SUGGERIMENTI IN CASO DI TESTI SCRITTI

advertisement
SUGGERIMENTI
PER
TESTI
SCRITTI
(TEMI, RIASSUNTI, STORIE, RELAZIONI, ECC.)
1. Ricorda:
a lui = gli
a lei = le
a loro = loro, a loro
2. Non si dice mai "li" per “a lui” (né plurale, né singolare!)
3. Non cambiare il tempo verbale con cui si scrive un racconto o un riassunto. Si può
scegliere tra presente, passato remoto e passato prossimo (a seconda della
situazione), ma, una volta fatta la scelta, bisogna rispettarla.
4. Controllare alla fine la punteggiatura! Ad es.: mai la virgola tra soggetto e verbo, o tra
predicato verbale e complemento oggetto; vedere se sono necessarie delle pause
(magari provare con la lettura silenziosa).
5. Attenzione all'ortografia: si dice ad es. purtroppo, sensazione, a parte, a volte,
po', addosso, ecc. Si dice anche: sto, sta (a meno che non siano imperativi), qui, qua,
so, sa, do. Occhio ad accenti e apostrofi! Ha e ho solo quando è voce del verbo avere!
In caso di dubbi usare il vocabolario!
6. Se si racconta un fatto facendo riferimento a qualcosa che è avvenuto prima di quel
fatto, è bene usare tempi diversi, per far capire che i due avvenimenti non si sono
svolti nello stesso momento. Es.: "io indossai il vestito che tu mi avevi regalato".
7. Di solito non usare un verbo senza soggetto. Ad esempio non dire "a scuola mi
insegnano a suonare", ma "a scuola il professore mi insegna a suonare" oppure "a scuola
imparo a suonare". Non dire "trasmettono un programma", ma "La Rai trasmette un
programma", oppure "viene trasmesso un programma".
8. Al contrario non esagerare con l'uso di "io". Se il verbo è alla prima persona singolare,
spesso il pronome personale "io" è superfluo.
9. In una frase che inizia con il "se" ("periodo ipotetico") dopo il "se" non ci vuole il modo
condizionale, ma il congiuntivo. Non si dice: "se io verrei da te, potremmo giocare con la
Play Station", bensì "se io venissi da te, potremmo giocare con la Play Station".
10. Con un soggetto singolare non si deve usare un verbo al plurale (o viceversa)!
Non si dice: Io con Maria andammo alla partita; ma Io con Maria andai alla partita
oppure Io e Maria andammo alla partita
Non si dice: C'era un ragazzo e una ragazza, ma C'erano un ragazzo e una ragazza
11. Non usare troppo spesso la congiunzione "e". Si può inserire magari una virgola, oppure
usare un'altra congiunzione, oppure un avverbio (ad es., se è il caso, "poi").
12. Non usare "sennò", ma “altrimenti”. Non usare “tipo…”, ma se mai “ad esempio”
13. Non usare troppo spesso i verbi con il "si" impersonale, soprattutto se si inserisce il
soggetto “noi”; meglio "andammo" e "giocammo", che "si andò" e "si giocò".
14. Attenzione: un amico
un'amica
un assassino
un'assassina
15. Attenzione: niente elisioni quando le parole sono al plurale: non si dice all’elementari,
ma alle elementari, non si dice l’ho visti, ma li ho visti, ecc.
16. Occhio all'uso del participio! Si può di solito usare solo se il suo soggetto è lo stesso
del verbo che "regge" il periodo. Non posso dire: "Arrivato a casa, tutti furono felici".
Se mai potrò dire "Dopo che fu arrivato a casa, tutti furono felici".
Scarica