Relazione scientifica sull’attività svolta.
Programma di ricerca Short-term mobility 2009: Utilizzo Strumenti GIS per lo studio dei dati del territorio.
Dipartimento di afferenza: codice 3 – Agroalimentare.
Destinazione: Newmarket, Auckland, Nuova Zelanda.
Istituzione ospitante: NIWA – National Institute of Water and Atmospheric Research
Proponente: Federica Rossi.
Fruitore: Nicola Di Virgilio.
Il programma di ricerca si è svolto presso la sede di Auckland del National Institute of Water and Atmospheric
Research (NIWA) dal 7 al 31 ottobre 2009. Durante il periodo di permanenza è stata effettuata un’attività di ricerca
riguardante diversi aspetti della sostenibilità ambientale e della evoluzione urbanistica, con particolare riferimento
allo sviluppo di una piattaforma GIS (Geographic Information System) per il supporto del programma “Towards
Urban Sustainable Design”, catturando e relazionando diverse informazioni territoriali legate alla regione di
Auckland.
Più in detteglio, le attività svolte sono state:

Sviluppo di grafici e mappe per la definizione ed il confronto del trend futuro delle emissioni di gas serra per
persona delle principali Nazioni e Continenti. Sono stati collezionati dati riguardanti la proiezione fino al 2020,
in base ai diversi scenari definiti da IPCC, delle emissioni dei gas serra per principali stati e continenti dei
diversi settori produttivi, attraverso la ricerca e la consultazione on-line delle fonti ufficiali. Le emissioni sono
state messe in relazione alla proiezione della crescita demografica e del Prodotto Interno Lordo dei singoli
Stati. Una volta definito il database, questo è stato importato all’interno del software ArcMap del pacchetto GIS
ArcGIS della ESRI. L’integrazione dei dati con le mappe ha permesso di produrre diverse mappe comparative
delle emissioni per persona e per PIL dei diversi Stati e Continenti.

Trasferimento di dati relativi ad un modello dei volumi di traffico sulla rete stradale reale ed integrazione con le
diverse informazioni, mappe e punti di interesse del territorio. Il modello del traffico era costituito di punti e linee
che legano i punti. Ogni linea contiene informazioni sul volume del traffico, sulla tipologia di vetture e per
entrambi i sensi di marcia. Il trasferimento di queste informazioni sulla rappresentazione della rete stradale
reale e sui segmenti di rete ai quali i link si riferiscono ha messo in evidenza numerosi problemi di carattere
topologico. Attraverso la definizione di un’area di studio e con l’utilizzo dei software ArcGIS sono stati
individuati i problemi e definita una procedura che passo dopo passo permette il corretto trasferimento dei dati.
È stato per cui definito anche un elenco delle funzioni del software utilizzato utili ed esplorate le loro
caratteristiche e funzionalità nei riguardi della loro applicabilità e potenzialità nell’analisi del territorio. La
procedura definita, o lista di comandi, rappresenta la base per lo sviluppo di uno strumento per il trasferimento
semi automatico delle informazioni sulla rete stradale, rappresentando l’interfaccia di integrazione tra l’output
del modello del traffico con le caratteristiche del territorio. Infatti la collezione delle informazioni territoriali,
come il reperimento e la visualizzazione di una vasta gamma di informazioni statistiche riguardanti parametri
ambientali ed energetici della regione di Auckland, dati di carattere statistico demografico, punti di interesse
come presenza di stazioni di servizio, scuole, centri commerciali e dirigenziali, morfologia del territorio, ecc., la
loro mappatura e sovrapposizione dopo la risoluzione delle incompatibilità delle proiezioni delle mappe,
rappresentano la base dati da utilizzare per lo sviluppo delle attività successive del progetto.

Analisi delle potenzialità del software CommunityViz, riguardante la comparazione multiscenario di analisi
territoriali di carattere di vocazionalità e di pianificazione rurale ed urbana, e della sua applicabilità nell’ambito
del programma. Il software è una estensione di ArcMap della ESRI, per cui ha bisogno di quest’ultimo per poter
funzionare. Permette di effettuare in maniera molto veloce dei confronti tra diversi scenari definiti dall’utente e
soprattutto di comunicare i risultati in modo accessibile e facilmente comprensibile a diverse utenze. I risultati
vengono visualizzati come mappe bidimensionali od integrati in sistemi 3D liberi come Google Heart,
avvicinandosi molto alla realtà. I cambiamenti tra i diversi scenari vengono quantificati con dei parametri definiti
dall’utilizzatore. È gia disponibile una serie di parametri pre-impostati per la definizione dell’impatto di
cambiamenti ad esempio di uso del suolo e di pianificazione del territorio.
Pag. 1 di 2
Il periodo di permanenza mi ha dato la possibilità di arricchire le conoscenze e l’utilizzabilità delle piattaforme GIS
(Geographic Information System) per l’analisi dei dati territoriali e sulla loro reperibilità, in particolare nei confronti
del pacchetto ArcGIS della ESRI, oggi tra i più utilizzati nell’ambito della gestione ed analisi dei dati territoriali e di
CommunityViz, quest’ultimo legato alla possibilità di confrontare diversi scenari di utilizzo e pianificazione del
territorio.
Inoltre l’esperienza mi ha permesso di operare in un ambito diverso e per cui percepirne le modalità di
organizzazione della struttura e del lavoro.
Il periodo svolto è sicuramente servito per mettere in evidenza le linee di ricerca in comune e le complementarietà
tra NIWA ed IBIMET e di conseguenza definito una base per le future collaborazioni tra i due istituti.
Firma del Proponente
..................................................................
Firma del Fruitore
..................................................................
Data ...........................................................
Pag. 2 di 2
Scarica

Visualizza la relazione inserita