Segreteria di Stato della Città del Vaticano
I frutti della maledizione (l’anniversario tragico)
Con la beatificazione del 1 maggio 2011 Papa Benedetto XVI ha legalizzato lo spirito di Assisi
– lo spirito dell’anticristo. Questo è il tradimento di Cristo e del Vangelo.
“Se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi
abbiamo predicato, sia anatema” (cf. Gal. 1, 6-9). È valido questo verdetto dato da Dio alla Chiesa
attraverso l’apostolo Paolo oppure oggi non vale più? Riguarda esso lo spirito di Assisi? È incorso in
anatema di Dio il Papa? La risposta a queste domande è definitiva: il verdetto divino è valido! L’anatema –
la maledizione – grava sul Papa e su tutti coloro che sono in unità con lui e con lo spirito di Assisi.
Il modernismo per mezzo del metodo storico-critico ha spianato la strada allo spirito di Assisi.
Lo spirito del modernismo ha fortemente influenzato la Chiesa già 100 anni fa. Allora il Papa Pio X con il
motto “Rinnovare tutto in Cristo” ha fermato il processo di autodistruzione della Chiesa. Tuttavia, il Papa
Giovanni XXIII con il suo “aggiornamento” ha aperto la Chiesa al processo di autodistruzione. Dopo il
Concilio la Chiesa ha preso un nuovo approccio alla Scrittura. Il neomodernismo attraverso il metodo
storico-critico ha messo in discussione tutte le verità della fede. Papa Giovanni Paolo II non ha fermato il
processo di apostasia del “aggiornamento”, ma al contrario, lo affrettò col gesto ad Assisi nel 1986. Lo
spirito di Assisi, facendo appello alla Dichiarazione Nostra Aetate, ha aperto la porta al rispetto dei demoni
pagani e all’opinione pubblica che il cristianesimo e il paganesimo sono vie equivalenti verso la salvezza.
Ma questa è l’eresia massima. Il frutto del neomodernismo e di Assisi è il decadimento morale all’interno
della Chiesa (cf. Rm. 1, 18 ss). Gli scandali di pedofilia hanno scandalizzato tutto il mondo dall’America
attraverso l’Irlanda e l’Europa fino in Australia. Le vittime di pedofilia manifestano oggi alle porte del
Vaticano. Hanno dato il ricorso contro il card. Levada, il card. Sodano, il card. Bertone e Benedetto XVI
alla Corte internazionale di giustizia a L’Aia per i crimini contro l’umanità, poichè loro coprivano i crimini
di pedofilia.
Qual è la situazione del mondo dopo il gesto apostatico ad Assisi nel 1986? Il veleno spirituale
sta cambiando le menti. Europa e Stati Uniti hanno respinto le leggi di Dio ed hanno accettato la perversione
dell’omosessualità. Il frutto della maledizione è il sistema di giustizia minorile che sottrae i bambini dalle
loro famiglie senza alcuna colpa reale li dà nella schiavitù sessuale ai pedofili e agli omosessuali nelle
cosiddette famiglie adottive. Molti bambini vengono venduti per il trapianto degli organi, come ha affermato
l’ex Ministro dell’Interno italiano Maroni.
Organizzazioni sovranazionali, come l’ONU, l’UE e i massoni, stanno preparando
l’autogenocidio delle nazioni, principalmente attraverso omosessualità e il sistema di giustizia minorile. Il
Vaticano e la gerarchia cattolica hanno la loro parte in questi crimini contro l’umanità e per questo
ipocritamente taciono.
Lo spirito dell’anticristo come la bestia apocalittica con due corna, cioè l’omosessualità e la
giustizia minorile, ha già iniziato l’autogenocidio delle nazioni (cf. Ap. 13. 11-18).
Tre domande
Prima domanda: C’è la continuità degli ultimi due Papi con tutti i precedenti nella materia di
fede e di morale?
Risposta: Questa continuità è stata interrotta dall’introduzione di una nuova dottrina e
dall’adozione di un nuovo spirito. Nessuno dei Papi nel corso della storia intera della Chiesa potrebbe
approvare la dottrina eretica e il sincretismo ad Assisi.
Seconda domanda: I vescovi, che sono in unità con ex-Papa Benedetto XVI, ordinano vescovi
e sacerdoti validamente?
Risposta: Se rimangono in unità con Benedetto XVI e con lo spirito di Assisi, ordinano vescovi
e sacerdoti invalidamente.
Terza domanda: Può un sacerdote che è in unità con lo spirito di Assisi – lo spirito
dell’anticristo – amministrare i Sacramenti validamente?
Risposta: Un sacerdote che è in stato di peccato grave amministra i sacramenti validamente, ma
egli “mangia e beve la propria condanna” (1Cor. 11, 29). Un sacerdote che ricorda il nome di Benedetto
XVI durante la Divina Liturgia è in unità con lo spirito di Assisi ed ha espulso lo Spirito Santo. Egli
amministra i sacramenti invalidamente.
Soluzione: il pentimento
Ogni sacerdote ortodosso non deve più ricordare il nome del Papa-apostata nella Liturgia. Usi
nella Liturgia per esempio la seguente formula: “in unità con tutti i Papi e Vescovi ortodossi della Chiesa”.
Confessi anche pubblicamente la fede alla presenza dei propri fedeli nella chiesa e spieghi loro la situazione
in modo che anche loro possano fare lo stesso.
1) Credi che per noi – e quindi per te e per tuoi peccati – il Signore Gesù Cristo è morto sulla
croce, è risorto il terzo giorno dai morti realmente e storicamente?
Risposta: (Credo).
2) Credi che la salvezza è solo in Gesù Cristo e in nessun altro?
Risposta: (Credo).
3) Rinunci alla teologia storico-critica e allo spirito dell’ateismo che sta dietro essa?
Risposta: (Rinuncio).
4) Rinunci allo spirito di Nostra Aetate del cosiddetto spirito di Assisi – lo spirito
dell’anticristo?
Risposta: (Rinuncio).
5) Ritieni la mentalità omosessuale come il modo di pensare peccaminoso e attività
omosessuale come l’abominio e il peccato mortale?
Risposta: (Sì).
6) Rinunci a satana e demoni, in particolare a quelli che oggi operano attraverso diverse forme
occulte di magia e di divinazione (omeopatia, agopuntura, ipnosi, divinazione col pendolo o una bacchetta
rabdomantica, oroscopi) e attraverso lo spirito della New Age?
Risposta: (Rinuncio).
7) Rinunci allo spirito dei massoni e di qualsiasi forma di collaborazione con loro?
Risposta: (Rinuncio).
Conclusione:
Se una delle Chiese nazionali facesse questo passo del vero pentimento avrebbe creato con ciò
un modello pilota a tutta la Chiesa di come uscire dalla maledizione, la quale hanno provocato le eresie e lo
spirito di Assisi!
+ Elia
Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
+ Metodio, OSBMr
+ Timoteo, OSBMr
Vescovo-segretario
Vescovo-segretario
Leopoli (Ucraina), 1 maggio 2012
Le copie:
- alle curie episcopali cattoliche;
- ai Vescovi ortodossi in Russia, Bielorussia, Ucraina, Moldova;
- ai rappresentanti politici delle nazioni;
- ai mass media.
2
Scarica

I frutti della maledizione /l`anniversario tragico/ (5.5.2012)