PROSPETTO TECNICO RELATIVO ALLA FORNITURA DI N.6 AMBULANZE DI TIPO A OCCORRENTI ALLE STRUTTURE DELL’ASL BR.
Da compilarsi a cura di ciascuna Ditta
PARTE COMPILATA DALLA STAZIONE APPALTANTE
PARTE DA COMPILARE DALLA DITTA OFFERENTE
(NON MODIFICARE O ALTERARE IN ALCUN MODO)
DESCRIZIONE
NOTE
CARATTERISTICHE TECNICHE DEGLI AUTOVEICOLI
Alimentazione Diesel
Cilindrata non inferiore a 2000 cc. Turbo Diesel
Potenza non inferiore a (120 CV)
Trazione a due ruote motrici
Potenza non inferiore a 120 cv
Trazione a due ruote motrici
Cambio manuale 5 o 6 marce + retromarcia
Sistema frenante con ABS ed ESP
Marmitta Catalitica
Servosterzo
Sospensioni specifiche idonee all’uso del veicolo ambulanza
Passo non inferiore a 3.200 mm.
Cabina di guida a due posti
Air Bag lato guida e passeggero
Sensori di parcheggio
DOTAZIONE DEL VEICOLO
Alzacristalli elettrici
Chiusura centralizzata
Retrovisori esterni regolabili e sbrinabili elettricamente
Fari fendinebbia e retronebbia
Vetri atermici anteriori
Impianto elettrico a 12 volt
Alternatore maggiorato minimo 120 A/h
Batteria potenziata minimo 90 A/h
Batteria ausiliaria minimo da 100 a/h del tipo senza manutenzione completamente
sigillata con sistema separato per e utenza sanitaria dotata di partitore di carica e
staccabatteria per isolare l’impianto ausiliriario, ricaricata dall’alternatore durante la
marcia del veicolo e della rete esterna a 200 Volts a veicolo fermo.
Impianto di alimentazione elettrica da rete esterna a 220 Volts c.a. con presa all’esterno
della carrozzeria a norme CEE con inibitore di avviamento motore con alimentazione a
220 Volts inserita, protezione magnetotermiche differenziali di sicurezza ricarica delle
1
batterie (principale e secondaria quando il veicolo è collegato alla rete esterna
Inverter da 1000 W ad onda sinusoidale pura con comando remoto installato in cabina
di guida
Presa addizionale Schuko 220V con luce di presenza tensione
Impianto di condizionamento doppio ottenuto con due gruppi refrigeranti distinti uno per
la cabina e l’altro per il comparto sanitario. Devono essere dotati di comandi manuali
indipendenti ed adeguati al volume da climatizzare (portata d’aria superiore a 400 m3/h,
potenza frigorifera almeno uguale a 3Kw. Nel comparto sanitario dovrà essere installato
apposito termostato con display per la regolamentazione della temperatura
Impianto di disinfezione e decontaminazione del vano sanitario
Sensori di parcheggio
CARROZZERIA
Furgone con carrozzeria a struttura portante completamente metallica
Tetto alto
Portellone laterale destro scorrevole dotato di maniglia di apertura/chiusura
Porta posteriore a battenti (due) a piena altezza con apertura di 270° circa
La carrozzeria deve essere di colore bianco con applicata una fascia di pellicola
rifrangente vinilica di colore arancione con altezza minima di cm.20; la fascia dovrà
essere applicata lungo le fiancate di colore arancione con altezza minima di cm.20; tale
fascia dovrà essere applicata lungo le fiancate e la parte posteriore nonché la parte
interna delle ante della porta posteriore;
Sul cofano anteriore dovrà essere applicata la scritta “AMBULANZA” rovesciata in
immagine speculare con le stesse caratteristiche di cui al punto precedente di dimensioni
adeguate per una chiara e pronta lettura dovrà essere applicato il simbolo internazionale
di soccorso riportato nell’allegato tecnico del DM 17/12/1987 N.553
Posteriormente sulle finestrature delle porte posteriori dovrà essere applicato il simbolo
internazionale di soccorso riportato nell’allegato tecnico del DM 17/12/1987 N.553
Su ogni fiancata dovrà essere applicato, con pellicola non rifrangente il simbolo
internazionale di soccorso riportato nell’allegato del DM 17/12/1987 N.553; e dovranno
riportarsi i simboli dell’ASL BR. di Brindisi (da concordare con i competenti uffici per la
ditta aggiudicataria)
VETRATURE
Tutte le vetrature, sia della cabina di guida che del comparto sanitario dovranno essere
a termiche
Vetratura della fiancata laterale sinistra apribile solo dall’interno di tipo omologato con
aria libera superiore a mq. 0,24
Vetro porta laterale scorrevole destra apribile solo dall’interno e di tipo omologato
Vetro fisso per ognuna delle porte posteriori
Tutta la vetratura del comparto sanitario dovrà essere opacizzata dell’altezza con due
strisce trasparenti intercalata nell’area opacizzata
ALLESTIMENTO ESTERNO
2
Sirena bitonale elettronica installata sullo spoiler del veicolo in posizione centrale rispetto
ai lampeggiatori anteriori
Lampeggiatori di colore blu da installare nei 4 angoli del tetto girevoli
Due fari lampeggianti led ad altissima visibilità di colore blu applicati nella mascherina
anteriore
Faretti di illuminazione a luce bianca installati nella parte superiore dello spoiler
posteriore posteriore per illuminare la zona del veicolo doe avverrà il caricamento e lo
scaricamento della lettiga. L’accensione dei fari dovrà essere sincronizzata con l’apertura
delle porte posteriori e l’alimentazione degli stessi dovrà essere fornita all’atto di
accensione delle luci di posizione
Segnalatori di luce arancione da installare nello spoiler posteriore con funzionamento
sincronizzato con l’apertura delle porte posteriori. Questi ausili dovranno segnalare la
sosta del veicolo durante le operazioni di soccorso, i segnalatori dovranno essere
eventualmente escludibili tramite apposito interruttore alloggiato nelle porte posteriori
Pedana di salita installata sotto la porta laterale scorrevole. La pedana non dovrà
gravare sul portellone scorrevole possedere dimensioni dionee ed essere dotata di un
piano anticalpestio antiscivolo. Il funzionamento deve essere sincrono con
l’apertura/chiusura del portellone scorrevole
Pedana posteriore ottenuta con la modifica del paraurti e dotata di rivestimento
antiscivolo
Con avvisatore acustico/luminoso di retromarcia
CABINA DI GUIDA
Cabina di guida a due posti munite di cinture di sicurezza e poggiatesta;le cinture di
sicurezza dovranno essere a tre punti con arrotolatore automatico. con appoggiabraccia
e supporto lombare per il conducente
Sedili singoli per pilota e passeggero
Vano tecnico tra i due sedili dotato di piano superiore con bordo, vano di stivaggio
inferiore e tasca portadocumenti
Sedile di guida regolabile in altezza e con braccioli
Staccabatterie per isolare la batteria secondaria dall’impianto ausiliario con chiavetta
(possibilmente sfilabile) debitamente contrassegnata e colorata al fine di garantire una
rapida individuazione
Contenitore di servizio totalmente estraibile ed idoneo a contenere caschi di protezione
maschere antigas visione totale ed altro materiale infortunistico, con piano di appoggio
con bordo perimetrale di contenimento installato tra i due sedili
Dovranno essere predisposti comandi ad interruttore on/off in grado di comandare le
sirene, i lampeggiatori ed in genere tutti i comandi in grado di attivare i servizi
predisposti dall’allestimento; La/e centralina/e dovranno essere dotate di illuminazione al
fine di consentire la localizzazione dei comandi durante le ore notturne e gli interruttori
devono essere del tipo con spia luminosa indicante interruttore “on”
Con interfono di comunicazione tra vano sanitario e cabina guida con microfono viva
voce
3
DIMENSIONI, RIVESTIMENTI DEL COMPARTO SANITARIO
Nel comparto sanitario dovranno essere previsti 3 posti a sedere in prossimità della testa
della barella principale con cinture di fissaggio e poggiatesta
Deve essere separato dalla cabina di guida mediante parere divisoria inamovibile
corredata di lunotto con due ante scorrevoli per comunicare con la cabina di guida
(dimensione non inferiore a circa 0,2 mq) in cristallo di sicurezza temperato, smerigliato
e dotato di manigliette con fermo vetro. In prossimità della porta laterale scorrevole
dovrà essere prevista una miniglia di appiglio per agevolare l’entrata del vano sanitario
Con dimensioni minime conformi al DM n553/87 lunghezza minima (ad un metro dal
piano di calpestio)2,40 m. larghezza minima (ad un metro dal piano di caplestio) 1,60 m.
di altezza (in una fascia centrale ampia almeno 90 cm) minima 1,15m; volume minimo
del vano (escluso allestimenti) 6 m3
Deve essere prevista un’area di trattamento paziente in conformità della normativa di
standardizzazione Europea; in particolare attorno alla lettiga ci deve essere un corridoio
libero di almeno 450mm per lato e 600mm in testa alla lettiga con un raggio di
collegamento tra corridoio laterale e corridoio testa elttiga di almeno 500 mm. l’area di
trattamento paziente non può essere invasa da attrezzature o sedili in posizione
ripiegata di una misura maggiore di 125 mm quale somma su entrambi i lati e di 125
mm in testa lettiga
Tutti i rivestimenti delle pareti e gli arredi del comparto sanitario devono essere in
materiale ignifugo o autoestinguente con caratteristiche merceologiche tali da non poter
essere intaccato se sottoposto a disinfezioni. Non sono ammesse soluzioni che utilizzino
lamiere o profilati metallici in vista
Il pavimento del comparto dovrà essere di materiale ignifugo, imputriscente ed anti
sdrucciolo privo di giunzioni e completo di batti calcagni, non deve consentire il ristagno
e la penetrazione di liquidi e quindi deve essere lavata anche con un getto d’acqua. La
pavimentazione dovrà essere effettuata con una colata di materiale resinoso con triplo
strato e colorazione realizzata previa applicazione di pigmenti colorati (sono escluse
soluzioni con tappeti o altro materiale incollato
La parte posteriore del pavimento dvee essere provvista di copertura con lamina di
alluminio antisdrucciolo sagomata ad angolo con il bordo all’interno del vano sanitario di
almeno 10 cm di profondità per tutta la larghezza del pavimento la stessa tipologia di
copertura dve essere prevista in prossimità della porta laterale scorrevole
Il livello di rumore interno al vano sanitario dovrà essere contenuto entro i limiti ottenuti
con l’applicazione delle condizioni specificate dalla norma ISO 5128-1980
mobiletto gettarifiuti in abs con sistema automatico di apertura e chiusura cintenitore di
aghi usati
tutti i sedili presenti nel comparto sanitario dovranno essere realizzati con materiali
ignifughi
Il sedile ribaltabile posizionato contromarcia, appoggiato alla parete divisoria della
cabina di guida e preferibilmente in linea con la barella primaria deve essere dotato di
schienale con imbottitura minima 50 mm. cintura di sicurezza addominale con arroto
latore automatico, rivestito di materiale ignifugo dvee avere larghezza minima di 450
4
mm e deve essere regolabile in altezz.
La poltrona, installata fronte marcia dovrà essere girevole verso la barella auto caricante
deve avere lo schienale alto con poggiatesta integrato braccioli reclinabili e cintura di
sicurezza addominale con arroto latore automatico. Rivestita in materiale ignifugo deve
avere una larghezza minima di 450mm deve essere dotata di apposito meccanismo che
consenta di ribaltarla totalmente a parete dopo sverla ripiegata ed avere la possibilit di
essere bloccata sia in posizione aperta che chiusa
Frigorifero portatile di almeno 7 litri spallabile con alloggiamento nel vano sanitario
Il comparto dovrà essere realizzato in maniera idonea con mobili ed arredi e spazi
necessari per l’accoglienza e la funzionalità delle attrezzature e apparecchiature
installate. Si preferiscono sia stampate uniche che sistemi modulari in vetro resina di tipo
ignifuga “tipo alimentare” certificata.
Panchinetta a due posti con cintura di sicurezza ed accanto mobile con cassettiera
idonea a contenere vario materiale montato sul passaruota destro.
Impianto di disinfezione e decontaminazione del vano sanitario azionabile mediante
comando in cabina di guida (descrivere)
ALLESTIMENTO INTERNO
Gli arredi ed i mobili devono avere spigoli arrotondati e cassetti provvisti di bloccaggio di
sicurezza contro le aperture accidentali
Deve essere garantita l’assenza di spigoli vivi nell’allestimento del comparto sanitario
Deve essere prevista l’installazione di una centralina elettrica dotata di interruttori di tipo
illuminato per il comando di servizi relativi all’allestimento interno del veicolo
Il riscaldatore di vano sanitario deve funzionare a 220v da rete con termostato
ambiente. Il riscaldatore funziona previo inserimento della spina 220 V da rete nella
presa esterna 220V. e serve per mantenere caldo il comparto sanitario anche nelle ore
notturne
Impianto di areazione per il ricambio dell’area con gruppo aereatore applicato nel
soffitto in apposito sito. Il motore che aziona la ventola è del tipo a tre velocità
comandato da un commutatore applicato in prossimità della centralina comandi,
l’impianto deve garantire almeno 60 ricambi di aria ogni ora
L’illuminazione del comparto sanitario dovrà essere erogata con lampade idonee lungo il
soffitto una a destra l’altra a sinistra. L’illuminazione deve essere realizzata in modo da
non creare zone d’ombra all’interno dell’ambiente sanitario. Deve essere prevista inoltre
una luce di cortesia che si accende quando una delle porte del vano sanitario viene
aperta.
Impianto elettrico supplementare per l’alimentazione delle apparecchiature e di tutti gli
impianti inerenti la trasformazione del veicolo in ambulanza realizzato secondo le norme
riportate in premessa ed opportunamente canalizzato all’interno di corrugati e separate
dagli impianti gas medicali. I cavi devono essere del tipo di antipropagazione e di
adeguata sezione per supportare l’utenza alimentata in tutta sicurezza. L’unità di
potenza deve trovarsi in zona facilmente accessibile e ogni utenza deve essere protetta
da magnetotermici auto ripristinabili I fusibili devono essere del tipo termico per evitare
perdita di tempo dovuta a sostituzione ed alla ricerca in caso di guasto.
5
Almeno 6 prese di alimentazione per tensione da 12 v. 16Ah cadauna. Una delle prese
dovrà trovarsi in prossimità dell’alloggiamento monitor defibrillatore e un’altra in
prossimità dell’alloggiamento ventilatore polmonare
Almeno quattro prese di alimentazione per tensione 220V, di tipo facilmente distinguibile
e nelle quali non è possibile inserire la spina 12 V Le prese devono essere collegate ad
opportune impianto salva-vita con magnetotermico e differenziale opportunamente
tarato secondo le normative vigenti Una delle prese dovrà essere installata presso il
monitor defibrillatore. Almeno una di esse deve essere posta a non più di 60 cm. dal
piano di calpestio.
Una presa esterna 220 v. installata nella fiancata sinistra lato conducente per il
collegamento dellimpianto del veicolo a rete esterna 220 v. la presa serve per alimentare
anche il caricabatteria presente nell’inverter. La rpesa deve avere un sistema di blocco
automatico del motore a spina inserita. Deve essere previsto un sistema di sicurezza che
tramite un pulsante installato in cabina di guida permetta di bypassare il sistema di
blocco e accendere in ogni caso il motore
Inverter ad onda sinusoidale 12/220V, non inferiore a 1000 W per l’alimentazione delle
prese 220V deve essere dotato di carica batteria automatico che entra in funzione nel
momento in cui viene inserita la spina nella presa esterna del veicolo
Maniglie di sostegno installate in corrispondenza delle porte di entrata
STRUMENTAZIONE ACCESSORIA
DOTAZIONE CABINA DI GUIDA
Estintore omologato da 2 KG nel vano guida in zona facilmente raggiungibile
DOTAZIONE COMPARTO SANITARIO
Barella primaria auto caricante con bloccaggio certificato, compatibile per il trasporto di
piccole incubatrici e cullette neonatali con due ruote fisse girevoli a 360° munite di frano
braccioli laterali ribaltabili e/o a scomparsa con asta porta flebo a scomparsa La barella
dovrà essere ancorata stabilmente ed adeguatamente contro il ribaltamento e e dotata
di cinture di sicurezza Assicurata mediante apposito invito e permettere un’agevole
manovra di carico e scarico per la sicurezza attiva e passiva Con materassino
impermeabile resistente all’usura
Piano porta barella traslabile a destra e sinistra con fermi e bloccaggi di sicurezza
compatibili con la barella sopra indicata
Barella a cucchiaio ad alta resistenza con cinture opportunamente alloggiata
Tavola spinale rigida RX e tac compatibile completa di fermacapo e relative cinture
alloggiata sotto la barella primaria
Bombola di ossigeno asportabile da Lt. 3 completa di riduttore e flussometro erogatore
Estintore a polvere minimo da 2kg. installato in zona raggiungibile
ATTREZZATURE SANITARIE
Impianto centralizzato d’ossigeno terapia con due bombole di ossigeno da 10 kg cad.
complete di riduzione di pressione e manometro di lettura. Le n.2 bombole saranno
sempre collegate. Il vano bombole sarà adeguatamente configurato all0interno del vano
sanitario e le bombole devono essere adeguatamente protette e fissate secondo
6
normativa vigente. Il pannello di erogazione dell’ossigeno posizionato sulla parete
laterale sinistra del comparto sanitario dve essere dotato di due prese UNI ad innesto
rapido e due flussometri umidificatori completo di scambiatore e manometro che indichi
la pressione di esercizio dell’impianto a bassa pressione
Con scambiatore fra bombole aperto e chiuso
Impianto di aspirazione di tipo VENTURI
Aspiratore medicale di secreti, portatile completo di ricarica con tensione di
funzionamento 12 VOLT direttamente collegato all'impianto del veicolo con batteria
interna ricaricabile prodotto conforme alle normative vigenti per dispositivi medici di
classe IIB
Ventilatore polmonare portatile con borsa. Compatto e facile da usare senza particolari
alimentazioni che non ossigeno in misura di ¾ lt. Al minuto circa. Possibilmente con aria
prelevata dall’ambiente tipo volumetrico ciclato a tempo e presso metrico IPPV+ASTIPPV/AUT-CPAP con borsa di trasporto bombola ossigeno e riduttore
Defibrillatore bifasico manuale/DAE Pace maker non invasivo integrato. Protocolli DAE
selezionabili anche con scariche incrementali Carica possibilmente a 200j in meno di tre
secondi circa (a rete e/o batteria) autonomia min di circa 70 scariche a 207J o 2,5 ore
circa di monitoraggio continuo Alimentatore e carica batteria integrata esecuzione
semiautomatica dei test funzionali sul condensatore batteria registratore, allarmi e onda
bifasica fornito, un tubo gel manuale d’uso in lingua italiana, batteria cavo ecg a 3
derivazioni una coppia di piastre adulti ed una pediatrica, elettrodi
Set da scasso
Forbici Robin
ALTRO (La ditta concorrente dovrà indicare gli ulteriori accessori sanitari non indicati nel
presente prospetto ritenuti essenziali al corretto funzionamento medicale del mezzo
proposto. GLI STESSI NON DEVONO ESSERE QUOTATI COME ACCESSORI MA FANNO
PARTE INTEGRANTE DELLA QUOTAZIONE DI GARA)
NB. le ambulanze dovranno essere fornite di appositi vani con relative piastre in acciaio
inox per alloggiare e fissare a norma le attrezzature elettromedicali sopra elencate e le
eventuali altre che saranno acquisite
Allestimento Ambulanza adibita a trasporto neonatale
Oltre alle caratteristiche sopra indicate l’Ambulanza adibita al trasporto di emergenza
neonatale dovrà:
Essere munita di carrello auto caricante MEBER modello 910 GIN PROOF n.serie 134465
Prevedere un’altezza da terra per caricare l’intero sistema di cm.154
Prevedere un’alimentazione elettrica da rete AC 220-240 volts e continua 13V e 24V (DC
da Ambulanza) e da batteria interna
Prevedere un’ attacco per ossigeno di tipo AFNOR
Asse spinale pediatrico radiotrasparente completa di fermacapo frontale mentoniera e
ragno
7
FIRMA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE
LEGENDA
IL PRESENTE PROSPETTO EQUIVALE AD OFFERTA SENZA PREZZO. LE DITTE PARTECIPANTI A GARA DOVRANNO INDICARE, NELLE CASELLE PREVISTE, I CODICI E GLI
ELEMENTI CHE COMPONGONO IL SISTEMA PROPOSTO, INDICANDO GLI STESSI CODICI PREVISTI NELLA OFFERTA ECONOMICA.
NELLE CASELLE CORRISPONDENTI ALLE CARATTERISTICHE TECNICHE DOVRANNO ESSERE INDICATE LE CARATTERISTICHE POSSEDUTE DAL SISTEMA PROPOSTO,
NELLE CASELLE SOTTO LA COLONNA NOTE, SI DOVRA’ INDICARE L’EQUIVALENZA TECNICA E GLI ELEMENTI MIGLIORATIVI PROPOSTI RISPETTO ALLE
CARETTERISTICHE PREVISTE
L’EVENTUALE APPOSIZIONE DI QUALSIVOGLIA INDICAZIONE ECONOMICA COMPORTERA’ L’ESCLUSIONE DELLA DITTA DAL PROSEGUO DELLA PROCEDURA DI GARA
LA MODIFICA DELLE CARATTERISTICHE TECNICHE INDICATE NELLA PARTE RELATIVA ALLA STAZIONE APPALTANTE COMPORTERA’ L’ESCLUSIONE DELLA SOCIETA’
CONCORRENTE
8
Scarica

Prospetto tecnico ambulanze