I SEGNALI DA RICONOSCERE:
L’ANORESSIA




mangia pochissimo e solo alcuni cibi
rifiuta ogni tipo di grasso o condimento
spezzetta il cibo in pezzi piccolissimi
mangia molto lentamente
Gli operatori del Centro di Ascolto vi forniranno un
elenco di professionisti che si occupano in maniera
specifica dei disturbi della condotta alimentare.
Mola di Bari Via…
Per informazioni chiamare il lun e ven dalle 16.00 alle
19.00
ASSOCIAZIONE L’ALEPH
Centro studi in psicologia psicoterapia e counselling
Cooperativa Minerva
La prima consulenza è libera e gratuita
I SEGNALI DA RICONOSCERE: LA BULIMIA





CENTRO DI ASCOLTO PER I DISTURBI
DEL COMPORTAMENTO
ALIMENTARE
mangia tanto ma non ingrassa
mangia in fretta e voracemente
si alza da tavola subito dopo aver mangiato per
andare in bagno
spariscono cibi dalla dispensa e dal frigorifero
ANORESSIA BULIMIA OBESITA’
COME GUARIRE DI L'ANORESSIA O LA
BULIMIA?
Dall’anoressia, bulimia e obesità si può guarire. Non si
può guarire da soli, è necessario affidarsi a persone e
strutture competenti.
E’ importante sapere che in questi problemi non si è
soli: in Italia circa 3 milioni di persone soffrono di
disordini alimentari. Anoressia, bulimia, obesità e altre
forme di disturbi alimentari sono malattie sociali che
colpiscono tutte le fasce di età e provenienza sociale e
riguardano uomini e donne.
Le persone che soffrono di disordini alimentari sono
imprigionate in un dolore che gli altri difficilmente
vedono e comprendono. L'ossessione del cibo, del
corpo e del peso instaura una dipendenza, per uscire
dalla quale è necessario un aiuto specialistico.
Centro studi e ricerche in
psicologia
psicoterapia e counselling
ad orientamento
analitico transazionale
e psicodinamico
MOLA DI BARI
Via ………….. n. tel …………………….
I disordini del comportamento alimentare costituiscono
oggi un’emergenza sanitaria e sociale. La diffusione
della patologia ha una rapidità ed una rilevanza
sconcertanti; per fare fronte a questa emergenza le
strutture presenti nel territorio non sono
numericamente sufficienti.
Il centro di ascolto per i distrurbi del comportamento
alimentare (DCA) diventa una possibile risposta attiva
sul territorio, gestita da personale competente
(psicologi-psicoterapeuti con esperienza nella diagnosi
e cura dei disturbi alimentari
CHI SIAMO
Il centro è coordinato dall’equipe dell’Associazione
L’Aleph - Centro Studi in Psicologia, Psicoterapia e
Counselling ad orientamento analitico transazionale e
psicodinamico, con sede legale a Putignano (BA).
L’Aleph si avvale della collaborazione organizzativa
della cooperativa Minerva….
CENTRO DI ASCOLTO PER I DISTURBI DEL
COMPORTAMENTO ALIMENTARE
Che cosa è?
Il Centro di Ascolto è un nuovo servizio nato dalla
collaborazione della Associazione l’Aleph con la
cooperativa Minerva ;
È uno spazio di accoglienza e di orientamento, di
ascolto e di sostegno per persone che soffrono di
anoressia, bulimia, obesità e altre forme di disturbi del
comportamento alimentare (DCA), e per le loro
famiglie.
E’ un luogo in cui si è accolti per una corretta
informazione, chiarificazione, e orientamento sui
DCA,. per la riduzione del rischio di aggravamento e di
cronicizzazione del disturbo.
A chi è rivolto?
Lo sportello è rivolto a tutti coloro che hanno bisogno
di aiuto, sia adolescenti che familiari , con l’obiettivo
di favorire un accesso diretto da parte di persone che
hanno particolare difficoltà a chiedere aiuto, fornire
un sollievo immediato nei momenti di crisi familiare e
un primo riferimento-orientamento alla famiglia.
Che cosa sono i “disturbi del comportamento
alimentare”?
Questi disturbi comprendono numerose forme diverse.
Le più note e comuni sono l’anoressia, la bulimia e
l’obesità.
Sono caratterizzati da un notevole disagio psicologico
ed emotivo e richiedono un trattamento sia del
problema alimentare in sé che della sua natura psichica.
ANORESSIA
E’ una condizione di grave sofferenza psicologica che
coinvolge prevalentemente le adolescenti.
Chi ne soffre decide di perdere peso iniziando a ridurre
la quantità di cibo assunta.
Il dimagrimento è ricercato anche quando il peso è
giunto al di sotto di un valore minimo normale
L'anoressia spesso inizia con una dieta al fine di
migliorare
la
propria
immagine;
il drastico rifiuto del cibo pretende un ideale di
magrezza irraggiungibile: la persona anoressica non si
sente mai magra abbastanza, anche se è in evidente
sottopeso, e continua a dimagrire e a digiunare.
Il corpo viene percepito e vissuto in modo alterato, con
un eccesso di attenzione alla forma e con il rifiuto
frequente ad ammettere la gravità della attuale
condizione di sottopeso.
BULIMIA
La bulimia consiste in un’incontrollabile necessità di
ingerire notevoli quantità di cibo con la sensazione di
non poter smettere di mangiare.
Queste grandi abbuffate provocano dei forti sensi di
colpa e, quindi, il bisogno di liberarsi al più presto di
tutto ciò che si è ingerito, attraverso vomito
autoindotto o assunzione di lassativi, diuretici o altri
farmaci.
I fattori che favoriscono la bulimia sono simili a quelli
dell’anoressia: la preoccupazione di ingrassare associata
ad una percezione distorta del proprio aspetto fisico.
OBESITA'
L'obesità rappresenta un problema che interessa tutte le
fasce d'età, anche quelle pediatriche.
Come nella bulimia, anche nell'obesità si istaura una
vera e propria dipendenza dal cibo, usato come
“soluzione magica” alle difficoltà esistenziali e come
“anestetico” rispetto al dolore.
La persona obesa non mette in atto condotte
eliminatorie e, per questo, vede il suo corpo aumentare
di peso fino ad ammalarsi.
Anoressia, bulimia e obesità esprimono, in modo diverso, un
profondo malessere psichico.
Scarica

Brochure Anoressia Bulimia Obesita