Scuola: Secondaria di Igrado
Classe: IA
AREA/DISCIPLINA: Scienze
COMPETENZA
OBIETTIVO/I
CONTENUTO/ATTIVITÀ
Conoscere i
Lavori a gruppi su
Ha una visione
invertebrati e vertebrati,
della complessità principali gruppi
di invertebrati e
utilizzo del tablet per
del sistema
vertebrati e come
ricerca di informazioni
dei viventi e
essi svolgono le
in rete
riconosce nella
attività vitali
loro diversità
i bisogni
fondamentali
degli animali
-
PRODOTTO
Presentazioni
Echinodermi
Caratteristiche
Dal greco
ECHINOS=spine e DERMA=pelle
per mettere in evidenza come spesso la loro epidermide è
ricoperta da varie formazioni quali aculei o altre
protuberanze, che servono come mezzo di difesa per questi
animali.
Gli echinodermi sono una classe di invertebrati.
Habitat e distribuzione
L' habitat degli echinodermi è esclusivamente ma
rino: vivono a seconda delle specie su fondali di
diversa natura, dalla costa alle profondità abissali
(fino a 6000m).
Gli echinodermi hanno colonizzato le coste marin
e di tutto il mondo, quindi, la loro distribuzione è
molto ampia e variegata.
Come si presentano
Presen
tano un dermascheletro che ha
la funzione di sostenere il corp
o ed è organizzato in piastre c
alcaree che possono essere fi
sse o mobili e ricoperte da un’
epidermide provvista di aculei
o protuberanze.
Un'altra caratteristica è data dalla proprietà di un TESSUTO CONNETTIVO
MUTEVOLE che consente una rapida mutazione del proprio stato
( rigido/plastico).
Gli echinodermi sono caratterizzati dalla presenza di un sistema acquifero
che ha triplice funzione: respiratoria, locomotoria e nutritiva
APPARATO RESPIRATORIO
Il sistema respiratorio posto n
el sistema acquifero é coadiu
vato dall’epidermide attravers
o la quale avvengono gli sca
mbi gassosi per la respirazion
e.
Respirano con le branchie.
APPARATO LOCOMOTORE
La maggior parte si muove usando i pedicelli ambulacrali,
delle formazioni papilliformi che sporgono all' esterno e che
attraverso delle cavità comunicano con ampolle interne.
Il riempimento e lo svuotamento delle
ampolle porta allo spostamento, ma viene
anche usato per la respirazione e per
l’alimentazione.
SISTEMA CIRCOLATORIO
Non possiedono un sistema circolatorio
perché già circola l' acqua in corpo
il sistema circolatorio, prende il nome d
i sistema emale, è costituito da un insie
me di canali che, non sono veri e propri
vasi sanguigni ma lacune (accumuli san
guigni), perché mancano pareti ben defi
nite.
•
Il sangue é incolore.
•
SISTEMA NERVOSO
È formato da tre sistemi principali.
Il primo è formato da nervi che corrono
sotto la pelle convergendo verso un
anello superficiale, con funzione sensitiva
e motoria.
Il secondo sistema nerv
oso è posto più interna
mente e si dirama lungo
il corpo dell'animale.
Il terzo sistema è situato in profondità e
possiede funzionalità locomotoria.
APPARATO ESCRETORE
Manca un sistema escretor
e vero e proprio.
Il sistema escretore è asse
nte e le sostanze di rifiuto v
engono espulse all’esterno
per diffusione direttamente
dall’epidermide.
APPARATO RIPRODUTTORE
Gli echinodermi possono riprodursi in forma sessuata c
ome i ricci di mare o per via asessuata, come le stelle
marine. La riproduzione sessuata, anche se indiretta, è
la più comune.
La fecondazione è esterna e
avviene liberando, in estate,
nelľ acqua del mare le loro
cellule riproduttive.
APPARATO DIGERENTE
E’ molto semplice: ha inizio con una regione orale, dov
e si trova la bocca, costituita da un sistema chiamato “
Lanterna di Aristotele” e formata da 5 denti.
Si passa poi all’esofago e allo stomaco; l’intestino può
essere dritto, curvo o ad “U”, a seconda della specie.
Si arriva infine alla zona aborale dove è situato l’ano.
ALIMENTAZIONE
La loro dieta è diversa :
alcuni echinodermi sono infatti considerati dei veri e propri
predatori cacciando attivamente le loro prede, altre si nutr
ono delle particelle organiche disciolte nell' acqua, altri anc
ora di alghe.
APPARTENGONO AGLI ECHINODERMI
§
§
§
§
§
Stelle marine (asteroidea)
Ricci di mare (echinoidea)
Cetrioli di mare (holothuroidea)
Gigli di mare (crinoidea)
Ofiurie (ophiuroidea)
LE STELLE MARINE
Non sono in grado di filtrare le tossine e gli agenti inquinanti perciò
sono particolarmente esposte alle contaminazioni dell’ambiente
marino.
La maggior parte ha un corpo con cinq
ue braccia, ma alcune possiedono più
di 40 braccia, mentre altre ancora han
no braccia tanto corte da sembrare cu
scinetti.
Le stelle marine hanno un diametro ch
e va dai 2 cm ad 1 metro.
LE STELLE MARINE
Nonostante le apparenze, le stelle marine sono terribili
predatori e percepiscono la presenza di cibo grazie alle
numerose cellule sensoriali sparse sulla superficie del corpo.
Alcune catturano le prede grazie alle potent
i ventose poste sui pedicelli ambulacrali; div
aricano la conchiglia e, appena le due valve
si aprono, la stella vi inserisce lo stomaco e
inizia l’opera di digestione della preda.
RICCI DI MARE
I ricci di mare sono animali che trascorr
ono la loro esistenza interrati nei fonda
li marini o sulla loro superficie.
Hanno una forma tondeggiante e sono c
ostituiti da uno scheletro di calcare for
mato da piastre, senza braccia, ricopert
o da aculei mobili e pedicellarie.
La loro dimensione varia dai 12 centimetri circa ai 40 centimetri.
GIGLI DI MARE
Sono caratterizzati dal possedere un calice che rappres
enta il corpo del disco centrale (o crinoide), costituito d
a piastre scheletriche e dal quale si irradiano appendici
articolate e altre più provviste di ramificazioni laterali.
I gigli di mare che vivono a profondità superiore ai 100
metri vivono sempre fissati a un peduncolo da cui inizia
no la vita, gli altri si staccano da giovani per condurre v
ita libera.
Sono simili alle stelle marine, a eccezione del fatto che
hanno la bocca rivolta verso l’alto.
Si nutrono di plancton che viene catturato
dai pedicelli ambulacrali posti lungo le brac
cia e poi portato alla bocca.
Le braccia possono essere lunghe 70 cm
mentre i peduncoli possono raggiungere il
metro.
Come le stelle marine sono in grado di far
ricrescere gli arti perduti.
CETRIOLI DI MARE
Sono diffusi sui fondali marini di tutto il mondo
e caratterizzati da un corpo cilindrico allungato
con bocca e ano situato alle estremità opposte.
La loro lunghezza va da m
eno di 3 cm a un metro.
Alcuni specie emettono dall’ano filamenti appiccicosi e talvolta tossici,
che sono in grado di intrappolare i potenziali predatori.
STELLE SERPENTINE
Hanno 5 braccia lunghe e strette
(fino a 50 cm) , distanziate dal dis
co centrale (10 cm al massimo).
L’intestino è sprovvisto di ano.
Fra tutti gli echinodermi sono la s
pecie più mobili e con
capacità di ricostruzione maggior
e.
STELLE SERPENTINE
A differenza delle stelle
marine questa specie, sono spaz
zini che si nutrono di animali mo
rti,
oppure raccolgono piccole parti
celle di cibo che calano verso i
fondali marini, aiutati dal muco
vischioso che trova tra le spine
Grazie per l’attenzione!