Organizzazione Tecnica
TALISMANO VIAGGI S.r.l.
Aut. Reg. N. 4058 del 13/06/1984
La vera India
Molti ritengono che avvenga nella regione del Rajasthan il vero incontro con
l’India. Quella sognata, quella immaginata, quella autentica.
Dall’affascinante capitale, Jaipur a una città da mille e una notte come
Udaipur. Senza trascurare Jodhpur, la città blu.
Una terra il cui nome evoca da sempre leggende, colori e profumi che fanno
da contraltare all'asprezza e al vuoto del deserto. Qui l'uomo ha saputo
donare l'aridità del paesaggio con l'architettura e affermare la propria
esistenza e l'ordine sociale.
Le case del Rajasthan, i sontuosi palazzi, i giardini nascosti, la magia delle
strade e delle città, si aprono per noi come un codice cifrato da interpretare e
ci lasciano comprendere la bellezza antica e complessa della società indiana.
PROGRAMMA DI VIAGGIO
1° giorno
MILANO/NUOVA DELHI
Ritrovo dei partecipanti presso l’aeroporto di Milano Malpensa (Terminal 1) e partenza per
Francoforte con volo Lufthansa. Arrivo e proseguimento per Nuova Delhi.
Pasti e rinfreschi a bordo.
Arrivo poco dopo a mezzanotte, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere
riservate. Pernottamento.
HOTEL SHANGRI LA – cat. 5*
In posizione centrale nel distretto governativo, l’Hotel Shangri La si trova a circa 45 minuti
dall’aeroporto, nei pressi della stazione ferroviaria. Dispone di 320 camere e suite, tutte con aria
condizionata, accesso ad internet, televisore a schermo piatto, radio, telefono diretto con
messaggeria vocale, minibar, cassaforte individuale, menù per la scelta del cuscino.
2° giorno
NUOVA DELHI/MANDAWA
Prima colazione in hotel.
Mattinata dedicata alla visita della citta.
L'eredità imperiale costituisce la maggiore
attrattiva della grande e cosmopolita Delhi:
maestosi monumenti e rovine, piazze e viali
che conservano l'impronta della magnificenza
coloniale britannica. La parte più interessante
si trova sulla riva destra del fiume Yaumna,
ed è divisa nelle due aree di Old Delhi e New
Delhi. La via principale di Old Delhi è la
Chandni Chowk, con i mille bazar e i vicoli
sempre affollati di gente tra grida, rumori,
odori e profumi. Dalla porta muraria del Delhi Gate si va a
visitare il seicentesco complesso del Red Fort (simbolo della
potenza e dello splendore dei sovrani islamici della vecchia
Delhi) che comprende il Palazzo, i giardini, le mura di Main
Gate, le sale, i padiglioni, il Museo e infine vasti cortili in cui si
esibiscono giocolieri e illusionisti. Uscendo dal Forte si
raggiungono la Jama Masjid (la massima moschea dell'India)
e l'importante tempio sikh di Gurdwara Sis Ganj, poi si visitano
le affascinanti dimore coloniali nel quartiere Civil Lines, il
Gandhi Memorial Museum e l'università cittadina, con i college
di mattoni rossi dall'aria decisamente britannica. La visita di
New Delhi può partire dal Connaught Circus, enorme piazza
circolare con lunghi portici (ricchi di botteghe, ristoranti e
uffici) e sempre brulicante di una folla che riassume tutta la
varietà etnico-religiosa dell'India. Nei dintorni si trovano i
celebri edifici astronomici del Jantar Mantar e l'arco di trionfo
dell'India Gate. Da vedere anche il fondamentale Museo
Nazionale (eccezionali collezioni di antichità indiane), il curioso
Craft Museum (artigianato nelle sue mille espressioni), il grandioso mausoleo di Humayun, con i
magnifici giardini, la moschea di Jama Khana Masjid e, alle sue spalle, l'antico e fascinoso
circondario di Nizam- ud-Din.
Dopo il pranzo in ristorante partenza in pullman per Mandawa (Km. 280) situata nella
regione del Shekhawati.
All’arrivo sistemazione in hotel nelle camere riservate.
CASTELLO DI MANDAWA – Heritage
Costruito come fortezza nel 1755, il Castello di Mandawa è – come molte costruzioni storiche – in
mix di antico e moderno, che sarà piacevole scoprire. Dispone di 70 camere, tutte differenti l’una
dall’altra, e dotate di tutti i comfort.
Cena e pernottamento.
3° giorno
Prima colazione in hotel.
MANDAWA/BIKANER
La mattinata è dedicata alla visita della
città.
La caratteristica principale di Mandawa sono
le così dette ‘Haveli’, le case dei mercanti
Marwari decorate con pitture murali sia
all’interno che all’esterno, che rappresentano
un vero e proprio museo all’aperto. Un tempo
questa regione era il centro del mercato, qui
arrivavano commercianti dall’Afganistan,
dall’Iran, e dall’Arabia Saudita.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio sistemazione sul pullman e partenza alla volta di Bikaner (Km. 220).
All’arrivo sistemazione in hotel nelle camere riservate.
PALAZZO LAXMI NIWAS – Heritage
Ex palazzo del Maharajah Ganga Singhji di Bikaner. Il palazzo è stato costruito e decorato
appositamente per ospitare la famiglia reale ed i loro ospiti di maggior rilievo. Le camere –
riccamente decorate – sono state restaurate e riarredate in modo da mantenere l’originale spirito
di splendore ed unicità. Dispongo di tutti i comfort moderni quali aria condizionata, telefono, TV,
minibar, ecc.
Cena e pernottamento.
4° giorno
BIKANER/JAISALMER
Prima colazione in hotel.
Partenza in mattinata per la visita del forte di Junagarh e del suo museo, costruito dal Raja
Raj.
Il forte è circondato da un ampio
fossato e vi si accede da una belle
entrata chiamata Suraj Pol, la
porta del sole. All’interno si trova
una cappella che è in realtà un
maestoso tempio indù, in cui la
famiglia reale celebrava la
nascita e i matrimoni dei propri
membri. Si tratta forse del più
bello e meglio conservato palazzo
del Rajasthan. Le sue sale sono
dipinte in oro, le porte in argento,
e i troni in oro e argento.
Dopo il pranzo in albergo,
partenza in pullman per
Jaisalmer (Km. 330).
All’arrivo sistemazione in hotel.
HOTEL FORT RAJWADA – cat. 4* sup.
Sontuoso palazzo in stile tradizionale, dispone di 91 camere e suite elegantemente arredate e tutte
con aria condizionata, telefono diretto, TV satellite, connessione a internet, minibar. Nel
complesso inoltre: piscina, campi da tennis, parrucchiere, health center, libreria e sale
conferenze.
Cena e pernottamento.
5° giorno
Prima colazione in hotel.
Partenza in mattinata per visita della città fortificata
col suo dedalo di vicoli antichi: il Palazzo reale, gli
splendidi templi jainisti e le Haveli, case dei
commercianti finemente scolpite nella pietra arenaria
gialla che dà il nome di «Città d’Oro» a Jaisalmer. È
una città medioevale caratterizzata da anguste
stradine ed imponenti edifici chiamati Haveli. La
JAISALMER
popolazione ha conservato le antiche tradizioni e continua a vivere la vita di sempre.
Pranzo in hotel o ristorante.
Nel pomeriggio escursione a
Sam (km. 45) e safari in
cammello sulle dune di sabbia.
L'atmosfera unica del deserto e
il tramonto mozzafiato che si
spegne
dietro
le
dune,
concluderà quest'incantevole
ed indimenticabile giornata.
Rientro in hotel per la cena e il
pernottamento.
6° giorno
JAISALMER/JODHPUR
Prima colazione in hotel.
Sistemazione sul pullman e partenza per Jodhpur (Km. 290).
All’arrivo sistemazione in hotel e pranzo.
HOTEL TAJ HARI MAHAL – cat. 5*
Ispirato all’architettura Moghul, con colonne, cortili, e mura decorate, l’hotel si apre all’ospite in
tutta la sua magnificenza. 93 camere e suite con aria condizionata, telefono diretto, radio, TV
satellite, minibar, cassaforte, asciugacapelli, connessione internet. Ristoranti, coffee shop,
piscina, sale banchetti.
Nel pomeriggio visita del forte di Mehrangarh, il più bello del Rajastan.
Dalla sua posizione dominante sulla città si potrà godere di una magnifica veduta di Jodhpur e
delle sue case intonacate d'azzurro, il colore del Dio Krishna, particolarmente venerato nel
Rajasthan. La visita prosegue con i cenotafi della famiglia reale Jaswant Thanda, tutto in marmo
bianco, considerato il Taj Mahal del Rajasthan, e con il palazzo museo Umaid Bhawan Palace.
Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.
7° giorno
JODHPUR/UDAIPUR
Prima colazione in hotel.
Partenza in pullman per Udaipur
(Km. 290).
Lungo la strada sosta per la visita del
bellissimo complesso dei templi jainisti a
Ranakpur, capolavoro d’intarsio nel
marmo bianco cosi finemente lavorato
che alla prima occhiata sembra tutto
fosse in avorio. È uno dei complessi di
templi jainisti più grandi e più belli
dell'india.
Pranzo al ristorante Maharani Bagh
Palace, posto in mezzo la natura.
Proseguimento in pullman per Udaipur, arrivo e sistemazione in hotel.
PALAZZO FATEHPRAKASH – Heritage
Antica
residenza
del
Maharajah Fateh Singh (1884-1935), sponde
oggi di 31 eleganti camere tutte con aria
condizionata e dotate di tutti i comforts.
Piscina, campo da squash, sala biliardo, bar e ristoranti, saloni banchetti.
Cena e pernottamento.
8° giorno
Prima colazione in hotel.
La mattinata è dedicata alla visita guidata di Udaipur.
UDAIPUR
Fondata nel 1568 dal maharajah
Udai Singh dopo l'ultimo sacco di
Chittorgarh ad opera dell'imperatore
Moghul Akbar, Udaipur è rimasta
una delle città più ricche di tesori e
più romantica di tutta l'India. Tutta
circondata da colline, si specchia in
tre piccoli laghi di cui il più grande è
il Pichola. In particolare, si vedrà il
Palazzo di città del Maharajah, il più
grande palazzo del Rajasthan. Si
tratta di un insieme di edifici fatti
costruire in varie epoche da vari
maharajah. Si visiterà la parte del
palazzo adibita a Museo attraversando varie sale, che ospitano una ricca collezione di miniature,
fatte con i colori minerali ed oro, che danno un’idea dei tempi di maharajah. La visita avrà
termine con il Sahelion ki bari, il giardino dell’Harem, e con un giro intorno al lago Fateh Sagar
Lake.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio gita in barca sul lago Pichola con sosta e visita del palazzo Jag Mandir che è
più antico del Lake Palace, ed ancora oggi appartiene al maharajah di Udaipur.
In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.
9° giorno
UDAIPUR/PUSHKAR
Prima colazione in hotel.
In mattinata sistemazione sul pullman e partenza per Pushkar (Km. 320).
All’arrivo sistemazione in hotel e pranzo.
HOTEL JAGAT SINGH – cat. 4*
Albergo tradizionale dove l’ospitalità è particolarmente curata. Dispone di 36 camere, con aria
condizionata ed arredate in stile art-decò, tutte con vista sul giardino.
Nel pomeriggio visita guidata di Pushkar, città santa che ospita l'unico tempio dedicato al
dio Brahma di tutta l'India e la famosa fiera del bestiame nel plenilunio di novembre.
Piccola e tranquilla cittadina, diversa dalle altre città indiane, è una delle mete sante più
importanti per gli induisti.
Al termine rientro in hotel.
Cena e pernottamento.
10° giorno
PUSHKAR/JAIPUR
Prima colazione in hotel.
Partenza in pullman per Jaipur (Km. 140).
All’arrivo sistemazione in hotel nelle camere riservate e pranzo.
HOTEL RAJPUTANA SHERATON – cat. 5*
Situato a soli 500
m. dal centro della
città,
l’hotel
dispone di 218
camere dotate di
tutti i comforts,
piscina riscaldata e
piscina all’aperto,
campo da tennis,
palestra, 3 ristoranti e
bar.
Nel pomeriggio visita guidata della città.
La visita comincia con il City Palace (il
palazzo reale), complesso risalente al
regno di Jai Singh che mantiene
intatto lo splendore originario
nonostante abbia subito ripetuti
ampliamenti: in una parte vive
famiglia reale di Jaipur e l’altra parte
trasformata nei musei che offrono una
ricchissima collezione di vestiti reali, i
tappeti, le miniature, i manoscritti, le
portantine, i baldacchini, ecc. Visita
quindi dell’Osservatorio Astronomico
Jantar Mantar, singolare osservatorio
astronomico
che
consentiva
di
perfezionare il calendario, considerata
una meraviglia architettonica.
Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.
11° giorno
JAIPUR
Prima colazione in hotel.
Partenza in pullman in mattinata e prima sosta
fotografica al Hawa Mahal, il Palazzo dei Venti la cui
facciata è decorata da moltissime finestre da cui le
donne della famiglia reale ammiravano il mondo
esterno.
Proseguimento della visita con la Fortezza a cui si
accede, come vuole la tradizione, comodamente seduti
sul dorso di pacifici elefanti bardati a festa. Forte
Amber vi sorprenderà quando accederete al palazzo
attraverso la grande porta ad arco, la Ganesh Pol, una
delle più belle porte dell’India per i colori e le forme dei mosaici.
Pranzo in hotel.
Nel pomeriggio proseguimento del giro della città e tempo libero per dedicarsi allo
shopping.
Cena e pernottamento in hotel.
12° giorno
JAIPUR/ABHANERI/FATEHPUR SIKRI/AGRA
Prima colazione in hotel.
Partenza in mattinata in pullman alla volta di Agra.
Sosta ad Abhaneri (Km. 95) dove si visiteranno un pozzo dell’VIII secolo e un antico tempio
induista.
Si prosegue per Bharatpur (Km. 110) per il pranzo presso il Laxshmi Vilas Palace, piccolo
palazzo di maharajah trasformato in albergo.
Nel pomeriggio partenza per Fatehpur
Sikri (Km. 25) e sosta per la visita.
Costruita nel XVI secolo dall’imperatore
Akbar come nuova capitale dell’impero, la
città fu abbandonata poco tempo dopo per
mancanza d’acqua. Il sito è iscritto al
patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Ultima tappa della giornata in direzione
di Agra (km. 35).
Arrivo e sistemazione in hotel.
HOTEL MUGHAL SHERATON – cat. 5*
Immerso in 35 acri di incantevole giardino, l’hotel si trova a breve distanza dal centro di Agra.
Dispone di 271 camere e suites con aria condizionata, telefono, radio, TV satellite, minibar,
accesso a internet. Piscina, sauna, bagno turco, campi da tennis, palestra, ristoranti e bar.
Cena e pernottamento.
13° giorno
AGRA/NUOVA DELHI
Prima colazione in hotel.
In mattinata incontro con la guida e partenza per la visita della città.
La visita avrà inizio con il del
superbo Taj Mahal, una delle sette
meraviglie del mondo moderno, il
sogno di marmo, un mausoleo
dimarmo bianco fatto costruire
dall’imperatore
mughal
Shah
Jahan a commemorazione della
propria sposa, morta nel 1631 nel
dare alla luce il loro 14° figlio.
Proseguimento della visita col forte
di Agra, con i suoi splendidi
palazzi che offrono un bellissimo
panorama al Taj Mahal. Si vedrà
in seguito il delizioso mausoleo di
Itmud-Dullah in marmo bianco
intarsiato con pietre dure, fatto
costruire dall’imperatrice Nur
Jahan, che ad Agra è considerato
un piccolo Taj Mahal.
Dopo il pranzo in ristorante, partenza in pullman per Nuova Delhi (Km. 200).
Cena in ristorante e trasferimento in aeroporto.
14° giorno
NUOVA DELHI/FRANCOFORTE
Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza per Francoforte con volo di linea Lufthansa.
Pasti e pernottamento a bordo.
15° giorno
FRANCOFORTE/MILANO
Arrivo e proseguimento per l’aeroporto di Milano Malpensa.
NOTIZIE UTILI
DOCUMENTI E VISTI
Per l’ingresso in INDIA è necessario il passaporto firmato e con validità di almeno sei mesi dopo la
conclusione del viaggio; regolare visto rilasciato dall’Ambasciata dell’India di Roma o dal Consolato
Generale dell’India di Milano, dietro presentazione del passaporto in originale con due pagine
intere libere e consecutive, del modulo di richiesta prestampato debitamente compilato e firmato, e
di 2 foto tessera recenti. I passaporti ci devono pervenire almeno 45 giorni prima della data di
partenza.
VACCINAZIONI E MEDICINALI
Nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consiglia di munirsi di medicinali contro eventuali infezioni
intestinali; medicinali contro le infreddature derivanti da possibili sbalzi di temperatura tra
l’esterno e l’interno (condizionato) di pullman e hotel; repellenti contro le zanzare. E’ sempre utile
comunque consultare il proprio medico per una eventuale profilassi antimalarica, vaccino
antitetanico, antitifico o antiepatite.
FUSO ORARIO
L’India è 4 ore e mezza avanti rispetto all’Italia
CORRENTE ELETTRICA
Viene erogata a 220-240 volt. Le prese sono simili a quelle europee o tripolari con i buchi un po’ più
grandi. Un adattatore universale risolve il problema.
VALUTA
In India la valuta nazionale è la RUPIA. Oltre alle più comuni valute straniere, quali il dollaro Usa
la sterlina britannica, anche l’Euro viene comunemente cambiato nelle banche e agli sportelli
cambiavalute degli hotel. Le maggiori carte di credito sono accettate quasi ovunque. I bancomat si
trovano invece solo nelle grandi città e in ogni modo non sono molto diffusi. Le rupie non sono
esportabili. Al termine del viaggio è possibile convertire le banconote rimaste presentando il
certificato dei cambi effettuati, oltre al passaporto e al biglietto aereo di ritorno.
LINGUA
Non esiste un’unica lingua indiana. Sedici sono le lingue ufficiali e mille e seicento i dialetti… lingua
del paese diviene così l’inglese, usato in tutto quanto è di interesse pubblico, ad esempio nella
segnaletica.
CLIMA E ABBIGLIAMENTO
In India esistono fondamentalmente tre stagioni. La stagione calda (aprile/maggio) è il periodo più
indicato per visitare le località di villeggiatura himalayane e il Sikkim. La stagione umida o dei
monsoni (giugno/settembre) che non raggiunge il Ladakh, ma interessa tutto il resto del Paese, a
cominciare dalle regioni sud occidentali. Anche se il Rajasthan negli ultimi tempi ha registrato
scarse precipitazioni durante la stagione monsonica. La stagione fresca (ottobre/marzo) con clima
piacevole in tutto il Paese. All’estremo nord la temperatura si fa decisamente fredda tanto da
permettere una piccola stagione del turismo legata allo sci nella Kullu Valley; sull’Himalaya l’aria è
limpida e le montagne sono ben visibili al mattino; all’estremo sud la temperatura diventa
gradevolmente tiepida per poi lasciare il passo, verso fine febbraio, di nuovo alla stagione calda. Per
l’abbigliamento è da preferire la praticità piuttosto che l’eleganza. tessuti sintetici), senza
dimenticare il fattore “aria condizionata”. Consigliati cappellino Da ricordare inoltre che nei templi
si entra senza scarpe quindi possono tornare utili i calzini. Nell’India del nord si consiglia un
abbigliamento leggero in estate e da mezza stagione in inverno (nel dicembre 2003 a Varanasi è
caduta addirittura la neve, e nelle zone desertiche l’escursione termica fra il giorno e la notte può
essere notevole). Nell’India del sud, dove fa caldo tutto l’anno, sono preferibili capi in cotone.
BAGAGLIO
In India il bagaglio dei visitatori in arrivo e in partenza viene accuratamente ispezionato. Anche sui
voli interni, durante il tragitto dal check-in all’aereo, il bagaglio a mano subisce fino a tre controlli.
Per il bagaglio a mano vige inoltre il regolamento internazionale; 1 solo bagaglio può essere portato
a bordo e le sue dimensioni (altezza, larghezza, profondità) non devono superare i 115 cm.
TELEFONI
In India non esistono cabine telefoniche pubbliche, ma ci sono numerosi botteghini, gestiti da
privati, che espongono un’insegna gialla con la scritta in rosso ISD (per le chiamate internazionali)
e STD (per le interurbane). Telefonare dall’hotel è sicuramente la soluzione più comoda, ma certo
più cara.
MANCE
Negli alberghi e nei ristoranti frequentati dai turisti la mancia è una consuetudine. Tutte le persone
che vengono a contatto con i turisti si aspettano di ricevere una mancia (i facchini degli hotel ad es.
si aspettano una mancia tra 5 e 10 rupie). Nei locali più piccoli, la mancia non è obbligatoria, ma
comunque gradita, ed è sufficiente lasciare qualche rupia.
Scarica

Documentazione - Talismano Incentive