regole per la descrizione delle competenze - IISS Caramia

annuncio pubblicitario
REGOLE PER LA DESCRIZIONE DELLE
COMPETENZE DEL PROFILO PROFESSIONALE
(Gruppo CLAS)
Come indicazione generale rivolta a tutti i partecipanti al corso sembra
opportuno suggerire, in coerenza al quadro europeo, di descrivere le competenze
utilizzando le seguenti regole:
 le competenze e le abilità sono espresse con verbi all’infinito;
 in via prioritaria, nel descrittivo della competenza utilizzare un solo verbo;
due verbi solo se necessario, ovvero quando indicano una successione
organica e coerente;
 non vanno utilizzati due verbi quando uno contiene l’altro oppure se in
alternativa (ad es., “gestire e sovrintendere”);
 l’abilità è sempre descritta con un solo verbo;
 sia per le competenze che per le abilità non utilizzare mai locuzioni del tipo:
“correttamente”, “adeguatamente”, “con un certo grado di autonomia”;
 sul piano descrittivo, ne consegue:
o l’utilizzo di verbi che maggiormente possono esprimere livelli di
responsabilità/autonomia (ad es.: eseguire, effettuare, collaborare,
scegliere, predisporre, controllare, coordinare, programmare, gestire, ecc.),
o la specificazione delle caratteristiche essenziali del contesto di esercizio,
o il riferimento alle risorse mobilizzate,
o l’indicazione della prestazione o della famiglia di prestazioni attesa a
seconda del grado di complessità della competenza.
REGOLE PER LA ELABORAZIONE DELLE UdA
(Gruppo CLAS)
• Nella colonna abilità riportare,a partire dall’elenco delle abilità connesse alle
competenze relative agli assi culturali, alle competenze chiave di cittadinanza ed
alle competenze di indirizzo del biennio solo quella che si intendono promuovere
con l’UdA ; nel caso in coi si volesse “specificare” ulteriormente le abilità sviluppabili
con l’UdA si chiede in ogni caso di riportare le abilità connesse alle competenze
(predefinite) e di usare il carattere corsivo per evidenziare le specificità.
• Per le conoscenze vale quanto descritto per le abilità
• Descrivere il compito assegnato agli studenti precisando il prodotto finale; si
suggerisce dl pensare al prodotto fisico che lo studente dovrà presentare:
una relazione? un prodotto ? un report di valutazione? la descrizione di un
processo d laboratorio ? un manufatto?
• Attività docente e prestazioni studenti:
utilizzare presente indicativo terza persona facendo attenzione a distinguere
chiaramente quello che fa l’insegnante d quello che fa lo studente.
Nella colonna prestazioni studenti utilizzare verbi che indicano azioni concrete
“visibili”; individua, riconosce sono operazione mentali; sostituire, ad esempio,
riconosce con elenca, descrive, …; es. di verbi che indicano azioni “visibili” sono:
 sottolineare,
 riferire (un evento, accadimento, esperienza, ecc.) oralmente e/o per scritto,
 classificare,
 descrivere (il procedimento di un esp. di laboratorio, la soluzione adottata ecc,),
 ordinare dati,
 estrapolare dati,
 prendere appunti,
 scrivere sintesi,
 rappresentare un problema,
 esporre oralmente,
 predisporre,
 catalogare,
 costruire,
 elaborare,
 illustrare,
 preparare,
 riscrivere,
 completare (un elenco, ecc.),
 produrre.
Scarica