Scheda di sicurezza
(Redatta secondo CE N. 1907/2006 e CE N. 453/2010 allegato II e successive modifiche)
Questa scheda di sicurezza annulla e sostituisce tutte le precedenti SDS per questo prodotto
SEZIONE 1
IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA / PREPARATO E DELLA SOCIETÀ / IMPRESA
1.1 Identificatore del prodotto – Mandarin Zest
Referenza: Prolitec 9012
Firmenich 480376KW
1.2 Pertinenti usi identificati della sostanza o usi sconsigliati
L'uso rilevante identificato è nei trattamenti con applicazioni di aria a bassa concentrazione con Prolitec
Air/Q seris generatore ad azione continua di micro-gocce e sistemi di diffusione. Non è per uso personale in
questa forma o concentrazione.
1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza
Prolitec Inc.
1235 W. Canal Street
Milwaukee, WI 53233 USA
Tel: +1 414 615 4630 Fax +1 414 615 4640
Email: [email protected]
Italiano Contatto:
Initial
Srl Via Del Mare 65
Pomezia (RM) 00040 Italia
T:+39.06.911871
1.4 Numero Telefonico di Emergenza
Per le emergenze chimiche (caduta, perdita, esposizione o incidente)
Chiama INFOTRAC: +1-800-535-5053 (dagli USA) or +1-352-323-3500 (fuori dagli USA).
SEZIONE 2
IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI - La Sezione 2 è applicabile all'esposizione del liquido
concentrato come, per esempio, nel caso di una fuoriuscita accidentale. Le informazioni sulla sicurezza
relative all'Uso Rilevante Identificato, definito nella Sezione 1.2 riportata qui sopra, sono incluse nella
Sezione 16.
2.1 Classificazione della sostanza o della miscela 2.1.1 Classificazione secondo la Regulazione (EC) N° 1272/2008 [CLP/GHS]
Rischio di respiratorio - Cat. 1
Irritazione della pelle - Cat. 2
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1
Irritazione degli occhi - Cat. 2
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 2
H304
H315
H317
H319
H411
2.1.2 Classificazione second la 67/548/EEC or 1999/45/EC (Vedi la Sezione 16 per il testo completo delle
frasi con i rischi)
Pagina 1 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Simboli:
Xn
N
Perjudicial
Pericoloso para el medio ambiente
Frasi con i Rischi:
R43
R51/53
R65
Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti
negativi per l'ambiente acquatico.
Nocivo: può causare danni ai polmoni in caso di ingestione.
2.1.3 Informazioni Aggiuntive
Testi integrali delle indicazioni elencate: Vedi la Sezione 16
2.2 Elementi dell’Etichetta
Pittogrammi di pericolo:
Avvertenze:
Pericolo
Indicazioni di Pericolo:
H304
H315
H317
H319
H411
Lenyelve és a légutakba kerülve halálos lehet.
Provoca irritazione cutanea.
Può provocare una reazione allergica cutanea.
Provoca grave irritazione oculare.
Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Consigli di prudenza:
P264
Lavare le mani accuratamente dopo la manipolazione.
P273
Non disperdere nell’ambiente.
P280
Indossare guanti protettivi / Proteggere gli occhi.
P301+310
IN CASO DI INGESTIONE: contattare immediatamente un CENTRO
ANTIVELENI o un medico
Informazioni Supplementari di Pericoli (EU):
Contiene: Geraniol, Methylenedioxy-Me-Hydrocinnamald, Formyl-Dimethylcyclohexene, Rose
Ketone, Limonene, Citronellol. Può provocare una reazione allergica.
Induttori di pericolo:
dipentene
1,6-Octadien-3-ol, 3,7-dimethylCyclohexanepropanol, .alpha.,.alpha.-dimethyl7-Octen-2-ol, 2,6-dimethyl2.3 Altri Pericoli
Nessun dato disponibile in questo momento.
SEZIONE 3
COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI
Pagina 2 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
3.1 Sostanze
Non applicabile
3.2. Miscele
10.0 - 15.0% Dipentene
N° CAS : 0000138-86-3 / N° EINECS: 205-341-0
Classificazione: Xn N - R38,R43,R50/53,R65,R10
Classificazione GHS:
Pericolo in caso di aspirazione - Cat. 1 [H304]
Liquido infiammabile - Cat. 3 [H226]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1 [H317]
Pericolo ambientale (acuto) - Cat. 1 [H400]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 1 [H410]
2.5 - 5.0%
1,6-Octadien-3-Ol, 3,7-DimethylN° CAS : 0000078-70-6 / N° EINECS: 201-134-4
Classificazione: Xi - R38
Classificazione GHS:
Irritazioni oculari- Cat.2 [H319]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Liquido infiammabile - Cat. 4 [H227]
1.0 - 2.5%
Cyclohexanepropanol, .Alpha.,.Alpha.-DimethylN° CAS : 0083926-73-2 / N° ELINCS: 420-630-3
Classificazione: Xi N - R41,R51/53
Classificazione GHS:
Lesioni oculari - Cat.1 [H318]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 2 [H411]
1.0 - 2.5%
7-Octen-2-Ol, 2,6-DimethylN° CAS : 0018479-58-8 / N° EINECS: 242-362-4
Classificazione: Xi - R38
Classificazione GHS:
Irritazioni oculari- Cat.2 [H319]
0.1 - 0.5%
Oxacyclohexadec-12-En-2-One, (12e)N° CAS : 0111879-80-2 / N° ELINCS: 422-320-3
Classificazione: N - R50/53
Classificazione GHS:
Pericolo ambientale (acuto) - Cat. 1 [H400]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 1 [H410]
0.1 - 0.5%
6-Octen-1-Ol, 3,7-DimethylN° CAS : 0000106-22-9 / N° EINECS: 203-375-0
Classificazione: Xi N - R38,R43,R51/53
Classificazione GHS:
Irritazioni oculari- Cat.2 [H319]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1 [H317]
0.1 - 0.5%
3-Cyclohexene-1-Carboxaldehyde, 2,4(Or 3,5)-DimethylN° CAS : 0068737-61-1 / N° EINECS: 272-113-5
Classificazione: - Not Classified
Pagina 3 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Classificazione GHS:
Liquido infiammabile - Cat. 4 [H227]
0.1 - 0.5%
3-Cyclohexene-1-Carboxaldehyde, 2,4-Dimethyl0.2 N° CAS : 0068039-49-6 / N° EINECS: 268-264-1
Classificazione: Xi - R36/38,R43,R52/53
Classificazione GHS:
Irritazioni oculari- Cat.2 [H319]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1B [H317]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 3 [H412]
0.1 - 0.5%
1,3-Benzodioxole-5-Propanal, .Alpha.-Methyl- N° CAS : 0001205-17-0 / N° EINECS:
214-881-6
Classificazione: Xi N - R51/53,R43
Classificazione GHS:
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1B [H317]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 2 [H411]
0.1 - 0.5%
Heptanoic Acid, 2-Propenyl Ester
N° CAS : 0000142-19-8 / N° EINECS: 205-527-1
Classificazione: Xn N - R21/22,R38,R50/53,R48/22
Classificazione GHS:
Tossicità acuta (cutanea) - Cat. 3 [H311]
Tossicità acuta (orale) - Cat. 4 [H302]
Irritazioni oculari- Cat.2 [H319]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Tossicità specifica per organi bersaglio - esposizione ripetuta- Cat. 2 [H373]
Pericolo ambientale (acuto) - Cat. 1 [H400]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 1 [H410]
Liquido infiammabile - Cat
0.1 - 0.5%
Benzene, 1-Methyl-4-(1-Methylethyl)N° CAS : 0000099-87-6 / N° EINECS: 202-796-7
Classificazione: Xn N - R51/53,R65,R10
Classificazione GHS:
Liquido infiammabile - Cat. 3 [H226]
Pericolo ambientale (cronico) - Cat. 2 [H411]
0.1 - 0.5%
2,6-Octadien-1-Ol, 3,7-Dimethyl-, (E)N° CAS : 0000106-24-1 / N° EINECS: 203-377-1
Classificazione: Xi - R43,R38,R41
Classificazione GHS:
Lesioni oculari - Cat.1 [H318]
Irritazione della pelle - Cat. 2 [H315]
Sensibilizzazione della pelle - Cat. 1B [H317]
SEZIONE 4
MISURE DI PRIMO SOCCORSO
4.1 Descrizione delle misure di primo soccorso
Come in tutti i casi di potenziale avvelenamento, contattare immediatamente un medico.
Nel caso di contatto con gli occhi:
Sciacquare abbondantemente con acqua per almeno 10 minuti. Consultare il medico se l'irritazione persiste.
Pagina 4 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
In caso di inalazione:
Portare la persona colpita in ambiente con aria fresca. Richiedere immediatamente assistenza medica se
l'irritazione persiste.
In caso di contatto con la pelle:
Togliere gli indumenti contaminati. Lavare la pelle con abbondanti quantità di acqua (o acqua e sapone). Se
l'irritazione persiste, o se compaiono segni di danno tissutale evidenti, chiamare immediatamente un
medico.
In caso di ingestione:
In caso di ingestione accidentale, sciacquare la bocca con acqua. Bere 1 bicchiere (mezza pinta) di latte.
Non provocare il vomito. Chiamare immediatamente il medico.
4.2 Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati
Nessuna informazione disponibile sul prodotto
4.3 Indicazione dell'eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e trattamenti speciali
Nessuna conosciuta.
SEZIONE 5
MISURE ANTINCENDIO
5.1 Mezzi di Estinzione
Utilizza estintori adeguati con schiuma, anidride carbonica o polvere chimica.
5.2 Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela
Nessuno conosciuto.
5.3 Raccomandazioni per gli addetti all’estinzione degli incendi
Non utilizzare un getto d'acqua ad alta pressione. In caso di ventilazione insufficiente, usare un apparecchio
respiratorio adatto.
SEZIONE 6
MISURE IN CASO DI FUORIUSCITA ACCIDENTALE
6.1 Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure di emergenza
6.1.1 Per il personale non di emergenza:
Utilizzare guanti protettivi quando si maneggia una perdita. Non fumare. Evitare fiamme accese o
altre potenziali fonti di incendio, come ad esempio apparecchiature elettriche. Evitare il contatto con
la pelle o con gli occhi e l'inalazione di vapori. Usare le normali abitudini di lavaggio. Assicurare una
adeguata ventilazione nelle aree di lavoro a seguito di una caduta. Osservare le misure di primo
soccorso nella sezione 4 sopra.
6.1.2 Per gli operatori di emergenza:
Segui le raccomandazioni di 6.1
6.2 Precauzioni ambientali
Non disperdere in aria, nel terreno o nelle falde acquifere
6.3 Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica
6.3.1 Per il contenimento:
Pagina 5 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Piccole partite possono essere pulite con un panno o carta. Per dello sporco maggiore, utilizzare
assorbenti standard quali segatura, sabbia o vermiculite
6.3.2 Per la pulizia:
Usare un panno o della carta per delle perdite più piccole. Se si verificano delle perdite più grandi
usare materiale assorbente come segatura, vermiculite o sabbia. Smaltire i materiali da pulizia in
conformità con le normative governative.
6.4 Riferimenti ad altre sezioni
Cortesemente vedi anche le sezioni 4, 5, 7 e 16 per altre informazioni.
SEZIONE 7
MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO
7.1 Precauzioni per una manipolazione sicura
Richiudere sempre una cartuccia rimosso da un apparecchio.
Tenere le cartucce in posizione verticale dopo rimozione dei sigilli.
Evitare il contatto con la pelle e gli occhi
Indossare guanti di protezione adeguati e protezione per gli occhi
Non fumare, evitare fonti di incendio
Evitare l'esposizione a temperature elevate durante la lavorazione
Non ingerire o applicare per la pelle
Seguire buone abitudini di lavaggio personali
Se il prodotto viene gestito mantenere una ventilazione adeguata
7.1.1 Misure Protettive
Mantenere sotto controllo l'accumulo di polvere. Mantenere una ventilazione adeguata, evitare
fiamme libere e altre sorgenti di accensione.
7.1.2 Indicazioni per l'igiene del lavoro in generale
Utilizzare buone routine di lavaggio
7.2 Condizioni per l’immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità
Conservare in cartucce posizionate verticalmente in una scatola in un luogo senza esposizione alla luce
solare a temperatura ambiente.
7.3 Usi finali particolari
Profili ambientali.
SEZIONE 8
CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE/ PROTEZIONE INDIVIDUALE
8.1 Parametri di controllo:
----Fai riferimento alla sezione 16.3.
8.2 Controlli dell’esposizione
Evitare l'esposizione a temperature elevate; mantenere una ventilazione adeguata.
8.2.1 Controlli tecnici idonei
Pagina 6 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Mantenere una ventilazione adeguata in cui la produzione è gestita.
Nel relativo uso identificato - utilizzare solo come indicato
8.2.2 Controlli dell'esposizione ambientale
Nell'Uso relativo identificato, usare come indicato.
Nella manipolazione del liquido, minimizzare il rilascio nell'ambiente
8.2.3 Protezione Personale
Le Cartucce della Formulazione dovrebbero essere maneggiati solo da tecnici qualificati in tute
protettive per proteggere gli indumenti personali. La protezione delle vie respiratorie non è
necessaria, ma chi le muove ad utilizzare guanti protettivi e occhiali di sicurezza.
SEZIONE 9
PROPRIETA’ FISICHE E CHIMICHE
9.1 Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
(f)
(g)
(h)
(i)
(j)
(k)
(l)
(m)
(n)
(o)
(p)
(q)
(r)
(s)
(t)
Aspetto:
Odore forte profumo
Soglia di odore
pH
Punto di fusione /congelamento gamma Punto°C
Inizio di ebollizione / intervallo ° C
Flash Point
Tasso di evaporazione
Infiammabilità
Limite esplosivo più alto/più basso
Pressione del Vapore
Densità del Vapore
Densità relativa
Solubilità nell’acqua
Coefficiente di partizione (n-octanol/acqua):
Temperatura di Auto Combustione
Temperatura di Decomposizione
Viscosità
Proprietà Esplosive
Proprietà Ossidanti
Liquido Giallo pallido to Yellow
Non disponibile
Non disponibile
Non disponibile
Non disponibile
78°C / 172.4°F
Non disponibile
Bassa
Non Disponibile
0.1 Hg @ 20°C
Non applicabile
.864 - .874
Non Applicabile
Non Applicabile
Sconosciuta
Non Disponibile
Non Disponibile
Non Disponibile
Non Disponibile
9.2 Altre informazioni
Nessuna
SEZIONE 10
STABILITA’ E REATTIVITA’
10.1 Reattività
Nessuna reazione conosciuta con l’acqua
10.2 Stabilità Chimica
Non presenta un rischio significativo di pericoli per reattività. E' normalmente stabile anche a temperature
e pressioni elevate. Non subisce decomposizione esplosiva. Non è piroforico o rilascia ossigeno. Non
combinare con altri materiali organici per formare miscele esplosive. Non subirà pericolosi
polimerizzazione esotermica.
10.3 Possibilità di reazioni pericolose
Pagina 7 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Non conosciuta.
10.4 Condizioni da evitare
Evitare il contatto con agenti ossidanti.
Evitare temperature superiori a 5 ° C al di sotto del punto di infiammabilità.
Non riscaldare cartuccia o contenitori chiusi.
10.5 Materiali incompatibili
Evitare agenti ossidanti.
10.6 Prodotti di decomposizione pericolosi
Il contatto con l'acqua o la conservazione in condizioni raccomandate per un anno non deve produrre
pericolosi prodotti di decomposizione.
SEZIONE 11
INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE
11.1 Informazioni sugli effetti tossicologici
Questa miscela non è stata sottoposta a test tossicologici come entità. Secondo i dati disponibili sui
componenti, sono soddisfatti i criteri di classificazione per la salute.
SEZIONE 12
INFORMAZIONI ECOLOGICHE
12.1 Tossicità
Questa miscela non è stata sottoposta a test ecotossicologici come entità. In considerazione della difficoltà
di utilizzare attuali tecniche standard di valutazione eco-tossicologiche per prevedere l'impatto di
particolari modi di rilascio su parti vulnerabili o localizzato dell'ecosistema, tale preparazione deve essere
considerato e manipolate come visualizzato potenziali rischi ambientali, e trattate conseguenza con tutte le
precauzioni possibili.
12.2 Persistenza e degradabilità
Non determinato
12.3 Potenziale di bioaccumulo
Non determinato.
12.4 Mobilità nel suolo
Non determinato.
12.5 Valutazione risultati del PBT e vPvB
Non risponde ai requisiti per la valutazione
12.6 Altri effetti avversi
Nessuno noto.
SEZIONE 13
CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO
13.1 Metodi di trattamento dei rifiuti
Pagina 8 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
I migliori metodi per la dismissione di ogni prodotto sono quelli di seguire un uso corretto come da
istruzioni. La dismissione deve essere fatta in accordo con i requisiti locali, statali e nazionali.
Questo prodotto è pericoloso per l’ambiente. Non scaricare in fognature, rubinetti o corsi d’acqua. Questo
prodotto deve essere dismesso come scoria pericolosa. Il contenitore vuoto può essere dismesso come
scoria controllata secondo gli appropriate regolamenti. I contenitori sono riciclabili in alcuni paesi
attrezzati per il riciclo del Polipropilene.
SEZIONE 14: Informazioni sul trasporto
14.1 Numero ON:
3082
14.2 Nome di spedizione dell’ONU:
ENVIRONMENTALLY HAZARDOUS SUBSTANCE,
LIQUID, N.O.S. (LIMONENE)
14.3 Classi di pericolo connesso al trasporto: ADR/RID
IMDG
IATA
9
9
9
14.4 Gruppo d’imballaggio:
ADR/RID
IMDG
IATA
III
III
III
14.5 Pericoli per l’ambiente:
Inquinante marino
14.6 Precauzioni speciali per gli utilizzatori: None
Quantità Limitata Esenzioni
SEZIONE 15
Il trasporto è a norma IATA e IMO Limited Quantity esenzioni. Gli
imballaggi interni individuali siano inferiori a 5 litri e il comandante o
confezione esterna non superi i 30 chilogrammi.
INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE
15.1 Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela
Regolamenti EU
Nessuna informazione rilevante disponibile attualmente.
15.2 Valutazione della sicurezza chimica
Nessun dato disponibile al momento.
SEZIONE 16
ALTRE INFORMAZIONI
16.1 Revisioni
17-Giu-13 Versione 1.1
16.2 Riferimenti chiave in letteratura e fonti di dati
Pagina 9 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Research Institute for Fragrance Materials (RIFM)
OECD SIDS Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo (OECD),
Agenzia della Protezione Ambientale degli Stati Uniti. Programma di Prova Volontaria di Prodotti
Chimici ad Alto Volume
DIRETTIVA DEL CONSIGLIO 98/24/EC del 7 Aprile 1998
La protezione della salute e sicurezza dei lavoratori dai rischi relative agli agenti chimici al lavoro
(quattordicesima Direttiva individuale all’interno del signiicato dell’Articolo 16(1) della Direttiva
89/391/EEC)
EUROPEAN COMMISSION, Recommendation from the Scientific Committee for Occupational
Exposure Limits, February, 2013 (SCOEL)
Database di Informazioni Chimiche Uniformi Internazionali EU IUCLID
Direttiva 98/24/EC del European Chemicals Agency European Commission Council – la prima e la
seconda lista delle IOEL e correzioni alle Direttive 91/322/EEC e 2000/39/EC. (98/24/EC)
Congresso Americano della gestione industrial dell’Igiene (“ACGIH”)
Valori Soglia limite (TLV) ed Indici di Esposizione Biologica (BEI) inclusi TLV – TWA (media peseta
nel tempo; TLV–STEL (limite per esposizione a breve termine); e TLV-C (tetto). (“ACGIH”)
Institut National de Recherche et de Sécurité (INRS)
Valeurs limites d'exposition professionnelle (Occupational Exposure Limits or OELs) aux agents
chimiques en France, Aide-mémoire technique ED 984. Comité Scientifique pour la Surveillance des
Atmosphères de Travail (Comitato Scietifico per la Sorveglianza dei Luoghi di lavoro), al lavoro sotto il
Consiglio Supremo della Prevenzione dei Rischi sui posti di Lavoro.
Dipartimento U.S.A. del Lavoro, Sicurezza Occupazionale e Amministrazione della Salute (OSHA)
29 CFR 1910.1200 Sottoparagrafo Z, Tabella Z-1 TLV-TWA limiti di esposizione continua.
Stato USA della California, Agenzia per la Protezione Ambientale
Ufficio della Valutazione dei Pericoli sulla Salute (OEHHA), Atto di Controllo della Sicurezza
dell’Acqua Potabile e di Sostanze Tossiche del 1986. Valori della massima continua esposizione TLVTWA Limits.
German Federal Ministry of Labor and Social Affairs (BMAS)
TRGS 900 Arbeitsplatzgrenzwert (Occupational Exposure Limits) Ausschuss für Gefahrstoffe - AGSGeschäftsführung - BAuA
Bundesanstalt für Arbeitsschutz und Arbeitsmedizin; Federal Institute for Occupational Safety and
Health, Dortmund, Germany
Minister Federale edesco sul Lavoro ed Affari Sociali (BMAS)
TRGS 900 Arbeitsplatzgrenzwert (Limiti di Esposizione Occupazionale) Ausschuss für Gefahrstoffe AGS-Geschäftsführung – BAuA.
16.3 Informazioni sulla sicurezza sul posto di lavoro per il rilevante uso identificato
La ACGIH, l’EU, gli stati membri della EU, ed altre organizzazioni nazionali incluse quelle inserite nella
lista nel paragrafo 16.1 precedente hanno stabilito limiti di esposizione occupazionale (OELs) per le
concentrazioni di sostanze pericolose nell’aria dei luoghi di lavoro (“Limiti”). Il valore Limite è il limite
della media peseta nel tempo della concentrazione di una sostanza in aria entro l’area di respirazione di un
lavoratore in uno specifico periodo temporale di riferimento che di solito è 40 ore in 40 anni. I Limiti, a
seconda della loro sorgente, sono anche chiamati Limiti di Esposizione Occupazionale Indicata (IOEL)
oppure Valore Limite di Soglia (TLV-TWA).
16.3.1 Il Prodotto contiene sostanze che sono soggette ai Limiti del posto di lavoro.
16.3.2 Valutazione della Sicurezza sul Posto di Lavoro
Pagina 10 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
L’Uso rilevante identificato del Prodotto è stato valutato per la sicurezza del posto di lavoro
considerando: (A) la concentrazione media in aria (riportata in parti per milione PPM) della
miscela totale quando l’effetto odore è valutato dagli uomini come “Non Tollerabile”; (B) il
volume per il peso della sostanza (riportato come una %) del peso della miscela totale
rappresentata dalla sostanza in proporzione della miscela; (C) la massima concentrazione media
potenziale in aria della sostanza; e (D) il Limite di sicurezza. La formula per la valutazione della
sicurezza è A (ppm) x B (%) = C che è poi confrontato con i Limiti in D.
16.3.3 Determinazione della Sicurezza del Posto di Lavoro
L’uso rilevante identificato del Prodotto è stimato non eccedere i Limiti stabiliti dalle
organizzazioni inserite nella lista in 16.2.
16.3.4 Ozono
La Formulazione non contiene ozono e l’Uso Rilevante Identificato non genera ozono. La
Formulation non contiene elementi chimici tossici nè elementi chimici soggetti ai requisiti di
pubblicazione della Sezione 313 del Titolo III del Superfund Amendments and Reauthorization
Act del 1986.
16.3.5 Tossicità ingerita
La dose probabile orale probabile della Formulazione per una persona di 70 Kg è 550.9 ml come
determinato usando la formula di Gosselin. Secondo la scala Hodge e Sterner la Classe di
Tossicità per la Formulazione è stimata al livello 4 oppure “Leggermente tossico.” La scala
Gosselin, Smith e Hodge è al livello 3 oppure “Moderatamente tossico.”
16.3.6 Certificazione IFRA e Determinazione di Sicurezza per il Contatto con la Pelle
FRAGRANZA
Mandarin Zest
CLASSE IFRA
11A
ANALISI IFRA
Non regolamentata
La Classe IFRA 11A comprende:
x Deodoranti e fragranze per ambienti di ogni tipologia (con spina, solidi, con apposito
substrato, a scambio tramite membrana, per ambiente, elettrici), ad esclusione dei prodotti
spray;
x Sistemi di erogazione delle fragranze che utilizzano una tecnologia ad aria secca che rilascia
una profumo senza l’uso di spray, aerosol o oli riscaldati (tecnologia di nebulizzazione).
Sulla base dei dati di sicurezza generati dal Research Institute for Fragrance Materials (“RIFM”
www.RIFM.org), i propri venditori e la letteratura scientifica aperta. Questi dati sono valutati in
linea con i principi scritti nell’Allegato 1 del Codice di Comportamento della International
Fragrance Association (“IFRA” www.ifraorg.org). L’Allegato 1 richiede la considerazione dei
possibili effetti sulla pelle, inclusa l’irritazione della pelle e la sensibilizzazione con attenzione
speciale data agli effetti della luce solare, se gli ingredienti dovessero assorbire la radiazione
ultravioletta. La tossicità del sistema deve essere considerata in relazione alle quantità usate e alla
probabilità di entrare nel corpo. Va inoltre considerata la storia dell’uso sicuro degli ingredienti ai
livelli di concentrazione che potrebbero verificarsi nel caso di un rilascio accidentale e tenendo
conto di ogni relazione di effetti avversi riportata dai dermatologi o da altri professionisti medici.
16.4 Testo completo con le frasi usate nella sezione 2
S24
S37
S57
S61
Pagina 11 su 13
Evitare il contatto con la pelle.
Usare guanti adatti.
Usare contenitori adeguati per evitare l'inquinamento ambientale.
Non disperdere nell'ambiente. Riferirsi alle istruzioni speciali/ schede
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
S62
H304
H315
H317
H319
H411
P264
P273
P280
P301+310
informative in materia di sicurezza.
In caso di ingestione non provocare il vomito: consultare immediatamente il
medico e mostrargli il contenitore o l'etichetta.
Lenyelve és a légutakba kerülve halálos lehet.
Provoca irritazione cutanea.
Può provocare una reazione allergica cutanea.
Provoca grave irritazione oculare.
Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Lavare le mani accuratamente dopo la manipolazione.
Indossare guanti protettivi / Proteggere gli occhi.
IN CASO DI INGESTIONE: contattare immediatamente un CENTRO
ANTIVELENI o un medico
P305+351+338 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per
parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo.
Continuare a sciacquare.
P302+352
IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: lavare abbondantemente con
acqua e sapone.
P333+313
In caso di irritazione o eruzione della pelle: consultare un medico.
P391
Raccogliere il materiale fuoriuscito.
P331
NON provocare il vomito.
P362
Togliersi di dosso gli indumenti contaminati e lavarli prima di indossarli
nuovamente.
P363
Lavare gli indumenti contaminati prima di indossarli nuovamente.
P405
Conservare sotto chiave.
P337
Se l’irritazione degli occhi persiste:
16.5 Testo completo con le frasi usate nella sezione 3
H227
H411
H400
H317
H318
H412
H311
H302
H304
H226
H319
H410
H315
R10
R21/22
R38
R41
R43
R48/22
R50/53
R51/53
R65
Pagina 12 su 13
Liquido Combustibile
Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Molto tossico per gli organismi acquatici.
Può provocare una reazione allergica cutanea.
Provoca gravi lesioni oculari.
Nocivo per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Tossico per contatto con la pelle.
Nocivo se ingerito.
Lenyelve és a légutakba kerülve halálos lehet.
Liquido e vapori infiammabili.
Provoca grave irritazione oculare.
Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
Provoca irritazione cutanea.
Infiammabile.
Nocivo a contatto con la pelle e per ingestione.
Irritante per la pelle.
Rischio di gravi lesioni oculari.
Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
Nocivo: pericolo di gravi danni alla salute in caso di esposizione prolungata
per ingestione.
Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine
effetti negativi per l'ambiente acquatico.
Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti
negativi per l'ambiente acquatico.
Nocivo: può causare danni ai polmoni in caso di ingestione.
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
Mandarin Zest – Prolitec 9012
Pagina 1 su 13
Rivisto 17-Giu-2013 / v 1.1
«Reference_Name» – Prolitec «Sku»
Scarica

Premium Scenting Mandarin Zest (IT-IT)