Software libero e open source

annuncio pubblicitario
SOFTWARE LIBERO e OPEN SOURCE
Tratto da: www.gnu.org
Sistema operativo GNU - Libero come in libertà
Cos'è il Progetto GNU?
Il Progetto GNU è stato lanciato nel 1984 per sviluppare un sistema operativo Unix-compatibile
completo che fosse software libero: il sistema GNU. Varianti del sistema operativo GNU, che
utilizzano il kernel Linux, sono ora ampiamente utilizzate; anche se a questi sistemi ci si riferisce
spesso come “Linux”, essi vengono chiamati con più precisione sistemi GNU/Linux.
GNU è un acronimo ricorsivo per “GNU's Not Unix”; (GNU Non è Unix) e si pronuncia “ghnu“ (con la g dura).
Cos'è il Software Libero?
Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe
pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis”. (NdT: il termine “free” in inglese significa
sia gratuito che libero).
L'espressione “Software Libero” si riferisce alla libertà dell'utente di eseguire, copiare, distribuire,
studiare, cambiare e migliorare il software. Più precisamente, esso si riferisce a quattro tipi di libertà
per gli utenti del software:




Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo (libertà 0).
Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1).
L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2).
Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo
tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L'accesso al codice sorgente ne è un
prerequisito.
Cos'è la Free Software Foundation?
La Free Software Foundation (FSF) è l'organizzazione principale che sponsorizza il progetto GNU.
La FSF riceve pochissimi finanziamenti da aziende o da fondazioni di erogazione. Si affida al
supporto di persone come voi.
Per piacere, valutate la possibilità di diventare un Membro Associato della FSF, comprare manuali e
merchandising o effettuare una donazione. Se usate Software Libero nella vostra attività
commerciale, potete invitare la vostra azienda a diventare un Corporate Patron o ad acquistare una
distribuzione deluxe di software GNU per sostenere la FSF.
Il progetto GNU supporta la missione della FSF di preservare, proteggere e promuovere la libertà di
usare, studiare, copiare, modificare e ridistribuire i programmi per computer, e di difendere i diritti
degli utenti di Software Libero. Sostieniamo le libertà di parola, stampa e associazione su Internet,
il diritto di utilizzare software di crittazione per le comunicazioni private, e il diritto di scrivere
software non ostacolato da monopoli privati. Potete trovare altre informazioni su questi temi nel
libro Free Software, Free Society.
Classificazione del Software Libero e non libero
Questo è un dizionario di categorie di software che spesso sono citate nelle discussioni sul software
libero. Il suo scopo è di spiegare le sovrapposizioni fra categorie, o quali di esse sono parte di altre.
Tabella dei contenuti
















Altri testi da leggere
"Software libero"
"Open source"
"Software di pubblico dominio"
"Software con permesso d'autore (copyleft)"
"Software libero senza permesso d'autore"
"Software con licenza GPL"
"Il sistema GNU"
"Programmi GNU"
"Software GNU"
"Software semilibero"
"Software proprietario"
"Shareware"
"Freeware"
"Software commerciale"
Altri testi da leggere
Questo schema di Chao-Kuei rappresenta le differenti categorie di software.
Lo schema è disponibile come file XFig (2k), come immagine vettoriale SVG (8k), come immagine
JPEG (16k) e come immagine PNG (23k) ingrandita di 1,5 volte.
Software libero
Il software libero è software distribuito in modo che chiunque ne abbia il permesso di uso,
copia e distribuzione, in forma modificata o meno, gratis o a pagamento. In particolare, ciò
significa che il codice sorgente deve essere disponibile. «Senza il sorgente non è software».
Questa è una definizione semplificata, ma è disponibile anche una definizione completa.
Abbiamo anche una lista di traduzioni in varie lingue del termine "software libero".
Se un programma è libero, esso potenzialmente può essere incluso in un sistema operativo
libero quale GNU o in versioni libere del sistema GNU/Linux.
Ci sono molti modi diversi per rendere un programma libero---molte questioni di dettaglio,
che possono essere risolte in più di un modo e nondimeno rendere un programma libero.
Alcune delle possibili variazione sono descritte di seguito.
Il software libero è una questione di libertà, non di prezzo. Ma aziende di software
propietario talvolta usano il termine "free software" per riferirsi al prezzo [NdT: il termine
free in inglese significa sia gratuito che libero]. Alcune volte ciò significa che si può
ottenere una copia del binario senza pagarlo; altre volte significa che una copia è inclusa nel
computer che si sta comprando. Questo non ha nulla a che fare con ciò che noi intendiamo
per software libero nel progetto GNU.
A causa di questa potenziale confusione, quando una azienda di software dice di produrre
free software, bisogna sempre controllare le licenze per verificare se gli utenti hanno
effettivamente tutte le libertà che il software libero implica. Talvolta è software libero, altre
volte no.
Molte lingue hanno due parole diverse per "free" come libero e "free" come gratuito. Per
esempio il Francese ha "libre" e "gratuit". L'inglese ha la parola "gratis" che si riferisce non
ambiguamente al prezzo, ma non esiste un aggettivo che si riferisca non ambiguamente alla
libertà. È un peccato, perché un tale aggettivo sarebbe molto utile in questo documento
[NdT: sarebbe utile in inglese, in italiano il problema non esiste].
Spesso il software libero è più affidabile del software non libero .
Software Open Source
Il termine "open source" software è usato da alcuni più o meno con lo stesso significato di
software libero. Noi preferiamo il termine "software libero". Segui il link per scoprirne la
ragione.
Software di pubblico dominio
Il software di pubblico dominio è software privo di copyright. È un caso speciale di software
libero senza permesso d'autore, il che significa che alcune copie o versioni modificate
possono non essere affatto libere.
Talvolta si usa il termine "dominio pubblico" in un'accezione vaga per intendere "libero" o
"disponibile gratuitamente". Tuttavia "di dominio pubblico" è un termine legale che
significa precisamente "senza copyright". Per chiarezza, noi consigliamo di usare "di
dominio pubblico" solo con questo significato, e di usare altri termini per intendere gli altri
significati.
Software con permesso d'autore (copyleft)
Il software con permesso d'autore (1) è software libero le cui condizioni di distribuzione non
permettono ai ridistributori di porre alcuna restrizione addizionale all'atto di ridistribuire o
modificare il software. Questo significa che ogni copia del software, anche se modificata,
deve essere software libero.
Nel Progetto GNU, quasi tutto il software che scriviamo è coperto da permesso d'autore,
perché il nostro obiettivo è di dare ad ogni utente le libertà implicite nel termine "software
libero". Vedi Licenza Copyleft per ulteriori approfondimenti sul funzionamento del
permesso d'autore e del perché lo usiamo.
Il permesso d'autore è un concetto generale; per utilizzarlo effettivamente per un programma,
bisogna usare dei precisi termini di distribuzione, e ci sono molti modi di scrivere dei
termini di distribuzione per il permesso d'autore.
(1) [NdT: si tratta di un gioco di parole, che qui viene reso con "permesso di autore":
copyright (diritto di autore) è formato dalle parole "copy" (copia) e "right" (diritto, ma anche
destra), opposto di "left" (sinistra, ma anche lasciato).]
Software libero senza permesso d'autore
L'autore di software libero senza permesso d'autore dà il permesso di ridistribuire e
modificare il programma, e anche di aggiungervi ulteriori restrizioni.
Se un programma è libero, ma non ha permesso d'autore, alcune copie o versioni modificate
possono non essere affatto libere. Un'azienda di software può compilare il programma, con o
senza modifiche, e distribuire il file eseguibile come un prodotto software proprietario.
L'X Window System illustra quanto detto: l'X Consortium realizzò X11 con termini di
distribuzione che lo rendevano software libero senza permesso d'autore. Volendo, si può
ottenerne una copia che ha quelle condizioni di distribuzione ed è software libero. Tuttavia
esistono pure versioni non libere, e ci sono note workstation e schede grafiche per PC per le
quali le versioni non libere sono le uniche che funzionano. Per chi usa questo hardware, X11
non è software libero.
Software con licenza GPL
La GNU GPL (General Public License) (20k characters) è un insieme specifico di termini di
distribuzione per dare permesso d'autore ad un programma. Il Progetto GNU lo utilizza
come licenza per la maggior parte del software GNU.
Il sistema GNU
Il sistema GNU è un completo sistema operativo di tipo Unix.
Un sistema operativo di tipo Unix è composto da molti programmi. Il sistema GNU include
tutto il software GNU e molti altri pacchetti come per esempio l'X Window System e TeX,
che non sono software GNU.
Abbiamo sviluppato e messo insieme componenti per questo sistema fin dal 1984; la prima
versione di prova di un "sistema GNU completo" è del 1996. Oggi, nel 2001, il sistema è
affidabile e stiamo lavorando affinché GNOME e ppp vi funzionino. Nel frattempo, il
sistema GNU/Linux, una derivazione del sistema GNU che utilizza Linux come kernel, ha
avuto un grande successo.
Poiché il fine di GNU è di essere libero, ogni singolo componente nel sistema GNU deve
essere software libero. Tuttavia essi non devono essere tutti coperti da permesso d'autore;
ogni tipo di software libero è legalmente adeguato ad essere incluso se aiuta a raggiungere
gli scopi tecnici. Possiamo usare, e in effetti usiamo, software libero senza permesso
d'autore come l'X Window System.
Programmi GNU
"Programmi GNU" equivale a Software GNU. Un certo programma è un programma GNU
se è software GNU.
Software GNU
Il software GNU è software realizzato sotto gli auspici del Progetto GNU. La maggior parte
del software GNU è coperta da permesso d'autore, ma non tutto; comunque tutto il software
GNU deve essere software libero.
Se un programma è software GNU, diciamo anche che esso è un programma GNU.
Una parte del software GNU è scritto dal personale della Free Software Foundation, ma la
maggior parte di esso è frutto del lavoro di volontari. Parte del software offerto dai volontari
è coperto da copyright della Free Software Foundation; altro è coperto da copyright di chi lo
ha scritto.
Software semilibero
Il software semilibero è software non libero, ma che è distribuito col permesso per i privati
di essere usato, copiato, distribuito e modificato (incluse le versioni distribuite con
modifiche) senza scopo di lucro. PGP è un esempio di programma semilibero.
Il software semilibero è molto meglio del software proprietario, ma pone ancora dei
problemi, e non possiamo usarlo in un sistema operativo libero.
Le restrizioni del permesso d'autore sono progettate per proteggere le libertà essenziali degli
utenti. Per noi l'unica giustificazione a qualunque sostanziale restrizione nell'uso di un
programma è di impedire ad altri di aggiungere ulteriori restrizioni. I programmi semiliberi
hanno restrizioni addizionali motivate da scopi di puro egoismo.
È impossibile includere software semilibero in un sistema operativo libero, in quanto i
termini di distribuzione del sistema operativo nel suo complesso sono l'unione dei termini di
distribuzione di tutti i programmi del sistema stesso. Aggiungere un programma semilibero
renderebbe il sistema nel suo insieme solo semilibero. Ci sono due motivi per i quali non
vogliamo che ciò accada:


Crediamo che il software libero debba essere disponibile per tutti--aziende comprese,
non solo per studenti ed appassionati. Vogliamo invitare le aziende ad utilizzare
l'intero sistema GNU e quindi non vi possiamo includere programmi semiliberi.
La distribuzione commerciale di sistemi operativi liberi, incluso il sistema
GNU/Linux, è molto importante e gli utenti apprezzano la convenienza delle
distribuzioni commerciali su CDROM. Includere un programma semilibero in un
sistema operativo ne impedirebbe la distribuzione commerciale su CD-ROM.
La Free Software Foundation stessa non è commerciale, quindi a noi sarebbe legalmente
possibile l'utilizzo interno di un programma semilibero. Tuttavia non lo facciamo, perché ciò
minerebbe i nostri sforzi per ottenere un programma che potremmo anche includere in GNU.
Se c'è un lavoro che deve essere fatto con software, finché non abbiamo un programma
libero per svolgerlo, il sistema GNU ha una lacuna. Dobbiamo dire ai volontari «non
abbiamo ancora un programma che svolga questo lavoro in GNU, ma speriamo che voi ne
scriviate uno». Se noi stessi usassimo un programma semilibero, saremmo meno credibili
nel nostro invito ai volontari; toglierebbe lo slancio (verso di noi e verso altri che potrebbero
ascoltare le nostre opinioni) a scriverne una versione libera. Perciò non lo facciamo.
Software proprietario
Il software proprietario è quello che non è libero o semilibero. Il suo utilizzo, la
ridistribuzione o modifica sono proibiti o richiedono un permesso o sono sottoposti a tali
vincoli che in pratica non si possono fare liberamente.
La Free Software Foundation segue la regola di non installare programmi proprietari sui
propri computer se non temporaneamente per lo specifico scopo di farne una versione libera.
A parte questo, siamo convinti che non esistano giustificazioni possibili per installare un
programma proprietario.
Per esempio, ci siamo sentiti autorizzati ad installare Unix sul nostro computer negli anni '80,
poiché lo usavamo per scrivere una versione libera di Unix. Oggi che i sistemi operativi
liberi sono disponibili, la giustificazione non è più valida; abbiamo eliminato tutti i nostri
sistemi operativi non liberi, e su ogni nuovo computer che installiamo deve girare un
sistema operativo completamente libero.
Non insistiamo perché gli utenti di GNU, o i volontari di GNU, debbano seguire questa
regola. È una regola che abbiamo stabilito per noi stessi. Ma speriamo che anche voi
decidiate di seguirla.
Freeware
Il termine "freeware" non ha una definizione comunemente accettata, ma è comunemente
utilizzato per i pacchetti software che possono essere ridistributi ma non modificati (ed il
loro codice sorgente non è disponibile). Questi pacchetti non sono software libero, perciò
non usate "freeware" per indicare il software libero.
Shareware
Lo shareware è software che dà la possibilità di ridistribuire copie, ma impone a chiunque
continui ad usarne una copia di pagarne la licenza d'uso.
Lo shareware non è software libero, nè semilibero. Questo per due motivi:


Per la maggior parte del software shareware, il codice non è disponibile; pertanto,
non è assolutamente possibile modificare il programma.
Il software shareware non è distribuito con il permesso di farne una copia ed
installarlo senza pagare una licenza d'uso, neanche per chi lo utilizzi per un'attività
senza fini di lucro. (In pratica, molti ignorano i termini di distribuzione e lo usano
comunque, ma le licenze d'uso non lo permettono).
Software Commerciale
Il software commerciale è software sviluppato da un'azienda allo scopo di guadagnare dal
suo uso. "Commerciale" e "proprietario" non sono la stessa cosa! La maggior parte del
software commerciale è proprietario, ma c'è software libero commerciale, e c'è software non
commerciale non libero.
Per esempio, GNU Ada è sempre distribuito sotto licenza GNU GPL, ed ogni copia è
software libero; ma i suoi sviluppatori vendono contratti di assistenza. Quando i loro agenti
di vendita parlano con i possibili acquirenti, talvolta si sentono dire, «ci sentiremmo più
tranquilli con un compilatore commerciale». Gli agenti replicano, «GNU Ada è un
compilatore commerciale; si dà il caso che si anche software libero.»
Per il Progetto GNU, l'enfasi è all'inverso: ciò che importa è che GNU Ada sia software
libero; che sia o meno software commerciale non è una questione cruciale. Tuttavia,
l'ulteriore sviluppo di GNU Ada che risulta dalla commercializzazione dell'assistenza è
indubbiamente un beneficio.
Aiutateci a diffondere la consapevolezza che il software libero commerciale è possibile. Per
esempio sforzandovi di non dire "commerciale" quando intendete "proprietario".
Panoramica del Progetto GNU
Il Progetto GNU ha sviluppato un sistema completo di software libero chiamato ``GNU'' (GNU Non
è Unix) che è compatibile verso l'alto con Unix. Il documento iniziale di Richard Stallman sul
Progetto GNU è chiamato il Manifesto GNU (31k caratteri), che è stato tradotto in diverse altre
lingue. Abbiamo anche l' Annuncio Iniziale del Progetto GNU, scritto nel 1983.
La parola summenzionata ``libero'' si riferisce alla libertà, non al prezzo. Potete pagare oppure non
pagare un prezzo per avere software GNU. In entrambi i casi, una volta che avete il software avete
tre specifiche libertà nell'utilizzarlo. In primo luogo, la libertà di copiare il programma e darlo a
vostri amici e collaboratori; secondariamente, la libertà di modificare il programma come volete,
avendo accesso completo al codice sorgente; in terzo luogo, la libertà di distribuire una versione
migliorata e in questo modo aiutare a costruire la comunità. (Se ridistribuite software GNU, potete
far pagare una certa quota per l'atto fisico del trasferimento di una copia, o potete regalare le copie.)
Il Progetto GNU è stato concepito nel 1983 come un modo per far tornare lo spirito cooperativo che
prevaleva nella comunità informatica agli inizi---per rendere ancora una volta possibile la
cooperazione rimuovendo gli ostacoli imposti alla cooperazione dai proprietari del software
proprietario.
Nel 1971, quando Richard Stallman iniziò la sua carriera al MIT, lavorava in un gruppo che
utilizzava esclusivamente software libero. Perfino le società di computer spesso distribuivano
software libero. I programmatori erano liberi di cooperare gli uni con gli altri, e spesso lo facevano.
Entro gli anni '80, quasi tutto il software era diventato proprietario (18k caratteri), il che significa
che aveva proprietari che proibivano e impedivano la cooperazione da parte degli utenti. Questo ha
reso necessario il Progetto GNU.
Ogni utente di computer ha bisogno di un sistema operativo; se non ci fosse nessun sistema
operativo libero, allora non potreste nemmeno incominciare ad utilizzare un computer senza
ricorrere a software proprietario. Perciò la prima voce in un piano di lavoro di software libero è un
sistema operativo libero.
Un sistema operativo non è soltanto un kernel; include anche compilatori, editor, formattatori di
testo, software per la posta, e molte altre cose. Perciò, scrivere un intero sistema operativo è un
lavoro molto vasto. Ha richiesto molti anni.
Abbiamo deciso di rendere il sistema operativo compatibile con Unix perché il progetto generale
era già collaudato e portabile, e perché la compatibilità rende facile agli utenti Unix passare da Unix
a GNU.
L'obiettivo iniziale di un sistema operativo libero Unix-compatibile è stato raggiunto. Entro gli anni
'90, avevamo o trovato o scritto tutti i maggiori componenti eccetto uno--il kernel. Poi Linux, un
kernel libero, fu sviluppato da Linus Torvalds. Combinare Linux con il sistema GNU quasi
completo ebbe come risultato un sistema operativo completo: un sistema GNU basato su Linux. Si
stima che centinaia di migliaia di persone ora utilizzino sistemi GNU basati su Linux, inclusi
Slackware, Debian, Red Hat, e altri.
Tuttavia , il Progetto GNU non è limitato a sistemi operativi. Puntiamo a fornire una gamma
completa di software, qualsiasi software voluto da molti utenti. Questo include software applicativo.
Abbiamo già un foglio elettronico. Speriamo di estendere GNU Emacs a un sistema di desktop
publishing WYSIWYG nei prossimi anni.
Vogliamo anche fornire software per utenti che non sono esperti di computer. Perciò stiamo ora
lavorando a un desktop a icone drag-and-drop per aiutare i principianti ad utilizzare il sistema GNU.
Vogliamo inoltre fornire giochi e altri svaghi. Alcuni giochi liberi sono già disponibili.
Fin dove può spingersi il software libero? Non ci sono limiti, tranne quando delle leggi come per
esempio un sistema brevettato proibiscono del tutto il software libero. L'obiettivo finale è fornire
software libero che faccia tutto quello che gli utenti di computer vogliono fare--e rendere così il
software proprietario obsoleto.
Linux ed il Progetto GNU
di Richard Stallman
Molti utenti di computer fanno girare ogni giorno una versione modificata del sistema GNU (18k
caratteri), ma non se ne rendono conto. Per una singolare combinazione di eventi, la versione di
GNU attualmente più diffusa è più spesso nota come "Linux'' e molti utenti non sono consapevoli di
quanto sia collegata al Progetto GNU.
Esiste davvero un Linux; si tratta di un kernel, che queste persone stanno utilizzando. Ma non si può
utilizzare un kernel da solo; un kernel è utile soltanto in quanto parte di un sistema operativo
completo. Linux è normalmente utilizzato in combinazione con il sistema operativo GNU: il
sistema è fondamentalmente GNU e ha Linux come kernel.
Molti utenti non si rendono completamente conto della differenza che c'è tra il kernel, che è Linux,
e il sistema completo, che viene anche chiamato "Linux". L'uso ambiguo del nome non ne facilita
però la comprensione.
I programmatori di solito sanno che Linux è un kernel. Ma siccome hanno di solito sentito chiamare
"Linux" anche il sistema completo, spesso immaginano una storia che corrisponda a quel nome. Per
esempio, molti credono che quando Linus Torvalds ebbe finito di scrivere il kernel, i suoi amici si
guardarono intorno alla ricerca di altro software libero e, come per caso, era già disponibile la
maggior parte di quanto necessario per costruire un sistema compatibile con Unix.
Quello che trovarono non era casuale: si trattava del sistema GNU. Il software libero disponibile si
aggiunse a un sistema completo perché il Progetto GNU stava lavorando dal 1984 per creare un tale
sistema completo. Il Manifesto GNU (31k caratteri) si era prefisso l'obiettivo di sviluppare un
sistema libero compatibile con Unix chiamato GNU. L'Annuncio iniziale del Progetto GNU delinea
inoltre alcuni dei piani originali per il sistema GNU. Al momento in cui fu scritto Linux, il sistema
era quasi finito.
La maggior parte dei progetti di software libero ha lo scopo di sviluppare un programma che svolga
un particolare lavoro. Per esempio, Linus Torvalds si propose di scrivere un kernel compatibile con
Unix (Linux); Donald Knuth si propose di scrivere un impaginatore di testi (TeX); Bob Scheifler si
propose di sviluppare un sistema a finestre (X Windows). E' naturale misurare il contributo di
questo tipo di progetti in base ai programmi specifici che questi hanno prodotto.
Se cercassimo di quantificare il contributo del Progetto GNU in questo modo, che cosa
concluderemmo? Un distributore di CDROM trovò che nella sua "distribuzione Linux", il software
GNU costituiva il contributo maggiore, circa il 28% del totale del codice sorgente, inclusi alcuni dei
principali componenti essenziali senza i quali non potrebbe esserci nessun sistema. Linux
propriamente detto costituiva circa il 3%. Quindi se si dovesse scegliere un nome per il sistema in
base a chi scrisse i programmi che ne fanno parte, la scelta più appropriata sarebbe "GNU".
Ma non crediamo che questo sia il giusto modo di considerare la questione. Il Progetto GNU non
era, e non è, un progetto per lo sviluppo di pacchetti software specifici. Non era un progetto per lo
sviluppo di un compilatore C, anche se lo abbiamo fatto. Non era un progetto per lo sviluppo di un
editor di testi, anche se ne abbiamo sviluppato uno. Lo scopo del progetto GNU era sviluppare un
sistema libero completo compatibile con Unix.
Molte persone hanno dato importanti contributi al software libero presente nel sistema e tutti
meritano riconoscimento. Ma il motivo per cui si tratta di un sistema, e non soltanto di una
collezione di programmi utili, è che il Progetto GNU si è dato da fare perché questi programmi
costituissero un sistema unitario. Abbiamo fatto un elenco dei programmi necessari per fare un
sistema libero completo e sistematicamente abbiamo trovato, scritto o trovato chi scrivesse tutti i
programmi presenti nel nostro elenco. Abbiamo scritto parti importanti, essenziali ma non divertenti,
come l'assemblatore e il linker, perché senza questi strumenti non si può avere un sistema. Un
sistema completo ha bisogno di ben altro oltre agli strumenti per la programmazione: la Bourne
Again SHell (bash), l'interprete PostScript Ghostscript e la libreria C GNU sono altrettanto
importanti.
All'inizio degli anni '90 avevamo messo insieme l'intero sistema ad eccezione del kernel (ma
stavamo anche lavorando su un kernel, GNU Hurd, che si appoggia su Mach). Lo sviluppo di
questo kernel è stato molto più difficile di quanto ci aspettassimo e stiamo ancora lavorando per
finirlo.
Per fortuna, non occorre aspettare che sia terminato, perché Linux sta già funzionando. Quando
Linus Torvalds ha scritto Linux, ha colmato l'ultima grossa lacuna. Si è potuto quindi mettere
insieme Linux ed il sistema GNU per ottenere un sistema libero completo: un sistema GNU basato
su Linux (o, abbreviato, sistema GNU/Linux).
Mettere insieme i due sembra semplice, ma non è stato un lavoro facile. La libreria C GNU
(abbreviata in glibc) ha dovuto essere modificata considerevolmente. L'integrazione di un sistema
completo come una distribuzione che funzionasse "così com'è" è stato un lavoro altrettanto
impegnativo. Ha richiesto il confronto con i problemi dell'installazione e dell'avvio del sistema,
problemi che non avevamo ancora affrontato perché non eravamo ancora arrivati a quel punto. Le
persone che avevano sviluppato le varie distribuzioni del sistema diedero un contributo sostanziale.
Oltre a GNU, un altro progetto ha prodotto indipendentemente un sistema operativo libero
compatibile con Unix. Questo sistema è conosciuto con il nome di BSD ed è stato sviluppato
all'Università di Berkeley. Gli sviluppatori di BSD sono stati ispirati nel rendere il loro lavoro
software libero dall'esempio fornito dal Progetto GNU e talvolta sono stati incoraggiati da attivisti
di GNU, ma il loro lavoro in realtà si sovrappone poco con GNU. Gli attuali sistemi BSD usano del
software GNU, proprio come il sistema GNU e le sue varianti usano del software BSD; ma presi nel
loro complesso, sono due sistemi differenti che si sono evoluti separatamente. Un sistema operativo
libero di oggi è quasi certamente o una variante di un sistema GNU o un tipo di BSD.
Il Progetto GNU supporta sia i sistemi GNU/Linux sia il sistema GNU, anche con finanziamenti.
Abbiamo finanziato la riscrittura delle estensioni relative a Linux alla libreria C GNU, che ora sono
ben integrate e i sistemi GNU/Linux più recenti usano la versione attuale della libreria senza
modifiche. Abbiamo anche finanziato una prima fase di sviluppo di Debian GNU/Linux.
Oggi usiamo sistemi GNU basati su Linux per la maggior parte del nostro lavoro e speriamo che li
utilizziate anche voi. Ma per favore non confondete il pubblico utilizzando il termine "Linux" in
modo ambiguo. Linux è il kernel, una delle componenti essenziali del sistema. Il sistema nel suo
complesso è più o meno il sistema GNU.
Esiste un certo numero di aziende che vendono computer con preinstallati sistemi GNU/Linux
completamente liberi.
ALCUNI (pochi) INDIRIZZI:
www.mozillaitalia.it
http://it.openoffice.org/
www.linux.org
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

creare flashcard