CARTA DEI SERVIZI
U.O. INFANZIA ADOLESCENZA FAMIGLIA
SERVIZIO TERRITORIALE ETÀ EVOLUTIVA
- STEE -
Struttura
Direttore
Unità operativa
Responsabile
Servizio
Responsabile
Documento emesso il
Sistema di gestione per la Qualità
Carta dei Servizi
Distretto Socio Sanitario
dott. Sandro De Col
U.O. Infanzia Adolescenza Famiglia
dr.ssa Maria Arrigoni
Servizio Territoriale Età Evolutiva
dott. Stefano Ghedini
rev. 1
01.10.2014
Redazione
Gruppo lavoro
dott. Stefano Ghedini
dott.ssa Mirta Lombardo
dott.ssa Fausta Del Favero
Rosa Maria Fant
Iter di approvazione
Verifica
Approvazione
URP
Patrizia Milani
Direttore di Distretto
dott. Sandro De Col
Pagina 1 di 10
INDICE
Premessa
Pag. 3
Presentazione
Pag. 3
Di cosa ci occupiamo
Pag. 3
Le caratteristiche del servizio
Pag. 3
Sedi del Servizio STEE
Pag. 4
Modalità di accesso
Pag. 5
Prestazioni ambulatoriali
Pag. 6
La Dimissione
Pag. 6
Come contattarci
Pag. 6
Operatori
Pag. 6
Come arrivare alla struttura
Pag. 7
Segnalazioni
Pag. 9
Riservatezza
Pag. 9
Aggiornamenti
Pag. 9
Diritti e doveri dei pazienti
Pag. 10
Sintesi delle modifiche
Pag. 10
Pagina 2 di 10
PREMESSA
La presente carta dei servizi, redatta in coerenza con i principi e i contenuti definiti nella Carta dei
Servizi dell’Azienda ULSS n. 1 (si veda www.ulss.belluno.it) è rivolta agli utenti allo scopo di fornire
loro indicazioni relativamente a servizi erogati, modalità di accesso alle prestazioni, riferimenti
logistici, personale dell'Unità Operativa, modalità per la segnalazione di eventuali reclami e/o
suggerimenti e altro.
PRESENTAZIONE
Il Servizio Territoriale di Età Evolutiva (S.T.E.E.) si rivolge a soggetti in età evolutiva (0 -17 anni)
e alle loro famiglie per disturbi che possono insorgere nel corso dello sviluppo e che coinvolgono
la motricità, il linguaggio, le relazioni sociali, il comportamento, il rendimento scolastico.
L’attività di diagnosi e cura si rivolge alla globalità mente e corpo del bambino ed è caratterizzata
da un'attività multiprofessionale e multidisciplinare.
Sono di rilievo infatti:
• la valorizzazione della famiglia come risorsa e/o interlocutore prioritario;
• lo sviluppo di sinergie con altri professionisti dell’età evolutiva, sanitari e sociali e con le
diverse agenzie istituzionali e scolastiche che operano in campo infantile;
• l'organizzazione in “equipe di lavoro” delle attività di più operatori cui consegue un
progetto/programma diagnostico e/o riabilitativo.
DI COSA CI OCCUPIAMO
Il Servizio effettua interventi di diagnosi, cura, riabilitazione e consulenza rispetto alle
difficoltà/disturbi e malattie che insorgono nell’ambito della psicopatologia dell’età evolutiva e
della neuropsichiatria infantile.
Gli interventi di diagnosi, cura e riabilitazione si riferiscono alle seguenti aree dell’età evolutiva:
disturbi dello sviluppo della motricità;
disturbi neurologici;
disturbi dello sviluppo del linguaggio;
disturbi dello sviluppo dell’apprendimento;
disturbi della relazione e dello sviluppo emotivo ed affettivo;
disturbi generalizzati dello sviluppo;
disturbi neuropsicologici.
LE CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO
Il Servizio per l’Età Evolutiva (STEE) è un’Unità Operativa Semplice del Distretto Socio Sanitario,
composta da tre équipe territoriali.
Lo STEE è inserito nell’Unità Operativa Infanzia Adolescenza Famiglia dell’Azienda ULSS n. 1 di
Belluno e svolge le attività ambulatoriali presso le 3 sedi di: Belluno, Agordo e Pieve di Cadore.
Si tratta di un Servizio multiprofessionale che effettua attività ambulatoriale garantendo una presa
in carico globale e specialistica tramite interventi diagnostico-terapeutico-riabilitativi, rivolti ai
soggetti in età 0-17 che, in varia forma, presentino disturbi di interesse psicologico, relazionale,
neurologico e psicopatologico, congeniti o acquisiti.
La metodologia si caratterizza per l’attenzione al contesto del territorio ed il coinvolgimento della
famiglia e della comunità, in base a un’analisi personalizzata dei bisogni e della risposta, secondo
progetti individualizzati e percorsi integrati.
Pagina 3 di 10
Le 3 équipe operano in uno specifico ambito territoriale di riferimento.
In ogni èquipe viene garantita la presenza di tutte le figure professionali previste dalle Linee Guida
regionali in base ad una distribuzione delle ore di servizio proporzionale ai bisogni ed alla
popolazione di riferimento e ad una valutazione economica di impiego delle risorse.
La segreteria del Servizio Territoriale Età Evolutiva è situata a Belluno in via Sala, 35 (Cusighe);
l’orario di apertura è il seguente:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
8.00 -12.00 8.00 -12.00 8.00 -12.00 8.00 -12.00 8.00 -12.00
14.00 -16.30 14.00 -16.30 14.00 -16.30 14.00 -16.30 14.00 - 15.00
LE SEDI DEL SERVIZIO
Belluno - Via Sala, 35 - Cusighe − E-mail: [email protected]
− Tel. 0437 30000/30100
− Fax 0437 932102
Orario:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
8.00 -18.00 8.00 -17.30 8.00 -18.00 8.00 -18.00 8.00 -17.00
Agordo - Via Dozza, 1
− E-mail: mirta.l[email protected]
− Tel. 0437 645272
− Fax 0437 645324
Orario:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
8.00 -16.30 8.00 -16.30 8.00 -16.30 8.00 -16.30 8.00 -12.00
Pieve di Cadore - Via Carducci, 34
− E-mail: [email protected]
− Tel. 0435 341567
− Fax 0435 341563
Orario:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.00 -13.00
La sede dello STEE di Pieve di Cadore ha una sede periferica a:
Auronzo di Cadore - c/o il Centro Polifunzionale di Auronzo di Cadore.
− Tel. 0435 402523
− Fax 0435 9209
Orario:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.30 -17.00 8.00 -13.00
Pagina 4 di 10
MODALITÀ DI ACCESSO
L’accesso allo STEE avviene attraverso la compilazione di una scheda di accesso da parte della
segreteria in base ai dati forniti dal genitore (di persona o telefonicamente) o l’esercente la patria
potestà. Tale scheda viene valutata al fine di definire l’iter diagnostico e successivamente viene
data comunicazione alla famiglia della data, del luogo e del professionista che effettuerà la prima
visita/colloquio. Alla conclusione della prima visita viene rilasciata la relazione per i MAP / PLS.
Al fine di completare l’iter diagnostico, potranno essere ulteriormente programmati colloqui
psicologici, visite neuropsichiatriche infantili, valutazioni fisioterapiche, psicomotorie, logopediche,
bilanci cognitivi e neuropsicologici, valutazioni psico-affettive. A conclusione dell’iter diagnostico
viene comunicata la sintesi diagnostica agli esercenti la patria potestà e, se del caso al minore.
Successivamente, per le situazioni che ne richiedono la necessità, viene definito il progetto
riabilitativo e di cura ed il relativo programma.
Per accedere alla prestazione il tempo d’attesa (max) per le visite NPI è di 15 gg; se trattasi di
visita urgente essa viene effettuata entro i 10 gg.
Il tempo d’attesa (max) per le visite psicologiche è di 10 gg.
Il tempo d’attesa per l’intervento riabilitativo è di max 6 mesi.
La refertazione viene rilasciata al termine dell’iter diagnostico.
Quando ricorrono i termini della L.104/92 o L.170/10 può essere rilasciato certificato diagnostico
utile ai fini della richiesta di UVMD per ottenere il sostegno scolastico (richiesta da inoltrarsi c/o il
Servizio Integrazione Sociale e Scolastica - S.I.S.S. - dell’ULSS) o dell’ottenimento delle misure
compensative e dispensative di cui ha diritto chi è affetto da Disturbo Specifico di Apprendimento
(DSA).
La codifica diagnostica utilizzata prevalentemente dal Servizio è quella dell’ICD 10 (Classificazione
Internazionale Patologie).
Dal 1° novembre 2014 la fruizione delle prestazioni è soggetta all’obbligo di impegnativa e
pagamento del ticket salvo le eccezioni sotto indicate:
•
Sono esenti dal pagamento della prestazione i soggetti muniti di esenzione (prevista dalla
normativa vigente).
•
Non è previsto il ticket per le prestazioni diagnostiche effettuate:
- a favore di bambini con sospetto disturbo specifico di apprendimento (L.170)
segnalate dalla scuola con l’apposita scheda;
- per l’accertamento ai fini del sostegno scolastico (L.104/92) segnalato dalla scuola con
l’apposita scheda;
- su richiesta dell’Autorità Giudiziaria o su altra segnalazione nei casi di disagio,
abbandono, trascuratezza, maltrattamento o abuso del minore.
i cicli di terapia (ciascuno per un massimo di 10 sedute) prevedono l’impegnativa e il
relativo ticket, salvo esenzioni;
i cicli già in corso o comunque programmati prima dell’1.11.2014 vengono portati a termine
gratuitamente; l’impegnativa sarà dovuta dal ciclo successivo;
le impegnative vengono compilate dallo Specialista Neuropsichiatra Infantile del Servizio
Territoriale Età Evolutiva (anche per i bambini seguiti dagli Psicologi) e/o dai Pediatri di
Libera Scelta o Medici di Assistenza Primaria;
le impegnative, corredate da relativa ricevuta, se il pagamento è dovuto, vanno consegnate
all’operatore di segreteria (sede STEE di Belluno) oppure all’operatore che effettua la
prestazione c/o la sede STEE di Agordo o Pieve di Cadore al momento della prestazione.
Relativamente ai costi delle prestazioni si rimanda alla tabella contenuta nell’Allegato B della
Deliberazione n. 994 dell’8.10.2014 del Direttore Generale dell’ULSS n.1 di Belluno.
Pagina 5 di 10
PRESTAZIONI AMBULATORIALI
Le prestazioni ambulatoriali del Servizio si riferiscono ad attività di diagnosi, cura riabilitazione e
consulenza e sono le seguenti:
riabilitazione neuromotoria;
riabilitazione logopedica (anche con l’utilizzo del Personal Computer);
prescrizione individuale ausili;
riabilitazione cognitiva (anche con l’utilizzo del Personal Computer);
interventi educativi riabilitativi individuali di psicomotricità;
visita e/o colloqui neuropsichiatrici infantili;
colloqui psicologici;
somministrazione test;
valutazioni delle competenze motorie;
valutazioni delle competenze linguistiche;
psicoterapia e sostegno psicologico al minore;
consulenza psicologica ai genitori;
trattamento farmacologico;
consulenze ad operatori della Scuola ed incontri di programmazione e verifica sul caso
con la scuola nell’ambito della L.104/92;
collaborazione per una integrazione degli interventi sul bambino con Operatori di altri
Servizi dell’Azienda (Consultorio Familiare, Spazio Incontro, Spazio Adolescenti, Unità
Tutela Minori, UU.OO Ospedaliere, MAP, PLS) ed esterni all’Azienda (Tribunale per i
Minorenni, Autorità Giudiziaria, Scuola, ecc);
èquipe funzionali sul caso;
U.V.M.D.;
relazioni e certificati clinici.
LA DIMISSIONE
Per gli utenti che non hanno usufruito di prestazioni c/o lo STEE nell’arco di un anno si procede
alla dimissione archiviando la relativa cartella clinica.
COME CONTATTARCI
Per l’accesso al Servizio la famiglia telefona alla segreteria di Belluno per compilare la scheda di
richiesta di 1° appuntamento alla quale viene all egata la relazione di sintesi della storia clinica
del minore, se l’inviante è il Pediatra e/o Medico di Base; se l’inviante è la scuola viene allegata
la scheda scolastica.
Segreteria: Tel. 0437 30100/30000
Fax 0437/932102
E-mail [email protected]
L’accesso può essere diretto ed in questo caso l’impegnativa viene rilasciata dallo Specialista del
Servizio
OPERATORI
Nominativo
Funzione - sede
Stefano Ghedini
Responsabile Dirigente Medico Neuropsichiatra Infantile
Sara Mary Maset
Dirigente Medico Neuropsichiatra Infantile - sede di Belluno
Pagina 6 di 10
Sonia Usai
Dirigente Medico Neuropsichiatra Infantile - sede di Belluno
Walter Marcer
Dirigente Psicologo - sede di Belluno
Eufemia De Paris
Dirigente Psicologo - sede di Belluno
Mirta Lombardo
Dirigente Psicologo - sede di Agordo
Fausta Del Favero Dirigente Psicologo - sede di Pieve di Cadore
Alice De Diana
Dirigente Psicologo - sede di Pieve di Cadore
COME ARRIVARE ALLA STRUTTURA
Sede di Belluno
Servizio Territoriale Età Evolutiva
Indirizzo: via Sala, 35, località Cusighe, BELLUNO
In automobile
•
•
•
•
•
www.autostrade.it
Dal Cadore SS 51 Alemagna.
Dall’Agordino SR 203 – 204.
Dal Feltrino SS 50.
Da Venezia Autostrada A27 uscita a Pian di Vedoia.
Arrivati a Belluno, da Via Vittorio Veneto uscire dalla rotonda con indicazione Cusighe su via G.
Mameli, dopo 500 m. alla rotonda prendere la seconda uscita, sempre su via G. Mameli, dopo 190
m. alla rotonda prendere la seconda uscita su via Sala.
Dopo 180 metri girare a sinistra (riferimento a destra: campo di calcio).
Posteggi auto nel cortile all’interno della struttura.
In autobus
•
www.dolomitibus.it
Linea Blu e Linea Rossa in partenza dalla Stazione Ferroviaria di Belluno.
In treno
www.trenitalia.it
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Belluno, con collegamenti continui tramite corriere
e autobus.
•
•
Posteggio taxi di fronte all'ingresso principale telefono taxi 0437 943312 / 940336.
Fermate Autobus sul piazzale della stazione.
Pagina 7 di 10
Sede di Pieve di Cadore
Servizio Territoriale Età Evolutiva.
Sede: via Carducci - 32044 Pieve di Cadore c/o l’ex colonia Vazzoler, in una struttura di
nuova costruzione, denominata Centro Socio Sanitario del Cadore.
È collocato al terzo piano ed è privo di barriere architettoniche.
Il servizio è aperto dal lunedì al venerdì.
In automobile:
•
•
Da Venezia Autostrada A27 uscita a Pian di Vedoia
SS 51 Alemagna, indicazioni per Cortina.
Al bivio di Tai di Cadore, svoltare a destra in via degli Alpini, proseguire verso il
centro di Pieve di Cadore e poi seguire le indicazioni per l’Ospedale. Superato
l’Ospedale continuare sulla strada per Pozzale, il Centro Sociosanitario del Cadore
si trova a destra dopo la prima curva.
In autobus
La linea urbana collega la locale stazione ferroviaria alla sede del Servizio con
fermata in centro a Pieve di Cadore, eventuale coincidenza per Pozzale.
In treno
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Calalzo di Cadore a circa 4 Km. con
collegamenti tramite autobus
Posteggio taxi di fronte alla stazione.
Pagina 8 di 10
SEGNALAZIONI
Il Servizio garantisce la funzione di tutela nei confronti del cittadino anche attraverso la possibilità
di presentare osservazioni, opposizioni e reclami (segnalazioni) che rilevano situazioni di
disservizio e atti o comportamenti con i quali si nega o si limita la fruibilità delle prestazioni, anche
rispetto a quanto contenuto nella presente Guida ai servizi.
Il cittadino che intenda inoltrare una segnalazione (compresi i suggerimenti, le proposte e gli
apprezzamenti) può procedere nei seguenti modi:
•
Segnalazione scritta
È possibile compilare l'apposita scheda (disponibile presso tutte le Unità Operative e i Servizi)
oppure scrivere una lettera.
La scheda o la lettera possono essere spedite per posta: “Al Direttore Generale dell'ULSS 1 - via
Feltre, 57 - 32100 - Belluno", oppure consegnate direttamente al personale dell'Unità Operativa (o
del Servizio), che provvederà all’inoltro alla Direzione Generale.
Le segnalazioni possono anche essere inviate via fax allo 0437 27717 o via E-mail all’indirizzo:
[email protected] .
È anche possibile recarsi di persona all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) per compilare, con
l’assistenza di un operatore, la scheda di segnalazione.
L'URP provvederà a gestire la procedura di reclamo e a darne riscontro all'interessato.
•
Segnalazione orale
È possibile contattare l'URP telefonando al numero verde 800857039 oppure allo 0437 516797/98.
•
Regolamentazione
La procedura e le modalità di presentazione delle segnalazioni sono definiti dal Regolamento di
Pubblica Tutela, disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico e contenuto nella Carta dei
Servizi dell'ULSS 1 Belluno consultabile all'indirizzo Internet www.ulss.belluno.it.
RISERVATEZZA
Tutela dei dati personali
Ai sensi D.Lgs. 196/2003 il Direttore di questa Unità Operativa è il responsabile del trattamento dei
dati personali su delega del titolare; garantisce di rispettare e far rispettare le regole di segretezza
e riservatezza dei dati sensibili relativi ai destinatari della prestazione e dei servizi erogati.
Per ulteriori informazioni relativamente alle modalità di trattamento dei dati personali è possibile
rivolgersi al Servizio Convenzioni della ULSS n. 1 di Belluno (via Feltre, 57 - 32100 - Belluno - tel.
0437 516848 / Fax 0437 516799).
AGGIORNAMENTI e REVISIONI
La versione più aggiornata di questa Carta dei Servizi è disponibile sul sito Internet aziendale:
www.ulss.belluno.it .
Pagina 9 di 10
DIRITTI E DOVERI DEI PAZIENTI
La Carta dei diritti e dei doveri dei pazienti e dei loro congiunti è disponibile a questo indirizzo:
www.ulss.belluno.it .
SINTESI DELLE MODIFICHE
Rev.
Data
Descrizione modifiche
0
01.02.2009
1
01.10.2014
Prima Emissione
Riorganizzazione delle 3 UU.OO. di NPI in un unico Servizio Aziendale
come previsto dal nuovo Atto Aziendale, indice, revisione grafica e formale e
di aderenza la format aziendale..
Pagina 10 di 10