERLINI
TONIOLO
FABRO
TOSO
DAMIANO
GUBERT
FOSSA
FOCARACCI
NADALUTTI
DAL ZENNARO
BURGIO
DELMONEGO
ARGIOLAS
PICCINONNO
RICCIULLI
MARASPIN
ZOCH
Nome
ALESSANDRA
NOEMI
STEFANIA
FABIO
BARBARA
VALENTINA
MARTINA
GIORGIA
MARCO
ISABELLA
SILVIA
NORA ANTONELLA
GASTON EDUARDO
SIMONA
FILIPPO
MICHELE
SILVIA
CINZIA
ROCCO
MARTINA
MATTEO
ANA
ELISA
GIADA
LARISA
GIORDANO
EUGENIA
CLIO
GIUSEPPE
ANTONIO
MONICA
ILARIA
SILVIA
TATIANA
ROBERTO
DENIS
ALICE
ROBERTA
MARTINA
MARCO
CHIARA
MARTINA
AIRIS
LAURA
ISABELLA
ANTHEA
MARIO
TESSA
ENRICA
FRANCESCA
FEDERICA
NICOLO'
DIANA
SARA
LEONARDO
RAFFAELE
ISABELLA
DANIELE
PAMELA
Matricola
66300095
36200694
36200722
88300040
40500228
SM1000004
8840058
34800464
Punti Mer. Posiz.
296
297
298
299
300
301
302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
315
316
317
318
319
320
321
322
323
324
325
326
327
328
329
330
331
332
333
334
335
336
337
338
339
340
341
342
343
344
345
346
347
348
349
350
351
352
353
354
Importo Esito
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.341,00
1.604,00
4.270,00
4.270,00
1.604,00
2.341,00
2.341,00
2.341,00
4.270,00
2.341,00
2.341,00
4.270,00
4.270,00
2.341,00
1.604,00
4.270,00
1.604,00
4.270,00
4.270,00
1.604,00
1.604,00
2.341,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
2.341,00
2.341,00
4.270,00
2.341,00
1.604,00
1.604,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
10 dicembre 2008
50
241
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
355
356
357
358
359
360
361
362
363
364
365
366
367
368
369
370
371
372
373
374
375
376
377
378
379
380
381
382
383
384
385
386
387
388
389
390
391
392
393
394
395
396
397
398
399
400
401
402
403
404
405
406
407
408
409
410
411
412
413
PRESTIGIACOMO
SALVADOR
DELPONTE
PAGANESSI
FILIPPONI
BABETTO
STENICO
FIUME
POLVERARI
HENKE
MILOCCO
FANTIN
CESTER
REVOLTELLA
FONZAR
ALTIN
FURLAN
NOSDEO
BIASINI
COMELLATO
IUORIO
DE MATTEIS
VATTOVANI
PIVA
MARINELLI
PEZZULLA
ZANDEL
ALBANO
CARDILE
CASTRONOVI
TRIVIGNO
PERISAN
RODOLFI
BRUSAPORCI
TIZZANO
SCOLARO
LANZETTA
PERISSUTTI
BABICH
DEFFENDI
CEDDIA
DESSENIBUS
BUCCO
KOSUTA
CUSCITO
LACH
ROMANO
PAULON
NOTARNICOLA
MACCIONI
POLETTO
BENEDETTINO
ZANETTE
MILOVIC
MUNI
AGNELLO
NACINOVICH
BOSCO
GALANTIN
Nome
FRANCESCA
ELISABETTA
FRANCESCO
CARLO
LARA
ALICE
DENIS
CHIARA
MATTIA
CATERINA
GIADA
FILIBERTO
GIULIA
SILVIA
MATTIA
MARKO
MARCO
SILVIA FRANCESCA
STEFANIA
KATIA
CARMINE
DAVIDE
ENRICO
ELENA
ALICE
NADIA
FRANCESCA
VINCENZO
AURORA
PASQUALINA
VALENTINA
MADDALENA
MASSIMILIANO
CRISTINA
MICHELA
GIUSEPPE
LUIGI
NICOL
ROSANNA
ERIKA
GABRIELLA
ANNA
ELENA
JASNA
VINCENZO
VALENTINA
NICCOLO'
REGINA
FLORIANA
EMANUELA
MICHELE
MATTEO
ANDREA
SARA
ANDREA
VALERIO
ALBA
CARLA
SABRINA
Matricola
SL0100132
36200442
24200007
25300373
45100031
65200433
SM5000055
106
88400055
32200181
Punti Mer. Posiz.
355
356
357
358
359
360
361
362
363
364
365
366
367
368
369
370
371
372
373
374
375
376
377
378
379
380
381
382
383
384
385
386
387
388
389
390
391
392
393
394
395
396
397
398
399
400
401
402
403
404
405
406
407
408
409
410
411
412
413
Importo Esito
2.341,00
4.270,00
2.341,00
4.270,00
1.604,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
2.341,00
1.604,00
2.189,00
4.015,00
4.015,00
2.189,00
2.189,00
4.015,00
1.503,00
2.189,00
2.189,00
2.189,00
2.189,00
4.015,00
1.503,00
2.189,00
2.189,00
2.189,00
1.503,00
1.503,00
1.503,00
1.503,00
2.189,00
4.015,00
2.189,00
2.189,00
4.015,00
4.015,00
1.503,00
2.189,00
1.503,00
4.015,00
4.015,00
2.189,00
4.015,00
1.503,00
1.503,00
1.503,00
4.015,00
2.189,00
2.189,00
1.503,00
1.503,00
4.015,00
2.189,00
2.189,00
4.015,00
4.015,00
4.015,00
4.015,00
1.503,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
242
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
414
415
416
417
418
419
420
421
422
423
424
425
426
427
428
429
430
431
432
433
434
435
436
437
438
439
440
441
442
443
444
445
446
447
448
449
450
451
452
453
454
455
456
457
458
459
460
461
462
463
464
465
466
467
468
469
470
471
472
FERRARA
ZORZIN
ZORZIN
TRASFORINI
STURI
VASCOTTO
BATTISTUZZI
MORETTO
BATTISTELLA
SABBA
VIDAL
GADALETA
PANZARIN
GUIDI
ZAVAGNO
COLLOVATI
LINTA
VINTI
KATCHOVA
PIETROFORTE
CASSAN
PIONETTI
ROMANO
CANAL
COLLE FONTANA
PARON
LANZICHER
SPINELLI
DI STEFANO
DANIELIS
LANSETTI
SACCON
INGENITO
PIETROBON
AGOSTINIS
LOTTI
MORRI
DEL BIANCO
GIUNGATO
ZILIANI
DE LUCA
PEDROCCHI
CESA
LIRER
PERICA
BRAGHI
NEGRO
SCAFURO
FRIAS OCAMPO
MONTAGNER
SPADOTTO
CESA
OLIVIERI
BENELLA
DESTE
SCALA
BERNARDI
RADIN
CLON
Nome
ANTONINO
VALERIA FLAVIA
GIULIA
VALERIA
KRISTIAN
NICOLE
GIULIA
JESSICA
FEDERICA
ILARIA
FABIO
MAURO ALESSANDRO
SILLA
GIULIA
MARTINO
STEFANO
DRAGANA
ENRICO
VIOLETA
FRANCESCA
SAMANTHA
SARA
RICCARDO
MATTEO
MAURO
GRETA
THOMAS
GREGORIO
SILVIA
COSTANZA
SANDI
RICCARDO
LUCA
PAOLA
STEPHANIE
LUIGI
MAURIZIO
ALEXANDRA
LUDIVINE STE'PHANIE
SARA
CIRO
GIANFRANCO
CLAUDIA
IMMACOLATA
TINA
DEBORAH
FABRIZIO
MARIO
EMILIO
VERONICA
GIULIA
MARCO
ARRIGO
CATERINA
MARISTELLA
ELISABETTA
CHIARA
NICHOLAS
ELISA
Matricola
36200316
23300096
31200179
65200737
Punti Mer. Posiz.
414
415
416
417
418
419
420
421
422
423
424
425
426
427
428
429
430
431
432
433
434
435
436
437
438
439
440
441
442
443
444
445
446
447
448
449
450
451
452
453
454
455
456
457
458
459
460
461
462
463
464
465
466
467
468
469
470
471
472
Importo Esito
2.189,00
2.189,00
2.189,00
4.015,00
2.189,00
1.503,00
4.015,00
1.503,00
4.015,00
4.015,00
4.015,00
1.503,00
4.015,00
1.503,00
1.401,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
3.761,00
1.401,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
3.761,00
3.761,00
3.761,00
3.761,00
3.761,00
1.401,00
1.401,00
2.036,00
1.401,00
3.761,00
3.761,00
1.401,00
3.761,00
2.036,00
2.036,00
3.761,00
3.761,00
1.401,00
3.761,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
2.036,00
3.761,00
2.036,00
2.036,00
3.761,00
3.761,00
2.036,00
1.401,00
3.761,00
1.401,00
1.401,00
1.401,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
10 dicembre 2008
50
243
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
473
474
475
476
477
478
479
480
481
482
483
484
485
486
487
488
489
490
491
492
493
494
495
496
497
498
499
500
501
502
503
504
505
506
507
508
509
510
511
512
513
514
515
516
517
518
519
520
521
522
523
524
525
526
527
528
529
530
531
BUFFOLO
VESCOVO
SCABORO
LIBERINI
BURRI
TREVISAN
TREVISAN
CUI
SPADAVECCHIA
ROS
CARABELLESE
RENDA
BIRRI
TORLO
GAMBAROTTO
BUFFO
DI GIROLAMO
STANCANELLI
CAVALLET
MOHORIC
DE LUCA
CALO'
MANZANO
RADETIC
MAGRIS
PUPPATO
COLLEDAN
PIOVESAN
NASTI
NASTI
PICCININ
PICCININ
FORNASIER
TONINI
PASCUTTI
MIRAVAL
FUSILLI
TROISI
BALDO
CARGNEL
BUTTIGNON
IACUMIN
SLAVEC
FONDA
SALETU'
VESSIO
FABIETTI
PASQUALATO
BOTTER
D'ADAMO
POBEGA
CASAGRANDE
BABIC
BINO
BISIANI
ALTRAN
BARDELLA
BURGIO
BRICHESE
Nome
FEDERICA
SIMONE
ALESSIO
CLAUDIA
JACQUELINE
SILVIA
ALESSANDRA
VERONICA
SARA
GLORIA
ENRICO
FLORINDA
ELISA
FRANCESCA
DAVIDE
ALESSIA
GIADA
MICHELE
CATERINA
VALENTINA
STEFANO
GENNARO
MARILYN
EMANUEL
CHIARA
EMANUELE
LAURA
LORENZO
PATRICK
MANUEL
MICHELA
ELENA
DEANNA
STELLA
GABRIELE
LUDOVICA
MARCO
LAURA
SARA
ELENA
ERIC
ULLA
MANUELA
GIULIA
AURORA
ALICE
ANDREA
RICCARDO
DIONIZIJ
FRANCESCO
ANDREA
MARCO
ALESSIO
MATTEO
FRANCESCA
MATTIA
SIMONE
AURORA
ALESSIA
Matricola
33800001
47200472
000000000
0600057
51201353
79100498
000000000
000000000
Punti Mer. Posiz.
473
474
475
476
477
478
479
480
481
482
483
484
485
486
487
488
489
490
491
492
493
494
495
496
497
498
499
500
501
502
503
504
505
506
507
508
509
510
511
512
513
514
515
516
517
518
519
520
521
Importo Esito
2.036,00
2.036,00
3.507,00
1.884,00
1.884,00
1.299,00
1.884,00
3.507,00
1.299,00
3.507,00
1.884,00
3.507,00
1.884,00
1.299,00
3.507,00
1.884,00
1.884,00
1.884,00
3.507,00
1.884,00
3.507,00
3.507,00
3.507,00
1.884,00
1.299,00
3.507,00
3.507,00
3.507,00
1.299,00
1.299,00
3.507,00
3.507,00
3.507,00
1.884,00
1.884,00
3.507,00
1.299,00
3.507,00
1.884,00
1.884,00
1.884,00
1.884,00
1.299,00
1.299,00
1.299,00
1.299,00
1.299,00
3.507,00
1.884,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
244
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
532
533
534
535
536
537
538
539
540
541
542
543
544
545
546
547
548
549
550
551
552
553
554
555
556
557
558
559
560
561
562
563
564
565
566
567
568
569
570
571
572
573
574
575
576
577
578
579
580
581
582
583
584
585
586
587
588
589
590
BRESSAN
GLIGOR
CIRIBIFERA
BOZZI
CAMMARANO
BONVINO
ABRAMI
COMAR
CARATTI
DA ROS
GUZZO
GUADAGNIN
GRIZON
GRIMALDI
GREGORI
GRATTON
MARTINI
LECCA
CRISTOFARI
MARINO
CORSI
MANGIACOTTI
DELLA MORA
MARCOLINA
GARBO
PISELLA
PASQUINI
PALUMBO
PAGOTTO
PAGOT
JURICIC
LUCCHINI
FILIPUZZI
LOPES
PLANINSEK
PICCOLO
SCIANNIMANICO
TEPSHI
SARTOR
SALVADOR
PANIZZO
GON
RAZZA
VESCO
VALDEZ
STELLIN
SPONZA
BALDISSERA
RIGONAT
REALE
TOSCANO
TONON
ARNONE
MARSON
NOBILE
MIAN
MESCIA
SIMONETTI
MANCA
Nome
ALICE
GEORGIANA
DEBORA
LUCA
VITTORIO
ANGELO
SILVIA
CARLOTTA
MARTINA
GIULIANO
GIULIA
GIADA
MATEJ
ANNA
MARCO
CLAUDIA
CHIARA
ENRICO
ELENA
SEFORA
ALESSANDRA
NUNZIA PIA
ALBERTO
SILVIA
ANGELICA
ROSALIA
DEBORAH
SILVIA
GIANMARCO
GIOELE
MIA
MATTEO SAMUELE
MARCO
ROSALIA
PETER
MIRIAM
LUCIANA
INA
TOMMASO
CINZIA
GIANCARLO
ELISABETTA
STEFANO
PAOLA
JULIE
FEDERICA
GIULIA
NICOLE
RICCARDO
DANIELE
CHIARA
ELISABETTA
FRANCESCO
GLORIA
ALESSANDRO
ELISA
GERARDO
OMAR
GIOVANNI MARIA
Matricola
SM6000003
62200314
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
245
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
591
592
593
594
595
596
597
598
599
600
601
602
603
604
605
606
607
608
609
610
611
612
613
614
615
616
617
618
619
620
621
622
623
624
625
626
627
628
629
630
631
632
633
634
635
636
637
638
639
640
641
642
643
644
645
646
647
648
649
CATANZARO
BOSANI
MULINARIS
TIRONI
FORTINI
CIACCHI
DE TULLIO
TADDEO
ZANIER
TRUPPA
STOLFA
SEGATO
SAMBATARO
PAGANIN
ORLANDINI
VRIZZI
VONO
VONO
MERLIN
VIGINI
VIANELLO
MARTINELLI
BUIATTI
ZANETTI
VASILE
VALDISTENO
VAGNONI
TRIFONI
TONAS
TIERI
SPECIA
SCHMELZER
SBUELZ
SANTINI
LUXA
LUNARDO
LUCCHINI
LOMBARDI
LENA
NORBEDO
VACCHI
SERINO
FORNARO
FAZZI
MONTRONE
MOLINO
MILOS
CUTRUPI
MILIC
KLANJSCEK
MICHELETTO
MERCANILE
MARSICH
MARION
VITTOR
MANIASSI
MAGRIS
HABJAN
CUTTICH
Nome
ANA MARIA
ELEONORA
MICHELA
MARGHERITA
BENJAMIN
MICOL
VALERIA
ANTONIO TRIESTINO
GIULIA
DANIELA
MATTIA
GIOVANNA
SERENA
FABIO
MARCO
MANUEL
ROSSELLA
MARTINA
ILENIA
SHARON
MARCO
NICOLA
LISA
ALEX
ANGELICA
ANNA
LORENZO
MARIA GIULIA
MARCO
STEFANO
LORENZA
JASMINE
LUCA
ALESSIA
ALICE
SILVIA
ROSSELLA
GIOVANNI
MARTINA
SARA
ISABELLA ANNA
LUCA
PIERANDREA
SAMUELE
SARA
ARIANNA
ANDREA
VANESSA
DARMA
TINA
MANUELE
LEA
FEDERICO
CINZIA
MARCO
NICOLETTA
MARTIN
ELENA
VALENTINA
Matricola
000000000
62200289
PS5100039
40500294
25300018
24200008
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
246
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
650
651
652
653
654
655
656
657
658
659
660
661
662
663
664
665
666
667
668
669
670
671
672
673
674
675
676
677
678
679
680
681
682
683
684
685
686
687
688
689
690
691
692
693
694
695
696
697
698
699
700
701
702
703
704
705
706
707
708
CUSCITO
CUBERLI
CREVATIN
COSSU
CLAUTER
CESTER
CERLENIZZA
CAMPANER
BOSA
BONINI
SAVEGNAGO
LENA
FEDERICO
DIMINI
DE VAL
VELUSCEK
ROSOLEN
GRISAFI
ROCCO
SCATIGNA
ROTTA
ROMAN
ZUNINO
ZAGO
TOFFOLON
BORTOLAMAI
TEMPORIN
PUNTIN
POSTOGNA
POSANI
SIMONETTI
POPAZZI
RAZZA
PENSO
PELLINI
PECILE
PRIAMO
PRETTO
PAVANI
POMARE' MONTIN
LOPERGOLO
JAKUBOWSKI
MEAZZINI
LILLO
MELCHIORETTO
MEDEN
MAZZOLINI
MASINI
COGLOT
CICUTTO
CERVESATO
GARBUIO
GIUSEPPIN
ANZOLIN
GIGANTE
DI MINICA
BARONE
CALLEGARI
BOBBO
Nome
MARCO
ELEONORA
GIULIO
MARILENA
STEFANO
ANDREA
PAOLA
ELENA
ALESSANDRA - CINZIA
LAURA
ANNA
RICCARDO
PAOLO
MAURO
FEDERICO
LORENZO
CRISTINA
MARGHERITA
ANTONIO
LAURA
MIRIAM
FABRIZIO
SERENA
VERONICA
ANDREA
RITA
ANNA
SELINA
CALIPSO
CRISTIANA
BORIS
SERENA
EMANUELA
FRANCESCA
RITA
VERONICA
GIULIA
ILARIA
STEFANO
DAVID
VANESSA
KONRAD JAKUB
ANGELA
ULISSE LORENZO
BARBARA
DAVID AMADEUS
PIERO
ANDREA
STEFANO
ANDREA
ELEONORA
ROSITA
IRENE
LESLEY
SARA
DANIELA
GIUSEPPE
SARA
SERENA
Matricola
79100460
01500459
25300029
45101051
12500490
67100094
GI0100574
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
247
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
709
710
711
712
713
714
715
716
717
718
719
720
721
722
723
724
725
726
727
728
729
730
CAPONIO
GOI
BASTIANI
DI BENEDETTO
DETICEK
DESSARDO
DELLE VEDOVE
DE NADAI
DE FUSCO
DALL'ARCHE
CAMPANELLA
CELEBRANO
CAZZARO'
CAVALLO
CASAGRANDE
BONIFACIO
AGBEDJRO
BISESTI
BIASIOLO
SESTO
TAIBI
RONCA
Nome
Matricola
ROSSELLA
ELENA
FEDERICA
PIAIRENE
BENEDETTA
MARIA CHIARA
SILVIA
IRENE
LUCA
GIULIA
ANTONELLA GRAZIA
ROBERTA
FEDERICA
PATRIZIA
CHRISTIAN
CHIARA
JEAN LOUIS
CAMILLA
ANNA
GRAZIA
SALVATORE
LUCIA
12500519
106
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
248
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_ENTE ERDISUTS graduatoria borse di studio_ALL2_009
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DI TRIESTE
Parametri di Stampa:
Anno Accademico
2008
Beneficio
BORSA DI STUDIO
Progr. Graduatoria
29
Descrizione
MATRICOLE EXTRACOMUNITARIE
Stato
Definitiva
Approvata con Decreto 1371/SDSU/PO/CC di data 21/11/2008
Data Stampa
Fascia
Tipo Studente
Handicap
Cittadinanza
Esito
Ordinamento
25/11/2008
Tutti
Posizione Graduatoria
10 dicembre 2008
50
249
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
CHKHAIDZE
ABDUL SATER
CHARAFEDDIN
MEKA
MBENA
NASI
ASSAAD
EL ZEIN
AL MOKDAD
SAAD
NGUEGUIM NOUDEM
MOSTAFA
AL MOKDAD
ALEKSOVA
AL MOKDAD
ASSAF
TABIEKH
FARAJ
HAMMOUD
KATAYA
TCHUEMGUIA SIMO
GAJANIC
HASANBELLI
TARUSHA
BEKONO OMGBA
KAMAGNI VODIE
MILO
DEDE
NANUSHI
RAMA
AL HASSAN
HASANBELLI
ABANDA YOKEBE
LEMBO NAS
HARB
GRUJICIC
ZHUPA
BLAYBEL
MOKAHAL
FOKAM
BLAYBEL
AYOUB
TCHANA NDJONDJI
TCHOUMI FOKAM
ALOUMON
POH SIE
NGOUOYIWOUO MFOUAPON
KOZLOVIC
VALKOVIC
SIMAC
MATHEY
DJEUKENG NGATSI
JERIOTH
ERMAN
SABBAH
HAMADEE
JAMAL EDDINE
MANGOMO
KATUNDI
Nome
Matricola
Punti Mer. Posiz.
TEA
MOHAMMAD ALI
MOHAMED HUSSEIN
DEVIS
SOPHIE MARLYSE NICAISE
MARIELA
MOHAMMAD ALI
HAMZA
MOHAMAD
NICOLAS
ANNICK
MHAMAD ALI
RABIH
SIMONA
HUSSEIN
AHMAD
ABBAS
KHODER
ALI
HAMZA
CARINE
MIRNA
ERALD
LORENA
LINE ARMELLE
THEODORA
JONIDA
ELZA
FLORIDA
ALDI
SHAYMAA
ELONA
CLIFF
WAWINWATE
RAWIA
NIKOLA
11500331
ERJON
ALI
ZIAD
ALAIN SERGE
TAREK
HELMI
CHRISLAIN THIERRY
BERENICE THEBAIDE
MESSAN MITRONUNYA
GUILLAUME HERVE
NADINE
TEJA
DRAGAN
ROBERTA
GEORGETTE SARAH MICHELL
SERGE ROCHE
NCHANG
JAQUELINE VANESSA
MAY
MAYSSAA
HANAN
NORCEL JAREN KAPEM
OLGERTA
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
Importo Esito
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
250
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
TOSKA
GOLABOSKA
LINARES REYES
SAKR
PESO
KHALIFE
DJIRAIBE
MILE
HAZIM
FAKIH
ABDUL AL
PENOV
SAWMA
SALAM
AL HASSAN
BREGU
BREGU
EL TOUFAILI
HAMADEH
NASSAR
GOUJA
KAYA GOUNDJA
KHALED
ALAA EDDINE
BANDERA
KALEMAJ
MOJALLAL
HAKAMI
HAMADE
MOKHAYERI
QAFOKU
EL KHARRAT
KRISTO
TRAJANOSKA
MARKU
ZAITER
POGACE
GWANDUA
JASEVSKI
RUSIN
SINCIC
FINGALE
BEJI
YASSIN
MUGENI
AGBORNKIE
MRAD
MAJA
SINCIC
KONTA
KITIC
SINOZIC
SLIPCEVIC
DIMOVSKI
ZEBA
BLAGOJEVIC
DUKA
SIROTIC
BURMAS
Nome
ERINDA
ELENA
YANETH
HUSSEIN
LUCIA
AHMAD
MEDARD
LEDIA
MOUHAMAD BACHIR
HUSSEIN
SALEH
IVAN
GRETTA
KASSEM
ISSA
ORION
VERSINA
ABBAS
EL SHAIKHA FADWA
NASIR
ASMA
VALERY HERMANN
ZIAD
GHAZI
SARA
KLARA
HASSAN
KAMBIZ
ALI
ALI
ARJETA
MAZEN EDWARD
ELVIS
MARINA
IRJET
JALAL
BESIAN
REGINA KAMBOT
RAJKO
ATINA
LUANA
YANIV
ALI
IMAD
NICOLE
NDIPENOCH
MAROUANE
ARMAND
JAN
CARLA
MISEL
SARA
STEFANO
ILIN - DIME
TANJA
LUKA
XHEMAL
DIEGO
MATEA
Matricola
81300101
Punti Mer. Posiz.
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
10 dicembre 2008
50
251
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
172
173
174
175
176
177
ZHAN
TURSUNOVIC
DEJHALLA
PEJCIC
ABUKAR
ALIC
KLARIC
GALIC
DOGIC
TRUTIC
ALUSHAJ
KUTLE
COSO
SKORIC
KUTEROVAC
VITULIC
BARANIC
SUSNJARA
BERTUZZI
RUZIC
JOVANOVIC
CHERNOVA
JUNICIC
LOZANO RODRIGUEZ
VERBANAC
GOJANI
SHKUPA
PAUNOVIC
AMARIR
LAPOSKI
DORCIC
CATO
SURDONJA
KEZMIC
KALEMBER
LIPOVIC
MILOHANIC
PLANGARICA
BOZOVIC
TOMISIC
FAUST
SHOJA ARDALAN
KAPEL
MICETIC
FRASHERI
KOSARA
LUK
IPSA
TOCI
STEFAN
SIMOVIC
PIDLUBNYY
HASIC
LAGANIS
KOVACIC
BATALLI
KESNER
VELAN
PREDAN
Nome
RONG RONG
KRISTIAN
IZABEL
SONI
AMAL
ENEA
MARTA
ALEKSANDRA
HALID
MILICA
ANDUENA
ANA
ANDRO
BOJANA
ENI
ANJA
SARA
MILOS
MONICA
MORANA
NEVENA
LILIANA
KARLA
JOHANN WILFREDO
LUANA
LINDA
GERSIANA
VUKASIN
MAROUANE
BEDRI
ZELJKA
ZORAN
KORANA
ARDENA
IRINA
EDI
ANA
PULLUMB
NEVENKA
ADRIANA
KRISTIJAN
BAHAR
MATTEO
BRUNO
ORIAN
KATIA
MATIJA
PAOLA
JULINDA
IVO
KATARINA
OLEKSANDR
ALMIR
LARA
KATJA
ILIR
ELITA
GORAN
MARTIN
Matricola
46400161
23300450
Punti Mer. Posiz.
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136
137
138
139
140
141
142
143
144
145
146
147
148
149
150
151
152
153
154
155
156
157
158
159
160
161
162
163
164
165
166
167
168
169
170
171
172
173
174
175
176
177
Importo Esito
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
252
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
229
230
231
232
233
234
235
236
RADETIC
LATIFOVIC
KRIVOKUCA
MALINARIC
OZVACIC
NEJIC
RABAK
LAKOSELJAC
HRZIC
BENUSSI
DOMLIJA
GRBAC
KORENIC
ZAKINJA
JURIC
ZANCO
ALEKSIC
SIROTIC
VUNJAK
ANGELINI
KUCAN
TOMIC
BONSU
MARTINCIC
OSTOJIC
NIKSIC
LONGIN
LEKOVIK
BJELOGRLIC
BRECEVIC
HAIRLAHOVIC
AVDIC
FIORIDO
CAVAR
MIHOVILOVIC
MOLLA
RIBIC
AMBRUS
KALLOLLARI
HYSA
STARCEVIC
MARUZIN
MILANOVIC
NIKSIC
SEKANIC
STANIC
CABRAN
GOBBIN
FONOVIC
LAZAREVIC
HEBERLING
PAVICIC
KOMADINA
SMRIKO
URRIZA
NAD
MUSULIN
ANDELIC
LUGONJIC
Nome
ALEN
LATIF
NATASA
RAFAELA
MIA
ERIKA
MARINA
VALENTINA
ANDREA
VALENTINA
NIKOL
DAMJAN
ALAN
ERIKA
ISKRA
MORENA
STEFAN
MONIKA
JOVANA
KARIN
PAOLA
TEODORA
KOFI
RENATA
JELENA
NINO
VANJA
SELMA
SANDRO
PATRICIA
ALENKA
AIDA
LARA
DORIS
JOSIP
ELIRA
FILIP
SARA
KRESHNIK
ARETA
VEDRAN
VALENTINA
MATEA
INES
SONJA
IRENA
IVAN
TIZIANA
VANESSA
MAJA
ROBERT
ANITA
IVAN
LARISA
MARIANELA
DANIJELA
DIJANA
LARA
SANELA
Matricola
73100363
34300365
Punti Mer. Posiz.
178
179
180
181
182
183
184
185
186
187
188
189
190
191
192
193
194
195
196
197
198
199
200
201
202
203
204
205
206
207
208
209
210
211
212
213
214
215
216
217
218
219
220
221
222
223
224
225
226
227
228
229
230
231
232
233
234
235
236
Importo Esito
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.270,00
4.270,00
2.341,00
2.341,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.270,00
4.015,00
4.015,00
4.015,00
4.015,00
2.189,00
4.015,00
2.189,00
2.189,00
2.036,00
2.036,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
10 dicembre 2008
50
253
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Cognome
237
238
239
240
241
242
243
244
245
246
247
248
249
250
251
252
253
254
255
256
257
GRDAKOVIC
CUKON
CUKON
VUKSANOVIC
IVANCIC
MLADIN
ISMAIL
MANSOUR
BOCAJ
VEJNOVIC
IGNOTO
PAVLOVIC
CUMANI
ZUFIC
VLASHI
BRAHIMSULAJ
WEN
BEZAI
GOJAK
TRAD
RIZVANOLLI
Nome
ROBERTA
MARTINA
ANTEA
MARINA
KRISTIAN
JOSIPA
MAHMOUD
MUHAMMAD
NORGES
ZANA
ALESSANDRO
ALEKSANDRA
ELEONA
DIANDRA
MERI
GRISELDA
ZHONGLI
MOHAMED SLIM
ANA
AHMED
ERLIS
Matricola
Punti Mer. Posiz.
237
238
239
240
241
85300090
Importo Esito
3.761,00
3.761,00
3.761,00
1.884,00
1.884,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
254
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_ENTE ERDISUTS graduatoria borse di studio_ALL3_009
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DI TRIESTE
Parametri di Stampa:
Anno Accademico
2008
Beneficio
BORSA DI STUDIO
Progr. Graduatoria
30
Descrizione
MATRICOLE EXTRACOMUNITARIE DI NAZIONALIT
Stato
Definitiva
Approvata con Decreto 1371/SDSU/PO/CC di data 21/11/2008
Data Stampa
Fascia
Tipo Studente
Handicap
Cittadinanza
Esito
Ordinamento
25/11/2008
Tutti
Posizione Graduatoria
50
10 dicembre 2008
255
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Prog. Nominativo
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
JOVIC MASA
JURICEV MARINA
DAPCIC HELENA
DELTON VANNA
SOSA FABIANA
BRAJKOVIC IRIS
STOILJKOVIC IVA
ZAFIERI ANI
DOC DARJA
MIJOVIC STEFANO
UREMOVIC KLARA
HITREC TIMNA
BERTOSA ELENA
ANDONOVSKI KRISTINA
BENUSSI BARBARA
DROBNJAK ANDREA
CUCANCIC MARIN
PAVLOVIC SILVIA
STOPAR ALEX
KOZLOVIC DIEGO
JURISEVIC ERIKA
ILIJEVIC MILA
SPARAGNA MARKO
BERNOBIC KETI
KOZLOVIC MARINA
Matricola Sede M R P B Es. Fas. Num. Media
FS
FS
FS
PE
FS
PE
PE
PE
FS
FS
PE
PE
FS
FS
PE
FS
FS
FS
FS
FS
FS
FS
FS
FS
FS
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
LEGENDA: M=Merito, R=Reddito, P=Patrimonio, B=Beneficio, Es.=Esito, Fas=Fascia
B
B
B
B
B
B
B
B
B
B
B
B
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
2
2
2
4
180
180
180
0
180
0
0
0
180
0
0
0
180
0
0
0
0
180
180
0
180
0
180
0
180
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
Punteggio
Posiz.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
256
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
08_50_3_CNC_ENTE ERDISUTS graduatoria borse di studio_ALL4_009
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO DI TRIESTE
Parametri di Stampa:
Anno Accademico
2008
Beneficio
BORSA DI STUDIO
Progr. Graduatoria
27
Descrizione
ANNI SUCCESSIVI
Stato
Definitiva
Approvata con Decreto 1371/SDSU/PO/CC di data 21/11/2008
Data Stampa
Fascia
Tipo Studente
Handicap
Cittadinanza
Esito
Ordinamento
25/11/2008
Tutti
Posizione Graduatoria
Stampa graduatoria per dettaglio Facoltà , dettaglio Corso
10 dicembre 2008
50
257
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
CT
Facoltà:
CT
CONSERVATORIO TARTINI TRIESTE
Corso:
CTB
CONSERVATORIO BIENNIO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
BOCEVSKI
BOBIÄ¿
ASQUINI
STOICA
DINEVA
MARKOVIC
KJUDER
Nome
Matricola
VLATKO
MITJA
CHIARA
LAURENTIU CLAUDIU
JASNA
DEJAN
JAGODA
BI0450E52
BI0484E.52
BI0417E.71
BI0557E.47
BIO345D21
Punti Mer. Posiz.
987,50
433,33
386,00
183,33
183,33
178,33
626,67
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
4.524,00
2.494,00
1.170,50
4.524,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
CT
Facoltà:
CT
CONSERVATORIO TARTINI TRIESTE
Corso:
CTT
CONSERVATORIO TRIENNIO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Nome
GAL
CANCINO
LAKICEVIC
SALA
ADDA
KRIZAN
CARUSO
MORCOSANU
PADOVAN
CIMAROSTI
CEPAK
SHYHINA
KOZLINA
MATE
ERNESTO
NINA
ANTONINA-TEA
DAVIDE
MAJA
ALBERTO
GABRIELA ROXANA
CARLOTTA
ROMEO
MARKO
TETYANA
MARIJA
Matricola
TR0958E62
TR0830E.5
TR0713E.6
TRO968C.1
TR070E52S
TR0972E.9
TR0769E.9
TR0307E71
Punti Mer. Posiz.
533,57
529,07
486,67
482,50
388,33
330,00
299,52
272,62
220,71
212,38
133,33
976,67
155,50
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
3.507,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
S911
DOTTOR.RIC.IN POLITICHE SVILUP.GEST.TERRITORIO
Prog. Cognome
1
2
BOSSI
NAPOLI
25/11/2008
Nome
Matricola
EMANUELE
ANTONIO
S91172300
S91162301
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
1 / 150
258
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
0569
SC.DI SPEC. PER L'INSEGNAMENTO NELLA SC.SECONDARIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
POPEO
PICONE
CARTA
POLLI
SELLERI
COSTANTINO
MIELE
CESAR
GRBEC
PASSONI
CUZZONE
RUSSO
GREGO
ZULINI
Nome
Matricola
ROSALBA
ESTER
ARIANNA
ADRIANO
CHRISTIAN
MARIANGELA
ANGELO ILARIO
EVA CRISTINA
DANIEL
LEIA
TULLIA
CLAUDIA
LUKA
STEFANO
56900688
56900754
56900742
56900755
56900779
56900744
56900785
56900772
56900718
56900776
56900757
56900784
56900767
Punti Mer. Posiz.
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
200,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Importo Esito
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.604,00
1.604,00
1.503,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9072
ITALIANISTICA
Prog. Cognome
1
DELFINO
Nome
Matricola
PAOLA
S91192201
Punti Mer. Posiz.
200,00
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9099
GEOMATICA E SIST.INF.TERR.
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
CIANCIARULO
Nome
Matricola
DARIO
909922006
Punti Mer. Posiz.
200,00
1
PaginaEsito
:
Importo
4 / 150
2.494,00 BENEFICIARIO
10 dicembre 2008
50
259
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9100
POLITICHE TRANSFRONTALIERE PER LA VITA QUOTIDIANA
Prog. Cognome
1
2
3
4
UNGUREANU
CARA
MILOVANOVIC
VERBAL
Nome
Matricola
RADA
ARBEN
JELENA
DANA GABRIELA
910023004
910023006
910023005
910021012
Punti Mer. Posiz.
200,00
200,00
200,00
1
2
3
Importo Esito
4.524,00 BENEFICIARIO
2.494,00 BENEFICIARIO
2.494,00 IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9101
SCIENZE DELL'ANTICHITA'
Prog. Cognome
1
CAPRIOTTI
Nome
Matricola
TIZIANA
910121002
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9117
SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE DELL'UOMO, DEL TER
Prog. Cognome
1
RIILLO
Nome
Matricola
CESARE ANTONIO FABIO
S91172300
Punti Mer. Posiz.
200,00
1
Importo Esito
4.524,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9118
DOTTORATO DI RIC. IN SCIENZE E TECNOL. CHIMICHE E FARMACEUT.
25/11/2008
Prog. Cognome
1
2
VENNERI
CERSOSIMO
Nome
Matricola
CESARE DANIELE
ULMA
S91182201
S91182200
Punti Mer. Posiz.
200,00
200,00
1
2
Pagina :
Importo Esito
7 / 150
4.524,00 BENEFICIARIO
3.761,00 BENEFICIARIO
260
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0000
(NESSUNA FACOLTA)
Corso:
9121
SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIO
Prog. Cognome
1
RISCICA
Nome
Matricola
FABIO
S91212301
Punti Mer. Posiz.
200,00
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
SL01
COMUNICAZIONE INTERLINGUISTICA APPLICATA
Prog. Cognome
1
2
Nome
TOMASETIG
VENERI
Matricola
ARIANNA
MARIA
Punti Mer. Posiz.
268,57
1
Importo Esito
3.507,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
SL21
COOPERAZIONE INTERCULTURALE ALLO SVILUPPO
Prog. Cognome
1
NUZZO
Nome
Matricola
Punti Mer. Posiz.
MARCO
Importo Esito
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
0014
C.D.L. IN TRADUZIONE E IN INTERPRETAZIONE
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
URSINI
Nome
Matricola
CESARIA ANNA
01400686
Punti Mer. Posiz.
PaginaEsito
:
Importo
11 / 150
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
261
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
0016
C.D.L.S. IN INTERPRETAZIONE DI CONFERENZA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
POLI
COLUCCI
LEONE
BABIC
TORCHITTI
LOMBARDO
STARACE
PAPA
CREANGA
SCOLLETTA
VIEL
STOCCHERO
MAISURADZE
MARRA
MEACCI
RUGGIERO
BROTTO
PROBST
DE MATTIA
MUNARO
25/11/2008
Nome
Matricola
DANIELE
CHIARA
GIOACCHINO
MILANA
FRANCESCO
SONIA
DAFNE
CARLO
ILINCA
FRANCESCO
SELENA
MATTEO
NINO
NADIA
FEDERICA
GIANCARLO
MARTA
MATTHIAS
MARTINA
VALENTINA
01600157
01600159
01600150
01600119
01600095
01600170
01600131
01600176
01600163
01600155
01600142
01600140
01600118
01600127
01600152
01600120
01600161
01600167
01600173
01600164
Punti Mer. Posiz.
566,67
543,33
428,33
277,33
271,33
257,17
199,50
176,67
166,67
166,67
160,00
138,83
193,33
664,17
133,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Importo Esito
4.270,00
4.524,00
4.270,00
2.262,00
2.262,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
3.507,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
15 / 150
262
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
0021
TRADUZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
CHINELLO
FALARDO
LONGIN
ZIRONE
PRIMICERI
TUFEGDZIC
BONOMI
BORGO
BELUSIC
LIPOVIC
BIANCHI
QUATTROCCHI
CARULLI
CUSIN
BIANCO
CORO'
DEMONTIS
DOVICO
ROSSETTO
BUFFA
DI BERT
BOKALIC
MANTI
CANTONE
PERRICCI
FEDERICO
MIOTTO
BONERA
25/11/2008
Nome
Matricola
MARTINA
RAFFAELE
PETRA
SILVIA
VALENTINA
JANA
ERIKA
FRANCESCA
ZELJKA
IVA
SERGIO
ANNALISA
ROSSANA NICOLE
DIANA ROMANA
GIANCARLO
ELEONORA
VALENTINA
FEDERICA
ANNA
MARIA ROSARIA
RAFFAELLA
IVAN
ALESSANDRA
DELIA
DANIELA
ROSANNA
VALENTINA
FLORIANA
02100189
02100188
02100120
02100182
02100185
02100121
02100143
02100154
02100110
02100163
02100144
02100134
02100108
02100155
02100187
02100128
02100168
02100181
02100152
02100090
02100113
02100150
02100196
02100146
02100198
02100170
02100197
02100145
Punti Mer. Posiz.
733,33
723,33
623,83
593,33
460,00
451,00
421,67
310,00
272,50
265,00
232,67
220,33
220,17
170,33
158,33
113,67
107,83
213,33
150,00
120,17
224,17
421,67
349,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
Importo Esito
4.015,00
4.270,00
2.262,00
2.494,00
4.524,00
2.262,00
1.094,50
2.262,00
2.262,00
2.262,00
1.094,50
2.262,00
1.247,00
1.247,00
4.524,00
2.262,00
2.007,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
16 / 150
10 dicembre 2008
50
263
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
0060
COMUNICAZIONE INTERLINGUISTICA APPLICATA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
TROYAN
KRASNIQI
RAGO
ZAVAGLIA
BASILE
STAROVIC
BUSINARO
STANIC
DE MORI
GIULIANI
GUALENI
ROGGIO
ANGIULLI
PERRUCCI
FORNO
SARTORE
BIRRITTA
VRETENAR
BOUILA MASSINSA
NARDONE
ROGIC
DE PIERI
D'ANGELO
CARLOTTI
DI BITETTO
MILITELLO
PIPARO
BRESSANELLI
BOZIC
LONGO
MODANESE
BABIC
SPITZL
JURICA
FIACCHI
MONKO
BITTO
PLUZAREV
MUCAJ
AYANOUVI
BEATRICI
RADIN
OLIVIERI
LEPORE
BUNGARO
BELLOMO
ZUPPANI
LIPPI
IVOS
SALARIS
MORGIONE
KOCYLOWSKA
D'ALONZO
PASTORE
UDOVICIC
MOMETTI
25/11/2008
Nome
Matricola
TATYANA
FATIME
ARTURO
CINZIA
SARA
NADEZDA
ROBERTA
GORANA
ISADORA
MIRYAM
LAURA
VITTORIA
PASQUALE
FEDERICA
GIULIA
ROSSELLA
MARTINA
DORIS
OLIVE ROY
ALIDA ANNA
ANA
SARA
ALESSANDRA
BENEDETTA
MARIA AMANDA
MARTINA SOFIA
SILVIA
GIULIA
ANDREA
ROSSELLA
MARIA LUISA
MAJA
STEFANIA
LIDIJA
ROBERTO
LUKASZ
CLAUDIA
MIRJAM
OLTJONA
EUNICE
CHIARA
STEPHANIE
SARA
MARTINA
SERENA
MARIADOLORES
ANDREA
MAURIZIO
LARA
PAOLO
MARIA LAURA
OLGA
MARIA
ANTONELLA MARIA
SILVIA
FRANCESCA
06000273
06000398
06000332
06000429
06000493
06000424
06000359
06000382
06000434
06000396
06000418
06000452
06000113
06000297
06000367
06000294
06000437
06000212
06000394
06000466
06000272
06000266
06000343
06000258
06000479
06000289
06000107
06000298
06000420
06000277
06000311
06000399
06000082
06000274
06000176
06000436
06000178
06000416
06000128
06000506
06000267
06000130
06000139
06000413
06000104
06000028
06000521
06000285
06000364
06000109
06000501
06000430
06000126
06000393
06000132
06000201
Punti Mer. Posiz.
981,33
947,00
937,67
870,40
864,57
799,52
791,48
676,90
646,21
600,48
598,81
594,52
579,39
536,67
535,24
519,00
492,86
462,00
449,05
437,14
436,67
425,83
415,17
396,67
356,40
352,67
327,44
325,50
316,19
290,50
284,17
276,67
272,39
269,00
264,00
260,95
260,33
251,81
235,00
230,00
228,17
222,72
222,22
216,45
215,67
211,33
185,24
182,33
178,93
178,33
166,24
166,19
156,50
153,86
150,83
148,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.341,00
3.761,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
2.189,00
4.524,00
4.270,00
4.015,00
2.262,00
4.524,00
2.494,00
4.270,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.270,00
4.524,00
3.507,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.262,00
3.761,00
4.524,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
1.170,50
4.524,00
4.015,00
2.494,00
4.015,00
4.524,00
2.262,00
3.761,00
4.270,00
2.262,00
1.170,50
4.524,00
2.135,00
2.135,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.007,50
4.524,00
2.341,00
1.247,00
4.524,00
2.262,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
Pagina :
17 / 150
264
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0010
SCUOLA SUP.LINGUE MODERNE PER INTERPR.E TRADUTTORI
Corso:
0060
COMUNICAZIONE INTERLINGUISTICA APPLICATA
Prog. Cognome
Nome
Matricola
57 FAZZINA
GIUSEPPINA
06000141
06000300
58 ATZARA
SANDRA
06000031
ALESSANDRA
59 BRESSAN
06000324
60 DETTORI
FRANCESCA
06000253
61 SILVESTRI
ELISA
06000326
62 ROCCO
SILVY
06000271
63 APOLLONIO
MARLENE
06000256
64 RUZIC
ANA
06000270
65 PETRETIC
DARIA
06000268
66 SPAGNUOLO
VITA
06000053
67 NESTORI
SANDY
06000275
68 LAKOVIC
ANDREA
06000014
69 PIOTTO
NATASHA WAIRIMU
06000217
70 NAPOLETANO
ELISABETTA
06000105
71 CASAGRANDE
MICHELA
06000227
ELISABETTA
72 BOSIO
06000483
73 CASSANO
NATASCIA
06000330
74 STEFAN
KATJA
06000175
75 BARBERINI
CRISTINA
06000171
JACOPO
76 FILAFERRO
06000499
SARA
77 DE VITO
06000257
78 CARIOLA
DARIO
06000233
79 FUSCO
BARBARA
06000449
80 SALOMONI
DANIELA
06000290
CATERINA
81 BOVINI
06000348
82 TUCCIARIELLO
MARILISA
06000361
83 FAVARO
LUIGI
06000197
84 DE LEO
DELIA
06000335
85 COLOMBO
ALESSANDRO
06000317
86 BEGHINI
CATERINA
06000497
87 ANCONA
VALENTINA
06000089
88 BOMBEN
ANDREA
06000531
JASON FRANCIS
89 MCGIMSEY
06000240
90 LANDO
CRISTINA
06000209
ALESSIA
91 DE SIMON
06000445
TERESA MARIA
92 TAFURI
06000323
93 VACCHI
FEDERICA CLAUDIA
06000337
94 SPACAPAN
MIRJAM
06000371
MIA
95 KAPOVIC
06000381
96 MIRKOVIC
MILICA
06000146
97 BORSATO
IRENE
06000312
98 SIMONCELLI
GIORGIA
06000029
VALENTINA
99 REITANO
06000334
100 PIRETTI
MARILENA
06000191
101 PICCOLO
ALESSANDRA
06000054
102 PETRENKO
KATERYNA
06000241
103 VELISE
ALEKSANDRA
06000522
104 MANGANO
ANTONINO
06000316
105 GRILLI
MICHELA
GRADUATORIA
Borsa Di Studio
A.A. 2008/2009
06000183
ANTONIO
106
FRUCCIO
06000084
FEDERICA
107 FENZI
06000308
108 BENCIC
KRIZIA
Università:
TS
109 ARNO'0010
ELIANA
SCUOLA SUP.LINGUE
MODERNE PER INTERPR.E06000309
TRADUTTORI
Facoltà:
06000242
SONJA
110 MAUKOVIC
0060
Corso:
COMUNICAZIONE
INTERLINGUISTICA APPLICATA
06000192
111 PUGLIESE
VERONICA
Prog.
Nome
Matricola
06000440
112 Cognome
VIOLANTE
ERIKA
113 RAZORE
CHIARA
06000391
25/11/2008
MARINA
06000220
114 NAPOLETANO
IDELEINE NOEL
06000154
115 MAFINDOM SIMO
06000523
116 CAMPAGNARO
PAMELA
E.R.DI.S.U.
Punti Mer. Posiz.
148,67
147,50
143,33
142,50
142,00
139,67
138,00
134,17
129,83
126,67
123,33
123,33
119,17
118,00
117,17
105,50
105,50
96,17
80,33
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
317,33
134,00
503,36
413,67
328,57
228,33
322,17
632,02
282,86
552,29
125,00
183,10
262,39
255,67
588,67
Importo Esito
2.135,00
4.524,00
2.007,50
2.036,00
3.761,00
3.507,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
853,00
4.524,00
2.262,00
2.189,00
2.135,00
2.189,00
4.524,00
4.524,00
3.761,00
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
PaginaNON
:
18 / 150
IDONEO
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
143,67
548,33
181,67
403,00
Punti230,95
Mer. Posiz.
584,17
120,17
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
265
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
GI01
GIURISPRUDENZA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
BUNETA
BARBIERO
FALCONER
ABATE
SRNOVRSNIK
MANDIC
TORRETTA
BASSETTO
HAJDUKOVIC
CHIARIELLO
ABRAMI
DE SABBATA
DE ZOTTIS
CALVANESE
CAPUOZZO
TURCO
CHIONCHIO
CANCIAN
NIKOLIC
MILOTI
PETROKOV
STUPAR
MALOSSO
IRRERA
GEGA
PAVONI
IACUMIN
PERSIANI
DE DONNO
ZONA
VALENTE
ZELIC
AWEYS SHEEKH MUUMIN
FRAUSIN
WILEY
MONTICO
MARKOVIC
AUGUGLIARO
DURI'
SADIRAJ
COSTANTINIDES
SLAVICA
COCCO
BALLA
KOSUTA
ZANELLI
VIGNOTTO
NOVELLO
GOBATTO
TOPPAZZINI
NOVELLI
PISANO
MINISINI
CREVATIN
BENNATI
BENERICETTI
25/11/2008
Punti Mer. Posiz.
Nome
Matricola
NATASA
ANDREA
DEBORA
MICHELA
MARTINA
BOJANA
LUCA
ELENA
ALEKSANDRA
IPPOLITA
ANDREA
KEVIN
ALESSANDRA
STEFANIA
ENRICA
AURORA
MATTEO
SARA
BOJAN
SILVI
KATJA
ANDREA
BEATRICE
VALENTINA
SERAFINO
NICHOLAS
LUCA
FRANCESCA
CHIARA
GIUSEPPE
FRANCESCA
NATASA
MOHAMED
SAMANTHA
IVORY ANGELICA
JESSICA
DANIEL
DAVIDE
CRISTINA
HENRI
ANNA
LUCIJA
CHIARA
ELISA
GORAN
GESSICA
SARA
ILLARY
ANDREA
ISABELLA
ROBERTA
FABIANA
SARA
BARBARA
SANTO
FRANCESCA
GI0100435
GI0100256
GI0100375
GI0100252
GI0100446
GI0100469
GI0100153
GI0100138
GI0100398
GI0100418
GI0100451
GI0100297
GI0100121
GI0100277
GI0100402
GI0100475
GI0100271
GI0100336
GI0100479
GI0100539
GI0100106
GI0100461
GI0100445
GI0100385
GI0100255
GI0100319
GI0100198
GI0100411
GI0100276
GI0100427
GI0100424
GI0100183
GI0100306
GI0100288
GI0100176
GI0100180
GI0100216
GI0100005
GI0100495
GI0100075
GI0100052
GI0100494
GI0100346
828,57
786,67
765,12
724,29
675,71
673,45
635,00
591,67
584,29
546,90
526,07
511,67
509,67
499,17
474,17
474,17
470,00
465,83
390,83
300,00
295,83
295,24
292,12
292,12
280,95
277,36
276,67
258,79
225,45
214,29
180,95
163,33
147,62
133,33
128,33
127,17
111,00
110,50
108,33
89,67
54,83
50,00
41,67
GI0100160
GI0100485
GI0100168
GI0100043
GI0100294
GI0100535
GI0100116
GI0100293
GI0100449
GI0100266
GI0100044
GI0100436
514,83
195,00
453,33
247,62
722,38
453,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
1.706,00
3.761,00
2.494,00
4.524,00
1.401,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.036,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
2.341,00
1.884,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
1.401,00
1.706,00
2.036,00
1.884,00
1.706,00
3.761,00
1.503,00
4.524,00
4.270,00
1.706,00
2.189,00
4.524,00
2.036,00
2.494,00
4.524,00
2.036,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
20 / 150
266
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
GI01
GIURISPRUDENZA
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
BARRESI
CIANI
SHRAMENKO
D'ONZA
TREVISIOL
TRAVAS
VINCI
RIZZO
MATAJA-MAFRICI
MAURO
MASOPEH
MANZATO
MANGIAVILLANO
LOSURDO
JURISEVIC
DI PUMA
ROSSI
RAIMONDO
FAVRETTO
FAVRETTO
SALVADORI
Nome
Matricola
FRANCESCA
ANDREA
SVETLANA
NICOLA
TIM
LARA
LAURA
LUCIA
MARKO
ANTONELLA
SYBIL
OLGA
GIUSEPPE
ANNA
MANUELA
MARIA FLAVIA
ILARIA
FEDERICA
SARA
GIADA
LUDOVICA
GI0100374
GI0100353
GI0100262
GI0100373
GI0100395
GI0100522
GI0100309
GI0100203
GI0100420
GI0100315
GI0100074
GI0100463
GI0100115
GI0100095
GI0100125
GI0100128
GI0100222
GI0100379
GI0100280
GI0100165
GI0100360
Punti Mer. Posiz.
21,67
214,29
214,29
649,05
424,17
299,52
636,19
156,19
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
0110
C.D.L. IN GIURISPRUDENZA
Prog. Cognome
1
BRUNI
25/11/2008
Nome
Matricola
TATIANA
11017042
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
21 / 150
10 dicembre 2008
50
267
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
0113
C.D.L. IN SCIENZE GIURIDICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
MARKOVIC
BON
GIANO'
TROST
GIUGOVAZ
VECCHIET
GALLO
BLAZEVIC
CIBERT
BRAINI
STRADI
ROSSI
SUFFOLETTA
SHAMO
CARTA
Nome
Matricola
SEBASTIANO
ROMEA
MARIA
MARTINA
ELISA
GIADA
ANDREA
ISIDORA
CINZIA
LUIGI
SARA
MONICA
MAURO
AGETI
CINZIA
11301022
11301047
11301042
11301041
11301001
11301141
11301084
11301150
11301076
11300974
11301021
11301002
11301186
11301081
11301122
Punti Mer. Posiz.
897,50
893,33
627,17
520,33
476,83
456,33
137,17
1
2
3
4
5
6
7
905,50
751,50
Importo Esito
1.247,00
1.247,00
1.170,50
700,50
853,00
853,00
1.880,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
0114
C.D.L. IN CONSULENZA DEL LAVORO
Prog. Cognome
1
RUBINO
25/11/2008
Nome
Matricola
ROBERTA
11400120
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
23 / 150
268
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
0115
C.D.L.S. IN GIURISPRUDENZA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
MORATTO
STIZ
DORO
MILAZZO
RUGLIANO
CORONICA
PACAJ
BELLETTI
PAOLETTI
SELVA
CIMIERI
VONA
PETRULLO
KALAJA
BLASINA
MANIA'
CAPPUCCI
BOZZI
PEDICINI
ZIGANTE
VALENTINI
PORRO
MODRUSAN
GAIARIN
Nome
Matricola
PAMELA
MASSIMILIANO
LAURA
CETTY MARIA CATERINA
LUISA
SUNITA
ANDJOLA
NICOLETTA
ANDREA
RACHELE
ANDREA
STEFANIA
SERENA
KLEDI
GIULIA
FEDERICA
AUGUSTA
ALESSANDRO
MARIA GRAZIA
GIULIA
CINZIA
CATERINA
DIEGO
ELISA
11500246
11500263
11500241
11500253
11500129
11500231
11500304
11500249
11500282
11500147
11500250
11500115
11500313
11500301
11500273
11500280
11500270
11500201
11500154
11500186
11500242
11500268
11500114
11500279
Punti Mer. Posiz.
985,00
903,00
858,33
771,33
526,50
493,83
453,33
401,17
310,00
277,50
226,67
190,83
166,67
154,17
143,33
141,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
Importo Esito
1.503,00
3.507,00
1.884,00
1.401,00
2.262,00
1.884,00
4.524,00
1.706,00
1.604,00
1.247,00
4.524,00
853,00
4.015,00
1.401,00
1.503,00
4.524,00
962,17
510,50
160,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0110
FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA
Corso:
0117
C.D.L.S. IN STUDI GIUR. EUROPEI,INT.E COMPARATI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
PREDONZANI
JUGOVIC
RASO
TREVISAN
CONTI
RIILLO
GARBACZ
25/11/2008
Nome
Matricola
GIULIA
TEA
MELINA
MARTINA
GIACOMO
ANDREA
MAGDALENA
11700055
11700067
11700039
11700059
11700062
11700073
11700068
Punti Mer. Posiz.
840,00
508,83
215,00
153,33
100,00
406,67
1
2
3
4
Importo Esito
3.507,00
4.524,00
2.007,50
2.189,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
25 / 150
10 dicembre 2008
50
269
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0124
C.D.L. IN SCIENZE POLITICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
CITRO
BINETTI
COLLOVIN
AMATULLI
RICCARDI
PASQUALI
POLEGATO
DIJUST
PICCOLO
VAZZAZ
FEDELE
TAGUELA MONTEU
COPETTI
SERPI
PEDRONI
CARRETTIN
DAKOVIC
MASSET
PAGANINI
MARACCHI
FRANZO'
FOLINO
CHIARIELLO
CAVASIN
ARBAN
ONNEMBO
BRIZIC
BOER
KOCZAPSKA
SANTORO
BASIACCO
ONIDA
PUOPOLO
CAPONERA
25/11/2008
Nome
Matricola
MARIA
MAURO
GIULIA
GIUSEPPE
ALESSIO
IGOR
JEZEBEL
ALBERTO
ANTONELLA
NICOLA
ANDREA
JULIETTE CAROLE
ANDREA
FRANCESCO
STEFANO
VANESSA
JELENA
RAFFAELE
DANIELE
FEDERICO
CRISTINA
FRANCESCA
EMANUELE
LOREDANA
ANNA CHIARA
ALESSANDRA
GALA
FEDERICA
KATARZYNA BOGUSLAWA
FRANCESCO
LAURA
FRANCESCA
GAIA
CINZIA
12400967
12401025
12400812
12400945
12400968
12400861
12400894
12400863
12401063
12400976
12401013
12400850
12401147
12401011
12401053
12400921
12400950
12401024
12400831
12401049
12400845
12400810
12400898
12400964
12400973
12400662
12400886
12401017
12401072
12400878
12400948
12400848
12401029
12401212
Punti Mer. Posiz.
957,17
927,17
912,50
908,33
855,26
821,17
768,83
635,67
541,90
501,90
468,57
334,67
254,29
201,21
190,21
174,00
127,83
112,38
450,00
395,17
226,79
659,33
619,05
607,17
220,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
Importo Esito
1.604,00
1.706,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
3.761,00
4.524,00
4.524,00
1.884,00
4.524,00
3.507,00
4.524,00
4.015,00
2.341,00
2.189,00
1.503,00
2.494,00
1.299,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
27 / 150
270
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0125
C.D.L. IN SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
MENEGATTI
ZANEL
CALDANA
GIANO'
VALE
GARBARINO
SACCARDO
PIZZOLITTO
LASTELLA
FERRARA
PECORI
ALBERTI
DE BORTOLI
BERTOLI
MICHITIUC
HUSSEIN
MIYKOVA
SINANAJ
NARDINI
PASCUTTI
LAJJAL
GOJANI
BRAZZALE
FAGGIANI
ALBIERO
PODDIE
RAKOVA
PILLON
PETRETTI
COLUSSI
NOACCO LIMA DE DEUS
COLUCCI
NARDO
ROMANINI
ROMANOVA
VISENTIN
SANTAMARIA PALOMBO
PERESSINI
MANSUTTI
FISCHER
BATTISTON
CIEOL
CHINELLATO
CASTELLARIN
MAZZOBEL
TSARYTSYNA
TREVISAN
PELLERITO
25/11/2008
Nome
Matricola
MIRIAM
MARINA
ESTER
ANTONINO
GIOVANNI
MARTA
MARCO
GIOEL
GIULIA
ANDREA
VALENTINA
ROBERTA
LAURA
EMI
OLESEA
WALID
ANNA
BESMIRA
KARIM
STEFANIA
GHIZLANE
PRENA
MATTIA
GRETA
DIEGO
ENRICO
VALERIA
SILVIA
EVA
NICOLE
MARIANGELA
FRANCO
KARIN
DAISY
YAROSLAVA
LAURA
VERONICA
JULI
CLAUDIA
SHAENA
ALESSANDRO
NORA
MATILDE
AGNESE
CHIARA
YULIYA
ELISA
DOMENICO
12500800
12500622
12500568
12500719
12500599
12500565
12500791
12500616
12500628
12500733
12500633
12500732
12500584
12500734
12500788
12500793
12500664
12500753
12500621
12500716
12500714
12500757
12500807
12500660
12500679
12500785
12500559
12500567
12500561
12500606
12500724
12500718
12500595
12500662
12500630
12500673
12500591
12500770
12500804
12500543
12500705
12500512
12500634
12500556
12500470
12500778
12500593
12500661
Punti Mer. Posiz.
965,00
838,67
836,83
831,36
814,67
726,67
702,88
674,83
666,67
650,71
579,33
567,07
558,33
557,57
552,40
551,67
516,67
478,83
463,33
440,26
420,93
401,43
293,83
290,00
278,33
190,95
186,33
180,50
166,67
150,00
120,83
146,17
849,50
633,83
595,17
692,83
437,60
420,93
562,67
715,17
807,83
366,67
662,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Importo Esito
4.524,00
1.884,00
2.494,00
2.341,00
3.507,00
1.884,00
4.270,00
3.761,00
1.401,00
1.401,00
2.494,00
4.015,00
1.884,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.015,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.189,00
1.884,00
4.270,00
3.507,00
3.507,00
2.494,00
2.036,00
2.341,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
28 / 150
10 dicembre 2008
50
271
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0126
C.D.L. IN SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
KOVACIC
SOSA
OSUNA BRICENO
HALAK
MORELLI
DONDA
ANDREUZZA
BORTOLOTTI
Nome
Matricola
LETIZIA
ADRIANA
MARIA VALENTINA AMERICA
SELMA
PIERO
ERICA
DAYANA
ALESSANDRA
12600260
12600319
12600315
12600298
12600245
12600250
12600248
12600336
Punti Mer. Posiz.
727,83
684,79
242,12
977,17
378,33
973,00
782,17
280,95
1
2
3
Importo Esito
2.189,00 BENEFICIARIO
4.524,00 BENEFICIARIO
1.706,00 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0128
C.D.L. IN SOCIOLOGIA P.IL TERRITORIO E LO SVILUPPO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
NIERO
AHIAVE
BICCARINO
HASANLLARI
ANTOLOVIC
ROSSI
NARSI
STARINI
GRBAC
DUMA
ZOTTI
RUTIGLIANO
MONESTIER
RICHIELLO
Nome
Matricola
FEDERICA
KODJO
EMIDIO EMANUELE
KLODIANA
KETRIN
MAURO
FRANCESCA
GABRIELE
ALEKSANDRA
ARJOLA
EMILIANO
SARA
VANESSA
ARIANNA
12800242
12800239
12800224
12800284
12800286
12800227
12800274
12800247
12800244
12800340
12800221
12800291
12800212
12800243
Punti Mer. Posiz.
719,50
559,17
523,67
420,00
413,33
410,00
282,86
234,50
105,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
980,00
606,67
Importo Esito
4.270,00
4.524,00
2.341,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.706,00
1.299,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0131
C.D.L.S. IN SCIENZE POLITICHE
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
OSMANOVIC
25/11/2008
SEMSO
13100051
Punti Mer. Posiz.
344,00
1
Importo Esito
2.262,00
PaginaBENEFICIARIO
:
29 / 150
272
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0132
C.D.L.S. IN SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
FARCI
FARINA
RAKAR
CASE
CESCHI
CREMA
TONEGUZZO
Nome
Matricola
RACHELE
RAFFAELE
TEA
STEFANIA
ROSALISA
MOSE'
FRANCESCO
13200065
13200060
13200076
13200075
13200050
13200047
13200040
Punti Mer. Posiz.
888,67
390,00
158,33
95,83
790,00
455,50
1
2
3
4
Importo Esito
4.270,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0135
SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
PUSCEDDU
2
TARZIA
3
VIDIC
4
BERTOLO
5
ZELIN
6
AGBE
7
CRAGNOLINI
8
BUONERBA
9
DRAGANI
10 CATTANEO
11 BATTISTELLA
12 ZUPLJANIN
13 TAGUELA MEGNI
14 FIAMENGO
15 MINELLI
16 CRESTANI
17 CLAUTER
18 COPES
19 CUCCU
20 RUBINO
21 PURISIOL
22 CASTELLINI
23 BRISOTTO
24 BRCINA
25 MORANJAK
26 D'AMBROSIO
27 SUMAN
28 MOSCOLIN
29 GAMBARDELLA
30 BOVE
31 BOTTAMEDI
25/11/2008
32 CUCCATO
EMANUELA
GIANPAOLO
FEDERICO
FRANCESCA
LAURA
KOMI SEYRAM
GIULIA
EDOARDO
UBALDO
LAURA
NICOLA
NEMANJA
VALERIE SHEILA
GIORGIA
FRANCESCA
ANDREA
NATHALIE
FEDERICA
ELENA
LUCIA
CRISTINA
ALBERTO
PIERANNA
TIHOMIR
TAMARA
MIRIAM BEATRICE VITA
LARA
ELISA
LUCA
LUCREZIA
FEDERICA
LISA
13500248
13500241
13500283
13500245
13500246
13500260
13500286
13500279
13500206
13500304
13500293
13500324
13500187
13500309
13500288
13500336
13500226
13500294
13500269
13500232
13500278
13500275
13500258
13500145
13500314
13500268
13500328
13500259
13500273
13500285
13500305
13500264
Punti Mer. Posiz.
989,33
981,67
905,00
760,00
748,83
600,00
600,00
586,17
579,17
560,50
277,17
266,17
214,00
194,50
187,50
183,33
177,00
136,17
129,17
972,67
813,00
587,50
270,00
79,17
191,67
246,67
196,67
900,00
258,33
743,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
Importo Esito
4.015,00
3.761,00
1.706,00
4.524,00
1.884,00
4.524,00
4.015,00
4.524,00
2.262,00
1.884,00
4.270,00
4.524,00
2.262,00
3.761,00
4.270,00
4.270,00
1.753,50
4.015,00
2.262,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
32 / 150
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
273
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0136
SOCIOLOGIA DELLE RETI TERRITORIALI E ORGANIZZATIVE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
TOMAS
FRANCESCHINI
DE MARCHI
GRECO
MONSALVI
BECCALLI
PARISI
LUTZU
MARSI
Nome
Matricola
MIRJAM
ELISA
EMANUELA
DONATELLA
MICHELA
CHIARA
GIULIANO
GIULIO
LUCA
13600091
13600099
13600059
13600066
13600074
13600065
13600103
13600093
13600085
Punti Mer. Posiz.
686,17
594,50
280,00
183,33
181,83
156,33
155,50
120,83
976,00
1
2
3
4
5
6
7
8
Importo Esito
4.524,00
1.706,00
2.007,50
2.262,00
649,50
2.262,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0120
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
Corso:
0137
SCIENZE POLITICHE ED INTERNAZIONALI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
MONFERRA'
ZEBA
VARFI
KADILLARI
TOGNAZZI
CETKOVIC
GULMA GEMEDA
SKALAMERA
DEGRASSI
SIMON
COZZI
GRORI
MARCON
CRISTOFOLI
SAKO
ARDIRI
CASASOLA
STABILE
DUSSICH
DIABATE'
MARIC
MILOSEVIC
25/11/2008
Nome
Matricola
DAIANA
TAMARA
JULIAN
KLODIANA
FRANCESCA
SRDJAN
GETE
MORENA
ALESSIA
MARTINA
MAURIEL
FLORJANA
ALESSIO
LUCIA
SONILA
MARIA GRAZIA
CHIARA
MARTINA
CORRADO
CLIO
IVANA
NATASCHA
13700051
13700039
13700069
13700049
13700079
13700003
13700036
13700028
13700090
13700077
13700060
13700038
13700080
13700085
13700088
13700094
13700037
13700057
13700018
13700002
13700030
13700046
Punti Mer. Posiz.
957,33
881,17
697,50
540,50
501,00
458,50
305,83
286,17
200,00
200,00
196,67
133,33
91,67
346,17
276,67
386,67
85,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Importo Esito
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
4.524,00
2.262,00
1.706,00
2.494,00
2.135,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
34 / 150
274
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
EC01
ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE
Prog. Cognome
1
Nome
MADOTTO
Matricola
ILARIA
Punti Mer. Posiz.
573,81
1
Importo Esito
2.189,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
EC11
ECONOMIA, COMMERCIO INTERNAZIONALE E MERCATI FINANZIARI
Prog. Cognome
1
BIONDO
Nome
Matricola
DOMINELLA
EC1100068
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0207
C.D.L. IN ECONOMIA E GESTIONE SERVIZI TURISTICI
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
COSTAPERARIA
2
GIORDA
3
POZZATELLO
4
MARASSI
5
BRANCA
6
TOFFETTI
7
MAIURANO
8
CHIRICO
9
SIROTIC
10 EZ-ZAHIRI
11 DEGRASSI
12 SAVIANO
13 BARBANGELO
14 DE CIA
15 NAMAR
16 PERESSIN
17 GHIUZAN
18 SCUNTARO
19 ROCCO
25/11/2008
ROMINA
PAOLA
GIULIO
MATTIA
VALERIA
LAURA
VANESSA
MARINA
KSENIJA
MOHAMMED
VIVIAN
DESIREE
ISABELLA
ANTONIO
MONICA
FRANCESCA
EMMA MARIA
EVA
ANNALISA
20700373
20700396
20700431
20700397
20700388
20700400
20700436
20700368
20700399
20700440
20700327
20700437
20700355
20700441
20700337
20700279
20700406
20700421
20700426
Punti Mer. Posiz.
687,83
650,00
646,55
577,17
459,33
391,67
202,62
83,33
20,83
16,67
345,93
210,50
819,52
513,57
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Importo Esito
2.341,00
2.189,00
3.761,00
2.189,00
2.494,00
2.494,00
2.341,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
36 / 150
10 dicembre 2008
50
275
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0209
C.D.L. IN ECONOMIA E AMMINISTRAZ. IMPRESE TELED.
Prog. Cognome
1
2
3
EPOTE
GIOVANARDI
DI CIOMMO
Nome
Matricola
YVES PATRICK
DANIELE
ROSALINDA
20900443
20900439
20900411
Punti Mer. Posiz.
16,67
978,50
1
Importo Esito
1.706,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0213
C.D.L. IN ECONOMIA E GESTIONE SERVIZI TURIS.TELED
Prog. Cognome
1
BRIGANTI
Nome
Matricola
DAMIANO
21300080
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
626,67
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0214
C.D.L.S. IN ECONOMIA DEL TURISMO E DELL'AMBIENTE
Prog. Cognome
1
2
3
4
CUMARI
COSSETTO
OROSTEGUI MORALES
KOMARIC
Nome
Matricola
CRISTIANA
MARTINA
ADRIANA LUCIA
MARINA
21400044
21400043
21400046
21400045
Punti Mer. Posiz.
711,17
550,00
310,00
183,33
1
2
3
4
Importo Esito
1.299,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0231
C.D.L. IN ECON. DEL COMM.INTERNAZ.E D.MERCATI VAL.
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
DJADOU
Nome
Matricola
KOAMI
23100457
Punti Mer. Posiz.
PaginaEsito
:
Importo
39 / 150
NON IDONEO
276
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0232
C.D.L.S. IN ECON.DEL COMM.INTERNAZ.E D.MERCATI VAL
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
PERRUCCI
KANTARDJIEVA
PARLATO
SARTORI
MUTAMULIZA
MATTIUSSI
CANNARELLA
LAMANNA
CONTE
MARTIN
COLUSSA
DINOSHI
25/11/2008
Nome
Matricola
MARCO
TZVETELINA PETROVA
CONSUELO
DAMON
MARIE-THERESE
DANIELA
CHRISTIAN
VERONICA EDITTA
RAFFAELE
LAURA
LUCA
JETMIR
23200132
23200086
23200124
23200152
23200096
23200133
23200109
23200123
23200145
23200117
23200138
23200100
Punti Mer. Posiz.
431,50
410,17
231,83
186,67
166,67
120,83
161,67
997,83
145,83
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
4.015,00
1.247,00
2.135,00
2.494,00
802,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
43 / 150
10 dicembre 2008
50
277
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0233
ECONOMIA, COMMERCIO INTERNAZIONALE E MERCATI FINANZIARI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
TOPOUZOV
MARIOTTO
BABUIN
PELLEGRINET
BARUSIC
SILVESTRO
LOT
DASCALU
DARDHA
CASVEAN
PAGOTTO
AGOSTINIS
CREVATIN
VUJINOVIC
FRESCO
SZABO'
DEL DEGAN
GAGLO
PANABOKO
BELLINO
BEN FAIZA
MIRMOHAMMADSADEGHI
MUSAI
KAKES
KAFAZI
ELISEO
PILAT
RIFI
VILER
LAZZINI
RUSICH
KALLOLLARI
SORRENTINO
MUNIC
MAGLICA
BOSCHIAN BAILO
RAMA
SPADON
ZIANI
WERHANI
VUNGE
RINAUDO
SIMES
BALEHEN SOMO
COMMENDATORE
CONTENTO
CORTESE
CIUNNA
DAL FORNO
ROZAC
LI
25/11/2008
Nome
Matricola
GUEORGUIN ALEXANDROV
GAIA
JOSEF OSCAR
SARAH
FABIO
GABRIELLA
ESTER
FLORINA-SIMONA
SUADA
ANA-MARIA
SIMONE
FRANCESCO
DEBORA
ALEKSANDAR
ROBERTO
ERIKA
EMANUELE
AKOSSIWA
KOUMEABALOU BALAKIEM
CHRISTIAN
NIZAR
SEPIDEH
ALBA
NINA
MARSIDA
DANIELA
MARA
MOHAMED MAHMOUD
MATEJA
GIACOMO
ANDREA
EGEST
FILOMENA
JASMINA
PAOLA
ALBERTO
DENADA
JACOPO
VALENTINA
AHMED
CARDOSO VIRGILIO
SALVATORE
SILVANA NOELIA
OLIVIER
SUELEN
LUCA
LORENZO
MANUELA
HELLEN
SIMON
ZHEN
23300120
23300277
23300291
23300281
23300285
23300299
23300175
23300438
23300394
23300302
23300345
23300330
23300122
23300331
23300334
23300259
23300340
23300389
23300388
23300297
23300396
23300441
23300196
23300448
23300342
23300018
23300126
23300391
23300234
23300404
23300056
23300040
23300288
23300212
23300215
23300306
23300260
23300327
23300045
23300325
23300390
23300417
23300157
23300380
23300433
23300138
23300226
23300408
23300190
23300431
23300347
Punti Mer. Posiz.
938,83
675,71
650,71
642,38
634,05
600,71
533,33
389,76
384,76
379,26
373,60
373,60
360,00
356,93
356,93
352,44
351,43
334,76
326,43
239,29
225,45
175,00
142,50
134,50
116,67
115,50
66,67
50,00
351,43
66,67
83,33
401,43
301,43
77,67
33,33
214,29
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
Importo Esito
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.189,00
2.189,00
2.036,00
3.507,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
1.401,00
4.524,00
1.884,00
853,00
1.884,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
1.247,00
4.015,00
2.262,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
44 / 150
278
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0242
STATISTICA E INFORMATICA PER AZIENDA FINANZA E ASSICURAZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
ZAGHET
COCIANCICH
GAMBOZ
FONDA
VITTORI MANUKIAN
TUMAINI
BONAZZA
ANCUTA
BILOSLAVO
PIERETTO
MARCHIONE
MICHIELETTO
MEROLA
RADIN
RACCHI
Nome
Matricola
CORINNE
MATTEO
GIOVANNI
LUCIO
ARTUR
MARCO
ALICE
MONICA PETRONELA
VALENTINA
ELISA
FEDERICO
GABRIELE
ROSA
ALAN
ROBERTA
24200045
24200054
24200027
24200034
24200042
24200047
24200029
24200052
24200011
24200023
24200043
24200053
24200040
24200049
24200051
Punti Mer. Posiz.
777,62
575,95
345,00
294,83
226,67
137,38
133,33
100,00
98,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
780,95
Importo Esito
1.706,00
1.706,00
1.299,00
1.299,00
1.299,00
2.189,00
1.299,00
4.524,00
700,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0251
C.D.L. IN ECONOMIA AZIENDALE
Prog. Cognome
1
VILLANI
25/11/2008
Nome
Matricola
SERENA
25100286
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
45 / 150
10 dicembre 2008
50
279
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0253
ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
RASHA
GANDUSIO
POLITELLI
DI SPIRITO
BERISHA
CARLI
CANDUSIO
AUDI
FILJA
BARBO
MEJRI IN GHARBI
SANTAROSSA
NASSERDDINE
ZOTTICH
SMOLIC
TOLOT
OSTARIC
PADOVESE
ARBULLA
URBANI
UMANI
RIZZOLI
REPIC
VISINTIN
LOPEZ
RAVASIO
LA BRACA
DRUSKOVIC
CICCARELLI
CAMPANERUT
CIGUI
STOSIC
FANTIN
TOMBOLATO
25/11/2008
Nome
Matricola
DOLORES
JACOPO
FABIO
SILVIA
DRILON
PETER
ALEXIA
HASSAN
AGRON
DOROTEA
SONIA
STELLA
HUSSEIN
LARA
ANDREJ
MAGGIE
DOLORES
ALESSIO
CRISTINA
MARCO
LEONARDO
CRISTINA
IRENE
CAMILLA
ANNA
DARIO
FRANCESCA
DENI
CRISTINA
CHIARA
ANDREA
ALEKSANDRA
ELISA
STEFANIA
25300155
25300218
25300123
25300247
25300289
25300258
25300127
25300313
25300239
25300308
25300272
25300038
25300312
25300284
25300314
25300282
25300299
25300315
25300334
25300306
25300175
25300244
25300126
25300231
25300251
25300287
25300193
25300302
25300125
25300107
25300264
25300368
25300345
25300217
Punti Mer. Posiz.
625,83
530,24
438,33
390,26
376,43
368,10
360,00
305,71
272,62
197,62
164,29
155,22
105,50
91,67
83,33
75,00
33,33
771,67
108,33
176,67
323,60
630,00
362,60
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
Importo Esito
1.706,00
1.299,00
4.524,00
4.524,00
2.189,00
1.604,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.270,00
4.524,00
2.135,00
4.524,00
2.494,00
3.761,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
47 / 150
280
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0262
C.D.L.S. IN CONSULENZA AMMINISTRATIVA E PROFESS.
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
VALENTE
ANNESE
SREBRNIC
MATTIA
MEZZOGORI
MANSOUR
MAHDAVI HEZAVEH
JUGOVAC
KANTE
MODICA
VOINEA
PUSTIANI
Nome
Matricola
MARTA
FRANCESCA
MONIKA
STEFANO
LUISA
ELEN
SHIRIN JOAN
MICHELA
ALEKSANDRA
CLAUDIA
ALINA
MARCO
26200144
26200150
26200166
26200151
26200138
26200129
26200169
26200130
26200124
26200083
26200100
26200175
Punti Mer. Posiz.
876,67
763,33
640,00
541,67
337,83
336,83
180,00
166,67
109,17
1
2
3
4
5
6
7
8
9
222,33
Importo Esito
4.524,00
1.706,00
4.524,00
4.015,00
1.503,00
1.018,00
2.341,00
853,00
1.247,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0200
FACOLTA' DI ECONOMIA
Corso:
0270
C.D.L. IN COMUNICAZ.AZIENDALE E GEST.RISORSE UMANE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
PECOL
IVANCICH
PETROVCIC
CARABAJAL
TREVISAN
SAMPAOLESI
RICAMO
SCATTON
CIGUI
ANTONI
25/11/2008
Nome
Matricola
FRANCESCO
MICHELE
EDITA
NANCY ALEJANDRA
GIULIA
PAMELA
FRANCESCA
YLENIA
CARLO
ELISA
27000231
27000233
27000248
27000241
27000211
27000249
27000227
27000206
27000225
27000226
Punti Mer. Posiz.
525,24
505,24
83,33
180,95
538,57
166,67
1
2
3
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
2.036,00 BENEFICIARIO
1.706,00 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
48 / 150
10 dicembre 2008
50
281
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0312
C.D.L. IN LETTERE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
CEOLIN
DURDULOV
COPPOLA
PASQUALI
CERGOL
ZAMPIERI
CIAN
GRANZOTTO
VERONESI
ZEPER
GISONNA
CASSINI
SLONGO
LABODI
Nome
Matricola
ANDREA
MAJA
ANDREA
MIROSLAVA
MAJA
SIMONE
ANTONELLA
ALESSIA
VANNI
ELEONORA
GABRIELLA
ANDREA
GIADA
MELINDA
31200269
31200244
31200193
31200227
31200198
31200285
31200086
31200223
31200178
31200260
31200219
31200255
31200152
31200304
Punti Mer. Posiz.
564,24
302,67
195,00
186,50
156,83
150,00
1
2
3
4
5
6
190,83
650,98
581,90
Importo Esito
3.761,00
4.524,00
853,00
2.189,00
942,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0314
C.D.L.S. IN FILOLOGIA MODERNA
Prog. Cognome
1
2
3
DEFRANZA
JEVTIC
FAVI
Nome
Matricola
STELLA
TAJANA
GIUSEPPE SEBASTIANO
31400023
31400022
31400021
Punti Mer. Posiz.
509,67
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
0315
Corso:
25/11/2008
Prog. Cognome
1
2
SUFLAJ
MOCINIC
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
C.D.L.S. IN ARCHEOLOGIA
Nome
Matricola
TANJA
SARA
31500009
31500008
Punti Mer. Posiz.
315,50
175,67
1
2
Pagina :
Importo Esito
50 / 150
4.524,00 BENEFICIARIO
1.247,00 BENEFICIARIO
282
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0322
C.D.L. IN FILOSOFIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
KELLER
RADINA
RUZZA
DI NATALE
FERASSUTTI
CAULO
CLAGNAN
USAI
MARAS
Nome
Matricola
SERGIO
WALLY
STEVEN
VALENTINA
FRANCESCA
FRANCESCO GERARDO
MASSIMILIANO
MONICA
ALESSANDRO
32200232
32200217
32200207
32200246
32200251
32200253
32200222
32200233
32200224
Punti Mer. Posiz.
991,67
814,83
580,00
503,33
451,43
341,19
246,67
234,55
173,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Importo Esito
1.604,00
4.270,00
2.494,00
2.189,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0326
C.D.L.S. IN FILOS.TERORET.,MORALE,POLITICA ED EST.
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
ZOTIC
SELENATI
ZONTA
BORRONI
DI CHIARA
MENEGON
25/11/2008
Nome
Matricola
MARKO
FUTURA
ANATOLE
STEFANO
GIUSEPPE
MARA
32600007
32600027
32600008
32600009
32600006
32600026
Punti Mer. Posiz.
269,33
185,67
177,33
1
2
3
Importo Esito
2.262,00 BENEFICIARIO
4.524,00 BENEFICIARIO
751,50 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
53 / 150
10 dicembre 2008
50
283
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0332
C.D.L. IN STORIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
BUGATTO
QUARTULLI
JELICIC
LO GIUDICE
CAPPELLINA
ROS
PELOSO
PELLEGRINO
MEDDA
TONCICH
GASPERINI
BARACETTI
CECOVINI
TOGNON
VLADILO
MANGIAVILLANO
Nome
Matricola
ALICE
MARCO
IVAN
ETTORE
MAXIMILIANO
LUCA
STEPHANIE
MARZIO
ALBERTO
FRANCESCO
DAMJAN
GIOVANNI
RICCARDO
NICOLETTA
LORENZO
DIMITRO
33200351
33200368
33200432
33200427
33200463
33200452
33200444
33200438
33200320
33200434
33200453
33200317
33200391
33200387
33200231
33200529
Punti Mer. Posiz.
970,83
688,00
580,24
370,36
362,02
357,86
341,19
229,05
216,00
151,67
151,21
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
185,67
Importo Esito
1.706,00
2.494,00
4.524,00
1.503,00
2.494,00
4.015,00
4.524,00
2.036,00
1.880,50
1.706,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0333
C.D.L.S. IN STORIA DELL'ARTE
Prog. Cognome
1
2
3
4
BENEDETTINO
RUSSO
BREULJ
CORTINA
Nome
Matricola
VINCENZA
AMANDA
LUSI
SILVIA
33300024
33300031
33300038
33300029
Punti Mer. Posiz.
916,67
595,17
144,50
600,00
1
2
3
Importo Esito
4.015,00 BENEFICIARIO
1.299,00 BENEFICIARIO
2.494,00 IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0334
C.D.L.S. IN STORIA D.SOCIETA' E D.CULTURA CONTEMP.
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
2
BRUNELLO ZANITTI
BARTULOVICH
Nome
Matricola
FRANCESCO
LORENZO
33400026
33400036
Punti Mer. Posiz.
170,83
190,00
1
PaginaEsito
:
Importo
55 / 150
4.270,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
284
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0343
C.D.L. IN LINGUE E CULTURE STRANIERE MODERNE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
SILVESTRI
CAROFIGLIO
ILIC
MIOTTO
PEJIC
CHRISTINE DANIELE
ORTOLANO
PRIBANIC
BACAC
FURIOSO
BERLIOZ
LO VECCHIO
CUZZIOL
BERTINOTTI
ASADI GOLKAR
KOROSEC
KREVATIN
SANDALJ
GUGLIELMO
KALCIC
RADIN
FILIPCIC
STANKEVICH
ANDOROVA'
SETTOMINI
FILETTI
LEIBELT
ZAMARO
RAKOVIC
VIZINTIN
ASADI GOLKAR
VATOVCI
MARINKOVIC
FERRO-CASAGRANDE
LUCADELLO
BULESIC
VLADESCU
DAMIANO
KODILJA
BABIC
BERNOBIC
DEVIDI
CANCAREVIC
RADETIC
SMILOVIC
PETRIC
SANDALJ
LAKOSELJAC
DORICIC
MOCIBOB
JAKOVLJEVIC
PAOLETTI
DIPACE
GRABROVIC
MRKIC
TKALEC
25/11/2008
Nome
Matricola
VALERIANO
CHIARA
SASA
SARA
IVANA
KONDA NGANGOUM
ADRIANA
ANITA
ARIJANA
PABLO GABRIEL
SIMONA
MARY
JESSICA
ALICE
MELIKA
PETRA
JESSICA
EDA
ANGELA
DZENI
ELENA
MARJA
ANNA
VERONIKA
SILVIA
PAOLO
GIULIA
DEIANIRA
MAJA
SARA
MOJDEH
SANIJA
NATASA
MARTINA
VIRGINIA
ANDREA
SERBAN
ROSSELLA ANNA
ALEN
ERIKA
ALENA
MIRTA
MISO
DULIANA
SAMANTHA
KATARINA
ELEONORA
ELENA
DARIJA
LINDA
NENA
LEONARDO
ALESSIA
MATTEO
SARA
DENIS
34300502
34300424
34300646
34300662
34300548
34300752
34300495
34300682
34300703
34300685
34300567
34300667
34300660
34300410
34300717
34300613
34300628
34300714
34300508
34300547
34300601
34300701
34300777
34300490
34300516
34300411
34300647
34300725
34300698
34300550
34300718
34300693
34300475
34300673
34300517
34300537
34300563
34300606
34300614
34300627
34300711
34300676
34300751
34300596
34300684
34300461
34300713
34300463
34300545
34300445
34300712
34300611
34300169
34300421
34300446
34300708
Punti Mer. Posiz.
913,67
789,33
711,88
701,88
695,17
580,24
550,00
546,90
540,71
506,67
503,33
472,83
428,10
422,78
411,43
354,17
352,86
329,52
318,83
296,67
293,67
280,95
275,45
274,67
251,83
246,67
245,71
229,05
226,79
223,50
208,21
201,21
198,33
191,67
185,33
176,33
175,50
173,00
171,17
162,50
161,17
158,33
155,50
145,00
136,67
120,17
116,67
107,33
100,00
91,17
66,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
Importo Esito
4.524,00
802,00
4.270,00
3.507,00
4.524,00
2.494,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
1.299,00
1.884,00
2.262,00
4.524,00
2.341,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
2.036,00
2.262,00
1.401,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.170,50
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.262,00
4.524,00
2.007,50
4.524,00
2.262,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
58 / 150
10 dicembre 2008
50
285
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0343
C.D.L. IN LINGUE E CULTURE STRANIERE MODERNE
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
HAYDAROVA
TOSHKOVSKA
TOFFOLO
LORIGLIOLA
SAMUELI
BAIS
ARREGHINI
CAUSEVIC
CARNIELETTO
MILANESE
Nome
Matricola
VISOLA
KALINKA YORDANOVA
ELISA
SONIA
VALENTINA
SIMONE
FRANCESCO
LEILA
VIVIANA
GIULIA
34300477
34300551
34300721
34300553
34300623
34300512
34300671
34300724
34300704
34300591
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
225,00
290,00
653,81
414,76
335,50
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0344
LINGUE,LETTERATURE E CULTURE STRANIERE MODERNE
Punti Mer. Posiz.
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
ZUZIC
2
SIROKA
3
BERNARDON
4
GIANNOUTSOS
5
NACINOVIC
6
BOZHINOV
7
SKRALJSKY
8
LULIC
9
SELLERI
10 MUSIAL
11 ROBOLINI
12 CECCHIN
13 FERENAC
14 NUCERA
15 TUVERI
16 GAMBINO
17 SNAIDERO
18 TOMMASI
19 ZACCARIA
25/11/2008
20 PIASENTIN
21 BALDAS
22 KRAGUJEVIC
HELENA
MARTA
LINDA
DIMITRIOS
ROMINA
TSVETOMIR NACHEV
MAJA
REMZA
ANDREA
KATARZYNA BARBARA
VERONICA
ELEONORA
ANGELA
TIZIANA MARIA GRAZIA
AMY
MANUELA
ELETTRA
ROBERTA
RITA CATERINA
MARTINA
SOLIDEA
KARLA
34400079
34400073
34400078
34400075
34400090
34400087
34400070
34400076
34400080
34400088
34400045
34400044
34400091
705,00
644,67
520,00
415,00
413,83
336,67
333,33
228,33
200,00
200,00
176,83
175,67
150,00
34400071
34400065
34400086
34400035
34400059
34400081
34400042
34400084
574,00
94,50
672,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
2.189,00
2.341,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.036,00
4.524,00
2.135,00
1.247,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
59 / 150
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
286
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0346
C.D.L. IN SCIENZE E TECNICHE D.INTERCULTURALITA'
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
CARUSO
CARABELLESE
CHIARANDON
MOLINARO
FAGHERAZZI
PANEBIANCO
ZARCONE
Nome
Matricola
FRANCESCA
SAMANTHA
KARIN
MARGHERITA
JESSICA
KETTY RITA
CHIARA
34600379
34600450
34600380
34600399
34600326
34600405
34600396
Punti Mer. Posiz.
774,61
603,33
210,67
161,67
1
2
3
4
Importo Esito
1.247,00
1.503,00
2.262,00
1.247,00
204,44
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0347
C.D.L. IN SCIENZE DEI BENI CULTURALI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
LUCAS
BORTOLAMEI
TURELLO
MUSUMECI
CATTARINUSSI
DE MARTIN
DANIELIS
TEDESCO
ZAMPINI
KRALJ
PORTA
LA PORTA
GIANNINI
CODROMAZ
CIVAI
TANGERINI
FOGAGNOLO
GALLONETTO
25/11/2008
Nome
Matricola
MONIKA
FRANCESCA
SARA
MANFREDI
ELISA
SABRINA
GINEVRA
PAMELA
ANGELA
SOPHIA
MICHELA
MILENA
MANUELA
FEDERICA
ALICE
MARINA
PIERA
LALLA PILAR GUENDA
34700327
34700424
34700363
34700364
34700414
34700385
34700320
34700378
34700420
34700324
34700317
34700415
34700374
34700345
34700425
34700367
34700395
34700377
Punti Mer. Posiz.
565,61
548,07
203,33
175,50
166,67
186,67
183,33
451,43
574,74
487,67
1
2
3
4
5
Importo Esito
853,00
4.270,00
2.494,00
1.604,00
3.761,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
61 / 150
10 dicembre 2008
50
287
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0300
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA
Corso:
0348
C.D.L. IN DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
DESOGUS
CATTARINI
NACMIAS INDRI
CARDILE
ZAMPARUTTI
VIEZZI
BUZZI
HROVATIN
MAIOLIN
KRALJEVIC
LEONE
PASTORE
MIJATOVIC
COLUSSA
FUSCO
RUSSO
MELE
POSELLI
POLICARPO
MASCHIETTO
LEONE
BASSANESE
CIRO
Nome
Matricola
JACOPO
FRANCESCA
PETRA
DANIELA
ELENA
SILVIA
ALESSANDRO
SARA
IRENE
RENATA
CINZIA
MARCO
MILAN
ELISA
LODOVICA
MARILENA
TIZIANA
RAJINI
DOMENICO
LORENZO
JESSICA
GLORIA
FEDERICA
34800361
34800432
34800417
34800365
34800398
34800397
34800345
34800411
34800315
34800415
34800273
34800363
34800443
34800494
34800419
34800379
34800351
34800364
34800340
34800448
34800336
34800383
34800288
Punti Mer. Posiz.
750,00
679,88
569,57
561,50
401,43
393,10
377,33
366,19
247,61
227,62
179,17
150,00
116,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
457,67
738,50
234,50
317,33
352,17
Importo Esito
4.524,00
1.299,00
1.503,00
2.494,00
2.494,00
2.189,00
3.507,00
2.494,00
1.170,50
4.524,00
853,00
1.401,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0353
C.D.L. DISCIPLINE COGNITIVE E PSICOBIOLOGICHE
Prog. Cognome
1
LORIGLIOLA
25/11/2008
Nome
Matricola
JENNIFER
35300147
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
63 / 150
288
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0362
C.D.L. IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
BACHELLI
TRANCHERO
CANALETTI
MIRIELLO
POLENCIC
CALMO
BAICU
BARSAN
MARUSSI
BRISOTTO
SAVI
TENERELLI
ZANELLO
BARSAN
LAGANA'
KLATOWSKI
CALVI
DINOSHI
DEL PUPPO
ZONA
DEL ZOTTO
CARRARO
PEREZ SOSA
SEGNAN
MORGAN
DE PIZZOL
HASKOCELAJ
FIORENTE
ARBULA
VITALE
DEON
STELKO
CALORO
LESKOVEC
HROVATIN
CASONATO
SHAMLOO
QUATTROCCHI
MERMOLJA
TERLEVIC
FAVOT
PLANTAK
CASANOVA
ZHENG
STANIC
CAVASINO
CERENTIN
FERRIN
GALLIUSSI
LOREDAN
BRAGATO
BECCE
BALESTRA
MULAS
PADRONE
MASCARIN
25/11/2008
Nome
Matricola
LORENZO
JELENIA
CLAUDIA
ANDREA
LISA
VERDIANA
ANITA LAVINIA
ROXANA
ANDREA LISA
MAURO
FRANCESCA
SARA
THOMAS
SIMONA
ANDREA
MARTA
ERICA
ODETA
TAMARA
ANTOINE
BRUNA
SILVIA
LILIANA ESTEFANY
LEA
LAURA
MARTINA
MIGENA
PASQUALE
SANDRA
CATERINA
VALENTINA
MARY
STEFANIA
MONICA
ELIA
DENISE
SORAYA ELIZABETH
SARA
KARIN
MATEA
EMANUELA
JADRANKA
GIULIA
YINGZE
RUZICA
PAOLA
ISABELLA
ENRICO
JESSICA
MICHELA
SERENA
LUCIA
GIULIA
STEFANIA
FEDERICA
FEDERICO
36201044
36201154
36201066
36200919
36201135
36201061
36201042
36201046
36201115
36200856
36200903
36200920
36201160
36201047
36201110
36200914
36201029
36200972
36201085
36201162
36201086
36200870
36200767
36201171
36200907
36200990
36200876
36201101
36200776
36200844
36201090
36201170
36201062
36200911
36201107
36201070
36200656
36201036
36201064
36201099
36200975
36201183
36200813
36201172
36200297
36201074
36201009
36200896
36201112
36200921
36201050
36201045
36200947
36200932
36200860
Punti Mer. Posiz.
975,00
966,67
963,83
960,33
941,67
927,83
916,67
916,67
747,14
737,17
714,67
695,50
675,71
665,71
645,71
619,33
538,69
507,50
484,52
476,19
447,02
402,67
368,11
368,10
345,83
345,50
343,67
340,26
320,00
293,33
218,57
215,50
213,07
200,00
185,24
185,24
140,00
134,50
133,33
118,57
116,67
81,33
75,00
69,00
61,17
126,00
966,00
91,67
224,07
438,69
280,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
2.189,00
1.604,00
2.494,00
1.706,00
2.341,00
4.015,00
1.706,00
1.299,00
2.189,00
1.706,00
1.706,00
1.706,00
4.270,00
4.524,00
2.189,00
1.503,00
2.494,00
3.507,00
2.262,00
4.524,00
2.036,00
2.189,00
2.494,00
2.494,00
2.007,50
2.189,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
2.036,00
1.706,00
3.761,00
1.706,00
1.094,50
2.494,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.262,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
65 / 150
10 dicembre 2008
50
289
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0362
C.D.L. IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
LANZIOTTI FONSECA
DEGRASSI
KORENFELD
NARDINI
LAZZINI
TRANCHINI
SOSSI
ROTTER
ESPOSITO
CAMPISI
BOSCHETTI
BORDIN
TRISCOLI
TORTATO
ZIRDUM
SELAR
SANTANIELLO
DE NART
COMISSO
CICOGNA
CHITTARO
SAIN
FREGONA
BOBICH
CIMMARRUSTI
D'AMBROSIO
DELLA SCHIAVA
Nome
Matricola
RAFAEL
GIULIA
PRIEL ISHAYAHU
MARTA
GIULIA
FEDERICA
KATJA
CHIARA
LUCA
MARIA
GIULIA
VERONICA
CHANTAL
GIULIA
MIRJANA
MARINA
DIANA
VALENTINA
ALICE
ANNA
ANDREA
MARSA
SARA
GIORGIA
LILIANA
MARGHERITA
THEA
36201213
36201083
36201166
36201019
36201197
36200697
36201146
36200736
36201098
36201065
36201038
36200906
36201037
36201152
36201181
36201063
36200854
36201089
36201077
36200959
36201032
36201142
36200788
36201056
36201076
36201081
36200891
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
900,00
455,36
405,60
100,00
213,07
545,00
955,50
966,00
166,67
800,48
600,67
931,67
240,74
950,00
83,33
239,00
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0363
C.D.L. TELEDID. IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
PIZZI
2
BARIGAZZI
3
REGANZIN
4
CILENTE
5
GIOE'
6
ZENTILOMO
25/11/2008
7
COZZI
8
BIANCO
9
GUSTIN
EDI
ORNELLA
CARLO
SONIA
DANIELA
CHIARA
DARIA
SANDRA
ROBERTO
36300566
36300440
36300574
36300559
36300477
36300503
36300445
36300573
36300451
Punti Mer. Posiz.
256,67
104,50
87,50
83,33
1
2
3
4
Importo Esito
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.015,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
66 / 150
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
290
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0364
C.D.L.S. IN PSICOLOGIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
CARBONI
PIVETTA
GIORIO
CETTOLIN
ELER
TREVISAN
JURAKOVIC
PICCININ
CAGNA
RAGOSTA
SCARCIA
CEPAK
TAM
GUARINO
DRI
RIGOTTI
SCARFO'
BRANDI
TOLLON
COMUZZO
PRPIC
PAVIOTTI
MURONI
DE SANTIS
PREGERNIK
CORSATO
NASSIMBENI
MUSCO
PETRICEVIC
PRAVATO
BANDINO
KULISIC
FOGAR
SULLIG
GARNENKOVA
KOCOVA
DONATIELLO
TREVISAN
DE LUCA
COLANGELO
CAROTENUTO
FEDUZI
TESSER
RICCIO
PRENDI
NASTASI
PAGNUTTI
MAGGI TROVATO
FORGIARINI
FORALOSSO
FAGOTTO
COROSSI
ALDRIGO
RAFFIN
VELLAR
TOBALDINI
25/11/2008
Nome
Matricola
VALENTINA
MARTINA
LUDOVICO
LUANA
SAMANTA
DENIS
VALENTINA
MARIKA
GIUSEPPA
MARTINA
ALESSANDRA
LARA
DENIS
GIUSEPPINA
VANESSA
PAMELA
CHIARA GESUITA ANGELICA
ROOANA
MONICA
MATTEO
VALTER
FRANCESCA
ALESSANDRO FRANCO
ELISEO
SVJETLANA
MARIANGELA
SUSAN
STEFANIA
IRENA
ROBERTA
ALEXIA
JELENA
ALICE
TAMARA
GALINA
LJUBICA
STEFANIA
SARA
SINTICHE
GIOVANNI
DANIELA
STEFANO
FRANCESCO
GENNY
DORINA
FRANCESCA
PATRIZIA
MICHELA
ANNALISA
SAMANTHA
MARIKA
LORENA
ALESSIA
ALESSANDRA
FABIO
ERIKA
36400492
36400546
36400612
36400530
36400495
36400486
36400487
36400506
36400501
36400518
36400544
36400529
36400516
36400541
36400536
36400600
36400562
36400318
36400336
36400614
36400537
36400399
36400453
36400420
36400507
36400350
36400339
36400378
36400432
36400575
36400498
36400574
36400590
36400491
36400315
36400589
36400526
36400629
36400352
36400624
36400488
36400527
36400556
36400634
36400633
36400361
36400570
36400489
36400579
36400421
36400316
36400636
36400285
36400400
36400424
36400617
Punti Mer. Posiz.
950,00
730,00
553,33
471,67
439,00
379,17
366,00
345,17
321,17
296,33
271,00
253,33
244,17
234,50
203,33
200,00
195,83
193,83
190,67
188,50
187,50
186,67
174,17
170,67
166,67
166,67
162,50
160,83
160,67
160,00
158,33
150,00
141,67
136,67
125,50
109,67
107,17
104,17
102,17
905,67
390,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
Importo Esito
1.706,00
2.494,00
1.706,00
4.015,00
2.494,00
1.884,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.247,00
1.247,00
2.189,00
1.299,00
1.170,50
2.007,50
751,50
4.270,00
1.018,00
2.262,00
1.753,50
2.262,00
2.494,00
1.604,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
853,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
2.135,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
68 / 150
10 dicembre 2008
50
291
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0350
FACOLTA' DI PSICOLOGIA
Corso:
0364
C.D.L.S. IN PSICOLOGIA
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
ZUR
MESSINA
SCARPELLINI
RIGONI
DYRMISHI
SVEZIA
TONOLLI
VIT
SERRA
Nome
Matricola
MICOL
SERENA
EMANUELE
ROSELLA
ILIR
ANTONIO FRANCESCO
SILVIA
FEDERICA
MARA
36400625
36400359
36400196
36400422
36400494
36400566
36400534
36400622
36400337
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
191,50
378,00
203,33
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0404
C.D.L. IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
COLLE
2
COSOLA
3
NART
4
D'OSUALDO
5
MORABITO
6
GORTAN
7
IACONFCIC
8
ANDREUTTI
9
COLAUTTI
10 SPADONI
11 MANIA'
12 MOMESSO
13 FIOR
14 FONZAR
15 VEDOVATO
16 SAVARESE
17 PUNTORIERO
18 ERRIQUEZ
19 STASI
25/11/2008
20 SPOLAOR
21 NARDINI
22 ZOPPOLATO
23 PESTRIN
CELESTE
CHIARA
KASSANDRA
FRANCESCA
TAMARA
MARIANNA
MARTINA
AMBRA
SERENA
ELISA
ALESSANDRA
MARTA
MARTINA
FEDERICA
MARTINA
GIULIANA
FRANCESCA ANITA
FRANCESCA
GIOVANNA
CLIZIA
DEBORA
NADIA
CHIARA
40400313
40400317
40400335
40400343
40400351
40400336
40400255
40400248
40400342
40400326
40400304
40400350
40400252
40400331
40400315
40400403
40400355
40400344
40400360
40400258
40400321
40400373
40400324
Punti Mer. Posiz.
590,17
486,67
315,71
310,00
296,67
243,57
182,83
171,50
166,67
158,83
126,00
112,50
110,00
486,33
491,17
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Importo Esito
2.494,00
1.706,00
3.761,00
4.524,00
2.494,00
2.494,00
853,00
942,00
1.884,00
4.015,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
69 / 150
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
292
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0405
C.D.L. IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
SIGNORI
VETTOREL
SERAFIN
MORO
NARDINI
BARAT
BOSCARATTO
PASCAL
MENEGON
FREZZA
NICASTRO
SESSA
MENOSSO
BATTAINO
DA FRE'
VENDRUSCOLO
TITOLO
VENTURUZZO
FERNANDO
Nome
Matricola
NICOLETTA
TANIA
VALENTINA
CINZIA
SARA
JESSICA
ILARIA
MATTHIEU-HENRI
SILVIA
ILARIA
MARIA MICAELA
KELLY JOHANA
FEDERICA
GIULIA
MARIANNA
ROBERTA
ELISABETTA
GIORGIA
GIOIA
40500445
40500454
40500444
40500451
40500452
40500394
40500396
40500368
40500373
40500407
40500370
40500404
40500372
40500400
40500428
40500449
40500427
40500333
40500323
Punti Mer. Posiz.
635,50
534,52
519,52
501,19
460,48
348,33
319,50
262,67
131,67
108,67
108,33
101,83
96,83
435,67
990,67
542,86
330,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Importo Esito
2.494,00
2.494,00
2.036,00
1.604,00
1.884,00
2.494,00
1.884,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
2.494,00
2.494,00
4.015,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0424
C.D.L. IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE (PORTOGRUARO)
Prog. Cognome
1
MORAS
25/11/2008
Nome
Matricola
MONICA
42401067
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
71 / 150
10 dicembre 2008
50
293
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0425
C.D.L. IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
BEVILACQUA
SPINELLI
GOBBI
COVRI
SPENA
LUBRANO
SANNA
BONAMICO
CANAL
HARRACHI
GRUJIC
BARDELLE
REINA
FAVERO
EL MESTRI
DE MARTIN PINTER
BIONDI
IAIZA
Nome
Matricola
MADDALENA
VALENTINA
MANUEL
DEBORA
MARCO
FEDERICA
MANUELA
PAOLO
LUANA
AHLAM
ANA MARIJA
LIVIA
VANESSA
EVA
EL MEHDI
DEBORA
MARIAEMELIDA
ANNA
42500346
42500482
42500383
42500436
42500454
42500478
42500432
42500292
42500444
42500499
42500397
42500392
42500505
42500456
42500449
42500377
42500422
Punti Mer. Posiz.
798,33
731,81
385,00
362,60
155,50
135,24
88,83
1
2
3
4
5
6
7
259,17
256,67
Importo Esito
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.503,00
1.706,00
4.524,00
4.015,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0428
C.D.L.S. IN SC.D.EDUCAZ.D.ADULTI E D.FORMAZ.CONT.
Prog. Cognome
1
NASTASI
25/11/2008
Nome
Matricola
LARA
42800015
Punti Mer. Posiz.
180,00
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
Pagina :
73 / 150
294
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0429
C.D.L. IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
CRISAFULLI
SALGARELLA
COLAVITTI
FLENA
SILVESTRINI
DE MARCO
BERTI
ANZILE
MANGO
POLONI
MARIUZZO
TROPLINI
ROSOLEN
TONIOLO
BELVISO
CALDATO
VIVIAN
BIANCOTTO
BRUN
VIGNANDO
STELLA
STEFANUTO
RIZZA
BATTISTON
BIASON
Nome
Matricola
SANDRA
CLAUDIA
ANDREA
MARIANNA
NATALINA
ELUANA
MARGHERITA
LUCILLA
ANNA
ILARIA
VIOLA
ELSONA
LETIZIA
FEDERICA
PAOLO
CHIARA
GESSICA
ROBERTO
SERENA
CECILIA
GIORGIA
SARAH
LAURA
NICOLE
MANUELA
42901129
42901284
42901209
42901370
42901328
42901274
42901455
42901130
42901343
42901288
42901218
42901310
42901156
42901439
42901381
42901230
42901204
42901278
42901356
42901142
42901255
42901101
42901456
42901378
42901303
Punti Mer. Posiz.
927,33
671,67
554,50
533,36
482,52
465,50
413,10
325,33
321,17
305,67
296,33
243,33
229,22
218,57
206,07
194,50
155,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
714,05
161,11
384,76
205,83
Importo Esito
853,00
1.503,00
1.503,00
1.604,00
1.884,00
2.494,00
1.299,00
1.247,00
2.341,00
2.036,00
2.494,00
2.189,00
2.262,00
2.189,00
2.341,00
2.341,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0451
C.D.L. IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
Prog. Cognome
1
2
BANDIERA
SPADARO
25/11/2008
Nome
Matricola
ANITA
LORENZO
45101142
45100727
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
75 / 150
10 dicembre 2008
50
295
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0455
C.D.L.S. IN PUBBLICITA' E COMUNICAZIONE D'IMPRESA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
RIZZOLI
MESARIC
BOJANOVIC
ROSA
TUIS
DAMIANI
POL
BALLIS
BACCARA
MAROHNIC
MARIOTTI
CAFAGNA
MOKORIC
DOTTA
PAGANINI
GUARCONI SENDAS RIBEIRO
ROLDO
KOSMINA
SCARAZZATO
MATANIC
PICCOLI
PECCHIARI
GUARCONI SENDAS RIBEIRO
FRASHERI
RIZZI
FEDRIGO
FRAGALA'
Nome
Matricola
ANNA
ANDRIJANA
TATJANA
DEAN
SARA
ANDREA
LARA
ALESSIA
GIOVANNI
LEA
ANNA
BARBARA
SANDRA
FEDERICA
CRISTIANO
KORIN
BARBARA
MARTINA
ARIANNA
MATKO
DALILA
SARA
MELISSA
BLERINA
MANJU'
CINZIA
GIANLUCA
45500133
45500199
45500176
45500224
45500217
45500206
45500172
45500226
45500168
45500189
45500187
45500153
45500121
45500225
45500129
45500203
45500195
45500078
45500196
45500164
45500114
45500197
45500165
45500151
45500201
45500186
45500113
Punti Mer. Posiz.
990,17
985,67
933,33
796,67
600,00
561,67
380,00
356,67
322,50
320,00
303,33
303,33
300,67
191,67
176,67
183,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
426,67
310,00
257,83
205,17
692,83
Importo Esito
2.007,50
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
1.884,00
4.524,00
1.503,00
4.524,00
1.706,00
1.247,00
2.262,00
4.015,00
1.247,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0461
C.D.L. IN POLITICA DEL TERRITORIO
Prog. Cognome
1
2
GHEORGHIU
BERTAZZOLI
25/11/2008
Nome
Matricola
ANDREEA
ANDREA GIULIA
46100130
46100120
Punti Mer. Posiz.
223,40
133,33
1
Importo Esito
2.189,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
Pagina :
77 / 150
296
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0464
COMUNICAZIONE E PUBBLICITA'
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
COLLARINI DE CORTESTELLA
AGNOLA
ZURITA
SAU
LAZZARI
DELPIN
MIOLANO
ARMELLIN
CRISTALDI
KAPEL
TURNU
D'URSO
SMILOVIC
ROTTARI
DUSIC
ANTONOVA
DE MARCHI
DEL SOLE
SAVIAN
SCEKIC
CORTINI
PIRJEVEC
BOJANOVIC
MONTAGNER
SIMONOVIC
RAMESA
SPAHIC
PAGNIN
CAUZER
BURIOLA
NADAL
MILETIC
POZZEBON
VRGOC
KOCIJANCIC
BOCCATO
BENCIC
BARDI
BONETTO
PETRONIO
KUSHEVA
ANIC
CARLESSO
ZAMUNER
IONICO
ROJNIC
TONELLI
UGO
SEMEC
PISANO
LUPIDI
DEIURI
FRASCHILLA
JOVIC
GIROLDO
25/11/2008
Nome
Matricola
DIANA
GIULIA
MARIA LUCIANA
TJASA
ELISA
LISA
LUISA
ELENA
SARA
NINA
ALESSIA
ELENA
MAURICIO
DOMENICO
DANIELA
TSVETANA
ALESSANDRA
PERLA
DANIELA
JOSKA
STEFANIA
LUCIJA
SERGEJ
NADIA
IVANA
RAFAEL
SANDA
VALENTINA
FEDERICA
CHIARA
MATTIA
ANDREA
GIOVANNA
PETRA
ALESSIA
MARIA CHIARA
LORENA
ALESSANDRO
ANGELA
MARINO
DENITSA PETROVA
TOMISLAV
GIULIA ROSANNA
GLORIA
NICOLA
PATRIZIA
VIRGINIA
ELISA
GIAN LUCA
ANNA
CAROL
GIORGIA
ELENA
IVANA
SARA
46400377
46400431
46400354
46400463
46400376
46400246
46400531
46400391
46400401
46400163
46400068
46400386
46400271
46400533
46400247
46400473
46400536
46400526
46400534
46400448
46400547
46400458
46400415
46400197
46400449
46400280
46400490
46400013
46400450
46400434
46400334
46400248
46400381
46400494
46400217
46400088
46400480
46400299
46400227
46400032
46400466
46400277
46400179
46400405
46400244
46400281
46400535
46400131
46400394
46400384
46400181
46400403
46400387
46400162
46400220
Punti Mer. Posiz.
954,17
943,83
762,33
744,83
679,07
621,67
603,10
532,86
499,52
460,33
442,44
404,29
379,83
360,95
360,17
357,62
318,33
315,50
314,17
289,17
276,67
251,67
243,33
240,17
235,00
198,17
155,50
150,00
127,83
121,67
112,17
95,50
83,33
66,67
38,83
346,17
335,06
133,33
106,19
259,52
125,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
Importo Esito
1.706,00
4.270,00
1.706,00
2.494,00
1.503,00
2.494,00
4.524,00
3.761,00
2.494,00
2.262,00
1.880,50
4.015,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
4.015,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
3.761,00
4.524,00
2.262,00
1.706,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
79 / 150
10 dicembre 2008
50
297
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0470
C.D.L. IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
BERGAMO
COCIANI
KIREN
IANZA
ALECCI
PAJER
VETTORETTI
PILOS
LISSANDRON
TENTOR
DE MATTIA
URIZZI
MINIUSSI
BERALDIN
MARSETICH
AMMATUNA
MANSUTTI
BROZIC
TABACCHI
TERZI
RAMUNDO
BORGHETTI
CARNIATO
TOMIZZA
TEOFILO
SOMMESE
COK
FERRO
LUCIOLI
Nome
Matricola
SARA
VALENTINA
ELISABETTA
MATTIA
LUANA
SILVIA
MARA
CRISTINA
MATTEO
ELISA
CHIARA
BEATRICE
SOLIDEA
ERICA
LUCA
MELISSA
SARA
ELENA
ERICA
CLAUDIA
JESSICA
MARTINA
VALERIA
SARA
ANTONIA
ELISA
STEFANIA
MARTA
SONIA
47000582
47000376
47000373
47000533
47000574
47000566
47000261
47000539
47000617
47000395
47000615
47000537
47000526
47000559
47000555
47000580
47000550
47000567
47000293
47000275
47000579
47000280
47000578
47000586
47000556
47000623
47000374
47000527
47000548
Punti Mer. Posiz.
959,50
920,00
868,44
853,21
690,10
684,76
654,83
647,62
630,50
575,61
563,33
557,14
543,33
409,83
167,48
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
180,00
527,67
579,17
975,00
622,62
327,83
965,83
Importo Esito
3.761,00
1.604,00
1.299,00
1.299,00
4.524,00
4.524,00
2.007,50
1.503,00
2.494,00
2.494,00
3.507,00
1.401,00
2.341,00
4.524,00
1.706,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0471
C.D.L. IN SCIENZE DELLA FORMAZ.PRIMARIA(SLOVENO)
Prog. Cognome
1
BREGANTI
25/11/2008
Nome
Matricola
IRENA
47100075
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
80 / 150
298
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0472
C.D.L. IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
ZORDAN
ISEPPON
TOMASELLA
ZATTI
VIDOTTO
NOSELLA
CASAGRANDE
FRIGO
STEFANON
IOVINO
CARLESSO
LOMBARDO
MENEGAZZO
ZANATTA
CASETTA
BATTISTON
NERI
BRABCOVA
IATESTA
CROSERA
TESO
MARRA
BUORO
BATTISTELLA
DALLA CIA
FELACO
DODARO
GIAMMONA
TESSARI
SPINACE'
ROSAN
VIOTTO
STEFANI
SAVASTA
RIGO
PIZZOLITTO
PIOVESAN
FURLANIS
ZAGO
SZABADOS
STELLA
CAMPANERUT
Nome
Matricola
SARA
ALICE
SARA
ELISA
CHIARA
FABIANA
MICHELA
KATIA
STEFANIA
VERONICA
FEDERICA
CALOGERA
SARA
VALENTINA
CHIARA
FRANCESCA
VALERIA
KAMILA
ANTONIETTA
EGLE
LAURA
GIUSEPPE
CRISTINA
MARIA
ELENA
ANNAMARIA
ROSA
GIOVANNI
FRANCESCA
PAOLA
ALICE
HELGA
ELENA
CHIARA
ALESSIA
LUCIA
ELISA
DANIELA
FRANCESCA
SARA
ILARIA
SARA
47200430
47200110
47200349
47200345
47200357
47200115
47200124
47200294
47200302
47200418
47200055
47200282
47200314
47200074
47200408
47200303
47200154
47200133
47200245
47200409
47200300
47200077
47200117
47200121
47200410
47200287
47200141
47200338
47200290
47200112
47200292
47200295
47200359
47200301
47200015
47200125
47200312
47200116
47200309
47200346
47200146
47200328
Punti Mer. Posiz.
975,00
966,67
963,83
928,33
873,83
863,94
830,67
738,10
704,76
703,33
635,67
607,62
606,29
574,17
556,67
537,50
522,67
521,17
480,17
475,00
383,07
215,33
968,83
966,67
963,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
831,67
449,52
962,50
953,33
825,67
910,00
776,50
828,21
Importo Esito
2.341,00
2.494,00
1.884,00
2.189,00
2.494,00
1.503,00
2.341,00
1.299,00
1.706,00
2.189,00
1.018,00
2.494,00
2.494,00
1.094,50
2.036,00
1.604,00
2.494,00
2.494,00
4.524,00
1.401,00
2.494,00
1.094,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0400
FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso:
0484
SERVIZIO SOCIALE
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
2
3
4
GIACOMEL
CEVRAIN
PICCIN
FAZIO
Nome
Matricola
MARIA
MARA
ELISA
FRANCESCA
48400018
48400024
48400027
48400021
Punti Mer. Posiz.
266,17
1
PaginaEsito
:
Importo
82 / 150
2.189,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
299
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0512
C.D.L.S. IN MEDICINA E CHIRURGIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
BAROOTY
DE LEO
CADAMURO
TAGUELA NGAKO
SAYED
FIOROT
BORTOLATO
BIANCHI
TERRANA
BUORO
GRECO
DORATIOTTO
DISHA
ASSAAD
AL LAZKANI
SCARPA
IBRAHIM
SALAME
PIRRONE
HAMADEH
XHENGO
MUCA
MOURTADA
ELKINA
DI NUCCI
LAZZARO
HAZIM
HIJA
FARAJ
KOGUEP TCHUETIE
PASCOLO
KHATIB
DEMURTAS
GOTTARDI
NZOMESSI
SHTAWE
AGASTRA
TSIGWEU
RIBAUDO
SEPULCRI
HAMADE
HAMDAN
HAJ HASSAN
MAGADLE
VANIN
DE FABRIZIO
BELFIORE
JABER
PAROLIN
ROSSI
PASQUALI
LALLO
GERMANI
DEL SAL
PERETTI
PASTORICCHIO
25/11/2008
Nome
Matricola
NORUZ AMEDEO
ROSSELLA
ELENA
ROSINE PRUDENCE
MAHMUD
LUCA
SARA
GRAZIA
ROSARIA
VANESSA
FRANCO
VALENTINA
ISUF
WAFAA
WASSIM
CRISTINA
MONZER
KAREEM
ANGELA
TAMER KHEIRALLAH
KLAJDI
MATILDA
HAMMAD
IANA ARLENOVNA
MILENA
SILVIA
MOHAMAD MONZER
BILAL
ALI
RAOUL DELOR
PAOLA
MAHER
RITA
FRANCESCA
DESIRE'
SHTAWE
ERVIS
FLORENCE
MARCO
MATTEO
ALI
YAHYA
ALI
JAD
STEFANO
GIOVANNI
RITA
MOHAMAD
SARA
SERENA
ARIANNA
IVAN
PAOLA
ALICE
ALBERTO
MANUELA
51201412
51201103
51201197
51201268
51201266
51201223
51200998
51201198
51200871
51201119
51200935
51201085
51201084
51201258
51201261
51201237
51201267
51201139
51200163
51201270
51201262
51201128
51201265
51200829
51201123
51200354
51201135
51201257
51201259
51201015
51200314
51200353
51200835
51201400
51200917
51201027
51200888
51200886
51201035
51200865
51201269
51201137
51201138
51201136
51201126
51200209
51200820
51200892
51200955
51201332
51201055
51200127
51201073
51200834
51201152
51201282
Punti Mer. Posiz.
955,50
955,50
891,43
864,76
860,95
855,24
807,56
749,05
670,00
656,67
649,72
620,50
608,33
596,79
573,69
542,62
532,14
513,83
452,83
444,76
440,83
436,67
434,52
389,33
335,67
271,30
252,83
231,64
214,29
197,22
177,55
160,53
150,00
133,33
128,17
125,00
121,50
121,17
110,22
107,83
93,57
90,00
83,33
66,67
63,83
653,28
955,50
972,17
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
Importo Esito
4.524,00
3.507,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
1.884,00
3.761,00
2.494,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.753,50
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
3.507,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
3.761,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
84 / 150
300
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0512
C.D.L.S. IN MEDICINA E CHIRURGIA
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
DELISE
CIULLO
ATTINA'
NAPPI
POZZATELLO
TROIAN
SILVESTRI
MASCHIETTO
GOGLIA
MURRU
VEDOVO
SGORLON
NASTASIC
TKALEC
FANDELLA
BREGLIA
MAHNIC
BURSOMANNO
BOSCHIAN
MENONCELLO
TONON
PREARO
DE VITA
25/11/2008
Nome
Matricola
MARIA
MASSIMILIANO
GIORGIO
FEDERICO
ANNA
MARINA
TOMMASO
LUCA
ANTONELLO
IMMACOLATA
FRANCESCA
GIADA
SANJA
TEA
MARGHERITA
ANDREA
OTON VALENTIN
AGNESE
RICCARDO
MARISTELLA
MADDALENA
ILARIA
GIUSEPPE
51200145
51201072
51200933
51201211
51200883
51201066
51201065
51201080
51200936
51200849
51200927
51200279
51201310
51201263
51201247
51201101
51200981
51201287
51201192
51201176
51200290
51200795
51201226
Punti Mer. Posiz.
810,00
918,83
646,33
634,67
474,05
902,50
903,33
461,35
835,24
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
85 / 150
10 dicembre 2008
50
301
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0516
C.D.L. PER INFERMIERE
Prog. Cognome
Nome
1
SODDU
MARIA RITA
2
VICINO
SALVATORE
3
AMULETI
CHIARA
MARIO
4
FIUMEFREDDO
5
MANDJAMI
PETAM
6
ZAMBON
ALESSIA
ANNALISA
7
GENTILE
8
MOSCARDA
FRANCESCA
9
DAVID LACAVA
CECILIA ARIANA
10 TALARICO
MARIARITA
11 CARLETTI
GIULIA
12 SATTI
ALESSANDRA
13 COCO
MARIO
14 MATTIELLO
IMMACOLATA
15 D'ANGELO
FEDERICA
16 SILVESTRO
RAFFAELE
17 DENARO
SALVATORE
18 DENARO
MARIA
19 BARAZZUTTI
JESSICA
VINCENZO
20 PALUMBO
21 MUSSARI
FERDINANDO
22 TADDEO
ANDREA
MARCO
23 CANTORO
MICHELA
24 SZULIN
MARCO
25 VALENTINUZZI
MARIA CHIARA
26 LAZZERINI
27 LACOVIG
GIANCARLO
28 POLES
BRUNA
29 OSTROUSKA
ADRIANO
MARIO ANTONINO
30 BUA
31 ORNELLA
VALENTINA
32 BASILE
SALVATORE
33 SAGLIOCCOLO
ERICA MARIA
34 PASSALACQUA
ANGELA
ROBERTO
35 ARNO'
ADAM
36 FABIANI
37 LO NIGRO
GIORGIO
SIMONA
38 PERRONE
EMILIA
39 VIOLA
40 SCERMINO
SUSANNA
KRIZIA
41 NARDINI
42 PALCIC
MARCO
OKSANA
43 LASHCHUK
GIULIA
44 GEREBIZZA
45 GENTILE
GIUSEPPINA
46 DOMANCIC
ELISA
47 DE BEDEN
GUIDO
48 CORBATTI
NINA
49 BALDISSIN
ROBERTA
Borsa Di Studio
FABIOA.A. 2008/2009
50GRADUATORIA
ANDRIANI
51 VACCARO
ROBERTA
EMANUELA
52 CONTU
Università:
TS
53 STELLA
SABRINAE CHIRURGIA
FACOLTA' DI MEDICINA
Facoltà:
0500
FEDERICA
54 WENZEL
0516
Corso:
C.D.L. PER INFERMIERE
55 BARLETTA
GIUSEPPINA
Prog.
Nome
56 Cognome
SCRUDATO
VINCENZO
57 WYRICK
FRANCESCA
25/11/2008
58 VIANELLO
ELISA
59 VICARIO
MARCO
IVA
60 RUDAN
61 RIZZETTO
STEFANO
JELENA
62 OBRADOVIC
DAVIDE
63 LONGO
Matricola
51600445
51600346
51600405
51600317
51600545
51600517
51600305
51600505
51600544
51600485
51600458
51600404
51600316
51600527
51600375
51600460
51600372
51600373
51600419
51600399
51600333
51600361
51600313
51600413
51600377
51600523
51600530
51600509
51600506
51600312
51600395
51600540
51600403
51600552
51600391
51600550
51600434
51600386
51600549
51600536
51600440
51600507
51600358
51600392
51600320
51600538
51600422
51600481
51600410
51600401
51600521
51600447
51600393
51600487
51600448
Matricola
51600407
51600394
51600417
51600546
51600274
51600433
51600462
51600461
Punti Mer. Posiz.
596,83
579,50
496,83
488,06
471,51
372,40
357,78
354,84
354,84
345,28
341,17
326,33
302,78
300,22
277,44
276,67
273,00
266,33
257,17
248,17
233,83
196,67
194,17
161,50
155,72
152,69
151,21
145,83
141,67
132,17
128,33
72,17
256,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
241,33
E.R.DI.S.U.
Importo Esito
4.524,00
2.262,00
1.503,00
2.262,00
4.524,00
2.036,00
2.262,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
1.604,00
2.262,00
2.494,00
1.247,00
4.524,00
2.262,00
2.262,00
1.706,00
2.494,00
2.262,00
2.262,00
853,00
2.341,00
1.018,00
4.270,00
4.524,00
1.706,00
1.503,00
2.262,00
1.706,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
PaginaNON
:
86 / 150
IDONEO
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA'
ALLO STUDIO
116,67
367,62
U
108,33
Punti Mer. Posiz.
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
302
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0517
C.D.L. PER OSTETRICA/O
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
GRILLO
BEVILACQUA
PIGANI
GALFO
MAROTTA
SDRIGOTTI
ZATTI
VISINTIN
Nome
Matricola
VERONICA
FRANCESCA
VIRNA
GRAZIA
GIOIA
ALESSIA
FEDERICA
FRANCESCA
51700097
51700115
51700088
51700121
51700116
51700117
51700120
51700099
Punti Mer. Posiz.
384,33
306,14
279,28
239,02
1
2
3
4
229,31
155,17
Importo Esito
4.524,00
1.706,00
2.262,00
4.015,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0518
C.D.L. PER FISIOTERAPISTA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
ZANIER
TITOTTO
PAVAN
LEO
COLAUTTI
PUZZER
PONTONI
Nome
Matricola
STEFANIA
FRANCESCA
DINO
ANDREA
ROBERTA
KATIUSCIA
ELISA
51800232
51800185
51800235
51800204
51800213
51800227
51800183
Punti Mer. Posiz.
529,55
160,00
1
2
Importo Esito
1.706,00 BENEFICIARIO
2.494,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0519
C.D.L. PER TECNICO DI LABORATORIO BIOMEDICO
Prog. Cognome
1
2
BONANNO
EL HADJ
25/11/2008
Nome
Matricola
DAVIDE GAETANO
JASMINE
51900002
51900172
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
88 / 150
10 dicembre 2008
50
303
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0521
C.D.L.S. IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
REDA
ANDOLSEK
CASTELLANI
MOURTADA
BAUCER
SOLEIMANI
Nome
Matricola
BACHAR
FRANCESCA
ALESSANDRA
MOUSTAPHA
ANDREA
SAMIRA
52100091
52100120
52100078
52100100
52100052
52100122
Punti Mer. Posiz.
845,39
778,98
770,22
445,00
341,33
200,48
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
4.524,00
1.706,00
1.299,00
4.524,00
2.189,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0525
C.D.L. PER TECN.RADIOL.MED,P.IMMAGINI RADIOTERAPIA
Prog. Cognome
1
2
3
GIGLIO
SOLAZZI
PARTATA
Nome
Matricola
MANUELA
JESSICA
FEDERICA
52500105
52500099
52500104
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0526
C.D.L. PER IGIENISTA DENTALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
GOMBOSO
FIORINDO
FEDON
ZECCHIN
25/11/2008
Nome
Matricola
MICAELA
EDGAR
ALESSIA
MARCO
52600134
52600115
52600160
52600165
Punti Mer. Posiz.
668,33
660,61
594,62
206,67
1
2
3
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
2.262,00 BENEFICIARIO
3.761,00 IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
91 / 150
304
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0528
C.D.L. IN TECN.PREVENZIONE AMB.E LUOGHI DI LAVORO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
LONGO
DOLCETTI
GARDELLI
SAULE
LATTANZIO
ESPOSITO
DETICEK
PERTUSI
PILLITERI
Nome
Matricola
ALESSANDRA
GIOVANNI
FABIO
VALENTINA
CARLO
ANTONIO
ELISABETTA
DARIA
ILENIA
52800068
52800060
52800081
52800088
52800059
52800082
52800061
52800051
52800071
Punti Mer. Posiz.
414,29
310,00
243,57
201,90
111,69
91,67
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
2.494,00
1.706,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
2.036,00
293,33
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0531
C.D.L. IN BIOTECNOLOGIE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
APITSIONAK
FABBI
FABRIS
ROLLE
BELLAZZO
CESARATTO
GEREMIA
MARTELLETTI
SADIRAJ
BUSCAGLIA
NTAMATI RWAKA
PELLIZZARI
REDA
TIMBERLAKE
SVETLIC
TROVANT
ABRAMI
NAPOLITANO
BRCE
TESSER
25/11/2008
Nome
Matricola
FAINA
FEDERICO
MONICA
IRENE GIULIA
ARIANNA
FRANCESCA
ILARIA
ELISA
LORENCA
CARLA ALESSANDRA
NIELS
GIULIA
KHOUZAMA
MONICA
SILVIA
NICOLE
MICHELA
ILARIA
MARTINA
ALESSANDRA
53100276
53100274
53100258
53100225
53100222
53100256
53100280
53100262
53100277
53100255
53100266
53100268
53100284
53100250
53100238
53100270
53100246
53100210
53100236
53100281
Punti Mer. Posiz.
947,00
928,45
922,45
908,83
898,33
852,38
836,19
822,86
804,52
796,81
792,14
588,45
543,33
528,21
268,67
248,98
509,17
320,00
901,29
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
Importo Esito
4.524,00
1.884,00
4.270,00
3.507,00
3.507,00
1.706,00
2.341,00
4.015,00
4.524,00
4.524,00
1.604,00
3.507,00
4.524,00
2.189,00
3.761,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
94 / 150
10 dicembre 2008
50
305
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0532
C.D.L.S. IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
PAULITTI
PANEGHETTI
OLIVIERI
SASSET
BIASIN
GIRARDELLI
Nome
Matricola
ALICE
LAURA
DANIEL
LINDA
VALENTINA
MARTINA
53200128
53200127
53200120
53200130
53200117
53200119
Punti Mer. Posiz.
567,17
493,00
480,00
386,33
680,50
1
2
3
4
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0500
FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA
Corso:
0534
C.D.L.S. IN SCIENZE DELLA RIABILITAZIONE
Prog. Cognome
1
COLUCCI
Nome
Matricola
MASSIMO
53400001
Punti Mer. Posiz.
297,67
1
Importo Esito
2.036,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
SM40
SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE E LA NATURA
Prog. Cognome
1
ORLANDO
25/11/2008
Nome
ISACCO
Matricola
SM4000035
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
96 / 150
306
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0612
C.D.L. IN CHIMICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
MARKOVIC
SINATRA
TONDO
DA COL
BERINI
CERMELLI
BUZLETA
CUCCHIARO
Nome
Matricola
ERIK
ANDREA
RODOLFO
LUCA
MARCO
RUBEN
DEBORA
ANDREA
61200118
61200115
61200127
61200154
61200106
61200122
61200165
61200146
Punti Mer. Posiz.
200,00
100,00
83,33
1
2
3
212,26
Importo Esito
2.189,00 BENEFICIARIO
2.494,00 BENEFICIARIO
3.507,00 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0613
CHIMICA
Prog. Cognome
1
2
AVE
CALMO
Nome
Matricola
STEFANO
SALVATORE SIMONE
61300011
61300018
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0622
C.D.L. IN FISICA
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
CUMANI
2
VESNAVER
3
GOI
4
CORBELLI
5
TOMASIN
6
DE FUSCO
25/11/2008
7
MARIN
8
URSELLA
9
BRAGATO
10 UMER
11 RODDA
12 FEDON
PAOLO
SERGIO
ELENA
ALESSANDRA
ANDREA
SARA
LIVIA
ALICE
FILIPPO
TOMO
COSTANZA
CHRISTIAN
62200398
62200438
62200463
62200300
62200456
62200391
62200440
62200474
62200431
62200458
62200465
62200459
Punti Mer. Posiz.
846,67
780,98
709,74
162,50
61,17
541,90
257,98
629,07
978,50
654,07
629,05
1
2
3
4
5
Importo Esito
1.503,00
1.401,00
2.341,00
802,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
99 / 150
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
307
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0623
C.D.L.S. IN FISICA NUCLEARE E SUBNUCLEARE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
DORIGO
ALFIER
POSTREGNA
DUNDARA
MONTANINO
JUKIC
ZIRALDO
Nome
Matricola
MIRCO
VALENTINA
LUCA
DEA
DAMIANA
IVANA
SIMONE
62300123
62300122
62300126
62300077
62300125
62300110
62300102
Punti Mer. Posiz.
675,83
195,83
183,33
174,33
996,67
1
2
3
4
Importo Esito
4.270,00
4.524,00
3.761,00
2.262,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0627
C.D.L.S. IN ASTROFISICA E FISICA SPAZIALE
Prog. Cognome
1
PETRUSEVSKA
Nome
Matricola
TANJA
62700036
Punti Mer. Posiz.
284,50
1
Importo Esito
4.524,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0633
C.D.L. IN MATEMATICA
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
PETRINI
2
KOMLANVI
3
FERRO CASAGRANDE
4
PERESSIN
5
DI MINICA
6
PALME
25/11/2008
CECILIA
ESSIVI ESSENAM
IRENE
JESSICA
CHIARA
LUCIA
63300159
63300164
63300124
63300117
63300129
63300156
Punti Mer. Posiz.
474,74
334,76
161,17
794,00
482,17
557,86
1
2
3
Importo Esito
4.270,00 BENEFICIARIO
4.524,00 BENEFICIARIO
1.706,00 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
102 / 150
308
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0634
C.D.L.S. IN MATEMATICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
AGBEDJRO
LAPINI
CALDERAN
GIUDICI
Nome
Matricola
DEBORAH
LELIA
ELIA ALESSANDRO
FABIOLA
63400040
63400023
63400038
63400026
Punti Mer. Posiz.
438,33
192,33
168,33
160,33
1
2
3
4
Importo Esito
1.706,00
1.170,50
4.524,00
1.880,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0643
SCIENZE NATURALI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
DI LENA
AZZALINI
BARDELLA
SRIJEMSI
TRENTIN
BRAUT
25/11/2008
Nome
Matricola
AGNESE
EROS
SERENA
MARINA
DEBORAH
ROSAMARIA
64300060
64300048
64300055
64300066
64300033
64300022
Punti Mer. Posiz.
639,33
354,83
253,12
116,67
223,67
1
2
3
4
Importo Esito
4.524,00
1.884,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
105 / 150
10 dicembre 2008
50
309
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0652
C.D.L. IN SCIENZE BIOLOGICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
CESAREC
CATTO
MONTAGNER
LEO
STOCH
VISINTIN
HAGER
LAZAR STEFANITA
STOJNIC
SARTORI
ZORZET
ELLERO
CLAPS
STRAULINO
COLOMBO
GIANETTI
RAMINELLI
BON
GAVA
FABRIS
EL JAMMAL
LORENZONI
HAMMOUD
ZEKAN
DORIGO
BARDHOLLARI
DRIKIC
DELFINO
BONTEMPI
GAMS
BELFIORE
DE IACO
BARACCHINI
LEROTIC
CRISMA
CASAGRANDE
DI TOS
ORLANDO
MORRIELLO
MASCHIETTO
BATTISTUZZO
POLIZZY
MARIN
GRANZINI
GERMANI
DI GIORGIO
CORSO
AIUTO
CHETTA
FORCELLINI
SPERANZA
MORO
SVETINA
CECCHETTO
CORTESE
25/11/2008
Nome
Matricola
MIA
GIULIA
ALICE
ELETTRA
FEDERICO
SARA
MARINA
LUCIANA
ARIANA
GIULIO
FRANCESCA
ARLENA
FRANCESCO
DESIREE
FEDERICO
CLARA
CARLO ANTONIO
CARLOTTA
EMANUELE
INGRID
ALI AKBAR
JULIANA
IBRAHIM
MATEJA
ALESSANDRO
NOELA
MARIJA
GIADA
ALESSIA
JURE
MONICA
DORIANO
SILVIA
STEPHANIE
MARTINA
DAVIDE
ELISA
CHIARA
ANGELA
ELEONORA
MARTA
MARIO
MARIA
CARLOTTA
MARCO
EROS
GIULIA
ANTONINO
SARA
CINZIA
SILVIA
MONICA
LUKA
CINZIA
MATTEO
65200653
65200565
65200751
65200922
65200859
65200567
65200589
65200879
65200652
65200644
65200857
65200752
65200829
65200808
65200904
65200848
65200796
65200698
65200491
65200536
65200915
65200900
65200864
65200525
65200633
65200890
65200862
65200851
65200639
65200520
65200480
65200696
65200767
65200893
65200380
65200852
65200616
65200899
65200600
65200638
65200891
65200805
65200485
65200469
65200428
65200559
65200872
65200494
65200643
65200816
65200813
65200870
65200174
65200684
65200748
Punti Mer. Posiz.
963,67
726,67
713,12
618,17
617,38
610,00
608,67
590,48
560,00
512,17
492,17
468,43
461,67
447,83
443,83
387,60
332,86
324,67
267,83
260,00
255,02
242,86
180,95
151,78
150,33
137,38
125,00
116,55
108,33
108,33
101,67
94,50
86,67
66,67
180,95
183,21
445,00
993,00
154,05
639,33
380,00
570,00
451,43
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
Importo Esito
4.524,00
1.884,00
2.036,00
4.524,00
1.706,00
2.036,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.189,00
1.401,00
2.189,00
3.507,00
2.494,00
3.761,00
3.507,00
1.706,00
1.247,00
2.262,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
2.494,00
2.189,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
1.094,50
1.247,00
1.706,00
4.015,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
107 / 150
310
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0654
C.D.L.S. IN NEUROSCIENZE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
ZANINELLO
ROBINO
LAK
PINZAN
D'ANGELO
SEBASTIANUTTO
PITTOLO
VERGA FALZACAPPA
Nome
Matricola
MARTA
ANTONIETTA
ARMIN
MOIRA
GIUSEPPE
IRENE
SILVIA
LUCIA
65400053
65400042
65400041
65400039
65400045
65400059
65400047
65400035
Punti Mer. Posiz.
753,83
191,50
166,67
163,33
161,17
1
2
3
4
5
Importo Esito
1.884,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
456,33
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0655
BIOLOGIA MARINA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
OREGIONI
FRANZO
MARINO
MONACO
BUGARSKI
CRIVELLARO
Nome
Matricola
DAVIDE
ANNALISA
RITA
CLARA
JELENA
PATRIZIA
65500039
65500031
65500022
65500023
65500046
65500041
Punti Mer. Posiz.
761,67
575,00
163,83
160,67
107,00
550,00
1
2
3
4
5
Importo Esito
2.036,00
3.761,00
2.262,00
2.262,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0656
BIODIVERSITA' E BIOMONITORAGGIO DEGLI ECOSISTEMI TERRESTRI
Prog. Cognome
1
BONAZZI
25/11/2008
Nome
Matricola
JESSICA
65600026
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
108 / 150
10 dicembre 2008
50
311
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0662
C.D.L. IN SCIENZE GEOLOGICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
MARAFATTO
BURIOLA
MONTELEONE
GABBARRINI
SANDRIN
RIGONAT
RACANIELLO
MILOS
TOMASI
OLIVO
VELLA
DREOSSI
FLOREAN
Nome
Matricola
FRANCESCO FEMI
FEDERICO
VANESSA
ILARIA
VIRGILIO
NICOLA
ANTONIO
CARLO
ANDREA
ELISABETTA
RICCARDO
ILARIA
AMINA
66200353
66200362
66200383
66200388
66200394
66200329
66200351
66200375
66200360
66200381
66200364
66200386
66200357
Punti Mer. Posiz.
967,83
961,67
746,45
427,12
352,88
307,50
211,33
144,50
975,83
669,55
1
2
3
4
5
6
7
8
Importo Esito
4.524,00
4.270,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
2.494,00
4.270,00
563,76
454,50
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0663
C.D.L.S. IN GENOMICA FUNZIONALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
ZAMOLO
LUCA
REBIC
KLEVA
ANTONELLI
MARINI
25/11/2008
Nome
Matricola
IRINA ZOE
VINCENZO
RADMILA
DANIJELA
ROBERTA
BRUNA
66300088
66300074
66300082
66300076
66300066
66300070
Punti Mer. Posiz.
837,50
379,67
180,00
146,67
962,17
1
2
3
4
Importo Esito
3.507,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
111 / 150
312
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0664
C.D.L.S. IN RECUPERO,GEST.E VALORIZZ.PATRIM.NATUR.
Prog. Cognome
1
MAURO
Nome
Matricola
VALENTINA
66400012
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0665
GEOFISICA
Prog. Cognome
1
2
BORTOLETTO
CELANT
Nome
Matricola
ALESSIA
MATTEO
66500008
66500006
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
166,67
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0666
SCIENZE GEOLOGICHE
Prog. Cognome
1
TENTOR
Nome
Matricola
ANNA
66600018
Punti Mer. Posiz.
147,17
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0671
C.D.L. IN SCIENZE AMBIENTALI
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
2
3
MANCIN
BOUBAKER
PETRANICH
Nome
Matricola
MARTA
ACHRAF
ELISA
67100152
67100166
67100134
Punti Mer. Posiz.
730,24
724,17
1
PaginaEsito
:
Importo
113 / 150
3.507,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
313
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0672
SCIENZE AMBIENTALI
Prog. Cognome
1
2
PICCOLO
MICHELINI
Nome
Matricola
ELENA
MARZIA
67200008
67200007
Punti Mer. Posiz.
188,17
173,50
1
2
Importo Esito
2.262,00 BENEFICIARIO
1.247,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0600
FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE,FISICHE E NATURALI
Corso:
0680
C.D.L. IN INFORMATICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
CAR
MRNJAVAC
PETRONIO
PASTORE
EL MOUSSAOUI
RIZZO
25/11/2008
Nome
Matricola
RENE
TEO
MICHAEL
ANTONIO
ALI
ALEX
68000262
68000230
68000221
68000222
68000259
68000251
Punti Mer. Posiz.
358,10
327,06
211,50
101,33
0,00
1
2
3
4
5
Importo Esito
4.524,00
2.262,00
1.706,00
1.401,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
117 / 150
314
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0700
FACOLTA' DI FARMACIA
Corso:
0713
C.D.L.S. IN FARMACIA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
FLEGO
ADAMENKO
GALET
MODRUSAN
SERGHIEVSKAIA
SIMAC
VELJKOVIC
SEKULIC
USSAI
PETRONIO
TOFFETTI
DEMGUE KENGNE
DE PAOLI
GIOTTO
DAHDAL
SANSEVERINO
MARKOVIC
DASHI
DEREANI
YOUNES
RIOZA
TCHOKOUADEU ZUKWE
LONCAR
STANTA
VUCELIC
PIUTTI
EL AHMAD
GALETTI
BATISTUTA
FARAJ
MARGAN
SIMONOVIC
HAJ HASSAN
RUBESA FERNANDEZ
FORTE
CARNIO
OCCHICONE
TABIKH
JANKO
JAMAL EDDINE
GIRARDELLI
POETTO
FALANGA
SAAD
BARDULLA
FIER
BOZUNOVIC
PATAJ
PERULLI
VENCHIARUTTI
IACOVELLA
PIASER
MICHIELETTO
GENCARELLI
FEMIA
BENNANNA
25/11/2008
Nome
Matricola
KATJA
DIANA
RACHELE
IVANA
ALIONA
NIVES
SONJA
SUZANA
SILVIA
ISABEL
MARINA
JOANE
NADIA
ALESSIA
IHAB
ELENA
ANJA
DIANA
SARA
LAMIA
VALENTINA
HUGUETTE
DOMAGOJ
ANA
GORAN
DINA
KAIS
ANGELA
ALESSIA
JAWDAT
MASA
SARA
FIRAS
ADRIANA SPELA
MARTINA
CHIARA
RENATA
ALI
VANDA
NAHED
LUCIA
ARIANA SOLEDAD
FEDERICA
ABBAS
ERBLINA
ELISA
ZDRAVKA
PETRA
GIULIA
ANNALISA
DANIELA
DAVIDE
IRENE
SONIA
FEDERICA
RADI
71300449
71300371
71300620
71300504
71300552
71300661
71300368
71300454
71300569
71300610
71300373
71300708
71300415
71300542
71300366
71300341
71300609
71300741
71300275
71300239
71300457
71300709
71300660
71300466
71300615
71300636
71300376
71300534
71300705
71300465
71300459
71300640
71300244
71300243
71300291
71300727
71300524
71300544
71300509
71300662
71300694
71300733
71300652
71300740
71300329
71300619
71300458
71300452
71300487
71300648
71300645
71300309
71300704
71300274
71300316
71300149
Punti Mer. Posiz.
714,39
671,33
577,14
574,50
566,67
563,81
546,17
541,28
488,33
486,19
482,67
465,71
465,50
456,67
452,00
423,83
422,86
406,69
383,00
360,11
338,89
338,57
332,74
307,28
299,40
295,24
285,50
263,33
243,45
218,44
198,94
189,29
185,15
147,33
136,33
127,83
120,83
116,33
103,33
91,67
66,67
62,50
58,33
30,00
527,33
696,43
341,07
466,19
629,31
695,33
576,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
Importo Esito
2.494,00
4.524,00
4.270,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
3.761,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.270,00
2.262,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.604,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.189,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
1.247,00
2.189,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
119 / 150
10 dicembre 2008
50
315
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0700
FACOLTA' DI FARMACIA
Corso:
0713
C.D.L.S. IN FARMACIA
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
CABASS
KHADIJA
PUPPATO
POPOVIC
VENEZIA
MURAN
VIDA
ULJATOVSKI
GASPARDO
HLASTEC
BRAJDIC
EROR
DELMORO
DAL POS
25/11/2008
Nome
Matricola
MARTA
AIMAN
DANIELE
PETRA
PALMELA
STEFANIA
ERICA
DORIANA
JACOPO
GORANA
IVANA
SANJA
GIORGIA
VANIA
71300296
71300618
71300760
71300716
71300511
71300284
71300631
71300695
71300463
71300608
71300508
71300374
71300607
Punti Mer. Posiz.
755,17
205,95
55,50
937,00
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
120 / 150
316
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0700
FACOLTA' DI FARMACIA
Corso:
0723
C.D.L.S. IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
DORDEVIC
EQUIZI
CAPOLICCHIO
GALLO
LEONE
VLASIC
CHIARUTTINI
DAL COL
MARKULIN
HASA
PERIC
PARATO
CENCIC
VADALA'
AULIC
JAMBAI
DENARO
SERGO
SIMIONATO
NOGARETTO
FURLANIC
COGO
KANDIL
MARTINUZZO
PARIS
DELUISA
SKOLARIS
KALAFATOVIC
KHALIFE
IANZA
GOLOB
SGUBIN
CHAVEZ CHAVEZ
HYRAJ
TOUFAILY
HRSTIC
DEMARIN
PENTASSUGLIA
TISSINO
SEPULCRI
PETRAZZI
PELLIZZARI
MIAN
CARINI
ANZANELLO
TOSKU
KERT
MORO
VALERI
URLI
LONDERO
FIORIDO
BLECIC
CAPPUCCI
SPEH
25/11/2008
Nome
Matricola
LUKA
GESMI
SAMANTA
DAVIDE
ROSARITA
MARIO
GIULIA
VALENTINA
ANA
DRITAN
DEBORA
GIULIA
NEZA
FRANCESCA
SUZANA
HAIDAR
CATERINA
EMMA
SARA
ISABELLA
ANA
ALBERTO
HASSAN
DEBORA
JURAJ
MONICA
CRTOMIR
DANIELA
AHMAD
ANNA
SAMUEL
SIMONE
JENNIFER ELIZABETH
ARMANDA
MOHAMAD
ALEXANDRA
SILVIJA
LUCA
MARZIA
MARTINA
STEFANO
CATERINA
ELISA
MARCO
ANNA
ARJEN
SARA
CHIARA
ANGELA
MARIANNA
SILVIA
NINA
ALDO
COSTANTINE
MANUELA
72300418
72300410
72300181
72300140
72300525
72300359
72300127
72300389
72300482
72300180
72300516
72300374
72300481
72300130
72300398
72300182
72300414
72300421
72300401
72300386
72300425
72300535
72300570
72300403
72300495
72300128
72300118
72300177
72300119
72300485
72300461
72300501
72300554
72300454
72300566
72300514
72300573
72300134
72300375
72300363
72300524
72300468
72300564
72300402
72300404
72300576
72300572
72300426
72300515
72300091
72300489
72300462
72300568
72300555
72300178
Punti Mer. Posiz.
995,50
946,67
896,67
880,28
850,00
846,22
825,78
813,06
677,83
667,33
641,67
621,61
520,00
518,50
517,56
465,39
460,67
409,67
396,00
275,78
251,67
244,50
233,33
232,72
225,00
203,22
149,33
148,33
124,33
120,33
120,33
116,67
95,83
81,50
77,83
72,17
22,17
324,44
542,61
803,89
71,67
779,83
672,17
766,67
270,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
Importo Esito
3.761,00
1.706,00
4.524,00
1.604,00
4.270,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
1.299,00
2.494,00
2.494,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.015,00
1.706,00
2.341,00
2.341,00
4.524,00
3.761,00
4.524,00
1.884,00
2.494,00
2.036,00
1.018,00
4.524,00
2.262,00
1.299,00
4.524,00
1.884,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
121 / 150
10 dicembre 2008
50
317
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0700
FACOLTA' DI FARMACIA
Corso:
0730
C.D.L. IN INFORMAZIONE SCIENTIFICA SUL FARMACO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
HOUEDJAKOU
SIMCIC
NUTI
PETROSINO
ANTONINI
LORENZON
CASERTA
BET
ZERIAL
25/11/2008
Nome
Matricola
MAWUKO ASSIOM
ANDREJA
RITA
ALESSANDRO
DIEGO
DILETTA
TIZIANA
MASSIMO
BARBARA
73000131
73000084
73000147
73000181
73000077
73000156
73000165
73000075
73000113
Punti Mer. Posiz.
300,00
182,72
160,12
147,62
118,83
70,83
83,33
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
4.524,00
2.262,00
3.761,00
2.494,00
2.262,00
3.507,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
122 / 150
318
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0700
FACOLTA' DI FARMACIA
Corso:
0731
C.D.L. IN TECNICHE ERBORISTICHE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
DI GIUSTO
PIERRO
LOVRIC
CALLIGARIS
GRABAR
DINAR
RUSIJAN-TADIC
MOSCARDA
MALISA
ASSAF
RIZZO
FOSCHIA
VIDULICH
PRODI
SAILANE
Nome
Matricola
ANGELA
GAIA
LINDA
MASSIMILIANO
IVAN
MOHAMED
SAMANTA
ANGELICA
SABRINA
HAMZE
CLAUDIA
MONICA
LUISA
VALENTINA
HOSSAM
73100289
73100282
73100278
73100345
73100340
73100354
73100280
73100300
73100339
73100356
73100167
73100249
73100222
73100236
73100330
Punti Mer. Posiz.
764,50
753,33
499,17
456,69
419,52
168,45
75,83
75,00
66,67
16,67
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
540,28
Importo Esito
2.494,00
1.299,00
2.494,00
1.706,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0790
FACOLTA' DI ARCHITETTURA
Corso:
AR01
SCIENZE DELL'ARCHITETTURA
Prog. Cognome
1
MARIC
25/11/2008
Nome
NENAD
Matricola
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
123 / 150
10 dicembre 2008
50
319
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0790
FACOLTA' DI ARCHITETTURA
Corso:
0791
C.D.L. IN ARCHITETTURA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
KUSETA
IURIG
CUGINI
PARENZAN
STURM
KHATIB
JELOVAC
KARNITA ANNOUSS
VELKOV
MASCARIN
LATTANZIO
ZANETTE
MEDICA
PERUSIC
MARANGUNIC
MARCHESAN
HAMADE
ARBA
JABER
ROCE
KINKELA
LENTI
MONNI
REZAYANI
FAVERO
NENADIC
STARCEVIC
RIOSA
CARTA
EL DAHABI
LIPEZ
ERNJAK
BRECEVIC
KOCIS
PORTO
PEROSA
BRUNO
COSO
GASIC
DOSEN
ABBAS
MAROT
VODOPIVEC
CREVATIN
ANTONI
GRBIC
MEDIZZA
LAVRIC
ERARIO
COZZI
BELLATORRE
BACCI
APPIO
CARCIOTTI
CAPPELLA
SPITZL
25/11/2008
Nome
Matricola
IGOR
GIANPIERO
ANGELA
MICHELE
VALTER
TAMER
INES
BILAL
MIO
MICHELE
MATTEO
LARA
EMILI
KARMEN
IVO
ILARIA
HUSSEIN
ROSA ISABELLA
HOUSSAM
IRIS
MARTINA
ANTONIO
NAUSICAA
SEPIDEH
CARLO
NINA
ANDREA
ADRIANO
FEDERICA
SOUHAD
FEDERICA
LINA
ARSEN
ANA
LUCIA
JANA
IPPOLITA
FILIP
TAMARA
MARTA
KHALED
NINA
MASA
DANIEL
ALESSIA
NIKICA
ILENIA
DANEI
LUIGI
DENY
LAURA
PIERNICOLA
MAURO
SARA
ANDREA
CHIARA
79100816
79100799
79101055
79100954
79100854
79101072
79100973
79101068
79101069
79100771
79100857
79100897
79100796
79100818
79101071
79100764
79101070
79100879
79100853
79100855
79100978
79100791
79100881
79101066
79100928
79100819
79100845
79100848
79101015
79101067
79101043
79100813
79100812
79100846
79100785
79100940
79100587
79100698
79100707
79100852
79100601
79100730
79100774
79100930
79100794
79100733
79100607
79100947
79100589
79100716
79100814
79100839
79100638
79100842
79100920
79100688
Punti Mer. Posiz.
734,00
692,83
666,19
580,24
554,67
517,62
474,17
461,67
432,38
421,33
412,33
406,67
396,50
375,50
368,10
358,33
326,43
320,67
319,83
315,50
314,98
309,00
263,33
258,62
246,40
205,00
200,00
176,00
175,00
174,07
166,67
140,00
136,67
136,50
131,83
116,67
113,33
112,33
97,50
89,67
88,00
77,17
56,33
669,52
429,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
Importo Esito
4.524,00
2.036,00
2.494,00
1.604,00
4.524,00
4.524,00
4.015,00
4.524,00
4.524,00
3.507,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.036,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.299,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
1.247,00
2.262,00
2.262,00
4.524,00
1.247,00
2.262,00
2.189,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
125 / 150
320
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0790
FACOLTA' DI ARCHITETTURA
Corso:
0791
C.D.L. IN ARCHITETTURA
Prog. Cognome
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
NASCIMBEN
GUADAGNIN
MICHELETTO
SOKOL
PORTELLI
PASQUINI
PADRONE
PACORIG
STRUNA
STEFANI
LORENZON
RIZZO
SCARSO
PALLADINO
NASE
POLO
DI SANTI
Nome
Matricola
PAOLA
DENISE
LORENZO
ARIELLA
ELISA
LUCA
CHIARA
ELISA
ANDREA
GIOVANNI
CLAUDIO
NICOLA
SANDRO
EMANUELE
JUXHIN
FABRIZIO
ELEONORA
79100622
79100495
7910096
79100990
79100987
79100902
79100866
79100925
79100786
79100862
79100908
79100800
79100728
79100610
79100942
79100674
79100811
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
287,14
607,62
259,50
272,17
447,26
129,17
143,83
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0790
FACOLTA' DI ARCHITETTURA
Corso:
0792
C.D.L.S. IN ARCHITETTURA
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
FOYTIK
2
DIKOVIC
3
MONFERA'
4
FORTE
5
BABOVIC
6
SAHATCIU
7
KADVANJ
8
DE STEFANI
9
LOKAS
10 GIUSTINA
11 KLANJAC
12 BISBANO
13 HAGH NAZARI
14 CUPEV
15 BUIC
16 FRANCESCHINI
17 LACEDELLI
18 CASA
19 QYQJA
25/11/2008
CRISTIANA
TONKA
SARA
LORIS
MATEA
NARTA
HANI
MARCO
MAJA
MONICA
PETRA
DIANA
SHAMSOLMOLOOK
ARSEN
LUKA
ELISA
VALENTINA
SARA
HERALD
79200178
79200162
79200159
79200167
79200137
79200219
79200160
79200191
79200192
79200142
79200168
79200164
79200144
79200206
79200175
79200110
79200215
79200205
79200128
Punti Mer. Posiz.
500,00
486,67
486,67
444,50
435,00
320,00
234,00
200,00
191,17
168,83
158,33
140,00
138,83
125,00
115,50
263,33
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
2.494,00
2.036,00
1.880,50
4.524,00
4.524,00
1.706,00
4.524,00
2.262,00
4.524,00
1.706,00
853,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
126 / 150
10 dicembre 2008
50
321
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0812
C.D.L. IN INGEGNERIA INFORMATICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
DURDEVIC
JAKAC
EPURE
MATESSI
MIOTTO
CANNARELLA
ALTIN
TAKOGAING TEKOUO
AGOLLI
BUQI
MAMULA
BAKHIT
PICCININ
TOFFOLON
HAZIM
Nome
Matricola
ERNI
DENI
ADINA EMANUELA
BASILIO MARCO
MATTEO
DAVIDE
ELISA
WALTER GERALD
NESMI
RAOL
NIKOLA
SAMER
GIULIO
MICHAEL
ABOU BAKER
81200538
81200562
81200574
81200481
81200522
81200499
81200548
81200568
81200576
81200575
81200565
81200390
81200516
81200479
81200571
Punti Mer. Posiz.
869,17
445,00
443,33
198,00
158,33
98,33
83,33
70,71
49,88
38,83
27,83
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
231,67
391,17
Importo Esito
4.524,00
2.036,00
4.524,00
853,00
2.494,00
2.262,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.270,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0813
C.D.L. IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI
Prog. Cognome
1
EL HASSAN
25/11/2008
Nome
Matricola
TOUFIC IBRAHIM
81300102
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
128 / 150
322
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0817
C.D.L.S. IN INGEGNERIA INFORMATICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
ILIC
LABIDI
DOBERDOLANI
SPAHO
FABRIS
NANUSHI
DOTTA
TODONE
Nome
Matricola
DEJAN
MOHAMED OUSSAMA
ARLIND
LEDION
PAOLO
MIKEL
ALBERTO
GIANCARLO
81700073
81700082
81700097
81700092
81700099
81700101
81700080
81700057
Punti Mer. Posiz.
340,67
200,00
181,67
173,33
173,33
91,67
143,50
1
2
3
4
5
6
Importo Esito
2.262,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
1.604,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0819
C.D.L.S. IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
HAMDAN
ISSA
IMAMI
TCHEGUEM TANGO
KOZLOVIC
APPIO
Nome
Matricola
YEHYA ALI
MOUHAMMAD
JULIAN
SERGE
MICHELE
ROBERTO
81900021
81900023
81900013
81900026
81900024
81900018
Punti Mer. Posiz.
658,17
568,83
205,50
111,00
83,33
886,67
1
2
3
4
5
Importo Esito
4.524,00
4.524,00
2.262,00
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0823
C.D.L. IN INGEGNERIA EDILE
Prog. Cognome
1
ZORZI
25/11/2008
Nome
Matricola
ENRICO
82300115
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
Pagina :
130 / 150
10 dicembre 2008
50
323
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0832
C.D.L. IN INGEGNERIA ELETTRONICA
Prog. Cognome
1
2
ASSAAD
GEROMIN
Nome
Matricola
AHMAD MAAROUF
MATTEO
83200062
83200095
Punti Mer. Posiz.
Importo Esito
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0834
INGEGNERIA ELETTRONICA
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
DE MILLERI
2
MASAT
3
BOSCAROL
4
VIVIANI
5
AL HOSEN
6
PAIC
7
TESIC
8
PUIA
9
JURIC
10 GLAVINIC
11 ANZIC
12 DAKNACH
13 FORMENGIA
14 COZZARINI
15 MLINAR
16 CHEUKOU WOUOTIO
17 DE VECCHI
18 GREGORI
19 JAMAL EL DINE
20 QOSJA
21 TROIANO
22 TOSO
23 RINALDO
24 BOGAR
25 SAULE
26 MOIMAS
27 GIANNINI
28 FAGOTTO
29 DE BORTOLI
30 MOUSSA
31 ISSA
32 HAMADE
25/11/2008
33 DANDASH
NICCOLO'
SIMONE
GIOVANNI
EMANUELE
KASSEM
GORAN
NEBOJSA
CLAUDIO MAURO
NIKOLA
IVAN
SRECKO
KHALIL
MICHAEL ASHU
ANNALISA
GORAN
BOB PATRIC
ALESSANDRO
MICHELE
HASSAN
BLEDAR
GIULIA
LUCA
FRANCESCO SAVERIO
MARCO
BARBARA
DIEGO
STEFANO
MASSIMO
LUCA
WISSAM
KOUSSAY
HASSAN
FADLALLAH
83400141
83400206
83400170
83400127
83400218
83400215
83400132
83400191
83400217
83400216
83400220
83400213
83400128
83400177
83400108
83400146
83400065
83400178
83400169
83400133
83400121
83400140
83400188
83400143
83400222
83400231
83400002
83400197
83400239
83400051
83400055
83400179
Punti Mer. Posiz.
970,67
868,43
747,00
633,33
596,55
586,21
562,17
449,74
438,57
384,76
375,50
339,76
290,00
264,00
148,00
101,67
95,17
94,17
59,67
58,33
723,33
585,64
486,67
746,45
950,00
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
Importo Esito
2.494,00
4.015,00
4.524,00
1.299,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.299,00
4.524,00
2.262,00
3.761,00
1.094,50
4.524,00
4.524,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
133 / 150
NON IDONEO
324
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0844
INGEGNERIA ELETTRICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
PAVAN
EL SAYED KASSEM
AGNOLET
MARRAPODI
MEZZAROBBA
Nome
Matricola
ANDREA
HUSSEIN
FREDDIE
VITTORIO
MARIO
84400028
84400025
84400031
84400027
84400013
Punti Mer. Posiz.
562,50
446,17
170,83
1
2
3
620,17
Importo Esito
3.507,00 BENEFICIARIO
4.524,00 BENEFICIARIO
4.270,00 IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0845
INGEGNERIA ELETTRONICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
PUIA
FURLANI
SILOTTO
VIGINI
25/11/2008
Nome
Matricola
EMILIANO ALEJANDRO
ROBERTO
MATTEO
PAOLO
84500027
84500023
84500022
84500008
Punti Mer. Posiz.
155,50
133,33
1
2
Importo Esito
4.524,00 BENEFICIARIO
1.706,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
135 / 150
10 dicembre 2008
50
325
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0846
STRUTTURE ED OPERE DELL'INGEGNERIA CIVILE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
D'ANNA
SQUITIERI
ROMANIN
BARELLI
PAVANI
Nome
Matricola
ALESSIA
EMANUELE
FABIO
STEFANO
ELENA
84600029
84600035
84600007
84600009
84600034
Punti Mer. Posiz.
496,67
155,00
1
2
Importo Esito
4.524,00 BENEFICIARIO
4.524,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0853
C.D.L.S. IN INGEGNERIA MECCANICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
KHODAYARI
DJEUKAM NGEUNGA
KHAROUBI
OBI
ALMERIGOGNA
BLEYBEL
PAVATIC
MAGGIOLO
TOBOU MOUAFO
DE MARCO
BORTOLUSSI
PELLIZZARI
25/11/2008
Nome
Matricola
MEHDI
STEPHANE
YOUSSEF
JOHN BESONG
MORENO
ALAA MOHAMAD JAMIL
IGOR
MICHELE
DIDIER
MASSIMILIANO
ENRICO
PAOLO
85300044
85300040
85300041
85300084
85300081
85300058
85300034
85300070
85300083
85300022
85300032
85300042
Punti Mer. Posiz.
536,33
413,83
349,83
180,00
177,83
158,33
155,50
116,67
1
2
3
4
5
6
7
8
Importo Esito
2.262,00
2.262,00
2.262,00
4.524,00
1.299,00
2.262,00
2.262,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
137 / 150
326
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0862
C.D.L. IN INGEGNERIA NAVALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
PALAZZONI
BOARO
MAZZOCATO
SLIM
PONZETTO
KHABBAZ
PILIA
MARRAFFA
PANTECA
ATIOFACK ZANGUE
RADETICH
ABATE
GUIDUCCI
BUCCHINI
MARZOLA
SANTI
DEGAN
GESSA
MARANGONI
TOSON
Nome
Matricola
MARCO
LUCA
MICHAEL
KHODOR
FEDERICO
BASSAM
CRISTIAN
TOMMASO ANTONIO
ROSARIO
OLIVIER
GIOELE
GIUSEPPE
GIANLUCA
MATTEO
ANNALISA
BENIAMINO
GERMANO
MARCO
PIETRO
ALESSANDRO
86200302
86200271
86200251
86200307
86200282
86200348
86200217
86200270
86200369
86200233
86200136
86200179
86200304
86200341
86200319
86200333
86200222
86200218
86200151
86200294
Punti Mer. Posiz.
943,33
709,00
467,50
318,83
300,00
160,12
121,67
60,67
58,33
49,17
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Importo Esito
4.524,00
3.507,00
3.761,00
4.524,00
4.015,00
4.524,00
2.007,50
4.524,00
1.503,00
2.262,00
769,29
640,05
508,17
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0863
C.D.L.S. IN INGEGNERIA NAVALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
ABONGMBUH
BENVEGNU'
SACCA'
EL HALABI
MAFALE
ROSARNO
BUIATTI
DALLE MOLLE
25/11/2008
Nome
Matricola
MARCEL NGWA
SIMONE
DANILO
GHALI
GIUSEPPE
PASQUALE MORGAN
RICCARDO
ROBERTO
86300048
86300079
86300060
86300076
86300062
86300070
86300056
86300047
Punti Mer. Posiz.
962,50
428,83
343,33
153,33
150,00
145,83
138,83
1
2
3
4
5
6
7
Importo Esito
4.524,00
3.507,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
139 / 150
10 dicembre 2008
50
327
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0873
INGEGNERIA CIVILE ED AMBIENTALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
MAZZICHI
AULIC
PRATAVIERA
DE MARIA
GRATTON
JAKUPOVIC
NESKOVIC
MOSCARDA
SIMIONATO
DOGANI
CRISMAN
RASENI
PAVLOVIC
MARIN
BACIC
GERZELJ
KRAUS
TOMASIC
KADILLARI
JAPUNDZIC
TOMADA
BUFFIN
SCOMERSICH
VOINEA
CORETTI
KAMAL POUR DEHKAEI
MULLER
GHARBI
MLINAR
BRUMAT
BELLOMO
PELLIZZARI
PASQUALATO
MANIA'
GRILLO
FEMIA
CABIANCA
FILALI
TOMAT
VISINTIN
VISINTIN
MOUSSA
FASAN
RODRIGUEZ
PAVAN
25/11/2008
Nome
Matricola
FRANCESCA
SANDA
MASSIMO
IRENE
LAURA
ANES
VLADIMIR
LORIS
CHIARA
ELTON
ROBERTO
DANIELE
BRANISLAVA
NIKOLA
JURAJ
ELIANE
MASSIMILIANO
NEVENA
EZMERALD
VALTER
LUDOVICA
MATTIA
LUCIANO
VALENTINA
ANDREA
ANITA
PEDRO
KHMAIS
BOJAN
DANIELE
PAOLO
LORENZO
ALBERTO
EUGENIA
SILVIA
ANDREA
GIULIO
RACHID
MARTINA
MAURO
MANUEL
MOHAMAD
MARCO
MAGALI'
GIORGIO
87300193
87300245
87300164
87300204
87300177
87300308
87300389
87300277
87300295
87300178
87300233
87300333
87300360
87300311
87300291
87300195
87300218
87300110
87300314
87300313
87300202
87300272
87300278
87300172
87300112
87300244
87300187
87300180
87300355
87300227
87300280
87300217
87300352
87300113
87300269
87300214
87300370
87300107
87300274
87300133
87300208
87300135
87300156
87300104
87300094
Punti Mer. Posiz.
961,33
958,33
947,33
945,00
943,83
918,50
666,67
578,05
557,14
528,50
454,50
452,90
436,43
358,10
334,76
317,83
304,67
301,67
287,60
216,19
207,67
200,95
189,29
188,83
115,00
100,00
93,67
86,67
27,83
727,62
256,00
936,83
679,79
177,00
959,17
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
Importo Esito
2.494,00
1.706,00
4.524,00
1.706,00
2.341,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
1.706,00
1.706,00
1.753,50
4.524,00
4.524,00
4.270,00
2.494,00
4.524,00
1.503,00
700,50
1.706,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
141 / 150
328
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0874
INGEGNERIA AMBIENTALE E DEL TERRITORIO
Prog. Cognome
1
2
LISJAK
ALBANESE
Nome
Matricola
ANDREA
ROCCO GIUSEPPE
87400008
87400022
Punti Mer. Posiz.
638,00
166,67
1
2
Importo Esito
649,50 BENEFICIARIO
1.706,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0875
INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
PUIA
TIBURZIO
SANTESE
MILIC
VALERIO
25/11/2008
Nome
Matricola
MARIANA GUADALUPE
SELENA
FRANCESCA
LORENZO
SARA
87500022
87500011
87500027
87500031
87500030
Punti Mer. Posiz.
492,83
253,33
253,33
1
Importo Esito
2.262,00 BENEFICIARIO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
Pagina :
142 / 150
10 dicembre 2008
50
329
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0876
INGEGNERIA CLINICA
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
TIBERI
BIANCO
FERRUGGIA
PROCIDA
ORSINI
TRIO
CASSANELLI
GRASSI
DI VIRGILIO
CANINO
BASTIANI
GENNA
SCIBETTA
OFFREDI
Nome
Matricola
MAURO
MARGARET
MARCO
VALERIA
ANDREA
FRANCESCO
MARTA
GLORIANA
JESSICA
CAMILLO
MATTEO
MARIANGELA
PAOLO
RICCARDO
87600072
87600075
87600099
87600069
87600083
87600091
87600080
87600102
87600078
87600066
87600086
87600067
87600070
87600068
Punti Mer. Posiz.
384,33
330,00
322,17
242,17
200,00
188,17
178,50
156,67
370,50
1
2
3
4
5
6
7
8
253,33
491,00
237,17
195,17
Importo Esito
4.524,00
4.270,00
3.761,00
2.341,00
1.299,00
3.507,00
2.262,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0877
INGEGNERIA DELL'AUTOMAZIONE
Prog. Cognome
1
DONGMO FOFFE
25/11/2008
Nome
Matricola
PAUL HERVE
87700006
Punti Mer. Posiz.
609,17
1
Importo Esito
2.494,00 BENEFICIARIO
Pagina :
144 / 150
330
10 dicembre 2008
50
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0878
INGEGNERIA EDILE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
FABIANI
FACCHINETTI
PAPINUTTI
RASENI
BALBI
SORAVIA
Nome
Matricola
ADY
PAOLA
KRISTINA
DARIO
MARIA
ALESSANDRO
87800036
87800039
87800020
87800029
87800038
87800009
Punti Mer. Posiz.
993,33
610,00
196,33
184,33
386,67
1
2
3
4
Importo Esito
2.036,00
2.494,00
802,00
853,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0883
INGEGNERIA INDUSTRIALE
Prog. Cognome
Nome
Matricola
1
GARDUZA CORONADO
2
SERHAN
3
ACAMPORA
4
KUESSAN
5
SARTOR
6
TABIKH
7
DJIAZET
8
KHABBAZ
9
DRUSKOVIC
10 WAHOUD
11 NEJMEH
12 RAINONE
13 GEREMIA
14 SPADARO
15 BALDI
16 KARA KALLI
17 BOUNDJA NDJONDJI
18 DJEWA
19 OSSAILI
20 WEHBE
21 ZIBER
22 FABIANI
23 YOUNES
24 VENTURINI
25 PONTONI
26 PAOLUCCI
27 MORI
28 MARUSSI
29 ANTONELLI
30 BRESSAN
31 VALLE
32 GAO
25/11/2008
33 FORLESE
JESSICA
ABDALLAH
ALBERTO
KOMI
GIACOMO
HUSSEIN
EBENEZER
ABDEL RAHMAN
MAURO
ALI
IBRAHIM
DIEGO
DAVIDE
GIANLUCA
RICCARDO
MUSTAPHA
PATRICK HERVE
MARKOU WENDANA
TAHSSIN
HUSSEIN
LEO
DYLAN
HASSAN
NORMAN
ANDREA
GIUSEPPE
MATTEO
SEBASTIAN
FEDERICO
SIMONE
FRANCESCO
XU
JACOPO
88300403
88300276
88300348
88300355
88300340
88300367
88300374
88300399
88300373
88300369
88300366
88300248
88300327
88300341
88300221
88300377
88300372
88300283
88300370
88300365
88300310
88300383
88300278
88300242
88300126
88300065
88300311
88300271
88300189
88300270
88300206
88300286
88300394
Punti Mer. Posiz.
858,83
847,50
823,36
781,43
627,88
582,88
507,14
381,17
309,76
274,52
246,19
242,33
184,29
168,45
161,00
133,21
79,05
76,17
54,05
33,33
22,17
207,50
687,55
143,67
366,00
229,52
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
Importo Esito
2.494,00
4.524,00
2.341,00
4.524,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
4.524,00
1.299,00
2.341,00
2.189,00
2.494,00
4.524,00
4.524,00
2.262,00
4.524,00
4.524,00
2.494,00
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
IDONEO
PaginaNON
:
146 / 150
NON IDONEO
10 dicembre 2008
50
331
DO
CU
ME
NT
OP
RI
VO
DI
VA
L
OR
EL
EG
AL
E
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0884
INGEGNERIA INDUSTRIALE
Prog. Cognome
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
GASPARINI
COAN
MODOLO
RIZZO
MASCHIETTO
GHELLI
GIUBBI
MORO
PICCIN
BRUNELLO
ZANELLA
KINA
NARDIN
Nome
Matricola
LUCA
MARIKA
MIRKO
MARIKA
ANDREA
LORIS
SERENA
MARTINA
MARCO
DAMIANO
WALTER
MIRELA
MASSIMO
88400195
88400122
88400178
88400120
88400200
88400117
88400176
88400064
88400127
88400052
88400214
88400097
88400135
Punti Mer. Posiz.
765,02
607,67
158,17
136,67
91,55
97,00
249,52
1
2
3
4
5
Importo Esito
2.494,00
2.036,00
2.189,00
2.494,00
2.341,00
269,52
298,83
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
NON IDONEO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0886
INGEGNERIA DELLE INFRASTRUTTURE E SISTEMI DI TRASPORTO
Prog. Cognome
1
MURRO
Nome
Matricola
FEDERICO
88600014
Punti Mer. Posiz.
340,00
1
Importo Esito
1.401,00 BENEFICIARIO
E.R.DI.S.U.
ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITA' ALLO STUDIO
U
GRADUATORIA Borsa Di Studio A.A. 2008/2009
Università:
TS
Facoltà:
0800
FACOLTA' DI INGEGNERIA
Corso:
0887
INGEGNERIA DEI MATERIALI
25/11/2008
Prog.
Cognome
1
2
3
4
QUINCI
FAVI
NICOTRA
DONI
Nome
Matricola
FEDERICO
CLAUDIO
MARCO
GIOVANNI
88700017
88700020
88700025
88700027
Punti Mer. Posiz.
484,17
306,67
246,67
195,83
1
2
3
4
PaginaEsito
:
Importo
1.094,50
1.880,50
1.503,00
4.524,00
148 / 150
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
BENEFICIARIO
IDONEO
332
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA
parte I-II-III (fascicolo unico)
DIREZIONE E REDAZIONE (pubblicazione atti nel B.U.R.)
REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA
PRESIDENZA DELLA REGIONE - SEGRETARIATO GENERALE
SERVIZIO AFFARI DELLA PRESIDENZA E DELLA GIUNTA
Piazza dell’Unità d’Italia 1 - 34121 Trieste
Tel. +39 040 377.3607
Fax +39 040 377.3554
e-mail: [email protected]
AMMINISTRAZIONE (abbonamenti, fascicoli, spese di pubblicazione atti nella parte terza del B.U.R.)
REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA
DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E SERVIZI GENERALI
SERVIZIO PROVVEDITORATO E SERVIZI GENERALI
Corso Cavour 1 - 34132 Trieste
Tel. +39 040 377.2037
Fax +39 040 377.2383
e-mail: [email protected]
VENDITA FASCICOLI FUORI ABBONAMENTO dell’anno in corso e di annate pregresse
Rivolgersi all’ufficio AMMINISTRAZIONE sopra indicato.
50
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
10 dicembre 2008
50
333
PREZZI E CONDIZIONI in vigore dal 1° gennaio 2008
(ai sensi della delibera G.R. n. 2930 dd. 1 dicembre 2006 e n. 3142 dd. 14 dicembre 2007)
ABBONAMENTI
•
•
Periodo di abbonamento
Tipologie di abbonamento:
•
•
•
FORMA CARTACEA (*)
PRODUZIONE SU CD (versione certificata)
ACCESSO WEB (versione certificata)
12 MESI
€ 90,00
€ 75,00
€ 60,00
(*) A partire dal 1° gennaio 2008 i fascicoli rientranti nel periodo di abbonamento la cui consistenza è superiore alle 400 pagine saranno forniti
ai beneficiari esclusivamente su supporto CD. La fornitura in forma cartacea sarà eseguita previo pagamento del corrispettivo importo di Euro
15,00 (spese spedizione comprese) per i fascicoli pubblicati nell’anno della richiesta e raddoppiato se la richiesta fa riferimento ad un fascicolo
pubblicato in anni precedenti. La relativa richiesta dovrà essere effettuata secondo le modalità riportate nella sezione “BOLLETTINO UFFICIALE
-> ACQUISTO FASCICOLI” all’indirizzo Internet: www.regione.fvg.it
•
Per gli abbonamenti con destinazione estero i suddetti prezzi sono raddoppiati.
•
L’abbonamento al B.U.R. tramite accesso WEB e su CD prevede la fornitura gratuita di un CD contenente la raccolta completa dei fascicoli pubblicati nell’anno.
•
AGEVOLAZIONE RICONOSCIUTA ALLE DITTE COMMISSIONARIE che sottoscrivono un abbonamento per conto terzi:
20% (ventipercento)
FASCICOLI
•
PREZZO UNITARIO DEL FASCICOLO, prodotto sia su CD che in forma cartacea, forfetariamente per tutti i tipi di fascicoli:
ANNO CORRENTE € 5,00
ANNO ARRETRATO € 10,00
•
•
•
ad eccezione dei fascicoli prodotti in forma cartacea la cui consistenza è superiore alle 400 pagine, per i quali è fissato il seguente prezzo
unitario:
ANNO CORRENTE € 15,00
ANNO ARRETRATO € 30,00
PREZZO UNITARIO del CD contenente la raccolta di tutti i fascicoli pubblicati in un anno solare
€ 30,00
RIPRODUZIONE in copia cartacea dei numeri esauriti, o per urgente necessità del committente: pari al prezzo fissato per il fascicolo
originale.
Per le forniture dei fascicoli con destinazione estero i suddetti prezzi sono raddoppiati.
MODALITÀ E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO E FORNITURA DEI FASCICOLI
L’attivazione ed il rinnovo di un abbonamento e la fornitura di singoli fascicoli avverranno previo pagamento ANTICIPATO del corrispettivo prezzo nelle forme in seguito precisate. A comprova dovrà essere inviata al sottoriportato ufficio la copia della ricevuta quietanzata,
che, nel caso si trattasse di un rinnovo dovrà pervenire entro il giorno 20 del mese successivo alla data di scadenza al fine di evitare disguidi nel
prosieguo dell’abbonamento:
DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E SERVIZI GENERALI – SERVIZIO PROVVEDITORATO E SS.GG. – CORSO CAVOUR, 1 – 34132 TRIESTE
FAX N. +39 040 377.2383 E-MAIL: [email protected]
Dato atto che per i soli prodotti e servizi informatici (CD, WEB) sussiste l’obbligo dell’emissione di fattura, nell’anticipare la copia del versamento effettuato è necessario indicare i dati fiscali dell’acquirente (ragione sociale/nome.cognome – indirizzo completo – codice
fiscale/partita IVA).
•
•
•
•
•
La decorrenza dell’abbonamento a seguito di nuova attivazione od una sua riattivazione in quanto scaduto avverrà di norma dal primo
numero del mese successivo alla data del versamento o del suo riscontro. Non è previsto l’invio dei fascicoli ARRETRATI rientranti nel
periodo di abbonamento attivato o riattivato, ma sarà garantita la durata dell’abbonamento in DODICI MESI
In attesa del riscontro del versamento del canone di rinnovo, di norma l’invio dei fascicoli oltre la data di scadenza dell’abbonamento è
prorogato per un’ulteriore mese. Superato detto periodo, l’abbonamento in essere sarà SOSPESO D’UFFICIO.
Un’eventuale DISDETTA DELL’ABBONAMENTO dovrà essere comunicata per iscritto e pervenire ENTRO 15 GIORNI PRIMA della
data di scadenza agli indirizzi del menzionato Servizio provveditorato e SS.GG.
I FASCICOLI NON PERVENUTI nel corso del periodo di un abbonamento dovranno essere richiesti per iscritto agli indirizzi del citato
Servizio provveditorato e SS.GG. La relativa fornitura è così disposta:
- se la segnalazione è effettuata entro SEI SETTIMANE dalla data di pubblicazione del fascicolo: fornitura GRATUITA
- se la segnalazione supera il suddetto termine: fornitura A PAGAMENTO
Tutti i prezzi degli abbonamenti e dei fascicoli si intendono comprensivi delle spese di spedizione.
SPESE PUBBLICAZIONE INSERZIONI NELLA PARTE TERZA DEL B.U.R.
Si precisa che ai sensi del nuovo Regolamento recante le norme per le pubblicazioni del B.U.R.:
•
- gli atti destinati alla pubblicazione che pervengono alla Redazione del BUR entro le ore 16.00 del lunedì, sono pubblicati il secondo
mercoledì successivo.
•
- i testi degli atti da pubblicare devono pervenire alla Redazione tramite il servizio telematico che è disponibile attraverso accesso riservato ad apposita sezione del portale internet della Regione.
- tale procedura consente, tra l’altro, di determinare direttamente il costo della pubblicazione che il richiedente è tenuto ad effettuare in
forma anticipata rispetto l’effettiva pubblicazione sul B.U.R.; l’inoltro del documento in forma cartacea - ammesso solo in caso di motivata impossibilità organizzativa dei soggetti estensori – comporta l’applicazione di specifiche tariffe più sotto dettagliate, fermo restando
il pagamento anticipato della spesa di pubblicazione;
- gli atti da pubblicare, qualora soggetti all’imposta di bollo, devono essere trasmessi nella forma cartacea in conformità alla relativa
disciplina.
•
Il calcolo della spesa di pubblicazione è determinato in base al numero complessivo dei caratteri, spazi, simboli di interlinea, ecc. che
compongono il testo ed eventuali tabelle da pubblicare. Il relativo conteggio è rilevabile tramite apposita funzione nel programma Word
334
bollettino ufficiale della regione autonoma friuli venezia giulia
•
50
10 dicembre 2008
nonché direttamente dal modulo predisposto nella sezione dedicata nel portale della Regione (fatti salvi la diversa tariffa ed il relativo
calcolo previsto per le tabelle e tipologie di documento prodotte in un formato diverso da Word).
La pubblicazione di avvisi, inserzioni ecc. avverrà previo PAGAMENTO ANTICIPATO della corrispettiva spesa nelle forme in seguito
precisate, fatte salve specifiche e motivate deroghe.
A comprova, dovrà essere inviata la copia della ricevuta quietanzata alla Direzione centrale patrimonio e servizi generali – Servizio provveditorato e SS.GG. – Corso Cavour, 1 – 34132 Trieste – FAX n. +39 040 377.2383 – utilizzando il modulo stampabile dal previsto link a
conclusione della procedura di trasmissione del la richiesta di pubblicazione eseguita tramite il portale internet della Regione.
Le tariffe unitarie riferite a testi e tabelle PRODOTTI IN FORMATO WORD sono applicate secondo le seguenti modalità:
TIPO TARIFFA MODALITÀ TRASMISSIONE TESTO TIPO PUBBLICAZIONE
A)
B)
A.1)
B.1)
•
ON-LINE
ON-LINE
Forma CARTACEA
Forma CARTACEA
NON OBBLIGATORIA
OBBLIGATORIA
NON OBBLIGATORIA
OBBLIGATORIA
TARIFFA UNITARIA PER CARATTERE, SPAZI, ECC.
TARIFFA BASE
TARIFFA A) MENO 20%
TARIFFA A) PIÙ 50%
TARIFFA B) PIÙ 50%
€ 0,050
€ 0,040
€ 0,075
€ 0,060
Il costo per la pubblicazione di tabelle e tipologie di documenti PRODOTTI IN FORMATO DIVERSO DA WORD sarà computato forfetariamente con riferimento alle succitate modalità di trasmissione e tipo di pubblicazione. Nella fattispecie, le sottoriportate tariffe saranno
applicate per ogni foglio di formato A/4 anche se le dimensioni delle tabelle, ecc. non dovessero occupare interamente il foglio A/4:
TIPO TARIFFA MODALITÀ TRASMISSIONE TESTO TIPO PUBBLICAZIONE TARIFFA UNITARIA PER FOGLIO A/4 INTERO O PARTE
A-tab)
B-tab)
A.1-tab)
B.1-tab)
•
•
ON-LINE
ON-LINE
Forma CARTACEA
Forma CARTACEA
NON OBBLIGATORIA
OBBLIGATORIA
NON OBBLIGATORIA
OBBLIGATORIA
TARIFFA BASE
TARIFFA A) MENO 20%
TARIFFA A) PIÙ 50%
TARIFFA B) PIÙ 50%
€ 150,00
€ 120,00
€ 225,00
€ 180,00
Esclusivamente per la pubblicazione degli Statuti dei Comuni, delle Province e delle Comunità montane della Regione Friuli Venezia
Giulia, e/o loro parziali modifiche, sono applicate le seguenti agevolazioni:
PROVINCE e COMUNI con più di 5.000 abitanti
riduzione del 50% su tariffe B. e B.1
COMUNI con meno di 5.000 abitanti
riduzione del 75% su tariffe B. e B.1
COMUNITÀ MONTANE
riduzione del 50% su tariffe B. e B.1
Tutte le sopraindicate tariffe s’intendono I.V.A. esclusa
MODALITÀ DI PAGAMENTO
I pagamenti del canone di abbonamento, delle spese di acquisto dei fascicoli B.U.R. fuori abbonamento e le spese di pubblicazione degli avvisi,
inserzioni, ecc. nella parte terza del B.U.R. dovranno essere effettuati mediante versamento del corrispettivo importo sul conto corrente postale n. 85770709 intestato a Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Servizio Tesoreria - Trieste (per diverse modalità di pagamento
rivolgersi all’Ufficio amministrazione B.U.R. del Servizio provveditorato e SS.GG.).
OBBLIGATORIAMENTE dovrà essere indicata la riferita causale del pagamento, così dettagliata:
•
per abbonamenti al B.U.R.”CARTACEO”
CAP/E 710 ABB.TO BUR N° ***** (per RINNOVO)
CAP/E 710 “NUOVO ABB.TO BUR”
•
per abbonamenti al B.U.R.” CD, WEB ”
CAP/E 1710 ABB.TO BUR N° ***** (per RINNOVO)
CAP/E 1710 “NUOVO ABB.TO BUR”
•
per spese pubbl. avvisi, ecc.
CAP/E 708 - INSERZ. BUR - INVIO PROT. N° *****
•
per acquisto fascicoli B.U.R.
CAP/E 709 - ACQUISTO FASCICOLO/I BUR
Al fine della trasmissione dei dati necessari e della riferita attestazione del pagamento sono predisposti degli appositi moduli scaricabili dal
sito Internet:
www.regione.fvg.it -> bollettino ufficiale, alle seguenti voci:
abbonamenti: modulo in f.to DOC
•
•
acquisto fascicoli: modulo in f.to DOC
pubblica sul BUR (utenti registrati): il modulo è stampabile ad inoltro eseguito della richiesta di pubblicazione tramite il portale
•
GUIDO BAGGI - Direttore responsabile
DANIELE BERTUZZI - Responsabile di redazione
iscrizione nel Registro del Tribunale di Trieste n. 818 del 3 luglio 1991
in collaborazione con insiel spa
impaginato con Adobe Indesign CS2®
stampato da IS COPY s.r.l. Via Flavia 23 - 34148 Trieste
Scarica
Random flashcards
Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard