9. ONCOLOGIA: Tumore vescica, per diagnosi basterà semplice test

annuncio pubblicitario
9. ONCOLOGIA: Tumore vescica, per diagnosi basterà semplice test urine
D'ora in poi per diagnosticare il tumore alla vescica non saranno più necessari esami
invasivi come la cistoscopia, ma potrebbe bastare un semplice test delle urine. A
sperimentarlo con successo è stato il reparto di Urologia universitaria dell'ospedale
Molinette di Torino, come spiega uno studio pubblicato sul 'Journal of Urology'. Finora per
fare la diagnosi ci si basava sul riconoscimento dei sintomi, come l'ematuria, cioè
l'emissione di sangue con l'urina, che in 1/4 dei pazienti si verifica quando la malattia è già
infiltrante. La metodica più affidabile per la diagnosi e i controlli successivi dopo
asportazione endoscopica della neoplasia è la cistoscopia, esame invasivo e costoso, che
deve essere ripetuto, spesso per tutta la vita. Ci sono altri esami sulle urine (esame
citologico, uCyt+, BTA stat NPM22), che però non sono affidabili come la cistoscopia. Le
ricerche condotte presso l'ospedale torinese hanno rilevato per la prima volta la presenza
di fosfo-proteine nel tessuto tumorale, e quindi nelle urine di pazienti con carcinoma alla
vescica. In base ai risultati ottenuti su 150 pazienti, la presenza di fosfo-proteine nell'urina
può discriminare i pazienti malati da quelli sani in modo molto accurato. Tale esame
potrebbe quindi essere molto utile sia per il monitoraggio periodico dei soggetti a rischio
che per la diagnosi di ripresa di malattia. Per confermare questi risultati e standardizzare il
test partirà una nuova sperimentazione, che coinvolgerà altri centri di Urologia in Italia e in
Europa.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

creare flashcard