Piano Didattico
“Disturbi dell’apprendimento”
PIANO DIDATTICO
Insegnamenti di carattere generale e propedeutico
Titolo dell’attività
Psicopatologia dello
sviluppo
Disabilità sensoriali visive,
uditive e motorie
Totale
Docente
SSD
CFU
N. ore di
lezione
FAD
N. ore
didattica
alternativa
on line
N. ore
studio
individual
e
Struttura del credito
Salvatore S.
3
50
10
15
Mignosi
Garofalo
3
50
10
15
6
100
N. ore di
lezione
FAD
20
30
N. ore
didattica
alternativa
on line
3
50
10
15
3
50
10
15
3
50
10
15
150
N. ore di
lezione
Insegnamenti di carattere applicativo e strategie di intervento
FAD
30
N. ore
didattica
alternativa
on line
45
Insegnamenti dell’area psicologica specifica
Titolo dell’attività
Psicologia
dell’apprendimento e
motivazione scolastica
Psicopatologia disturbi di
lettura, scrittura e calcolo
Didattica speciale
Docente
SSD
Sclavo
Fraire
Arcuri
Messina
Totale
Titolo dell’attività
9
Docente
Prevenzione e promozione
della salute
Lavanco
Romano
Psicologia dello sviluppo
Quaglia
Totale
Totale ore
CFU
N. ore
studio
individual
e
Struttura del credito
SSD
CFU
N. ore
studio
individual
e
Struttura del credito
3
50
10
15
3
50
10
15
6
100
20
30
21
350
70
105
4
100
Prova finale
Totale
CFU
25 CFU
Totale ore
(350 ore di lezione FAD +70 ore di
didattica alternativa (chat, forum,
tutor) +105 ore di studio
individuale+100 ore di prova
finale)
625
Totale
Insegnamenti:
Psicopatologia dello sviluppo
La prima parte del corso si propone di fornire agli studenti i principali modelli teorici che
introducono allo studio della psicopatologia del bambino (psicopatologia strutturale v/s descrittiva;
psicopatologia ad impostazione biologica, psicoanalitica e fenomenologia) a cui può incorrere un
bambino vittima di maltrattamento e abuso e senza un adeguato intervento di supporto e protezione.
Nella seconda parte si affronteranno i principali sistemi di classificazione dei disturbi mentali: DSM
IV e ICD 10. Infine, saranno considerate le principali sindromi cliniche psicopatologiche afferenti
alle condotte motorie, al linguaggio, al controllo sfinterico, alle funzioni cognitive, alla condotta,
all’ansia.
Disabilità sensoriali visive, uditive e motorie
Nella prima parte del corso si farà riferimento al concetto di disabilità sensoriale ed alle sue
implicazioni dal punto di vista cognitivo, psicologico e sociale in generale e nello specifico rispetto
alle diverse disabilità. Verrà inoltre presentato l’ICF (Classificazione Internazionale del
Funzionamento delle Disabilità e della Salute), uno strumento che, usando un linguaggio
standardizzato, facilita la comunicazione fra tutti gli operatori che si occupano di persone disabili
Si condurrà quindi un approfondimento relativamente alla minorazione visiva affrontando i concetti
fondamentali di anatomia dell’occhio e le possibili cause di deficit della funzione visiva e si
affronterà il problema delle barriere e dell’accessibilità, facendo anche riferimento agli ausili alle
tecnologie e gli strumenti informatici per l'autonomia e l'apprendimento delle persone con
minorazione visiva. Verranno infine trattate le implicazioni pedagogiche nel lavoro di educazioneistruzione con minori disabili della vista e verranno presentate alcune esemplificazioni
Nella seconda parte del corso verrà condotto un approfondimento relativamente alla minorazione
uditiva definendo cosa caratterizza la sordità e la molteplicità di situazioni possibili. Verranno
quindi trattate le implicazioni del deficit uditivo, in funzione della sua gravità, sullo sviluppo
linguistico-cognitivo e psico-sociale e verrà condotto un excursus sulle Lingue dei Segni (le lingue
visivo-gestuali utilizzate dalle diverse comunità di persone sorde nel mondo), facendo particolare
riferimento alla Lingua dei Segni Italiana (LIS). Dopo aver brevemente trattato la storia
dell’educazione dei sordi in Italia, si presenteranno infine le nuove prospettive pedagogiche rispetto
all’apprendimento degli alunni sordi, facendo particolare riferimento all’approccio bilingue ed alle
nuove figure professionali previste dalla legge quadro n. 104/92 per l’integrazione dei soggetti con
disabilità uditiva e verranno condotte alcune esemplificazioni facendo anche riferimento alle
tecnologie informatiche.
Psicologia dell’apprendimento e motivazione scolastica
Il corso si focalizza sul concetto di apprendimento e di motivazione.
Saranno affrontati gli approcci classici allo studio dell’apprendimento (comportamentismo e
cognitivismo), i contributi dell’approccio socioculturale, i processi cognitivi, meta cognitivi e
motivazionali alla base del processo di insegnamento-apprendimento.
Attenzione particolare sarà dedicata ai contesti formali di istruzione, primi fra tutti la scuola.
Saranno altresì presentate riflessioni sulle ricadute pratiche degli studi psicologici in ambito
educativo.
Psicopatologia disturbi di lettura, scrittura e calcolo
Nelle unità saranno affrontate le principali tematiche relative ai disturbi di lettura e scrittura e
calcolo. In prima istanza saranno analizzate le ricerche più significative riferite al tema, dai primi
approcci fino a giungere agli ultimi studi condotti. Ad una introduzione ai disturbi specifici
dell’apprendimento, seguirà una proposta di classificazione ed una trattazione dettagliata dei
disturbi inerenti il presente corso. Particolare attenzione verrà riservata all’analisi della
manifestazione e dell’evoluzione dei singoli disturbi. Alla specificità della diagnosi saranno
affiancate esemplificazioni delle principali tecniche riabilitative e l’analisi delle fasi di
progettazione di interventi di recupero. Tematiche trasversali alla struttura delle unità sono le
dimensioni che coinvolgono i disturbi presi in esame: la sfera cognitiva connessa alla maturazione
dell’individuo e all’apprendimento, l’aspetto emotivo coinvolto nel manifestarsi del disturbo e le
componenti socio relazionali.
Didattica speciale
L’insegnamento si propone di fornire una riflessione critica e gli strumenti operativi utili a coloro
che lavorano con soggetti con difficoltà: disturbi specifici dell’apprendimento, situazioni familiari
tragiche alle spalle, disturbi emozionali o psicopatologie o più “semplicemente” comportamenti
gravemente problematici e devianti. L’insieme di queste problematiche necessitano di “bisogni
educativi speciali”, studiati e ricercati in modo appropriato per ogni singolo alunno, affinchè possa
crearsi un clima di integrazione tra tutti i soggetti coinvolti.Il corso si articolerà, quindi, in quattro
unità didattica interconnesse tra di loro e complementari, finalizzate alla problematica in sé, alla
riflessione critica, alle possibili strategie d’intervento, coadiuvate da metodologie opportune e a
fornire un supporto bibliografico per coloro che volessero approfondire l’argomento.
Prevenzione e promozione della salute
Il corso è volto a sviluppare in maniera integrata competenze e tecniche relative alla prevenzione ed
alla promozione della salute. Il percorso formativo si propone di far acquisire conoscenze e capacità
gestionali utili all'identificazione, programmazione ed implementazione di programmi sanitari di
prevenzione, nonché all’organizzazione di strutture/interventi di promozione e tutela della salute
nello specifico in bambini vittime di abuso sessuale. Un'attenzione particolare verrà dedicata alle
strategie della comunicazione interpersonale utili a migliorare i percorsi di cura e prevenzione, due
questioni centrali nell'ambito della promozione della salute.
Psicologia dello sviluppo
Il corso intende trattare i principali momenti dello sviluppo umano nel ciclo di vita e i relativi
modelli di comprensione (cognitivo, psicodinamico, educativo). Particolare attenzione sarà rivolta
alla teoria dell’attaccamento e al tema della relazione tra mondo psichico del soggetto in età
evolutiva e mondo sociale, scolastico ed educativo.
Scarica

Psicologia dello sviluppo