ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO “ GALILEO FERRARIS” - VERONA
ANNO SCOLASTICO 2016/2017
PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINA
COORDINAMENTO DISCIPLINA FISICA AMBIENTALE
SECONDO BIENNIO/ Classe Quinta
INDIRIZZO CHIMICA, MATERALI E BIOTECNOLOGIE - ARTICOLAZIONE BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI
LIBRI DI TESTO: - Libro misto in 3 tomi: Libro 3 “Fisica.Blu - Induzione e onde elettromagnetiche, Relatività e quanti”, autore Cutnell John D.
Johnson Kenneth W., ed. Zanichelli.
CLASSE QUARTA
PRIMO
BIENNIO/
Classi
Seconde acustico ed elettromagnetico, energia nucleare, radon,
- Libro misto in 2 tomi:
Libro 2 “Fisica
Ambientale
- Inquinamento
celle a idrogeno”, autori L. Mirri, M. Parente, ed. Zanichelli.
COMPETENZE, RELATIVE ALL’INDIRIZZO, CHE LA DISCIPLINA CONCORRE AL RAGGIUNGIMENTO NEL SECONDO BIENNIO:






Acquisire i dati ed esprimere qualitativamente e quantitativamente i risultati delle osservazioni di un fenomeno attraverso grandezze fondamentali e derivate;
Individuare e gestire le informazioni per organizzare le attività sperimentali
Utilizzare i concetti, i principi e i modelli della fisica per interpretare la struttura dei sistemi e le loro trasformazioni;
Controllare progetti e attività, applicando le normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza;
Gestire le attività di laboratorio;
Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca ed approfondimento disciplinare.
UNITA’
ABILITÀ
VALUTAZIONE
ELETTRICITÀ ED ELETTROMAGNETISMO
Studiare il campo elettrico ed il campo magnetico. Acquisizione dei concetti di campo STRUMENTI DI VALUTAZIONE
ELETTROSTATICA – CARICHE ELETTRICHE E CAMPI elettrico e di potenziale. Conoscenza di differenze e analogie fra campo elettrico e Prove previste:
ELETTRICI – FORZE ELETTRICHE
campo gravitazionale. Conoscenza del significato della costante dielettrica. Conoscere

Interrogazioni orali e scritte.
il significato ed i casi principali di linee di campo elettrico.

Test “vero/falso" e/o a scelte multiple.

Verifiche in classe con la risoluzione di esercizi

Relazioni su esperienze effettuate in laboratorio.
LA CORRENTE ELETTRICA ED I CIRCUITI IN Conoscenza di leggi fondamentali dei circuiti elettrici e dei fenomeni legati al

Ricerche e svolgimento di lavori a casa
CORRENTE CONTINUA. CONDUZIONE NEI passaggio di correnti elettriche continue.
Sono previste almeno 2 valutazioni di teoria a quadrimestre.
CORPI
CRITERI DI VALUTAZIONE
CELLE AD IDROGENO
Individuare il meccanismo di produzione dell’energia elettrica mediante celle ad Per le prove previste si applica una scala di voti da 1 a 10.
idrogeno
MAGNETISMO, I FENOMENI MAGNETICI
FONDAMENTALI. IL CAMPO MAGNETICO.
INDUZIONE ELETTROMAGNETICA.
Conoscenza dei fenomeni magnetici e delle relazioni tra campo magnetico e correnti
La valutazione degli alunni sarà effettuata tramite interrogazioni e verifiche scritte
elettriche. Comprensione della induzione elettromagnetica; conoscere le principali
(compiti in classe, test, eventuali relazioni di laboratorio e lavori svolti a casa)
leggi ed applicazioni relative al fenomeno dell’induzione elettromagnetica.
distribuite nell’arco dell’anno. Per le interrogazioni la scelta degli allievi sarà
Conoscere le caratteristiche della corrente alternata
effettuata in maniera casuale, in modo che tutti siano stimolati a studiare con
continuità e possano seguire pari passo l’evoluzione della materia senza lacune;
Analizzare l’inquinamento elettromagnetico ed i fattori di rischio ambientale
l’applicazione di tale metodo permette allo studente di essere in grado di comprendere
INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO
CRITERI DI VALUTAZIONE FORMATIVA (prove singole):
1
LA NATURA DEL’ATOMO
FISICA NUCLEARE E RADIOATTIVITA’
RADIAZIONI IONIZZANTI, ENERGIA NUCLEARE
E PARTICELLE ELEMENTARI
CENTRALI NUCLEARI
RADON
i nuovi argomenti e di partecipare attivamente alla lezione. Pertanto l’interrogazione
diventa non solo verifica, ma anche momento formativo, di chiarimento, di riepilogo e
Studiare la struttura della materia
di approfondimento, nel quale si apprende anche la corretta enunciazione ed
esposizione nei termini scientifici propri della materia. Le altre verifiche (compiti e
verifiche in classe, test, eventuali relazioni di laboratorio e lavori svolti a casa)
Studiare la struttura del nucleo e la sua stabilità. Riconoscere i principali tipi di verranno comunicate agli alunni con un congruo anticipo, in modo che essi possano
decadimento.
adeguatamente prepararsi sui temi oggetto della stessa; in questo modo si esalta il
momento formativo della verifica perché obbliga lo studente a focalizzare la sua
Individuare il funzionamento di una centrale nucleare ed i fattori di rischio ambientale attenzione sugli argomenti della prova ed a confrontarsi con essi; prima delle verifiche
scritte in classe saranno comunicati i criteri di valutazione ed i punteggi che vengono
assegnati ad ogni domanda che costituisce la prova. Inoltre la correzione individuale
svolta in classe di tali verifiche permette di chiarire e di indicare allo studente gli
errori, le lacune e le carenze presenti nei vari argomenti affrontati, oltre ad eventuali
Individuare ed analizzare l’inquinamento da radon
difficoltà nel metodo di studio. Queste verifiche con il loro aspetto formativo sono
anche momento critico per il docente, che così può valutare la possibilità di proseguire
con il programma o di ritornare sugli argomenti già svolti, per chiarire o per
approfondire con metodi e strumenti diversi.
I compiti, i tests e le verifiche in classe saranno di differenti tipologie: esercizi e
problemi da risolvere e da svolgere, domande teoriche con risposta aperta, domande a
risposta multipla con l’indicazione della risposta esatta.
CRITERI DI VALUTAZIONE SOMMATIVA (quadrimestri):
Nella valutazione finale quadrimestrale viene assegnata pari importanza ai risultati
delle interrogazioni e delle verifiche scritte individuali di teoria svolte in classe
(compiti in classe, verifiche, test, ecc.); il voto deriverà dalla media dei voti delle
verifiche e delle eventuali interrogazioni. Il voto finale di fisica nei quadrimestri, se
verrà adottato il voto unico nella materia, sarà la media del Voto di TEORIA.
Comunque tutti i risultati di queste prove concorrono alla valutazione complessiva
dello studente; mentre l’eventuale valutazione dei lavori svolti a casa ed il controllo
dei quaderni fornisce all’insegnante un ulteriore dato valutativo sul modo di lavorare e
di studiare dello studente, questo tipo di valutazioni saranno utilizzate dal docente, se
sarà necessario, per il conforto e la definizione delle votazioni in caso di situazioni
incerte. Nella valutazione complessiva si terrà conto: del livello di conoscenza
raggiunto nella materia; del livello di apprendimento ottenuto; della capacità di
espressione, dell’uso del linguaggio appropriato, di collegamento tra i vari argomenti e
di sapersi orientare nella materia, di applicazione sia nella pratica e sia nella
risoluzione di problemi. Si terrà anche conto delle capacità, e della volontà di recupero
o di miglioramento rispetto alle situazioni di partenza.
METODOLOGIA DIDATTICA
Lezioni frontali. Lettura guidata e commentata del libro di testo in aula. Correzione
tempestiva dei lavori domestici.
Uso di audiovisivi con discussione e commenti. Uso corretto e rigoroso dei termini
propri della materia. Utilizzazione del computer per l'elaborazione e la
rappresentazione di dati.
DATA_____________________
FIRMA________________________
2
Scarica

Scarica - ferraris