Nel periodo ottobre-novembre 2011 la classe III D della Scuola Media
“Pellegrino da San Daniele” ha affrontato lo studio dei racconti di fantascienza,
completando questo percorso con la lettura, l’ascolto e l’analisi del brano
EXTRATERRESTRE
DI EUGENIO FINARDI.
Ognuno ha espresso le proprie riflessioni a proposito del messaggio e della
struttura musicale della canzone e poi le ha condivise con il resto della classe.
Sono emerse varie considerazioni: il messaggio pareva semplice e indubitabile,
ma alcuni ragazzi hanno notato dettagli differenti, che rispecchiavano le loro
individualità e punti di vista personali.
Proponiamo qui di seguito il testo della canzone, e le osservazioni raccolte.
E’ un grande onore per noi, pubblicare anche l’autorevole e preziosa
OPINIONE che
il Maestro EUGENIO FINARDI
ha gentilmente espresso su questo lavoro da noi realizzato.
Cogliamo l’occasione per ringraziarLo sentitamente del tempo che ha voluto
dedicarci.
Eugenio Finardi in concerto
EXTRATERRESTRE
di Eugenio Finardi
C’era un tipo che viveva in un abbaino
per avere il cielo sempre vicino
voleva passare sulla vita come una aeroplano
perché a lui non importava niente
di quello che faceva la gente
solo una cosa per lui era importante
e si esercitava continuamente
Per sviluppare questo talento latente
che è nascosto tra le pieghe della mente
e la notte sdraiato sul letto, guardando le stelle
dalla finestra nel tetto, con un messaggio
voleva prendere contatti diceva:
“Extraterrestre portami via
voglio una stella che sia tutta mia,
extraterrestre vienimi a pigliare
voglio un pianeta su cui ricominciare”.
Una notte il suo messaggio fu ricevuto
in un istante è stato trasportato
senza dolore in un pianeta sconosciuto
c’era un po’ più di viola del normale
un po’ più caldo il sole
ma nell’aria un buon sapore
terre da esplorare
e dopo la terra il mare
un pianeta intero con cui giocare
e lentamente la consapevolezza
mista a una dolce sicurezza
“ L’universo è la mia fortezza”.
“Extraterrestre portami via
voglio una stella che sia tutta mia,
extraterrestre vienimi a pigliare
voglio un pianeta su cui ricominciare”.
Ma dopo un po’ di tempo la sua sicurezza
comincia a dare segni di incertezza
si sente crescere dentro l’amarezza
perché adesso che il suo scopo è stato realizzato
si sente ancora vuoto
si accorge che in lui niente é cambiato
che le sue paure non se ne sono andate
anzi che semmai sono aumentate
dalla solitudine amplificate
e adesso passa la vita a cercare
ancora di comunicare
con qualcuno che lo possa far tornare, dice:
“Extraterrestre portami via
voglio tornare indietro a casa mia,
extraterrestre non mi abbandonare
voglio tornare per ricominciare”.
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me il messaggio della canzone voleva spiegare la fantasiosa voglia, che a volte noi
abbiamo, di andarcene da un’altra parte del mondo per ricominciare di nuovo la nostra vita senza
più commettere gli stessi errori. Nella canzone viene citato un altro pianeta diverso dal nostro, ma
allo stesso tempo fantastico. Dopo un po’ di tempo però, il protagonista si sente triste per la
solitudine perché non ha niente e nessuno accanto a lui.
Condivido completamente questo messaggio perché anch’io mi sentirei solo e avvolto dalla
disperazione in un luogo a me totalmente sconosciuto; infatti quando ero appena arrivato in Italia
ero come capitato in un altro mondo, all’ inizio fantastico emozionante e da me mai visto, ma poi
mi sono accorto che ero solo senza i miei amici, né parenti e né persone che mi stavano a cuore
quindi ho voluto tornare indietro, però io non potevo come invece può Eugenio Finardi nel suo
brano.
La musica che mi aspettavo, dopo aver letto il testo della canzone, era totalmente diversa. Pensavo
fosse una canzone per bambini e invece, ben accompagnata dalla musica, ha assunto serietà ed è
riuscita a trasmettere un messaggio preciso ed evidente.(Evgheni A.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me il messaggio che vuole trasmettere la canzone è che quando si ha il desiderio di
cambiare, di viaggiare, di scoprire nuove cose, nuovi mondi, può succedere che il sogno si avveri,
ma è in quel momento che ci si rende conto che tutto ciò non basta, che non basta, che in realtà la
felicità sta nelle piccole cose.
Non è necessario allontanarsi, andare lontano perché i sentimenti negativi, la malinconia o
l'inquietudine, se li si hanno, li si portano dentro ovunque. Quello che conta davvero è ciò che
siamo dentro e come siamo con il mondo che ci circonda. Io sono pienamente d’accordo con questo
messaggio.
Dal punto di vista musicale, la canzone nelle strofe ha una musica molto veloce, mentre nel
ritornello si fa più lenta e calma. E' come me l'aspettavo, anche perché l'avevo già ascoltata, anche
in una pubblicità. (Jessica B.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫
Secondo me il messaggio della canzone è che le cose belle, come ricominciare su un pianeta non
sono sempre belle se fatte da soli, infatti alla fine il personaggio si pente di aver ricominciato su un
altro pianeta.
Io condivido i pensieri del personaggio, infatti a me piacerebbe molto ricominciare su un altro
pianeta, ma dopo un po' di tempo mi annoierei, specialmente da solo.
La canzone è cantata molto velocemente escluso il ritornello che viene cantato in modo più lento
rispetto al resto e secondo me, il cantante lo fa per evidenziare il desiderio di riniziare su un altro
pianeta. (Andrea C.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me la canzone "EXTRATERRESTRE" di Eugenio Finardi ha due messaggi: il primo è
che un ragazzo spera che un extraterrestre venga a prenderlo e lo porti su un altro pianeta, dove
iniziare tutto da zero e dove c’ è un mondo migliore. Il secondo messaggio è che la tecnologia si sta
sviluppando molto velocemente e noi ci stiamo rovinando: ora noi giovani non andiamo più in giro
con gli amici, ma rimaniamo a casa, davanti al computer o alla tv.
Condivido moltissimo questi messaggi perché il mondo lo stiamo rovinando e sta diventando
sempre
peggio,
e
non
c’è
più
vera
socializzazione.
L' aspetto musicale di questa canzone è molto particolare rispetto ad altre perché le parole vengono
dette velocemente su un ritmo lento, mentre nel ritornello le parole vengono dette in modo più
lento su un ritmo veloce. (Athos P.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Il testo della canzone narra di un giovane che, deluso dalla realtà in cui si trova costretto a vivere,
sogna continuamente un mondo nuovo in cui trasferirsi, un’altra Terra dove vivere liberamente e
dove realizzarsi. Quando il suo sogno viene realizzato dall’extraterrestre, dopo i primi momenti di
stupore e di gioia, il ragazzo si rende conto che non solo la situazione è del tutto uguale a quella che
ha lasciato, ma in più si trova solo, sperduto, senza alcun contatto sociale. Torna quindi sui suoi
passi, desidera tornare allo stato iniziale, cioè proprio su quella Terra da cui voleva fuggire.
L’ autore vuole condividere il fatto che è stufo del mondo, che se ne vuole andare via, ma poi
quando finalmente viene accontentato, tutto solo, capisce che forse non bisogna staccarsi da
qualcosa per sempre, ma solo per un certo periodo di tempo per vedere le cose in modo diverso.
Io condivido il messaggio perché certe volte capita anche a me, nelle giornate più cupe, di voler
“scappare” da questo pianeta, di farmi portare via, poi però, quando la giornata migliora, voglio
ritornare a casa mia perché certe volte sono gli altri a farti tornare il buon umore.
Riguardo l’aspetto musicale, mi immaginavo una canzone triste,con ritmo molto lento e misterioso;
poi ascoltandola, mi sono resa subito conto che la musica è tutto il contrario: molto veloce, allegra e
molto bella soprattutto il ritornello. (Giulia B.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
La canzone Extaterrestre di Eugenio Finardi vuole comunicare, secondo me, che se tu possiedi tutte
le cose del mondo, non puoi trovare la felicità: per trovarla devi condividerla con qualcuno, avere
amici che ti vogliano bene. Concordo in pieno con il messaggio perché l'amicizia è tutto.
L’aspetto musicale ha un ritmo spedito e il cantante ha avuto una grande abilità nel cantarla con
quella velocità. Per questo la canzone mi è piaciuta molto. (Alessandro Z.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
L'autore, con questa canzone, secondo me, comunica il messaggio che anche se si vuole scappare,
lasciare la propria terra e trasferirsi per cercare di ricominciare, la nostalgia di casa propria ci farà
rimpatriare, per continuare a vivere da dove siamo partiti.
Io non condivido questo messaggio perché penso che lasciare la propria casa deve essere un'azione
estrema, nel senso che per scappare deve essere successo qualcosa di molto grave, e che comunque
sia molto difficile (impossibile) tornare indietro….Il testo della canzone è cantato in modo molto
veloce, quasi non si comprendono le parole. Solo nel ritornello il ritmo rallenta, forse perché
l'autore voleva dare più importanza a quella preghiera. ( Riccardo V.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Il protagonista della canzone EXTRATERRESTRE voleva vivere su un altro pianeta, in mezzo
all'universo; il suo desiderio viene ricevuto e il suo sogno si avvera. Però dopo un po’ si pente del
gesto commesso e passa la vita a comunicare per tornare indietro dal pianeta sconosciuto.
La musica a me ricorda una guerra, una rivoluzione, come passare dall’essere ragazzi all’essere
adulti. (Cinzia M.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Il messaggio secondo me è che un uomo deluso della sua vita vuole cambiare mondo e riniziare una
vita chiedendolo a questo extraterrestre. Io condivido questo messaggio perché tutti, se delusi,
vogliono sicuramente qualcosa di meglio. Conoscevo già l'aspetto musicale di questa canzone
avendola ascoltata un bel po' di volte. Ho provato anche a cantarla, ma per me era
impossibile perché il ritmo delle strofe è velocissimo, ma il ritornello è abbastanza lento e quindi ci
riuscivo.( Rudyn O.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
La canzone "Extraterrestre" ci vuole far capire che se una persona vuole una cosa, fa di tutto per
averla e quando la ottiene non le piace, ne vuole poi un’altra e un’altra...quindi fa capire che
bisogna accontentarsi di quello che si ha! Se si vuole scappare, andare via di casa stare senza
problemi dopo un po’ di tempo ci verrà nostalgia di casa. (Alex I.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
La canzone di Finardi presenta un messaggio: accontentarsi di ciò che si ha, apprezzarlo senza
andare a cercare ciò che sembra impossibile avere. Condivido il messaggio, anche se però a volte
bisogna puntare in alto, cercare qualcosa di nuovo.( Giambattista B.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Il messaggio della canzone, secondo me, è che la tecnologia fa passi da gigante e quindi bisogna
saperla usare consapevolmente, pensando anche ai rischi.
Poi parla di un extraterrestre che vuole trovare una stella dove andare e poter ricominciare senza
nessun problema. Il messaggio è che se si vuole fare qualcosa o andarsene da un posto ( per
esempio da casa) si può fare, ma bisogna ricordarsi che a casa ci sarà sempre qualcuno ad aspettarci
e che ci proteggerà. La porta di casa ci fa entrare in un altro mondo; la casa è un mondo a sé. Tutto
il resto è un'altra dimensione anche se siamo fisicamente nello stesso paese o stato ma
psicologicamente è totalmente diverso. La musica nella strofa è molto veloce, e ogni tanto non si
capiscono le parole; invece nel ritornello è non troppo veloce ma neanche troppo lenta, infatti è la
parte della canzone più conosciuta. La canzone è stata ispirata da un ragazzo di quegli anni (credo
anni ’80) che era patito di tecnologia ed era decenni avanti come mente “tecnologica”, e si chiama
Carlo Massarini. (Davide B.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Per me il messaggio della canzone “Extraterrestre” è che è molto difficile stare con gli altri, perché
devi sopportare anche le persone antipatiche, sempre presenti nei gruppi, accanto a quelle
simpatiche, ma è molto peggio stare da soli. Il ritmo è molto coinvolgente, soprattutto nel
ritornello, ma mi pare un po’ inappropriato all’ambientazione nel senso che di solito, nei film che
raccontano di alieni, la musica è cupa e lenta, al contrario di questa, veloce ed allegra. ( Amos L.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me l’autore vuole comunicare con l’extraterrestre, non vuol più vivere sulla terra, e vuole
essere portato via dai suoi problemi. Il ritmo della canzone è molto veloce, mentre nel ritornello
rallenta: questo può significare la velocità con cui l’autore vuole essere rapito dall’extraterrestre. A
me piacerebbe visitare altri pianeti, non solo del sistema solare, ma dell’intero universo, ma non mi
piacerebbe viverci. ( Luca P.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Quando si ha un sogno può capitare che si possa realizzare. Quando si hanno dentro di sé sentimenti
negativi e si sta male, non serve spostarsi in luoghi nuovi e sconosciuti, perché cambiando i luoghi
non cambi i sentimenti, e stai male comunque: concordo molto con quest’idea. ( Bianca A.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Forse nello spazio ci sono altre forme di vita che vogliono avere un contatto pacifico con noi.
Secondo me le parole della canzone, anche senza l’accompagnamento musicale, sono molto belle e
commoventi, e ascoltandole penso alle stelle e al fatto che nell’universo non siamo soli. ( Fabio C.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me il protagonista della canzone è in cerca di un nuovo mondo su cui andare per vivere
libero e per potere esprimere i suoi desideri. Il suo sogno si realizza, però su un altro pianeta si
rende conto di essere solo, desidera avere dei contatti e ritornare sulla terra, dov’era prima.
Non avevo mai ascoltato questa canzone, e me l’aspettavo più lenta, sia nel ritmo, sia nella
scansione delle parole. ( Cristina B.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Secondo me la canzone ci insegna che non si può scappare a causa dei commenti della gente, che ci
infastidiscono, o dai problemi della vita, ma bisogna restare e affrontarli, perché da soli non si
risolvono, ma anzi si amplificano.( Arianna C.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
E’ un canzone scritta per condividere il fatto che il protagonista è stufo del mondo e vuole andar
via da tutto e da tutti, ma quando si trova su un altro pianeta capisce che , forse, non serve staccarsi
da qualcosa per apprezzarla, ma si può cambiare il modo di vedere le cose, anche senza questa
pausa.
A me, a volte, capita di vivere questa situazione e dopo, per un periodo, tratto tutto in modo diverso,
con gentilezza perché apprezzo cose che prima davo per scontate.
Mi piace il ritmo della canzone, me lo aspettavo ancora più veloce. ( Samuele L.)
♫♪♫♪♫♪♫♪♫♪
Per i
ragazzi:
Carissimi,
i vostri scritti sulla mia canzone
EXTRATERRESTRE mi hanno colpito molto
per la loro fantasia e lucidità! Alcuni
mi hanno anche fatto ridere e ne ho
citati un po’ in concerto!
E’ vero, canto troppo in fretta, in un
certo senso è stato il primo RAP in
italiano.
Riguardo al testo, hanno capito quelli,
quasi tutti ragazze, che hanno detto che
è una canzone sull’impossibilità di
sfuggire a se stessi e che chi non si
accetta rimane solo.
Siete stati bravissimi tutti e anche la
vostra insegnante che vi ha guidato,
grazie!
Vi consiglio di ascoltare un’altra mia
canzone: SCUOLA.
BUON ANNO A TUTTI!
Eugenio Finardi
Scarica

extraterrestre - ISIS "Vincenzo Manzini"