L’Apparato Respiratorio
Ha la funzione di trasportare e consentire lo scambio
di Ossigeno dall’aria al sangue e Anidride Carbonica
dal sangue all’aria.
WWW.SLIDETUBE.IT
L’Apparato Respiratorio è perciò
composto da:
 Vie Aeree: un insieme di organi cavi,
canaliformi
 Polmoni: dove avvengono gli scambi gassosi tra
aria e sangue
WWW.SLIDETUBE.IT
Le Vie Aeree si dividono in:
 Superiori:
• Naso e Seni Paranasali
• Parte nasale della Faringe
 Inferiori:
•
•
•
•
Parte inferiore della Faringe
Laringe
Trachea
Bronchi
WWW.SLIDETUBE.IT
Caratteristiche generali delle
Vie Aeree
• Lo scheletro osseo o cartilagineo della
parete delle vie aeree superiori e inferiori
fa si che rimangano costantemente pervie.
• La mucosa che le riveste consente di:
– riscaldare l’aria
– umidificarla
– filtrarla
WWW.SLIDETUBE.IT
La Faringe
• E’ una struttura muscolare canaliforme comune
all’apparato respiratorio e digerente ;
• In essa sboccano le cavità nasali (tramite le coane) e
la cavità orale (tramite l’istmo delle fauci) e tramite
essa si accede posteriormente alla via digerente
(esofago) e anteriormente alla via aerea (laringe);
• La faringe comunica anche con un’altra cavità:
l’orecchio medio.
WWW.SLIDETUBE.IT
Le Vie Aeree Inferiori
WWW.SLIDETUBE.IT
La Laringe
• La Laringe un canale aereo sostenuto da cartilagini
ed in comunicazione con la faringe;
• Durante la respirazione è sempre aperto mentre
durante la deglutizione per impedire l’inalazione di
cibo nelle vie aeree una cartilagine a forma di
foglia (l’epiglottide) si abbassa a chiuderne
l’ingresso;
• A metà della laringe sono tese le corde vocali che
durante l’espirazione consentono la fonazione;
• Questa regione della laringe è la più stretta delle
vie aeree e pertanto pericolosa in caso di
inalazione di corpi estranei o edema della mucosa.
WWW.SLIDETUBE.IT
Laringe e Trachea
WWW.SLIDETUBE.IT
La Trachea e i Bronchi
• La Trachea è un canale aereo che attraversa la
regione del collo ed entra nel torace;
• E’ sostenuta da semianelli cartilaginei e termina
biforcandosi nei due bronchi principali (destro e
sinistro) che ne mantengono la struttura;
• I bronchi si dividono a loro volta in rami più piccoli
(bronchi lobari) e questi in rami sempre più piccoli
(come un albero rovesciato) tanto che i semianelli
cartilaginei diventano prima placche e poi
scompaiono;
WWW.SLIDETUBE.IT
I Bronchi principali e l’Albero bronchiale
WWW.SLIDETUBE.IT
I Bronchioli Respiratori
• I Bronchioli Respiratori sono frutto delle divisioni
più piccole dei bronchi e non fanno più parte delle
vie aeree, ma formano i polmoni;
• Ad essi aderiscono gli alveoli piccoli cavità
sacciformi gonfie di aria riccamente vascolarizzati
per consentire gli scambi gassosi.
WWW.SLIDETUBE.IT
I Bronchioli terminali e gli Alveoli
WWW.SLIDETUBE.IT
L’ Apparato Respiratorio e Circolatorio
WWW.SLIDETUBE.IT
Scambio alveolo-capillare
O2
O2
CO2 CO2
O2
CO2 O2
CO2
CO2 CO2
O2
CO2 O2 O2
CO2 O2
WWW.SLIDETUBE.IT
Meccanica respiratoria
L’atto respiratorio è diviso in due fasi:
• Inspirazione
assunzione d’aria nei polmoni. Il
diaframma si abbassa e i muscoli intercostali si
contraggono facendo espandere ed innalzare il torace,
il volume dei polmoni aumenta richiamando aria
dall’esterno (movimento attivo);
• Espirazione
espulsione d’aria dai polmoni. Il
diaframma risale, i muscoli intercostali si rilasciano
facendo abbassare e ridurre il torace, il volume dei
polmoni si riduce e l’aria viene espulsa all’esterno.
WWW.SLIDETUBE.IT
Composizione dell’aria…
…Inspirata
Ossigeno (O2)
…Espirata
21%
Ossigeno (O2)
Anidride carbonica (CO2)
Azoto (N)
78/79%
0,03%
16%
Anidride carbonica (CO2)
Azoto (N)
WWW.SLIDETUBE.IT
78/79%
4,3%
Fisiologia della respirazione
• Gli atti respiratori a riposo sono normalmente 1216 al minuto nell’adulto (fino a 30-40 nel bambino
piccolo).
• I movimenti respiratori, così come la frequenza
cardiaca, sono regolati da una regione del SNC
detta midollo allungato. Le lesioni di questa zona (di
natura traumatica, tossica o patologica) portano
all’arresto respiratorio.
WWW.SLIDETUBE.IT
Arresto Respiratorio e Arresto Cardiaco
In caso di arresto respiratorio tutti i tessuti
soffrono compreso il cuore che in pochi minuti cessa
di battere.
Invece in caso di arresto cardiaco il respiro cessa in
pochi secondi.
Dopo 4-5 minuti di anossia (assenza di ossigeno) le
cellule cerebrali iniziano a morire e in 8-10 minuti si
completa la “ morte cerebrale”
WWW.SLIDETUBE.IT
Asfissia
La respirazione risulta impedita o è compromesso
l’introito di ossigeno
la persona non respira.
La persona si presenta:
• incosciente;
• torace e addome sono immobili;
• è spesso cianotica, ma il colore è variabile
WWW.SLIDETUBE.IT
Insufficienza Respiratoria
Gli scambi sono parzialmente compromessi e l’introito
di ossigeno e/o l’eliminazione di anidride carbonica
risultano insufficienti. La difficoltà a respirare si
chiama dispnea.
La persona si presenta:
• cosciente,
• agitata;
• si sforza per respirare;
• tossisce;.
• è cianotica.
WWW.SLIDETUBE.IT
L’Asma Allergico
• La crisi di asma allergico si realizza in persone
predisposte che vengono in contatto con sostanze
irritanti (virus, pollini, polveri…);
• L’attacco dipende dalla costrizione dei bronchioli
dovuta alla contrazione della muscolatura
bronchiolare ed alla ipersecrezione di muco;
WWW.SLIDETUBE.IT
• Durante l’inspirazione la forza esercitata dal diaframma ed i
muscoli intercostali è sufficiente a far entrare aria negli
alveoli;
• Durante l’espirazione devono entrare in funzione i muscoli
espiratori (la persona fatica ad espirare) e l’aria forzata a
passare da bronchioli stretti produce i tipici sibili;
• Inoltre l’aria non viene completamente eliminata e resta
intrappolata negli alveoli
Sintomi
•
•
•
•
Cosa fare
Sibili espiratori;
Tachicardia (120/140 bpm);
Tosse secca e cianosi;
Soggetto ansioso, agitato.
- Rassicurare l’infortunato
- Posizione semi-seduta
- Agevolare l’assunzione dei
farmaci prescritti dal
medico
- Ospedalizzare
WWW.SLIDETUBE.IT
L’edema polmonare acuto
• E’ una patologia causata dallo stravaso di liquido dai vasi
nel tessuto polmonare;
• Solitamente dipende dalle condizioni che affaticano il
cuore sinistro con conseguente ristagno di sangue a
livello del circolo polmonare.
Alveolo
Liquido
Sangue
WWW.SLIDETUBE.IT
Sintomi
• Dispnea (respiro rapido e superficiale);
• “Gorgoglio” associato agli atti respiratori,
• Fame d’aria e respirazione forzata;
• Tosse con escreato schiumoso e rosato,
• Tachicardia;
• Volto pallido con sudorazione abbondante;
• Cianosi alle estremità;
• Edemi agli arti inferiori;
• Senso di morte imminente.
WWW.SLIDETUBE.IT
Cosa fare
• Se l’infortunato è cosciente
• Se l’infortunato è incosciente
• Se insorge Shock
PLS
posizione supina
• Valutare parametri vitali
eventualmente BLS
• Ospedalizzare urgentemente
WWW.SLIDETUBE.IT
Le Pleure
I polmoni sono rivestiti da due sottili membrane, le
pleure.
La pleura viscerale è a contatto con polmoni e quella
parietale è in contatto con la gabbia toracica.
Tra le due membrane c’è uno spazio
virtuale :lo spazio pleurico
Ciò è possibile perché tra le membrane c’è una pressione
negativa che le fa stare aderenti.
Le pleure scivolano l’una sull’altra grazie al liquido
pleurico
WWW.SLIDETUBE.IT
Pneumotorace
Lo pneumotorace si forma in seguito all’ingresso
di aria nello spazio pleurico per rottura del sacco
pleurico. La pressione nello spazio pleurico
diventa positiva, le membrane si separano e il
polmone si collassa
grave dispnea.
Lo pneumotorace può realizzarsi a causa di una
ferita penetrante al torace.
Se al posto dell’aria l spazio pleurico si riempie di
sangue si parla di emotorace.
WWW.SLIDETUBE.IT
Cosa fare
Nella ferita non va introdotto niente e se ci sono
corpi estranei non vanno rimossi;
La ferita va coperta con un pacco di garze e
fermata con i cerotti;
Se cosciente
posizione semiseduta;
Se incosciente
PLS
(in entrambe i casi non muoverlo se traumatizzato)
WWW.SLIDETUBE.IT
Embolia da decompressione
Durante l’immersione in acqua il nostro corpo è sottoposto
ad una pressione tanto più alta quanto più siamo scesi di
profondità.
L’azoto che rappresenta il 79% dell’aria che respiriamo
per effetto di questo aumento di pressione si scioglie nei
liquidi del nostro corpo.
Al contrario quando risaliamo torna allo stato gassoso.
Se risaliamo troppo velocemente l’azoto gassoso che si
forma nei tessuti non riesce ad essere smaltito dai
polmoni con la respirazione.
WWW.SLIDETUBE.IT
• Si formano cosi delle grosse bolle di azoto nel
sangue che ostruiscono i vasi più piccoli di organo
vitali come i polmoni e il cervello.
Sintomi
• Alterazione del comportamento e della vista;
• Intensa cefalea, vertigini ,nausea e vomito;
• Tosse e dispnea;
• Paraplegia;
Cosa fare
• Ospedalizzare in un centro con camera iperbarica;
• Trasportare sul fianco sinistro ed inclinato con i
piedi in alto;
• Monitorare durante il trasporto i parametri vitali.
WWW.SLIDETUBE.IT
Scarica

L`Apparato Respiratorio