Parete Add Posteriore, Innervazione prosegue pg 300-308

Plesso Nervoso lombare: si trova parte posteriore muscolo grande psoas, anteriore rispetto processi
trasversi vertebre .
- questa rete nervosa si costituisce da rami ventrali dei nervi spinali tra L1 e L4
- ricevono a loro volta rami comunicanti grigi dai tronchi simpatici
- I seguenti nervi sono rami del plesso lombare, i più importanti sono i primi 3:
1) Nervo otturatore: (da L2 a L4) emerge da margine mediale muscolo grande psoas, passa attraverso pelvi
diretto verso porzione mediale coscia, innervando muscoli adduttori.
2) Nervo femorale: (da L2 a L4) emerge da margine laterale muscolo grande psoas e innerva muscolo iliaco;
passa in profondità rispetto legamento inguinale verso porzione anteriore coscia, innervando muscoli flessori
anca e gli estensori gamba.
3) Tronco lombo-sacrale: (L4, L5) passa sopra ala sacro e scende nelle pelvi per partecipare formazione
plesso sacrale insieme a rami ventrali da S1 a S4.
4) Nervi ileo-inguinale e ileo-ipogastrico: (L1) originano da ramo ventrale di L1 ed entrano addome
posteriormente ad arcate lombo-costali mediali. Perforano muscolo trasverso addome vicino a spina iliaca
anteriore superiore, passando attraverso muscoli obliqui esterno ed interno per innervare cute regione
suprapubica ed inguinale
5) Nervo genito-femorale: (L1-L2) perfora superficie anteriore muscolo grande psoas e decorre inferiormente
ad esso. Si suddivide lateralmente alle art. iliache comune ed esterna, nei rami genitale e femorale
6) Nervo cutaneo femorale laterale: (L2-L3) decorre inferolateralmente su muscolo liscio ed entra nella
coscia posteriormente a legamento inguinale.
Sistema nervoso autonomo della parete addominale posteriore


SNA dell’addome si costituisce a partire da un nervo cranico (il vago, X paio dei nervi cranici) e da
numerosi nervi splancnici.
Questi nervi portano fibre (presinaptiche) simpatiche e parasimpatiche ai plessi nervosi, ai gangli
simpatici lungo aorta add.
 Parte simpatica del SNA addome è composto da:
1) Nervi splancnici addomino-pelvici derivati da tronchi simpatici toracici e addominali
2) Gangli simpatici prevertebrali
3) Plessi addominali
4) Plessi periarteriosi
 Plessi sono misti e contengono, oltre a fibre simpatiche anche fibre parasimpatiche e fibre afferenti
viscerali
 Nervi splancnici addomino-pelvici forniscono innervazione simpatica della cavità addomino-pelvica;
fibre simpatiche presinaptiche che essi convogliano hanno origine da neuroni della colonna
inferomediolaterale, o corno laterale, del midollo spinale, da T7 a L2 o L3
 Fibre passano successivamente nelle radici ventrali nei rami ventrali e nei rami comunicanti bianchi
dei nervi splancnici toracici e lombari superiori per raggiungere i tronchi simpatici
 Fibre nervose passano attraverso gangli paravertebrali di questi tronchi per entrare nei nervi
splancnici addomino-pelvici che li convogliano ai gangli prevertebrali della cavità addominale.
 Nervi splancnici addomino-pelvici includono: nervi splancnici toracici inferiori che derivano da parte
toracica dei tronchi simpatici; e nervi splancnici lombari derivati da parte lombare ei tronchi simpatici
 Nervi splancnici toracici inferiori sono fonte principale di fibre simpatiche presinaptiche che
innervano visceri addominali .
- Essi convogliano fibre simpatiche presinaptiche da parte toracica del tronco simpatico attraverso
corrispondente pilastro diaframma ai gangli celiaco, mesenterico superiore e aortico renale
 Nervi splancnici lombari hanno origine da parte addominale dei tronchi simpatici.
- Parte addominale dei tronchi simpatici è composta da 4 gangli simpatici lombari (paravertebrali) e da
relative fibre di interconnessione.
- Lateralmente i tronchi ricevono rami comunicanti bianchi dai rami ventrali dei nervi spinali L1, L2 e
inviano rami comunicanti grigi indietro ai rami ventrali adiacenti
- Medialmente i tronchi simpatici addominali danno origine a 3-4 nervi splancnici lombari, che passano
nei plessi intermesenterico, mesenterico inferiore e ipogastrico superiore

Corpi cellulari dei neuroni simpatici postsinaptici formano gangli prevertebrali che si riuniscono
attorno a radici delle ramificazioni maggiori (es: gangli celiaco, aortico-renale, mesenterico
superiore, etc.) e delle ramificazioni minori dell’aorta addom.
- Innervazione simpatica dell’addome: principalmente responsabile di stimoli vasomotori
(vasocostrizione)
- Per quanto riguarda tratto digestivo: innervazione simpatica agisce inibendo (cioè rallentando)
peristalsi
- Fibre afferenti viscerali che convogliano sensazioni dolorose accompagnano fibre simpatiche; impulsi
trasportati lungo nervi splancnici verso tronco simpatico attraverso rami comunicanti bianchi verso
rami ventrali dei nervi spinali radice dorsale verso gangli spinali
 Porzione parasimpatica SNA composta da:
1) Tronchi vagali anteriore e posteriore
2) Nervi splancnici pelvici
3) Plessi nervosi addominali
4) Plessi nervosi periarteriosi
5) Gangli parasimpatici intrinseci (enterici)
 Plessi nervosi sono misti, condivisi con SN simpatico e fibre viscerali afferenti
 Tronchi vagali anteriore e posteriore sono prosecuzione nervi vago snx e dx che formano plesso
esofageo
- dopo aver attraversato orifizio esofageo, plesso prosegue su superf. Anteriore e posteriore esofago e
stomaco
- Nervi vaghi convogliano fibre afferenti parasimpatiche presinaptiche e fibre afferenti viscerali a plessi
aortico-addominale e ai plessi periarteriosi, lungo ramificazioni aorta.
 Nervi pelvici splancnici distinti da altri nervi perchè non hanno nulla a che vedere con tronchi
simpatici; derivano direttamente dai rami ventrali dei nervi spinali da S2 a S4; e perché
convoglianofibre parasimpatiche presinaptiche a plesso ipogastrico inferiore (pelvico)
- fibre presinaptiche terminano su neuroni che giacciono entro visceri addominali, costituendo gangli
intrinseci
- fibre parasimpatiche presinaptiche e afferenti viscerali si distribuiscono nei gangli intrinseci della parte
inferiore esofago, dello stomaco, dell’intestino tenue, del colon ascendente e della max. parte di quello
trasverso
 per quanto riguarda tratto digestivo il nervo vago fornisce innervazione parasimpatica a muscolatura
liscia e a ghiandole del tratto digestivo fino a flessura colica
- Nervi splancnici pelvici riforniscono rimanente tratto apparato gastroenterico
 Plesso addominale sono rete fibre nervose costituite sia di fibre simpatiche sia parasimpatiche,
circondano aorta addominale e sue principali ramificazioni
- plesso celiaco, mesenterico inferiore e mesenterico superiore sono interconnessi
- Gangli simpatici: sparsi tra plesso celiaco e quello mesenterico
- Gangli parasimpatici intrinseci (Plesso mienterico o plesso di Auerbach, posto nel rivestimento
muscolare dello stomaco e dell’intestino) sono nella parete dei visceri
1) Plesso celiaco (plesso solare): circonda radice del tronco arterioso
- contiene 2 gangli celiaci irregolari (uno dx e uno snx)
- radice parasimpatica del plesso celiaco è ramificazione del tronco vagale posteriore (contiene fibre da
nervi vago dx e snx)
- radici simpatiche del plesso sono il grande e il piccolo nervo splancnico
2) Plesso mesenterico superiore e suo ganglio: circonda origine art. mesenterica superiore
- plesso ha radice mediana e due laterali
- radice mediana è ramificazione plesso celiaco e le radici laterali hanno origine da nervi splancnici
piccolo e minimo
3) Plesso intermesenterico: è parte plesso arterioso posto tra art. mesenteriche superiore e inferiore
- Dà origine ai plessi renali, testicolari/ovarici e ureterici
4) plesso ipogastrico superiore: è in continuità con plesso intermesenterico e con plesso mesenterico
inferiore
- giace a biforcazione aorta addominale anteriormente a sua parte inferiore
- Nervi ipogastrici dx e snx uniscono plesso ipogastrico superiore all’ipogastrico inferiore
- Alimenta plesso ureterico e testicolare e un plesso su ciascuna art. iliaca comune
5) Plesso ipogastrico inferiore: è formato su ciascun lato da nervo ipogastrico proveniente da plesso
ipogastrico superiore
- Plessi dx e snx situati al lato retto, cervice uterina e vescica urinaria
- Plessi ricevono piccole ramificazioni da gangli simpatici sacrali superiori
ARTERIE DELLA PARETE ADD. POSTERIORE
 Max parte arterie hanno origine da aorta addominale
 Arterie sottopostali hanno origine da aorta toracica e si distribuiscono inferiormente a 12° costa
 Aorta addominale lunga circa 12 cm, inizia in corrispondenza orifizio aortico (T12) e termina a
livello vertebra L4 suddividendosi in art. iliache comuni snx e dx (2-3 cm sotto e a snx dell’ombelico
a livello creste iliache)
 Art. iliache comuni divergono e scorrono inferolateralmente seguendo bordo mediale muscoli
psoas fino a stretto superiore della piccola pelvi
 Qui ciascuna art. iliaca comune si suddivide in Art. iliache interna e esterna
 Art. iliaca interna entra nella pelvi, mentre iliaca esterna segue muscolo ileo-psoas
 Prima lasciare cavità addomino-pelvica, art. iliaca esterna dà luogo alle art. epigastrica inferiore e
circonflessa iliaca profonda (irrorano parete add. Anterolaterale)
Rapporti con aorta addominale
 Da alto basso i rapporti anteriori più importanti aorta add. sono con:
- Plesso e ganglio celiaco
- Corpo del pancreas
- Vene spleniche e renale snx
- Parte orizzontale duodeno
- Curvature intestino tenue
 Aorta add. scende anteriormente lungo corpi vertebre da T12 a L4
 A Dx aorta è in rapporto con vena azygos, con cisterna chili, con dotto toracico, con pilastro dx
diaframma e con ganglio celiaco dx
 A Snx aorta è in rapporto con pilastro snx diaframma e con ganglio snx celiaco
Rami aorta addominale
 Rami aorta addominale classificati in viscerali o parietali, pari o impari
 Ramificazioni viscerali impari originano a seguenti livelli vertebrali:
- Tronco celiaco (T12)
- Art. Mesenterica superiore (L1)
- Art. Mesenterica inferiore (L3)
 Ramificazioni viscerali pari originano a seguenti livelli vertebrali:
- Art. surrenali (L1)
- Art. renali (L1)
- Art. Genitali, art. Ovariche o testicolari (L2)
 Ramificazioni parietali pari originano a seguenti livelli vertebrali:
- Art. sottopostali che entrano addome dietro a arcate lombocostali laterali insieme ai nervi sottopostali
(T12)
- Art. freniche, che originano sotto diaframma
- Art. lombari passano attorno lati delle 4 vertebre lombari superiori

Unica ramificazione parietale impari è Art. sacrale media cha ha origine da aorta a sua biforcazione
VENE PARETE ADDOMINALE POSTERIORE
 Vene sono tributarie della Vena Cava Inferiore (eccetto Vena testicolare o ovarica snx che entra
nella renale prima che questa si connetta con vena cava inferiore)
 Vena Cava inferiore è vena più grande corpo, non possiede valvole, a eccezione una all’orifizio dx
cuore
 Riporta sangue scarsamente ossigenato da arti inferiori, da parete add anterolaterale, da dorso e da
visceri addomino-pelvici.
 Sangue dei visceri passa attraverso sistema venoso portale e fegato prima di entrare nella vena
cava inferiore per mezzo delle vene epatiche

Vena cava inferiore inizia anteriormente a livello L5 mediante unione vene iliache comuni (2,5 cm a
dx del piano mediano, inferiormente a biforcazione aorta)
 Scende su lato dx dei corpi vertebre da L3 a L5 e su muscolo grande psoas dx a dx dell’aorta
 Lascia addome passando attraverso orifizio vena cava nel diaframma per entrare torace
 Quasi tutto sangue tratto digestivo viene raccolto da sistema portale e passa attraverso vene
epatiche a vena cava inferiore
 Tributarie vena cava inferiore corrispondono a ramificazioni aorta addominale:
- Vene iliache comuni, formate da unione vene iliache esterna e interna
- Terza (L3) e Quarta (L4) vena lombare
- Vena testicolare o ovarica dx
- Vene renali
- vene lombari ascendenti (azygos/emiazygos)
- Vena surrenale dx
- Vena frenica inferiori
- Vene epatiche
 Vena testicolare o ovarica snx e vena surrenale snx drenano di solito nella vena renale snx
 Vene lombari ascendente e azygos connettono vena cava inferiore e vena cava superiore
direttamente o indirettamente
Vasi linfatici della parete addominale posteriore
 Vasi linfatici e linfonodi si trovano lungo aorta, vena cava inferiore e vasi iliaci
 Linf. Iliaci comuni ricevono linfa dai linfonodi iliaci interni ed esterni
 Da linf. Iliaci comuni linfa passa ai linf. Paraaortici.
 Linfa del tratto digestivo, del fegato, milza e pancreas passa lungo art. celiaca e mesenterica
superiore e inferiore ai linf. Preaortici (linf. Celiaci mesenterico superiore e inferiore)
 Vasi efferenti da questi linfonodi formano i tronchi linfatici intestinali, singoli o multipli (partecipano a
confluenza tronchi linfatici che danno origine a dotto toracico)
 Linf paraaortici si trovano su entrambi lati aorta e vena cava inferiore ricevono linfa da parete add
posteriore, dai reni, ureteri, testicoli o dalle ovaie, da utero e da tube uterine
 Essi ricevono anche linfa da colon discendente, da pelvi e da arti inferiori attraverso linf mesenterici
inferiori e iliaci comuni
 Estremità inferiore dotto toracico si trova avanti a corpi vertebre L1 e L2, tra pilastro mediale
diaframma e aorta inizia con convergenza dotti linfatici principali addome (sono in pochi individui
prende forma di sacco o dilatazione con pareti sottili = cisterna del chili)
 Pressappoco tutto drenaggio linfatico da metà inferiore corpo converge nell’addome per entrare
all’inizio dotto toracico
 Dotto toracico risale attraverso orifizio aortico del diaframma nel mediastino superiore dove raccoglie
ulteriori drenaggi linfatici
 Alla fine dotto toracico si svuota nel sistema venoso a giunzione vene succlavia e giugulare interna
snx (angolo venoso snx)
Scarica

parete addominale posteriore