IchNos 19
5MORI
REALIZZAZIONE DI UN COMPLESSO RESIDENZIALE
AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CERTIFICATO
CASACLIMA “GOLD NATURE”
IN LOC. PITTULONGU NEL COMUNE DI OLBIA
DISCIPLINARE TECNICO - DESCRITTIVO
INTERVENTO REALIZZATO CON DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE
Ai sensi della L.R. N.4 del 23/10/2009 art. 5
IchN
IchNos 19 S.r.l.
Sede legale:
via Bellini, 9 - 09128 Cagliari
p.i. 03062590926
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
SOMMARIO
1
GENERALITA’ ..............................................................................................................................................................3
2
DESCRIZIONE DEL PROGETTO ARCHITETTONICO.......................................................................................4
3
IMPIANTI TECNOLOGICI GENERALI DI COMPARTO ...................................................................................4
4
3.1
PRESTAZIONI ENERGETICHE DI FORMA ......................................................................................................................4
3.2
PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI ........................................................................................5
3.3
CLASSE DI PRESTAZIONE ENERGETICA .......................................................................................................................6
3.4
PRESTAZIONI ENERGETICHE PER L’ORIENTAMENTO DEI FABBRICATI ............................................................................6
3.5
PRESTAZIONI ENERGETICHE DEI COLORI E DEI MATERIALI ..........................................................................................7
3.6
FABBISOGNO ENERGETICO ........................................................................................................................................7
3.7
GLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE.............................................................................7
SISTEMA COSTRUTTIVO E CAPITOLATO DELLE OPERE ..............................................................................8
4.1
L’APPROCCIO SOSTENIBILE AL COSTRUIRE .................................................................................................................8
4.2
FONDAZIONI E STRUTTURE PORTANTI........................................................................................................................8
4.3
SOLAI INTERMEDI .....................................................................................................................................................9
4.4
SOLAI ESTERNI A SBALZO ..........................................................................................................................................9
4.5
SOLAI ISOLATI CONTRO TERRA ..................................................................................................................................9
4.6
PARETI ESTERNE ......................................................................................................................................................9
4.7
PARETI INTERNE .....................................................................................................................................................10
4.8
COPERTURE............................................................................................................................................................10
4.9
IMPERMEABILIZZAZIONI E COIBENTAZIONI ...............................................................................................................10
4.10
SOGLIE, DAVANZALI E RIVESTIMENTO SCALE ............................................................................................................11
4.11
PAVIMENTI, RIVESTIMENTI E BATTISCOPA................................................................................................................11
4.12
SERRAMENTI ..........................................................................................................................................................11
4.13
RINGHIERE .............................................................................................................................................................13
4.14
IMPIANTI................................................................................................................................................................14
4.14.1
Impianto TV , SAT (interno) e telefonico..............................................................................................14
4.14.2
Impiantistica generale per il riscaldamento e raffrescamento ...........................................................14
4.14.4
Impianto elettrico .....................................................................................................................................17
4.15
CASSETTE PER LETTERE DA INCASSO .......................................................................................................................18
4.16
ACQUEDOTTO E FOGNATURA ...................................................................................................................................18
4.17
STRADE E PARCHEGGI ESTERNI ...............................................................................................................................18
4.18
GIARDINO ESTERNO................................................................................................................................................18
5. RENDERING DI PROGETTO ………………………………………………………………………………….….20
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 2 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
1
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
GENERALITA’
Il presente documento riguarda la realizzazione di un complesso residenziale ad impatto energetico
“quasi zero”, in cui cioè il fabbisogno energetico annuo complessivo viene soddisfatto dall’utilizzo di
fonti di energia rinnovabili, ed in cui gli impianti risultano integrati nel fabbricato; naturalmente,
questo obiettivo non può prescindere dalle prestazioni energetiche del fabbricato stesso, massimizzate
tramite scelte opportune del sistema costruttivo e di quello architettonico.
Inoltre sulla base dell’accordo raggiunto tra il Parlamento Europeo e il Consiglio, per la revisione della
Direttiva CE/91/2002 sul rendimento energetico in edilizia, tutti gli edifici costruiti dal 1° gennaio 2021
dovranno obbligatoriamente avere elevati standard di efficienza energetica e il loro fabbisogno
energetico dovrà essere coperto in misura molto significativa da fonti rinnovabili. Questo sta a
dimostrare che il Complesso Acquamarina si pone in netto anticipo sui tempi di legge, presentandosi
da subito in prima linea circa il rispetto delle più restrittive direttive di settore.
Si tratta di un progetto ambizioso ed innovativo, di valenza e visibilità nazionale.
La costruzione della Residenza Acquamarina è affidata alla
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Azienda realizzatrice della prima CASACLIMA “GOLD NATURE” in Sardegna e tra le prime in Italia.
L’intero complesso abitativo sarà composto da unità ricadenti in classe energetica A+ e Certificato
secondo i protocolli ®CASACLIMA “Gold Nature”, il quale attesta che sono stati rispettati e
superati tutti i criteri del rigoroso protocollo CasaClima e che è stato raggiunto il più alto obiettivo, la
classe GOLD, cioè con un fabbisogno termico inferiore a10 kwh/mq all’anno. Attraverso il protocollo ®
CasaClima è possibile certificare la qualità energetica di un edificio grazie al controllo delle fasi di
progetto e di cantiere. Con il nuovo sistema e protocollo di valutazione "CasaClima Nature", accanto al
fabbisogno energetico di un edificio viene valutata anche la qualità ecologica. Si va dalla scelta di
materiali edilizi sostenibili dal punto di vista ambientale alla riduzione delle emissioni inquinanti di
anidride carbonica, per terminare con l'impatto idrico. Le classi di efficienza vanno dalla B, alla ORO,
la più virtuosa, quando il fabbisogno termico è inferiore a 10 kwh/mq all’anno. Inoltre, l’attestazione
“Nature” viene assegnata solo agli edifici che rispettano severi criteri di sostenibilità ambientale, quali
il contenimento dell’uso energetico nella produzione dei materiali e la riduzione dei gas serra anche
nelle fasi di costruzione dell’edificio.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 3 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Per realizzare un fabbricato con le performances in progetto ed attenersi alle Leggi e norme cogenti in
materia di risparmio energetico, come il Dlgs 311/2007 ed il Dlgs. 192/2005, sono state fatte delle
scelte progettuali ed architettoniche che seguono anche i criteri cardine della scienza costruttiva della
“casa passiva”, i cui principi sono consolidati in letteratura tecnica e scientifica.
L’elemento
fondamentale che caratterizza questo
intervento
è la ricerca dell’integrazione
architettonica con l’innovazione, al fine di perseguire la convergenza tra le esigenze di salvaguardia
del
paesaggio antropizzato, come quello di Pittulongu-Bados, con quelle dettate dalle nuove
normative in materia di risparmio energetico.
2
DESCRIZIONE DEL PROGETTO ARCHITETTONICO
L’intervento si compone di otto unità immobiliari insistenti su un unico lotto e così di seguito
distribuite:
−
4 unità abitative al piano terra, aventi ciascuno una superficie coperta di poco superiore ai 50
mq, corredate da verande in parte coperte e in parte scoperte.
−
2 unità abitative al piano attico, di superficie coperta pari a circa 56 mq, anch’esse corredate
da verande in parte coperte e in parte scoperte;
−
2 unità abitative al piano attico, di superficie coperta pari a circa 51 mq, anch’esse corredate
da verande in parte coperte e in parte scoperte.
Le unità residenziali poste al piano primo avranno entrambe terrazza panoramica con vista mare.
Tutte le unità sono costituite da ampio soggiorno, angolo cottura, due camere da letto, un bagno,
ampi balconi e terrazze.
L’ingresso all’area d’intervento è garantito direttamente dalla strada pubblica denominata Via dei
Platani.
Ogni residenza sarà provvista di giardino proprio con esclusione di quelle al piano primo, cui sono
comunque destinate aree condominiali in prossimità della zona piscina e relax; infatti, ad ogni corpo è
annessa una zona benessere con idromassaggi terapeutici, inseriti nella prosecuzione di una piscina
condominiale.
3
IMPIANTI TECNOLOGICI GENERALI DI COMPARTO
3.1 Prestazioni energetiche di forma
Il DLgs. 311 ed il DPR 412/93 e l’innumerevole letteratura, individuano nel rapporto di forma “S/V”,
uno dei cardini della progettazione volta al risparmio energetico degli edifici, dove S è la superficie che
delimita verso l’esterno il volume riscaldato, mentre “V” è il volume lordo delle parti d’edificio
riscaldato; la minimizzazione di questo rapporto è indice di minore dispersione termica.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 4 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Nel caso dei fabbricati in progetto, il rapporto S/V è minimizzato al valore 0,50, ottenuto dividendo la
superficie disperdente per il volume lordo riscaldato pari a mq 691,98 / mc 1376,58; quindi, nel caso
della RESIDENZA ACQUAMARINA, il rapporto S/V pari a 0,50 è al di sotto del valore limite 0,60
imposto nei paesi del nord Europa per gli edifici passivi, cioè con indice EI del fabbisogno di
riscaldamento e raffreddamento <_ 15 KWh/(mq a).
3.2 Prestazioni energetiche degli elementi costruttivi
Nelle regioni calde ed in particolare dell’area mediterranea, come in Sardegna; per le costruzioni, uno
dei parametri energetici più importanti da prendere in considerazione è lo sfasamento che è
l’attitudine di un edificio a resistere all’azione del caldo: lo sfasamento è l’arco di tempo (ore) che
serve all’onda termica per fluire dall’esterno all’interno attraverso un materiale edile. Maggiore è lo
sfasamento, più lungo sarà il tempo di passaggio del calore all’interno dell’edificio. Lo sfasamento
dunque è la differenza di tempo che intercorre tra l’ora in cui si ha la massima temperatura all’esterno
e l’ora in cui si ha la massima temperatura all’interno, e non deve essere inferiore alle 8/12 ore.
Ad esempio, il Complesso Acquamarina ha prestazioni di sfasamento nettamente superiori rispetto ai
predetti valori: per le tamponature (pareti) esterne, i risultati dei valori di calcolo di
progetto, utilizzando il software ® CASACLIMA, danno uno sfasamento di 17h20min.
Detti valori di prestazione energetica, migliorano grazie alla soluzione architettonica scelta e cioè di
creare dei balconi aggettanti tutto intorno al perimetro dei fabbricati, la cui profondità è variabile da
1,6 a 2,0 metri.
Di seguito alcuni valori di calcolo di progetto, utilizzando il software di ® CASACLIMA:
1. solai di copertura di progetto: dello spessore di 40 cm, hanno una Protezione invernale
con trasmittanza U = 0,12 e protezione estiva sfasamento 18h50min; anche in questo caso, il
miglioramento della prestazione della trasmittanza è di quasi tre volte superiore, essendo il
limite imposto per le zone climatiche C (Olbia) pari a 0,32 W/mqK.
2. tamponature esterne di progetto: dello spessore di 40 cm, hanno una protezione
invernale con trasmittanza U = 0,13, e protezione estiva con sfasamento di 17h20min; detti
valori migliorano grazie alla soluzione architettonica di creare dei balconi aggettanti tutto
intorno al perimetro dei fabbricati la cui profondità è variabile da 1,6 a 2,0 metri; in questo
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 5 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
caso, il miglioramento della prestazione della trasmittanza è considerevole, essendo il limite
imposto 0,34 W/mqK.
3.3 Classe di prestazione energetica
La classe energetica del fabbricato è: Classe A+.
3.4 Prestazioni energetiche per l’orientamento dei fabbricati
L’orientamento degli edifici e le eventuali finestrature sono molto importanti nel contesto progettuale
di massimizzazione delle prestazioni energetiche degli edifici; la maggior parte del fabbisogno
energetico di un edificio passivo è coperto dagli apporti solari, per cui, negli edifici a consumi
energetici controllati, l'orientamento è di importanza fondamentale.
Naturalmente bisogna tenere conto della latitudine e della zona climatica di appartenenza perché alle
basse latitudini, come nel caso in progetto, il periodo più critico è l’estate, per il quale si rende
necessario prevedere una massa elevata per le superfici esposte, in modo tale che sia garantita
un’alta inerzia termica; invece in inverno le criticità diminuiscono perché le temperature non si
attestano su valori medi inferiori agli 8°C.
L'orientamento verso sud, come nel caso in progetto, è quindi il migliore per alcuni motivi:
•
il lato sud riceve il massimo della radiazione, ma con modalità differenti dovute alla diversa
inclinazione del sole;
•
in estate, quando il sole è alto, e i suoi raggi incidono ad angolo acuto sulla superficie
terrestre, l'edificio riceve meno radiazione diretta sulle tamponature esterne, come nel caso in
progetto, grazie alla presenza dei balconi in aggetto su tutto il perimetro, minimizzando una
criticità di temperatura;
•
in inverno, quando invece il sole è più basso, i raggi incidono più direttamente sulle
tamponature esterne, rendendo l’irraggiamento comunque efficace nonostante la presenza dei
balconi in aggetto.
L'aspetto architettonico di questi edifici è perciò caratterizzato:
•
da ampie finestre vetrate sul lato sud;
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 6 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
•
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
da aperture di dimensioni ridotte sul lato nord.
Negli edifici passivi, le vetrate orientate verso sud assumono pertanto il carattere di superfici "utili".
3.5 Prestazioni energetiche dei colori e dei materiali
Come accennato sopra, il colore delle tamponature esterne e dei solai di copertura è fondamentale; la
scelta tra quelli chiari è obbligata, perché il coefficiente di riflessione è maggiore per quelli chiari e
produce, a parità degli altri parametri, la diminuzione delle temperature delle superfici esterne ed
interne degli elementi costruttivi come le tamponature esterne ed i solai che, a parità di stratigrafia,
avrebbero i seguenti valori per superfici esposte a sud e riportate a titolo d’esempio per il caso in
progetto:
COLORE
CHIARO
MEDIO
SCURO
TAMPONATURA ESTERNA IN PROGETTO - ESPOSIZIONE SUD
ORA
Temp.
Aria Irr. incidente
Temp. Superf.
est. [C°]
est. [C°]
12
28,66
457
38,82
12
28,66
457
48,97
12
28,66
457
59,13
Temp. Superf.
int. [C°]
27,96
30,35
32,74
I risultati in tabella necessitano di pochi altri commenti.
3.6 Fabbisogno energetico
Il sistema costruttivo in progetto, fa si che il fabbisogno energetico annuo degli appartamenti sia di
circa 500 KWh/a e cioè pari a circa 10 KWh/(mq a), essendo gli appartamenti di superficie pari a 50
mq; pertanto, il fabbisogno energetico annuo degli 8 appartamenti come quelli in progetto, è di circa
4.000 KWh/a, largamente garantito dall’impianto fotovoltaico parzialmente integrato nelle pensiline
dei parcheggi. A questo fabbisogno bisogna aggiungere quello delle SPA, piscina e servizi
condominiali, che comunque sono ampiamente coperti dalla produzione di energia fotovoltaica.
Per quanto riguarda l’acqua calda sanitaria, essa è garantita anche dal contributo di due impianti
solari termici integrati con l’impianto a pompa di calore.
3.7 Gli impianti di produzione di energia da fonti alternative
E’ prevista la realizzazione di un impianto fotovoltaico, secondo le norme UNI 7697, di superficie pari
a circa 142 mq, integrato nelle pensiline dei parcheggi che garantisce da solo una potenza di 18,0
KWp, con una produzione annua di circa 25.000 KWh, sopperendo così all’intero fabbisogno annuo del
complesso residenziale, senza tenere conto del coefficiente di riduzione che, se applicato, porterebbe
il fabbisogno annuo del complesso a circa 16.000 KWh.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 7 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
All’impianto fotovoltaico è stato affiancato anche un impianto solare termico, al quale saranno
applicate le norme UNI 12975 o UNI 12976, integrato nelle coperture delle verande dei 2
appartamenti piccoli dei primi piani, e di superficie pari a circa 30 mq; quest’ultimo impianto,
garantisce la produzione di acqua sanitaria ed il riscaldamento delle zone relax con idromassaggi
terapeutici, il cui volume d’acqua complessivo è di circa 50 mc.
Per gli impianti elettrici di tutte le unità immobiliari sono state applicate le norme UNI-CEI, con una
potenza installata di 3 KW ad unità immobiliare che si avvarrà poi dei benefici del conto energia.
I motori delle macchine termiche, silenziati a norma di Legge, saranno ubicati all’interno dei muri
perimetrali di ciascun lotto, sistemati in modo tale da essere invisibili da qualsiasi punto di vista
pubblico.
4
SISTEMA COSTRUTTIVO E CAPITOLATO DELLE OPERE
4.1 L’approccio sostenibile al costruire
Quasi il 70 % dei costi energetici sostenuti da una famiglia sono destinati al riscaldamento degli
ambienti, e per tale motivo il miglior investimento è in una buona coibentazione; progettare e
costruire il buon isolamento porta ad ottenere risparmi nell’ordine dell’80–90 % delle spese di
riscaldamento. Una grossa parte delle perdite di calore avvengono attraverso l’involucro dell’edificio.
Per ciò la nostra attenzione è focalizzata a limitare tali dispersioni, e per ottenere questo bisogna
scegliere materiali adatti, evitare la presenza di fessure e dei ponti termici; questi ultimi in particolare
rappresentano il punto debole dell’involucro in quanto la loro presenza può portare ad un incremento
delle perdite del 20–30 %. Pertanto l’isolamento termico esterno deve “chiudere” ermeticamente
l’involucro dell’edificio. Massima attenzione quindi nella realizzazione dei solai, dei balconi e delle
finestre con relativi telai e tapparelle. Nella scelta del materiale isolante risulta determinate conoscere
il suo valore U (trasmittanza), che dovrebbe essere il più basso possibile.
Materiali isolanti costituiti da materie prime rinnovabili garantiscono una migliore protezione dal
surriscaldamento estivo rispetto a quelli di natura sintetica.
4.2 Fondazioni e strutture portanti
Le fondazioni saranno in calcestruzzo armato a platea; la platea sarà impermeabilizzata per
cristallizzazione con il sistema PENETRON, costituito da un additivo da inserire nel getto di cls, cui
saranno aggiunte opportune quantità di fibre di rinforzo tridimensionale, per aumentare la resistenza
alla creazione di fessure.
Dimensioni e profondità saranno idonee alla natura del terreno ed alle sovrastanti strutture secondo i
calcoli statici eseguiti da Ingegnere abilitato.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 8 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
4.3
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Solai intermedi
I solai intermedi avranno finitura all’estradosso eseguita con pavimento in resina ecologica a base
magnesio e saranno caratterizzati da uno strato interno isolante in fibra di cellulosa (isolante sfuso
ecologico, ottimo isolante termico sia per il freddo invernale che per il caldo estivo grazie all’altissima
capacità termica massica, con elevato potere acustico, igroscopico e traspirante).
4.4 Solai esterni a sbalzo
Trattasi degli elementi strutturali relativi agli sbalzi per la creazione degli aggetti esterni quali balconi
e verande. La struttura verrà eseguita con pannelli strutturali in XLAM (pannelli di legno massiccio a
strati incrociati) che possiedono oltre alle elevate performances di resistenza strutturale,
caratteristiche di consumo assolutamente ridotto di energia per la fabbricazione del prodotto.
I pavimenti saranno realizzati in resina ecologica a base magnesio.
4.5 Solai isolati contro terra
Saranno realizzati con un pacchetto resistente costituito da diversi strati di pannellature in legno
strutturale (come il pannello OSB, oriented strand board ) e apposita orditura portante incrociata in
legno di abete massiccio. Lo strato interno isolante in fibra di cellulosa garantisce le prestazioni di
isolamento termico e acustico.
La finitura esterna di pavimentazione sarà in resina ecologica a base magnesio.
4.6 Pareti esterne
Il paramento esterno verticale opaco sarà caratterizzato da un’orditura portante costituita da legno
massiccio da costruzione con pannelli di OSB (oriented strand board, ovvero pannelli in materiale di
legno realizzati con resine sintetiche e con impiallacciature sottili - “strand” - eseguiti con apposita
tecnica di fabbricazione che garantisce l’indeformabilità e l’unicità dei pannelli), e pannelli di gesso
fibra per garantire l’irrigidimento della struttura. La parete comprende inoltre materiale isolante a
densità adeguata (fibra di legno e/o cellulosa).
La tenuta all’aria viene garantita con l’uso di guarnizioni ad espansione o una sigillatura con opportuni
nastri a tenuta tra basamento e le pareti, ed è ulteriormente assicurata dalla sigillatura di tutti i giunti
tra i vari pannelli posti sul lato interno.
La finitura sul lato interno avviene utilizzando intonaco in terra cruda (puro intonaco d’argilla).
Le pitture utilizzate sono a base di resine naturali a dispersione per interni.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 9 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
4.7 Pareti interne
Il sistema a telaio costituente il pacchetto di parete interna viene realizzato assemblando l’orditura
portante costituita da montanti in legno massiccio da costruzione e irrigidimento della struttura con
pannelli di gesso fibra. Il pacchetto è completato colmando il vuoto con materiale isolante fibroso per
l'abbattimento acustico dei vari locali.. La tenuta all’aria viene garantita con l’uso di guarnizioni ad
espansione o una sigillatura con opportuni nastri a tenuta tra basamento e le pareti. La necessaria
massa inerte all’interno (confort interno) è garantita dall’utilizzo del pannello di gessofibra.
L’intonaco interno sulle facce delle pareti è eseguito in terra cruda, altamente traspirante ed
ecologica.
Le pitture utilizzate sono a base di resine naturali a dispersione per interni.
4.8 Coperture
Le coperture saranno isolate e realizzate con tecnica del tetto ventilato, eseguite con solaio a falde
inclinate e rivestite con coppi.
Il sistema della copertura è con struttura portante in legno lamellare con appoggio lungo i lati lunghi
dell’edificio . Tutte le parti in legno lamellare sono realizzate con legno d’abete secondo le norme UNI
EN 14080 e DIN 1052, incollato con adesivi di tipo omologato ai sensi delle norme vigenti, impregnato
con trattamento protettivo a base d’acqua; tutti gli incastri ed i giunti verranno eseguiti a perfetta
regola d’arte.
La struttura è stata calcolata per un carico neve e per un carico permanente secondo normativa
vigente, oltre al peso proprio dell’orditura principale; tutte le parti in legno lamellare sono prodotte da
stabilimento in possesso della certificazione di idoneità all’incollaggio di elementi strutturali di grandi
luci. Il pacchetto di copertura conterrà al suo interno apposito telo freno a vapore e pannello isolante
termoacustico in fibra di legno, oltre idoneo isolante in fibra di cellulosa.
I pluviali e tutte le opere di smaltimento delle acque saranno integrate negli elementi architettonici e
non saranno visibili direttamente. Comunque potranno essere modificate a discrezione della Direzione
dei Lavori.
4.9 Impermeabilizzazioni e coibentazioni
L'impermeabilizzazione di fondazioni e muri contro terra verrà eseguita con il sistema PENETRON per
cristallizzazione, costituito da un additivo da inserire nel getto di cls, cui saranno aggiunte opportune
quantità di fibre di rinforzo tridimensionale, per aumentare la resistenza alla creazione di fessure.
L'impermeabilizzazione di terrazze e balconi verrà eseguita mediante la posa in opera di doppia mano
di malta cementizia elastica bicomponente impermeabile con interposta rete rinforzante, giunti di
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 10 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
dilatazione e bande laterali isolanti. Fatta salva la coibentazione del solaio di copertura descritta nel
paragrafo dedicato alla copertura, la coibentazione termica ed acustica dei solai intermedi sarà
eseguita tramite strato isolante costituito da pannelli in lastre battentate in sughero. La coibentazione
acustica delle pareti divisorie tra unità immobiliari sarà realizzata tramite la posa di un tappeto in
gomma dello spessore di mm 5. Comunque potranno essere modificate a discrezione della Direzione
dei Lavori.
4.10 Soglie, davanzali e rivestimento scale
Soglie e davanzali di finestre e porte finestre saranno realizzati in marmo di Orosei, spessore cm 3,
dotato di gocciolatoio, bocciardato e spazzolato, trattato con prodotti antimacchia e idrorepellenti per
le parti esposte agli agenti atmosferici. Il rivestimento delle scale (alzate, pedate e battiscopa) sarà
anch'esso in marmo di Orosei trattato con prodotti antimacchia ed idrorepellenti; disegno del
battiscopa e lavorazione della costa a vista delle pedate verranno definiti dalla Direzione Lavori. Lo
spessore delle lastre di pedata sarà pari a mm 30, mentre quello di alzate e battiscopa non supererà i
mm 18.
4.11 Pavimenti, rivestimenti e battiscopa
Tutti i vani della zona giorno, della zona notte, i bagni e le cantine saranno pavimentati con resina
ecologica a base magnesio.
I bagni saranno rivestiti con lastre di “Marmo di Orosei”, qualità
fiocco di neve, spessore cm 1,6, nei formati mm 300x300 e
300x600, con finitura a taglio di sega.
I balconi e le terrazze saranno anch’essi pavimentati con resina ecologica a base magnesio.
I battiscopa saranno in impiallacciato laccato bianco nelle zone giorno e notte, in Marmo di Orosei in
corrispondenza della pavimentazione di balconi e terrazze.
4.12 Serramenti
Finestre e porte finestra saranno realizzate con profilo a taglio termico, in alluminio bianco, con
vetrocamera di sicurezza antisfondamento basso emissivo 4 mm + 15 mm + stratificato antiferita 6/7
mm, fono isolante e conforme a quanto richiesto dal D.M. 192/05 e ss.mm.ii secondo i limiti imposti
per il 2010 migliorati del 20% e quindi con trasmittanza termica inferiore a 2,08 W/mqK, essendo 2,60
W/mqK detto limite per le zone climatiche C; maniglie e cerniere avranno finitura in acciaio satinato.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 11 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Tutti gli infissi, ad esclusione degli scorrevoli, saranno dotati del meccanismo di apertura anta-ribalta e
verranno realizzati da Ditta in possesso di certificazione di qualità.
Le imposte esterne di finestre e porte finestra saranno realizzate con veneziane LAMISOL della
GRIESSER ® in alluminio verniciato bianco gamma RAL con alette regolabili elettricamente, ed
alloggiate in apposita quinta in continuità con la tamponatura esterna, come da allegati tecnici.
L’ingresso alle singole unità abitative
avverrà attraverso una delle porte
finestre scorrevoli del soggiorno, tutte
realizzate con vetrate antieffrazione, e
sarà provvisto di serratura di sicurezza
a
doppia
mappa
e
controllo
elettronico.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 12 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Le porte interne saranno realizzate in legno MDF laccato bianco della marca
Bertolotto Porte ® Linea Venezia, modello Montecarlo.
4.13 Ringhiere
Le ringhiere esterne ed interne, di altezza pari a cm 105, saranno realizzate con profili in ferro
adeguatamente protetti dall’aggressione degli agenti atmosferici e presenteranno un disegno di tipo
geometrico lineare.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 13 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
4.14 Impianti
4.14.1 Impianto TV , SAT (interno) e telefonico
Verranno installate non meno di 3 prese TV per ogni unità immobiliare e saranno posizionate dalla
D.L. Per quanto riguarda l’impianto telefonico, saranno previste n. 3 prese di tipo telefonico e n.3 per
la rete dati.
4.14.2 Impiantistica generale per il riscaldamento e raffrescamento
Il sistema impiantistico in dotazione è il cuore pulsante e fiore all’occhiello del Complesso Residenziale
Acquamarina; tutte le unità, infatti, saranno dotate di un sistema multiforme e all’avanguardia,
perfettamente integrato e pensato per soddisfare appieno il fabbisogno energetico di ogni
appartamento.
•
Impianto solare
L’impiantistica solare termica consente una considerevole riduzione dei consumi e dei costi della
bolletta energetica, oltreché garantire anche ad attribuire un
valore aggiunto ai propri immobili.
Il rivestimento altamente selettivo dei pannelli utilizzati
assicura un efficace sfruttamento dell’irraggiamento solare
per rendimenti sempre elevati.
Anche la copertura in vetro è continua, realizzata con
materiale flessibile resistente alle intemperie e alle radiazioni
UV.
Queste
caratteristiche
costruttive
assicurano
una
notevole durata del pannello e un ottimo sfruttamento
dell’irraggiamento solare.
Il collettore solare si inserisce come elemento architettonico
e di design, perfettamente integrato nel profilo del tetto.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 14 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Pompa di calore tipo split
•
Il sistema si compone di due elementi principali: un’unità esterna e un modulo interno idropico.
L’unità esterna, dalle dimensioni compatte, può essere posizionata anche dove lo spazio è limitato. La
pompa di calore estrae il calore disponibile dall’aria, lo incrementa e lo invia all’unità interna.
Questa comprende la componentistica idraulica necessaria, lo scambiatore di calore,
circuito
di
riscaldamento
la pompa
a
corrente continua (classe A) e
una valvola deviatrice a 3 vie
per un’erogazione confortevole
di
calore
e
acqua
calda
sanitaria.
•
Sistema di ventilazione attiva con recupero termodinamico del calore
Si tratta di un recuperatore di calore attivo, con pompa di calore integrata, per il ricambio aria
ambiente e contemporanea generazione di potenza termica o frigorifera attraverso circuito
termodinamico invertibile. Sistema che provvede ad ottenere un clima confortevole e sano nei locali
abitativi, permettendo di risparmiare energia primaria e ridurre i costi di riscaldamento ed i problemi
legati alla formazione di condensa negli ambienti.
Grazie alla pompa di calore integrata con circuito termodinamico reversibile, le unità di ventilazione
non
solo
ricambiano
l’aria
in
modo
continuo,
ma
filtrano
e
preclimatizzano l’aria in ingresso, per mantenere il massimo comfort
abitativo negli ambienti domestici in tutte le stagioni.
Tramite il circuito termodinamico integrato, le unità recuperano la
maggior parte del calore normalmente perso per ventilazione
e lo amplificano, operando con COP notevolmente elevati (fino a 5.9, con
-5°C esterni).
In questo modo riescono a coprire fino all’80% del fabbisogno di
calore degli ambienti serviti, riducendo notevolmente la spesa per il
riscaldamento e la climatizzazione degli ambienti.
Grazie alla filtrazione elettronica di serie (Filtro classe H10), l’aria
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 15 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
immessa è purificata da polveri sottili, allergeni e batteri, garantendo un’altissima qualità dell’aria
anche in zone ad elevato inquinamento. Il ricambio continuo dell’aria consente inoltre di eliminare
odori e inquinanti interni come CO2, a garanzia di un clima piacevole e sano. A temperatura esterna
favorevole i sistemi utilizzati raffrescano gratuitamente gli ambienti funzionando in sola ventilazione.
Durante la stagione estiva invece il sistema raffredda l’aria immessa e la deumidifica, per garantire il
massimo comfort abitativo.
4.14.3 Impianto idrico sanitario
Le caratteristiche dell'impianto idrico sanitario saranno le seguenti:
•
acqua calda da pannelli solari;
•
tubazioni per l’impianto idrico in polipropilene PP-R ad alto peso molecolare,
costituito da un sandwich in PP-R neutro all’interno, una pellicola in alluminio ed una
ricopertura in PP-R azzurro;
•
sanitari VITRUVIT serie sospesa;
•
rubinetteria NIAGARA;
•
piatti doccia da cm 80 x 140 cm, cm 80 x150;
•
serbatoio di accumulo da 10.000 litri e relativo impianto di pompaggio.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 16 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
4.14.4 Impianto elettrico
Gli impianti elettrici saranno realizzati in osservanza delle normative vigenti. Lungo il vano scala e sui
ballatoi di distribuzione alle singole unità immobiliari verranno posizionati punti luce, completi di
plafoniera, in numero tale da garantire una buona illuminazione dei percorsi; verranno inoltre installati
interruttori in corrispondenza degli ingressi delle abitazioni. Alla base delle scale comuni verrà
posizionata una pulsantiera in ottone con telecamera collegata a ciascun appartamento. Ogni unità
abitativa sarà dotata di punti presa, punti luce, postazione videocitofonica, rete telefonica, prese TV e
salvavita. Tutti gli interruttori degli impianti elettrici saranno della marca BTICINO serie Light, con
placchette in colore coordinato con quello delle tinteggiature/rivestimenti dei singoli vani e interruttori
di colore bianco. Ogni loggia o balcone sarà dotato di punto luce compresa la fornitura e posa in
opera di plafoniera esterna.
Dettagli dei singoli vani:
SOGGIORNO
2 punti luce a soffitto; 4 punti luce
a parete; 4 prese; 1 presa TV;
Suoneria collegata al campanello; 1
Presa telefonica;
Interruttori a
parete;
1
Postazione
videocitofonica; 1 Punto luce per
attacco aspiratore;
COTTURA
1 Punto luce a soffitto; 1 punto luce
a parete; 4 Prese a parete; 2
Interruttori; 1 Punto luce per
attacco aspiratore.
DISIMPEGNO NOTTE
1 Punto luce a soffitto; 1 Presa; 2
Interruttore a parete.
CAMERE DA LETTO
1 Punto luce a soffitto; 2 punti luce
a parete; 3 Prese;
1 Presa TV; 1 Presa telefonica; 3
Interruttori.
BAGNO
1 Punto luce a soffitto; 2 punti luce
a parete; 2 Prese; 2 Interruttori
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 17 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
Il contatore esterno sarà ubicato nelle adiacenze del lotto; i cavi saranno dimensionati nel rispetto
della normativa vigente; la linea di terra verrà realizzata con treccia di rame e consentirà il collaudo
con una resistenza non superiore a 10 ohm.
4.15 Cassette per lettere da incasso
Ogni unità immobiliare verrà dotata di cassetta per posta del tipo ad incasso, perfettamente stagna e
completa di targhetta porta nome, serratura tipo “Yale “ con n° 3 chiavi.
4.16 Acquedotto e fognatura
La rete idrica sarà predisposta per tutto il complesso con tubazioni in ghisa sferoidale DN 60, ovvero
PE DN 75 PFA 16, per quanto attiene tutta la rete su strada pubblica o comune e in polietilene DN 42
PFA 16 per le diramazioni secondarie; sono compresi i pozzetti di manovra in calcestruzzo delle
dimensioni nette di m 0,80 x 0,80 con altezza variabile, i locali contatori in muratura con copertura in
tegole e i contatori, collegamenti alle abitazioni, apparecchiature di intercettazione e di manovra. La
rete fognaria sarà costituita da colonne montanti di scarico, sifoni all’uscita delle abitazioni, pozzetti di
incrocio in cls e tubazioni per il collettamento dei reflui fino alla strada comunale in PVC rigido serie
303/1 del diametro non inferiore a mm 200.
E’ previsto un impianto con serbatoio per il recupero e riciclo delle acque piovane.
4.17 Strade e parcheggi esterni
La pavimentazione di strade, viottoli e parcheggi verrà realizzata in materiale lapideo posato ad opus
incertum su idoneo sottofondo costituito da massicciata in pietrame a pezzatura decrescente verso
l'alto, strato in cls di spessore pari a cm 12 con interposta rete elettrosaldata.
4.18 Giardino esterno
I giardini privati saranno realizzati con essenze arboree tipiche locali, prato inglese ed alberi tipici
mediterranei; i giardini disporranno di impianto di irrigazione composto da tubazioni in polietilene PN
10 con diametro non inferiore a mm 42, irrigatori statici in numero sufficiente a coprire l’intera
superficie ed impianto a goccia per i cespugli e le specie arboree. Il sistema di irrigazione sarà
controllato da una centralina programmabile e completo di saracinesche e valvole. Verranno inoltre
realizzati spazi destinati al barbecue, con zona lavello, il tutto arricchito con pergole e camminamenti
pavimentati in pietra posata ad opus incertum.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 18 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
La
separazione
tra
le
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
singole
pertinenze delle unità immobiliari
verrà realizzata mediante siepi di
essenze locali di altezza pari almeno
a
cm
80.
Le
aree
esterne
condominiali destinate a giardino
saranno piantumate con essenze
arboree
autoctone
e
verranno
dotate di impianto di irrigazione
automatico.
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 19 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
5. Rendering di progetto
01_vista generale frontale
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 20 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
02_ vista generale posteriore
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 21 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
03_vista generale laterale
04_vista della piscina e dell’area SPA condominiali
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 22 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
05_vista del corpo di monte
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 23 di 24
RESIDENZA ACQUAMARINA
COMPLESSO ABITATIVO AD IMPATTO “QUASI ZERO”
CLASSE ENERGETICA A+
CLASSE ENERGETICA CASACLIMA® GoldNature
06_vista del corpo di valle
IchN
IchNos 19
S.r.l.
Disciplinare tecnico – descrittivo Rev014
Ing. Alessandro Demontis
Pagina 24 di 24
Scarica

ic020 acquamarina capitolato rev015 light