PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE
DELL'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA
Istituto Comprensivo “Bellusco-Mezzago ”
Scuola primaria
Madre Teresa di Calcutta
Aldo Moro e Martiri di via Fani
Anno scolastico 2009/2010
Gli insegnanti
Boffi Antonella
Fumagalli Stefano
Manzotti Ottavia Martina
-1-
PREMESSA
Il piano annuale di lavoro ha lo scopo di facilitare una prima
alfabetizzazione culturale sulla Religione Cattolica e di aiutare a scoprire
le proprie radici, il proprio ambiente e la propria storia. La prospettiva
educativa è attenta a sollecitare tutte le capacità di ciascuno ed esige
sempre uno sviluppo armonico ed integrato di tutte le dimensioni della
persona umana.
L’obiettivo è perseguito in una situazione improntata al dialogo rispettoso
delle convinzioni altrui, pur attenendosi a quelle che sono le finalità
educative dell'insegnamento della religione nella scuola primaria.
Si propone, così, di apprezzare il patrimonio conoscitivo dei bambini e di
dedicare particolare attenzione alle loro considerazioni e discussioni
comuni.
Nel documento CEI “Insegnare religione cattolica oggi” (1991) si legge:
“IRC offre il suo specifico contributo al pieno sviluppo della personalità
degli alunni, promuovendo l’acquisizione della cultura religiosa, secondo
le esigenze proprie di ciascun ordine e grado di scuola. L’insegnamento
della religione cattolica non è un corpo estraneo o qualcosa di aggiuntivo o
marginale al processo scolastico ma si inserisce armoniosamente nel
contesto della vita della scuola rispettandone e valorizzandone le finalità e
i metodi propri”.
L’adulto può aiutare il bambino ad apprezzare e valorizzare il quotidiano,
che non è affatto monotono ma è grandioso perché è nel quotidiano che
viviamo la nostra vera vita: studiando, scoprendo, giocando, mangiando,
parlando e facendo innumerevoli cose che riteniamo importanti.
E’ proprio nel piccolo e semplice quotidiano che il Figlio di Dio si è fatto
uomo, lavorando, vivendo e apprendendo in famiglia, occupandosi di cose
terrene e celesti
-2-
COLLEGAMENTI INTERDISCIPLINARI
L’ IRC interagisce con le altre discipline, prende le mosse dalle domande esistenziali dell’alunno e
contribuisce alla formazione della sua identità personale, del rapporto con gli altri, della capacità di
leggere ed interpretare le complessità del reale.
ITALIANO:
conversazione, scoperta progressiva della dimensione
religiosa del linguaggio,
creazione di tabelle attraverso le quali si potranno
comprendere determinati eventi o situazioni
STORIA:
riferimento a fonte pertinente, analisi della
documentazione.
GEOGRAFIA:
localizzazione di ambienti presi in considerazione.
ARTE ED IMMAGINE:
lettura di immagini del testo dell'alunno con particolare
attenzione alle opere d'arte, produzione di disegni e
pitture relativi agli argomenti trattati.
MUSICA:
esecuzione di canti relativi ai diversi temi sviluppati in
aula ed audizione di brani musicali opportuni.
ED. ALLA CITTADINANZA:
valore della persona umana, concetti di pace, sviluppo
umano e cooperazione, difesa della natura, protezione
dell'ambiente organizzazioni a sostegno dei dirittidoveri dei popoli .
-3-
Competenze
Conoscere espressioni, documenti, in particolare la Bibbia, e
contenuti essenziali della religione cattolica. Riconoscere,
rispettare ed apprezzare i valori religiosi ed etici
nell’esistenza delle persone e nella storia dell’umanità
Per lo studente vengono organizzate attività educative e didattiche unitarie che hanno
lo scopo di aiutarlo a trasformare in competenze personali le conoscenze e le abilità.
Il corso valorizza la dimensione personale e interpersonale, attraverso la quale i
bambini sono gradualmente condotti a porre attenzione alla realtà, a coglierla in
chiave religiosa considerando i segni che rimandano a prime semplici domande di
senso, quindi al senso religioso del vivere.
Obiettivi formativi
Al fine di rendere unitario e non frammentario il percorso formativo degli alunni,
vengono indicati alcuni obiettivi che legano trasversalmente le attività svolte per dar
vita ad un Piano di studi personalizzato, favorendo negli alunni un miglior percorso
di apprendimento.
 Sviluppare armonicamente ed in modo integrale tutte le dimensioni della persona
umana.
 Favorire l’autonomia personale come maggior sicurezza di sé, fiducia, gioia di
vivere e collaborazione con gli altri.
 Comprendere l’importanza dell’accettazione dell’altro: differenze e uguaglianze
che ci caratterizzano.
 Costruire un’idea di futuro basato sulla fiducia e sulla speranza.
 Maturare il senso del bello.
 Conferire senso alla vita ponendosi grandi domande.
-4-
CLASSE PRIMA
CONOSCENZE
ABILITA’
CONTENUTI
Dio Creatore e
Padre di tutti gli
uomini.
Scoprire nell’ambiente i segni che
richiamano ai cristiani e a tanti
credenti la presenza di Dio
creatore e Padre.
Conosciamoci, qualcosa ci rende speciali.
A scuola si sta bene.
Sentirsi parte di un gruppo classe.
Il mondo, dono di Dio per tutti.
In giro per il mondo.
Com’è bello il mondo.
Gesù di Nazareth,
l’Emmanuele : “Il
Dono di Dio agli
uomini”.
Cogliere i segni cristiani del
Natale e della Pasqua come segni
di festa.
Natale: festa di amore e di pace.
Il censimento e la nascita.
I segni di una festa speciale.
Pasqua: festa della vita.
Il giorno più felice.
I simboli pasquali.
Descrive l’ambiente di vita di
Gesù nei suoi aspetti quotidiani,
familiari, sociali e religiosi.
Un viaggio nel passato.
Gesù fanciullo: i giochi, la scuola, la vita
in famiglia.
Gesù amico e maestro: chiama tutti a
seguirlo.
Riconoscere la Chiesa come
La comunità dei credenti.
famiglia di Dio che fa memoria di
Gesù e del suo messaggio.
-5-
CLASSE SECONDA
CONOSCENZE
ABILITA’
La Chiesa, il suo
credo e la sua
missione.
Comprendere,attraverso i racconti
Biblici la vita della Chiesa delle
origini. Il mondo è opera di Dio,
affidato alla responsabilità dell’uomo.
Gesù, il Messia,
compimento delle
promesse di Dio.
Conoscere le caratteristiche principali
dell’edificio chiesa.
La festa della
Pasqua.
CONTENUTI
Nascita della chiesa: la chiesa come
edificio, la chiesa come comunità.
Tanti luoghi per pregare.
Un messaggio di pace.
Cogliere, attraverso alcune pagine del
Vangelo, come Gesù viene incontro
alle attese di perdono e di pace, di
giustizie e di vita eterna.
Le parabole: racconti che rispecchiano i
valori religiosi e umani contenuti nel
Vangelo: amicizia, perdono, solidarietà
e pace.
Cogliere che i Cristiani identificano
Gesù come “Luce del mondo”.
Natale: viene il Messia.
Origine della festa del Natale.
A Greccio nasce il presepe.
Cogliere la novità della Pasqua
cristiana come evento fondativi della
Chiesa.
La resurrezione: passaggio dalla morte
alla vita.
-6-
CLASSE TERZA
CONOSCENZE
ABILITA’
CONTENUTI
L’origine del
mondo e
dell’uomo nella
religione.
Comprendere attraverso i racconti
biblici delle origini che il mondo è
opera di Dio affidato alla
responsabilità dell’uomo.
Sapere che Dio ha affidato la
creazione a tutti gli uomini perché
la custodiscano e la coltivino.
La preghiera,
espressione di
religiosità.
Identificare tra le espressioni delle L’uomo prega: i graffiti, le danze, le
religioni la preghiera.
diverse forme di preghiera.
Ricostruire le principali tappe
della storia della Salvezza,
attraverso figure significative.
La festa della
Pasqua.
Le grandi domande.
L’uomo alla ricerca delle risposte.
La religiosità dei primitivi.
I miti.
La scienza e la Bibbia a confronto.
Dio crea il mondo per amore.
La cura del creato.
Un gemellaggio con il popolo della
Bibbia: gli Ebrei.
La Bibbia, documento di un popolo che
incontra Dio.
Le promesse di Dio si realizzano.
Dio si rivela agli uomini: i patriarchi.
Rilevare la continuità e la novità
Pasqua come passaggio dalla schiavitù alla
della Pasqua cristiana rispetto alla libertà.
Pasqua ebraica.
Segni e gesti della Pasqua ebraica e della
Pasqua cristiana.
.
-7-
CLASSE QUARTA
CONOSCENZE
ABILITA’
CONTENUTI
Il cristianesimo:
Possedere alcune coordinate
origine e sviluppo. storico-geografiche-sociali della
Palestina ai tempi di Gesù..
Aspetto geografico della Palestina.
Gesù e la sua terra: usi e costumi.
Attività lavorative.
Luoghi di preghiera.
La Bibbia e i testi
sacri.
Apprendere nella vita e negli
insegnamenti di Gesù proposte di
scelte responsabili per un personale
progetto di vita.
Documenti storici che attestano la vita e il
messaggio di Gesù.
Origini, struttura e contenuto dei Vangeli.
Evangelisti e loro simboli.
Gesù, il Signore
che rivela il Regno
di Dio con parole e
azioni.
Comprendere come Gesù venga
incontro alle istanze più profonde
del cuore umano.
Evidenziare l’apporto che, con la
diffusione del Vangelo, la Chiesa
ha dato alla società e alla vita di
ogni persona.
Gesù: il Messia e il Rabbi.
I messaggi di Gesù che annunciano un
Regno d’Amore: parabole, incontri,
miracoli.
Segni, simboli del
cristianesimo
nell’arte.
Analizzare attraverso quadri
d’autore le seguenti tematiche:
l’Ultima Cena, la Crocifissione,
l’Ascensione, facendo risaltare
l’interpretazione in ambito
religioso dei vari artisti nel corso
dei secoli.
Arte: descrizione delle immagini,
particolarità, caratteristiche dei colori.
-8-
CLASSE QUINTA
CONOSCENZE
ABILITA’
CONTENUTI
Il cristianesimo:
Identificare nei segni espressi
origine e sviluppo. dalla Chiesa l’azione dello Spirito
di Dio, che la costruisce e la invia
a tutta l’umanità.
Conoscere gli eventi significativi
della Chiesa delle origini fino a
Costantino.
I segni e i simboli
del cristianesimo
anche nell’arte.
Individuare significative
espressioni d’arte cristiana, per
rilevare come la fede è stata
interpretata dagli artisti nel corso
dei secoli.
La Chiesa:
“Popolo di Dio nel Riconoscere nei martiri testimoni
mondo”.
di vita cristiana.
Rendersi conto che nella comunità
ecclesiale c’è una varietà di doni.
Le grandi religioni:
origini e sviluppo. Leggere ed interpretare i
principali segni religiosi espressi
da diversi popoli.
Confrontare in modo sinottico le
grandi religioni e comprendere la
necessità del dialogo
interreligioso per una società
multietnica.
-9-
La nascita delle prime comunità: la
Pentecoste e la diffusione del
cristianesimo.
La Chiesa nel tempo.
Le persecuzioni.
I martiri.
Le catacombe e i simboli.
La Chiesa nel tempo.
Dalle catacombe alle basiliche.
I diversi stili architettonici.
I carismi: doni a servizio della Chiesa.
Chiesa missionaria.
Testimonianza di vita cristiana.
I fratelli separati.
Elementi essenziali, linguaggio religioso e
principi fondamentali di islamismo,
ebraismo, induismo, buddismo.
Valori di vita universali.
Rispetto delle diverse manifestazioni
religiose.
METODOLOGIA
Il percorso didattico sarà caratterizzato dalla valorizzazione dell’esperienza che
porterà a rilegare, interpretare, scoprire la vita riconoscendone il senso e i valori.
Si prevedono attività di classe, lavoro cooperativo, ricerche di gruppo o individuali
lavoro di approfondimento sulle fonti.
Le attività didattiche saranno formulate in modo da consentire le connessioni con la
convivenza civile e con le altre discipline che di volta in volta entreranno in sintonia
con l’argomento trattato.
VERIFICHE
Al termine di ogni percorso operativo si verificherà se l’alunno ha acquisito gli
elementi essenziali e costitutivi dei concetti.
Le prove di verifica saranno sia di tipo chiuso (vero/falso, domande con risposta a
scelta multipla, brani da completare, ....) che aperte (relazioni orali o scritte, domande
orali, questionari, ...).
La rilevazione dell’impegno, dell’interesse e del livello di coinvolgimento
dell’alunno saranno colti con osservazioni sistematiche su: frequenza e pertinenza
degli interventi, richieste di approfondimento, modalità di esecuzione del lavoro
assegnato, livello di attenzione, collaborazione nel lavoro di gruppo. Inoltre si
presterà attenzione anche al rapporto difficoltà - capacità degli alunni.
- 10 -
Scarica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE